NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Eventi Vino

VINUM 2018

 

 

 

Foto di Luca Privitera 

 

21/22 – 25 – 28/29/30 aprile e 1° maggio 2018 ad Alba (CN)
42aFiera Nazionale dei vini di Langhe, Roero e Monferrato

 

Era il 1976 e per la prima volta Alba celebrava il suo vino: da allora sono passati 42 anni e la Fiera Nazionale Vinumè oggi la manifestazione enoica di maggior rilievo organizzata in Piemonte in questa stagione dell’anno.  A cavallo delle feste di fine aprile - il fine settimana del 21 e 22, mercoledì 25 aprile e il lungo ponte da sabato 28 aprile a martedì 1° maggio - Alba diventa una grande enoteca a cielo aperto, una occasione di scoprire nuovi sapori e lasciarsi conquistare da tante proposte per divertirsi con la famiglia e gli amici.

La formula di Vinum, completamente rinnovata negli ultimi anni, è quella di una città che abbraccia le proprie eccellenze e le svela lungo le vie e attraverso le piazze. Protagonisti come sempre i grandi vini di Langhe, Roero e Monferratoproposti in connubio ideale con lo STREET FOOD ËD LANGA, cibo di strada di eccellente carattere e qualità.I grandi vini rossi delle Langhe come il Barolo, il Barbaresco, il Nebbiolo, i bianchi delle Langhe, i vini del Monferrato, il Roero, il Roero Arneis, il Gavi, il Brachetto d’Acqui, il Dolcetto, l’Asti Spumante, il Moscato d’Asti e l’Alta Langa senza dimenticare le grappe e i distillati del Piemonte sono al centro delle degustazioni proposte dalle 10.30 alle 20.00 presso i banchi di assaggio nel centro storico della città delle 100 torrie sono anche in questa edizione guidate e curate da AISAssociazione Italiana Sommelier.

Torna, dopo l’esordio della passata edizione, VINUMINCANTINAFOOD&WINE EXPERIENCE, un’esperienza ideata per soddisfare le esigenze degli enoturisti e dei gourmet. Con VINUMINCANTINA si ha la possibilità di visitare alcune tra le più importanti cantine di Langhe, Roero e Monferrato selezionate da grandi chef che, al termine del tour, prepareranno uno speciale aperitivo abbinato al vino dell’azienda ospitante. L’esperienza è completa di un servizio navetta con andata e ritorno da Alba dalle ore 16.30 alle 20.00 circa.

Il Cortile della Maddalena ospita un’interessante novità: in sala Beppe Fenoglio, raccolte sotto il titolo VINUMINCONTRA, tante occasioni di approfondimento sul mondo del vino, laboratori e presentazioni letterarie per conoscerela storia e la cultura della tradizione vitivinicola.

Nel secondo weekend della manifestazione - dal 28 aprile al 1° maggio in Piazza Michele Ferrero - Vinum ospita la regione vitivinicola delle Alpes-de-Haute-Provence,un’ottima occasione per scoprire il vinoRosé Pierrevert DOC.

Per approfondire la conoscenza di vini ed eccellenze piemontesi, Vinum organizza - tutti i giorni della manifestazione dalle 10.30 alle 20.00 al Palazzo Mostre e Congressi “G. Morra” - L’ISOLA DEI FORMAGGI DOP DEL PIEMONTE. L’info point è organizzato in collaborazione con l’ONAF, Organizzazione Nazionale degli Assaggiatori di Formaggio, il Consorzio di tutela del Formaggio Robiola di Roccaverano DOP e il Consorzio per la tutela del Formaggio Murazzano DOP.

Il Cortile della Maddalena - per tutta la durata della kermesse a partire dalle ore 10.30 - ospita VINUM…BIMBIun’area speciale in cui i più piccoli possono unire il divertimento alla meraviglia della scoperta. Partendo dalla considerazione che i bambini sono i futuri fruitori, nonché amministratori, di un territorio che è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO per la “cultura del vino”, il progetto ludico educativo Vinum…Bimbisi pone l’obiettivo di presentare ai più piccoli il valore del vino attraverso il gioco. I balocchi di legno, realizzati artigianalmente a km 0 dal Parco Didattico “Le colline di Giuca”, presentano in modo innovativo il più antico modo di divertirsi.  Attraverso il gioco viene presentato il ciclo del vino a partire dal vigneto per arrivare alla mescita in bicchiere passando per la raccolta e la pigiatura dell’uva. VINUM…BIMBI è realizzato in collaborazione con l’Associazione Sinergia Outdoor all’interno del progetto Laboratorio Quota Verde. 

Nei giorni di Vinum, inoltre, sarà possibile partecipare a visite guidate della città, concerti, proiezioni cinematografiche, mostre e appuntamenti dedicati a tutta la famiglia. La manifestazione è inserita all’interno del ricco calendario dellaPrimavera di Alba, il grande contenitore di appuntamenti che avvengono dalla fine di marzo all’inizio dell’estate nella capitale delle Langhe.

Per chi volesse organizzare in tempo la propria visita a Vinum sono già disponibili e acquistabili i “carnet”per degustazioni, VINUMINCANTINA e “workshop formaggi e vini” sul sito, aggiornato costantemente, www.vinumalba.com.La formula d’acquisto online dà diritto ad uno sconto. Quest’anno sarà inoltre possibile acquistare lo speciale ingresso VINUM DAY che include tutte le esperienze da vivere nella giornata.

I carnet - così come i coupon degustazione e i biglietti per le visite e i laboratori -  saranno disponibili anche in locoe daranno diritto ad avere una “taschina” completa di calice e permetteranno di visitare i principali musei e le attrazioni turistiche di Alba e dintorni ad un prezzo ridotto.

 

«Sono molto soddisfatta del programma racchiuso in questa nuova edizione di Vinum», dichiara la Presidente dell'Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’AlbaLiliana Allena. «Lo scorso anno la nostra Fiera Nazionale dei vini di Langhe, Roero e Monferrato è uscita dai confini territoriali grazie a VINUMINCANTINA - FOOD&WINE EXPERIENCE, un’occasione stimolante che ha permesso di abbinare la visita a Vinum con l’esplorazione delle bellezze del nostro territorio. Quest’anno non soltanto tornano le visite in cantina abbinate alle prelibatezze dei più importanti chef di Langhe, Roero e Monferrato, ma si consolida il rapporto con la città grazie ai nuovi appuntamenti in sala Beppe Fenoglio. Nella bellissima sala, situata nel Cortile della Maddalena di Alba, saranno tante le occasioni di approfondimento sul mondo del vino. Mi piace pensare che Vinum sia un’occasione di intrattenimento d’alto livello, ma anche di arricchimento esperienziale».

«Rispetto alla precedente edizione di Vinum la nostra città ha ricevuto un riconoscimento molto importante: lo scorso novembre, nel Palazzo Unesco di Parigi, Alba è stata proclamata ufficialmente Città creativa per la gastronomia Unesco.»– ricordano Maurizio Marello Fabio TripaldiSindaco e Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Alba– «E’ nostra intenzione accettare sfide sempre nuove legate al mondo della cucina senza dimenticare l’impegno e l’interesse per realtà consolidate e importanti come Vinum, specchio della nostra eccellenza enogastronomica».

«La partecipazione a Vinum dei consorzi di tutela conferma lo stretto rapporto che lega il vino al territorio di produzione»– commenta Filippo MobriciPresidente di Piemonte Land of Perfection– «la nostra presenza vuole essere un ulteriore passo per consolidare la conoscenza delle denominazioni che rappresentiamo, rivolgendoci ad un target di consumatori appassionati e attenti alla qualità».

Vinum è organizzato dall’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, in collaborazione con il Comune di Alba, l’Ente Turismo Alba Bra Langhe e Roero con il principale supporto dellaRegione Piemonte e dellaFondazione Cassa di Risparmio di Cuneo eil contributo delConsorzio Piemonte Land of Perfection,dellaCamera di Commercio di Cuneo e dellaBanca d'Alba Credito Cooperativo. Preziosa la collaborazione con laLife Italia con laConcessionaria Auto Gino.

Partecipano attivamenteilConsorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, il Consorzio Tutela del Roero, il Consorzio per la Tutela dell’Asti DOCG, ilConsorzio Alta Langa, ilConsorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato, laBottega del Vino di Dogliani, Consorzio di Tutela del Gavi, Consorzio Tutela Brachetto d’Acqui, la Cantina Comunale i Sörì di Diano, iProduttori di Montelupo Albese e Rodello, il Consorzio Tutela Grappa del Piemonte e Grappa di Barolo, laGiostra delle Cento Torri, l’Associazione Commercianti Albesi, l’Associazione Italiana Sommelier sezione Piemonte, l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggio,ilConsorzio di Tutela del Formaggio Robiola di Roccaverano DOP, ilConsorzio per la Tutela del Formaggio Murazzano DOP, l’Accademia Alberghiera di Alba, l’Associazione AMA la Carne, laConfraternita della Nocciola Tonda Gentile di Langa. 

 

LE DEGUSTAZIONI

Le principali piazze della città di Alba sono dedicate alle degustazioni di vino curate dall’AIS, l’Associazione Italiana Sommeliersezione Piemonte (banchi d’assaggio aperti dalle ore 10.30 alle 20.00).

PALAZZO MOSTRE E CONGRESSI “G. MORRA” (PIAZZA MEDFORD 3) -  I GRANDI VINI ROSSI DELLE LANGHE

All’interno del Palazzo Mostre e Congressi “G. Morra” di Piazza Medford si degustano i Grandi Rossi delle Langhe tra cui spiccano il BaroloDOCGe il BarbarescoDOCG. E’ il luogo dove si possono degustare i vini nati dagli antichi vitigni delle colline del territorio alla destra orografica del Tanaro noto come Langhe: Barbaresco DOCG, Barbera d’Alba DOC, Barolo DOCG, Diano d’Alba DOCG Superiore, Dogliani DOCG Superiore, Langhe Freisa DOC, Langhe Nebbiolo DOC, Nebbiolo d’Alba DOC e Verduno Pelaverga DOC. Le degustazioni dei Grandi Rossidelle Langhe sono in collaborazione con il Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e DoglianiA Palazzo Mostre e Congressi è presente anche L’Isola dei Formaggi DOP del Piemonte in collaborazione con l’ONAF (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggio),il Consorzio di Tutela del formaggio Robiola di Roccaverano DOPe il Consorzio per la Tutela del formaggio Murazzano DOP.

PIAZZA GARIBALDI – I VINI DEL MONFERRATO

Piazza Garibaldi ospita i vini del Monferrato, prestigiosa area vitivinicola divisa tra le province di Asti e di Alessandria, patria di numerose produzioni DOC. Questi vini, famosi in tutto il mondo e ovunque apprezzati per il colore, il sapore, la corposità, sono il ricco dono di una terra fertile e generosa. Qui è possibile degustare: Albugnano DOC, Barbera d’Asti DOCG, Cortese dell’Alto Monferrato DOC, Dolcetto d’Asti DOC, Freisa d’Asti DOC, Malvasia di Castelnuovo Don Bosco DOC, Monferrato DOC, Piemonte DOC, Ruchè Castagnole Monferrato DOCG e Terre Alfieri DOC. Degustazioni in collaborazione con il Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato.

PIAZZA RISORGIMENTO – IL ROERO ARNEIS DOCG E IL ROERO DOCG 

In Piazza Risorgimento il Consorzio di Tutela del Roeropresenta due vini: il Roero Arneis DOCG(bianco da uve arneis) e il Roero DOCG(rosso da uve nebbiolo). Il Roero è quella porzione di territorio situata a Nord di Alba, sulla riva sinistra del Tanaro, tra la pianura di Carmagnola e le basse colline dell’Astigiano, terra di arneis e nebbiolo, vitigni su cui si basa la DOCG.

CORTILE DELLA MADDALENA – IL DOLCETTO

Uno dei vini più amati, il Dolcetto, è un antico vitigno autoctono che in Piemonte conta 11 denominazioni di origine, tipicamente di pronta beva per la sua gradevolezza dovuta alla naturale contenuta acidità fissa, evolve esaltando le migliori caratteristiche se mantenuto in cantina e solo dopo un anno di affinamento si può fregiare della menzione Superiore. Nel Cortile della Maddalena si possono assaggiare: Diano d’Alba DOCG, Dogliani DOCG, Dolcetto d’Alba DOC. Le degustazioni sono gestite da: la Bottega del Vino di Dogliani, la Cantina Comunale i Sörì di Diano, i Produttori di Montelupo Albese e Rodelloe dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani.

 

 

CORTILE DELLA MADDALENA – GAVI DOCG E BRACHETTO D’ACQUI DOCG

Per chi desidera una alternativa ai vini rossi nel Cortile della Maddalena spazio anche per un bianco secco e leggero con un buon tenore di acidità del Monferrato, il Gavi o Cortese di Gavi, una DOCG nella zona del comune di Gavi ottenuto da uva Cortese. Può essere invece definito una sorta di moscato rosso il Brachetto, DOCG ottenuta dal vitigno Brachetto nella zona di Acqui, che ha un sistema di produzione analogo a quello dell’Asti o del Moscato d’Asti, a seconda che si tratti della versione spumante o frizzante. Nel cortile della Maddalena di possono assaggiare: Gavi DOCG, Brachetto d’Acqui DOCG. Le degustazioni sono gestite da Consorzio di tutela del Gavi e Consorzio Tutela Brachetto d’Acqui. 

PIAZZA MICHELE FERRERO – I PRODUTTORI DELLA PIERREVERT ROSÉ ALPES DE HAUTE PROVENCE

nel secondo weekend di Vinum

 

In Piazza Michele Ferrero Vinum ospita, nei giorni 28, 29, 30 aprile e 1° maggio, la regione vitivinicola delle Alpes-de-Haute-Provence che presenta il vino Rosé Pierrevert DOC.

PIAZZA MICHELE FERRERO – ASTI SPUMANTE DOCG e MOSCATO D’ASTI DOCG 

con la NOCCIOLA PIEMONTE IGP e la frutta LIFE

 

In piazza Michele Ferrero spazio per l’Asti Spumante DOCG, celebre in tutto il mondo per le sue bollicine dolci, insieme al Moscato d’Asti DOCG, con i suoi ineguagliabili aromi e profumi che ne hanno fatto una delle produzioni iconiche del territorio piemontese. Entrambi i vini sono portatori di una storia tutta italiana, fatta di gesti impeccabili, rispetto per la tradizione e miglioramenti costanti. La Piazza ospita anche la Nocciola Piemonte IGP, vera e propria eccellenza mondiale, ricercata da pasticceri e grandi chef e apprezzata dagli amanti del gourmet. In collaborazione con il Consorzio per la Tutela dell’Asti DOCG, la Confraternita della Nocciola Tonda Gentile di Langae la Life, azienda leader del settore produttrice e distributrice di frutta secca, essiccata e disidratata con sede a Sommariva Perno.

PIAZZA MICHELE FERRERO – LE GRAPPE 

In piazza Ferrero è presente anche l’Istituto Grappa Piemontecon degustazioni di grappa e distillati. Personale ANAG (Associazione Nazionale Assaggiatori Grappe) sarà presente al Gran Banco d’Assaggiooffrendo anche informazioni specifiche sui prodotti e sulle aziende produttrici. Le preziose degustazioni di grappe, prodotte dalle diciannove aziende aderenti al Consorzio Tutela Grappa del Piemonte e Grappa di Barolo, permettono un affascinante viaggio gustativo. Distillati giovani, invecchiati in diversi legni, grappe con le erbe e tanti altri prodotti potranno regalare un’approfondita conoscenza di questo splendido prodotto unicamente italiano, eccellenza del nostro Paese.

PIAZZA SAN PAOLO – I VINI BIANCHI DELLE LANGHE

Il banco d’assaggio dei vini bianchi prodotti nelle Langhe è allestito in Piazza San Paolo che per il primo anno entra a far parte del circuito di degustazioni. Grazie alla sua elevata qualità il Langhe, da denominazione di ricaduta, ha saputo ritagliarsi, nel corso degli anni, degli spazi molto importanti nel mercato mondiale. Si possono degustare: Langhe Arneis DOC, Langhe Bianco DOC, Langhe Chardonnay DOC, Langhe Favorita DOC, Langhe Nascetta DOC e Langhe Sauvignon DOC. Degustazioni in collaborazione con il Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani.

BAR DI ALBA – APERITIVI DI VINUM CON LE BOLLICINE DELL’ALTA LANGA

Gli APERITIVIDIVINUMhanno per protagonista l’Alta Langa, lospumante a metodo classico prodotto a cavallo tra le province di Asti, Alessandria e Cuneo, con vigneti ad almeno 250 metri di altitudine e un affinamento di 30 mesi, diventando lo spumante secco di qualità dell'intero Piemonte, in abbinamento a sfiziosi finger food. Tutti coloro che saranno in possesso del carnet degustazioni di Vinum potranno consegnare l’apposito ticketai bar* della cittàche aderiscono all'iniziativa e ottenere lo speciale aperitivo al costo convenzionato di Euro 4,00. L’iniziativa è in collaborazione con il Consorzio Alta Langa, l’Associazione Commercianti Albesi e l’Associazione Alba Sotto le Torri – Commercianti del Centro Storico.

 

* BAR CONVENZIONATI: 

Bar Roma- Via Don Alberione 3/b

Caffè - Il Mondo del Caffè- Piazza M. Ferrero 3/c

Caffè Porta Garibaldi- Piazza Garibaldi 3/a

Caffè Savona- Piazza M. Ferrero 2/a

Enoclub- Piazza M. Ferrero 4

Hemingway Cocktail Restaurant- Via Mandelli 3/b

L’insolito Caffè- Piazza Pertinace 9/a

Risiè Tasting Shop & Bar - Piazza M. Ferrero 5

Vincafè- Via Vittorio Emanuele 12

 

STREET FOOD ËD LANGA 

Accanto alla qualità dei vini Vinum offre la ghiotta occasione di assaggiare una versione del tutto particolare e inedita di street food, espressione di una tradizione gastronomicaunica. Prodotti di altissima qualità, cucinati sul momento con la cura dei grandi ristoranti, che si possono gustare passeggiando insieme ad un buon calice di vino. In collaborazione con iBorghi di Alba aderenti allaGiostra delle Cento Torri, con l’Accademia Alberghiera di Alba e con l'Associazione Macellai Albesi.

 

 

WORKSHOP: I FORMAGGI E I VINI DEL TERRITORIO

Il Palazzo Mostre e Congressi “G. Morra” di Piazza Medford ogni giorno di Vinumalle 11.30accoglie speciali laboratori su I FORMAGGI E I VINI DEL TERRITORIO, un incontro in cui la conoscenza diventa un piacere. Le degustazioni, curate dall’ONAF (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Formaggio) insieme all’enologo Lorenzo Tablinoe ad un sommelier, sono un’esperienzasensoriale con l'assaggio guidato di formaggi freschi, erborinati e stagionati in abbinamento a grandi vini del territorio.

 

21 aprile: FORMAGGI FRESCHI, Piemonte Chardonnay DOC 2017, Langhe Favorita DOC 2017, Metodo Classico Brut DOCG

22 aprile: FORMAGGI STAGIONATI, Dolcetto d’Alba DOC 2017, Barbera d’Alba DOC 2017, Langhe Nebbiolo DOC 2014

25 aprile: FORMAGGI ERBORINATI, Piemonte Moscato Passito 2007, Asti Spumante, Moscato d’Asti DOCG 2017

28 aprile: FORMAGGI FRESCHI, Roero Arneis DOCG 2017, Alta Langa Brut 

29 aprile: FORMAGGI STAGIONATI, Barolo DOCG 2014, Barbera d’Asti DOC 2017, Barbera d’Asti DOC 2016

30 aprile: FORMAGGI ERBORINATI, Brachetto d’Acqui DOCG 2017, Malvasia Casorzo DOC 2016, Birbet 2017

1° maggio: FORMAGGI FRESCHI, Langhe Nascetta DOC, Langhe Chardonnay DOC, Nebbiolo d’Alba Brut Rosè DOC  

 

VINUM INCONTRA

 

Il Cortile della Maddalena ospita un’interessante novità: in sala Beppe Fenoglio tante occasioni di approfondimento sul mondo del vino, laboratori e presentazioni letterarie per conoscere la storia e la cultura della tradizione vitivinicola.

 

PROGRAMMA:

21 aprile: 

alle ore 16.00 Il coraggio di guardare nelle profondità: presentazione del libro “Dodici ricordi e un segreto” di Enrica Tesio, a cura dello Zonta Club Alba Langhe Roero

alle ore 18.00 workshop curato dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani

22 aprile: 

alle ore 16.30 workshop dal titolo "Freisa di Chieri masterclass" a cura di Luca Balbiano e Gianpiero Gerbi per il Consorzio Freisa di Chieri DOC

25 aprile: 

alle ore 16.00 workshop dal titolo “Le bollicine del Consorzio Alta Langa” curato dal Consorzio Alta Langa

alle ore 18.00 incontro dal titolo ““Il Barolo come lo sento io” a cura di Massimo Martinelli

28 aprile: 

alle ore 16.00 workshop curato dalla Bottega del Vino di Dogliani, la Cantina Comunale i Sörì di Diano, i Produttori di Montelupo Albese e Rodello.

alle ore 18.00 workshop curato dal Consorzio per la tutela dell’Asti Docg

29 aprile: 

alle ore 16.30 workshop curato dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani

 

30 aprile: 

alle ore 16.00 incontro dal titolo “Storie di vite, Vinum incontra il sociale” a cura della Società Cooperativa Sociale ONLUS Progetto Emmaus

alle ore 18.00 verticale sulla Barbera d’Asti a cura del Consorzio Barbera d'Asti e vini del Monferrato

1° maggio: 

alle ore 16.00 workshop dal titolo “Il Roero e il suo territorio: le menzioni geografiche aggiuntive” curato da Vittorio Manganelli per il Consorzio Tutela del Roero

alle ore 18.00 workshop sulle grappe curato dal Consorzio Tutela Grappa del Piemonte e Grappa di Barolo

 

VINUM…BIMBI (tutti i giorni di Vinum)

 

VINUM BIMBI torna con l’obiettivo di presentare ai bambini il “valore VINO” per il territorio di Langhe, Roero e Monferrato attraverso il gioco. Perché se i bambini sono gli adulti di domani devono imparare divertendosi, fin da piccoli e piccolissimi, a conoscere e rispettare le caratteristiche e le potenzialità della propria terra. VINUM BIMBI, realizzato in collaborazione con l’associazione Sinergia Outdoor all’interno del progetto Laboratorio Quota Verde, sarà presente tutti i giorni di Vinumnel Cortile della Maddalena dalle 10.30 alle 20. Info: www.vinumalba.com

 

L’ISOLA DEI FORMAGGI DOP DEL PIEMONTE (tutti i giorni di Vinum)

 

L’Isola dei Formaggi, inserita all’interno del Palazzo Mostre e Congressi, è la grande vetrina della produzione casearia piemontese. Aperta tutti i giorni di Vinum in collaborazione con l’ONAF (Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Formaggio)che terrà un info point sul vino, il Consorzio di Tutela del formaggio Robiola di Roccaverano DOPe il Consorzio per la Tutela del formaggio Murazzano DOP. Info: www.vinumalba.com

 

VINUMINCANTINA - FOOD&WINE EXPERIENCE 

Un’esperienza ideata per soddisfare le esigenze degli enoturisti e dei gourmet. Con VINUMINCANTINA si ha la possibilità di visitare alcune tra le più importanti cantine di Langhe, Roero e Monferratoselezionate da grandi chefche, al termine del tour, prepareranno uno speciale aperitivo abbinato al vino dell’azienda ospitante. L’esperienza è completa di un servizio navetta con andata e ritorno da Alba, in Piazza Medford, dalle ore 16.30 alle 20.00 circa per tutti i giorni di Vinum.

 

SABATO 21 APRILE 

CANTINA TENUTA CARRETTA (Piobesi d’Alba)

aperitivo con * Flavio Costa del Ristorante 21.9

 

CONTRATTO (Canelli) 

aperitivo con * Luca Zecchin del Ristorante Giudo da Costigliole 

 

DOMENICA 22 APRILE

CAVALLOTTO TENUTA BRICCO BOSCHIS (Castiglione Falletto) 

aperitivo con * Marc Lanteri del Ristorante Al Castello

 

SORDO GIOVANNI (Borgata Garbelletto – Castiglione Falletto) 

aperitivo con * Andrea Larossa del Ristorante Larossa 

 

MERCOLEDÌ 25 APRILE

MARCHESI ALFIERI (San Martino Alfieri) 

aperitivo con * Walter Ferretto del Ristorante ll Cascinalenuovo

 

SILVIO GRASSO (La Morra)

Aperitivo con * Andrea Ribaldone dell’Osteria Arborina 

 

SABATO 28 APRILE

FONTANAFREDDA (Serralunga D’Alba)

aperitivo con * Ugo Alciati del Guido Ristorante – Villa Contessa Rosa

 

CORDERO DI MONTEZEMOLO (La Morra)

aperitivo con Alessandro Neri del Ristorante Il GrecAle  

 

DOMENICA 29 APRILE

CANTINA RENATO RATTI (Frazione Annunziata - La Morra) 

aperitivo con * Damiano Nigro del Ristorante Damiano Nigro

 

DAMILANO (Barolo)

aperitivo con * Massimo Camia del Ristorante Massimo Camia

 

LUNEDÌ 30 APRILE

GIOVANNI ALMONDO (Montà)

aperitivo con Andrea Ferrucci del Ristorante Marcelin 

 

CASCINA CHICCO (Canale) 

aperitivo con Stefano Paganini del Ristorante Alla Corte degli Alfieri

 

MARTEDÌ 1° MAGGIO

CECILIA MONTE (Neive)

aperitivo con Alessandro Capalbo del Ristorante Campamac Osteria di Livello 

 

ORLANDO ABRIGO (Treiso)

aperitivo con * Francesco Oberto del Ristorante Da Francesco 

 

ALTRI APPUNTAMENTI

 

Soffio di divina bellezza - Il suono diventa soffio e si trasforma in profumo(tutti i giorni di Vinum)

L’esposizione - aperta dalle 10.30 alle 20.00 tutti i giorni di Vinum nel Palazzo Banca d’Alba - è dedicata al patrimonio olfattivo di Langhe, Roero e Monferrato. Attraverso l’installazione di grandi megafoni che consentono all’ospite di entrare e sedersi all’interno di essi, viene offerta la possibilità di indagare il territorio. L’idea è quella di celebrare il paesaggio culturale con un’esperienza multisensoriale: l’esplorazione sonora è sostenuta e valorizzata dall’olfatto che ne amplifica il messaggio di bellezza attraverso un sussurro profumato. 

La mostra è ideata da Acqua diCherasco Home Fragrances. Info: www.acquadicherasco.com

 

VALELAPENA (tutti i giorni di Vinum) 

VALELAPENA è il progetto di agricoltura sociale nato dalla collaborazione tra il Ministero della Giustizia, la Casa di Reclusione d’Alba, l’Istituto Enologico d’Alba, il Comune di Alba e Syngenta che coinvolge alcuni detenuti nelle attività di cura del vigneto interno al carcere. Da questa straordinaria esperienza è nato un libro fotografico, curato dal giornalista Luigi Dall'Olioe dal fotoreporter Armando Rotoletti: alcuni scatti saranno esposti in una mostra che permetterà di riflettere sul ruolo fondamentale dell'agricoltura come occasione di riscatto umano, psicologico e sociale.

 

Il Tempo del Vigneto (tutti i giorni di Vinum) 

Il Palazzo Mostre e Congressi ospita la celebre mostra fotografica con cui Enzo Massa racconta la coltivazione della vite nei territori di Langhe Roero e Monferrato. Una selezione di immagini che svelano la bellezza paesaggistica e umana della gente di collina, la fatica e la dedizione al vino di un’intera comunità. La mostra è un viaggio sentimentale tra ricordi e natura, uomini e storie, uniti dalla fatica e dalla passione per la terra. Info: www.vinumalba.com

 

Alba Sotterranea (tutti i giorni di Vinum)

Un tour alla scoperta delle radici sotterranee della città in compagnia di un archeologo professionista, con visite all’antico tempio, al teatro e al foro di epoca romana, il primo fonte battesimale e le torri medievali scomparse. Tutti i giorni di Vinum dal mattino al pomeriggio. Info: www.ambientecultura.it 

 

Visite alla Chiesa di San Giovanni (tutti i giorni di Vinum)

San Giovanni Battista, dopo la Cattedrale di San Lorenzo e l’ormai scomparsa Santa Maria del Ponte, èla chiesa più antica di Alba. Nonostante dell’antico edificio di fondazione medievalesia sopravvissuto ben poco, sono invece numerose e spesso di grande pregio le opere d’arte antiche in esso conservate. Visite guidate tutti i giorni di Vinum dalle 14.30 alle 18.00. Info: www.sangiovannialba.it

 

Mercato della Terra (tutti i giorni di Vinum)

Per gli appassionati del km 0 e dei prodotti agricoli di alta qualità il Mercato della Terradi Alba è un piccolo scrigno di leccornie. La manifestazione, realizzata in collaborazione con il Comune di Alba e la condotta Slow Food di Alba, vuole avvicinare i consumatori ai produttori per sensibilizzare alla filosofia del “buono, pulito e giusto”. Il mercato, che offre agli appassionati dei prodotti a km0 e agli enoturisti, l’opportunità di conoscere e acquistare prodotti agricoli di altissima qualità,si svolge in piazza Elvio Pertinace tutti i giorni di Vinumdalle 9.00 alle 18.00. Info: www.vinumalba.com

 

Piazza San Paolo in festa (tutti i giorni di Vinum)

Il Comitato di Piazza San Paolo, dalle 10.30 alle 20.00 per tutti i giorni di Vinum, presenta “Piazza San Paolo in Festa”, con i Vini Bianchi delle Langhe, lo Street Food ëd Langa, degustazioni d’eccellenza, intrattenimento musicale e la mostra mercato di florovivaismo. Il 25 aprile e il 1° maggio dalle 15.00 alle 18.00, “Fiabolandum” pomeriggio dedicato ai più piccoli entrando in un mondo fatato con Daniela Febino e il Collettivo Scirò. 

Info: www.vinumalba.com

 

Alla scoperta del Museo diffuso "Pinot Gallizio" (21 e 28 aprile)

Apertura straordinaria e gratuita del Centro Studi Beppe Fenoglio, della Sala del Consiglio Comunale, della Sala Beppe Fenoglio e del Teatro Sociale Giorgio Busca: quattro siti culturali del centro storico che conservano opere dell’artista albese Pinot Gallizio. Alle 16.30, con partenza dal Centro Studi Fenoglio (Piazza Rossetti, 2), tour guidato alla scoperta del Museo Diffuso Gallizio. Info: www.centrostudibeppefenoglio.it

 

45 metri sopra Alba (21 aprile)

A partire dalle ore 15 visita nei sotterranei della Cattedralee al doppio campanile romanico per ammirare dall’alto la “città dalle 100 torri”. Info: Colline&Culture 349 1573506– 345 7642123

 

Imag-e tour (21 aprile) 

La seconda edizione del tour riservato ai veicoli elettrici farà tappa ad Alba sabato 21 aprile. 

Per partecipare al percorso, che attraverserà alcuni tra i luoghi più suggestivi delle Langhe, sarà possibile utilizzare la propria e-bikeoppure provarla a condizioni agevolate presso i noleggiatori aderenti all’evento. Il ritrovo è dalle ore 8.30 alle 9.30 in Via Vivaro 49 (davanti alla Fondazione Ferrero). Alle ore 12.30 gli e-bikers si ricongiungeranno con gli altri partecipanti del tour in Piazza Rossetti per un’esposizione di veicoli elettrici.

Info: www.workshop-image.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Marching Band (21/22 e 29 aprile)

A partire dalle ore 11.30 la città si anima con la musica e l’allegria delle bande del territorio. Dopo un concerto itinerante tra le vie cittadine, le bande si fermeranno alle ore 15.30 per un concerto finale nelle piazze di Alba. Il 21 aprile si esibirà la Banda Musicale Città di Alba"Ars et Labor" mentre domenica 22 toccherà alla Banda Musicale “La Montatese”di Montà d’Alba. Un salto al weekend successivo per trovare domenica 29 aprile la Banda Musicale "Giuseppe Gabetti"di La Morra. Info: www.vinumalba.com

 

Alba International Piano Festival (22 e 29 aprile)

Alle ore 11 nella Chiesa di San Giuseppe si apre il sipario sull’arte della tastiera con l’esibizione di artisti affermati e giovani talenti. Una nuova iniziativa realizzata da Alba Music Festival e Centro Culturale San Giuseppe. Info: www.albamusicfestival.com

 

Scorribande di Burattinarte (25 aprile)

Comicità, danza, equilibrismo, canto e dialoghi muti nel programma di Burattinarte

Ospiti:Silence Teatro, Galirò One Man Band e “I grassoni”. Info: www.burattinarte.it

 

1/4 di Vinum Maratona (27 aprile)

Venerdì 27 aprile, con ritrovo alle ore 18.00 in piazza Prunotto, è in programma la Maratona 1/4 di Vinum, organizzata dall’A.S.D. Club 42,195. La nona edizione della manifestazione podistica non competitiva a scopo benefico si snoderà in un percorso cittadino tra le vie del centro storico e l’oasi naturalistica del parco Tanaro Baden-Powell. Il ricavato della manifestazione sarà devoluto all’AIDO Associazione Italiana per la Donazione degli Organi, tessuti e cellule ONLUS Sezione Provinciale di Cuneo. Info: www.club42125.it

 

Le giornate del cinema 2018 - Alba Film Festival (dal 27 al 30 aprile)

Uno storico festival dedicato al cinema d’autore, al cortometraggio e agli eventi speciali da venerdì 27 a lunedì 30 aprile in sala Vittorio Riolfo con ingresso gratuito. Programma e info sul sito: www.albafilmfestival.org

 

International Jazz Day – UNESCO (28, 29 e 30 aprile)

Organizzato dall’Associazione Milleunanota, l’International Jazz Day prevede performance musicalinel centro storico della città. Il programma definitivo delle giornate è consultabile su: www.milleunanota.com

 

Gioco dell’oca. Divertimento nelle sale del Museo (29 aprile)

Cosa si nasconde sotto il pavimento della Cattedrale di Alba? Tocca ai bambini (dai 5 ai 12 anni) scoprirlo giocando al grande gioco dell’oca nelle sale del Museo Diocesano alle ore 16. 

Info: www.mudialba.it

 

Concerto “Musiche Giovani” (30 aprile)

Lunedi 30 aprile alle 15.30 in Piazza Risorgimento concertoa cura dell’orchestra dell’indirizzo musicale dell’Istituto Comprensivo Quartiere Moretta. Info: www.vinumalba.com

 

Bandiere per un Amico (1° maggio)

In Piazza Risorgimento, martedì 1° maggio alle ore 10.00, sbandieratori e musicialbesi si ritroveranno per celebrare una giornata all'insegna dell'amicizia e dello spettacolo. Info: www.vinumalba.com

 

Caccia al Tesoro nella Langa del Barolo (1° maggio)

Un grande gioco a squadre, organizzato da Turismo in Langa, che porterà i partecipanti in giro per le colline tra cantine, borghi e strutture ricettive. La Caccia al Tesoro si svolge nella giornata di martedì 1° maggio nel cuore della Strada del Barolo® con ritrovo ad Alba, in Piazza Medford, a partire dalle 10. Info: www.turismoinlanga.it

 

INGRESSO E MODALITA’ DI ACQUISTO

L’ingresso a Vinum è gratuito. Per degustare è possibile acquistare un carnet che include un calice, una taschina porta-bicchiere e 15 degustazioni da effettuare in tutte le piazze. Il carnet dà diritto ad uno sconto sugli Aperitivi di Vinum con l’Alta Langa e agevolazioni sugli ingressi presso il Wimu, il Museo del Vino di Barolo, il Museo dei Cavatappi, sempre a Barolo, il Museo delle Langhe di Grinzane Cavour, il Museo F. Eusebio di Alba e ad uno sconto sull’acquisto online di prodotti di frutta secca ed essiccata Life Italia. Con l’acquisto di un biglietto di ingresso alla Torre di Barbaresco e di un calice di Barbaresco si avrà in omaggio il secondo calice.

L’acquisto online dei carnet sul sito www.vinumalba.comoffre prezzi più vantaggiosi, ma ci sono agevolazioni anche per i soci AIS, Fondazione Italiana Sommelier, Go Wine, ONAV, Slow Food, ONAF, per tutti i Consorzi aderenti a Vinum oltre che per i viaggiatori Trenitalia. 

Sia sul sito che alle casse sono disponibili altre soluzioni di acquisto: un carnet che include l’esperienza VINUMINCANTINA, ma anche singoli biglietti per VINUMINCANTINA e per il workshop sui Formaggi e i Vini del Territorio. Alle casse di Vinum saranno inoltre acquistabili coupon da 2 o 4 degustazioni. I carnet e i coupon sono utilizzabili per tutta la durata della fiera. Sarà possibile acquistare anche VINUM DAY lo speciale biglietto che include tutte le esperienze da vivere nella giornata: carnet degustazione completo, VINUMINCANTINA e workshop dei Formaggi e Vini del territorio.

 

maggiori informazioni sul sito: www.vinumalba.com

ENTE FIERA INTERNAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO D’ALBA
Piazza Medford 3, Alba (CN) - Tel. +39 0173 361051 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

ufficio stampa:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Elisa Giordano 333 8727763 - Cocchi Ballaira 335 6831

A VINITALY IL LESSINI DURELLO FESTEGGIA L'INGRESSO NEL CERVIM

 

 

 

 

 

La Lessinia Orientale e in particolare gli areali coltivati a durella, per pendenze ed esposizioni rispettano tutti parametri della viticoltura eroica

 

Il Cervim, l’istituto nazionale per la valorizzazione della Viticoltura Montana, ha accolto tra i propri associati il Consorzio Tutela Vino Lessini Durello. L’associazione nata 30 anni fa ha come scopo quello della protezione e promozione della viticoltura eroica, e vi fanno parte regioni ed organismi regionali, nazionali ed esteri.

 

Una condivisione di intenti quella tra le due istituzioni, che le vede accumunate nel compito di dare risalto e conoscenza a tutte quelle realtà spesso considerate marginali, in quanto rappresentano solo il cinque per cento della superficie viticola totale europea, ma che sono un esempio di passaggio di pratiche agricole e di tradizioni locali che sempre di più meritano di essere preservate. «Quando parliamo di viticoltura di montagna – dice Roberto Gaudio, presidente del Cervim- dobbiamo ricordarci che essa ha delle implicazioni importanti sull’economia, la società, l’ambiente e la cultura di molte regioni e nazioni. E questo non è certo un fattore secondario».

 

Vitigni originali, manualità, tradizioni, piccole aziende, pendenze estreme definiscono le caratteristiche dell’agricoltura dell’Alta Lessinia – spiegaAlberto Marchisio, presidente del Consorzio - Il territorio del Lessini Durello rientra a pieno titolo nell’ambito della viticoltura di Montagna, insieme a un’uva autoctona di origine antichissima e l’impossibilità della meccanizzazione sui terrazzamenti vulcanici dove cresce la durella.Una sfida quella della valorizzazione di questo vitigno che per le sue caratteristiche ben si presta alla spumantizzazione e che cresce agevolmente anche ad altitudini considerate elevate.

 

Del Lessini Durello e della viticoltura di montagna ne parleremo a Vinitaly al pad 5 stand G4-G7 lunedì 16 aprile alle ore 17:00, invece martedì 17 aprile sempre alle ore 17 sarà protagonista il Monti Lessini Metodo Classico.

 

Sarà presentata infatti dal presidente Alberto Marchisioe da Andrea Gorila nuova struttura dei disciplinari della DOC, con la distinzione tra i due metodi di produzione, italiano e classico; una scelta fatta per sviluppare il potenziale di entrambi i prodotti e permettere una comunicazione più chiara per il consumatore finale. 

 

Vigne di montagna e nuovi disciplinari:

tutto il nuovo del Durello

VINITALY 2018   15-18 Aprile 2018

PAD 5 G 4 - 

Domenica 15 Aprile

Ore 14:30- 15:30

OBIETTIVO MERCATO 

Buyer internazionali provenienti da Asia, Nord America e Nord Europa incontrano le aziende. Degustazione in inglese nell’area espositiva con i buyers internazionali.

In collaborazione con VERONA FIERE e ICE.

Ore 16:30- 17:30

OBIETTIVO MERCATO 

Buyer internazionali provenienti da Asia, Nord America e Nord Europa incontrano le aziende. Degustazione in inglese nell’area espositiva con i buyers internazionali.

In collaborazione con VERONA FIERE e ICE.

Lunedì 16 Aprile

Ore 17,00 Durello Time

Autentici autoctoni di montagna – il CERVIM e le vigne dell’alta Lessinia – La Durella, la Saccola, il Pinot Nero

Vigne adatte a climi freddi e a alti areali di collina. Ne parliamo conRoberto Gaudio, presidente CERVIM,  Alberto Marchisio, presidente del Consorzio Tutela vino Lessini Durello e Ermanno Murari, agronomo

Martedì 17 Aprile

EMOZIONI, VINO E VIRALITA’ NEL DIGITALE

Un’indagine neuroscientifica per studiare i comportamenti dei consumatori. C’è legame tra territorio e emozione? Il consumatore è disposto a pagare di più? Matteo Sgaravatodella Sgaravato SRLattraverso tecniche innovative, cercherà di rispondere a queste domande. 

Ore 10:00- 11:00

OBIETTIVO MERCATO 

Buyer internazionali provenienti da Asia, Nord America e Nord Europa incontrano le aziende. Degustazione in inglese nell’area espositiva con i buyers internazionali.

In collaborazione con VERONA FIERE e ICE.

Ore 12:00- 13:00

OBIETTIVO MERCATO 

Buyer internazionali provenienti da Asia, Nord America e Nord Europa incontrano le aziende. Degustazione in inglese nell’area espositiva con i buyers internazionali.

In collaborazione con VERONA FIERE e ICE.

Ore 15:00 – Sala Tulipano

VULCANICI SI NASCE

Degustazione a cura delle donne della vite, 15 vini, 15 territori vulcanici da Italia e dal Mondo

Ore 17:00 DURELLO TIME

A PROPOSITO DEL MONTI LESSINI METODO CLASSICO

Quando il metodo classico diventa territorio. Con Andrea Gori, penna di Intravino

Mercoledì 18 Aprile

Ore 10:30 – 13:30

A tavola con le strade del vino – presso lo stand della regione Veneto pad 4 D4-E4

Ore 14:00 Momento Magum

 

Lucia Vesentini

LE FAMIGLIE STORICHE OSPITANO VINITALY INTERNATIONAL ALLA BOTTEGA DEL VINO DI VERONA

 

 

 

Un tasting speciale firmato Famiglie Storiche per gli studenti dei corsi internazionali VIA

 

Le Famiglie Storiche si preparano alla 52° edizione di Vinitaly puntando all'internazionalità. Dopo il tour invernale in Canada e Stati Uniti l'Associazione continua a investire per valorizzare uno dei più grandi vini rossi d'Italia.

Le Famiglie Storiche (Allegrini, Begali, Brigaldara, Guerrieri Rizzardi, Masi, Musella, Speri, Tedeschi, Tenuta Sant'Antonio, Tommasi, Torre d'Orti, Venturini e Zenato) si preparano per la 52° edizione di Vinitaly (Verona 15-18 aprile) inaugurando l'avvio dei prestigiosi corsi di specializzazione VIA(Vinitaly International Academy). Lo scorso 5 aprile, infatti, le Famiglie Storiche hanno ospitato 60 aspiranti ambasciatori del vino italiano nel mondo, provenienti da 20 nazioni, nella suggestiva cornice dell'Antica Bottega del Vino di Verona. In degustazione 17 referenze di Amarone Docg (tra queste anche Riserve, annate speciali e nuovi esordi) firmate dalle 13 Famiglie Storiche, per conoscere così da vicino una fra le più importanti e prestigiose Denominazioni d'Italia.

 

I corsi VIA di primo e secondo livello sono realizzati grazie al supporto organizzativo e professionale di Vinitaly International e sostenuti da un prestigioso comitato scientifico composto da Stevie Kim, managing director di Vinitaly International e Ian D'Agata, scientific director. L'obiettivo della formazione, che prevede dei periodi di permanenza in Italia, è offrire un approfondimento sul vino del nostro Paese, imparando a riconoscerne ricchezza e complessità, formando così degli Italian Wine Ambassador capaci di portare e trasmettere la strepitosa ricchezza del nostro vino in ogni angolo del mondo. La certificazione VIA, ottenuta dopo un percorso di studi che prevede anche un severo test finale, è riconosciuta a livello internazionale e, in nove anni, è stata conseguita da 130 candidati.

 

«È stato un piacere per noi accogliere gli studenti dei corsi VIA in un luogo storico, considerato da tutti i cultori del vino un must stopa Verona. Grazie a Vinitaly Internationalabbiamo avuto la possibilità di far conoscere i nostri vini Amarone, punti di riferimento di una delle denominazioni più rappresentative dell’eccellenza del vino Italiano»spiegaMaria Sabrina Tedeschi, Presidente de Le Famiglie Storiche«Fin dalla fondazione dell’Associazione la nostra missionè divulgare la preziosa arte del produrre Amarone, arte che le nostre famiglie – in quanto produttori da generazioni – da lungo tempo conoscono, applicano e custodiscono.Per noi è fondamentale che la tradizione sia sempre accompagnata all’innovazione, al fine di salvaguardare il territorio e le varietà autoctone. La nostra esperienza evidenzia sempre maggior interesse dell’operatore di settore e del consumatore a conoscere la storia del prodotto, il terroire le diverse fasi produttive, come anche gli abbinamenti alle cucine internazionali.».

 

«Per molti la Bottega del Vino è sinonimo di Vinitaly, una delle destinazioni più gettonate durante i giorni di fiera, sia per gli appassionati di vino sia per i professionisti del settore. A gran richiesta, abbiamo deciso di dare il via alla quarta edizione della Vinitaly International Academy(VIA) nel cuore di Verona, esattamente dove tutto è iniziato ormai tre anni fa», ha detto Stevie Kimmanaging director di Vinitaly International. «Credo che sia un modo informale e autentico per far conoscere ai nostri candidati non solo la cultura e le tradizioni locali, ma anche il vino italiano più in generale. Posso finalmente dire che per noi la maratona Vinitaly è ufficialmente iniziata!».A Vinitaly i 13 soci de Le Famiglie Storiche si presenteranno uniti in un immaginario percorso che sostiene e promuove a gran voce l'Amarone di qualità e prodotto secondo le regole dell'arte. Durante la Fiera le Famiglie Storiche organizzano eventi, tasting e degustazioni guidate per presentare nuovi vini, progetti o annate di particolare interesse, ciascuna con l'obiettivo di esaltare le produzioni che hanno reso famosa la Cantina nel mondo. Ricordiamo a chi volesse partecipare o ricevere informazioni di consultare il sito internet dell'azienda o di contattare direttamente la Cantina.

 

Le Famiglie Storiche a Vinitaly

 

Allegrinipadiglione 6 stand E5, Begalipadiglione 4 stand C3, Brigaldarapadiglione 6 stand B4, Guerrieri Rizzardipadiglione 8 stand L5, Masi padiglione 7 stand C3, Musellapadiglione 7 stand E2, Speripadiglione 4 stand F1, Tedeschipadiglione 4 stand C3, Tenuta Sant'Antoniogalleria 2-3 stand 3, Tommasipadiglione 5 stand D2, Torre d'Ortipadiglione 4 stand G1, Venturinipadiglione 4 stand C3, Zenatopadiglione 4 stand G1/G2

 

Le Famiglie Storiche è un’Associazione nata nel giugno 2009 tra dieci storiche aziende della Valpolicella. Oggi vanta 13 soci, prestigiose aziende vitivinicole che da generazioni sostengono e promuovono il territorio: Allegrini, Begali, Brigaldara, Guerrieri Rizzardi, Masi, Musella, Speri, Tedeschi, Tenuta Sant’Antonio, Tommasi, Torre D’Orti, Venturini e Zenato. Le Famiglie Storiche fonda le proprie radici nei valori di storicità e artigianalità, espresse in ogni accezione e volte a far conoscere e preservare non solo i vini, ma anche una delle più strategiche zone di produzione vitivinicole italiane: la Valpolicella. Tutte le famiglie mettono a frutto un patrimonio di saperi consolidato nel tempo e un impegno costante alla qualità, alla tradizione e all’innovazione per testimoniare questo grande vino. L’ingresso di nuovi Soci ha rafforzato l’interesse e il prestigio dell’Associazione, rendendola oggi un’istituzione riconosciuta e autorevole e sempre più parte attiva nelle scelte a favore dell’Amarone di qualità. www.famigliestoriche.it

 

Elena Caccia 

VIGNE STORICHE, BIODIVERSITA' E PANOVISIONI: IL SOAVE SCRIVE I SUOI PROSSIMI 50 ANNI

 

 

A Vinitaly il Consorzio Tutela Vino Soave presenta un ricco programma di interventi e degustazioni, all’insegna dell’internazionalizzazione e della valorizzazione del paesaggio storico rurale

 

Cinquant’anni di denominazione se consideriamo la legge del 1968 ma molti di più se pensiamo al riconoscimento di primo vino tipico italiano nel 1931 o se ci si riferisce alla Kreigskarte del 1805.

 

Un territorio circoscritto, caratterizzato da piccole aziende, vigne storiche e forti pendenze definiscono oggi le colline vitate del Soave, recentemente riconosciuto come primo paesaggio storico rurale italiano. Una denominazione che in tutti questi anni, in un contesto sempre più competitivo, ha tenuto sul fronte degli ettari e dei mercati e che in questo Vinitaly propone nuovi obiettivi per i prossimi anni.

 

Con l’inserimento nel disciplinare delle unità geografiche aggiuntive (Cru) si va ad arricchire di contenuti ogni singolo areale collinare della denominazione dando a tutti i produttori nuovi strumenti per competere sui mercati.

Con l’imbottigliato in zona si va a dare una rinnovata tutela alle produzioni realizzate nell’ambito del territorio garantendo certezza della tracciabilità e la condivisione delle regole. Vigne storiche e vigne eroiche finalmente riconosciute nell’ambito del testo unico del vino potranno rappresentare uno strumento efficace per salvaguardare lavoro e fatica di chi opera manualmente negli areali in forte pendenza. Infine una sfida finalmente misurabile con il modello di gestione avanzata del Sistema Soave basato sulla valutazione complessiva territoriale della biodiversità funzionale e da un approccio innovativo a contrasto del cambiamento climatico e dell’erosione progressiva dei suoli in forte pendenza.

 

Di seguito gli altri temi che verranno affrontati durante Vinitaly 2018

 

Domenica 15 aprile

I vini del 2017 e i progetti del 2018 nei 50 anni della denominazione. 

 

Si parte alle ore 11:30 con una overture, una enoconferenza tenuta dal direttore del Consorzio, Aldo Lorenzoni dove attraverso l’assaggio di vini icona verranno ripercorse le tematiche più significative, dando parola anche a chi ha contribuito a questi cambiamenti con la propria opera. Dalle vigne storiche all’introduzione dei cru nel disciplinare di produzione, alle panovisioni, ai modelli di sostenibilità, ai progetti innovativi di ricerca come No Rolling Stones e Itaca. Il Soave si conferma una denominazione dinamica e attenta ai bisogni del territorio e delle sue aziende.

 

Dalle 14:30 alle 17:30 – Obiettivo mercato: Distanze azzerate tra buyer internazionali produttori del Soave. Sarà un appuntamento tutto focalizzato sulle opportunità commerciali in Nord Europa, Europa dell’Est, Russia e Cina. Si tratta di un servizio mirato alle aziende e fortemente voluto dal Consorzio del Soave, in collaborazione con Verona Fiere e Ice. 

 

Lunedì 16 aprile

 

Il Soave alla conquista dei mercati

L’intera giornata del lunedi’ è dedicata all’internazionalizzazione con una serie di incontri dedicati al mercato russo e cinese. Nel pomeriggio il Soave incontrerà degli studenti della Burgundy School of Business, interessati all’attività del Consorzio e al suo ruolo nella promozione del territorio. Il Soave infatti esporta la maggioranza della sua produzione, soprattutto in mercati storici quali la Germania o gli Stati Uniti, ma si sta facendo strada anche in Giappone, dove è in costante crescita e in Russia dove dopo un periodo di incertezza è ritornato a essere presente sugli scaffali e nei ristoranti. La formazione dei produttori a essere sempre al passo con i mercati diventa quindi fondamentale per rimanere competitivi e leader nel mercato dei vini bianchi italiani.

 

Martedì 17 aprile

 

Emozioni, vino e viralità nel digitale

Per tutto il giorno sarà presente allo stand lo staff della Sgaravato srl.  La capacità di un vino di far sognare il territorio da cui proviene può essere in grado di suscitare reazioni profonde che alterano la disponibilità a pagare nei clienti. L'analisi che andranno a realizzare prevede che si analizzi il legame territorio - emozioni - viralità e mondo digitale, in modo innovativo e lavorando sulla frontiera della conoscenza umana in questo campo. Verranno realizzate delle indagini di tipo neuroscientifico affiancate ad un approccio comportamentale in grado di evidenziare gli aspetti rilevanti dell'approccio digitale legato al mondo del vino.

 

Per tutta la durata di Vinitaly sarà attiva l’Enoteca Soave, un modo unico per degustare la nuova annata 2017 e le migliori espressioni del Soave 2016 e 2015. All’Enoteca sarà presente un sommelier dedicato per seguire chi voglia conoscere di più sulla denominazione e sul nuovo sistema dei Cru. Etichette in primo piano e informazioni esaustive sono le chiavi del successo di questo spazio che ogni anno attrae grandi numeri di operatori e winelovers.

 

Lucia Vesentini

BRAIDA A VINITALY 2018: TUTTI I SORRISIDI "AI SUMA"

 

 

Appuntamento nel Padiglione 10 Piemonte - Stand N4

 

 

Un attesissimo ritorno: l’Ai Suma 2015, riserva di Barbera d’Asti Docg che rappresenta l’apice della produzione della casa vinicola Braida di Rocchetta Tanaro (Asti), si presenta al Vinitaly di Verona dal 15 al 18 aprile 2018nello Stand N4 del Padiglione 10 Piemonte.

 

Un vino prodotto solo in annate eccezionali e una storia bellissima che parla della capacità enologica ma anche della caparbietà monferrina e del valore dell’amicizia. 


Nella primavera del 1989 Giacomo Bologna aveva fatto un viaggio con Luigi Veronelli in Georgia, la terra che rappresenta la culla storica della viticoltura, e l’autunno successivo aveva invitato in Piemonte una delegazione di georgiani per ricambiare l’ospitalità. 
I georgiani erano attesi per inizio ottobre, ma il loro arrivo slittò oltre la metà del mese. 

Contro il parere di tutti, compreso quello del suo enologo, Giacomo aspettò l’arrivo degli ospiti per vendemmiare con loro i grappoli più belli di un vigneto. Bucce sottili dal colore viola intenso: Giacomo era convinto della sua idea. Disse che se il mercato non avesse capito il vino che sarebbe nato da questa vendemmia tardiva se lo sarebbe bevuto tutto lui.

Si vendemmiò finalmente il 16 ottobre. La sera stessa Giacomo pigiò le uve insieme agli amici sovietici.

“Kaumar gioss”: i brindisi di quella notte a Rocchetta Tanaro parlavano georgiano. 

“Ai Suma!”, ci siamo, commentò emozionato Giacomo Bologna quando assaggiò il vino che era stato sei mesi in carato di rovere francese.

Nasceva una nuova Barbera Braida. 

“Superba Barbera che va gustata con devozione, dacché il vino traluce di commosse memorie” scrisse nella prima retroetichetta di Ai Suma Riccardo Riccardi, conte di Santa Maria di Mongrando.

 

Quell’ultimo capolavoro avrebbe dovuto chiamarsi Bricco Georgia, ma quando fu pronto per essere venduto Giacomo non c’era più e i suoi figli Raffaella e Giuseppe Bologna decisero di legare per sempre al nome del vino l’espressione di soddisfazione usata dal padre al primo assaggio. 

L’etichetta che da sempre veste Ai Suma si ispira a una foto di famiglia, uno scatto in cui Giacomo sorride alla moglie Anna Martinengo.

Per Ai Suma si scelse il sorriso. Duplicato e sistemato a dar forma a una farfalla, quel sorriso esprime – oltre il dialetto, oltre le lingue - il senso puro dell’espressione “Ai Suma”. Quasi un timbro, un’impronta color ceralacca: il sorriso in etichetta è il sigillo del vignaiolo che accompagna il suo vino.

 

In occasione del ritorno di Ai Suma, Braida raccoglierà sui social le storie e i racconti di traguardi raggiunti e di successi. 
Quando avete detto “Ai Suma”, ci siamo? Chi ha il ricordo di un bel successo da condividere, può farlo con un tweet, un post su Facebook o una foto su Instagram con l’hashtag #AiSuma e #BraidaWines.

 

Non solo Ai Suma. A Vinitaly si potrà degustare l'annata 2017 dei rossi giovani, La Monella e Limonte, dei bianchi di Serra dei Fiori Il Fiore, La Regina e Re di Fiori, degli aromatici Moscato d’Asti Vigna Senza Nome eBrachetto d’Acqui.
Montebruna e Il Bacialè saranno in degustazione con l'annata 2016, come le riserve, il Bricco dell'Uccellone e il Bricco della Bigotta

La Grappa invecchiata di Bricco dell'Uccellone invece riporterà l'annata 2014.

 

Ecco un dettaglio vino per vino:

 

La Monella BARBERA DEL MONFERRATO FRIZZANTE DOC 2017

Da un’uva bellissima si è ottenuta una Barbera particolarmente ricca: la resa è stata più bassa rispetto agli anni precedenti, il profumo è intenso, la struttura polposa e la persistenza ottima.  

 

Limonte GRIGNOLINO D’ASTI DOC 2017

L’annata calda ha favorito la maturazione dei semi e dunque la tannicità naturale del Grignolino, che nel Limonte non è mai aggressiva. Colore e profumi si confermano intensi, l’aroma lievemente speziato e fruttato. Appagante al primo impatto. 

 

Montebruna BARBERA D’ASTI DOCG 2016

Dal calice arriva il profumo di un’annata eccezionale, che si caratterizza per la ricchezza e l’eleganza di una spezia raffinatissima. Sapore pieno e profondo. 

 

Bricco della Bigotta BARBERA D’ASTI DOCG 2016

 Nella Bigotta 2016 convivono bene una parte fredda e minerale e una parte calda e carnale. Spezia fine, compattezza olfattiva, ottima definizione. Al naso come in bocca predomina una nota sciroppata molto accattivante. 

Bricco dell’Uccellone BARBERA D’ASTI DOCG 2016

La grande potenza di questa annata si sprigiona in modo prorompente, con forza. È intrigante al naso e mantiene le promesse nell’assaggio, con lunga persistenza. 

 

Ai Suma BARBERA D’ASTI DOCG 2015

Tutta l’eleganza e la concentrazione tipiche dell’annata 2015: note saline, balsamiche, sapidità e alcolicità ben armonizzate con un tannino né troppo amaro né troppo dolce ma assai gradevole.

 

Vigna senza Nome MOSCATO D’ASTI DOCG 2017

Un bouquet ricco e di grande intensità, sorso morbido, aggraziato, di ottima persistenza aromatica. 

 

Brachetto d’Acqui BRACHETTO D’ACQUI DOCG 2017

L’annata ha regalato al vino grande intensità e ampio spettro aromatico insieme a un corpo ricco e di immediata freschezza.

 

I bianchi delle Langhe

La Tenuta Serra dei Fiori nasce nel 1988 a Trezzo Tinella. Sono vigneti a pochi chilometri da Barbaresco e da Alba, ma in quel profilo di Langa più aspra tra ripide colline e boschi, a 450 metri sul livello del mare.

Qui germoglia il progetto dei vini bianchi Braida, da una collaborazione con i fratelli Renzo e Valerio Giacosa, guidati dal docente di viticoltura ed enologia Roberto Macaluso.

Nel 2017, le vigne in alta Langa hanno risposto bene all’estate caldissima: l’altitudine, l’esposizione a oriente e le inversioni termiche notturne hanno protetto le uve dalle temperature torride.

Il risultato sono bianchi che hanno il temperamento degli uomini e delle donne di questi territori che l’Unesco ha dichiarato Patrimonio dell’Umanità.

 

Il Fiore LANGHE BIANCO DOC 2017

La presenza marcata dello chardonnay esalta le note floreali e tropicali. Ottima freschezza e sapidità. 

 

La Regina LANGHE NASCETTA DOC 2017

L’uva Nascetta ha portato bene a maturazione la sua carica di aromi fruttati e il vino esprime sensazioni di pienezza con un’interessante acidità. Nel bicchiere il bouquet è quello delle grandi occasioni, floreale e fruttato intenso con richiami di miele e un’interessante nota minerale; al gusto il tessuto preannuncia freschezza, sapidità e fragranza molto durature. 

 

Re di Fiori LANGHE RIESLING DOC 2017

Da uve raccolte con giornate soleggiate e notti fresche. Al naso spiccano gli agrumi e i frutti tropicali. Al gusto è vivo, vibrante di acidità e di morbidezza. 

 

Grappa Invecchiata di Bricco dell’Uccellone 2014

L’assaggio è emozionante: il profilo sensoriale austero ed elegante rivela il DNA della Barbera e l’essenza del Bricco dell’Uccellone. Gradi alc. 44°. 

 

Per prenotare un appuntamento in fiera scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

BRICCO DELL'UCCELLONE BRAIDA 2015 A OPERA WINE

Tra i 107 vini italiani scelti da Wine Spectator
in degustazione a Verona sabato 14 aprile

 


Ogni anno, la redazione della rivista statunitense Wine Spectator seleziona tra i vini recensiti negli ultimi 12 mesi, una top 100 dei vini Italiani basata sulla qualità, il valore, la disponibilità e l’attenzione suscitata.

Anche in questo 2018, la Barbera d’Asti Docg Bricco dell’Uccellone di Braida compare nella lista, con l'annata 2015. 

In virtù di questo riconoscimento, Braida è tra le cantine selezionate per l’edizione 2018 di Opera Wine (www.operawine.it) che si svolgerà sabato 14 aprile a Verona a Palazzo della Gran Guardia.

Opera Wine è l’unica degustazione che la rivista Usa Wine Spectator organizza in Italia, in collaborazione con Vinitaly, ormai tradizionale e prestigiosa anteprima rispetto al più importante evento italiano dedicato al vino.

 

Oltre alla valutazione positiva di Wine Spectator (93 punti) Bricco dell’Uccellone 2015 ha ottenuto 95 punti dalla rivista inglese Decanter ed è stato segnalato tra i “Top Wine” nella categoria della Barbera per l’Italia sull’app ViVino

Altri riconoscimenti: Platinum al Wine Hunter Award; Super tre stelle de I Vini di Veronelli; Tre Bicchieri nella Guida Vini d'Italia del Gambero Rosso; Cinque grappoli della guida Bibenda; Quattro viti della guida Vitae.

 

 

DALL’AUTUNNO L’OSPITALITÀ BRAIDA 
NEL WINE RESORT A ROCCHETTA TANARO

 

 

Si aprirà il prossimo autunno un nuovo capitolo nell’ospitalità Braida. Oltre alle visite e alle degustazioni nelle cantine storiche di via Roma a Rocchetta Tanaro, con vista sulla barricaia di Ai Suma, Bricco dell’Uccellone e Bricco della Bigotta, ci sarà la possibilità di prenotare degustazioni nei nuovissimi spazi del Wine Resort, immersi tra i vigneti, i boschi e la natura del Monferrato.

 

Con una impagabile vista sui tetti di Rocchetta e sull’ansa del fiume Tanaro, il Wine Resort Braida sorge in una cascina storica (San Bernardo) sulla collina che domina il paese. 

 

Avrà sette stanze per ospitare enoappassionati, coppie, famiglie, gruppi di amici, e spazi comuni curati al dettaglio e progettati per rendere indimenticabile il soggiorno tra i sapori e le bellezze di un territorio unico.

 

 

Marianna Natale

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica