NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

TENUTA CARRETTA FESTEGGIA 555 ANNI DI STORIA

 

 

Il concerto del soprano Maria Agresta, dono della famiglia Miroglio alla città di Alba, apre il ricco palinsesto di eventi che celebrano l’anniversario

 

Il 2022 segna i 555 anni di storia di Tenuta Carretta. Tanto è trascorso da quel lontano 28 novembre 1467 in cui, per la prima volta, in un documento ufficiale compariva la “cassina Careta” ubicata proprio sulle terre dove oggi sorge la cantina attuale. Un traguardo che poche realtà vitivinicole in Italia possono vantare e che pone Tenuta Carretta fra quelle più storiche del nostro Paese.

Il cartellone delle celebrazioni dell’anniversario è ricco di eventi - pubblici e aziendali - e coinvolgerà anche la città di Alba. Infatti proprio ad Alba, giovedì 15 settembre alle ore 18.45, sarà il recital della soprano Maria Agresta, presso la Chiesa di San Domenico, ad aprire il programma. Un appuntamento fortemente voluto da Ivana e da Edoardo Miroglio, proprietari di Tenuta Carretta, che nell’occasione donano ai cittadini albesi (e non solo) la possibilità di assistere alla performance di un’artista straordinaria, affermata protagonista nei teatri lirici del mondo intero. Agresta sarà accompagnata nell’occasione dal maestro Michele D’Elia al pianoforte.

«Quest’anno celebriamo un anniversario importante per la nostra cantina – sottolinea Ivana Brignolo Miroglio, a capo del gruppo Terre Miroglio di cui fa parte Tenuta Carretta, insieme al marito Edoardo e ai figli Marta e Franco, imprenditori nel settore tessile -. Ho quindi voluto dare continuità e valore alla contaminazione delle arti cui Tenuta Carretta è sempre stata aperta, proponendo questo prestigioso concerto con una delle esponenti liriche di riferimento a livello internazionale. Vuole essere un momento condiviso con gli Albesi e con tutti gli appassionati del bel canto, a sancire il connubio perfetto di bellezza e ingegno italiano: quegli stessi valori cui ogni giorno cerchiamo di rendere omaggio in cantina e in vigna, con passione e dedizione».

 

 

Originaria di Vallo della Lucania, Maria Agresta debutta nel 2011 né “I vespri siciliani” di Giuseppe Verdi presso il Teatro Regio di Torino, in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia. Stagione dopo stagione calcherà i palcoscenici dei più prestigiosi teatri del mondo, come il Teatro alla Scala, l’Arena di Verona, la Royal Opera House di Londra, il Metropolitan di New York o l’Opéra Bastille di Parigi – solo per citarne alcuni – collaborando con direttori quali Riccardo Muti, Antonio Pappano e Daniel Barenboim. Nel 2014 vince il prestigioso Premio Franco Abbiati della Critica Musicale Italiana e nel 2015 partecipa al prestigioso concerto di Capodanno del Teatro La Fenice di Venezia, diretta da Daniel Harding.

L’evento sarà aperto al pubblico e a ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili, per cui si richiede la prenotazione scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonando allo 0173.619119 int. 4 in orario d’ufficio.

Tra le altre iniziative anche Casa Cayega 555, giunta alla sua 5a edizione, che sarà in programma domenica 18 settembre dalle ore 11.00 alle 21.00. Casa Cayega è ormai un evento atteso, nel consueto format di appuntamento vendemmiale che crea uno straordinario momento di incontro tra Tenuta Carretta e gli appassionati di vino. Un evento aperto al pubblico, omaggio ad uno dei vini icona della cantina, il Roero Arneis Docg Cayega, la cui piacevolezza e attitudine ad accompagnare tutto il pasto l’hanno reso simbolo di convivialità.

La festa di Casa Cayega si svolgerà come di consueto a Piobesi d’Alba, tra cantina, corte e vigneti e vedrà il susseguirsi di attività immersive nell’universo di Tenuta Carretta: vine trekking sulla Grape’s Road, pic nic gourmet e/o pranzo a cura dello chef stellato Flavio Costa, l’inaugurazione della mostra fotografica Quattro Quarti, laboratori per bambini, visite in cantina e degustazioni guidate, aperitivi e stuzzicherie al calar del sole con l’Happy Cayega Hour, nonché l’ormai celebre format Vignaiolo per un giorno in collaborazione con il Movimento Turismo del Vino, che porta i visitatori fra le vigne della Tenuta per far loro provare l’esperienza della vendemmia dell’uva arneis.

 

Tenuta Carretta, con sede nel Roero, a Piobesi d’Alba, è forse l’unica azienda a poter vantare vigneti di nebbiolo di proprietà in ciascuna delle aree di origine delle DOC e DOCG di Langa e Roero ottenute da questo vitigno. La tenuta vinifica esclusivamente le uve raccolte negli 80 ettari di vigneto in proprietà, vero e proprio patrimonio viticolo che permette all’azienda di valorizzare i territori di origine delle uve e di produrre una gamma di vini capaci di cogliere molte delle sfumature e interpretazioni dei diversi terroir. La massima espressione qualitativa di Tenuta Carretta è rappresentata dalla vinificazione delle “Grandi vigne” di Barolo, Barbaresco e Roero, le tre denominazioni che, grazie alle loro caratteristiche, hanno reso famose ovunque nel mondo la viticoltura e l’enologia piemontese. Da uve raccolte sulle colline di Cannubi, a Barolo, nascono il Barolo Riserva DOCG Cannubi collezione Franco Miroglio e il Barolo DOCG Cannubi; dalla Cascina Bordino, a Treiso, l’omonimo Cascina Bordino Barbaresco Riserva DOCG e, dal vigneto Bric Paradiso sovrastante la Tenuta, il Roero Riserva DOCG Bric Paradiso

 

 

Paola Chiapasco

2022 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica