NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Eventi enoici culturali

NOTTI TRA LE NOTE A LEIVI

Calici di Stelle 2019

 

 

 

Dal 2 all'11 agosto torna Calici di Stelle: gli appuntamenti regionali dell'edizione 2019, dedicata all'anniversario dello sbarco sulla luna

 

Degustazioni, osservazioni delle stelle, concerti, passeggiate al tramonto nelle vigne: in tutta Italia occhi rivolti al cielo per la settimana più magica dell'estate

 

Anche per il 10 agosto 2019, notte di San Lorenzo, notte di stelle cadenti, l’Associazione Nazionale Città del Vino e il Movimento del Turismo del Vino promuovono Calici di Stelle, l’evento estivo più atteso dagli enoturisti, in programma in tutta Italia nelle piazze e nei luoghi più belli di oltre duecento Città del Vino e in centinaia di Cantine aderenti al Movimento, per tanti appuntamenti che potranno essere organizzati durante il periodo che va dal 2 all’11 agosto.

 

Quest’anno l’evento è dedicato al cinquantesimo anniversario del primo sbarco dell’uomo sulla luna avvenuto il 20 luglio 1969 ad opera degli astronauti americani della navicella spaziale Apollo 11.

La luna e le stelle cadenti, cielo sereno permettendo, potranno essere ammirate non solo volgendo lo sguardo verso il cielo ma anche approfittando della collaborazione con l’UAI, l’Unione Astrofili Italiani che anche per questa edizione sarà in prima linea per garantire la riuscita dell’evento.

 

«Il messaggio che vogliamo rinnovare con Calici di Stelle, quest’anno dedicata ai 50 anni dal primo allunaggio, è che il vino è sopratutto cultura e piacere. Quindi bere bene, in modo consapevole e sempre con moderazione. Le piazze e le strade delle nostre Città del Vino accoglieranno turisti ed appassionati per una grande festa che si ripete e si rinnova ogni anno» afferma il presidente di Città del Vino, Floriano Zambon.

 

 

 

 

«Il vino, le stelle, i viaggi hanno in comune la capacità di far sognare le persone – ribadisce Nicola D'Auria, presidente di Movimento Turismo del Vino Italia – e la nostra associazione ha l'obiettivo di far vivere agli enoturisti momenti che vadano oltre la semplice degustazione. Con Calici di Stelle portiamo in piazza la nostra voglia di raccontare l'esperienza di visita in cantina, per coinvolgere tutti i partecipanti in una serie di serate magiche, alla scoperta di questa magnifica bevanda che è il vino».

 

GLI EVENTI

Numerosi gli eventi che animeranno cantine, piazze e borghi di tutta Italia dal 2 all'11 agosto. Il Movimento Turismo del Vino Abruzzo è pronto a festeggiare Calici di Stelle con cene nei vigneti e interessanti degustazioni storiche nelle diverse cantine, che si ritroveranno l'8 agosto a Ortona per una serata magica nella quale saranno protagonisti i migliori vini abruzzesi in abbinamento a piatti della tradizione marinara regionale, dell’ottima musica e il cielo stellato che accompagna le notti agostane del Castello Aragonese a picco sul Mare Adriatico.

 

MTV Basilicata accoglierà gli enoturisti al Castello Baronale di Policoro con un walkaround tasting di etichette delle cantine associate, degustazioni di piatti tipici e intrattenimento musicale.

 

In Calabria ci si dà appuntamento sulla vetta del Monte Stella, dominante la Vallata dello Stilaro e la costa dello Ionio, per gustare i vini del territorio e parlare di stelle, oppure a Longobardi, dove gli enoappassionati potranno passeggiare, assaggiare i prodotti tipici locali e assistere a un'interessante iniziativa convegnistica sul brigantaggio.

 

In Campania sarà possibile lasciarsi conquistare da un viaggio sensoriale tra vino, stelle, musica e cibo in Costiera Amalfitana, nel belvedere di Ravello, mentre nel cuore dell'Irpinia si terrà un importante convegno sulla promozione del territorio vitivinicolo. A Guardia Sanframondi torna Vinalia, manifestazione enogastronomica con esposizione e degustazione di vini e prodotti tipici della Regione Campania, in programma dal 4 al 10 agosto. Melizzano, invece, entra nel vivo di Calici di Stelle con l'iniziativa Ri-torna Melizzano Wine Experience.

 

In Friuli Venezia Giulia appuntamenti col MTV FVG a Grado venerdì 9 e sabato 10 agosto, dove i vini saranno presentati, oltre che dagli stessi produttori, anche dall'animatore del vino Giovanni Munisso, e ad Aquileia l'11 e lunedì 12 agosto, dove il vino del territorio farà da protagonista accompagnato da degustazioni dei sapori dell’Agro Aquileiese.

 

Nelle Marche si passerà dalle meraviglie sotterranee alle meraviglie del cielo a Osimo, con degustazioni e visite guidate a lume di candela alle grotte "Simonetti". Sarà possibile inoltre passeggiare lungo i torrioni dello storico camminamento La Scarpa a Morro d'Alba, dove sono previste osservazioni della volta celeste con telescopi.

 

Il Lazio accoglie Calici di stelle con una serie di iniziative nelle piazze e nelle cantine del MTV Lazio in cui enogastronomia, arte e astronomia si fondono per dare vita a una serata magica, tra performance di pianoforte, osservazione del cielo stellato, passeggiate in vigna al tramonto e cene sotto le stelle.

 

Ad Albenga, in Liguria, grande festa sul lungomare con la presenza dei produttori dei vini del territorio e dei sommelier per accompagnare le degustazioni negli  accostamenti con i prodotti tipici locali. Il tutto con buona musica dal vivo.

 

In Lombardia, a Salice Terme, MTV Lombardia organizzerà una degustazione itinerante, mentre a Milano il Planetario sarà “sede perfetta” per osservare la volta celeste e poi proseguire con la degustazione all'aperto nei Giardini Indro Montanelli. Il tradizionale BancoAssaggio di Calici di Stelle a Casteggio, inoltre, farà da cornice al concerto del circuito Festival Ultrapadum “50 anni di Musica, Storia e Luna” – Un percorso storico di Musica Italiana e Internazionale”, con risottata a fine concerto. A Sondrio, Città del Vino rinnova anche quest’anno il tradizionale appuntamento con i rinomati vini di Valtellina, la buona musica e la degustazione di prodotti gastronomici locali.

 

Il Piemonte brinda alla luna e alle stelle, non solo nelle cantine, ma anche dal "Balcone del Monferrato", nel paese di Albugnano, mentre la serata del 10 agosto sarà l'occasione per celebrare a Ghemme l'importante ricorrenza dei 50 anni dal riconoscimento della Denominazione. Calamandrana entra nella programmazione di Calici di Stelle: il Festival di satira pop "TUCO" incontra i produttori della Bottega del Vino di Calamandrana.

 

 La Puglia sarà animata da diversi appuntamenti eccezionali, come le tre serate organizzate dal MTV Puglia in tre fra le più belle masserie della regione, le Cene conviviali di Calici di Stelle e le proposte di itinerari nei luoghi della cultura e dell’archeologia. Tra le new entry pugliesi, di Città del Vino, a Galatina sarà allestita una"Via dell'Olio e dei Dolci", con performances jazz in diverse location della città.

 

In Sardegna la magia della notte stellata sarà arricchita dal fascino della location: la degustazione, organizzata da MTV Sardegna, si terrà a Barumini, importante sito archeologico nuragico. Calici di Stelle torna anche a Usini, cortile dell' "Ex-Mà" (Ex-Mattatoio), con una degustazione riservata ad un massimo di 280 persone, organizzata da Città del Vino.

 

Decine di migliaia di wine lovers sono attesi in Sicilia a Castiglione di Sicilia per scoprire i vini dell'Etna negli angoli più suggestivi del centro storico, oppure nella a Partinico, new entry di Città del Vino, spettacolare location della Real Cantina Borbonica, voluta da Ferdinando I di Borbone e nel Museo dei Pupi Siciliani, patrimonio UNESCO.

Le cantine di MTV Toscana apriranno le porte agli enoappassionati: vino e offerta culturale, insieme alla magia dei territori sotto le stelle, sono l'abbinamento vincente della manifestazione, in una formula che unisce la filosofia del buon bere a eventi, spettacoli, design e arte. Tra gli appuntamenti di Città del Vino torna anche quest'anno a Siena il fortunato connubio tra arte e vino, che propone agli enoappassionati, ai turisti e ai cittadini una serata magica con degustazioni e aperture straordinarie notturne delle location museali cittadine. Il 10 agosto Calici di Stelle torna a Montepulciano con degustazioni in cantina, mercatini, concerti live sotto le stelle ed esibizioni di Sbandieratori e Tamburini.

 

Il MTV Trentino Alto Adige si dà un appuntamento "astro-enogastronomico" presso il Rifugio Patascoss di Madonna di Campiglio il 10 agosto, con un aperitivo in terrazza, una cena 100% trentina in rifugio in abbinamento ai vini delle cantine presenti e l'osservazione guidata delle stelle, in compagnia degli astrofili e di alcune distillerie trentine. In Alto Adige, a Bolzano, come ogni anno in occasione della Notte di San Lorenzo, Città del Vino invita a trascorrere una piacevole serata alla scoperta dei vini tipici della città lungo la suggestiva Via dei Portici. 

 

Interpretando con entusiasmo il tema dell'edizione il Movimento Turismo del Vino Umbria invita tutti i turisti del vino nelle 18 cantine aderenti della regione per sognare, osservando la Luna e le stelle tra i vigneti, con i racconti degli esperti, in una serata allietata da eccellenze enogastronomiche imperdibili. Non mancheranno anche le Città del Vino della regione, che sempre nella stessa notte, renderanno le più suggestive piazze e i vicoli ricchi di sapori e sentori.

 

Il Movimento Turismo del Vino Veneto, Città del Vino e Veneziaeventi propongono la 7^ Edizione di Calici di Stelle a Cortina d'Ampezzo, sulla terrazza dell' Hotel De la Poste, sabato 10 Agosto 2019, mentre il 3 agosto l’appuntamento sarà a Martellago dove il MTV Veneto propone iniziative tra vino e arte e attività per i più piccoli. Città del Vino si dà appuntamento a Conegliano, nella splendida cornice del Castello di Conegliano, venerdì 2 e sabato 3 agosto, per una nuova edizione di Calici di Stelle. 

 

Calici di Stelle è un marchio di proprietà del Movimento Turismo del Vino, registrato e protetto giuridicamente per contrastarne qualunque abuso/imitazione e garantire ai consumatori qualità e professionalità nell’accoglienza, tratti distintivi delle cantine MTV.

Partner istituzionali: Vinitaly, AEE Asosiacion, Enit

Sponsor: RCR, Goldplast, Wineplan, Offerspans

Media partner: PleinAir, L’Eco della Stampa, Intravino, Italia a Tavola, Food&Wine, Cucina&Vini

 

IL MOVIMENTO TURISMO DEL VINO. L'Associazione Movimento Turismo del Vino è un ente non profit ed annovera circa 900 fra le più prestigiose cantine d'Italia, selezionate sulla base di specifici requisiti, primo fra tutti quello della qualità dell'accoglienza enoturistica. Obiettivo dell’associazione è promuovere la cultura del vino attraverso le visite nei luoghi di produzione. Ai turisti del vino il Movimento vuole, da una parte, far conoscere più da vicino l’attività e i prodotti delle cantine aderenti, dall’altra, offrire un esempio di come si può fare impresa nel rispetto delle tradizioni, della salvaguardia dell'ambiente e dell'agricoltura di qualità.

 

CITTÀ DEL VINO. L'Associazione nazionale Città del Vino, nata a Siena il 21 marzo 1987, riunisce 420 Comuni italiani; opera per la promozione e la valorizzazione dei territori del vino attraverso progetti di marketing territorial

 

Chiara Caliceti

“IN WINE THE TRUTH”: CINEMA D'AUTORE, RACCONTI DI ARCHITETTURA E VINO

  

  

Dal 25 luglio al 15 ottobre le cantine della rete di Toscana Wine Architecture saranno palcoscenici d'eccezione per la proiezione di film sull'architettura

 

Una cantina di design, un paesaggio da cartolina, un bicchiere di ottimo vino, cosa aggiungere per rendere perfetta una serata estiva? Un bel film d'autore, che magari leghi il contenuto al luogo che lo ospita.

ProViaggiArchitettura e Toscana Wine Architecture in collaborazione con Milano Design Film Festival presentano: “In wine the truth”, un cartellone di appuntamenti per unire tre passioni: vino, architettura e cinema. Un dialogo tra la prima e la settima arte, allietato dalla degustazione di vini di grande qualità, immersi in un contesto che non è neutro, ma contribuisce al significato del contenuto.

 

Ogni evento porta alla scoperta di una cantina, della sua storia e dei suoi prodotti e, per sottolinearne l’unicità, ad ognuna sono stati abbinati una parola e un film che corrispondono a un’attitudine, a uno stato d’animo. Complice il vino che come scriveva Orazio - In vino veritas - aiuta a mostrare e a renderci più autentici.

 

Architettura e cinema ruotano attorno al comune fondamento come arti dello spazio, e anche la luce giuoca un ruolo fondamentale, tanto che lo scrittore e drammaturgo Jean Cocteau  scriveva: “Il cinema è la scrittura moderna il cui inchiostro è la luce.”

 

Questi stessi elementi si ritrovano nelle cantine di Toscana Wine Architecture: l'uso sapiente della luce, con affacci capaci di illuminarne gli spazi interni, grazie a fonti luminose naturali che coniugano il risparmio con l'arte visiva; l'utilizzo dello spazio che combina l’esigenza funzionale, per la produzione e la conservazione del vino, alla capacità di creare scenari unici. Luce e spazio sono fattori sostanziali che contribuiscono alla qualità che si assapora nel bicchiere.

 

Le serate prevedono la visita guidata alla cantina, la degustazione di vini con assaggio di prodotti tipici e la visione di un film sull'architettura.

Si parte il  25 luglio dalla Cantina Salcheto a Montepulciano con: “Bauhaus Spirit: 100 Years of Bauhaus” di Niels Bolbrinker e Thomas Tielsch, si prosegue il  2 agosto a Caiarossa, a Riparbella con: “Fallingwater. Frank Lloyd Wright’s Masterpiece” di Kenneth Love. L'8 agosto sarà la volta di Rocca di Frassinello, a Gavoranno, con il film: “Il potere dell’archivio. Renzo Piano Building Workshop” di Francesca Molteni; e il 22 agosto a Petra, in quel di Suvereto, verrà proiettato: “My Architect: il viaggio di un figlio” di Nathaniel Kahn, per chiudere il mese di agosto il 29 alla Cantina di Montalcino con: “Palladio” di Giacomo Gatti. Il 6 settembre si apre alla Fattorie delle Ripalte all'Isola d’Elba con: “Tobia Scarpa. L’anima segreta delle cose” di Elia Romanelli, e Volevo essere Walt Disney (Alessandro Mendini) di Francesca Molteni per chiudere il 15 ottobre a Colle Massari, a Cinigiano con: “Modern Tide: Midcentury Architecture on Long Island” di Jake Gorst.

La quota di partecipazione è di 35,00 € e per gli architetti sono previsti 2 crediti formativi professionali.

Per informazioni e prenotazioni: https://www.proviaggiarchitettura.com/calendario/?tag=in-wine-the-truth

 

Per ulteriori informazioni: www.winearchitecture.it

Contatti stampa: Daniela Mugnai - COFFEE 347 8288287 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Toscana Wine Architecture è una rete, costituita nel 2017, che riunisce 14 cantine di design (Cantina Antinori nel Chianti Classico, Caiarossa, Cantina di Montalcino, Castello di Fonterutoli, Colle Massari, Fattoria delle Ripalte, Il Borro, Le Mortelle, Petra, Podere di Pomaio, Rocca di Frassinello, Salcheto, Tenuta Ammiraglia - Frescobaldi, Tenuta Argentiera) che hanno fatto singolarmente investimenti significativi e hanno deciso di puntare su una strategia comune, per promuovere il territorio attraverso il legame tra vino e architettura, coniugandolo con l'arte dell'accoglienza. Toscana Wine Architecture viene promosso da Regione Toscana in collaborazione con Vetrina Toscana, Federazione Strade del Vino, dell'Olio e dei sapori di Toscana in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana.

12° FORUM INTERNAZIONALE DELLA CULTURA DEL VINO

Testo e foto di Claudia Paracchini

 

Si apre sulle note dell’ Inno nazionale personalizzato da Albano il 12mo Forum Internazionale della cultura del vino. Nella splendida cornice  dell Hotel Rome Cavalieri Waldorf Astoria Resort, location senza eguali, la Fondazione Italiana Sommelier nella persona di Franco Maria Ricci ha fatto sentire a casa gli oltre 700 ospiti internazionali che hanno generosamente aderito al Forum. Congresso che ha visto la partecipazione di nomi illustri e il notevole intervento del nostro Presidente del Consiglio dei Ministri che è stato il valore aggiunto alla grande giornata e alla nostra cultura del vino.

I simpatici e popolari Fede e Tinto presentano l'evento

Dai microfoni dei super estroversi Fede e Tinto è iniziata la presentazione Dalla Vite alla Vita che ha seguito il fil rouge  del riscatto. Il  riscatto perché ? Perché qui il riscatto è inteso come affrancamento, liberazione, redenzione e anche come riabilitazione, cosi come hanno fatto quei ragazzi dell ospedale Pediatrico Bambin Gesù ai quali la Fondazione Italiana Sommelier ha offerto il corso per aspiranti Sommelier.

Così che dopo il loro percorso per riacquistare la vita, possa il vino essere una gioia, uno strumento di riconquista anche per loro. 

 

Esperienza, amicizia, conoscenza del mondo, competenza, amore, passione, queste sono le forze che si sono sentite in questo forum. Sul palco di sono presentati 8 riscatti, 8 simboli. 

- il riscatto a nuova vita dei terreni confiscati  alla mafia, la terra di Cento Passi di Libera Terra. Sicilia, Campania, Calabria , portano a nuova vita territori stupendi ma difficili. Per ottenere prodotti di alta qualità attraverso il rispetto dei metodi, dell’ ambiente e delle persone. Una dignita ritrovata, un riscatto virtuoso senza aiuti statali ma solo frutto di sincero lavoro. il  Perricone, il Grillo, il  Cataratto, il Nero d’ Avola, sono gli attori di libera terra , come nel film cento passi di Marco Tullio Giordana ispirato sulla vita di Peppino Impastato, anelli di una storia italiana e 1300 ettari a regimi biologico rappresentati da  Giovanni Ascione. 

l’intervento del Premier Giuseppe Conte

- La comunità di Sant’Egidio e il suo riscatto di sconfiggere l’ Aids  in Congo 100 produttori hanno aderito a mettere il bollino Wine for Life sulle loro bottiglie con lo scopo di fare terapia sulle mamme, il più grande progetto gratuito dell’Africa Subsahariana. 

Di fatto oggi 98 bambini su 100 nascono sani da mamme malate col progetto Wine for Life. 

Con le donazioni per Wine  for Life si vuole portare l’attenzione anche su quei 50 milioni di bambini invisibili  che in Burkina Fasu vanno a nutrire le fila del traffico d’ organi e con soli 6 euro si fa esistere , si da un nome e la scuola a un bambino invisibile.

- il riscatto di un sogno dei fratelli Paolo e Antonella Presciutti, produttori del vino Mevante, azienda vinicola umbra. Laureato in economia aziendale lui, commercialista lei,  hanno lasciato tutto per un lavoro che riportasse alle origini. Si sono innamorati delle vigne, delle cure e dell imbottigliamento e hanno scelto l’ Umbria per le origini dei genitori e  nonostante tutto e tutti gli amici gli dicessero il classico “ chi ve lo fa fare” hanno avuto il coraggio di perseguire un sogno. 

Il riscatto di Franco M. Ricci presidente Fondazione Italiana Sommelier sono le camere con vigna. Si perché nel nostro momento storico il lusso, il vero lusso, sta scemando nelle grandi città, troppo frenetiche e ansiogene. E qui ci mette lo zampino il vino. Eh si ! Perché oggi abbiamo Hotel, Resort, camere , centri benessere in vigna, escursioni e vendemmie. La vigna offre ai suoi ospiti un mondo esclusivo, un ritorno alla natura, allo scopo di coinvolgere tutti i cinque sensi. Gli ospiti di feste, matrimoni, di centri relax assaporano il mondo della vite. Perché il vino è ospitalità, convivialità, è storia, è tradizione, è paesaggio. Un vero lusso per chi vive nella confusione e nel vortice delle metropoli odierne. 

Il Premier Giuseppe Conte con i neodiplomati Sommelier

- Roberto Dragoni agronomo di San Patrignano ci racconta il riscatto di più di 30.000 ragazzi che dal tunnel della droga hanno trovato la via di uscita nel lavoro in vigna. Dal 1978 per più di quarant’anni sulle colline di Rimini la comunità ha dato la possibilità di lavorare a un progetto di recupero e di fare formazione e  prevenzione, rimettendo a questi ragazzi dignità, l’accettazione e la stima di se stessi. Dopo aver raccontato questo miracolo che ha ridato vita a migliaia di famiglie Roberto ha voluto ringraziare  in modo particolare a nome di tutti i ragazzi l’illustre enologo Riccardo Cottarella, colui che è un metro sopra il cielo è non ha mai sbagliato un vino. 

- Quando in una famiglia viene a mancare il marito è sempre una grande tragedia. Così è stato per Cinzia Merli produttrice  dell’azienda le macchiaiole a Bolgheri. 

Nel 1986 a 15 anni si incontrano, lui di una famiglia in vista della zona, benestante e carismatico lei innamorata e riservata. 

Fede e Tinto con Bruno Vespa

Eugenio viene a mancare a soli quarant’anni e la lascia sola con due figli di 9 e 13 anni e un progetto fatto insieme. Per Cinzia è stato un atto dovuto portarlo avanti malgrado gli sforzi e l’impegno però non andava come doveva.  Cinzia una mattina si è svegliata e ha capito. Ha capito  che replicava quello che faceva Eugenio invece doveva essere se stessa e tutto è cambiato, da allora 26 ettari contro i quattro iniziali e i loro vini apprezzati in 48 paesi diversi e le macchiaiole è uno dei modelli di Bolgheri  per qualità e per stile . Cinzia ha capito la necessità di mettersi in discussione tutti giorni non per ambizione ma per imparare .

- Anche Fede e Tinto  hanno il loro riscatto da raccontare .  Il loro corso radiofonico Sommelier  ma non troppo era iniziato senza tanta credibilità e invece è stato un vero successo, tre anni di radio per far vedere quello che c’è dietro al mondo del vino.

-  Riccardo Cottarella ci presenta il progetto Vino Vita 6000 bottiglie realizzate per un’enoteca che avrà il suo spazio nel complesso del Bambin Gesù 

-   Mariella Enoc presidente Ospedale pediatrico Bambin Gesù e Ruggero Parrotto direttore generale sempre dell’ospedale ci raccontano la vita all’interno dei reparti  e il progetto dell’enoteca per tenere impegnati i ragazzi . 

Sul palco il Premier Giuseppe Conte con i neodiplomati Sommelier 

Dopo aver effettuato la raccolta fondi da parte dei produttori di vino e di olio per l’acquisto di un importante apparecchio sanitario per il progetto dell’Istituto dei trapianti dei tumori impegno preso alla festa dei cinque grappoli il 24 novembre 2018  sarà la volta degli Iscritti alla  Fondazione  che parteciperanno alla degustazione. Dalla Vite Alla Vita - 100 grandi produttori pongono in degustazione  le loro eccellenze del vino e dell’olio dalle ore le 13.30 alle 24.00 al Salone  dei Cavalieri  100 banchi di assaggio per 100 vini e 10 Oli da degustare oltre ad alcuni prodotti tipici a cura dello straordinario ristorante dei Cavalieri  con tre stelle Michelin sapientemente mantenute dallo chef internazionale Heinz Beck. 

Il Premier Giuseppe Conte con Franco Maria Ricci, Federico Quaranta e Alessandro Scorsone   

Dalla Vite alla Vita realizzato per l’ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma 

Agricola Punica,  Allegrini, Anselmi,  Antichi  Poderi  Jerzu , Banfi, Barberani, Baron di Paoli, Barone di Serramarrocco, Bellavista, Berlucchi, Bosco del Merlo, Cadelbosco, Cantina Tramin, Cantine Antonio Cacciano,  Cantine Ceci,  Cantine del Notaio, Cantine Due Palme,  Cantine  Mariano  Sabatini,  Arnaldo Caprai, Casale del Giglio,  Casale della Ioria, Casanova di Neri, Cascina delle Terre Rosse, Castorani, Cecchetto, Centopassi, Cleto Chiarli, Claudio Cipressi, Coletti Conti, Colle Picchioni, Colle Massari, Contadi Castaldi, Corvee, Costa Ripa, Cusumanu, Damilano, Dettori, Donna Fugata, Dorigo, Duca di Salaparuta, Erste e Neue, Falesco, Farnese e Fantini, Felsina, Ferrari, Feudi di San Gregorio, Florio, Fontodi, Graci, Guado al Tasso, Ka’ Mancine,’ Kellerei Kaltern Caldaro, Kettmeir, La Sansonina, La Spinetta, L’amore di Lemole, Le Marchesine, Leone de Castris,  les Cretes, Luce della Vite, Lunelli tenuta Castelbuono Piero

In primo piano, la nostra inviata Claudia Paracchini

Mancini Marchesi de’ Cordano, Marisa Cuomo, Franco M.Martinetti, Martino, Masciarelli, Mesa, Monte Zovo, Morgante, Nals Margreid, Olmo Antico,  Petra, Planeta, Poggio le Velier, Poliziano, Punset, Ricci Curbastro,  Rosa del Golfo, Salcheto, San Leonardo, San Michele Appiano, San Patrignano, Sartarelli, Sella & Mosca, Suavia, Tasca d’ Almerita Regaleali, Tasca  d’Almerita Tascante, Tenenti Civa, Tenuta  di Fiorano, Tenuta San Guido, Tenuta Santa Lucia, Tommasi, Toros, Travaglini, Triacca, Tua Rita, Umani Ronchi, Val d’Oca, Velenosi, Veniva & Venica, Vesoa vignaioli  per passione, vignaioli del Morellino, Villa Matilde, Vini Garofalo, Viti Colte, Elena Walch, Zaccagnini, Zidarich

 

Gli Oli

Falesco, Felsina, Monterisi, Poggio le volpi, Velenosi  

Riccardo Melegari Vice Presidente Fis Regione Luguria con Franco M.Ricci 

 

VINUM INSULAE: SULLE TRACCE DI UN MITO

Il documentario prodotto all'isola d'Elba è in finale al 26° Festival International Œnovidéo di Marsiglia

 

Venerdi 14 Giugno alle ore 18:00 al Musée des civilisations de l’Europe et de la Méditerranée (MUCEM) di Marsiglia la prima mondiale di “Vinum Insulae”, il documentario che racconta un esperimento enologico unico realizzato dall'Azienda Agricola Arrighi dell'isola d'Elba in collaborazione con Prof. Attilio Scienza Ordinario di Viticoltura dell’Università degli Studi di Milano.

Il documentario, diretto e prodotto da Stefano Muti (Cosmomedia) con il sostegno dell'Associazione Albergatori dell'Isola d'Elba e il patrocinio del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, entra nella lista dei 37 (scelti tra 144 da 17 paesi diversi) che verranno proiettati nell’ambito della ventiseiesima edizione del Festival International Œnovidéo, il più antico Festival Internazionale dedicato alla promozione dell'immagine della vite e del vino attraverso film documentari, corti di fiction e fotografie.

Il Festival International Œnovidéo raccoglie film e fotografie sulla viticoltura da tutto il mondo, selezionando i 37 progetti più particolari che saranno riprodotti e votati durante le serate del festival.

Il documentario racconta il progetto di Nesos, il vino marino: un esperimento scientifico che ci porta indietro nel tempo, alle imprese enologiche dei Greci dell'isola di Chio, che producevano vinileggendari” che Varrone definiva “vini dei ricchi”.

 

 

Il filmato documenta attraverso suoni, disegni e immagini, sia l’importanza scientifica di questo progetto come sottolineato dal Prof. Attilio Scienza Ordinario di Viticoltura dell’Università degli Studi di Milano, sia l’enorme fascino della coltura e della cultura della produzione del vino. A fare da cornice e scenografia: la terra, le uve, il mare e e i panorami dell’Isola d’Elba.

Un esperimento interessante anche per i temi di sostenibilità e ambiente perché utilizza l'acqua salata come antisettico: un vero e proprio “ritorno al futuro”.

Un'iniziativa portata avanti dall'Azienda Arrighi che è interamente all'interno del Parco dell'Arcipelago

Il Prof. Attilio Scienza Ordinario di Viticoltura dell’Università degli Studi di Milano ha seguito l’esperimento in ogni sua fase, e insieme ad Antonio Arrighi, produttore vinicolo elbano hanno provato a riprodurre questo vino mitico.

 

 

“Nel 2018 all’Isola d’Elba, dopo 2500 anni, abbiamo ripercorso tutte le fasi che portano alla produzione del mitico vino dell’Isola di Chio compresa quella dell’immersione delle uve, in acqua di mare” - ha dichiarato con soddisfazione Antonio Arrighi che ha proseguito - “Ringraziamo chiunque abbia creduto e sostenuto questo progetto: Biodrivers, FrancescoCroci, l’Associazione Albergatori, la Capitaneria di Porto di Portoferraio, il Comune di Porto Azzurro, il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, l’enologa Laura Zuddas, l'Università di Pisa, e Cosmomedia per la produzione del documentario.”

Per il trailer del video: Video credits: https://www.facebook.com/cosmomediaproduzioni/

Per info sul festival: http://www.mucem.org/programme/exposition-et-temps-fort/26e-festival-international-oenovideo-2019

  

Daniela Mugnai

2021 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica