NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Eventi Vino

FRANCIACORTA SUMMER FESTIVAL

 

Franciacorta Summer Festival 2018
Eventi in Cantina

 

Franciacorta Dosaggio Zero o Extra Brut?

Degustazione verticale di 6 annate di Franciacorta

  • Sabato 2 Giugno 2018
  • Ore 11.00, 15.00, 17.30

Alla Scoperta del Vigneto Zero Trattamenti

 Passeggiata nel vigneto sperimentale realizzato con varietà PIWI
Un’ideale “palestra” per scoprire la vite e i suoi frutti.
  • Sabato 9 Giugno 2018
  • Dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18

FRANCIACORTA IN SOGNO
Personale di Luca Dall'Olio

 Mostra personale dell’artista bresciano Luca Dall’Olio
  • Dal 16 al 24 Giugno 2018 
  • Sala conferenze del Museo Agricolo e del Vino Ricci Curbastro

     
Azienda Agricola Ricci Curbastro - Via Adro 37  Capriolo (BS)
Prenota Subito: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / 030 736094

Ti aspettiamo!

VERICI: 25-26-27 MAGGIO 62a FESTA DEL VINO

VINO, ISTITUTO GRANDI MARCHI TORNA IN MISSIONE IN CANADA, TERZO MERCATO DI SBOCCO DEL GRUPPO

In Canada oltre il 30% della spesa totale delle bevande alcoliche è destinata al vino e il trend è in crescita, soprattutto per il vino bianco e lo spumante. Opportunità interessanti per il vino italiano.

 

Dopo l’appuntamento importante del Vinitaly, l’Istituto Italiano del Vino di Qualità – Grandi Marchi è pronto a partire per la prossima missione, destinazione Canada.

 

Il Canada è il terzo mercato di sbocco per i vini delle aziende dell’Istituto, totalizzando in valore circa il 13% delle esportazioni complessive del gruppo. IGM, sin dalla sua costituzione, è stato particolarmente attivo in questo paese, con tour promozionali e divulgativi, toccando ogni anno province diverse. Negli anni, l’Istituto ha instaurato rapporti consolidati con i vari Monopoli provinciali e il seminario di Montreal sarà rivolto in modo particolare agli operatori della SAQ, il Monopolio del Quebec.

 

La missione si articola in 3 tappe: l’8 Maggio, presso la Salle des Promotions du Séminaire de Québec di Quebec City, è previsto un walk around tasting dedicato agli operatori del settore e ai giornalisti, il 9 Maggio, al Loft Hotel di Montreal, un seminario e una degustazione guidata daranno avvio alla giornata di lavori, che si concluderà con un walk around tasting aperto al trade e ai media, infine il 10 Maggio, al Delta Halifax di Halifax, è previsto un altro walk around tasting per operatori e stampa. Segue il programma in dettaglio.

“Il Canada è una destinazione strategica: rappresenta il secondo mercato di sbocco extra-UE per i nostri vini” afferma Piero Mastroberardino, appena confermato per un nuovo mandato alla presidenza dell’Istituto Grandi Marchi. “Si tratta tuttavia di un mercato molto articolato e composito, perché ogni provincia segue regole di importazione diverse. Per questa ragione cerchiamo di presidiare il mercato con una presenza costante e pervasiva, che ci ha portato a visitare negli anni con continuità le diverse province: l’ultima missione dello scorso ottobre ha toccato Ontario, British Columbia e Alberta, ora è la volta  del Quebec e della Nuova Scozia”.

 

I canadesi destinano al vino oltre il 30% della spesa totale delle bevande alcoliche e la penetrazione del prodotto sembra essere in costante crescita negli ultimi anni. Il consumo è tradizionalmente orientato al vino rosso, che copre oltre il 50% del valore, ma sono i vini bianchi e gli spumanti a mostrare ultimamente i tassi di crescita più interessanti.

 

Le aziende partecipanti alla missione in Canada sono: Antinori, Argiolas, Carpenè Malvolti, Lungarotti, Masi, Mastroberardino, Michele Chiarlo, Pio Cesare, Rivera, Tasca d’Almerita, Umani Ronchi. Da Nord a Sud, una visione importante di quella che è la viticoltura italiana di qualità.

 

Istituto del Vino Grandi Marchi:

Alois Lageder, Argiolas, Biondi Santi Greppo, Ca’ del Bosco, Michele Chiarlo, Carpenè Malvolti, Donnafugata, Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute, Gaja, Jermann, Lungarotti, Masi, Marchesi Antinori, Mastroberardino, Pio Cesare, Rivera, Tasca D’Almerita, Tenuta San Guido, Umani Ronchi.

 

Media Relations - Istituto del vino Grandi Marchi:                                                                     

 

Alessia Panzeca +39 335 6522242, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LETTONIA E POLONIA: MERCATI CHIAVE PER IL VINO ITALIANO

Simply Italian Great Wines Eastern Europe 2018 - 8 maggio Riga - 10 maggio Varsavia

Cresce il potere d’acquisto dei consumatori dell’Est Europa, sempre più attenti alla qualità del vino. Qui IEM inaugura due tappe del tour Simply Italian Great Wines

 

I Simply Italian Great Wines 2018 tornano in Est Europa con due tappe di grande interesse per le aziende del Bel Paese. Quest’anno il tour organizzato da I.E.M. - International Exhibition Management per promuovere l’enologia italiana nel mondo raggiunge due importanti mercati del Continente centro-orientale: Lettonia e Polonia. Una novità (Riga, 8 maggio) e una grande conferma (Varsavia, 10 maggio) destinate a replicare il successo della scorsa edizione.

 

Ai due appuntamenti dedicati al trade sono attesi circa 150 professionisti e operatori di settore, che incontreranno le Cantine protagoniste presso il Grand Hotel Kempinski (Aspazijas blvd. 22) a Riga e il Regent Warsaw Hotel (Belwederska 23) di Varsavia. Apre entrambe le tappe un interessante seminario con degustazione dedicata ai Grandi Vini Italiani (ore 13-14.30 a Riga, ore 12-13.30 a Varsavia), mentre il pomeriggio è riservato al walk-around tasting dei Simply Italian Great Wines (fino alle ore 17).

 

«La Lettonia dimostra un interesse crescente per il vino di qualità», spiega Marina Nedic, Managing Director di IEM. «Il deciso incremento dei consumi registrato fra gennaio e agosto 2017 segna per il vino importato una differenza del +37,5% in valore e +36,6% in quantità rispetto al 2016. In termini assoluti, 110,08 milioni di euro per 459,27 mila ettolitri». L’Italia guida la classifica dei Paesi esportatori con 31,81 milioni di euro per 133,74 mila ettolitri.

Il punto chiave su cui dobbiamo lavorare è il prezzo medio, che per la nostra produzione si attesta sui 2,38 euro al litro. «Promuovere i nostri prodotti d’eccellenza è l’unica strada percorribile per crescere in valore. I vini a denominazione, che oggi rappresentano circa un terzo del valore complessivo dell’export italiano (10,4 milioni di euro su 31,81), registrano un prezzo medio complessivo di 3,91 euro al litro», precisa Marina Nedic.

 

Il mercato lettone è in pieno trend bollicine, capitanato da Asti e Prosecco sul fronte made in Italy. Di minore impatto, ma in forte crescita, anche i vini fermi a denominazione, in particolare i rossi toscani, veneti e piemontesi (che pesano complessivamente 1,39 milioni di euro). Meno diffusi, ma in deciso incremento, i bianchi di qualità (0,51 milioni di euro, +43%) provenienti principalmente da Trentino Alto Adige, Friuli e Veneto.

 

La seconda tappa dei Simply Italian Great Wines Eastern Europe raggiungerà il più grande mercato dell’Europa centro-orientale: la Polonia, con oltre 38 milioni di abitanti. «La costante crescita economica registrata negli ultimi anni ha aumentato il potere d’acquisto, affermando nuovi modelli di consumo e incentivando l’import enologico di qualità. Il vino è considerato un prodotto salutare e raffinato», afferma Marina Nedic.

Qui il mercato vinicolo è quasi interamente rappresentato dalle importazioni, che nei primi 8 mesi del 2017 valgono complessivamente 167,22 milioni di euro per 806,61 mila ettolitri (+12,8% e +11,4%). L’Italia è seconda solo alla Germania fra i partner commerciali, con 29,14 milioni di euro per 118,26 mila ettolitri.

 

Il Prosecco si conferma il nostro cavallo di battaglia: da solo vale quasi un terzo (5,5 milioni di euro) dei vini Dop venduti tra gennaio e agosto 2017, con un prezzo medio di tutto rispetto di 4,03 euro al litro. Secondi per importanza, fra l’imbottigliato a denominazione, sono i rossi toscani (2 milioni di euro per 5,3 mila ettolitri), mentre l’Asti spumante impenna del +76,4% in valore e 96% in quantità (1,5 milioni di euro per 5,1 mila ettolitri).

«Il mercato è dominato dalle vendite al dettaglio», conclude Marina Nedic, sottolineando l’importanza di rapportarsi direttamente con gli operatori locali. «Per i produttori di piccole e medie dimensioni e fascia medio-alta il canale d’accesso privilegiato al mercato è l’importatore/distributore specializzato. Esistono oltre 700 importatori».

 

I protagonisti a Riga (8 maggio)

 

Caraglio (Piemonte) www.aziendaagricolacaraglio.191.it

DiVin Italia (Veneto)

I Feudi di Romans (Friuli Venezia Giulia) www.ifeudidiromans.it

International Wine Group (Veneto) www.iwinesgroup.com

Luca Menicucci (Toscana) www.lucamenicucci.it

Tenute Tomasella (Veneto) www.tenute-tomasella.it

 

Con Piemonte Land of Perfection (www.piemonteland.it) le aziende:

Boeri Alfonso www.boerivini.it

Cascina Vèngore www.cascinavengore.it

Roberto Sarotto www.robertosarotto.com

Tre Secoli www.tresecoli.com

 

I protagonisti a Varsavia (10 maggio)

 

Antonutti (Friuli Venezia Giulia) www.antonuttivini.it

Boggero Giacomo (Piemonte)

I Feudi di Romans (Friuli Venezia Giulia) www.ifeudidiromans.it

International Wine Group (Veneto) www.iwinesgroup.com

Luca Menicucci (Toscana) www.lucamenicucci.it

Tenute Tomasella (Veneto) www.tenute-tomasella.it

 

Con Piemonte Land of Perfection (www.piemonteland.it) le aziende:

Araldica Castelvero www.araldicavini.com

Boeri Alfonso www.boerivini.it

Cantine Bel Colle www.belcolle.it

La Chiara www.lachiara.it

Rabino Luigi www.rabinoluigi.com

Roberto Sarotto www.robertosarotto.com

 

 

Giovanna Zullo

IMMINENTE MARE & MOSTO!

 

 

Ultimi preparativi all’ex Convento dell’Annunziata di Sestri Levante per la quarta edizione di “Mare&Mosto, le Vigne Sospese”. Due giorni, domenica e lunedì, dedicati al vino e all’olio di Liguria, oltre al prestigioso confronto con i leader incontrastati dell’export italiano: i produttori del Consorzio Conegliano, Valdobbiadene, Prosecco Superiore DOCG.

Spazi tecnici di approfondimento con Simonit&Sirch, tra i più qualificati preparatori d’uva europei, ma anche degustazioni guidate e itineranti.

Ospiti importanti giornalisti italiani e stranieri, tra i quali Giancarlo Giojelli, vice direttore di RaiNews24, Filippo Radaelli, “degustatore di territori” autore e giornalista televisivo, Fabrice Roy, direttore della rivista francese les Nouvelles Gastronomiques e Luigi Caricato, oleologo e ideatore di OlioOfficina. Sarà proprio lui a guidare la degustazione “elogio all’olio dolce e delicato”.

Si attende un afflusso di visitatori in crescita, suddiviso tra professionali, appassionati e chi, semplicemente, sarà ingolosito dall’enogastronomia ligure e dai suoi grandi produttori. Questo anche grazie all’importante l’impegno che l’Associazione Italiana Sommelier Liguria ha posto nella comunicazione dell’evento, con un’azione divulgativa internazionale, nazionale e territoriale, al fine di ottimizzare la partecipazione del pubblico e la visibilità dei produttori.

Mare&Mosto sta viaggiando sulle riviste in distribuzione sulle Frecce di Trenitalia e sui voli di Lufthansa Air Dolomiti, mentre oltre mezzo milioni di utenti social stanno ricevendo messaggi relativi all’evento, nell’ottica di una crescente sinergia tra enogastronomia e turismo in Liguria.

Per le famiglie che saranno a Sestri Levante, Mare&Mosto offre un servizio di baby parking gratuito, così da permettere ai genitori una visita in pieno relax e ai più piccoli un’area di svago con animatrici professionali. Sono previsti laboratori e giochi dedicati all’olivo e alla vite.

Apertura dei banchi di degustazione domenica 13 maggio alle ore 12,00. Ingresso per il pubblico €15,00 con riduzioni per i soci ONAV, FISAR e aderenti Solidus (€12,00) e per i soci AIS (€10,00).

 

Ufficio Stampa AIS:

Elisa Braccia - e-mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - m.p.: +39 346 395 1050

Paolo Angelini - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - m.p.: +39 349 239 4438

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica