NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Valle Serena il nuovo ristorante del Relais Borgo Santo Pietro di Chiusdino (SI)

apre al pubblico sotto la guida dello chef  Stefano Santo

Il ristorante Valle Serena, anima “gourmet” del prestigioso Relais Borgo Santo Pietro, apre i propri battenti al pubblico. A coprire il ruolo di Head Chef del locale,Stefano Santo.

 

Come spiegano i proprietari, Claus e Jeanette Thottrup, “dopo aver realizzato il sogno del Relais Borgo Santo Pietro, l’idea di aprire un ristorante è stata una naturale estensione della nostra filosofia: condividere a pieno la bellezza di questo luogo, compresi i prodotti del territorio riproposti con un pizzico di fantasia per rendere speciale e indimenticabile l’esperienza gastronomica, oltre a quella del soggiorno.”

Filosofia perfettamente in linea con la cucina di Stefano Santo, che parte dalla tradizione classica italiana e regionale e la reinterpreta in maniera creativa, senza dimenticare le proprie radici multiculturali, le conoscenze, gli ingredienti e i sapori scoperti durante i viaggi in diversi Paesi del mondo.

Stefano Santo ha creato per Valle Serena un menù speciale, con una selezione di piatti concepiti con scrupolo e dedizione, per valorizzare i prodotti che offre la natura circostante ed evocare la storia della loro provenienza. Una cucina legata alla tipicità toscana, ma che richiama sia le origini salentine dello chef nelle fragranze e nei profumi, sia la presenza di note e aromi provenienti da lontano, soprattutto dall’Asia, paese che lo chef ha visitato per un lungo periodo, sperimentando i sapori, i segreti della cucina locale, gli aromi e le loro possibili esaltazioni con i prodotti nostrani.

L’attenzione con cui è selezionata la qualità delle materie prime è altissima. Il Relais possiede un orto a conduzione biologicadiversi frutteti e un giardino di erbe officinali, da cui provengono frutta e verdura stagionali riproposte quotidianamente nei piatti da Stefano Santo e dal suo team. Le carni provengono da allevamenti locali, dove i capi di bestiame pascolano all’aperto e il pesce ogni giorno viene recapitato freschissimo.

Tutto a Valle Serena è “homemade”: dalle differenti qualità di pane, alle marmellate e yogurt proposti per ogni pasto, compresa la prima colazione per gli ospiti del Relais.

La carta dei vini del ristorante è caratterizzata da più di 100 etichette provenienti dalle più importanti regioni vinicole italiane, con una prevalenza dei terroir toscani. In lista anche altri paesi europei come la Francia e la Spagna. Non mancano le grappe, i vini da dessert e i grandi Champagne francesi.

La volontà di Claus e Jeanette di rendere l’esperienza gastronomica al Relais Borgo Santo Pietro indimenticabile, li ha portati a creare delle iniziative molto speciali, comeLa Tavola dello Chef: la cucina diventa un teatro e l’ospite è protagonista. Una tavola “privée” con una grande finestra permette agli ospiti di “spiare” la cucina con gli occhi, ma anche con gli altri sensi, sentendo tutti i sapori e ascoltando i dialoghi tra lo chef e il suo team. Prima di entrare in cucina, Stefano Santo decide il menù che andrà a preparare insieme agli ospiti, i quali potranno osservare tutte le fasi di preparazione dei piatti finché non arrivano in tavola per la degustazione.

Il mercoledì, giorno di chiusura del ristorante, il Relais propone altre due idee: a pranzo il Treehouse Brasserie, un gustoso light lunch immerso nella natura, adiacente al bordo della piscina del Relais e affacciato sullo splendido panorama della valle circostante. Per cena il Farmer's Market, il mercato all'aperto del contadino, durante il quale l’ospite ha la possibilità di scegliere carni, pesce, formaggi, verdura e frutta fresche e stagionali, decidere il tipo di cottura e farseli preparare al momento dal team dello chef Stefano Santo.

L’architettura del paesaggio del Relais Borgo Santo Pietro si presta all’organizzazione di occasioni speciali: chiunque lo desideri può richiedere il tavolo privato per duenella Grotta Romantica. Un luogo unico dove regnano privacy e assoluta intimità, per una cena a lume di candela, indisturbato dagli altri ospiti e con un cameriere personale per un servizio esclusivo. Un panorama mozzafiato con vista sulle colline circostanti, renderà il momento indimenticabile, che si tratti di una proposta di matrimonio, un anniversario o un compleanno.

Ricerca del gusto, creativitàaccostamenti audaci sono gli ingredienti principali della collaborazione tra Stefano Santo e Valle Serena, per stupire il palato con la semplicità, la freschezza, la qualità dei prodotti e un po’ di fantasia.

Ecco perché entrare nel Relais Borgo Santo e a Valle Serena è come trovarsi in casa, lontano da casa: un’immersione totale tra profumi, relax, sapori e raffinatezza.

Alessandra Mangini – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

BIOGRAFIA CHEF

Stefano Santo nasce in Germania il 24 marzo 1976 e all’età di due anni si trasferisce nel Salento a Melendugno (Lecce), paese natale di suo padre. Qui nasce la sua passione per la cucina mediterranea e dopo le medie si iscrive all'istituto Alberghiero di Otranto.

Sempre più affascinato da nuovi orizzonti gastronomici, decide di lasciare l’Italia per lavorare all’estero con chef di fama internazionale. Significative sono le sue esperienze a Dublino al The Halo Restaurant dove si appassiona alla cucina orientale e inizia la sua personale ricerca sugli abbinamenti tra sapori e ingredienti provenienti da terre diverse,  ideando ricette che esaltano la combinazione tra prodotti del Mediterraneo e dell’Oriente, e a Londra al The Square, ristorante due stelle Michelin, dove, sotto la guida di Philip Howard, Stefano approfondisce la chimica applicata alle tecniche di preparazione e perfeziona le sue conoscenze.

Il richiamo a scoprire il mondo per acquisire sempre maggiori competenze, è troppo forte e lo porta a viaggiare per un intero anno nel Sud Est Asiatico e in Oceania. Prima a Hong Kong poi in Thailandia, Cambogia, Vietnam, Singapore e infine in Australia e Nuova Zelanda: in tutti questi paesi sperimenta i sapori, i segreti della cucina locale, gli aromi e le loro possibili esaltazioni con i prodotti nostrani.

Forte di questo bagaglio culturale e gastronomico, dopo una breve sosta negli Stati Uniti e di nuovo a Londra, nel 2004 torna in Italia per uno stage da Gualtiero Marchesi presso L'Albereta Relais & Chateaux e successivamente in Toscana come sous-chef di Gaetano Trovato al Ristorante Arnolfo. Partecipa ad alcuni concorsi culinari internazionali fra cui Nantes in Francia dov'è finalista, e nazionali alla Scuola di Cucina Italiana dell’Alma dove vince il primo premio con una ricetta sull'olio. Con l’Alma collabora poi come docente per la cucina toscana.

Stefano Santo trova in Toscana una cultura in linea con la sua cucina, apprezzando l’attenzione ai prodotti naturali e stagionali e l’uso di ricette popolari sopravissute nel tempo. Dopo aver gestito in autonomia una cucina tutta sua, come Executive Chef nel resort Castello del Nero di Tavernelle Val Di Pesa (FI) e poi al Relais & Chateaux Villa la Vedetta di Firenze, nel 2012 arriva al ristorante Valle Serena di Borgo Santo Pietro, dove propone le sue creazioni toscane, rivisitate con un richiamo ai suoi viaggi e alla lunga esperienza nelle cucine del mondo.

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica