NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Eventi gastronomici

CucinaLiguria 2019 Dal 4 Al 6 Ottobre

Di Virgilio Pronzati

Foto di Mara Daniela Musante  

 

Un successo la terza edizione di Cucina Liguria.  Lasciata alle spalle la deludente - per la carenza di visitatori non per la qualità dei prodotti esposti - manifestazione dello scorso anno per la concomitanza del Salone Nautico, questa edizione ha riscosso l’interesse dei genovesi e dei molti turisti.  Una iniziativa che deve crescere e continuare, promossa dalla CNA in collaborazione con Regione Liguria, Camera di Commercio di Genova e Comune di Genova, per promuovere l’intera filiera della cucina ligure. Una cucina legata al territorio e alla sua conformazione, al clima, al terreno impervio. 

Una cucina “povera” di ingredienti ma non di bontà, fatta di ingredienti e strumenti frutto della creatività e della capacità di agricoltori e artigiani abituati a strappare alla terra produzioni eccellenti. Un patrimonio fatto di tradizioni e cultura che rischiava l’estinzione. Cucina Liguria percorre il filo che lega tutto l’universo culinario ligure attraverso gli ingredienti, gli utensili, le macchine di trasformazione, i metodi di conservazione, i piatti della tradizione. Un viaggio ideale, che parte dalla terra, passa per i laboratori artigianali e termina nella fiera mercato dove tutti potranno conoscere ad apprezzare i prodotti e gli strumenti della nostra splendida regione.

 

Tra i molti motivi d’interesse, i laboratori e show cooking pomeridiani. Tra i primi, sabato 5, I Croxetti al pesto: dallo stampo alla pentola, curato da Franco Casoni e realizzato con i prodotti del Pastificio Dasso e Pesto di Prà di Bruzzone e Ferrari.  Di seguito, Come nasce una tavoletta di cioccolato, curato da Francesco Liotta della Cioccolateria Buffa. Gran chiusura domenica con Show cooking: Una gara fra gli allievi di tre Istituti Alberghieri liguri abbinati ognuno, ad altrettanti noti chef regionali, che si sono sfidati a son di piatti, realizzati rigorosamente con i prodotti del territorio.  Di seguito, la realizzazione di un sottopiatto, eseguita da Anna Maragliano Caranza.  Una tre giorni enogastronomica che ha unito sapori e cultura.

Le aziende presenti a questa terza edizione

37.1.3 Mare di Liguria: Acciughe liguri; Anna Maragliano Caranza: Decorazioni, restauri e oggettistica:  Antico forno da Carlo: Dolciumi liguri: Azienda Agricola Damiano: Olio Extravergine d’oliva e olive: Azienda Agricola Zafferano di Rosso: Zafferano, curry  agricolo ed altre spezie; Bimby: Buffa Cioccolato; Cioccolato artigianale; Carlo Fornaio di Albaro: Focaccia e farinata; Conti dal 1951: Pandolce genovese e pasticceria ligure; Creuza de Mà: Pesto Genovese; Dalpian Agrigelateria: Gelato artigianale; Flora Natura e Garden: Fiori e piante; Franco Casoni: Stampi per croxetti; Frantoio Lucchi & Guastalli: Olio di Oliva DOP; Fungaveto: Funghi; I Dolci di Carolina: Dolciumi; Il Parodi: Crema e olio di nocciole liguri;

 

Il Pesto di Prà di Bruzzone e Ferrari: Produzione Pesto; La Fattoria nel Bosco: Formaggio, pane, marmellate e tisane; Luppola: Birra artigianale;  Parco Naturale Alpi Liguri: Prodotti alimentari tipici liguri; Parco Naturale dell’Antola: Prodotti alimentari tipici liguri; Pastificio Dasso: Pastificio artigianale; Pexto Srl: Pesto ed altre produzioni alimentari liguri; Taverna del Vara: Birrificio e prodotti locali;  Terra Verde Tigullio: Prodotti tipici liguri e testi; The Honey Bar: Prodotti dell’alveare; Zafferano dei Giovi: Zafferano.  

 

LA FOCACCIA COL FORMAGGIO DEL CONSORZIO DI RECCO PREMIATA A CESENA COME MIGLIOR CIBO DI STRADA

“Cesena capitale del cibo di strada” aveva titolato anni fa in una sua rubrica, Carlo Petrini, presidente internazionale di Slow Food e un motivo c’era ed ancora oggi c’è. 

Dal 2001 (con dodici edizioni) Cesena ospita il Festival internazionale del cibo di strada, senz’altro la kemesse più prestigiosa dedicata allo street food.

Ideato dal compianto Gianpiero Giordani, dirigente Confesercenti e Fiduciario Slow Food.

Il Festival con il passare degli anni ha visto aumentare la sua popolarità ed il gradimento del pubblico, subendo numerosi tentativi di imitazione e creando quello che viene definito “fenomeno street food”.

Il Festival Internazionale del Cibo di Strada di Cesena si distingue per la qualità delle offerte gastronomiche e per la presenza di coloro che si possono definire “storici artigiani” del cibo di strada, senza dubbio nell’ambito di questo tipo di eventi quello di maggiore importanza. 

La Focaccia premiata al suo debutto a Cesena

Quest’anno il Festival Internazionale del Cino di Strada di Cesena si è svolto dal 4 al 6 ottobre 2019 nelle centralissime piazza del Popolo e piazza della Libertà calamitando nei tre giorni della manifestazione oltre 100mila visitatori.

Novità di questa edizione è stata il “Premio Gianpiero Giordani” suddiviso in due categorie: miglior cibo di strada italiano e miglior cibo di strada estero.

Il Consorzio della Focaccia di Recco, per la prima volta a Cesena, si è immediatamente aggiudicato il Premio Gianpiero Giordani per la migliore proposta di cibo di strada italiano con la sua focaccia col formaggio mentre la Ravioleria Sarpi di Milano, rappresentando l’antica cucina della Cina, con i ravioli di manzo, si è aggiudicata il premio per la migliore proposta per la cucina di strada estera.

Giuria composta da 8 esperti e presieduta da Vittorio Castellani (Chef Kumalè) e contava sulla presenza di giornalisti tra cui Licia Granello de “La Repubblica, Pina Sozio curatrice della Guida Street Food del Gambero Rosso e Luca Toni fiduciario Slow Food Cesena.

Lucio Bernini e la delegazione cinese

Naturalmente grande soddisfazione da parte di tutti gli associati del Consorzio della Focaccia di Recco per un successo che vede la Focaccia di Recco essere premiata quale miglior cibo di strada italiano per il 2019. “Alla giuria abbiamo semplicemente raccontato la storia della nostra focaccia – dicono i recchesi – la sua tradizione, la sua semplicità e di quanto sia ancorata al suo territorio. Recco è la città della Focaccia col formaggio ed il suo Consorzio con orgoglio ne porta fama e notorietà nel mondo.

Un ringraziamento alla Città di Cesena, al suo Sindaco e a Confesercenti per la grande ospitalità riservata alla delegazione della Liguria, rappresentata da Recco, con la sua famosa focaccia, come tutti al Festival dicevano. I vincitori delle due categorie: Lucio Bernini per il Consorzio della Focaccia di Recco e la delegazione cinese.

 

Bernini Daniela

Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio

Ufficio Stampa e Relazioni Esterne

Recco (GE) via XXV Aprile 14

Tel.: 0185730748 - 3357274514

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DOLCISSIMA PIETRA 2019 & BELLISSIMA

 

DOLCISSIMA PIETRA: GRANDE SUCCESSO PER LA 15° EDIZIONE DELLA MANIFESTAZIONE SIGILLO DELL’ESTATE PIETRESE CHE, QUEST’ANNO,  SI E’ RINNOVATA,  RADDOPPIANDO I SUOI EVENTI CON LA CULTURA DI “BELLISSIMA PIETRA

 

Grande successo, fermenti di novità e aria di “rinascita” per la tre giorni pietrese dedicata all’arte dolciaria conclusasi domenica con numeri importanti e che, quest’anno, ha festeggiato  il suo 15° compleanno regalandosi e regalandoci le superlative “incursioni” nella poesia, nella musica e nella cultura di “Bellissima Pietra”. 

 

In un crescendo continuo, alle delizie per gli occhi e per il palato esposte sotto il grande tendone in piazza San Nicolò, hanno fatto da contraltare, nello spazio allestito in piazza Vittorio Emanuele II, gli “affondi” poetici di Davide Rondoni, le sonorità del concerto di Fabrizio Casalino, le note del sax di Fabio Tessiore, l’excursus letterario di Paolo Lagazzi, le avvincenti degustazioni di Virgilio Pronzati e, nella suggestiva e ritrovata “Chiesa Vecchia”, l’arte dei fiori di Federico Silvestri e i sapori di terre lontane del rhum di Renato Ansaldi. 

 

Senza dimenticare i “talenti” profusi nel contest “Dolcissimo” dedicato ai dolci della tradizione ligure e alla pietrese “torta di zucca”, vinto da Bruna Montorio, per la sezione dedicata a quest’ultima, da Roberta Orefice del  ristorante  “Da Max” per la sezione “professionisti” e da Michela Barcellonio per i “non professionisti” e alla gara delle “vetrine a tema” che, come ogni anno, “veste” di scorci scenografici il centro storico e che ha visto vincitori  al primo posto “Zanzibar Cafè” e a seguire il ristorante “Al 17” e la pasticceria “Moggia”, con un “premio speciale” della giuria ai commercianti di via Garibaldi.

 

Un caleidoscopio di emozioni premiato da un pubblico numerosissimo e attento che, per tutto il fine settimana, ha affollato le piazze e le strade del nostro centro storico, segnando il “tutto esaurito”  per gli eventi e assicurando un “surplus” di lavoro agli espositori e alle nostre attività produttive.

 

Tre giorni di eventi, sette regioni rappresentate, più di 300 prodotti artigianali, oltre 60 espositori, sei piazze coinvolte,  più di 1000 mq di moquette rosso rubino e poi degustazioni,  show cooking,  incontri a tema,  appuntamenti conviviali e naturalmente i dolci, i vini da dessert e tutte le eccellenze e le specialità dell’arte dolciaria: questi, in estrema sintesi, i grandi numeri dell’edizione 2019 .

 

Un’edizione importante per “Dolcissima Pietra” e una sfida azzeccata e vinta quella di “Bellissima” , capace di rinnovare e “rilanciare” questa importante manifestazione, nata nel 2005  durante il  mio secondo mandato amministrativo e  cresciuta  fino a diventare oggi un’esperienza sensoriale ed emozionale a 360° in cui cultura, creatività ed eccellenze enogastronomiche si compenetrano e diventano nuove energie per il territorio e grande valore aggiunto della nostra programmazione estiva.

 

Siamo orgogliosi di questo bel traguardo e come Amministrazione siamo intenzionati a portare avanti questo tipo di progettualità, certi che sia la “strada maestra” per valorizzare al meglio la nostra città e le sue attività produttive e occasione di forte attrazione turistica.

 

Grazie a  “OroArgento” per l’organizzazione e per le molte idee e proposte messe in campo, all’associazione “Ristoratori Pietresi e della Val Maremola” e all’associazione dei commercianti del centro storico “Facciamo centro” per il sostegno e il coinvolgimento, oltreché agli uffici comunali che non hanno mai fatto mancare la loro disponibilità generosa e competente.

 

Luigi De Vincenzi

Sindaco di Pietra Ligure 

19° FESTIVAL DELLA CUCINA ITALIANA

 

 

Pesaro - 20-21-22 settembre 2019 - Piazza del Popolo

Tre giorni con i sapori e le eccellenze della tradizione italiana

 

 

Tre e diciannove. Sono i numeri del Festival della Cucina Italiana in programma a Pesaro dal 20 al 22 settembre. Tre sono le edizioni consecutive nella città di Gioachino Rossini, così come tre sono i giorni all’insegna dei buoni sapori. Diciannove sono le edizioni di questo evento che quest’anno si concentra su un ambiente maggiormente conviviale con oltre 300 posti a sedere attorno a grandi tavoli rotondi illuminati da centinaia di lucine nella centralissima piazza del Popolo, alla presenza di 25 cuochi dell’Accademia Nazionale Italcuochi, coordinati dallo chef Luca Angelini, presidente della sezione romagnola del sodalizio.

 

Saranno loro gli ambasciatori del gusto della tre giorni a Pesaro, in un portfolio di proposte per tutti i palati: il gran fritto dell’Adriatico, la polenta Taragna della Lombardia proposta con i funghi Cardoncelli pugliesi, dalla Sicilia non mancano arancini e cannoli, così come dalla Romagna arrivano gli arrosticini fatti a mano e la speciale porchetta di allevamento locale, insaporita e cotta alla brace direttamente dai pastori.

E ancora, le Mariette artusiane, fedeli custodi della tradizione del gastronomo Pellegrino Artusi, sono alle prese con la pasta fatta mano delle lasagne e con i condimenti di orecchiette e tortellini; senza dimenticare il caffè d’autore, come quello verde, celebre per le sue proprietà antiaging, presentato da Lady Cafè.

 

Ampio spazio sarà riservato al beverage con un’isola dedicata a vini e champagne, un’altra alle birre artigianali. E per gli amanti della mixology d’avanguardia, di scena ci sarà uno dei più affermati bartender, Charles Flamminio, mago dei cocktail.

 

Insomma, un Festival che come al solito punta sulla più grande qualità, ma accessibile a tutte le tasche, che in questa diciannovesima edizione fa una precisa scelta di campo concentrandosi esclusivamente sui cavalli di battaglia che hanno contraddistinto le passate edizioni.

Il Festival è coordinato da La Madia Travelfood - oggi inserita nel contesto di Cose Belle d’Italia, prima rivista italiana dedicata alla ristorazione (35 gli anni compiuti nel 2019) – realizzato con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Pesaro.

 

IL FESTIVAL COMPIE 19 ANNI

Il Festival della Cucina Italiana è uno degli eventi più consolidati in Italia. Una delle sue caratteristiche è quella di essere itinerante: negli anni passati è stato ospitato nel Museo della Marineria di Cesenatico, nella città del Tartufo Bianco Pregiato di Pergola, all’Isola d’Elba, a Londra, a Piobbico, a San Benedetto del Tronto, a San Patrignano, a Rimini e a Bologna, coinvolgendo il folto pubblico (fino a 80.000 presenze), le televisioni, i giornalisti, i più importanti chef italiani e i buyers esteri. Curiosità: per la prima volta per tre edizioni consecutive si svolge nella stessa località, Pesaro.

 

Info Festival della Cucina Italiana

Piazza del Popolo - Pesaro

Orario: venerdì ore 18-23

Sabato orario 12-15 e 18-23

Domenica: 12-15 e 18-22 domenica

www.festivaldellacucinaitaliana.it

 

Filippo Fabbri – tel. 347 1567681

IL CONSORZIO DELLA FOCACCIA DI RECCO OSPITE D'ONORE ALL'OTTAVA EDIZIONE "PIACENZA E' UN MARE DI SAPORI"

 

 

Venerdì 6 e sabato 7 settembre 2019 il Consorzio della Focaccia di Recco ospite d’onore dell’ottava edizione di “Piacenza è un mare di sapori”

 

Evento organizzato dal Consorzio di Tutela Salumi DOP Piacentini con la Camera di Commercio di Piacenza, Comune di Piacenza, Regione Emilia Romagna e Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo.

 

Presente alla cerimonia di inaugurazione venerdì 6 settembre alle ore 18 con le altre cariche Istituzionali anche il Vice Sindaco del Comune di Recco Edvige Fanin, che porterà i saluti della Città affiancando il Consorzio recchese in questo importante momento di promozione. Ad attendere l’arrivo del Consorzio anche Gaetano Rizzuto, grande amico dei recchesi e della loro focaccia, già direttore del Secolo XIX e poi del quotidiano piacentino “Libertà”.

È questo il primo risultato dei contatti avviati fra i due Consorzi, della Focaccia di Recco e dei Salumi DOP piacentini, su proposta ed invito del Ministero delle Politiche Agricole, con l’obiettivo di perseguire i medesimi obiettivi di valorizzazione per i prodotti rappresentati e per i due territori confinanti (la Val Trebbia unisce la Città Metropolita di Genova e la provincia di Piacenza) che insieme potranno avere ottimi e reciproci riscontri. 

“Piacenza è un mare di sapori” è uno straordinario evento enogastronomico nella suggestiva cornice di Piazza Cavalli che vedrà l’apertura venerdì 6 settembre con un grandissimo spettacolo dell’orchestra Casadei.

Ricchissimo il programma con degustazioni dei salumi DOP Piacentini, i piatti più tipici e i vini della Regione Emilia Romagna ed ospite d’onore il Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio. 

“La Focaccia di Recco, con l’ottenuta tutela europea nel 2015, è entrata nell’Olimpo della produzione agroalimentare europea, diventando uno dei prodotti d’eccellenza che rappresentano l’Italia nel mondo”, ed il Consorzio, suo ambasciatore nel mondo, ne porta la storia e tradizione ai grandi eventi, dove con la produzione a vista della focaccia col formaggio, ne fà apprezzare al vasto pubblico il sapore, la fragranza e l’inconfondibile profumo. Un invito a venire quindi in Liguria, nel territorio di origine della Focaccia di Recco col formaggio, a Recco, Camogli, Sori e Avegno, dove si respira la storia della sua tradizione.

https://www.piacenzaonline.info/piacenza-si-rituffa-un-mare-sapori/ 

La presenza del Consorzio recchese a Piacenza è una preziosa occasione per promuovere l’ottenuta IGP della FOCACCIA DI RECCO, riservata ai produttori autorizzati alla produzione certificata europea: 

RISTORANTI a Recco: Alfredo – Angelo - Da Lino – Da ö Vittorio – Del Ponte – Manuelina – Vitturin – Focacceria Manuelina.

RISTORANTI a Sori: Edobar - Boschetto. ASPORTO a Sori: Tossini

PANIFICI a Recco: Moltedo G.B. – Moltedo Luisa

ASPORTO a Camogli: Revello Focacceria

 

Bernini Daniela

Consorzio della Focaccia di Recco col formaggio

Ufficio Stampa e Relazioni Esterne

Recco (GE) via XXV Aprile 14

Tel.: 0185730748 - 3357274514

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

2019 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica