NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Eventi Vino

SOLO ITALIANO GRANDI VINI RUSSIA 2021

Il meglio dell’enologia italiana in tour: 28 giugno Mosca – 30 giugno San Pietroburgo

 

Lunedì 28 giugno – Verona. Incontrare i più importanti professionisti russi del settore in un evento esclusivo, riservato ai migliori produttori d’Italia è da sempre l’obiettivo di Solo Italiano, l’evento ideato da IEM - International Exhibition Management per valorizzare l’enologia italiana in Russia, che in questa decima edizione farà tappa, come da tradizione, a Mosca e San Pietroburgo.

“Quello di Solo Italiano è un successo mai venuto meno, anche in anni segnati dalla crisi del mercato” ha detto Marina Nedic, titolare di I.E.M. “Per i produttori italiani è un’opportunità fondamentale di promozione, che permette l’incontro diretto con i professionisti locali (importatori, distributori, sommelier, canale ho.re.ca.) e la stampa”.

La manifestazione prenderà il via il 28 giugno presso il prestigioso Lotte Hotel di Mosca, per concludersi a San Pietroburgo, il 30 giugno, nelle magnifiche sale del Grand Hotel Europe.

l mercato del vino in Russia vive una traiettoria di crescita a lungo termine. Dal 2015 al 2019 i volumi di vino consumato, sia russo che importato, sono passati da poco più di 60.000 casse a quasi 100.000.

L’Italia ha un ruolo da protagonista (ha chiuso il 2020 con 126 milioni di euro). Mentre l’incidenza dei consumi è diminuita per la maggior parte dei Paesi produttori di vino stranieri, l’Italia sta assistendo all’effetto opposto, con la percentuale di consumatori in aumento nel lungo, medio e breve termine. Il successo del Bel Paese è confermato da un rafforzamento progressivo dell’immagine del “Brand Italia”: i vini italiani sono apprezzati dal pubblico russo, l’offerta è variegata e di alto livello, i marchi sono conosciuti e il vino è percepito come un piacere e nostro “stile italiano”.

 

IL PROGRAMMA

MONDAY JUNE 28TH, MOSCOW

Lotte Hotel

2 Bld., 8 Novinskiy Blvd

121099 Moscow

Seminar Room: Crystal room 1 & 3

Walk Around Tasting: Crystal room 2 

12:00pm   Welcome speech  

 

12:00pm - 1:00pm    “Prosecco DOC Dreamland: Rediscover the authentic Prosecco DOC and meet the long-awaited Prosecco DOC Rosé”

                                Guided Wine Tasting with wines of the Consorzio di Tutela del Prosecco DOC

Crystal 1

Speaker: Veronika Denisova

1:00pm - 2:00pm      DOC delle Venezie: a wonderful journey into the world of Pinot Grigio”

Crystal 3

Guided Wine Tasting with wines of the Consorzio Tutela Vini D.O.C. delle Venezie

                                Speaker: Denis Roudenko

2:00pm - 3:00pm      “The modernity of Sangiovese through a prism of seven Chianti D.O.C.G.”

Crystal 1

Guided Wine Tasting with wines of Chianti

                               Speaker: Veronika Denisova & Denis Roudenko

3:00pm - 4:00pm      “A taste of some iconic wines of the Grandi Marchi”

Crystal 3

Guided Wine Tasting with wines of the Istituto Grandi Marchi

                               Speaker: Vlada Lesnichenko

4:00pm - 5:00pm      Verdicchio: the most awarded wine by the Italian guides

Crystal 1

Guided Wine Tasting with wines of the Istituto Marchigiano Tutela Vini

                               Speaker: Denis Roudenko

5:00pm - 6:00 pm      “Volcanic Etna Wines”

       Crystal 1

Guided Wine Tasting with wines of Simple

Speaker: Veronika Denisova

2:00pm - 6:00pm      Walk-around tasting open to trade representatives: importers, distributors, those in the Ho.re.ca trade, press and opinion leaders.

 

WEDNESDAY JUNE 30TH, ST. PETERSBURG

Grand Hotel Europe
Mikhaylovskaya Ulitsa, 1/7,

St Petersburg, 191186

 

Seminar Rooms: Terrace B & Pushkin room

Walk Around Tasting: Krysha Ballroom

 

12:00pm - 1:00pm    “Prosecco DOC Dreamland: Rediscover the authentic Prosecco DOC and meet the long-awaited Prosecco DOC Rosé”

                                Guided Wine Tasting with wines of the Consorzio di Tutela del Prosecco DOC

                                Pushkin room

Speaker: Veronika Denisova

1:00pm - 2:00pm      DOC delle Venezie: a wonderful journey into the world of Pinot Grigio”

Terrace B

Guided Wine Tasting with wines of the Consorzio Tutela Vini D.O.C. delle Venezie

                               Speaker: Denis Roudenko

2:00pm - 3:00pm      “The modernity of Sangiovese through a prism of seven Chianti D.O.C.G.”

Pushkin room Guided Wine Tasting with wines of Chianti

                               Speaker: Veronika Denisova & Denis Roudenko

 3:00pm - 4:00pm      “A taste of some iconic wines of the Grandi Marchi”

Terrace B

Guided Wine Tasting with wines of the Istituto Grandi Marchi

                               Speaker: Ekaterina Sumenkova         

4:00pm - 5:00pm      “Verdicchio: the most awarded wine by the Italian guides”

Pushkin room

Guided Wine Tasting with wines of the Istituto Marchigiano Tutela Vini

                               Speaker: Denis Roudenko 

 2:00pm - 6:00pm      Walk-around tasting open to trade representatives: importers, distributors, those in the Ho.re.ca trade, press and opinion leaders.

Krysha Ballroom

 

I PROTAGONISTI

Partecipano alle tappe di Solo Italiano Grandi Vini Russia 2021:

Bravo Trade LLC (Russia), DP Trade (Russia), F.lli Gancia & C (Piedmont), Fort (Russia), ITC Wine, Ladoga (Russia), Luding (Russia), L’Astemia Pentita (Piedmont), Najma Prosecco (Veneto), Perlino (Piedmont), Ruffino (Tuscany), San Fabiano Calcinaia (Tuscany), Simple (Russia), Tenuta La Sala (Tuscany), Wine Discovery (Russia), Consorzio Vino Chianti (Tuscany).

 

Con il Consorzio di Tutela del Prosecco DOC – Biancavigna, Cantina Collalto, Cantine Maschio, La Marca Vini e Spumanti, Le Contesse, Le Rughe, Masottina, Pitars, Villa Sandi, Viticoltori Ponte, Antonio Facchin & Figli, Castello di Roncade, Fantinel, Il Colle, Torresella.

 

Con il Consorzio delle Venezie – Seiterre, Enoitalia, Cantina di Soave, Bosco del Merlo, Villa Sandi, Cantina San Osvaldo, Casa Girelli, Masottina, Casa Vinicola Sartori, Cantine Vitevis, Ai Galli, Piera 1899, Pasqua Winery.

 

Con l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini (Marches) – Santa Barbara, Umani Ronchi, Cantine Belisario, Terre Cortesi Moncaro.

 

Con l’Istituto del Vino Italiano di Qualità Grandi Marchi – Jermann (Friuli-Venezia Giulia), Pio Cesare (Piedmont) e Tasca D’Almerita (Sicily).

 

Giovanna Zullo

TRENTINO, DALL’1 ALL’11 LUGLIO “A TUTTO MÜLLER” LUNGO LA STRADA DEL VINO E DEI SAPORI

 

Degustazioni a palazzo, speciali aperitivi, visite in vigneto e in cantina, menù a tema e molto altro. Protagonista assoluto, il Müller Thurgau

 

In attesa della rassegna “Müller Thurgau: Vino di Montagna”, in programma a fine luglio in Valle di Cembra, con A tutto Müller (www.tastetrentino.it/atuttomueller) la Strada del Vino e dei Sapori del Trentino accende, come consueto, i riflettori su questo vitigno così rappresentativo nel panorama vitivinicolo trentino, visto che, occupando il 10% della superficie vitata totale, è la terza varietà più coltivata a livello provinciale.

25 iniziative, tra degustazioni a palazzo, speciali aperitivi, visite in vigneto e in cantina, menù a tema e molto altro, per oltre una cinquantina di soci coinvolti, che dall’1 all’11 luglio avranno luogo su tutto il territorio di riferimento dell’Associazione, dalla Valsugana alle Giudicarie, dalla Vallagarina all’Altopiano di Pinè, dal Lago di Garda alla Valle di Cembra, dalla Piana Rotaliana alla Valle di Ledro, passando per la città di Trento.

Il via con la Proposta Roccabruna Speciale Müller (link): nei weekend dall’1 al 3 luglio e dall’8 al 10 luglio, dalle 17.00 alle 22.00, Palazzo Roccabruna - Enoteca Provinciale del Trentino renderà il Müller, declinato in vino e in grappa, protagonista principale delle proprie degustazioni. Inoltre, giovedì martedì 6 luglio, ore 20.00, si svolgerà Oggi si scopre il Müller (link), un momento di approfondimento a cura di ONAV - sezione Trento, con degustazione di 10 etichette - tra cui quelle Azienda Agricola Pojer e Sandri, Borgo dei Posseri, Cantina La Vis, Cantina Mori Colli Zugna, Cantina Toblino, Cembra cantina di montagna,  Villa Corniole, Vivallis e Zanotelli- provenienti dal Trentino.

In tema di Esperienze di gusto, proposte da vivere in giornata, durante entrambi i fine settimana, ovvero dal 3 al 4 e dal 10 all’11 luglio, vi sarà la possibilità di partecipare a Weekend in cantina speciale Müller (link), dove una selezione di cantine e aziende agricole apriranno le loro porte per visite e degustazioni guidate dedicate. In particolare, di sabato l’appuntamento è da Azienda Agricola Casimiro (Vallelaghi), Azienda Agricola Zanini Luigi (Mezzolombardo), Agraria Riva del Garda (Riva del Garda), Cantina d’Isera (Isera), Cantina La Vis (Lavis), Villa Corniole (Giovo), Vivallis (Nogaredo), oltre che da Azienda Agricola Donati Marco (Mezzocorona), Cantina Endrizzi (San Michele all’Adige), Cembra cantina di montagna (Cembra Lisignago), aperte anche nella giornata di domenica.

Inoltre, dall’1 all’11 luglio si potrà intraprendere Taste&Walk tra porfido e vigneti (link) e Il Müller Thurgau e la Valle di Cembra (link), percorsi a tappe alla scoperta del lato enogastronomico del territorio da vivere in totale autonomia grazie alle indicazioni fornite dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino. Nel primo caso la giornata prende il via alle 9.30 a Cembra per scoprirne il centro e visitare un produttore di vino, partecipando ad una degustazione. Seguirà la possibilità di ritirare una proposta food presso una gastronomia locale e godersi il pranzo in formula pic-nic tra i vigneti di un agriturismo immerso nel verde. Al termine, visita in acetaia e rientro a Cembra. Nel secondo caso, il mezzo è la bici: si parte da Lavis e, dopo un goloso pit stop presso un bar/pasticceria, si pedala alla volta della Valle di Cembra, passando dalla Strada del Vino (SP 131), dove ci si potrà soffermare per una visita guidata in cantina con degustazione. Previsto il pranzo, presso una trattoria, al termine del quale si procederà verso Verla di Giovo dove accedere ad una nuova visita in cantina con tasting, per poi rientrare.

In tema di iniziative dei soci, il Green Grill-Info & Sapori di Altavalle aspetta tutti gli appassionati dall’1 all’11 luglio per Müller&Aperigreen (link), aperitivo con i vini di Azienda Agricola Pojer e Sandri , Cembra cantina di montagna , Villa Corniole e Zanotelli in abbinata ai salumi di Macelleria Zanotelli, e la grappa di Müller a dolci bocconcini.

Dolcemente Marzari di Trento dà invece l’appuntamento tutti i giorni per Dolcemente Müller (link), ovvero sfiziosi aperitivi o dolci golosità in abbinamento al Müller Thurgau e alla grappa di Müller Thurgau di Azienda Agricola Pojer e Sandri.

Cantina La Vis a Lavis aspetta invece i foodlovers giovedì 1 e giovedì 8 luglio, alle ore 17.00, per Sfumature di Müller Thurgau (link), degustazione guidata di tre produzioni aziendali, per imparare a cogliere le differenze di espressione. Analogo appuntamento a Cembra, presso Cembra cantina di montagna, con Declinazioni di Müller Thurgau (link): anche in questo caso, verrà proposto un confronto tra le tre produzioni aziendali.

E ancora, presso la Cantina Sociale di Trento, dall’1 al 3 luglio e dal 5 al 10 luglio è prevista Il Müller in enoteca (link), degustazione guidata di 1339 Müller Thurgau Biologico abbinata ad altro prestigioso vino del territorio, accompagnata dai grissini artigianali di Panificio Sosi.

 

Dall’1 al 3 e dal 5 al 10 luglio aperitivo speciale anche a Riva del Garda con Un Müller “vista lago” (link), con il vino di Agraria di Riva del Garda proposto in abbinamento a speciali finger food.

Solo per martedì 6 luglio, invece, la Locanda 2 Camini di Baselga di Pinè proporrà un corso di cucina dedicato con Golosità e Müller Thurgau (link), grazie alla collaborazione con Cantina Roverè della Luna Aichholz, Gaierhof e Villa Corniole.

Giovedì 8 luglio, invece, la serata speciale è, a partire dalle 18.30, allo Scrigno del Duomo di Trento, con Abbinando un Müller “di quota” (link), in cui un piatto del ristorante troverà il connubio perfetto con il Müller Thurgau Zeveri di Cavit. 

Venerdì 9 luglio, dalle 11.00 alle 12.30, l’A. Folletto di Ledro presenta Müller Fortificato (link), l’insolito incontro tra il Müller Thurgau di Agraria Riva del Garda e il proprio Vermut nato da questo prodotto, abbinati ad altri prodotti del territorio come i salumi di Macelleria Cis Massimo e delle specialità di Best Ledro Camping.

Non mancano, inoltre, i menù a tema. Per tutta la durata della rassegna sono infatti in programma speciali abbinamenti tra le pietanze di selezionati ristoranti dell’Associazione e i Müller Thurgau delle aziende del territorio. Nella città di Trento l’appuntamento è presso Il Libertino – Osteria Tipica con Gusti alpini (link), dove i piatti sono proposti in abbinata al vino di Cantina Sociale di Trento; l’Osteria a “Le due Spade” con La proposta di mezzodì (link) , che vede protagonista il vino di Azienda Agricola Pojer e Sandri; l’Antica Trattoria Due Mori con A tavola col Müller (link) e il vino di Azienda Agricola Donati Marco e il Ristorante al Vò con Müller e sapori di montagna (link) e i vini di Cantina La Vis.

Fuori dal capoluogo, la Locanda delle Tre Chiavi di Isera presenta Tre chiavi di lettura di Müller (link), con i propri piatti in abbinata ai vini di Borgo dei Posseri, Società Agricola Pelz e Vivallis; l’Osteria Cà dei Giosi di Covelo di Vallelaghi Müller in osteria (link), con i vini di Azienda Agricola Casimiro; il Ristorante La Contea di Borgo Lares Il Müller in contea (link), con i vini di Azienda Agricola Pojer e Sandri, Cavit, Gaierhof Azienda Vinicola, Cantina Toblino e Agraria Riva del Garda. 

E infine, tre proposte vacanza: Scoprendo il Müller (link), che comprende due notti a Maso Besleri di Cembra Lisignago, comprensive di visita guidata e degustazione presso l’Azienda Agricola Poler e Sandri, passeggiata libera nei vigneti e tour dell’acetaia; Weekend tra Müller Thurgau e Sapori Locali (link), con pacchetto da due notti al B&B Alla Loggia dell’Imperatore di Levico Terme alla scoperta di A tutto Müller e del Müller Thurgau di Cavit; Il Müller in Vallagarina (link) , con due notti al B&B Le Tre Chiavi di Isera e il focus sul Müller Thurgau di Cantina d’Isera.

La rassegna A tutto Müller, fa parte del calendario di manifestazioni enologiche provinciali denominato #trentinowinefest ed è organizzata dalla Strada del Vino e dei Sapori del Trentino con il supporto de La Trentina, presente con le proprie mele in alcune delle iniziative in programma, e di Bontadi Caffè.

 

Stefania Casagranda

L’ALSAZIA FIRMA UN SUCCESSO CLAMOROSO CON MILLESIMES ALSACE DIGITASTING®!

 

Una scommessa di successo per i vigneti alsaziani!

 

Per questa prima mondiale, l'organizzazione ha accreditato più di 3.750 visitatori professionali francesi e internazionali (importatori, commercianti di vino, ristoratori e albergatori, sommelier, centrali d'acquisto, distributori e grossisti specializzati, ecc.) Durante i 3 giorni del salone, i visitatori si sono collegati alla piattaforma https://www.millesimes-alsace.com per confrontarsi e degustare insieme a 100 espositori alsaziani, ognuno dei quali ha presentato 4 vini in scatole di 4 mini-flutes.

 

Non appena sono state aperte le iscrizioni a marzo, la fiera ha raccolto un interesse immediato: dopo solo una settimana, gli organizzatori avevano già accreditato più di 900 visitatori professionali, superando così il numero della sua precedente edizione del 2018 (che si è svolta in un formato più classico, in forma fisica, a Colmar e dintorni).

 

E l'entusiasmo è stato confermato nel mese di maggio, appena sono stati resi noti i calendari online dei produttori alsaziani, sono stati presi più di 2.000 appuntamenti!

 

 

 

Se i 1.050 professionisti francesi rappresentavano il 30% degli accreditati, la formula ha avuto più successo a livello internazionale: 2.700 visitatori internazionali hanno partecipato da 55 paesi!

I primi 5 mercati rappresentati sono stati gli Stati Uniti, il Regno Unito, l'Italia, il Canada e Taiwan. Hanno preso parte anche mercati più "esotici", come Perù, India, Nepal, Paraguay...

 

 

Una portata globale per un progetto concepito al 100% a livello locale

 

Sostenuta da tutta l'industria e guidata dal CIVA, Millésimes Alsace Digitasting® è un'iniziativa caratterizzata da un progetto collettivo. Una grande innovazione nell'industria vinicola mondiale, questo evento straordinario è stato organizzato internamente dall'interprofessione dell'Alsazia, che ha forti ambizioni collettive per i suoi vigneti.

 

Millésimes Alsace Digitasting® ha mobilitato partner al 100% alsaziani, tutti situati in un raggio di 75 km dal centro di progettazione: la logistica e il trasporto sono stati gestiti dai partner di Molsheim e Colmar, il design digitale da un'azienda di Strasburgo, l'imbottigliamento da un esperto situato nel Bas-Rhin, il design fotografico da un laboratorio di Soultzmatt, il lavoro video da un'agenzia di Sainte-Croix-aux-Mines, i cofanetti da un fornitore di Colmar, le conferenze registrate a Ingersheim collegate in videoconferenza con relatori situati in tutto il mondo (California, Canada, Svizzera).

 

Millésimes Alsace DigiTasting® e i suoi risultati sono un vero orgoglio per il Conseil Interprofessionnel des Vins d’Alsace :

 

"Anche se questa fiera è stata un grande successo, rimane solo una delle tante azioni che l'interprofessione mette in atto! Il nostro rinnovamento non è iniziato con Millésimes Alsace Digitasting®, ma con questa mostra è stato ulteriormente amplificato, con una grandezza impressionante. Da diversi anni, la reinvenzione dell'Alsazia è stata grande, e questa iniziativa è un ulteriore passo per dire al mondo intero che l'Alsazia è tornata! Ma se guardiamo le cifre, vediamo che i visitatori francesi erano meno presenti. La relativa moderazione del pubblico francese è forse l'unica riserva, ma siamo convinti che cambieranno rapidamente la loro visione di ciò che l'Alsazia è capace di fare! "

 

 

Didier PETTERMANN, presidente del CIVA.

 

"Il risultato è al di sopra delle nostre aspettative! Fin dall'inizio, avevamo concepito questo evento come qualcosa di più di una semplice fiera, volevamo rimettere l'Alsazia al centro della scena mondiale del vino. Abbiamo sentito un vero entusiasmo da parte dei visitatori internazionali: molti di loro sono rimasti impressionati dalla qualità generale delle scatole, dalle caratteristiche della piattaforma, dagli orari aggiornati in tempo reale e soprattutto dal know-how delle cantine alsaziane! L’'Alsazia continua ad uscire dagli schemi tradizionali per contribuire ad inventare i codici di domani. Come ha detto un enologo, "l'immagine di questo spettacolo va ben oltre i 3 cl contenuti in ogni flute! "

 

Philippe BOUVET, direttore marketing di CIVA.

 

Il feedback degli espositori e dei visitatori è estremamente positivo. I viticoltori hanno avuto contatti che non avrebbero mai avuto senza questo evento e molti di loro hanno espresso la loro soddisfazione. Per quanto riguarda i visitatori, molti di loro hanno lodato l'audacia dei vigneti alsaziani e la qualità generale della fiera. Secondo l'opinione di molti professionisti, questo evento sarà un punto di riferimento e molti stanno aspettando la seconda edizione.

 

Verso una seconda edizione ?

 

L'interprofessione sta pensando alle nuove evoluzioni che il Digitasting potrebbe presentare. Per il direttore della CIVA, Gilles NEUSCH: "il bisogno di incontrarsi faccia a faccia rimane forte. Per il momento, molti incontri avviati dalla piattaforma continuano a svolgersi. Non stiamo fermando nulla in questa fase. Vista la portata di questa iniziativa, analizzeremo cosa avremmo potuto fare meglio, e cosa potremmo fare ancora meglio in futuro! "

 

Matteo Mainetti

Natural Born Wines 2021

 Bilancio più che positivo per la due giorni dei vini naturali

 

La prima edizione, che si è svolta domenica 20 e lunedì 21 giugno 2021 nel giardino di Villa Boschi (Isola della Scala, VR), ha segnato il ritorno delle manifestazioni dedicate ai vignaioli naturali. Vivo l’interesse di operatori, anche dell’alta ristorazione, e appassionati che hanno degustato vini nati in piccole cantine amanti della biodiversità

Si è conclusa la prima edizione di Natural Born Wines, la prima manifestazione dedicata ai vini naturali dopo l’emergenza sanitaria da Covid-19. Versione open-air nello splendido giardino di Villa Boschi a Isola della Scala (VR), nella campagna veronese, che ha accolto una settantina di produttori provenienti da tutta Italia e qualche etichetta europea. Un grande sforzo organizzativo da parte di Sorgentedelvino, lo storico salone emiliano del vino naturale che dal 2009 a oggi ha scandagliato i territori vitivinicoli italiani alla ricerca di veri e propri gioielli enologici che hanno scelto il rispetto della natura nel loro lavoro. Tutti i partecipanti aderiscono infatti alla Carta dei Principi che riconosce alcuni valori comuni: l’agricoltura biologica o biodinamica in vigna, la vinificazione con i soli lieviti indigeni presenti sull’uva e l’uso limitato di solfiti. “Siamo contenti di avere visto tanti operatori del settore – afferma l’organizzatrice Barbara Pulliero - che escono da un momento difficile ma con tanta voglia di tornare alla propria attività e di proporre vini di qualità”. Una due giorni di festa e di lavoro che si è conclusa con i commenti entusiastici da parte di addetti ai lavori e appassionati.

Un salone dove i vignaioli hanno portato in degustazione numerosi vini ottenuti da vitigni autoctoni, spesso salvati dall’estinzione grazie alla passione di poche persone che ci hanno creduto, vini da vecchie vigne che conservano una impressionante complessità di biotipi. Per una grande diversità di territori: dai vini nati in montagna a quelli che portano con sé i profumi della macchia mediterranea, vini che conservano l’impronta del terreno su cui sono nati e dell’ambiente in cui le uve sono maturate.

Due giornate di conoscenza e assaggi per un viaggio nel mondo di grandi vini, unici come le annate, di territori e di vignaioli che li producono. Un incontro tra persone – in sicurezza – per una ritrovata occasione di socialità, di incontro tra ristoratori e produttori, una festa per stimolare la riflessione sul consumo consapevole di quel nettare racchiuso in bottiglia da piccoli produttori coraggiosi e appassionati che mettono al centro la biodiversità, limitando trattamenti e pratiche di cantina. Scoprire vini autentici e di qualità, conoscendo i volti e le storie alle spalle dei vignaioli che ne sono artefici, approfondendo di pari passo i principi della viticoltura naturale.

Questo appuntamento, in versione estiva e con un nuovo format, è un primo passo verso la creazione di un Fuori Salone in concomitanza del prossimo Vinitaly, edizione 2022.

Un consiglio in attesa della prossima edizione di Natural Born Wines? La lettura del fumetto “Conoscere il vino” scritto da Francesco Scalettaris e disegnato da Gio Di Qual per Becco Giallo Editore, presentato domenica 20 giugno all’ombra degli alberi secolari di Villa Boschi. Un avvicinamento al vino, un frizzante compendio su questo rocambolesco mondo e sull’arte di chi prova a produrlo con sincerità e passione e anche su quella di chi lo beve quotidianamente con generoso amore. 

Natural Born Wines è stato realizzato con il sostegno di Rastal e Nomacorc – Vinvention.

 

 Barbara Valla

I 18 ANNI DI AUTOCHTONA: DOPO L'INNOVATIVA EDIZIONE DEL 2020, ALTRE LE NOVITÀ IN ARRIVO PER IL PREMIO E IL BANCO D'ASSAGGIO DEDICATI AGLI AUTOCTONI

 

 

 

Il Forum nazionale dei vini autoctoni raggiunge la “maggiore età”, senza neanche uno stop durante il suo lungo cammino. Per la 18ª edizione di Autochtona sono previsti un grande banco di assaggio, masterclass di approfondimento sui principali temi del settore e il rinnovato premio Autochtona Award.

Bolzano, 22 giugno 2021 – Non si parla di vera e propria ripartenza per il forum nazionale dei vini autoctoni, in programma il 18 e 19 ottobre come sempre a Bolzano, perché di fatto Autochtona non si è mai del tutto fermata. Come i migliori vini prendono vita dai terreni più difficili, così Autochtona ha saputo rinnovarsi e migliorarsi nell’anno più complicato: il 2020.

In un momento in cui tutti erano fermi, Autochtona c'era e ha colto l'occasione dell'assenza del banco d'assaggio per rivoluzionare e potenziare la rassegna "Autoctoni che passione!" trasformandola in "Autochtona Award". 500 vini candidati da oltre 350 produttori di tutta Italia, due giorni di degustazioni alla cieca da parte di una giuria internazionale di grande prestigio e professionalità e la premiazione finale che ha decretato i vincitori di 11 categorie.

 

Una formula che verrà riproposta anche quest’anno, “giuria delle stelle” compresa che ritorna protagonista grazie al panel di esperti degustatori, wine writer e buyer da tutto il mondo, premiando i vini vincitori nel pomeriggio di martedì 19 ottobre in diretta streaming sui canali social di Fiera Bolzano. Due novità andranno inoltre ad arricchire l’elenco delle categorie già esistenti: “Miglior Vino Metodo Ancestrale” e “Miglior Vino Orange”.

A questo si aggiungerà il grande banco d'assaggio, gestito in sicurezza dai sommelier AIS dell’Alto Adige, che darà la possibilità anche ad appassionati e operatori del settore di assaggiare i tantissimi vini che già in queste ore si stanno candidando. Per il pubblico sarà un’occasione per conoscere da vicino la biodiversità presente nel panorama vitivinicolo italiano. Non mancherà infine un ricco calendario di masterclass condotte da esperti del settore, che si svolgeranno durante i due giorni di manifestazione. 

 

Autochtona è diventata ormai un punto di riferimento per la valorizzazione del ricchissimo universo delle varietà autoctone italiane. “L’anno scorso sono stati davvero tanti i produttori che da tutta Italia hanno inviato i loro campioni, dimostrando di credere in Autochtona anche in un momento così particolare, ma soprattutto trasmettendoci un messaggio molto importante: la biodiversità del vigneto italiano deve continuare ad avere uno spazio dove potersi esprimere – spiega Thomas Mur, Direttore di Fiera Bolzano. – “Ecco perché quest’anno siamo più determinati che mai nel voler organizzare un evento ancora più ricco di interpreti e di vini da versare nei bicchieri non solo dei giurati, che poi avranno il difficile compito di valutarli, ma anche degli operatori di settore e degli appassionati che decideranno di venire ad Autochtona il 18 e 19 ottobre”.

Autochtona è organizzata da Fiera Bolzano e si svolgerà in concomitanza con Hotel, fiera internazionale dedicata alla ristorazione e all’hôtellerie in programma fino al 21 ottobre.

Autochtona è il forum nazionale dedicato ai vini da varietà autoctone: questo spazio nasce per raccontare al meglio le storie e le identità delle aziende che credono nel patrimonio vitivinicolo italiano.

I protagonisti di Autochtona sono proprio i produttori di vino che difendono e valorizzano il loro terroir e i vitigni autoctoni che ne rappresentano l’espressione.

Per raccontare al meglio l’incredibile valore di quest’eredità vitivinicola, ogni anno si riuniscono esperti degustatori della critica enologica nazionale e internazionale per assegnare gli Autochtona Award: un riconoscimento di qualità per i migliori produttori italiani da varietà autoctone.

 

Jessica Busoli

 

AUTOCHTONA IN PILLOLE

2021 | 18^ edizione

Fiera Bolzano, 18 - 19 ottobre

ore 9.30 - 16.00 - ingresso riservato agli operatori del settore

ore 16.00 - 18.00 - apertura al pubblico (wine lovers)

2021 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica