NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

NEWS  DALLA CINA

 

È cominciato il Liang Hui. Tra il 4 e il 5 marzo si è aperto il periodo più importante per la politica cinese, in cui le due principali istituzioni tracciano il filo rosso delle politiche dell’anno successivo: ecco i temi caldi

 

Si è aperto ieri in Cina il Liang Hui (“Due Sessioni”), ovvero la seduta annuale dei due maggiori organi politici cinesi, l’Assemblea Nazionale del Popolo (con effettivo potere legislativo) e la Conferenza Politica Consultiva (in cui rappresentanti della società civile elaborano proposte da consegnare all’altro organo). Le sessioni dureranno per una settimana invece delle canoniche due. Numerosi sono i temi caldi previsti per la discussione: in primis il nuovo piano quinquennale che traghetterà l’economia cinese fino al 2025; ma anche i consumi interni, l’innovazione tecnologica, lo sviluppo green, il declino delle nascite e la crescita del debito pubblico. (Xinhua, ChinaDaily, SCMP)

 

Accordo tra Haier e Vivino. L’accordo tra la grande produttrice di elettrodomestici e il marketplace di vino permetterà di creare una cantina virtuale e intelligente

 

Haier, multinazionale cinese tra i leader degli elettrodomestici, nonché acquirente dell’italiana Candy nel 2018, sigla una partnership con Vivino – il più grande marketplace di vini al mondo con oltre 40 milioni di utenti attivi e un database di oltre 11 milioni di vini differenti – per offrire attraverso l’app hOn la prima cantinetta virtuale pensata per i wine lovers. L’app rientra nel progetto di Internet of Things di Haier, e offrirà anche la possibilità di proporre abbinamenti con i vini in cantina elaborati tramite intelligenza artificiale. (Comunicato stampa)

 

Scandalo per il Moutai. Il più prestigioso produttore di baijiu della Cina vede un proprio manager condannato a 7 anni per corruzione.

 

La più importante e famosa bevanda alcolica cinese è al centro di uno scandalo: condannato a 7 anni di reclusione Li Maogang, un manager di Kweichow Moutai Co., azienda produttrice della celebre grappa di riso servita in tutte le più importanti occasioni. L’accusa è di aver intascato oltre 10 milioni di yuan di tangenti per allocare in modo privilegiato diritti di franchising o quantità più grandi del dovuto del liquore ai distributori locali. (Caixin)

 

Debiti: chiude la Jiangsu FC.  Il colosso dell’elettronica Suning sospende le attività della sua squadra di calcio: i pesanti debiti hanno costretto la società a una ristrutturazione

 

A soli 3 mesi dal suo primo scudetto, la squadra di calcio Jiangsu FC sospende le attività per inadempimento ai doveri finanziari. La proprietaria della squadra è lo storico colosso dell’elettronica Suning, famoso anche in Italia per essere proprietario dell’Inter. Le voci vogliono che Suning sia sommersa dai debiti e in difficoltà nella competizione con i nuovi player del mercato cinese, e si sia vista quindi costretta a ristrutturare il proprio business, concentrandosi sul retail e ridimensionando i progetti secondari come il calcio. Ciò avviene in un contesto di graduale ritiro della Cina dagli investimenti nei club sportivi europei. In un’intervista alla BBC, però, Suning ha dichiarato che non vi saranno conseguenze per l’Inter. (SupChina, China Files)

 

Aree urbane e rurali: crolla lo hukou? La prima provincia in Cina abbassa le barriere agli spostamenti tra campagna e città, nel tentativo di ripopolare le aree rurali

 

Il Jiangxi diventa la prima provincia cinese ad aver approvato una misura che consentirà alle famiglie che si trasferiscono in città di poter cambiare il proprio hukou (il permesso di residenza che ha permesso alla Cina di tenere sotto controllo le migrazioni interne), senza dover aspettare di soddisfare i requisiti necessari o essere sottoposti a restrizioni. L’iniziativa ha l’obiettivo di ridurre il divario tra aree urbane e rurali in termini di benessere e servizi. Al timore che questa riforma possa causare una vera e propria invasione delle città, gli esperti spiegano che è piuttosto mirata a ripopolare le aree rurali convertendole in nuovi centri urbani. (Sixth Tone)

 

Due nuovi vaccini cinesi in approvazione: siamo a quota quattro. Vaccini di Sinopharm e CanSinoBio in fase di approvazione, mentre proseguono le somministrazioni di quelli già approvati. Che, secondo alcuni, procedono a rilento

 

La Cina presto potrebbe presto avere quattro vaccini approvati e pronti per la somministrazione pubblica. Infatti, due nuovi vaccini sono in fase di approvazione, il secondo dell’azienda Sinopharm, e un vaccino creato dalla casa farmaceutica CanSinoBio, che funzionerà anche con una sola somministrazione, senza la seconda dose. I media statali dichiarano che oltre 52 milioni di dosi sono già state somministrate, tuttavia Bloomberg sostiene che la Cina si trovi indietro sulla vaccinazione interna. Gli sforzi sono stati infatti concentrati nell’esportare i propri vaccini ai paesi amici; i cinesi, oltre ciò, sono meno incentivati a vaccinarsi perché in Cina non ci sono contagi e si sentono, pertanto, al sicuro. (Xinhua, SupChina)

2021 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica