NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Eventi enoici culturali

“CONTROCENONE”  2018

 

 

 

Ovvero mangiare bene con giudizio

 

Di Virgilio Pronzati

 

 

Guglielmina Costi Monaci e Stefano Balleari vice Sindaco di Genova 

In occasione delle festività di fine anno, spesso e volentieri si mangia più del dovuto. Peccati di gola che col tempo fanno crescere non solo il nostro peso ma provocano anche serie patologie come colesterolemia, glicemia, pressione arteriosa alta e così via. Doverose annualmente, le visite dai rispettivi specialisti. Ha darne giusta informazione, la giornalista Guglielmina Costi Monaci presidente del Piatto di Nettuno, da circa trent’anni ideatrice e realizzatrice d’importanti campagne alimentari (notissima quella nazionale sul pesce), ha creato questo Controcenone. 

Da sinistra: Federica Liuzzi, Guglielmina Costi Monaci, Stefano Balleari e Samir Sukkar

Una serata in un prestigioso ristorante con piatti raffinati ma di buon equilibrio dietetico, dove illustri e famosi professori fanno interessanti interventi sul tema, rispondendo poi alle numerose domande dei presenti. Un binomio fatto di cultura e salute.

L’ultimo Controcenone organizzato come di consueto dall’Associazione Piatto di Nettuno, si è tenuto il 31 gennaio di quest’anno, nel fastoso salone dell’Hotel Bristol Palace, simbolo dell’ospitalità cittadina.  Nel salone completamente gremito di ospiti, tanti i personaggi di spicco, di cui un buon numero autori d’importanti e graditissimi interventi.

Per chi ancora non lo conoscesse, il controcenone non è un movimento contro chi ami i bagordi e gli eccessi, ma solo un comportamento responsabile che tiene conto di una giusta alimentazione, mantenendo la salute è il piacere di stare a tavola. 

Al tavolo d'onore, oltre a Stefano Balleari vice sindaco di Genova, il mitico prof. Giuseppe Samir  Sukkar, primario di dietetica e nutrizione clinica all'Ospedale S. Martino di Genova, il ginecologo Maurizio Leone, il dr Francesco Laganà del Maxillo facciale,  la dietista Federica Liuzzi, il dr Santino Costigliolo Decano  dell’Ordine dell’Ordine Santo Sepolcro della Liguria e, ovviamente, di Guglielmina Costi

Stefano Balleari e Samir Sukkar

 Monaci col marito Roberto, che ha giustamente richiamato l’attenzione dei presenti ponendo l’accento sulle finalità dell’iniziativa.  

Come sempre molto professionale e brillante il prof. Giuseppe Samir Sukkar. Nel suo atteso intervento ha evidenziato come la scelta qualitativa delle basi alimentari, la stagionalità delle stesse, aumentare il consumo di prodotti ittici, la giusta cottura, la limitazione di carni grasse animali e salumi e, non per ultima, la quantità di cibo.   

Se ciò fosse possibile, togliere il fumo, fare del moto e moderare gli alcolici, la salute andrebbe per forza meglio. L’esempio dalla cena: il menu della serata sebbene discretamente impegnativo, non aveva di certo le calorie di un Cenone di Capodanno.   

Come sempre al Controcenone non mancano personaggi della medicina e cultura: l’applaudita professoressa Maria Leone Messeni Nemagna, Maurizio Leone Francesco Laganà, l’emerite socie Silla Zanarini e Maria Antonietta Casareggio  Numerose anche dalla F.I.D.A.P.A. Dall’Associazione Piatto di Nettuno altri tre graditi rientri:  la d.ssa. Maria Teresa Oddone, Lilli Barberis e Maria Teresa Daino. 

 

Gabriele  Baracco premiato da Guglielmina Costi Monaci

Ospite d’onore Gabriele Baracco. Un giovane e bravissimo all’allievo dell’Istituto Alberghiero di San Damiano d’Asti. Appena diciottenne vanta già un’esperienza fatta in locali di tutta Europa, in particolare in Germania, acquisendone molto bene la lingua madre. Attento all’evoluzione della ristorazione e ricercatore di piatti del passato, coniuga al meglio i futuri professionisti dell’industria dell’ospitalità. Un esempio da seguire per  tutti gli allievi di oggi e di domani. Il menu realizzato dallo chef Angelo Matassa dell’Hotel Bristol Palace.

Aperitivo: Spumante Brut millenium di benvenuto con diverse golosità: Crema di zucca con Castelmagno e riduzione di Amarone con Colli di Luni Onda di Luni. Ricciola alla ligure con lo stesso vino. Dolce Sorprpresa (Golosità al cucchiaio) col Passito di Vermentino

Il tutto accompagnato dai grandi vini 'Cantine Lunae' di Paolo Bosoni, serviti e commentati dal bravo Mario Giacompol, sommelier ufficiale del Piatto di Nettuno. 

 

Il fastoso salone dell’Hotel Bristol Palace di Genova colmo di soddisfatti soci del Piatto di Nettuno

 

AVANSPETTACOLO VENEZIA



AVANSPETTACOLO VENEZIA

THE FIRST DINNER SHOW IN ITALY

Thanks You for Your collaboration in this year's Carnival Grand Galas.
Hoping in a successful cooperation also for the next year!


AVANSPETTACOLO VENEZIA
VIA DELLA FISICA - 30176 VENEZIA
TELEPHONE: (+39) 0415470230
E-MAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
WEBSITE: www.avanspettacolovenezia.com





International Women's Day Grand Gala 2018 - Avanspettacolo Venezia

   

08 MARZO 2018 AVANSPETTACOLO VENEZIA INTERNATIONAL

WOMEN'S DAY GRAND GALA
Sii Protagonista del nostro Gran Galà Speciale dedicato alle Donne!
L'eccellenza della cucina italiana accompagnata ad uno spettacolo strabiliante di varietà, renderà la Tua serata indimenticabile.
Dalle ore 20:00 alle ore 21:00 Accoglienza con Aperitivo di Benvenuto nel Foyer, 
dalle ore 21:00 in poi Cena di Gala e Spettacolo Grand Show Magic nella Sala Teatro.

Il costo del Gran Galà della Festa della Donna con Aperitivo di Benvenuto + Cena di Gala + Grand Show Magic è di euro 50,00 pp.
La prenotazione è obbligatoria.
AVANSPETTACOLO VENEZIA
VIA DELLA FISICA - 30176 VENEZIA
TELEPHONE: (+39) 0415470230
E-MAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
WEBSITE: www.avanspettacolovenezia.

Delegazione  guidata dal direttore Menapace a Weinsberg  per i 150  anni della scuola tedesca 

 

FEM-Weinsberg, 37 anni di collaborazione e 467 studenti trentini gemellati

  

San Michele all'Adige, venerdì 23 febbraio 2018

Una delegazione della Fondazione Edmund Mach, guidata dal direttore generale, Sergio Menepace, è intervenuta oggi in Germania, per la cerimonia dei 150 anni di fondazione dell'Istituto di Weinsberg.  

Con questa scuola che si trova nel cuore del Württemberg, zona di rinomata vocazione vitivinicola, i rapporti di collaborazione di San Michele  risalgono al 1981, anno in cui è partito il  gemellaggio che ha coinvolto fino ad oggi 467 studenti trentini.  Alle celebrazioni, presiedute dal direttore di Weinsberg, Dieter Blankenhorn, sono intervenuti per la delegazione trentina, i dirigenti del Centro Istruzione, Marco Dal Rì, e Trasferimento Tecnologico, Claudio Ioriatti, e i docenti che hanno fatto nascere e portato avanti la collaborazione.

 

 

“L'obiettivo dei tirocini didattici - ha spiegato nel suo intervento il direttore generale, Sergio Menapace, -  è sempre stato, da un lato, di far imparare il tedesco e, dall’altro, di far acquisire un’importante esperienza pratico-operativa in campo enotecnico grazie alle lezioni a scuola e le esperienze in azienda. Ma il gemellaggio ha consentito anche ai nostri ragazzi di vivere accanto ai momenti formativi anche esperienze umane e culturali importanti”.  Il direttore ha ringraziato  tutti coloro che hanno reso possibile questa collaborazione. Per San Michele il ringraziamento va al dirigente di allora, il professor Giovanni Manzoni che considerò pregevole l’idea del professor Walter Eccli, riguardo l’attivazione di un gemellaggio tra le scuole di Weinsberg e San Michele, il vicepresidente del consiglio di amministrazione, Ferdinando Tonon,  e i docenti che hanno contribuito ad organizzare in questi anni i tirocini, Michele Graifenberg, Salvatore Maule e Luca Russo”.

Da oltre vent'anni anche gli studenti di Weinsberg vengono in visita alla FEM; infatti la  scuola organizza per loro una settimana tecnica ogni anno che prevede anche visite a cantine sia provinciali che extra provinciali. (sc)

 

        Silvia Ceschini 

L'APERITIVO DELLA TRADIZIONE GENOVESE

2021 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica