NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Ristoranti

A SIENA UNA SERATA GOURMET DEDICATA A RISO ACQUERELLO

 

 

 Il Ristorante Particolare di Siena ha ospitato la cena ‘stellata’ con gli chef Daniel Calosci, Katia Maccari, Augusto Valzelli, Emanuele Donalisio e Giancarlo Maistrello Le proposte creative rendono omaggio al Riso Acquerello invecchiato 7 anni in abbinamento ai vini di Barone Ricasoli  

Una cena stellata per 'gustare' tutte le sfumature del riso. È questo il nuovo appuntamento del ciclo ‘I Sogni del Particolare. Cinque sfumature di Acquerello’, che è andato in scena al Ristorante Particolare di Siena. La serata gourmet ha reso omaggio a una delle eccellenze del Made in Italy, il Riso Acquerello, attraverso le creazioni inedite proposte dallo chef del ristorante Particolare di Siena Daniel Calosci, dalla chef stellata Katia Maccari, da Augusto Valzelli, già Stella Michelin e da Emanuele Donalisio, gota dei giovani ristoratori d’Europa.

Ad accompagnare i piatti anche le proposte creative di grissini e cialde curate da Giancarlo Maistrello, Premio PanettoneDay 2017 e i vini dell’azienda vitivinicola Barone Ricasoli. Ospiti speciali della serata sono stati Piero Rondolino, patron di Riso Acquerello; Francesco Ricasoli, 32esimo Barone di Brolio e Nieva Zanco, giornalista enogastronomica che insieme a Raffaella Giglioni, Marco Gagliardi, Gianluigi Giglioni e Sonia Stante, padroni di casa del Particolare di Siena, hanno ideato la serata gustosa. 

Le proposte creative della serata. Il menù inedito è stato pensato per restituire a tavola il gusto unico della Riserva Acquerello invecchiata 7 anni. Dalla cialda di riso al nero di seppia di Emanuele Donalisio, chef ventimigliese che è uno delle sole 4 “new entry” italiane accolte nell’esclusiva associazione Jeunes Restaurateur d’Europe; al risotto proposto da Augusto Valzelli, classe 1991, diventato nel novembre del 2015 a soli 23 anni il più giovane chef stellato d’Europa, passando per il coniglio karkadè e radici dello chef del Ristorante Particolare di Siena, Daniel Calosci. Per chiudere in dolcezza la serata Katia Maccari, chef stellato e volto noto della ‘Prova del cuoco’ di Rai Uno, ha portato in scena la sua torta di riso con gelato al frutto della passione e cioccolato al latte con crema al rhum.

 

Un menù gourmet che ha sposato i sapori del territorio anche attraverso gli abbinamenti appositamente selezionati tra i calici della storica e prestigiosa cantina Barone Ricasoli. A sorprendere i commensali anche la ‘Colomba dell’Arrivederci’: dolce al gusto di caffè ideato dalla chef stellata Katia Maccari, realizzato dal maestro pasticcere Giancarlo Maistrello, protagonista anche del volume ‘Il viaggio delle colombe’ di Nieva Zanco. Il libro racconta dieci storie brevi legate alle origini storiche e leggendarie del dolce pasquale e raccoglie le ricette speciali, realizzate da tre chef stellati.

 ‘I Sogni del Particolare. Cinque sfumature di Acquerello’, è stata organizzata dal Ristorante Particolare di Siena in collaborazione con Nieva Zanco, autrice de 'La Consiglieria. Guida gastronomica non convenzionale', Riso Acquerello e cantina Barone Ricasoli. Per informazioni è possibile consultare il sito www.particolaredisiena.com, telefonare al numero 0577/1793209, scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e seguire la Pagina Facebook Particolare di Siena.

  

Marilena Zinna

FESTA DELLA DONNA AL TOE DRUE

 

 

Amici delle Toe,

Giovedì 8 Marzo è un giorno importante, non tanto per festeggiare qualcosa, ma per ringraziare e riflettere sull’importanza della Donna, che a tanti uomini e alla società può sfuggire.

Quindi….saremo onorati di applicare una riduzione del 10% sul totale di un tavolo con la presenza di una Donna, omaggiandola inoltre di un sentito pensiero floreale.

W le Donne…Sempre !!!

Per tutte le violenze consumate su di Lei,

per tutte le umiliazioni che ha subito,

per il suo corpo che avete sfruttato,

per la sua intelligenza che avete calpestato,

per l’ignoranza in cui l’avete lasciata,

per la libertà che le avete negato,

per la bocca che le avete tappato,

per le ali che le avete tagliato,

per tutto questo:

in piedi, Signori, davanti ad una Donna.

(William Shakespeare)

 

inoltre:

Chi non ama vino, donna e canzone, per tutta la vita rimane un buffone.

 (Martin Lutero )

 

Ristorante Toe Drue Antica Osteria

Via Carlo Corsi 44r

16154 Genova

Info: 010/6500100

Chiuso la Domenica

www.toedrue.it

FUORI DI TASTE 2018: LO CHEF ANDREA CAMPANI DE IL BORRO TUSCAN BISTRO DI FIRENZE CELEBRA L’AUTENTICA CUCINA ITALIANA CON OSPITI SPECIALI

 

 

 

Andrea Campani, Executive Chef dei ristoranti de Il Borro, accoglie nella sua cucina la Signora Maria del Pastificio Gentile di Gragnano e lo chef Enrico Pierri de il Sanlorenzo di Roma

Domenica 11 marzo 2018, Tuscan Bistro, Lungarno Acciaiuoli Firenze

In occasione della 13° edizione di Taste, il salone dedicato alle eccellenze del gusto e del food lifestyle organizzato da Pitti Immagine a Firenze, lo chef Andrea Campani, Executive Chef dei ristoranti de Il Borro, aderisce a Fuori di Taste, con un evento esclusivo e su invito che celebra il meglio della cucina italiana.

Nel bellissimo Tuscan Bistro di Firenze, domenica 11 marzo a partire dalle ore 19, sarà organizzata una cena a più mani: quelle dello chef Andrea Campani, della signora Maria del Pastificio Gentile di Gragnano e dello chef Enrico Pierri de il Sanlorenzo di Roma.

Aia in Tempura (Andrea Campani Executive Chef Il Borro Tuscan Bistro) Vesuvio con Patate e Totani (Maria - Pastificio Gentile di Gragnano) Tartare di Gamberi (Chef Enrico Pierri - Ristorante Il Sanlorenzo)

L’incontro armonioso dei sapori della tradizione toscana, raccontati e rivisitati da Andrea, della tradizione campana, rappresentata dai prodotti artigianali del Pastificio Gentile, e dell’iconica cucina di pesce de Il Sanlorenzo di Roma, per un menù che celebri l’italianità in cucina con i seguenti piatti:

Una cena informale e dinamica, in abbinamento ai vini de Il Borro, azienda vitivinicola nel bacino del Val d’Arno Superiore di proprietà di Ferruccio Ferragamo, fortemente vocata al rispetto dell’ambiente e dell’ecosistema e biologica dal 2015, e della quale fanno parte i ristoranti Tuscan Bistro e Osteria de Il Borro.

 

NOTE STAMPA

LO CHEF ANDREA CAMPANI
Andrea Campani nasce nel 1977 a Montevarchi (nel cuore del Valdarno, in Toscana).

Dopo una breve parentesi come imprenditore con l’apertura di un’Osteria a Loro Ciuffenna, nel 2013 avviene l’incontro con Il Borro, azienda agricola e vitivinicola biologica, di proprietà di Ferruccio Ferragamo, e antico borgo medievale sito nel bacino del Valdarno di Sopra. Andrea ne sposa immediatamente il progetto e la vocazione eco-sostenibile, ritenendo Il Borro il luogo ideale per esprimere la sua identità, sperimentare ed elaborare una cucina semplice, libera dalla pesantezza del passato, ma al tempo stesso creativa e orgogliosamente toscana, nella quale la tecnica è sempre gestita con grande equilibrio.

 

Oggi Andrea è Executive Chef dei ristoranti de Il Borro, tenuta di proprietà: Osteria de Il Borro e Tuscan Bistro.

PASTIFICIO GENTILE

Il Pastificio Gentile è uno degli storici opifici artigianali della città di Gragnano, famosa in tutto il mondo per la sua pasta. Ancora oggi si avvale dei metodi artigianali di produzione, riservando grande attenzione a ogni singolo dettaglio, dalla selezione delle materie prime al controllo delle fasi legate alla produzione. L’azienda offre prodotti di altissima qualità rispettando pienamente i dettami che nel passato hanno reso la pasta di Gragnano tanto celebre: l’utilizzo di semole pregiate di provenienza rigorosamente italiana, la trafilatura al bronzo e la lenta essiccazione a bassa temperatura secondo l’antico “Metodo Cirillo”. Tra i tanti formati disponibili è possibile ritrovare i classici della tradizione come i paccheri, gli scialatielli o i fusilli lavorati a mano e nuovi prodotti molto richiesti e apprezzati come la Pasta Integrale Biologica o il celebre “SpaghettOne”.

La famiglia Zampino ha racchiuso in questi anni nei marchi Pastificio Gentile & San Nicola dei Miri (sotto la ragione sociale GUSTO srl) l’essenza del lavoro quotidiano, con un’attenzione particolare alla terra in cui tutto ciò nasce e si trasforma: la Campania. È proprio l’amore per questa terra che a Ottobre 2016 ha contribuito nascesse “Il 1650”, un edificio risalente al XVII secolo, da cui il nome, sito nella Valle dei Mulini a Gragnano, in provincia di Napoli; un prezioso edificio ristrutturato accuratamente e pronto ad accogliere la sede produttiva, gli uffici e una Bottega, dove immergersi nella più autentica tradizione campana.

 

LO CHEF ENRICO PIERRI

Lo chef Enrico Pierri è il patron, insieme a Elena Lenzini, de Il Sanlorenzo, importante realtà della ristorazione romana, sito in Via dei Chiavari 4, in una solenne struttura che si narra sia sorta sulle fondamenta dell’antico Teatro di Pompeo, vicinissimo a Campo dei Fiori. Le origini campane dello chef si rintracciano con facilità nei suoi piatti, che esaltano il pesce e la tradizione partenopea. La materia prima arriva ogni giorno da fornitori di fiducia che consegnano solo il meglio dell’offerta ittica e permettono così la preparazione di piatti semplici e allo stesso tempo unici nella loro essenza. Immancabili gli spaghetti ai ricci, diventati uno dei simboli della cucina dello Chef Pierri, memorabile il caviale selezionato in esclusiva per lui e nota di merito la ricercata selezione delle oltre mille etichette presenti in cantina, che spaziano dalle celebri bollicine ai vini biodinamici e naturali. Il Ristorante Sanlorenzo è indiscutibilmente meta ambita dagli amanti della buona cucina e dai cultori della materia prima d’eccellenza.

 

 

 

 

Ufficio stampa Italia Il Borro Ristorante

Fcomm via Pinamonte da Vimercate, 6 – 20121 Milano T. 02 36586889
Francesca Pelagotti mobile +39 366 7062302, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Sonia Gambino mobile +39 342 0686448, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Alessandro Gammaldi, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. +39 340 9629083

 

Ufficio Stampa Il Borro

Francesca Piani - +39 366 7704851- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ufficio Stampa Pastificio Gentile

Francesca D'Agnano - +39 346 3166448 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Qui, sin da bambino, apprende l’importanza della qualità e stagionalità del cibo e il suo valore di convivialità e condivisione oltre che fonte di benessere e piacere. Diplomato alla scuola alberghiera di Firenze, inizia il suo percorso professionale in uno storico ristorante del Chianti: una cucina di forte impronta regionale, che esalta ingredienti locali, stagionali e di massima qualità.
Da lì in avanti, Andrea svilupperà passione, curiosità, determinazione e un approccio profondamente legato alla tradizione culinaria toscana; lo chef di Montevarchi reinventa ogni giorno la gastronomia locale, declinandola in piatti semplici e al tempo stesso innovativi, contemporanei e dalla forte personalità.

 

La Sardegna a The Stage per la seconda tappa del Viaggio tra le Stelle

Luigi Pomata

 

Il tonno rosso di Carloforte e prodotti sardi d’eccellenza saranno i protagonisti del percorso gastronomico proposto dagli chef Luigi Pomata e Fabrizio Albini nella cena a quattro mani in programma venerdì 2 marzo.

Le stelle della cucina italiana continuano a brillare al ristorante The Stage: la seconda tappa del Viaggio tra le Stelle si terrà venerdì 2 marzo in una cena a quattro mani che avrà come protagonista la Sardegna, raccontata attraverso la cucina di uno dei suoi interpreti più significativi, lo chef Luigi Pomata, dell'omonimo ristorante nel centro di Cagliari.

Ma vera stella della serata sarà una delle materie prime più rappresentative e ricercate del Mediterraneo: il tonno rosso di Carloforte, sede della celebre tonnara e patria dello chef Luigi Pomata.

La sua cucina è contraddistinta da un'estrema cura della materia prima che si inserisce alla perfezione nella filosofia di ricerca del ristorante The Stage: per la seconda tappa del Viaggio Tra le Stelle i piatti dello chef Pomata dialogheranno infatti con quelli di Fabrizio Albini, executive chef di The Stage. Albini porterà in scena un altro prodotto simbolo della Sardegna con il suo Maccherone, arselle, peperoncino e bottarga e delizierà gli ospiti della cena con un dessert che ricorda i profumi degli agrumi del Mediterraneo: Pera, cioccolato bianco, vaniglia, pompelmo e zenzero.

In abbinamento ai piatti dei due chef i vini della Cantina Sella&Mosca, una delle più importanti realtà vitivinicole italiane, fondata nel 1899 dall'ingegnere Sella e dall'avvocato Mosca e oggi di proprietà di Terre Moretti. Con i suoi 541 ettari vitati è una delle tenute più vaste d'Europa e rappresenta nel mondo il proprio territorio attraverso la valorizzazione di vitigni autoctoni come Vermentino, Carignano e Cannonau.

 

Menù

Tartare di tonno rosso su spuma di mozzarella, capperi disidratati e uova di pesce – Luigi Pomata

 Maccherone arselle, peperoncino e bottarga – Fabrizio Albini

 Ventresca di tonno rosso in crosta di pane al prosciutto, bietole selvatiche in due consistenze: in crema aromatizzate all'wasabi e saltate in tegame – Luigi Pomata

Pera, cioccolato bianco, vaniglia, pompelmo e zenzero – Fabrizio Albini

Vini in abbinamento: Sella & Mosca

€ 70 a persona vini inclusi

Info e prenotazioni: 02 63793539 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.,

 

Un Marzo in Laguna

 

La Primavera sta arrivando

A Marzo, Venissa celebra la primavera con una serie di eventi imperdibili
 
Marzo è il mese in cui la laguna si risveglia, le erbe spontanee usate nella cucina del Ristorante cominciano a crescere, le viti fioriscono e gli anziani di Burano cominciano a piantare gli orti. Abbiamo pensato per ogni weekend ad un evento speciale per celebrare la primavera.
 

La Cena delle Ostriche - 3 Marzo
 
Venissa è l’ambasciata italiana della Confraternita delle Ostriche di Bretagna; sono stati i veneti infatti a portare in Francia l’allevamento dell’Ostrica e tutt'ora nel vigneto di Venissa si possono trovare frammenti di guscio d’ostrica. Per questa serata speciale il nostro Chef Francesco Brutto ha pensato ad un menu tutto a base di Ostriche. La serata sarà anche un occasione per scoprire il mondo delle ostriche guidati da Gildo Carabelli, presidente della Confraternita italiana. Gli ospiti, con un supplemento, potranno anche richiedere di entrare a far parte della confraternita partecipando alla suggestiva cerimonia che si terrà durante la serata. In abbinamento alla cucina saranno serviti i vini metodo classico delle aziende Bisol e Maeli. Come per tutti gli eventi, per facilitare l'arrivo degli ospiti, è previsto il trasporto in barca da Cà Noghera (zona aeroporto) e da Venezia.
 
Cena €80 a persona - vini inclusi
PRENOTA ORA

 
Il verde della laguna
10 Marzo

I pensionati che coltivano gli orti di Venissa si incontrano per festeggiare la semina. Un'occasione unica per vivere l'atmosfera allegra di Burano con un bicchiere di vino e i piatti dell'Osteria Contemporanea di Venissa.

Pranzo €60 a persona - vini inclusi
 
Pre-Apertura 2018
18 Marzo

A una settimana dall’apertura del ristorante Matteo Bisol e lo Chef Francesco Brutto si ritrovano per assaggiare in anteprima i piatti. Quest’anno questo rituale è aperto agli ospiti che vogliono vivere l’atmosfera del dietro alle quinte di una grande cucina.


Pranzo €150 a persona - vini inclusi
 
Festa di Primavera
23 Marzo
Venissa festeggia l’arrivo della primavera e l’apertura del Ristorante stellato. In questo clima di festa i pescatori di Burano prepareranno la loro famosa frittura e i pasticceri di Carmelina Palmisano vi mostreranno come preparare i bussolai. Durante la serata sarà possibile assaggiare alcuni piatti del ristorante Venissa e degustare i nuovi prodotti Venusa, come la birra locale fermentata con l’erba Santonico e il vino rosso prodotto dalle vigne coltivate in laguna.


Cena €80 a persona - vini inclusi

 

Per tutti gli eventi, fino ad esaurimento posti, è disponibile il servizio e trasporto in barca da Venezia a Cà Noghera (zona Aeroporto con parcheggio). 
Scopri i pacchetti weekend che abbiamo pensato per voi contattando la reception

Info e prenotazioni
tel  0415272281
email  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
prenotazione online  venissaosteria.dinesuperb.com

A Siena una serata gourmet dedicata al Riso

 

 

 

Venerdì 2 marzo il Ristorante Particolare di Siena ospita la cena ‘stellata’ con gli chef Daniel Calosci, Katia Maccari, Augusto Valzelli, Emanuele Donalisio e Giancarlo Maistrello.  Le proposte creative rendono omaggio al Riso Acquerello invecchiato 7 anni in abbinamento ai vini di Barone Ricasoli

 

SIENA. Una cena stellata per 'gustare' tutte le sfumature del riso. È il nuovo appuntamento del ciclo ‘Sogni del Particolare. Cinque sfumature di Acquerello’, in programma venerdì 2 marzo al Ristorante Particolare di SienaLa serata gourmet renderà omaggio a una delle eccellenze del Made in Italy, il Riso Acquerello, attraverso le creazioni inedite proposte dallo chef del ristorante Particolare di Siena Daniel Calosci, dagli chef stellati Katia Maccari e Augusto Valzelli e da Emanuele Donalisio, gota dei giovani ristoratori d’Europa. Ad accompagnare i piatti anche le proposte creative di grissini e cialde curate da Giancarlo Maistrello, Premio PanettoneDay 2017 e i vini dell’azienda vitivinicola Barone Ricasoli. Ospite speciale della serata sarà Piero Rondolino, patron di Riso Acquerello, eccellenza italiana che si caratterizza per i chicchi nati nelle risaie della Tenuta Colombara a Livorno Ferraris, nel cuore della provincia di Vercelli, in Piemonte.

 

 

 

 

I piatti della serata. Il menù inedito è stato pensato per restituire a tavola il gusto unico della Riserva Acquerello invecchiata 7 anni. Dalla cialda di riso al nero di seppia di Emanuele Donalisio, chef ventimigliese che è uno delle sole 4 “new entry” italiane accolte nell’esclusiva associazione Jeunes Restaurateur d’Europe; al risotto proposto da Augusto Valzelli, classe 1991, diventato nel novembre del 2015 a soli 23 anni il più giovane chef stellato d’Europa, passando per il coniglio karkadè e radici dello chef del Ristorante Particolare di Siena, Daniel Calosci. Per chiudere in dolcezza la serata Katia Maccari, chef stellato e volto noto della ‘Prova del cuoco’ di Rai Uno, porterà in scena la sua torta di riso con gelato al frutto della passione e cioccolato al latte con crema al rhum. Un menù gourmet che sposa i sapori del territorio anche attraverso gli abbinamenti appositamente selezionati tra i calici della storica e prestigiosa cantina Barone Ricasoli, che metterà a disposizione dei commensali le migliori etichette dell’azienda vinicola più antica d’Italia.

 

Per info e prenotazioni. La serata ‘Sogni del Particolare. Cinque sfumature di Acquerello’, è organizzata dal Ristorante Particolare di Siena in collaborazione con Nieva Zanco, autrice de 'La Consiglieria. Guida gastronomica non convenzionale', Riso Acquerello e cantina Barone Ricasoli. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.particolaredisiena.com, telefonare al numero 0577/1793209, scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e seguire la Pagina Facebook Particolare di Siena.

Marilena Zinna

FILZ
SPIEDINI&COCKTAILS

 

Aprirà il prossimo 21 febbraio il locale “a tutto spiedino” di Milano. L’intera offerta gastronomica è “spiedinata” e infilzata, con proposte di carne, pesce e vegetariane. Una proposta food per tutti i gusti, a metà strada fra il fast quality food e la bottega all'italiana, irriverente, divertente, che non si prende mai troppo sul serio.

L’idea nasce da tre soci, una famiglia di viaggiatori, con un forte bagaglio di esperienze lavorative oltreoceano, anche nel settore della ristorazione. Dopo anni trascorsi tra Asia e Africa, decidono di tornare alle origini: inevitabilmente cambiati dall incontro con culture culinarie diverse dalle nostre, pensano di dar forma a qualcosa di nuovo che possa esprimere nell’offerta gastronomica

la forza delle proprie radici, arricchita di toni e colori assorbiti altrove. Nasce così una formula di cibo “di strada” tipico dei paesi asiatici, comfort come la cucina di casa, e di qualità nella ricerca della materia prima: Made in Italy con sfumature internazionali.

Le proposte:

Un’offerta si compone di circa 30 proposte soggette a stagionalità degli ingredienti, da ordinare singolarmente alla carta o in combinazione. Tra gli spiedini più particolari troviamo la rana pescatrice abbinata al fungo cardoncello, il cuore e il friggitello che incontra la salsa di miso, lo gnocco di riso orientale con pera, zola e barbabietola, per finire in simpatia col “tiramiskewer” (il tiramisù allo spiedo). Il mood? Tanti spiedi per tanti palati e stili di vita.

12 cocktails in carta proposti e rivisitati da Franco Tucci Ponti, con dei signature studiati solo per Filz .

 

Il locale:

Un locale ispirato ai soda shop degli anni ’50: stile pop italiano, mood accogliente, chic e divertente. Elegante senza essere classico, vintage senza essere retrò, il bancone amaranto è realizzato con piastrelle artigianali fatte a mano e profilato in ottone con 23 sgabelli imbottiti. Ottone e amaranto sono i colori di Filz: tra i marmi del locale emerge una divertente parete cipria a pois amaranto firmata Le Corbusier. Divertenti oggetti da scoprire si specchiano nell’ottone del locale, solo un esempio: un distributore vintage di palline recuperato da un club per soli uomini.

Orari:

Lun 12:00-15:00 e 18:00-22:00

Mar-Gio 12:00-15:00 e 18:00-23:00

Ven 12:00-15:00 e 18:00-00:00

Sab 18:00-00:00

Dom Chiuso

Contatti:

FILZ- Largo della Crocetta 1

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.filzmilano.com

Camilla Rocca

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

392. 0531233

SAN VALENTINO AL RISTORANTE PIU'ALTO D'ITALIA


Ci si trova, dopo una velocissima ascesa nell’ascensore a vetri, al XX piano della WJC Tower, nuova costruzione del quartiere Portello, a poca distanza dal futuristico City Life. E’ il ristorante più alto d’Italia e appena si entra lo sguardo spazia sull’intero skyline di Milano, per un panorama a 360 gradi sulla città meneghina, con il sole allo zenit per il pranzo e un romantico tramonto per la cena.

Per la cena più romantica dell’anno lo chef Fabrizio Ferrari propone un menu a 95 euro a 5 portate con si concludono con il sensuale dessert del pastry chef Beppe Allegretta, “Fix You”:

Il menu:

Aperitivo con bollicine di benvenuto prosecco Biancavigna

Olivette di vitello alle spezie con finto mojito al frutto della passione

Tataki di spada con crema di friarielli e peperoncino di Soverano

Risotto mantecato al pomodoro confettato e rosmarino con spuma di burrata

Morbido di vitella rosolato alle erbe e gambero rosso servito crudo con la sua bisque, crema di patate viola

Predessert

“Fix You”- fragolina di bosco, litchies, rosa canina e lampone

Caffè accompagnato da piccola pasticceria

Lo chef Fabrizio Ferrari:

Da aprile 2016 Fabrizio Ferrari è l’executive chef del ristorante Unico e propone una cucina legata al territorio e “al cibo perduto, ai sapori radicati nella nostra memoria più profonda e trasformati in piatti dal carattere deciso e contemporaneo” racconta lo chef. Stella Michelin dal 2010 al 2013 al ristorante Roof Garden di Bergamo, poi diverse esperienze in Francia, che lo formano ulteriormente e l’esperienza alla guida della Terrazza Triennale Osteria con Vista come executive chef. 

“Amo andare alla ricerca dei prodotti ancora poco utilizzati della mia terra, il pavese, scegliendo materie prime da piccoli produttori locali di alta qualità. Ingredienti considerati poveri ma che offrono grandi emozioni, dalla forte personalità”.  E dove coglie spunto per la sua cucina? “Ogni viaggio, ogni memoria ha creato un bagaglio di esperienze, profumi, colori e sapori che voglio proporre nella mia cucina, un fil rouge che dalle radici della più povera tradizione lombarda approdano ai sapori lontani d’oriente”.  Fabrizio Ferrari propone piatti di sostanza, con slanci di leggerezza in grado di rendere accattivanti gli accostamenti - anche inusuali - di aromi, sapori e consistenze. Piatti strutturalmente complessi, ma semplici da comprendere, che all’assaggio risvegliano ricordi ed emozioni sopiti.

Lo chef è stato consulente per lo sviluppo dei macchinari per il sottovuoto e Chef Advaisor per Valko; è testimonial del progetto “Taglio Sartoriale” del Consorzio Grana Padano e “A scuola di cucina con il Grana Padano”; è brand ambassador del riso Riserva San Massimo e dell’olio Tenuta Zuppini, materie prime di altissima qualità.

Orari:

Pranzo

da Lunedì a Venerdì

dalle 12.30 alle 14.30

Brunch 

Domenica

dalle 12.00 alle 14.00 1°turno

dalle 14.00 alle 16.00 2° turno

Cena Gourmet

da Lunedì a Domenica

dalle 19.30 alle 23.00 

Contatti:

Viale Achille Papa 30,

20149, Milano (MI)

Tel.+39 02 39214847

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Camilla Rocca

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

392. 0531233

2022 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica