GRANDE SUCCESSO PER I VINI CASTELVECCHIO

AL MERANO WINEFESTIVAL

Gran successo dei vini Castelvecchio al Merano Wine

Festival 2011. Uno degli eventi enogastronomici più attesi

e prestigiosi d’Italia, con risonanza internazionale. 

 

le due titolari della

tenuta Castelvecchio

 

  Dopo aver superato le rigide selezioni della commissione di degustazione del Festival e il giudizio finale del presidente Helmuth Köcher, Il Cabernet Sauvignon del 1999, il Sagrado rosso del 2005 e il Sauvignon del 2010 dell’azienda agricola di Sagrado (Gorizia), sono stati quindi riconosciuti tra i TOP della produzione nazionale. Inoltre, durante i quattro giorni della manifestazione, i vini Castelvecchio hanno ottenuto un grande riconoscimento nelle valutazioni sia degli addetti ai lavori, sia del pubblico.

 

“Siamo entusiaste di questo risultato – commentano Benedetta e Isabella Terraneo della tenuta Castelvecchio –, perché soltanto 290 aziende vitivinicole italiane su 652 sono state selezionate per essere presentate al Merano Wine Festival; aspetto che conferma ancora una volta l’alta qualità dei nostri prodotti.” Proporre solo i vini migliori, cioè il vertice qualitativo nazionale e internazionale è infatti l’intenzione della manifestazione.

 

Il Cabernet Sauvignon Carso DOC del 1999 è il vino più strutturato ed importante della produzione dell’Azienda Agricola Castelvecchio e proviene dall’uva dell’ultima vendemmia, quella di fine ottobre. Caratterizzato da un colore rosso rubino molto carico, ha un profumo intenso ed armonico, ricco di mille sfumature, che si evolve nell’invecchiamento. Al palato il sapore è pieno, elegante e di ampio corpo. Da servire a temperatura ambiente, questo straordinario Cabernet Sauvignon è un complemento d’elezione per le carni, siano esse arrosti o selvaggina, e si abbina perfettamente anche con i formaggi ben invecchiati.

 

Il Sagrado Rosso Venezia Giulia IGT del 2005 è un vino di assoluto pregio dedicato agli intenditori. Una cuvée originata dalle uve più nobili delle terre carsiche, realizzata soltanto nelle annate migliori per offrire ai palati più esigenti la vera eccellenza. Al fine di garantire il massimo in termini di qualità, Castelvecchio procede ad una prima selezione delle uve sulla pianta e, successivamente, ad una selezione in cantina sul prodotto ottenuto. Il risultato è un vino rosso di gran personalità e struttura, caratterizzato da un gusto assolutamente internazionale. Al naso presenta profumi secondari e terziari in evoluzione, ampi ed eterei, con un bouquet composito e armonioso. Al palato mantiene lunghe note speziate e pepate, tipiche di tutti i rossi di Castelvecchio. Un grande vino, dunque, che migliora con l’invecchiamento e si dimostra compagno ideale per le carni rosse, la selvaggina e, in generale, per tutte le proposte della cucina friulana in termini di primi piatti corposi, carni e formaggi.

 

Il Sauvignon Carso DOC del 2010 è tipico della tradizione friulana. Questo straordinario vino bianco trae origine da un vitigno francese, introdotto in Friuli durante la dominazione asburgica e divulgato a partire dai primi del Novecento. Ricco di personalità e di fascino, il Sauvignon dell’Azienda Agricola Castelvecchio è caratterizzato da un aroma particolare ed intenso, che ricorda inconfondibilmente il vitigno di provenienza. Di colore paglierino, al naso si propone con un profumo particolarmente speziato, che evidenzia gli aromi varietali. Il sapore è pieno, maturo, di grande struttura e leggermente infavato. Proprio il gusto deciso rende questo vino adatto ad accompagnare primi piatti importanti e pesce alla griglia, ma anche tutte le specialità della tradizione regionale, come asparagi selvatici, frittate alle erbe o minestre di verdure.

 

Francesca de Fuoco