NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

30° CONCORSO DEI VIGNAIOLI INDIPENDENTI A PARIGI

 

 

Il Concorso dei Vignaioli Indipendenti 2019 ha selezionato in degustazione più di 6000 campioni e sono state attribuite 1679 medaglie. Ogni vignaiolo fa concorrere i suoi vini nell’ ottica di essere premiato ovviamente, ma è anche una similitudine della loro storia vitivinicola. Se la medaglia è un bene per le vendite è anche motivo di fierezza per il vignaiolo. Quest’anno il Concorso dei vignaioli indipendenti tenutosi a Parigi il 15 e 16 marzo allo spazio Charenton ha festeggiato il suo 30° compleanno. E’ l’unico concorso che vuole premiare il gusto dei consumatori, gusto che si è espresso con 2200 giurati formati direttamente a cura dell’ organizzazione e svolto su 160 tavoli da degustazione. In palio medaglie d’ oro, d’ argento e di bronzo. Il palmares 2019: su più di 6000 campioni di degustazione, sono state 1679 le medaglie distribuite. Se le medaglie sono un bene per le vendite sono sicuramente motivo di orgoglio e fierezza per il vignaiolo. 

 

E’ stato un vero piacere essere confermata all’iscrizione come giurata, dopo aver frequentato più corsi di enologia diretti dal commissario generale stesso. In queste giornate ho potuto partecipare a più sessioni di degustazione il venerdì 15 marzo alle 13.30 la prima, la seconda alle 17.30 ed il sabato 16 alle 10.00. Si ci presenta almeno 15/20 minuti prima dell inizio della sessione, evitando di indossare profumi o eau de toilette, evitando di aver fumato, il cellulare spento, rispettando la calma della degustazione ma soprattutto l’anonimato dei campioni. Si attende l’autorizzazione del commissario generale prima di iniziare e si rispettano le consegne del numero di  medaglie consentite per ogni tavolo di degustazione. Qualsiasi difetto sensoriale del vino deve essere segnalato. Per me, che in questa occasione il concorso festeggiava il suo 30° anniversario, essendo l’unica italiana, è stato un momento emozionante.  

Per vedere il medagliere, cliccare su:

 

https://www.vigneron-independant.com/

 

 

9° Salon des Vins des Vignerons Indipendants a Mandelieu

 

Dal 5 al 7 aprile 2019 al Centre Expo Congrès di Mandelieu  la Napoule  si è svolto il 9° Salon des Vins des Vignerons  Indipendants. Un oasi di produttori con una affluenza alle stelle. Parliamo di 100 stand di vini e 8 stand di gastronomia francese dove si trovano dai paté ai formaggi. 

 

Utile e indispensabile sapere che: 

Il bicchiere viene consegnato all’ ingresso ( non c’è bisogno di portarli da casa, è gratuito e , non meno importante, si può tenere come souvenir) 

Per una visita in totale confort e fare acquisti con tranquillità, troverete al salone un noleggio di carrelli ( gratuiti la prima ora ). 

La possibilità di lasciare il vostro nettare in custodia ad alcuni responsabili per il tempo di andare a prendere l’ auto e di caricarli nel bagagliaio. 

Possibilità di spedizioni a domicilio.

Area deposito acquisti. 

Ogni giorno la proposta di iniziazione alla degustazione. 

Orario dalle 10.00 alle 19.00 

Possibilità di riduzione del biglietto d’ingresso per i gruppi di almeno 10 persone. 

Se posso dare un consiglio solo, è di preparare la propria visita con un programma. 

La scelta e l’ offerta del divin bacco francese  è ogni anno più abbondante, è il rischio di perdersi tra le tentazioni è alto. 

 

Bollicine prima, bianchi fermi giovani dopo, rossi giovani o di struttura a seguire. Un itinerario nel gusto.

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica