NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Undicesima edizione per il Concorso Letterario Nazionale di Go Wine

“BERE IL TERRITORIO”,

le generazioni attorno al vino 

 

Il termine per partecipare scade il 10 febbraio 2012

 

Torna Bere il territorio, il concorso letterario nazionale di Go Wine. E’ l’undicesima edizione ed il Bando viene promosso come sempre in occasione del periodo invernale.

Un’iniziativa culturale che si rinnova di anno in anno e che è rimasta sostanzialmente fedele all’idea che l’ha originata. Da alcune edizioni la partecipazione non è limitata solo ai più giovani: sono previste infatti due categorie all’interno della sezione generale ed una è estesa anche agli “over 30”.

 

Quindi l’invito a scrivere non prevede limiti di età e conduce ad una sorta di ideale confronto tra generazioni, unite dal piacere di scrivere e di raccontare il rapporto con il vino e con il mondo che lo circonda, con un particolare riferimento al tessuto sociale ed all’ambiente nel quale il vino viene prodotto.

 

L’attualità di Bere il territorio è strettamente legata alla principale finalità che l’associazione persegue: contribuire in modo concreto a far crescere la cultura del consumo dei vini di qualità, mirando ad un consumatore sempre più consapevole sia nelle scelte, sia nell’attribuire il giusto valore e significato ad una bottiglia di vino.  Il titolo del Concorso - “Bere il Territorio” - è a suo modo una provocazione: “Bere il Territorio” per attribuire un valore aggiunto a ciascun vino di qualità, e apprezzare, attraverso il calice, la cultura e l’ambiente in cui quel vino si afferma. “Bere il Territorio” per rafforzare un concetto che è alla base dell’associazione Go Wine e della sua attività.

Storia, tradizioni, paesaggio e vicende culturali: sono diversi i fattori che distinguono il vino da una qualsiasi bevanda. “Bere il territorio” esprime un modo di guardare al consumo con un rinnovato gusto e con una maggiore consapevolezza che va trasmessa alle giovani generazioni.

 

Oltre alla sezione generale, sono previste due sezioni speciali: una è riservata agli studenti degli istituti alberghieri e degli istituti agrari italiani. I concorrenti sono invitati a trasformarsi in …giornalisti incontrando un produttore di vino per affrontare temi legati ai vini autoctoni.

Nell’altra sezione studenti degli Istituti di Istruzione Secondari della Provincia di Cuneo sono chiamati a redigere un elaborato sul tema: “Il territorio: un valore o uno slogan?

 

I premi: 800 euro ciascuno per i due vincitori della sezione generale; 600 euro per il premio speciale riservato agli Istituti Agrari e Alberghieri; 600 euro a ciascuno dei due vincitori della sezione riservata agli Istituti Secondari delle Provincia di Cuneo. I testi dovranno pervenire entro il 10 febbraio 2012 presso la sede nazionale di Go Wine in Alba, la cerimonia di premiazione  è prevista sabato 10 marzo 2012.

La Giuria: Giorgio Barberi Squarotti (Università di Torino), Gianluigi Beccaria (Università di Torino), Valter Boggione (Università di Torino), Bruno Quaranta (La Stampa-Tuttolibri), Gigi Brozzoni (Direttore Seminario Veronelli), Massimo Corrado (Associazione Go Wine), Salvo Foti (Enologo).

 

Sostiene Bere il territorio la Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, unitamente al Comitato Sostenitore di aziende vinicole italiane composto da: Aglianica Associazione culturale – Rionero in Vùlture (Pz); Antica Distilleria Sibona – Piobesi d’Alba (Cn); Cantine Astroni – Napoli, Consorzio Tutela Vini Soave e Recioto di SoaveSoave (Vr); Emo  Capodilista – La Montecchia – Selvazzano Dentro (Pd); Gostolai di Arcadu Giov. Antonio – Oliena (Nu); Vini dei Giop – Villa di Tirano (So); Le Barbaterre - Quattro Castella (Re); Montalbera Terra del Ruchè – Castagnole Monferrato (At); Myò Vigneti di Spessa - Cividale del Friuli (Ud); Planeta – Menfi (Ag); Vercesi Marco  - Montù Beccaria (Pv); Vietti – Castiglione Falletto (Cn); Ciccio Zaccagnini – Bolognano (Pe).

testo del bando:

“Bere il terrITOrio”

Le generazioni attorno al vino

1. La undicesima edizione del concorso letterario “Bere il Territorio” è promossa dalla Associazione Go Wine.

I partecipanti dovranno redigere un testo in forma libera che racconti il loro rapporto con il vino e quanto ad esso inerente, con particolare riferimento alla cultura, alla società ed all'ambiente che caratterizzano l'universo del vino.  Sono previste due categorie:

a)      per i giovani dai 18 ai 30 anni;

b)     per tutti i soggetti di età superiore ai 30 anni.

 

2. Ogni concorrente o gruppo potrà partecipare con un solo elaborato inedito, in lingua italiana, della lunghezza minima di due cartelle (3600 battute) e massima di 5 cartelle (9000 battute), redatto anche su supporto magnetico.

 

3.  È inoltre istituita, a latere del concorso generale, una sezione speciale riservata agli studenti degli istituti agrari italiani (di età compresa tra i 14 ed i 20 anni) ed agli studenti degli istituti alberghieri italiani (di età compresa tra i 14 ed i 19 anni).

Gli studenti dovranno tenere conto delle conoscenze acquisite durante il corso di studio e trattare il tema dei vitigni e dei vini della zona di provenienza o di altre zone di cui si sono occupati in maniera specifica, con particolare attenzione a quelli autoctoni.

L’elaborato dovrà essere redatto in forma di intervista, ovvero i partecipanti dovranno trasformarsi idealmente in giornalisti e trattare il tema approfondendo la conoscenza con un produttore di vino e facendo emergere dalla conversazione le tematiche proprie del Bando.

Potranno partecipare al concorso singoli studenti oppure piccoli gruppi non superiori a 5 persone. Gli elaborati dovranno avere la medesima lunghezza di cui all’art. 2.

 

4). Ogni testo dovrà contenere, in calce, le generalità del concorrente: nome, cognome, data di nascita, indirizzo, numero di telefono ed eventualmente il riferimento dell'Istituto di appartenenza (vd. articolo 3).

 

5). Gli elaborati dovranno pervenire, in tre copie dattiloscritte, entro il 10 febbraio 2012, tramite posta, al seguente indirizzo:

 

Concorso “Bere il territorio” - Go Wine

Via Vida, 6 - 12051 Alba (CN).

 

6). Gli elaborati saranno sottoposti al vaglio della giuria composta da Giorgio Bàrberi Squarotti (Università di Torino), Gianluigi Beccaria (Università di Torino), Valter Boggione (Università di Torino), Bruno Quaranta (La Stampa-Tuttolibri), Gigi Brozzoni (Direttore Seminario Veronelli), Massimo Corrado (Associazione Go Wine), Salvo Foti (Enologo).

 

7). Saranno selezionati dalla sezione generale i DUE MIGLIORI TESTI, uno per ciascuna categoria: gli autori riceveranno un premio in denaro di Euro 800,00.

 

7a) Sarà selezionato dalla sezione speciale riservata agli istituti agrari e alberghieri il MIGLIORE TESTO: il vincitore (o il gruppo) della sezione speciale riceverà un premio di Euro 600,00.

 

8) È inoltre istituita una sezione riservata agli studenti degli Istituti di Istruzione Secondaria della Provincia di Cuneo. Il tema proposto varia di anno in anno. Per questa edizione dovranno redigere un elaborato sul tema: “Il territorio: un valore o uno slogan?”.

L’elaborato potrà avere forma di saggio breve, di racconto o di poesia. Verranno selezionati dalla Giuria i due migliori testi: gli autori riceveranno un premio di 600,00 euro ciascuno.

 

9). I testi rimarranno a disposizione dell'organizzazione del concorso e non verranno restituiti. I concorrenti, accettando senza condizione il presente regolamento, concedono, sin d'ora e senza nulla pretendere, i diritti di pubblicazione a Go Wine.

 

10). I vincitori, che saranno avvertiti tramite raccomandata, saranno premiati durante la cerimonia che si terrà ad Alba sabato 10 marzo 2012.

 

11). I giudizi della giuria, che selezionerà le opere, sono insindacabili.

 

12). Per quanto non previsto dal presente regolamento, le decisioni spettano autonomamente alla segreteria del concorso.

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica