NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Chef Stellati a Castello

(quando) l’incantesimo è nel piatto

II edizione della rassegna enogastronomica

“Ricordanze di Sapori”
14 Chef per 4 cene stellate in Manieri e Rocche da sogno.

Tornano i lunedì esclusivi dell’Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza in collaborazione con Associazione “CHEF to CHEF emiliaromagnacuochi”. Dal 10 giugno al 7 ottobre 2013.
Importanti partnership con produttori locali e cantine vitivinicole.
Accanto alle grandi firme della cucina – tra cui quest’anno 3 donne – i giovani dei più rinomati Istituti Alberghieri-Ristorativi di Parma e Piacenza.

 


Talentuosi, creativi, appassionati e un po’ magici. Gli chef conquistano i castelli e diventano i nuovi re del 2013 portando in dono – come nelle più belle fiabe – la magia delle stelle e l’intreccio di nuovi sapori. Quattro grandi occasioni dal 10 giugno al 7 ottobre 2013 sul vassoio e nel piatto per assaggiare la cucina dei migliori cuochi stellati emiliano-romagnoli nella seconda edizione di “Chef Stellati a Castello – Ricordanze di Sapori nei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza”. Al debutto lo scorso anno la rassegna enogastronomica ha registrato il tutto esaurito. Quest’anno saranno addirittura 14 i grandi maestri che offriranno una vera e propria festa del gusto nella kermesse proposta da Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza con la regia dello chef stellato Massimo Spigaroli, reduce dai trionfi in Australia dove ha rappresentato l’Italia, e dell’Associazione “CHEF to CHEF emiliaromagnacuochi” che racchiude i 30 migliori Chef stellati della Regione Emilia Romagna.

Quest’anno un tocco di rosa in più. Ci saranno anche 3 regine della cucina stellata in carnet, tre donne che faranno sognare con il loro tocco tipicamente femminile: Isa Mazzocchi, Aurora Mazzucchelli e Giuliana Paragoni. Assaggerete, inoltre, speciali creazioni culinarie di nuovi cuochi in rassegna come Riccardo Agostini, Marcello Leoni, Raffaele Liuzzi, Luca Marchini, Luigi Sartini. E ci saranno gli amatissimi e già apprezzati sopraffini Stefano Ciotti, Filippo Chiappini Dattilo, Gianni D’Amato, Valentino Marcattilii, Massimo Spigaroli, Paolo Teverini.

I 4 blasonati manieri prescelti per la seconda edizione di “Chef Stellati a Castello” sono: l’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (PR), ribattezzata il Castello sul Grande Fiume Po con le più antiche cantine d’Italia, che presenta “Con Verdi…a rimirar le Stelle” lunedì 10 giugno con i grandi chef Valentino Marcattilii, Isa Mazzocchi, Stefano Ciotti, Massimo Spigaroli; il millenario Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino situato sulle verdeggianti colline tra Parma e Piacenza, nel Borgo Medievale di Scipione Castello, a 2 km da Salsomaggiore Terme (PR), con l’elegante loggiato seicentesco e preziosi affreschi che vi invita ad una “Notte incantata con le Stelle” lunedì 1 luglio, con i grandi chef Gianni D’Amato, Aurora Mazzucchelli, Massimo Spigaroli, Marcello Leoni;; ilCastello di Rivalta sul tranquillo fiume Trebbia a Rivalta di Gazzola (PC) sontuosa residenza che ospita il Museo del Costume Militare e di Lepanto che vi dà appuntamento con le più “Nobili Stelle” lunedì 16 settembre con i grandi chef Filippo Chiappini Dattilo, Giuliana Paragoni, Raffaele Liuzzi, Luigi Sartini; ed il Castello e Rocchetta di Sarmato a Sarmato (PC) di proprietà dei Conti Zanardi Landi, entrato dal 2013 nei Circuito dell’Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza che vi farà sognare con “Stelle di pane alla tavola dei Conti” lunedì 7 ottobre con i grandi chef Massimo Spigaroli, Paolo Teverini, Luca Marchini, Riccardo Agostini.

Sarà che il Lunedì è protetto dalla Luna. E le Stelle attorno non stanno a guardare. Sarà che le giornate si allungano e le stelle, nelle notti più belle, brillano anche in cucina. Il consiglio è concedersi allora un dono nei 4 lunedì d’autore, dove ogni evento è molto più di una cena. E’ un’esperienza esclusiva con il meglio che il Ducato, nel Bicentenario Verdiano, può offrire: prodotti emiliano-romagnoli tipici di qualità; Castelli millenari che punteggiano le province di Parma e Piacenza, straordinari biglietti da visita del territorio dove gli chef sono maghi e le cuoche sono fate; l’alta cucina rielaborata dai Maestri secondo un tema ogni volta diverso e l’abbinamento con vini bianchi e rossi in grado di raccontare attraverso i migliori calici il rapporto tra colline e pianura grazie ai produttori vitivinicoli; e per i commensali l’opportunità di incontrare al proprio tavolo nuove persone, a sorpresa.

Castelli del Ducato di Parma e Piacenza aprono i loro giardini e saloni arredati agli ospiti che assaggeranno vere e proprie prelibatezze da principi. E attraverso l’arte della cucina regalano al palato un viatico di felicità.

In Chef Stellati a Castello sarà possibile assaporare piccoli capolavori di affermati Maestri della Cucina che esprimeranno un pensiero legato al territorio, valorizzando i prodotti della terra. I produttori vitivinicoli si affiancano da protagonisti in questa avventura sensoriale abbinando rossi e bianchi Doc che danno risalto al sapore dei piatti. Il servizio, elegante e consono all’ambientazione nei Castelli, vede emergere i giovani delle Scuole Alberghiere di Piacenza e di Salsomaggiore Terme che rappresentano il futuro nel campo della ristorazione, dell’accoglienza e della ricettività. E poi le imprese che hanno saputo diventare un marchio nazionale come l’Acqua Norda ed il Caffè Musetti che hanno accettato di diventare nostri sponsor, insieme all’Azienda Fratelli Piacentini e Marengoni” come spiega lo chef Massimo Spigaroli, in una nota stampa di anticipazione del progetto.

“La prima edizione della rassegna ha riscosso il tutto esaurito e ci ha convinto a proseguire sulla strada intrapresa – ha sottolineato il Conte Orazio Zanardi LandiPresidente dell’Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza - l’obiettivo dell’Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza resta creare una proposta esclusiva abbinata a itinerari consigliati e pacchetti con possibilità di soggiorni di due o tre giorni, o di una settimana, da offrire non solo al nostro territorio ma anche all’estero.

“Riteniamo necessario oggi più di ieri continuare a coinvolgere tutto il territorio – ha aggiunto il vicepresidente dell’Associazione Castelli del Ducato Domenico Altieri, sindaco di Fontanellato – dai castelli alle Strade del Vino e dei Sapori fino a produttori, artigiani e strutture ricettive di entrambi i territori di Parma e Piacenza per promuovere e far conoscere gli eccellenti prodotti tipici, collegati ai buyer dei ristoranti, botteghe, cantine ed enoteche”.

L’idea è invitare i produttori non solo a “presentare” i propri prodotti tipici “cucinati e serviti” con l’estro degli chef migliori della regione – in piatti esclusivi - ma anche offrire una “vetrina d’eccellenza” durante le Cene agli Stand ospiti. Si potrà infatti degustare e acquistare. Di fatto sarà un tour del gusto attraverso alcuni dei prodotti migliori dell’enogastronomia parmense e piacentina: alcuni esempi? Il prosciutto di Parma, il culatello di Zibello, la coppa di Piacenza, il Parmigiano Reggiano ed il Grana Padano, il Provolone Valpadana. E fra tutti trionferanno i Vini DOC dei Colli di Parma e i vini DOC dei Colli Piacentini.

La rassegna realizzata da Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza è in collaborazione con Chef to Chef Emilia Romagna Cuochi, Regione Emilia Romagna - Unione Appennino e Verde, Provincia di Parma, Provincia di Piacenza, Camera di Commercio di Parma e Camera di Commercio di Piacenza, Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione Magnaghi di Salsomaggiore Terme, Istituto Statale di Istruzione Superiore Agraria e Alberghiera G. Raineri-G. Marcora di Piacenza. Partecipano con i loro prodotti sponsorizzando la rassegna Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense, Az. Marengoni Silvio Lino e Flavio s.s. di Ponte dell’Olio, Cantina Valtidone di Rivalta, Fratelli Piacentini Di Piacentini Valentino & C.Snc di Ziano Piacentino, Salumificio La Rocca di Castell’Arquato, Caffè Musetti di Piacenza, Acqua Norda.

Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione Magnaghi di Salsomaggiore Terme
Preside Prof.ssa Luciana Rabaiotti
L’Istituto alberghiero nasce nel 1961 con sede nel prestigioso Palazzo dei Congressi di Salsomaggiore Terme, divenendo ben presto punto di riferimento formativo per tutti gli operatori del settore. La Scuola ospita la sede provinciale della Federazione Italiana Cuochi. www.alberghierosalsomaggiore.it

Istituto Statale di Istruzione Superiore Agraria e Alberghiera G. Raineri-G. Marcora di Piacenza
Preside Prof.ssa Teresa Andena
Il modello di scuola superiore è abbinato al Campus Agroalimentare di Piacenza è rappresentativo dell'intero sistema alimentare, il laboratorio didattico più importante dove ogni materia tecnica trova risposte pratiche. I tre indirizzi scolastici sono: Agricoltura/Agroindustria, Alimentazione, Ambiente, oltre a coesistere si integrano per le diverse competenze che esprimono. Questa enorme risorsa si amplia con l’azienda agraria dell’Istituto. E’ attivo anche l’indirizzo ristorativo-alberghiero, indirizzato anche al filone turistico: operatore dei servizi di ristorazione settore cucina; operatore dei servizi di ristorazione settore sala-bar; operatore dei servizi di ricevimento.
www.campusagroalimentarepiacenza.it


Acqua Norda, Appennino Emiliano - PR
Il Gruppo Norda è una realtà industriale e commerciale a livello nazionale che, con i suoi Marchi, è presente nei canali tradizionali, nella GDO e nell’HO.RE.CA, all’interno del quale occupa il secondo posto in Italia. Norda opera anche nel settore delle bibite analcoliche gassate che produce sia con il proprio marchio, sia per conto terzi. Dal 2009 è entrato anche nel mercato delle Bevande Piatte (non gassate) con un proprio impianto di imbottigliamento dotato di tecnologia “in asettico”. Con i suoi 5 siti produttivi (le sorgenti sono 15 e le linee di imbottigliamento 20), Norda è il sesto gruppo nazionale nel mercato delle acque minerali. 
www.norda.it

Azienda Agricola Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense, PR
L’Azienda Agricola Antica Corte Pallavicina produce: mais, pioppeti, uva, verdure di ogni tipo, frutta. Vengono allevati maiali, bovini, polli, oche, anatre. il Culatello di Zibello, lo Strolghino di Culatello, la Coppa, la Pancetta e i migliori salumi tipici della Bassa Parmense rappresentano il vanto dell’azienda.
www.acpallavicina.com

Azienda Agricola Fratelli Piacentini di Ziano Piacentino, PC
Vigneti a 360 gradi. Un’azienda giovane che ha festeggiato nel 2010 il trentesimo compleanno, ma dalle antiche origini, poiché la famiglia Piacentini produce vino sin dall’Ottocento. Producono spumanti, grappa, vini rossi e bianchi, fermi e frizzanti. 
www.fratellipiacentini.com

Azienda Agricola Marengoni Silvio, Lino e Flavio di Ponte dell'Olio, PCL’azienda si trova sulle prime colline di Ponte dell'Olio e consta di 11 ettari vitati. Produce mediamente 50.000 bottiglie annue dei più importanti vini Doc dei Colli Piacentini (i tipici Ortrugo e Gutturnio Frizzante ma anche vini affinati in botti di rovere come il Gutturnio Riserva ed  il Cabernet Sauvignon).
www.vinimarengoni.com

Caffè Musetti di Piacenza
La Torrefazione Musetti è presente da oltre settant'anni nel mondo del caffè, in 45 paesi dei cinque continenti. La storia della Torrefazione Musetti è un intreccio di passione, fatica e successi in cui le persone ed il caffè sono sempre state gli unici indiscussi protagonisti. Quel che nel tempo è rimasto inalterato è l'attenzione al prodotto e la cura che l'azienda ha del consumatore. Proprio per questo negli anni sono state create miscele uniche che possano soddisfare i gusti e le esigenze più differenziate. La qualità rimane comunque il fondamento sul quale creare nuove miscele. Numerosi e rigorosi sono i controlli su tutto il processo produttivo, dalla scelta del caffè verde al confezionamento e distribuzione. Anche le numerose certificazioni ottenute testimoniano l'impegno nel fornire al consumatore un prodotto unico e di livello qualitativo elevato.
www.musetti.it

Cantina Valtidone 
Le dolci colline della Valtidone sono, per altitudine ed esposizione, l'ambiente ideale per vini giovani e freschi. Dal 1966 la Cantina Valtidone sceglie come motto per i propri vini "Classici attuali". E' una cooperativa di agricoltori: oggi i soci sono circa 330 e conferiscono alla Cantina ben 90.000 quintali di uva (dei quali oltre l'80% è DOC), circa un quarto dell'intera produzione piacentina. 
www.cantinavaltidone.it


Salumificio La Rocca di Castell’Arquato, PC
Il Salumificio La Rocca nasce nel 1963 nel cuore dell’Appennino Piacentino a Castell’Arquato, un borgo medioevale ricco di storia e tradizioni. Le attività principali sono la trasformazione di carni suine italiane e la produzione e stagionatura di salumi tipici. In 50 anni di vita il Salumificio ha promosso innovazioni ed ampliamenti che gli hanno consentito di essere al passo con i tempi, sia con le tecnologie più moderne, sia con le più recenti normative igienico-sanitarie. Tutto questo però, mantenendo intatte le proprie tradizioni nella lavorazione delle carni e stagionatura dei salumi; quel tocco di artigianalità che fa dei prodotti La Rocca veri e propri capolavori gastronomici. La produzione è caratterizzata da 3 salumi tipici piacentini a denominazione d’origine protetta (D.O.P.) quali: Coppa Regina, Salame Principe e Pancetta Castellana. Inoltre propone tutti gli altri salumi della tradizione piacentina come cacciatori, fiocchi, culatelli, mariole, strolghini, cotechini, salamelle, zamponi, lardo e "capel dal Pret".
www.salumificiolarocca.com

I menù ed il programma completo della rassegna “Chef Stellati a Castello – Ricordanze di Sapori nei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza” sarà disponibile nei dettagli sul sito www.castellidelducato.it .

Il costo di ogni cena, a numero limitato di posti a sedere, è: 100 Euro a persona.

Per informazioni e prenotazioni: Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza – Club di Prodotto
Tel. 0521.823221; 0521.823220 – fax 0521.822561 - www.castellidelducato.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il presente testo è stato autorizzato da Associazione Castelli del Ducato e dagli Sponsor in Rassegna. L’Ufficio Stampa declina ogni responsabilità in caso di variazioni. Ogni altro aggiornamento sull’iniziativa e eventuali sponsor non citati in questa versione cartacea verranno segnalati in ulteriori comunicati in uscita prossimamente sul sito www.castellidelducato.it

 

 

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica