NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Fiere agroalimentari

DICEMBRE A SIENA ARRIVA CON IL MERCATO NEL CAMPO

Sabato 1 e domenica 2 dicembre 2018, dalle ore 8 alle 20, in Piazza del Campo si rievoca il "mercato grande" medievale già descritto nel Costituto Senese del 1309

 

Due giorni nel Trecento tra cultura ed eccellenze enogastronomiche e artigianali. In uno degli scenari più belli del mondo, produttori locali e nazionali propongono il meglio delle “arti e mestieri”

 

A Siena rivive il Mercato nel Campo: sabato 1 e domenica 2 dicembre 2018, una delle piazze più belle del mondo torna alle sue origini medievali e ospita un singolare evento di vita quotidiana. Si rievoca il “mercato grande” che, ai tempi della Repubblica di Siena, rappresentava una delle principali forme di approvvigionamento e lo si fa secondo le regole di allora.

 

I migliori prodotti della tradizione senese e alcune eccellenze provenienti da ogni parte d'Italia saranno in mostra nella conchiglia di Piazza del Campo dove verranno disposti oltre 150 banchi seguendo le indicazioni date nel XIV secolo dalle autorità comunali, come racconta il “Costituto Senese”, prima carta costituzionale scritta in volgare, che fu adottata nel 1309 per regolare la vita della città. Sarà così riproposta la disposizione originaria, con la distinzione in due grandi aree di vendita di prodotti alimentari e artigianali e il relativo raggruppamento per categorie al loro interno.

 

I prodotti saranno esposti su banchi ispirati a quelli del passato, pronti a svelare un universo di sapori, profumi, bellezza e tipicità, il tutto nel segno dell'eccellenza che da sempre fa di Siena una vera e propria "città del gusto".

Il cuore del centro storico tornerà così ad essere area di commercio e di relazioni sociali: i visitatori potranno assaggiare e conoscere, chiedendo agli stessi produttori curiosità e informazioni.

 

E nell’anno che il MIBACT ha dedicato al cibo italiano, anche il Mercato nel Campo è incentrato su questo tema con un ricco programma di appuntamenti collaterali. Il Cortile del Podestà di Palazzo Pubblico sarà allestito come un elegante spazio per l’arte gastronomica, in linea con lo spirito di Vetrina Toscana, il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove ristoranti e botteghe che utilizzano i prodotti del territorio. Giovani cuochi e chef di eccezione si alterneranno nelle esibizioni, mentre in uno specifico spazio di piazza del Campo sarà allestita “Sorsi d’Arte”, una enoteca dove aziende vinicole e produttori di birra esporranno i loro “tesori”, mentre barman professionisti dimostreranno come vino e birra possano diventare ottimi componenti per aperitivi e cocktail. Tutto intorno, i ristoranti che affacciano sulla piazza interpreteranno le richieste di cibo da strada proponendo le loro pietanze in versione “da passeggio”.

 

Nelle mattine del sabato e della domenica il Cortile del Podestà diventerà anche un fantastico spazio per i più piccini: qui, i bambini potranno giocare con il cibo in compagnia di cuochi e pasticceri che li seguiranno nella loro esperienza Infine, singolari percorsi a tema dedicati al legame tra cibo e arte, saranno oggetto di una serie di itinerari guidati ad alcuni capolavori dell’arte senese.

 

Il Mercato nel Campo è un evento del Comune di Siena, realizzato in collaborazione con Confesercenti, Confcommercio, Cia, Coldiretti, Unione Agricoltori provinciale, Cna, Confartigianato, Vetrina Toscana e con il supporto organizzativo e logistico Claridea.

 

Sonia Corsi 

VERONAFIERE, CINA: INAUGURATA A SHANGHAI SEDE PERMANENTE DELLA SPA VERONESE

 

 

 

AMBASCIATORE SEQUI: VERONAFIERE STRATEGICA PER NUOVI OBIETTIVI CINESI

 

“Veronafiere è sempre stata un esempio di attenzione per la Cina, di dinamismo imprenditoriale, di creatività e di qualità. L’inaugurazione della sua sede permanente, dopo 20 anni di presenza, si inserisce in un contesto di nuova apertura cinese. Il nostro Paese e Veronafiere condividono con la Cina della nuova era tre grandi concetti: qualità, innovazione e bellezza. Inoltre, l’apertura di questa sede permanente, nello stesso edificio dove lavorano altre realtà italiane a partire dal Consolato e dall’Ice, consente al sistema Italia di presentarsi unito, con autorevolezza e credibilità”. Lo ha detto l’Ambasciatore d’Italia in Cina, Ettore Sequi, oggi all’inaugurazione della sede operativa permanente di Veronafiere a Shanghai nel centrale distretto business di Xuhui (Changle Road, 989).

 

Veronafiere rafforza così la propria presenza in favore di brand strategici della filiera Italia: vino, marmo e construction, agritech sono gli asset in portfolio dalla Spa veronese che ora intende presidiare in pianta stabile anche il Paese del Dragone. Per il presidente di Veronafiere, Maurizio Danese: “Sono oltre 5mila gli operatori cinesi presenti a Marmomac, Vinitaly e Fieragricola in un percorso di internazionalizzazione multipolare. L’obiettivo - ha proseguito - è favorire il business attraverso un’azione e una presenza assidue e costanti. Questa apertura coincide con la ricorrenza dei 120 anni dalla nascita della Fiera - la prima in Italia per organizzazione diretta delle manifestazioni - e i 20 anni di presenza qui in Cina. Vogliamo – ha concluso Danese – che gli uffici che apriamo oggi siano un ulteriore strumento per l’internazionalizzazione a disposizione non solo di Veronafiere ma anche dei nostri imprenditori e delle istituzioni”.

 

“La Cina - ha detto il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani- oggi è un mercato da 1.600 miliardi di euro, cifra destinata a crescere in virtù delle aperture del Governo cinese, come ricordato anche dal presidente Xi Jinping in apertura del China International Import Expo, ribadendo il suo impegno a favore di libero scambio e globalizzazione dell'economia. Una opportunità che deve essere accolta con responsabilità anche dal nostro Paese, che oggi è solo il 22° fornitore di Pechino, con un valore di 18 miliardi di euro nel 2017. In questi 20 anni – ha concluso il direttore generale – le nostre relazioni in questo Paese sono notevolmente cresciute e abbiamo stabilizzato le nostre attività, specie nel settore vino. Ma ora vogliamo ampliare la nostra offerta”.

 

All’inaugurazione ha partecipato anche il Console generale italiano a Shanghai, Michele Cecchi.

La missione asiatica di Veronafiere prosegue, da domani, a Hong Kong con il Padiglione Italia gestito da Vinitaly e Sol&Agrifood all’International Wine & Spirits Fair, dove saranno presenti oltre 100 aziende vinicole su un’area di 800 mq.

 

In allegato foto, da sinistraGiovanni Mantovani, dg Veronafiere; Maurizio Danese, presidente Veronafiere; Ettore Sequi, Ambasciatore d’Italia in Cina; Michele Cecchi, Console generale d’Italia a Shanghai; Simone Incontro, direttore sede Veronafiere in Cina.

 

 

Servizio Stampa Veronafiere

Tel.: + 39.045.829.83.50 - 82.42 - 82.10 - 82.23

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Twitter: @pressVRfiere | Facebook: @veronafiere | Web: www.veronafiere.it

 

Servizio stampa Ispropress:

Benny Lonardi (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., 393.4555590)

 

PRIMA DI RistorExpo A GENOVA: PRESENTE L'OLIO DOP RIVIERA LIGURE

 

Sempre più nuova vita per l’area fieristica di Genova con un evento del tutto nuovo e di potenziale notevole valore a livello nazionale. Dal 14 al 17 ottobre si svolgerà infatti RistorExpo, ospitata nell’Arena Centrale del complesso fieristico del capoluogo ligure. Il patrocinio è congiunto di Regione Liguria, Camera di Commercio di Genova, Comune di Genova, Confcommercio, FIPE-Federazione Italiana Pubblici Esercizi, FIC-Federazione Italiana Cuochi.

 

L’evento è dedicato ai “professionisti del fuori casa”, locuzione molto rilevante in rapporto alla quantità ed alla qualità di espositori e di occasioni di visibilità. Ci saranno premi alla carriera, concorsi, cooking show, masterclass di cucina. In particolare emerge una notevole attenzione per il territorio, sia per la presenza di rinomati chef attivi in Liguria, sia per l’attenzione a prodotti e ricette del territorio. L’Olio DOP Riviera Ligure farà fronte comune con le altre eccellenze liguri a marchio comunitario come il Basilico Genovese DOP e i vini liguri. Presenti dunque i rispettivi Consorzi di Tutela e l’Enoteca Regionale.

 

Dal 14 al 16 ottobre, dalle 12 alle 14, quindi, appuntamento fisso per una lezione di pesto al mortaio, una degustazione guidata di olio DOP Riviera Ligure ed un momento conviviale seguito da sommelier dell’Enoteca, per scoprire o rinnovare la conoscenza di quanto di meglio sappia offrire la Liguria ai suoi ospiti. Anche in un momento così difficile per la Regione e per il suo capoluogo, con #genovanelcuore, la Liguria reagisce con la bontà e la qualità.

 

https://www.ristorexpo.com/

LABORATORIO GRATUITO DI PANIFICAZIONE E DONO DELLA PASTA MADRE ALLO STARDUST VILLAGE All'EUR

 

Questa Domenica,  7 ottobre 2018, al Mercato Contadino – recentemente inaugurato in marzo a Eur Torrino allo Stardust Village si svolgerà alle ore 10,30 il Laboratorio gratuito di panificazione e verrà donata a tutti i visitatori la Pasta Madre grazie all’Azienda agricola Umberto Di Pietro di Capena produttrice di ottimi cereali, farine e legumi e a Tiziana Gabrielli dell’associazione ‘Il pane lo porto io’.

Da ben 7 anni il Mercato Contadino Roma e Castelli Romani è presente in molti comuni della provincia di Roma coinvolgendo un centinaio di piccole aziende agricole a conduzione familiare.

Un rito propiziatorio, quello del dono della pasta madre – di buon auspicio per il proseguimento del mercato contadino a servizio di Eur Torrino – dedicato a tutti gli appassionati del buon cibo! 

Tutti invitati a portare sempre con sé la sporta per ridurre i rifiuti!

 

 

DICEMBRE A SIENA ARRIVA CON IL MERCATO NEL CAMPO

  

  

Sabato 1 e domenica 2 dicembre 2018, dalle ore 8 alle 20, in Piazza del Campo si rievoca il "mercato grande" medievale già descritto nel Costituto Senese del 1309

 

Dicembre a Siena arriva con il Mercato nel Campo. Due giorni nel Trecento tra cultura ed eccellenze enogastronomiche e artigianali. In uno degli scenari più belli del mondo, produttori locali e nazionali propongono il meglio delle “arti e mestieri”

 

A Siena rivive il Mercato nel Campo: sabato 1 e domenica 2 dicembre 2018, una delle piazze più belle del mondo torna alle sue origini medievali e ospita un singolare evento di vita quotidiana. Si rievoca il “mercato grande” che, ai tempi della Repubblica di Siena, rappresentava una delle principali forme di approvvigionamento e lo si fa secondo le regole di allora.

 

I migliori prodotti della tradizione senese e alcune eccellenze provenienti da ogni parte d'Italia saranno in mostra nella conchiglia di Piazza del Campo dove verranno disposti oltre 150 banchi seguendo le indicazioni date nel XIV secolo dalle autorità comunali, come racconta il “Costituto Senese”, prima carta costituzionale scritta in volgare, che fu adottata nel 1309 per regolare la vita della città. Sarà così riproposta la disposizione originaria, con la distinzione in due grandi aree di vendita di prodotti alimentari e artigianali e il relativo raggruppamento per categorie al loro interno.

 

 

 

I prodotti saranno esposti su banchi ispirati a quelli del passato, pronti a svelare un universo di sapori, profumi, bellezza e tipicità, il tutto nel segno dell'eccellenza che da sempre fa di Siena una vera e propria "città del gusto".

Il cuore del centro storico tornerà così ad essere area di commercio e di relazioni sociali: i visitatori potranno assaggiare e conoscere, chiedendo agli stessi produttori curiosità e informazioni.

 

E nell’anno che il MIBACT ha dedicato al cibo italiano, anche il Mercato nel Campo è incentrato su questo tema con un ricco programma di appuntamenti collaterali. Il Cortile del Podestà di Palazzo Pubblico sarà allestito come un elegante spazio per l’arte gastronomica, in linea con lo spirito di Vetrina Toscana, il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove ristoranti e botteghe che utilizzano i prodotti del territorio. Giovani cuochi e chef di eccezione si alterneranno nelle esibizioni, mentre in uno specifico spazio di piazza del Campo sarà allestita “Sorsi d’Arte”, una enoteca dove aziende vinicole e produttori di birra esporranno i loro “tesori”, mentre barman professionisti dimostreranno come vino e birra possano diventare ottimi componenti per aperitivi e cocktail. Tutto intorno, i ristoranti che affacciano sulla piazza interpreteranno le richieste di cibo da strada proponendo le loro pietanze in versione “da passeggio”.

  

Nelle mattine del sabato e della domenica il Cortile del Podestà diventerà anche un fantastico spazio per i più piccini: qui, i bambini potranno giocare con il cibo in compagnia di cuochi e pasticceri che li seguiranno nella loro esperienza Infine, singolari percorsi a tema dedicati al legame tra cibo e arte, saranno oggetto di una serie di itinerari guidati ad alcuni capolavori dell’arte senese.

 

Il Mercato nel Campo è un evento del Comune di Siena, realizzato in collaborazione con Confesercenti, Confcommercio, Cia, Coldiretti, Unione Agricoltori provinciale, Cna, Confartigianato, Vetrina Toscana e con il supporto organizzativo e logistico Claridea.

 

Sonia Corsi 

 

2018 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica