NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Eventi Vino

Successo annunciato per Wine Paris 2020

 

 

Cresce la partecipazione, aumenta l’interesse, l’Italia già rappresentata da conosorzi e associazioni che hanno riconfermato la propria presenza. Il nuovo programma di business matching “Wine Match” aiuterà le aziende ad ottimizzare l’investimento e a ottenere un immediato e tangibile ritorno

 

A 7 mesi dalla sua prima edizione e forte del successo ottenuto, WINE PARIS ritorna a raccontarsi e a far parlare di sé. Preparandosi all’edizione 2020, che si terrà dal 10 al 12 Febbraio a Parigi – Expo, Port de Versailles, il Salone inizia a raccogliere conferme e nuove adesioni. Ad oggi, l’organizzazione stima che convergeranno più di 2.200 espositori e 30.000 visitatori di cui il 35% internazionali.

Sono già 1.800 gli espositori registrati, di cui 300 nuovi. Tutte le regioni viticole francesi hanno confermato la propria partecipazione con in testa importanti presenze come l’Alsazia, la Borgogna, la Champagne – che hanno raddoppiato o triplicato il numero delle aziende partecipanti, seguite dalla Valle del Rodano, dal Beaujolais, da Bordeaux e dalla regione della Nuova Aquitania, dal Sud-Ovest, alla Provenza, al Roussillon, fino al Languedoc e al Pays d-Oc. In crescita anche i produttori internazionali: Italia, Spagna, Portogallo, Argentina, Sud Africa, Croazia, Algeria, Libano… sono solo alcuni dei paesi già registrati a vario titolo al Salone.

L’Italia, nello specifico, torna in forze con una partecipazione crescente. Ad oggi si confermano già le importanti presenze dell’ITA (Italian Trade Agency), del Consorzio Doc delle Venezie, dell’Enoteca Regionale Emilia Romagna, dell’Associazione Puglia in Rosé, di Piemonte Land of Perfection e l’elenco non termina qui.

“La principale ragione per la quale l’Enoteca Emilia Romagna partecipa a WINE PARIS è che gli organizzatori sono affidabili e specializzati nel mettere in contatto le aziende direttamente con i buyer, aspetto fondamentale che vale, da solo, la partecipazione a una fiera” afferma Ambrogio MANZI, Direttore Generale dell’Enoteca Regionale Emilia Romagna.

 

Nel 2019 WINE PARIS è riuscita ad attrarre il 42% di visitatori in più rispetto alle precedenti edizioni di ViniSud e VinoVision Paris. Nel 2020 la fiera continuerà la sua crescita e proseguirà il suo speciale programma “International Hosted Buyers” che assicura la presenza dei più grandi importatori internazionali, provenienti oltre che dagli Stati Uniti, anche dall’Asia e dai mercati in via di sviluppo (Africa, Medio Oriente etc). Per valorizzare queste presenze, WINE PARIS inaugurerà il suo “Wine Match”, un sistema di business matching online, che sarà fruibile da tutti i partecipanti con un unico grande obiettivo: quello di ottimizzare il ritorno dell’investimento grazie ad incontri mirati, su misura e pianificati.

WINE PARIS è nata dall’incontro di due grandi entità: ViniSud e VinoVision Paris. La fusione dei due saloni internazionali, uno vocato al Nord, l’altro al Sud, verso il Mar Mediterraneo, ha dato vita a uno degli appuntamenti più importanti del mondo del vino a livello mondiale, che già alle prime battute ha molto fatto parlare di sé raccogliendo sempre più sguardi di interesse e approvazione.

 

VINISUD è la fiera internazionale di riferimento per i vini meridionali, nata nel 1994 e sostenuta da tutte le associazioni e sindacati del Sud della Francia: CIVL, CIVR, Inter’Oc, Inter-Rhône, IVSO, CIVP e CIV Corse.

VINOVISION PARIS è la fiera professionale internazionale dei vini settentrionali, nata nel 2017 per volere delle organizzazioni interprofessionali viticole della Valle della Loira, del Centro Loira, di Bourgogne, del Beaujolais, dell’Alsazia e dal Sindicato Generale dei Vignerons della Champagne.

 

WINE PARIS, il rendez-vous internazionale dei professionisti del vino a Parigi, è l’unione di VINISUD e VINOVISION PARIS. La prima edizione si è tenuta dal 11 al 13 Febbraio 2019 e ha riunito 2.000 espositori e 26.700 professionisti di cui il 30% internazionali. VINISUD, VINOVISION PARIS e WINE PARIS sono organizzate da COMEXPOSIUM / ADHESION GROUP e sono pilotate da 13 interprofessioni francesi.

I VINI DEI COLLI BERICI FESTEGGIANO I DIECI ANNI DI GUSTUS

 

 

 

 

Banchi d’assaggio, degustazioni e incontri dal 12 al 14 ottobre a Villa Rigon di Ponte di Barbarano (VI) con le etichette delle DOC Colli Berici e Vicenza e Gambellara

 

Appuntamento in villa per la decima edizione di Gustus – Vini e Sapori dei Colli Berici, che dal 12 al 14 ottobre 2019 porterà a Villa Sangiantofetti Rigon di Ponte di Barbarano (Vicenza) tre giorni di banchi d’assaggio, degustazioni guidate e convegni aperti al pubblico. Protagonisti dell’evento, organizzato dal Consorzio Tutela Vini Colli Berici e Vicenza e dalla Strada dei Vini Colli Berici, saranno i vini delle DOC Colli Berici, Vicenza e Gambellara.

A raccontare l’identità vitivinicola del territorio berico saranno venticinque aziende e oltre cento etichette, che porteranno in degustazione l’autoctono Tai Rosso, i bianchi Pinot Grigio e Sauvignon e i grandi rossi a base di Cabernet, Merlot e Carménère.

“Questa edizione di Gustus – commenta Giovanni Ponchia, Direttore del Consorzio Tutela Vini Colli Berici e Vicenza e del Consorzio Gambellara – sarà l’occasione per una doppia celebrazione. Festeggeremo il decimo anniversario dell’evento che ci ha permesso di far conoscere e apprezzare i nostri vini a un pubblico sempre più ampio e la creazione di un unico coordinamento con la DOC Gambellara, che per la prima volta presenterà le sue etichette e le diverse espressioni della sua varietà di elezione: la Garganega.”

I tre giorni del banco d’assaggio saranno arricchiti da una serie di appuntamenti dedicati a pubblico ed esperti. Sabato 12 ottobre sarà presentata la Guida alle eccellenze enogastronomiche vicentine realizzata dal Giornale di Vicenza, mentre domenica 13 è in programma la masterclass I Colli Berici tra i grandi del mondo condotta da Gianni Fabrizio e Nicola Frasson: i curatori della Guida Vini d’Italia del Gambero Rosso confronteranno le etichette vicentine con i migliori vini rossi del mondo. La giornata di lunedì 14 ottobre sarà invece arricchita da due degustazioni tematiche dedicate alle diverse interpretazioni della Garganega e dei vitigni rossi che meglio si sono acclimatati nel territorio vicentino.

Ristoratori e produttori associati alla Strada dei Vini Colli Berici porteranno inoltre in degustazione alcuni piatti tipici del territorio per accompagnare i calici.

Il banco d’assaggio sarà aperto al pubblico dalle 17.00 alle 22.00 di sabato 12 e dalle 16.00 alle 20.00 nei giorni di domenica 13 e lunedì 14 ottobre.

Il costo del biglietto, che comprende calice, coupon per degustazioni libere e un piatto di tipicità gastronomiche, è di € 20 per l’intero e di € 15 per il ridotto. L’ingresso ridotto è riservato a tutti coloro che acquisteranno il biglietto online e per i Soci Ais, Onav, Fis, Slow Food, Fisar, Ristoranti Che Passione. Il biglietto non comprende la degustazione di domenica 13 ottobre, acquistabile a parte al costo di € 30.

Tutte le informazioni su www.gustus.stradavinicolliberici.it

 

INFO IN BREVE | Gustus – Vini e Sapori dei Colli Berici 2019

Quando: sabato 12, domenica 13 e lunedì 14 ottobre 2019

Dove: Villa Sangiantofetti Rigon di Ponte di Barbarano (Vicenza)

Orari: sabato 12 ottobre 17.00 – 22.00, domenica 13 e lunedì 14 ottobre 16.00 – 20.00

Biglietti: € 20 per l’intero e di € 15 per il ridotto, riservato a tutti coloro che acquisteranno il biglietto in prevendita online e per i Soci Ais, Onav, Fis, Slow Food, Fisar, Ristoranti Che Passione. Il biglietto non comprende la degustazione di domenica 13 ottobre, acquistabile a parte al costo di € 30.

Info: www.gustus.stradavinicolliberici.it

 

 

Carlotta Flores Faccio

CHE GRANA....IL GRIGNOLINO

PIEMONTE WINES IN MERGOZZO

 

 

 

Banchi d’assaggio e degustazioni 

 

L’Associazione Go Wine, il Comune di Mergozzo e gli enti di promozione locale presentano la prima edizione dell'evento dedicato ai vini autoctoni del Piemonte.

Il lungo lago si trasformerà in un banco d’assaggio: alcuni produttori presenti direttamente, animeranno le degustazioni raccontando il territorio ed i vini in degustazione. 

Una speciale enoteca raccoglierà una selezione di etichette di vini autoctoni piemontesi.

 

Al banco d’assaggio (cantine, associazioni di produttori, selezioni)

Associazione Produttori del Grignolino (At)

Associazione Produttori Ruchè di Castagnole Monferrato (At)

Negro Maria Luigina – Coazzolo (At) 

Bongioanni Federico – Neviglie (Cn) 

Poggio Ridente - Cocconato d’Asti (At) 

Il Piemonte in bianco: selezione di vini da varietà a bacca bianca; arneis, favorita, cortese…. 

I tre monovitigni rossi allo specchio: dolcetto, barbera, nebbiolo 

Assaggi e confronti con vini dalle denominazioni di Langa e Roero: Dolcetto d’Alba, Barbera d’Alba, 

Langhe Nebbiolo, Roero, Barbaresco, Barolo

Selezione di Moscato d’Asti 

 

ed inoltre…. le prelibatezze gastronomiche di Cascina Rosengana, Cocconato d’Asti (At) 

 

Programma ed orari

VENERDI' 26 LUGLIO 2019 – Piazza Cavour, Mergozzo.

ore 19.00: Apertura dei banchi d’assaggio alla presenza dei produttori e punto gastronomico

Ore 23.00: Chiusura delle degustazioni.

Costo delle degustazione euro 13,00 (degustazioni illimitate) Riduzione per i Soci Go Wine euro 10,00.

 

pastedGraphic.png    pastedGraphic_1.png

 

Per informazioni: Associazione Go Wine Via Vida, 6 – 12051 Alba (Cn) Tel. 0173 364631
www.gowinet.it e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Pagina Facebook: Go Wine

 

 

UN MARE DI CHAMPAGNE 2019

Di Virgilio Pronzati

Foto di Claudia Paracchini

 

Un successo decretato dai visitatori

 

Logo dell’evento e il Diana Grand Hotel  

Un Mare di Champagne si conferma ancora una volta come l’evento italiano più importante e prestigioso dedicato esclusivamente al grande vino francese. Nei due giorni della kermesse alassina, gli Champagne di ben 66 tra Maison e Vigneron, hanno incantato i 1200 partecipanti stappando ben 1800 bottiglie di oltre 200 etichette del prezioso vino francese, guidati negli assaggi dai professionali sommelier Fisar e accompagnati dalle eccellenze gastronomiche italiane e internazionali ospitate nelle 12 aree dedicate al food. 

 

Uno dei 200  Champagne degustati

 

In questa edizione la presenza di produttori e di aziende food è stata messa sotto i riflettori anche durante la Champagne Gala Night, momento esclusivo e di prestigio che ha sottolineato come lo Champagne sia vino poliedrico e “pop”, avvicinandolo al grande pubblico per farne conoscere sfaccettature, storia e caratteristiche. 

 

Un mare di visitatori

 

Domenica 16 giugno, gli abbinamenti di Champagne di 6 grandi Maison - Bollinger, Devaux, Drappier, Ellner, Mailly, Trousset-Guillemart - hanno costruito un percorso degustativo interessante durante l’esclusiva cena creata dallo chef Enrico Pellorosso, che ha rappresentato l’opening della manifestazione.

 

 

 

Claudia Paracchini con il noto chef Massimo Viglietti 

Lunedì 17 giugno, la grande degustazione che ha richiamato la stampa specializzata, noti ristoratori, enoteca, sommelier, onavisti e tantissimi wine lower. Grandi consensi ha raccolto il nuovo sistema di degustazione affidato al bicchiere intelligente MEMORvINO, grazie al quale i partecipanti hanno potuto ricevere via mail il loro personale percorso attraverso le etichette di Un Mare di Champagne, con le caratteristiche di ogni vino degustato.

 

 

Champagne pronto a essere servito 

Location ideale il Diana Grand Hotel che, nella sua nuova veste ha reso ancora più seducente questa VII edizione che conferma la validità della sua formula sia per gli addetti al settore che per il grande pubblico. Non solo: una vetrina del territorio.

 

Ma quando e come è nata Un Mare di Champagne? Nel 2012 per merito del "Consorzio Macramé - Dire Fare Mangiare" creato dal desiderio di sette ristoratori alassini di promuovere ed esaltare le eccellenze enogastronomiche di Alassio. Un’occasione di incontro tra le più prestigiose Maison e gli operatori italiani della ristorazione e dell’accoglienza, gli appassionati, i sommelier, la grande stampa per conoscere e apprezzare questo grandissimo vino.

Claudia Paracchini e Delphine Chemlà

Da questa prima edizione di Un Mare di Champagne, ne seguirono altre sei  he, anno dopo anno, si presenta come l’evento più importante nel panorama italiano interamente dedicato allo Champagne.  Chef stellati, eccellenze del territorio, classe e tanti calici dei più prestigiosi Champagne del mondo: Un Mare di Champagne, anno dopo anno, trasforma Alassio in un piccolo, sofisticato angolo di Francia.

 

Momenti di formazione, approfondimento e degustazione di Champagne prestigiosi. Le seguite Masterclass sono state guidate da autorevoli esperti per arricchire l’esperienza di questo affascinante universo, rispettivamente da Roberto Beneventano, Livia Riva e Manlio Giustiniani  

 

 

Una delle tante golosità abbinate agli Champagne

 

 

 

Sponsor

Ben 66 le Maison: A.D. Coutelas,  Alexandre Penet,  André Beaufort,  André Robert,  André Roger, AR Lenoble. Arnould Michel et Fils,  Ayala, Bollinger, Bonnaire., Bouquin Dupont,  Bruno Paillard, Bruno Roulot, Canard Duchêne,  Casters Louis, Charles Ellner,  Chassenay D’Arce,  Collet, Comte de Montaigne,  Dehours et Fils,  Desruets Joseph,  Deutz, Devaux,  Dourdon-Vieillard,  Drappier, Dumenil, Emile Leclère, Encry, Frerejean Frèrillard et Fils,  Jean Josselin, Jean Michel, Joseph Perrier,  Lacroix Triaulaire,  Lallier, Lanson, Laurent Lequart, Mailly Grand Cru,  Michel Mailliard, Pascal Doquet,  Paul Bara, Paul Goerg, Paul Hazard, Paul Louis Martin,  Perseval Farge, Philippe Gonet, Pol Roger, Pommery, Rochet-Bocart, Roger Manceaux, Roger Pouillon et Fils,  Steinbrück, Thiénot, Trouillard, Trousset-Guillemart,  Vesselle Georges, Veuve Clicquot, Victoire GH Martel & CO, Vieille France. 

 

Sponsor

Nuovi record e successi per Un Mare di Champagne e per il Consorzio Macramé – Dire Fare Mangiare, che da sempre organizza la Kermesse alassina.  L’appuntamento per l’ottava edizione di Un Mare di Champagne. è per giugno 2020.

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica