NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

TASCA D’ALMERITA - PARTNER STORICA DELLA PALERMO - MONTECARLO

 

 

La regata d’altura che unisce due sponde del Mediterrano, in partenza il prossimo Venerdì 19 Agosto dallo spettacolare Golfo di Mondello sino alla Baia del Principato di Monaco, sarà partecipe anche per il 2022 con il Trofeo “Conte Tasca d’Almerita”.

 

Una partnership duratura e consolidata, sempre di più orientata a sensibilizzare sulla tutela dei nostri mari ed a sostenere uno sviluppo virtuoso del territorio.

l binomio tra la regata Palermo-Montecarlo e la famiglia Tasca d’Almerita è inscindibile, sin dalle origini di questa spettacolare e simbolica competizione che connette le due sponde del Mediterraneo. Lo è perché affonda le radici nell’amore per il Mare ed i suoi valori: in mare come in vigna, quando il confronto è con la Natura, l’approccio dell’uomo non può essere che di rispetto e di salvaguardia. 

Un legame antico, quello che lega la famiglia Tasca d’Almerita al Circolo della Vela Sicilia - organizzatore della regata - che ebbe già nel 1933 il conte Giuseppe Tasca d’Almerita tra i suoi fondatori e del quale fu eletto presidente nel 1982. Un Circolo che vanta un pedigree di tutto rispetto, tra i Circoli nautici del Mediterraneo, essendo anche il Circolo della sfida di “Luna Rossa” 2021 e della prossima edizione 2024 dell’America’s Cup.   

 

La Palermo-Montecarlo mette in palio il Trofeo Giuseppe Tasca d’Almerita 2022 - ambìto trofeo voluto dal Conte Giuseppe già nel 1993 - quando vide radunare nel Golfo di  Mondello, per la prima volta, un gruppo eccezionale di timonieri e professionisti della vela d’altura mondiale. Il Trofeo viene ogni anno assegnato all’imbarcazione prima classificata in tempo reale.

Tasca d’Almerita - famiglia simbolo della moderna vitivinicoltura in Sicilia – è da 11 anni impegnata nello sviluppo di un programma di sostenibilità a tutela del territorio – che ha generato il protocollo SOStain – ed anche quest’anno sarà Partner della Palermo – Montecarlo, regata d'altura fra le più importanti e rinomate del Mar Mediterraneo. 

“Ci piace e ci entusiasma l’idea di sostenere un progetto che vede il nostro amato Mar Mediterraneo al centro” - dice Alberto Tasca, oggi alla guida della storica cantina siciliana -  “La vela è uno sport antico e sostenibile, che promuove una visione basata sulla tutela e sul rispetto del mare, linfa vitale del nostro Pianeta. Oggi, inquinamento, pesca eccessiva e illegale, aumento della temperatura e cambiamenti climatici stanno compromettendo lo stato di salute del Mar Mediterraeo, che ha bisogno di essere rimesso al centro dell’attenzione pubblica, affinché si promuovano iniziative di tutela e comportamenti virtuosi tesi alla salvaguardia del Mare Nostrum. Ognuno può - e dovrebbe -  fare la sua parte”

 

Su Tasca d’Almerita  

Da quasi due secoli Tasca d'Almerita, una delle più antiche e prestigiose aziende vitivinicole a conduzione familiare d'Italia, ha sede nella tenuta Regaleali, nel cuore rurale della Sicilia. 

Fu qui che nel 1959 il conte Giuseppe Tasca d’Almerita piantò “ad alberello” -  sulla collina San Lucio, divenuta poi uno dei “simboli” della viticoltura isolana – vigne di Perricone e Nero d’Avola, investendo in un futuro che pochi siciliani riuscivano ad immaginare a quel tempo. Creò così le basi per il primo vino da vigna unica in Sicilia: la Riserva del Conte - da tutti poi chiamato Rosso del Conte - degno di competere con le migliori annate europee e del Nuovo Mondo. Suo figlio Lucio continuò la ricerca dell'eccellenza, piantando in Sicilia i primi vitigni internazionali e modernizzando gli impianti di vinificazione.  Oggi, il figlio di Lucio, Alberto Tasca persegue  - con amore e la stessa dedizione del padre e del nonno – il senso per la qualità e l'innovazione, uniti alla ricerca. Ha ampliato e arricchito questa eredità con un'attenzione alla Sostenibilità, che si esprime nella cura paziente, attenta e secolare dei territori in cui Tasca vive e lavora e che hanno consolidato l’azienda ai vertici nazionali del settore. 

A partire dal 2001, con un preciso progetto di valorizzazione dei territori particolarmente vocati, Alberto Tasca ha guidato l’espansione organica dell’azienda: a Regaleali, infatti, si sono aggiunte nel corso del tempo Tenuta Capofaro a Salina, Tenuta Tascante sull’Etna, Tenuta Whitaker a Mozia e Tenuta Sallier de La Tour nella Doc Monreale. Il trait d'union che unisce ognuna di queste stelle nel firmamento di Tasca d'Almerita è la Sicilia, e al centro della costellazione c'è Regaleali, la “ cantina madre”. 

Tasca d'Almerita è stato inoltre uno dei padri fondatori di SOStain, il primo programma in Italia di sostenibilità nel settore vitivinicolo. Riconosciuto dal Ministero della Transizione Ecologica, SOStain prevede l'impegno dei propri partner per l'attuazione di politiche sostenibili e il rispetto di una serie di criteri ambientali che vanno ben oltre i consueti requisiti di certificazione biologica (www.sostain.it). 

Un impegno costante che ha portato Tasca d’Almerita a ricevere il premio come “Cantina Europea dell’Anno” 2019 da parte dell’autorevole rivista Wine Enthusiast ed il prestigioso Green Emblem di “Robert Parker Wine Advocate” 2021.

 

Ivo Basile

2022 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica