NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Eventi musicali e gastronomici

FINE SETTIMANA NELLE TERRE DI PISA ALL'INSEGNA DI CULTURA ED ENOGASTRONOMIA

 

 

 

 

La IX edizione di Terre di Pisa Food & Wine Festival porta alla scoperta del territorio.

Nutrizione, salute ed educazione alimentare tra i temi in evidenza

 

La nona edizione  di “Terre di Pisa Food & Wine Festival” la mostra-mercato con degustazione dei prodotti, seminari, laboratori e degustazioni guidate del vino quest’anno si svolge all’aperto nella centralissima piazza Vittorio Emanuele II da venerdì 15 a domenica 17 ottobre.

La manifestazione enogastronomica, organizzata dalla Camera di Commercio di Pisa in collaborazione con le associazioni di categoria, punta a diffondere la cultura del cibo e del bere di qualità delle Terre di Pisa con uno sguardo attento alla salute e alla sicurezza alimentare secondo l’antico dettame di Ippocrate “fa che il cibo sia la tua medicina”. L'evento è inserito nel calendario di Vetrina Toscana: la rete che valorizza la cultura enogastronomica come attrattore turistico e come espressione dell'identità del territorio.

 

Un fine settimana all'insegna del gusto e della cultura con tante le iniziative dedicate: dalla passeggiata guidata dal romantico giardino Scotto fino ai Lungarni, dalla Pisa risorgimentale alla scoperta del casino dei nobili. Molte le proposte di musei e siti turistici che propongono ingressi scontati o gratuiti: dall' Orto e Museo Botanico  al Museo di Storia Naturale di Calci, passando per Palazzo Blu, dal Museo della grafica alla Gipsoteca di Arte Antica, per arrivare a “Le Navi Antiche a Tavola” che unisce uno dei luoghi della cultura più significativi della città con l’eccellenza dei ristoranti di Pisa e provincia aderenti al circuito Vetrina Toscana.

 

Il Terre di Pisa Food & Wine Festival è anche l'occasione per scoprire il territorio “oltre la Torre”. Le agenzie hanno disegnato proposte di soggiorno ed esperienze a tema arte & cultura, enogastronomia, outdoor, shopping: degustazioni di vino o di olio extravergine di oliva, tour guidati nelle cantine, corsi di cucina in Valdera, caccia al tartufo di San Miniato, relax alle Terme di Casciana o ai Bagni di Pisa, visite guidate nella Tenuta di San Rossore oppure escursioni lungo i sentieri del Monte Pisano. E per finire un tuffo nella storia degli Etruschi e dell'alabastro a Volterra oppure immersi nei vapori della Valle del Diavolo in Valdicecina.

 

Il legame tra alimentazione e salute sarà in primo piano grazie agli esperti del centro Nutrafood dell’Università di Pisa che forniranno ai visitatori, attraverso laboratori, giochi e quiz, informazioni su acquisti e consumi consapevoli in ambito alimentare.

Particolare attenzione ai prodotti del mare: il pubblico sarà guidato alla lettura dell’etichettatura dei prodotti ittici per la verifica della loro origine e per un acquisto consapevole. Inoltre, attraverso la presentazione di alcune ricette locali a base di pesce, strettamente legate alla tradizione toscana, il pubblico sarà condotto all'identificazione delle specie protagoniste immancabili dei piatti, alla selezione delle specie in relazione alla loro stagionalità e alla prevenzione di rischi correlati ad una loro gestione non consapevole.

Intrigante il programma dedicato ai più piccoli. Il murales di Keith Haring farà da sfondo alle attività, tutte gratuite, riservate ai bambini realizzate in collaborazione con Università di Pisa, Slow Food condotta di Pisa e Monte Pisano, Associazione Volaria, Francesca Bianchi e Elisa Bani. Bambini e ragazzi saranno invitati a trasformarsi in giovani artisti per raccontare i prodotti della terra e della tavola. Attività che si concluderanno con una gustosa merenda “Terre di Pisa”.

 

Il grande spazio espositivo ospiterà 80 produttori agroalimentari e vitivinicoli delle “Terre di Pisa” che potranno incontrare il pubblico dal vivo, raccontare, far degustare e vendere i prodotti provenienti dal territorio: formaggi, salumi, pasta, tartufi, miele, cioccolato, dolci e conserve, olio, vino, birra e liquori.  Produttori, quelli che partecipano alla manifestazione, che aderiscono ad un disciplinare che unisce la qualità dell'accoglienza ISNART (Istituto Nazionale Ricerche Turistiche) e la tipicità delle produzioni del progetto Vetrina Toscana.

 

Focus su Vino, olio e cioccolato

Particolare attenzione sarà riservata al vino. Oltre a 4 masterclass del vino che si terranno all’interno del palazzo Affari, sono previsti tour guidati che saranno un vero momento di studio e conoscenza per focalizzare proprio l’attenzione sul territorio pisano, a partire dalla specificità della Doc Terre di Pisa.

L’olio delle Terre di Pisa, uno dei prodotti cardine della tradizione culinaria toscana, è tra i protagonisti della kermesse. Nell’Oil Bar sarà possibile partecipare alle degustazioni guidate per iniziare il viaggio di conoscenza delle caratteristiche organolettiche degli oli e ricevere suggerimenti sugli abbinamenti gastronomici.

Il cioccolato sarà il protagonista del concorso finale aperto al pubblico dove i partecipanti, guidati da esperti, saranno guidati nella scoperta che porterà a celebrarne il migliore.

Il Festival ha il patrocinio del Comune di Pisa, dell’Università di Pisa e della Regione Toscana.

 

Daniela Mugnai 

 

SPORT, MUSICA, ARTE E ENOGASTRONOMIA: A BUONCONVENTO (SIENA) SI ALZA IL SIPARIO SUL “FESTIVAL DI NOVA EROICA”

 

Nel cuore del borgo medioevale quattro giornate all’insegna della qualità della vita. La festa inizierà il 15 luglio con il “Ristorante di Strada” e la musica del cantautore Nicola Costanti

 

Sport, musica, arte e enogastronomia: a Buonconvento (Siena) si alza il sipario sul “Festival di Nova Eroica”.

Dal 15 al 18 luglio 2021, uno dei borghi più belli di Italia diventa palcoscenico per quattro giornate all’insegna della qualità della vita con street food a base di prodotti tipici, spettacoli, musei aperti, passeggiate nella natura e itinerari in bici. Voluto e organizzato dalla Pro Loco di Buonconvento, con il patrocinio del Comune di Buonconvento, il festival ospita nei giorni del 17 e 18 luglio la quinta edizione di “Nova Eroica”, format ciclistico firmato Eroica che permette a tutti i tipi di bici di percorrere un tratto dello storico tragitto che si snoda tra le strade bianche di una delle terre più belle del mondo e offre un programma studiato per ciclisti di ogni tipo ed età.

La festa inizierà il giovedì 15 luglio quando – a partire dalle ore 19.00 - il borgo si animerà con il “Ristorante di Strada” che, con i suoi stand enogastronomici, proporrà pizza e piatti tipici toscani come pici al sugo, pasta al forno, panzanella, carne chianina e cinta senese alla brace, verdure fritte, dolci fatti in casa. Alle ore 21.00 in Piazzale Garibaldi, si torna alla musica dal vivo con il concerto del cantautore Nicola Costanti (ingresso libero).  

 

Venerdì 16 luglio a partire dalle ore 16.00 sarà aperto il “Bike Village” che sarà allestito a fianco delle mura di Buonconvento. Qui sarà possibile visitare la mostra itinerante di Eroica nel mondo, il mercatino eroico e l’area accoglienza degli sponsor di Eroica. In questo spazio inoltre si alterneranno ospiti illustri in coinvolgenti talk show dedicati al mondo del ciclismo.

Dalle ore 19.00 torna l’offerta del “Ristorante di Strada” mentre un DJ set garantirà il clima di una grande festa popolare.

 

 

Sabato 17 luglio è il giorno della Nova Eroica e si gareggia contro il tempo. La formula è quella che piace tanto: si pedala in gruppo per lunghi tratti poi la sfida si accende in alcune sezioni di percorso lungo le quali il cronometro indicherà la classifica finale. Saranno disponibili tre diversi percorsi: rispettivamente 62 chilometri (“Val d’Arbia), 85 chilometri (“Crete Senesi”) e 130 chilometri (“Terra di Siena”).  Il via per tutti sarà dato alle ore 8.00 mentre la premiazione è prevista per le ore 17.00.

Una giornata davvero per tutti: sportivi e non potranno pranzare e cenare con le prelibatezze del “Ristorante di Strada” (apertura a pranzo dalle ore 12.00 e a cena dalle ore 19.00) a seguire DJ set e musica dal vivo.

Domenica 18 luglio torna Nova Eroica Family e protagonisti saranno mamme, papà e soprattutto ragazzi e bambini in sella ad ogni tipo di bicicletta, anche a pedalata assistita. Una ciclo escursione su strade bianche con due percorsi a disposizione, rispettivamente di 27 e 14 chilometri.  

Alle ore 16.30 riflettori accesi su un atteso evento agonistico con il gran premio regionale dei giovanissimi “Memorial Maurizio Nardi”.

Anche nella giornata di domenica, i golosi di ogni età potranno pranzare e cenare con il “Ristorante di Strada” (apertura a pranzo dalle ore 12.00 e a cena dalle ore 19.00).  Inoltre nei giorni del Festival sarà possibile visitare anche il Museo d’Arte Sacra della Val d’Arbia, allestito all’interno del meraviglioso palazzo liberty Ricci Soccini e al Museo della Mezzadria Senese, ospitato nei suggestivi spazi seicenteschi di un antico granaio padronale, che raccontano la storia di questo angolo di Toscana.  Il “Festival di Nova Eroica” è un progetto della Pro Loco di Buonconvento con il patrocinio del Comune di Buonconvento. Le informazioni e il programma completo sono disponibili sul sito www.prolocobuonconvento.com

 

Sonia Corsi

JAZZ & WINE IN MONTALCINO 2021: LA MUSICA CONQUISTA LE TERRE DEL VINO ALL’INSEGNA DELL’ECCELLENZA ITALIANA

 

Stefano Bollani, Danilo Rea, Stefano di Battista, Emanuele Urso, Massimo Nunzi e Alex Britti gli artisti che renderanno unica la XXIV edizione del festival che nasce dalla collaborazione tra l’azienda vinicola Banfi, la famiglia Rubei dell’Alexanderplatz Jazz Club di Roma ed il Comune di Montalcino

Musicisti raffinati si incontrano a Montalcino (Siena): dal 20 al 25 luglio torna Jazz & Wine il festival che unisce il grande jazz e il vino di qualità, frequentato e amato dagli artisti più importanti del mondo e ormai saldamente inserito tra i più grandi festival europei. Nata dalla collaborazione tra la nota azienda vinicola Banfi, la famiglia Rubei dell’Alexanderplatz Jazz Club di Roma ed il Comune di Montalcino, per il ventiquattresimo anno consecutivo la rassegna porta nella città che è simbolo del Brunello, artisti di fama mondiale.

Partenza roboante martedì 20 Luglio, nella suggestiva Fortezza di Montalcino, con STEFANO BOLLANI Trio. Il poliedrico pianista, artista eclettico e geniale torna a Jazz & Wine dopo 13 anni di assenza in compagnia di Bernardo Guerra alla batteria e Gabriele Evangelista al contrabbasso. Insieme daranno vita a un concerto unico dove l’unica regola è divertirsi a improvvisare. 

 

Un viaggio che abbraccia la musica tutta, che non conosce generi e sovrastrutture, in cui i tre strumenti si uniscono per creare ogni sera un mondo musicale nuovo e straordinario.

Mercoledì 21 luglio, Jazz & Wine si sposta a Castello Banfi: protagonista STEFANO DI BATTISTA con il suo “Morricone Stories”, sentito tributo a Ennio Morricone, uno dei maestri che hanno portato il genio italiano nel mondo. Un progetto che sigla il matrimonio perfetto tra jazz e musica da film e che vede a fianco del sassofonista Stefano Di Battista il pianista Fred Nardin, il contrabbassista Daniele Sorrentino e il batterista André Ceccarelli. 

Sempre nel meraviglioso Castello Banfi si terrà l’appuntamento di giovedì 22 luglio con “Improvvisazione di piano solo”, lo spettacolo in cui DANILO REA, uno dei più grandi pianisti italiani, spazierà dai capisaldi del jazz, passando per le canzoni italiane, fino alle arie d’opera, proiettando gli spettatori in un mondo le cui strade sono ancora tutte da scoprire.

 

Il binomio musica e cinema sarà di nuovo protagonista dell’appuntamento di venerdì 23 luglio, quando, sul palco della Fortezza di Montalcino l’ORCHESTRA OBSERVATORIUM composta da alcuni di alcuni dei migliori musicisti del jazz italiano e diretta da MASSIMO NUNZI (tromba, direzione e arrangiamenti) proporrà “Jazz in Cinemascope”, un concerto che esplorando le partiture di alcuni celeberrimi film, permetterà di ascoltare musiche di grande complessità, rarissimamente eseguite.

Swing, swing e ancora swing: sabato 24 luglio nella Fortezza di Montalcino arriva EMANUELE URSO, il “Re dello Swing” con il SESTETTO SWING DI ROMA (Emanuele Urso, clarinetto/batteria/direzione; Claudio Piselli, vibrafono; Emanuele Rizzo, pianoforte; Fabrizio Guarino, chitarra; Alessio Urso, contrabbasso; Giovanni Cicchirillo, batteria). 

 

Un viaggio che parte dalle sonorità statunitensi degli anni ’40 per arrivare ai maggiori compositori della musica leggera americana (G. Gershwin, J. Kern, C. Porter, I. Berlin, B. Goodman) e che si avvale della presenza di uno special guest d’eccezione come LORENZO SORIANO (tromba).

La ventiquattresima edizione di Jazz & Wine in Montalcino chiude domenica 25 luglio con la chitarra di ALEX BRITTI che porterà il suo straordinario talento nella Fortezza di Montalcino in uno spettacolo che prevede la rivisitazione del suo repertorio in chiave più intimista, elegante e incalzante allo stesso tempo. Con lui sul palco FLAVIO BOLTRO, trombettista eclettico e raffinato. Un incontro tra due musicisti complici e affiatati per un progetto all’insegna dell’improvvisazione dal sapore blues e jazz, che si arricchisce del talento di Davide Savarese alla batteria, Emanuele Brignola al basso e Mario Fanizzi al pianoforte e tastiere. 

La direzione artistica, come ormai da anni, è firmata da Paolo Rubei (Alexanderplatz Jazz Club di Roma) che, con passione e competenza, prosegue nel percorso musicale tracciato dal compianto padre Giampiero, ispiratore e ideatore di questo unico festival musicale.

 

Tutti gli spettacoli di Jazz & Wine in Montalcino avranno inizio alle ore 21.45.

 Informazioni e contatti

www.jazzandwinemontalcino.itJMarketing Banfi:  +39 0577 840 111 / +39 348 2302870

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Informazioni e prenotazioni

Vivaticket

 

Direzione artistica

Paolo Rubei

 

 Sonia Corsi – ufficio stampa Jazzin’Around

NOTE... DI DEGUSTAZIONE: OMAGGIO A PIETRO MASCAGNI

A Livorno due eventi enogastronomici dedicati al grande compositore: domenica 13 settembre Un'altra estate e domenica 20 settembre Overture Mascagnana

 

Pietro Mascagni (1863-1945) oltre ad essere un genio musicale fu una vera e propria icona di stile. Famoso per l'eleganza impeccabile e la ricercatezza, dettò la moda del suo tempo e fu considerato alla stregua di un divo. Ciclone di esuberanza e modernità , fu anche il primo a comporre colonne sonore per film negli anni venti.

L'autore della Cavalleria rusticana era altresì un amante dei viaggi e della buona tavola. Figlio di un fornaio, si dice che Mascagni adorasse le uova che consumava in gran numero e in tutti i modi. Uno dei suoi piatti preferiti erano le triglie alla livornese e lo stoccafisso con le patate che alternava a grandi bistecche che, a suo dire, gli davano molta energia.

A questo proposito la figlia Emi dedicò un paragrafo divertente: L’unica cosa su cui Papà  e D’annunzio non vanno d’accordo è sul cibo, la nostra cameriera lo sa e prepara sempre due pranzi separati. L’uno guarda nel piatto dell’altro facendo commenti, osservazioni, grida di meraviglia e siccome pretendono di essere due salutisti d’eccezione ognuno cerca di convincere l’altro della superiorità  del proprio metodo.

Il compositore livornese prediligeva gli spaghetti al brodo amato da D'Annunzio, la bistecca rispetto alle verdure scelte dal poeta e come dessert il formaggio invece del dolce. (dal libro di Fulvio Venturi - Mascagni e Livorno - Un caso Internazionale)

Ed è proprio dedicata alla figura del noto compositore l'ultima tappa della VI edizione di Un’Altra Estate, l’iniziativa, realizzata da Regione Toscana, con il supporto di Toscana Promozione Turistica e la collaborazione di Fondazione Sistema Toscana, Il Tirreno, Vetrina Toscana, FEISCT, che intende valorizzare la destinazione turistica toscana e i prodotti enogastronomici locali lungo la costa.

Domenica 13 settembre la manifestazione si apre con la visita ai Bagni Pancaldi, primi stabilimenti balneari costruiti in Italia: frequentati da un turismo aristocratico e da esponenti in vista della politica e delle cultura come Carducci, Pascoli, e lo stesso Mascagni.

L'evento si terrà alla terrazza dell’acquario di Livorno alle ore 18.30 alla presenza di molti produttori locali che presenteranno la Livorno enogastronomica con storie aneddoti e prodotti. Al termine delle interviste, spazio alle degustazioni. Il piatto della tradizione proposto da Livorno in questa occasione è il baccalà alla livornese, uno dei pilastri della cucina locale. Il gran finale sarà uno spettacolo di videomapping proiettato sulla facciata dell’albergo Palazzo, alle ore 20.30, uno spettacolo multisensoriale con un emozionante videomapping a cura di Immersiva, un viaggio nella Livorno mascagnana di fine ‘800 e della Belle Époque, con la straordinaria musica e le immagini del Maestro riverberate e riflesse sull’acqua del mare della sua Livorno. La passeggiata e l’accesso all’evento sono gratuite, ma è necessario prenotare inviando una mail a noi.iltirreno.it/eventi

Domenica 20 settembre a Livorno alle ore 18,30 e 19,30 sarà la volta dell' Overture Mascagnana Vetrina Toscana dedica un tour in battello ispirato alla vita e alle opere di Pietro Mascagni in chiave musicale a bordo ci saranno musicisti cantanti lirici e cultori della musica in un emozionante viaggio tra i canali medicei a fine tour una cena nel cuore della Venezia a base di cacciucco. Per Info e prenotazioni 0586 894563. Tutti gli eventi si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative anti-Covid.

Dulcis in fundo, un'ultima chicca legata all'enogastronomia. L'iris, il dolce tipico siciliano, una pasta lievitata con un ripieno di crema di ricotta e pezzetti di cioccolato, deve il proprio nome all'opera Iris di Pietro Mascagni. Il cavaliere del lavoro Antonio Lo Verso, pasticcere palermitano infatti lo per la prima volta nel 1901 in occasione della prima dell'opera di Mascagni. 

 

Daniela Mugnai

OMAGGIO ALLA CALLAS AL GRAND HOTEL MAJESTIC

Omaggio alla “Divina” Callas al Grand Hotel Majestic

 

 

 

Una serata, sabato 28 settembre, per ricordare il più grande soprano della storia, ospite affezionata del palazzo bolognese tra una tournée e l’altra. La serata si apre con un l’esibizione del mezzosoprano Iolanda Massimo, accompagnata al piano da Clelia Novello, e prosegue con i piatti preferiti della Callas, quelli che amava gustare o preparare personalmente. Intorno alle ricette, un fiorire di storie e aneddoti che raccontano l’artista e le sue frequentazioni e amicizie, all’epoca di Grace di Monaco, Toscanini, Pasolini. La serata è organizzata con la presidente di APE Bologna Confedilizia Elisabetta Brunelli in Monzani e la scrittrice e giornalista Maria Teresa Cremonini.Bologna, 23 settembre 2019_ Per tutti era la Divina.

 

Non semplicemente una voce – e che voce – ma un’artista insuperabile, una donna dalla personalità forte, simbolo di un’epoca. Maria Callas è la protagonista assoluta di una serata al Grand Hotel Majestic "già Baglioni" di Bologna: un’iniziativa che unisce musica e cucina, due passioni – una pubblica e una privata, nota soprattutto agli amici – del soprano più noto del mondo. L’hotel che ha avuto il privilegio di accoglierla in tutte le sue trasferte bolognesi diventa il palcoscenico di un evento che andrà in scena sabato 28 settembre, organizzato insieme alla presidente di APE Bologna Confedilizia Elisabetta Brunelli in Monzani e alla scrittrice e giornalista Maria Teresa Cremonini.

 

L’appuntamento ci riporta ai fasti della “Callas Mania”, quando i teatri di tutto il mondo si contendevano il soprano. L’era di Toscanini, Zeffirelli, Bernstein, dei Kennedy e di Onassis, di Grace di Monaco e di Pasolini, tessere importanti di un mosaico di relazioni fondamentali per Anna Maria Cecilia Sophia Kalogherupoulou – questo il suo vero nome. Ed è appunto insieme a loro che Maria Callas, donna intensa e affamata di vita, trascorreva ore spensierate al tavolo di un ristorante – dove immancabilmente chiamava lo chef per chiedere la ricetta – o direttamente in cucina, ai fornelli. Tutto questo tra una tournée e l’altra, donando al mondo la sua arte e la sua capacità di interpretare brani immortali.

 

E la serata inizia proprio con un omaggio musicale a cura del mezzosoprano Iolanda Massimo, accompagnata al pianoforte da Clelia Noviello, alle 19.30. L’occasione per raccontare inoltre piccoli aneddoti e storie legati al menù, ideato da Maria Teresa Cremonini e realizzato con gusto e savoir-faire dall’executive chef Cristian Mometti. Una selezione di ricette accuratamente selezionate: sono le preferite di Maria Callas, e ognuna è legata a un periodo particolare.

 

Il menù Divina

Si parte dalla Moussakà, originaria, come la Callas, della Grecia, uno dei piatti che prediligeva in assoluto, e si prosegue con i Tagliolini gratinati alprosciutto alla maniera dell’Harry’s Bar di Venezia. Nel locale, entrato nella storia come ritrovo del jet set, delle star e degli intellettuali, i tagliolini così preparati sono un’istituzione, e la Callas aveva appreso così bene la ricetta da cucinarli personalmente per l’amica Grace di Monaco, a bordo dello yacht Cristina. Gli Ossobuchi in Gremolada appartengono invece all’epoca in cui, dopo aver cantato alla Scala, frequentava la Milano da bere, e non mancava mai di assaggiare questa specialità, tipicamente lombarda. Il menù si chiude con Torta mia, il suo dolce “firma”, che preparava nei momenti di riposo tra un viaggio e l’altro: la ricetta è stata ritrovata nella sua villa nel veronese.

 

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

2021 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica