NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Eventi enogastronomici

DECANT: BRUNELLO A PALAZZO

Image

Brunello a Palazzo: un viaggio enogastronomico alla scoperta dei sensi

 

Il Brunello e le sue aziende saranno protagoniste della 5° edizione di Brunello a Palazzo, evento che porterà 22 aziende della prestigiosa denominazione nella cittadina laziale di Fondi venerdì 29 novembre, nella splendida cornice di Palazzo Caetani, nel cuore della città. Saranno inoltre presenti numerose realtà gastronomiche.

 

Nata da un’idea dell’Associazione Decant in collaborazione con Enoclub Siena, Brunello a Palazzo si propone come momento di approfondimento per conoscere da vicino realtà importanti nel panorama vinicolo nazionale.

 

L'Associazione Decant nasce dall'idea di tre amici desiderosi di valorizzare e condividere la propria passione per le eccellenze enogastronomiche di cui il nostro paese è assoluto rappresentante nel mondo. Alla base dell'ambizioso progetto, la convinzione che le tradizioni culinarie, abbinate ai migliori prodotti dell'enologia nostrana, si siano tramandate negli anni, e che continuino ad esser vive nei giovani e non solo. Vi aspettiamo per un viaggio enogastronomico alla scoperta dei sensi.

 

Posti limitati, consigliata la prenotazione.

 

Cantine (in aggiornamento):

Argiano, Carpineto, Castello Tricerchi, Col D’Orcia, Corte dei Venti, Fattoria del Pino, L’Aietta, La Fortuna, La Gerla, La Palazzetta, Le Ragnaie, Piombaia, Podere Le Ripi, Ridolfi, Rocca delle Macie, San Felice, Sanlorenzo, Tenuta di Sesta, Tenute Silvio Nardi, Terre Nere, Villa I Cipressi, Villa Poggio Salvi.

 

Gastronomie:

Agricola Gizzi, Baci di Dama, Caseificio L’Angolo della Mozzarella, Co.Co. Cookery Cocktail, Gregorio De Gregoris, La Collina del Gusto, Laghetto Living, Magni Ricevimenti, Norcineria Petrillo, Red’s Cibarie e Miscele, Ristorante Bacchettone e Zazà, Ristorante Essenza, Ristorante Lo Stuzzichino, Ristorante Riso Amaro, Zafferano Pontino.

 

Con il patrocinio di:

Comune di Fondi

Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi

 

Main Partner:

Azienda Vaccaro www.vaccarogino.it

 

Associazione Decant

Sito Web: www.associazionedecant.it

Facebook @AssociazioneDecant

Telefono: 328/8449450, 335/6270026, 339/2060765

 

Per informazioni stampa

Riccardo Gabriele

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

+39 338 731 7367

 

GIRO D'ITALIA ENOGASTRONOMICO

 

Il 23 novembre torna a Rieti presso il Ristorante La Foresta,  il grande evento dedicato alle eccellenze enogastronomiche: il “Giro d’Italia”

Per la VII edizione oltre all’Associazione Italiana Sommelier Lazio delegazione di Rieti, alla CopagriLazio ed al Ristorante La Foresta saranno protagonisti anche la Federazione Italiana Cuochi delegazione di Rieti, L’Istituto Alberghiero di Rieti, L’Istituto Tecnico Agrario, L’Istituto Alberghiero di Amatrice, il Cigar Club di Rieti ed il Centro Sperimentale Carlo Jucci

Dopo il successo degli anni passati, ci si prepara al tutto esaurito per l’evento unico nel suo genere nel Centro Italia.

Alle ore 11.00 di sabato 23 novembre si taglierà il nastro per dare inizio alla manifestazione, che vede da 7 edizioni, la fattiva collaborazione dell’Associazione Italiana Sommelier Lazio delegazione di Rieti, di Copagri e del Ristorante La Foresta, per un evento che è diventato un appuntamento imperdibile, che anche per questa occasione riserverà tante novità.

Un progetto che nasce con l’intento di promuovere grandi e piccole produzioni enologiche ed agroalimentari, stimolando la cultura, la curiosità del pubblico e la professionalità degli addetti ai lavori.

Sarà l’occasione, come ogni anno, per un incontro diretto con i produttori, anche a scopo commerciale: vino, birra, olio, miele, lenticchie, salumi, formaggi, confetture, pane, marroni, dolci tradizionali e caffè si alterneranno in un percorso gustoso ed affascinante.

In questo contesto storico e socioeconomico in continua evoluzione, siamo convinti che gli imprenditori del comparto agroalimentare, possano essere i protagonisti del cambiamento e delle evoluzioni del settore. 

Fortemente voluto da AIS Lazio delegazione di Rieti e da Copagri, dopo l’esperienza positiva delle precedenti edizioni, “Giro d’Italia” continua ad essere un progetto di promozione ed aggregazione delle eccellenze Italiane, con un particolare focus alle aziende laziali.

I produttori, distributori ed operatori commerciali presentano al pubblico le proprie produzioni di vino, bevande, infusi e distillati, oltre che di generi agroalimentari, in un fondersi di qualità, tradizione e innovazione.

Partecipando all’evento, gli espositori sono uniti dall’intento di incrementare non solo il commercio ma di aprirsi all’innovazione e quindi allo sviluppo di nuove idee.

Sono attesi oltre 2 mila visitatori che potranno avere un incontro diretto con oltre 130 aziende vitivinicole e 70 legate al settore del beverage e del food. 

Dibattiti, convegni e seminari di approfondimento si alterneranno per tutti coloro che vorranno avvicinarsi  al mondo dell’agroalimentare italiano.

Lo sforzo di valorizzare il settore enogastronomico richiede azioni mirate e organiche. In quest' ottica la manifestazione rappresenta una specifica iniziativa volta a promuovere le capacità di uomini e imprese del nostro territorio. La strada della qualità, infatti, è l'unica da perseguire per superare l'attuale crisi economica e quindi mantenere competitivi i prodotti sui mercati.

Gli eventi nell’evento.  Una enorme area espositiva commerciale all’interno delle sale del Ristorante La Foresta sarà il centro delle attività di promozione dei prodotti a cui si affiancheranno i seguenti seminari di approfondimento:

ore 11,00 Inaugurazione della manifestazione

ore 11,00 Seminario di degustazione dell'olio

ore 12:00 Seminario sui "Vitigni a bacca bianca autoctoni del Lazio": 6 vini a confronto

ore 14,00 Seminario sul "Vitigno Montepulciano": 6 vini a confronto             

ore 15,30 Premiazione dei "Migliori produttori" della manifestazione 

ore 16,30 Seminario sulla "Degustazione dei sigari e abbinamento ai distillati" a cura del Cigar Club di Rieti e Ais

ore 17,30 Momento “Le vecchie annate”: i produttori apriranno una bottiglia di una vecchia annata a piacere della loro cantina

La lista ufficiale dei partecipanti:

I Produttori di vino:

Abruzzo:

Castelsimoni,Masciarelli,Tenuta dei Tigli, Citra Vini, Coste di Brenta, Marramiero, Tenuta De Melis, Cantine Lampato, Sincarpa, Novaripa, Biagi

Alto Adige: 

Kellerei Kaltern, Abbazia Novacella, CantinaTramin

Campania

Mastroberardino

Emilia Romagna

Terre della Pieve, Tenuta il Plino

Francia

Gmf Grandi Marchi Francesi

Friuli

Genagricola, Puiatti

Lazio

Tenuta La Pazzaglia, Cantina Leonardi, Giovanni Terenzi, Lazzaro Diffusion, Doganieri e Miyazaki, Birra Alta Quota, Cantina Stefanoni, Rossi Distribuzione,Casale del Giglio, Molinari, Cantina dei Colli Sabini, Birre Maccardi, Papalino, BFR di Baldinelli Ferri Rossano& Raffaele, Casata Mergè, Arcadia, Cantina Le Macchie, Simoni Vini, Merumalia, Poggio alla Meta, Vigne del Patrimonio

Liguria 

Cantine Lunae, Giacomelli

Lombardia

Berlucchi Guido, Ballavista, Contadi Castaldi, F.lli Berlucchi

Marche:

Cantina dei Colli Ripani, Azienda Santa Barbara, Alberto Quacquarini, Marotti CampiAzienda Santa Barbara, Velenosi Vini, Silvestroni, Lucchetti

Piemonte:

Vietti, Beni di Batasiolo, La Scolca, Marchesi di Barolo, Gozzelino Sergio, Distilleria Sibona, Ceretto, Borgogno, Abbona Marziano

Puglia:

Cantine Merinum

Sardegna

Sella & Mosca, Cantina Santadi

Sicilia

Poggio di Bortolone, Feudi del Pisciotto, Cummo Vini, Birgi Vini, Abbazia Santa Anastasia, Carlo Pellegrino, Firriato, Planeta

Toscana

Ruffino, Castello Banfi, Marco Capitoni, Villa a Sesta, San Felo, Lombardo, Campo del Monte, Domini Castellare di Castellina, Rocca di Frassinello, Il Borro, Petra, Teruzzi, Col d'Orcia, Casale Falchini, Tenute Folonari, Distilleria Marzadro

Trentino

Tenuta San Leonardo, Letrari

Umbria

Lorenzo Cecchetelli, Colle Uncinano, Poggio Maiolo, Cantina Sandonna, Castello di Corbara, La Palazzola, Leonardo Bussoletti, Tenuta Cavalier Mazzocchi, Terre della Custodia, Leonucci

Veneto

La Tordera, Corte Merci, La Tordera, Allegrini, Sartori, Bertani Domains, Tenuta Sant'Anna, Masi, Andreola

Valori Distributore

Per il beverage e food:

Le direzioni del gusto, Cantina il Lorese, La Puglia Segreta, Ricercatezze, La Chiocciola, Quartiglia, Torrefazione olimpica, Faraglia Caffè, Antica pasta, Pasticceria Fiori, La Gardenia Pasticceria, Formaggeria Reatina, Sano, Cassetta salumi, Chinzari Liquori, Mihello Miele, Caseificio Vallesanta, Ermanno Rosati, Sabema, Rimpinza, La Mattera, Gregori Tartufi, Pasticifio Strampelli, Antica pasta, Rustichella d'Abruzzo,Plenilia, Verna, Fattoria Marianantoni, Coop Velinia Marrone Antrodocano, Ferrarelle, Cottorella, Pasticceria Filippi, Renzo e Lucia Macelleria, Victia Tartufi, Caseificio Radichino, Pasticceria Orchidea, Panificio Borgo, Cuore verde natura, Colle Berardino, Alimenti Elementari, Eccelsa, I cugini della campagna, Longhi Catiuscia.

Il sito ufficiale della manifestazione contiene approfondimenti ed il programma dettagliato  http://www.giroditaliarieti.it/ in continuo aggiornamento.

Il biglietto della manifestazione ha un costo di € 40,00 (all’ingresso)

Se acquistato in prevendita € 35,00 

La manifestazione si svolgerà con il patrocinio di:

Regione Lazio, Arsial, Provincia di Rieti, Comune di Rieti, Camera di Commercio di Rieti.

Ufficio Comunicazione:

Marta Succhiarelli: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Organizzatori:

Associazione Italiana Sommelier Lazio delegazione di Rieti Roberto Peron

Copagri Lazio Guido Colasanti

 

Ristorante La Foresta Antonio Di Carlo

“GRANACCIA & ROSSI DI LIGURIA”

COMPIE 15 ANNI LA RASSEGNA “GRANACCIA & ROSSI DI LIGURIA” -  ORGANIZZATA DA PRO LOCO DI QUILIANO, VITE IN RIVIERA E FISAR VERI PROTAGONISTI CON I  VINI ROSSI LIGURI 

 

L’8, il 9 e il 10 novembre torna a Quiliano la manifestazione “Granaccia & Rossi di Liguria – Un viaggio tra vigneti, vini e tradizioni”. La rassegna giunta quest’anno alla sua 15esima edizione è promossa e organizzata dalla Proloco di Quiliano insieme alle associazioni Vite in Riviera e FISAR, con il patrocinio del Comune di Quiliano, della Regione Liguria e la collaborazione di Slow Food del Savonese – Liguria che conta come Sponsor tecnico su Conad- Nord-Ovest.

 

La Proloco di Quiliano, in occasione del 15° anno della manifestazione, ha pensato un programma articolato su tre giornate che vede protagonisti, oltre al vino, anche il territorio e le sue caratteristiche. Dice il Presidente Alberto Negro: “Noi della Proloco siamo radicati sul territorio per cui abbiamo organizzato per questa edizione una serie di appuntamenti  a corollario della Rassegna destinati a far apprezzare la storia, le radici e la tradizione vitivinicola quilianese”.

 

Il ricco programma inizierà venerdì 8 novembre in Sala Consiliare del Comune  di Quiliano, alle ore 18.00 , con la presentazione di Apertura dei lavori  a cura di Proloco e Sindaco Nico  Isetta e a seguire un intervista sul tema “La Granaccia e il territorio di Quiliano – Storie e assaggi” dove  il giornalista Mario Muda intervisterà i viticultori quilianesi Dionisia Turco, Lorenzo Turco e Giuseppe Parenti che racconteranno la storia delle loro aziende, la loro visione produttiva e, insieme ai Sommelier Fisar, guideranno i diversi e particolari percorsi degustativi.

La manifestazione proseguirà sabato e domenica con un interessante calendario di attività.

 

Sabato 9, dalle ore 14.30 alle ore 17.30, e domenica 10, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, si svolgerà il “Corso di potatura della vite”, che accompagnerà i partecipanti nell’apprendimento della teoria e della pratica di una delle tecniche più importanti del mondo della vigna.  La giornata di sabato continuerà con la “Passeggiata a cavallo in vigna”, dalle ore 14.00: un percorso d’esperienza a cavallo, guidato dall’associazione sportiva Aequilian, tra i filari di Granaccia, che si concluderà con un assaggio di prodotti del territorio e un bicchiere di vino rosso sincero. Alle ore 20.30 la suggestiva cornice delle Cantine di Villa Maria accoglierà la degustazione “Viaggi nel Rosso: Mario Soldati racconta il vino ligure”. Un momento unico, arricchito da racconti e aneddoti tratti dal libro di Mario Soldati “Vino al Vino”. 

 

I protagonisti della serata saranno alcuni selezionati vini rossi rappresentativi del Ponente ligure quali Rossese, Ormeasco e Granaccia presentati da un gruppo di Sommelier. Evento a cura della Proloco di Quiliano e della Federazione Italiana Sommelier, Albergatori e Ristoratori. La domenica, dalle ore 16.00, Cantine Villa Maria ospiterà “Granaccia e Rossi di Liguria - wine tasting”. Si entrerà nel cuore della manifestazione con l’apertura, come da tradizione, dei banchi d’assaggio: i produttori provenienti da tutta la Liguria, affiancati dai Sommelier FISAR, coinvolgeranno il pubblico nelle degustazioni dei rossi di Liguria e in particolare della Granaccia di Quiliano, località madrina della rassegna.

 

Anche in questa edizione Vite in Riviera si occuperà dell’area dedicata ai grandi vini rossi D.O.C. e I.G.T della Liguria, protagonisti indiscussi della giornata: Granaccia, Rossese, Ormeasco di Pornassio, Colli di Luni, Colline di Levanto, Golfo del Tigullio, Val Polcevera e tanti altri saranno una esperienza enologica ricca, varia ed imperdibile. Il Presidente di Vite in Riviera Massimo Enrico afferma: «siamo molto soddisfatti di questa 15esima edizione che presenta un programma di 3 giornate dedicate alla cultura, al vino, alla natura e all’agricoltura. 

 

Granaccia e Rossi di Liguria é in evento pensato per dare risalto al nostro territorio, da scoprire proprio a partire dal suo patrimonio enogastronomico». La Confraternita dell’Ormeasco presenterà inoltre all’assaggio il prezioso Ormeasco di Pornassio Superiore. Sarà allestita “L’Osteria dei Vignaioli”, a cura della Proloco, con proposte gastronomiche del territorio e la giornata sarà arricchita dai grissini e dalle focacce del Grissinificio Quilianese e della Panetteria Genta di Quiliano. 

 

Slow Food del Savonese e di Liguria sin dalla prima edizione ha creduto in questa rassega enogastronomica e l’ha promossa insieme con l’Amministrazione Comunale in tutte le edizioni con la convinzione che sia tradizione ed un espressione di eccellenza di un territorio ospitale, consapevole delle proprie risorse e desideroso di confrontare le esperienze tra produttori dell’intera Regione.

Per info, costi e prenotazioni sul siti e social  web  di Vite in Riviera , ProLoco e Slow Food Liguria.

 

 

Vincenzo Ricotta

“Italian Taste Experience”

 

 

L’evento promosso da Artex - Centro per l'artigianato artistico e tradizionale della Toscana

“Italian Taste Experience”, al via domani la manifestazione che celebra l’eccellenza italiana a tavola

Dal 25 al 27 ottobre a Grosseto Fiere  Ingresso gratuito

  

Vini pregiati e olio extravergine di oliva della migliore qualità toscana, formaggi e birre artigianali, pasta e pane da farine di grani antichi, conserve e liquori, salumi e prodotti dolciari: sono i prodotti di eccellenza enogastronomica italiana i protagonisti dell’Italian Taste Experience, la manifestazione che si svolgerà nel fine settimana a Grosseto. In programma anche showcooking, degustazioni guidate, workshop, incontri e anche visite aziendali.  Tutto a ingresso gratuito.

 

Sono circa 120 le aziende che presenteranno i loro prodotti a Grosseto Fiere dal 25 al 27 ottobre (il 25 l’ingresso è riservato agli operatori, il 26 e il 27 porte aperte al pubblico), i più rappresentati sono quelli del territorio grossetano e della Maremma ma all’evento sono presenti imprenditori anche delle altre zone toscane oltre che provenienti dal Lazio, dal Veneto, dalla Liguria, dalla Sicilia, dal Piemonte.

 

La manifestazione che celebra l'eccellenza italiana a tavola accenderà i riflettori su quelle specificità produttive locali che, con il loro legame con il territorio, reinventano una tradizione produttiva secolare e sono un forte elemento di attrattiva per operatori nazionali e internazionali, provenienti in particolare da Germania e Russia.

 

L'evento è pensato e promosso da Artex-Centro per l'artigianato artistico e tradizionale della Toscana, con il patrocinio e il supporto della Regione Toscana e del Comune di Grosseto, in collaborazione Agenzia ICE e con CNA Toscana, Confartigianato Imprese Toscana e Grosseto Fiere. Sarà presente anche Vetrina Toscana, il progetto di Regione e Unioncamere Toscana che promuove ristoranti e botteghe che utilizzano prodotti tipici, con un incontro sui temi della comunicazione enogastronomica e dell'identità del territorio e sono coinvolti nella manifestazione istituti scolastici per progetti di alternanza scuola-lavoro.

 

Tra le proposte di venerdì 25 ottobre c’è la Masterclass dedicata ai vini del territorio Maremmano, con particolare attenzione e approfondimento al terroir della DOCG del Morellino di Scansano animata da Valentino Tesi, miglior Sommelier Ais della Toscana 2019.

 

Durante il fine-settimana si va alla scoperta delle squisite pietanze e specialità della Maremma guidati dagli chef: Giovanni Peggi del Ristorante Marula di Follonica, Riccardo Cappelli, Executive Chef in alcuni dei più importanti resort e strutture ricettive della Maremma, Mirko Martinelli del Ristorante Oasi di Follonica, Sandro Signori del ristorante Il Boccaccio a Caldana, Antonio Catani dell'Osteria della Miniera a Gavorrano. Da non perdere neanche i test sensoriali sul tartufo a cura dell’Accademia Nazionale del Tartufo, le degustazioni di vino a cura dell’Ais Wine School, dell’olio extravergine di oliva a cura del Consorzio Tutela E.V.O. Toscano IGP, della birra a cura dell’Ais Beer School, delle grappe con l’Associazione Assaggiatori Grappa e Acquaviti.

 

“Ci aspettiamo una grande risposta dal pubblico per la novità di una grande manifestazione che valorizza il brand Maremma e mette al centro le aziende con il loro saper fare, l’amore per il territorio, l'attenzione per le materie prime - spiega Giovanni Lamioni, presidente Artex –  L’Italian Taste Experience è l'evento che la Regione Toscana ha individuato come fiera regionale dell’agroalimentare, un'opportunità da non perdere”.

 

“Una manifestazione - afferma l'assessore regionale alle Attività Produttive Stefano Ciuoffo - che qualifica la nostra regione e la Maremma come luogo di business e di incontro tra l'industria e i piccoli imprenditori del settore agroalimentare che con le loro produzioni fanno l’eccellenza enogastronomica nel mondo. Che sempre di più diventano attrattiva e motivazione di viaggio per visitare la Toscana. La vocazione economica della provincia di Grosseto in questo ambito trova così una ribalta alla sua altezza che speriamo possa continuare nel tempo in modo proficuo".

 

 

Lisa Baracchi

“GiovinBacco in Piazza”

A Ravenna è tempo di “GiovinBacco in Piazza”. Dal 25 al 27 ottobre il centro storico ospita la grande festa del vino e cibo di Romagna. Novità 2019: lo spazio Pane, olio e companatico in piazza Garibaldi

 

GiovinBacco. Sangiovese in Festa”, la più grande manifestazione enologica dedicata al Romagna Sangiovese e agli altri vini romagnoli, giunge alla XVII edizione e si appresta a conquistare ancora una volta il cuore di Ravenna, dopo il grande successo delle ultime edizioni. Il 25, 26 e 27 ottobre il centro della città per tre giorni diventa teatro del buon vino e del buon cibo di Romagna. E come ogni anno si arricchisce di nuovi luoghi e proposte per il pubblico, fra cui spicca lo spazio “Pane, Olio e Companatico” in piazza Garibaldi, con produttori locali e nazionali di pane e di olio, a cui si aggiungono pasta fresca, pizze, focacce e birra.

Realizzato con il patrocinio e la compartecipazione del Comune di Ravenna, nonché con la collaborazione di numerosissimi soggetti pubblici e privati, tra cui APT Emilia-Romagna, l’evento è presentato in municipio a Ravenna dall’assessora Federica Del Conte in sostituzione dell’assessore al Commercio e attività produttive Massimo Cameliani, assente per sopraggiunti impegni, dal presidente dell’agenzia Tuttifrutti Nevio Ronconi e da Maria Angela Ceccarelli e Mauro Zanarini della Condotta Slow Food di Ravenna.

 

 

 

 

L’assessore al Commercio e attività produttive Massimo Cameliani dichiara: “Siamo lieti di dare il nostro sostegno a una manifestazione importante come GiovinBacco che per tre giorni anima il centro della città e richiama a Ravenna tanti visitatori e molte eccellenze della nostra produzione enogastronomica. La presenza di GiovinBacco nel cuore di Ravenna costituisce un potente fattore di attrazione di cittadini e turisti nel nostro centro storico, tale da renderlo sempre più bello e accogliente. La manifestazione è importante anche perché sa fare rete, sa valorizzare i produttori, gli agricoltori e gli artigiani del territorio e sa integrarsi con la rete commerciale del centro, che a sua volta ne trae importanti benefici. Un modo virtuoso di fare sistema per Ravenna e per la Romagna”.

 

Piazza Del Popolo – La piazza dei vini di Romagna

GiovinBacco propone i vini di Romagna in degustazione in piazza del Popolo. Il pubblico potrà assaggiare i vini romagnoli di 50 cantine: Sangiovese, Albana e tanti altri vini locali a scelta dei diversi produttori. Inoltre, MTV Emilia-Romagna Movimento del Turismo del Vino, Le Donne del Vino e La Strada di Romagna saranno presenti con spazi autonomi e con una buona selezione di vini emiliani e romagnoli. Complessivamente saranno oltre 250 le etichette in degustazione. 

Piazza del Popolo ospiterà poi il banco di vendita del vino per beneficenza gestito grazie al service del Lions Club Ravenna Bisanzio. Qui sarà allestita infine la postazione del Sert per informare e per l’alcoltest, per illustrare al pubblico i pericoli legati all’abuso di alcol, in particolare se associato alla guida. Uno stand di Coop Alleanza 3.0 propone al pubblico prodotti di qualità in degustazione, da accompagnare ai vini.

Piazza Garibaldi – La piazza del Pane, olio e companatico

In piazza Garibaldi saranno presenti produttori italiani di pane e di olio fra cui i migliori oli di Romagna da Brisighella a Rimini. Lo spazio sarà teatro anche di incontri, degustazioni e laboratori. 

Accanto al pane e all’olio ci saranno pizze, panini e focacce del Molino Spadoni che proporrà anche la propria birra artigianale. In più la piazza ospiterà due chioschi di pasta fresca degli artigiani di CNA.

Piazza Unità d’Italia – La piazza della piadina e della birra

Nell’ex piazzetta delle carceri e delle poste a fianco di piazza del Popolo saranno allestiti quattro chioschi di piadina gestiti dagli artigiani di CNA Ravenna, con accanto la birra artigianale DELiRA.

Piazza Kennedy – La piazza dei vini italiani, della birra, del cibo di strada e di Slow Food

In piazza Kennedy troveranno posto altri importanti vini per il pubblico: grandi e ottimi vini italiani premiati con la chiocciolina di Slow Food dalla Guida Slow Wine: ovvero tante etichette italiane di alta e media gamma segnalate per la qualità o per il miglior rapporto qualità/prezzo.

Qui anche le birre artigianali: Birra Bizantina, Birra Salinae e Birra del Mercato Coperto di Ravenna.

Piazza Kennedy ospita anche gli stand di Slow Food e dell’Associazione Il Lavoro dei Contadini con prodotti, incontri, laboratori e degustazioni. L’Associazione Il Lavoro dei Contadini propone prodotti agricoli, artigianato artistico e piatti cucinati al momento. Slow Food propone libri, informazioni e incontri sul movimento e sul cibo oltre ai famosi Presìdi Slow Food.

Una parte della grande piazza è dedicata al cibo di strada proposto da ristoranti romagnoli e dall’Alleanza Slow Food dei Cuochi con la presenza di: Osteria del Gran Fritto, Osteria La Campanara, Osteria I Passatelli 1962 del Mariani, Ristorante Casa Spadoni, Ristorante Amarissimo, Cucina del Condominio, Akâmi Casa & Bottega, Le Naturelle. A cui si aggiungono altri spazi e prodotti molto sfiziosi.

Salone dei Mosaici    

Nel salone dei Mosaici - che si affaccia su piazza Kennedy con ingresso da via IX febbraio - si terrà sabato 26 ottobre alle 11 un convegno su Vino e Territorio: il turismo delle esperienze e delle emozioni. Con Andrea Corsini Assessore al Turismo e Commercio Regione Emilia-Romagna, Antonella Perdisa presidente Movimento Turismo del Vino Emilia-Romagna, James Hobson di Proeven van Italië (Degustando l’Italia) brand che promuove l’Italia nel Nord Europa. Modera Mauro Zanarini Slow Food Ravenna.

Sala Spadolini della biblioteca Oriani

Nella sala conferenze della storica biblioteca si terranno 5 laboratori legati al vino. Due nella giornata di venerdì 25 ottobre: uno dedicato a San Valentino: i vini di Luca D’Attoma; l’altro dedicato a Le Donne del Vino dell’Emilia-Romagna: “Come ci siamo ritrovate in questo mondo”. Due nella giornata di sabato 26 ottobre: il primo su Bollicine Romagnole biologiche, biodinamiche e naturali da vitigni autoctoni; il secondo sul tema L’abito fa il vino? Focus sul vino sfuso di qualità. Infine domenica 27 ottobre è in programma l’incontro con i vini finalisti di Albana Déi. 

Circolo ravennate e dei forestieri

Allo storico Circolo Ravennate nella mattinata di venerdì 25 ottobre si terrà un convegno anteprima di GiovinBacco sul tema: L’artigianato alimentare a GiovinBacco. Traiettorie di sviluppo e scenari futuri per il settore. Partecipano il Direttore della CNA Provinciale di Ravenna Massimo Mazzavillani e l’assessore alle attività produttive del Comune di Ravenna Massimo Cameliani.

Il mercato di Madra e Giovinbacco

Anche quest’anno sabato 26 e domenica 27 ottobre GiovinBacco è affiancato da MADRA, il Mercato Agricolo Domenicale di Ravenna, che per l’occasione si tiene per due giorni. Il mercato agricolo di MADRA e dei produttori agricoli e artigiani di GiovinBacco si svolge sotto i portici delle vie Mario Gordini e Corrado Ricci.

I Premi Giovinbacco: Sangiovese riserva e Albana

Nella giornata di venerdì 25 ottobre in mattinata si riunisce la Giuria tecnica che stabilisce i vincitori 2019 del Premio Romagna Albana e del Premio Romagna Sangiovese Riserva di GiovinBacco. 

Ravenna Festival e le Bande musicali

Grazie alla collaborazione con Ravenna Festival e con la sua Trilogia d’Autunno con le opere Norma, Aida, Carmen, durante le giornate di GiovinBacco le bande musicali di Ravenna, Russi e Santa Sofia porteranno musica, festa e allegria per le vie e le piazze del centro.

La formula

A GiovinBacco in Piazza 2019 l’ingresso è libero. Per gli assaggi di vino sono a disposizione carnet di tagliandi per le degustazioni, che si acquistano in Piazza del Popolo e in Piazza Kennedy. I carnet sono da 4, 6 e 10 degustazioni. Il costo dei carnet è popolare, va da un minimo di 8 a un massimo di 15 euro con il calice, e da un minimo di 7 a un massimo di 14 euro senza calice. Ai soci Slow Food, AIS, AIES, Onav, Romagna Visit Card, Coop Alleanza 3.0 è riservato 1 tagliando degustazione gratuito aggiuntivo per ogni acquisto di un carnet da 4 consumazioni; 2 tagliandi gratuiti aggiuntivi per ogni acquisto di carnet da 6 e 10 consumazioni. 

Da quest’anno è possibile acquistare i carnet degustazione vino anche in prevendita allo IAT di piazza San Francesco a Ravenna oppure online sul sito www.ravennaexperience.it

A GiovinBacco è vietata la degustazione del vino per i minori di 18 anni.

I biglietti per l’assaggio del cibo di strada si acquistano presso i singoli stand o i chioschi e gli acquisti alle bancarelle del mercato agricolo e artigianale si fanno direttamente al banco vendita. A GiovinBacco è possibile pagare i carnet con bancomat o carta di credito. 

Giovinbacco continua anche dopo la chiusura

I possessori dei carnet degustazioni dei vini potranno consumarli non solo a GiovinBacco in piazza del Popolo e in piazza Kennedy, ma anche dopo la chiusura degli stand di venerdì 25 (ore 23), sabato 26 (ore 23) e domenica 27 ottobre (ore 22) presso quattro locali convenzionati con GiovinBacco: Baldovino Enoteca, Casa Spadoni, Costa Café e Fricandò.

Cena conclusiva con Alfonso e Mariella Caputo

Lunedì 28 ottobre alle 20,30 al Grand Hotel Mattei di Ravenna è in programma la cena conclusiva a cura di Slow Food con la cucina dello Chef Alfonso Caputo della Taverna del Capitano di Marina del

Cantone a Massalubrense (Na), una stella Michelin. Presente in sala la sommelier AIS Mariella Caputo da anni nella giuria GiovinBacco per decretare i migliori Romagna Albana e Romagna Sangiovese. Quest’anno Alfonso e Mariella Caputo proporranno a GiovinBacco una cena davvero speciale con la cucina del loro ristorante con i prodotti del loro territorio, in abbinamento coi vini romagnoli. Nell’occasione sarà consegnato il premio “E’ bdòcc d’òr” (il pidocchio o cozza d’oro).

Altre iniziative e collaborazioni

GiovinBacco, in collaborazione con Confcommercio, Confesercenti e con i ristoranti del territorio, propone anche quest’anno “Il Piatto GiovinBacco“, iniziativa volta a promuovere il Romagna Sangiovese di qualità sulle tavole e in cucina. Sono 47 i ristoranti aderenti che fino al 27 ottobre presentano ai loro clienti piatti a base di Sangiovese o abbinamenti di pietanze con bottiglie di Sangiovese. 

GiovinBacco continua a essere ambasciatore del Romagna Sangiovese in Italia, portando il nostro vino di eccellenza in decine di ristoranti e osterie della Guida Slow Food delle varie regioni. Prosegue poi la collaborazione di GiovinBacco con wine bar, forni e pasticcerie, gelaterie ed enoteche sempre all’insegna del Sangiovese.

Turismo e carnet Cultura

A chi visita Ravenna durante il GiovinBacco è riservato il pacchetto turistico che ha lo stesso nome della manifestazione, proposto da Ravenna Incoming. Inoltre, per chi vuole associare i piaceri del vino e della tavola al piacere della cultura è stato studiato per il terzo anno il Carnet Cultura che prevede per chi acquista le degustazioni di vino a GiovinBacco sconti o agevolazioni agli spettacoli della Stagione d’Opera e Danza 2020 del Teatro Alighieri, al MAR per le 3 mostre di Ravenna Mosaico, a Classis Ravenna e alla mostra Tessere di Mare di RavennAntica, e alle proiezioni del Ravenna Nightmare Film Fest.

Il bus navetta gratuito

Anche quest’anno la manifestazione potrà essere raggiunta con comodità grazie all’istituzione del servizio gratuito di bus navetta messi a disposizione dall’Amministrazione comunale.

 

Info 339.4703606 / 0544.509611

www.giovinbacco.it / facebook.com/giovinbacco

Per le immagini: link area press http://giovinbacco.it/comunicati-stampa/

 

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica