NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Solidarietà

Beko: Best Team in the World

Beko per rispondere in modo diretto ai requisiti di igiene, nutrizione e risorse di ristoro per gli operatori sanitari globali ha avviato il progetto "Best Team in the World". 

Ad oggi, Beko ha donato elettrodomestici e piccoli elettrodomestici a oltre 420 ospedali in Turchia, Romania, Francia, Spagna, Polonia, Kosovo, Serbia, Bosnia ed Erzegovina, Slovenia, Filippine, Ucraina, Regno Unito, Repubblica Ceca, Ghana, Tailandia, Nigeria, Angola, Germania, Pakistan e Bangladesh. 

Beko si impegna inoltre a continuare a sostenere le persone più bisognose con più donazioni di prodotti anche per il prossimo futuro.  

 

Hakan BulgurluCEO di Beko, ha dichiarato: "Queste donazioni supporteranno il team globale di professionisti medici e di servizi dedicati che lavorano instancabilmente in prima linea nella lotta contro questa pandemia. Una pandemia che è una delle minacce più significative che ci troviamo ad affrontare in questo tempo moderno. Anche noi di Beko vogliamo riconoscere il loro impegno altruistico e trasmettere la nostra sincera gratitudine per tutto ciò che stanno facendo. Queste donazioni vogliono essere solo un piccolo segno del nostro apprezzamento."  

 

La campagna prende vita in un video che rende omaggio alle persone di tutto il mondo che ogni giorno rischiano la vita per salvare gli altri durante la pandemia. 

Per vedere il video clicca:  here

 #StayHome #LikeAPro

 

Patrizia Fabretti

EMERGENZA CORONAVIRUS: SODEXO ITALIA DONA OLTRE 33.000 PASTI IN TUTTA ITALIA

 

Sono stati ben 33.200 i pasti donati da Sodexo Italia in Lombardia, Piemonte, Veneto, Abruzzo, Campania, Toscana e Lazio, per un totale di oltre 17 tonnellate di derrate alimentari. Un’importante iniziativa solidale che testimonia l’impegno dell’azienda leader nei servizi della qualità della vita in materia di responsabilità sociale a fronte dell’emergenza sanitaria.

 

Aiutare famiglie in difficoltà e sostenere operatori sanitari e volontari all’opera durante questa emergenza, ma anche ribadire il contributo in materia di responsabilità sociale contro lo spreco di alimenti. Questi gli obiettivi che hanno spinto Sodexo Italia, azienda leader nei servizi che migliorano la Qualità della Vita, a donare ben 33.200 pasti su tutto il territorio nazionale. Tra le zone sostenute, spicca la Lombardia, regione fortemente colpita dall’epidemia, dove numerose donazioni sono state destinate a famiglie in difficoltà economica: nel Comune di Abbiategrasso (MI), ad esempio, sono state distribuite derrate alimentari al mercatino “Portico della Solidarietà”, così come è accaduto nel Comune di Corbetta, grazie all’aiuto delle volontarie del CIF, Centro Italiano Femminile, che hanno gestito la consegna dei pasti ai più bisognosi, ma anche nel Comune di Magenta (MI), dove invece le donazioni sono state rivolte a “La Casa dell’Accoglienza”, associazione che interviene a sostegno di chi è in situazione di povertà. Nella provincia di Monza e Brianza, e più precisamente a Giussano, sono state invece consegnate diverse tipologie di derrate alla “Cooperativa Sociale Tetto Fraterno Erba”. Ma non è tutto: la grande iniziativa solidale è arrivata anche in Piemonte, ad esempio con donazioni di pasti alla “Caritas Città di Alba”, e in Veneto, dove le derrate di alimenti sono state fornite ai Servizi Sociali di Noventa Padovana (PD). In Abruzzo le donazioni sono arrivate alla Caritas di Pescara, in Campania alla Comunità Parrocchiale Immacolata Tavernanoce di Ponticelli, quartiere della periferia di Napoli, mentre nel Lazio le derrate sono state donate alla Caritas e alla Protezione Civile. In Toscana, infine, i collaboratori Sodexo hanno consegnato dei pasti ai medici e i volontari della Croce Rossa del Comune di Rosignano (LI) e del presidio ospedaliero Coronavirus di Cecina. Una grande iniziativa solidale che testimonia l’impegno dell’azienda in materia di responsabilità alimentare e sociale, in linea con il Better Tomorrow Plan 2025, il piano Sodexo di responsabilità sociale e di crescita sostenibile per un domani migliore. “Visto il carattere di emergenza sanitaria a livello nazionale ci siamo sentiti in dovere di sostenere e far sentire la nostra vicinanza a chi sta affrontando un momento difficile e di grande impegno – ha spiegato Stefano Biaggi, Amministratore Delegato di Sodexo Italia, leader mondiale nei servizi di Qualità della Vita – Oggi più che mai per le organizzazioni è fondamentale agire in maniera responsabile per il bene di tutti, creando del valore reale. Per questo motivo abbiamo deciso di dare il nostro contributo, con l’auspicio che il tutto possa terminare il prima possibile”.

 

Matteo Gavioli

OSPEDALE GASLINI: DATE UN AIUTO AI BAMBINI

IMPRESE E CORONAVIRUS, SODEXO LANCIA I BUONI SPESA ALIMENTARI

IMPRESE E CORONAVIRUS, SODEXO LANCIA I BUONI SPESA ALIMENTARI SOLIDALI PER AIUTARE CITTADINI ED ESERCENTI IN DIFFICOLTÀ AL FIANCO DELLE ISTITUZIONI

 

In ottemperanza all’ordinanza n. 658 del 29 marzo emanata dal Governo per garantire la solidarietà alimentare in relazione all’emergenza sanitaria in atto, Sodexo Benefits & Rewards Services è scesa in campo aiutando piccoli e grandi comuni, cittadini in difficoltà, senza dimenticare gli esercenti, con l’erogazione di buoni spesa per acquisti alimentari, semplici e solidali

 

Rispondere in maniera rapida ed efficace alla necessità di solidarietà alimentare sul territorio nazionale, in ottemperanza all’ordinanza n. 658 del 29 marzo emanata dal Governo, e favorire la creazione di una rete virtuosa e sostenibile vicina a istituzioni, merchant e consumatori, per sostenere al meglio l’economia locale. Sono questi gli obbiettivi che hanno spinto Sodexo Benefits & Rewards Services a mettersi al fianco dei piccoli e grandi comuni, dei cittadini e degli esercenti in difficoltà, garantendo l’erogazione del buono alimentare Pass Lunch, un servizio semplice e solidale finalizzato all’acquisto di beni alimentari di prima necessità. Modalità che sostiene ogni aspetto della filiera, sia per quanto riguarda i benefici diretti ai consumatori, ma anche nei confronti degli esercenti coinvolti nell’operazione, grazie all’applicazione di commissioni minime. Queste ultime, infatti, saranno applicate solo a copertura dei costi di gestione. Un’iniziativa in linea con l’orientamento generale di ANSEB (Associazione Nazionale Società Emettitrici Buoni Pasto), che conferma la rete dei buoni pasto come la più vasta nell’ambito di convenzionamento di strumenti alternativi al pagamento, una rete in grado di garantire la rapida spendibilità dei buoni spesa alimentari. Per altre forme di sostegno, non solo alimentare, Sodexo ha inoltre pronto un buono acquisto multifunzionale, Pass Shopping, che può esser ordinato, erogato ed utilizzato anche in formato totalmente digitale, un vantaggio interessante in questo periodo di restrizioni. “In questo momento difficile di emergenza sanitaria, e considerato quanto emanato dal Governo per aiutare le fasce più indigenti della popolazione di piccoli e grandi comuni, abbiamo deciso di schierarci in prima linea al fianco della collettività con un servizio semplice, veloce e solidale, che rappresenta un operazione vantaggiosa e sostenibile per tutta la filiera: comuni, rete di merchant convenzionati coinvolti e soprattutto utenti finali che hanno la possibilità di ricevere un valore reale e facilmente spendibile grazie al contributo di tutti gli attori coinvolti – ha spiegato Sergio Satriano, Managing Director di Sodexo Benefits & Rewards Services – Un modo per venire incontro alle numerose famiglie in difficoltà e alle attività commerciali che operano in filiera con noi, dando una risposta efficace e concreta. Siamo inoltre pronti, con le risorse a nostra disposizione, a sostenere gli enti per rispondere alle necessità contingenti che si stanno presentando in queste difficili settimane”.

 

 

Matteo Gavioli

HPE Aruba

 

 HPE Aruba donato l’infrastruttura di rete per la nave ospedale creata da GNV per l’emergenza COVID-19 in Italia

 

I lavori sulla GNV Splendid sono stati completati in soli 5 giorni per trasformare il traghetto in una nave ospedale

 

Aruba Networks, azienda di Hewlett Packard Enterprise (NYSE: HPE) ha donato e installato un’infrastruttura di rete a bordo della GNV Splendid, il grande traghetto del Gruppo MSC che è stato recentemente trasformato in ospedale galleggiante per fronteggiare l’emergenza COVID-19.

 

Ormeggiata al ponte Colombo nel porto di Genova, la nave è stata allestita a tempo di record per garantire spazi addizionali e cure mediche ai pazienti colpiti dal nuovo Coronavirus. Grazie allo sforzo congiunto di HPE, Grandi Navi Veloci (GNV), MSC Cruises e altri partner, è stata installata una rete costituita da 70 access point e oltre 4 chilometri di cavi, in grado di garantire copertura Wi-Fi agli operatori sanitari e ai pazienti su diversi ponti della nave.

 

Oltre a supportare gli sforzi di medici e infermieri, incluso il trasferimento di dati da e verso l'ospedale di Genova, l'infrastruttura di rete migliorerà anche l'esperienza quotidiana dei pazienti a bordo, consentendo loro la piena connettività Internet durante il ricovero. La rete consente inoltre agli equipaggi delle ambulanze di fornire aggiornamenti in tempo reale sullo stato dei pazienti all’arrivo nel garage della nave, consentendo di anticipare le loro esigenze prima di salire a bordo.

 

Fondamentale nella rapida implementazione del progetto è stato il contributo dei partner di Aruba Network, da Esprinet e Mantero Sistemi, a MavianMax ed EI Towers, che con le proprie soluzioni hanno garantito l’accesso a Internet, rendendo così possibile il collegamento anche con la rete interna dell’Ospedale San Martino di Genova, assicurando agli operatori sanitari a bordo facile accesso alle cartelle cliniche dei pazienti e lo scambio di informazioni in tempi rapidissimi.

 

La vasta esperienza del team Aruba Networks nel campo delle infrastrutture wireless navali ha permesso loro di progettare e implementare rapidamente una rete efficace per supportare il personale medico e i pazienti a bordo. Reagendo a una situazione urgente e senza precedenti, il team di Aruba ha lavorato con gli elettricisti esperti di bordo della GNV Splendid per superare i vari ostacoli inerenti a questo tipo di implementazione, inclusa la necessità di garantire funzionalità per vari tipi di dispositivi e fornire connettività all'interno di un grande struttura in metallo costruita su più ponti e a compartimenti stagni.

 

“Ringraziamo il team di Hewlett Packard Enterprise e Mantero Sistemi che hanno messo a disposizione soluzioni tecnologiche all'avanguardia, know-how e la loro professionalità, collaborando alla realizzazione del progetto che abbiamo studiato insieme a RINA, ASL e Protezione Civile con il fattivo contributo di altri partner. Grazie alla loro capacità d’innovazione e di pronto intervento in una situazione così inedita siamo riusciti a garantire connettività ai sanitari e ai pazienti a bordo”, ha dichiarato Barbara Poli, Chief Information & Technology Officer GNV.

 

“In un momento così critico per il nostro Paese, abbiamo sentito il dovere di dare un nostro piccolo contributo a quanti sono in prima linea, ogni giorno, per contrastare il diffondersi del virus e salvare vite umane. Non abbiamo quindi esitato neanche un istante di fronte all’opportunità che questa lodevole iniziativa di GNV e MSC Crociere ci poneva davanti”, ha commentato Stefano Venturi, Presidente e Amministratore Delegato Hewlett Packard Enterprise Italia. “Continueremo a supportare l’impegno globale a contrasto del coronavirus in ogni modo possibile”.

 

“Aver potuto mettere le nostre capacità e le nostre tecnologie al servizio di un progetto così importante ci riempie di orgoglio. L’esperienza maturata sul campo ci ha permesso di essere rapidi e ben focalizzati, anticipando i problemi prima che potessero manifestarsi. Per il progetto abbiamo scelto la nuova tecnologia Wi-Fi 6 e Access Point Aruba 515, in grado di supportare lo standard 802.11ax. Una scelta dettata anche dalla volontà di garantire le migliori performance al grande numero di device che si appoggiano alla rete: dai laptop e i tablet dei medici, alle strumentazioni sanitarie, dai terminali che permettono all’equipaggio di monitorare le attività di bordo ai dispositivi mobili dei pazienti, che consentono loro di rimanere in contatto con i propri cari. Abbiamo anche collegato un'area di screening off-board, consentendo la condivisione di applicazioni e dati tra operazioni di bordo ed esterne”, ha aggiunto Fabio Tognon, Country Manager Aruba Networks Italia, società di Hewlett Packard Enterprise.

 

Per aiutare il settore sanitario nella lotta contro la pandemia globale, Aruba Network sta donando 50 milioni di dollari in kit di connettività di rete sicura per il provisioning immediato di cliniche pop-up, siti di test e strutture ospedaliere temporanee negli Stati Uniti, in Canada e in alcuni paesi in Europa e Asia-Pacifico. Per ulteriori informazioni: https://www.arubanetworks.com/assets/promo/Healthcare-Connectivity-Bundle.pdf

 

Informazioni su Hewlett Packard Enterprise

Hewlett Packard Enterprise è la società globale edge-to-cloud platform-as-a-service che aiuta le aziende ad accrescere i propri risultati facendo leva sul valore dei loro dati, ovunque essi risiedano. Basandosi su decenni di esperienza nel ri-immaginare il futuro e nell’innovare per migliorare il modo in cui le persone vivono e lavorano, HPE mette a punto soluzioni tecnologiche uniche, aperte e intelligenti, caratterizzate da un'esperienza uniforme dal cloud all’edge, per aiutare i clienti a sviluppare nuovi modelli di business, muoversi con nuove modalità e aumentare le performance operative.

Per maggiori informazioni: www.hpe.com.

 

Patrizia Pia

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica