NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Oli

OLIO EXTRA VERGINE D'OLIVA BIOLOGICO (2015-2016-2017)

 

Di Virgilio Pronzati

 

Azienda Agricola Biologica San Martino di Dalpiaz e Bartellone - Via Armanna Superiore 43 - 18100 Imperia (IM) -Tel. 0183660305 -  iQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  

 

 

Olio Extra Vergine d’Oliva Biologico (2015-2016 e 2017)

Cultivar: Taggiasca

Metodo di raccolta: Manuale e con agevolatori meccanici

Molitura-estrazione: Tradizionale e continuo. Le olive sono frante entro 24 ore dalla raccolta

Bottiglie prodotte: Rimanenza di 400

Confezionamento: Bottiglia da 75 c.

Data scadenza: 6/2018 

Esame organolettico ed altre considerazioni

Aspetto: limpido. Colore: giallo vivo. Odore: fruttato leggero, appena fresco e persistente, con sentori di pasta d’olive, cardo, erbe di campo un po’ appassite e pinoli maturi. Sapore: sapido, poco piccante, tendente al dolce, di media struttura, persistenza e armonia. Al retrogusto: mandorla, cardo e pinolo.

Impiego gastronomico: a crudo su pesce spada marinato, salse da mortaio, insalata di funghi, ravioli di boraggine con salvia, tortino di acciughe, occhiata al vapore. In cottura con zuppa di acciughe, colombine al verde, bandacujun, frittura di pesci, agnello al forno con carciofi. Per acquistarlo: direttamente in azienda (e spedito a casa.) al prezzo di € 18,00 la bottiglia.

Note: Alberto e Giulia Dalpiaz sensibili all’agricoltura naturale che tutela la salute dell’uomo e dell’ambiente, nel 2012 con l’acquisto dell’Azienda Agricola San Martino hanno realizzato il loro sogno.  Coltivatori in biologico per scelta, i Dalpiaz nella loro azienda comprendente circa due ettari di oliveto, con più di 200 piante di Taggiasca, e spazi seminativi per ortaggi, non usano nessun prodotto chimico, essendo 'in conversione' con AGEA per certificare il loro olio come Biologico. Altri prodotti venduti: olive taggiasche, basilico, ortaggi, erbe aromatiche, patè di oliva e pesto.

 

Punteggio totale: 45/60

 

 

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA DELL'AZIENDA OILALA'

 

Di Virgilio Pronzati

 

Azienda Oilalà s.r.l. - Via Callano 119 -  76121 Barletta (BT) - Tel 39.0883.1984369 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.oilala.com

   

 

 

 

 

Olio Extra Vergine di Oliva Oilalà 2016-2017

 

Cultivar: Coratina. Metodo di raccolta: scuotitore meccanico su reti. Molitura-estrazione: ciclo continuo a freddo. Le olive sono frante entro 6 ore dalla raccolta. Bottiglie prodotte: 30.000 in due formati. Confezionamento: bottiglie da 25 e 50 cl. Data scadenza: 30/06/2019 - Lotto: S17 (25 cl).

 

Esame organolettico

 

Aspetto: limpido. Colore: giallo intenso con lievissimi riflessi verdolini. Odore: fruttato medio-intenso e fresco, molto persistente, con netti sentori vegetali di erbe di campo un po’ appassite, cicoria selvatica, fiori di basilico secchi, brattee di carciofo e lieve di mela cotogna.  Sapore: sapido, piccante, con netta ma gradevole percezione amara non astringente, pieno e molto persistente, di buona armonia.  Al retrogusto: brattea di carciofo, mandorla e note erbacee.

Impiego gastronomico: a crudo su bruschette, sformato di cavolfiore, risotto e tortelli di zucca, nasello al vapore, costine d’agnello alla griglia.  In cottura con fave stufate, zuppa di seppie con ceci, spezzatino di pollo e di castrato.

Per acquistarlo: In azienda al prezzo di € 9,90 per la bottiglietta da 25 cl, e di € 11,90 per quella da 50 cl.  Inoltre è venduto su Amazon e, da novembre, sul proprio sito web www.oilala.com.

Note: L’azienda Oilalà fondata nel 2010, comprende dieci ettari di uliveto dell’età di 15 anni, coltivato a sistema biologico. Sebbene ancor giovane, quest’azienda condotta in maniera professionale dinamica, ha già all’attivo numerosi e prestigiosi premi ricevuti in vari concorsi nazionali e internazionali.  Oltre agli extravergini di oliva, sono venduti vini, miele, olive da tavola, erbe fresche aromatiche, olive e ortaggi sott’olio, conserve di pomodoro.


Punteggio totale: 54/60

 

 

L’ALTO PATROCINIO DEL PARLAMENTO EUROPEO ALLA PRIMA GIORNATA NAZIONALE DELLA CAMMINATA TRA GLI OLIVI

 

 

 

 L’iniziativa delle Città dell’Olio domenica 29 ottobre in oltre 110 città e 18 Regioni

Il presidente Lupi: “Un riconoscimento all’impegno per la valorizzazione della produzione olivicola di qualità, del patrimonio culturale e del turismo sostenibile”

 

 

Sarà una Camminata tra gli Olivi sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo quella promossa dalle Città dell’Olio per domenica 29 ottobre. Il lusinghiero riconoscimento premia il ruolo fondamentale che la produzione di olio d’oliva riveste nell’economia mediterranea, ma soprattutto riconosce all’iniziativa delle Città dell’Olio il valore di strumento di sensibilizzazione del pubblico per rafforzare lo sviluppo delle zone di coltivazione di quello che può essere considerato il prodotto simbolo dell’area mediterranea.

“Siamo orgogliosi del ruolo che il Parlamento Europeo ci conferma con l’adesione alla prima giornata nazionale della Camminata tra gli Olivi - spiega il presidente dell'Associazione Nazionale di Città dell'Olio Enrico Lupi – Il costante impegno per la valorizzazione della produzione olivicola di qualità e per la presenza dei prodotti regionali nel mercato europeo, l’azione di presidio al patrimonio culturale e ambientale legato alla millenaria tradizione dell’olio e l’attenzione allo sviluppo di un turismo sostenibile e responsabile che concretizza l’idea della destinazione intelligente sono le carte vincenti che ci hanno assicurato l’onore di avere il Parlamento Europeo al nostro fianco in questa iniziativa”.

 

L’annuncio dell’Alto Patrocinio, giunto nei giorni scorsi al presidente Lupi attraverso una lettera del presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, assegna di diritto alla Camminata tra gli olivi una dimensione di respiro europeo con la giornata nazionale che coinvolge oltre 110 città appartenenti a 18 Regioni. Dal Trentino alla Sicilia centinaia di itinerari in un’unica data per una passeggiata (dai 2 ai 5 chilometri) dedicata a famiglie e appassionati alla scoperta del patrimonio olivicolo italiano attraverso paesaggi legati alla storia ed alla cultura dell’oro verde. 

Nell’anno, il 2017, che l'ONU ha dichiarato Anno Internazionale del Turismo Sostenibile, in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Sardegna, Sicilia, Puglia, Toscana, Trentino, Umbria e Veneto si potrà andare alla scoperta delle cultivar locali, della cultura olivicola e della storia a cui è indissolubilmente legata in ogni territorio.

 

L’Associazione Nazionale Città dell’Olio, con i suoi 332 soci tutti enti pubblici (Comuni, Province, CCIAA, Parchi e GAL) è da sempre impegnata nella tutela del territorio olivicolo e nella programmazione territoriale. Da tempo si batte per la valorizzazione dei paesaggi olivicoli e per l’inserimento di aree territoriali olivicole delle Città dell’Olio nel prestigioso Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici del Ministero delle Politiche Agricole.

 

Ufficio Stampa

Marte Comunicazione

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ph. 3556130800

 

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ph. 3398655400

 

 

1° Corso di Sommelier dell’Olio a Genova

 

 

La Fondazione Italiana Sommelier Liguria presieduta da Giovanni Valentini, Centro internazionale per la cultura del vino e dell’olio, promuove un 1° Corso di Sommelier dell’olio a Genova, che si terrà al Novotel Genova City con inizio martedì 26 settembre 2017. Un corso di 15 lezioni con cadenza settimanale, al termine delle quali si acquisisce la qualifica di Sommelier dell’Olio.  L’obiettivo del programma di studio è quello di insegnare la tecnica della degustazione, ossia l’analisi sensoriale dell’olio, attraverso un sistema esclusivo ed estremamente efficace. L’apprendimento della critica dell’olio e la sua valutazione sensoriale sono oggetto di apposite lezioni dedicate all’approfondimento e alla degustazione di varietà nazionali.   

Ogni corsista riceverà il materiale didattico, costituito da: Il programma con il calendario e la carta degli oli in degustazione (online).  L’elegante valigetta prodotta in esclusiva per la Fondazione dall’azienda Campo Marzio (prestigiosa firma nel campo del pellame e cartoleria), contenente 6 bicchieri per l’analisi gusto-olfattiva dell’olio, completi di copri bicchiere.  Il Quaderno/vademecum specifico per annotare e raccogliere tutte le degustazioni svolte durante il corso. Il Libro dell’Olio. 

Programma del Corso. Ogni lezione avrà una durata di due ore e mezzo (dalle 20 alle 22,30) e prevede la degustazione di sei oli. 

1a lezione martedì 26 settembre: L’olio nel tempo. Origini e storia. La degustazione. Introduzione all’analisi sensoriale. Scheda di degustazione AISO.

2a lezione martedì 3 ottobre: Olivicoltura. La pianta. Tecnica di coltivazione. Raccolta.

3a lezione martedì 10 ottobre: Sistemi di produzione tradizionali dell’olio. Conservazione. Sistemi di produzione moderni. Olio denocciolato da monocultivar.

4a lezione martedì 17 ottobre: Sistemi di produzione moderni. Olio denocciolato da monocultivar.

5a lezione martedì 24 ottobre: I principali difetti dell’olio: difetti di produzione, trasformazione e conservazione.

6a lezione martedì 31 ottobre: Composizione e analisi chimica. Classificazione. Legislazione: DOP, IGP, Biologico.

7a lezione domenica 5 novembre: Visita ad una azienda che produce olio. Lezione e degustazione di tutti gli oli prodotti.

8a e 9a lezione martedì 7 novembre: Le cultivar del Nord e del Centro Italia.  Le cultivar del Sud e delle isole.  Panorama mondiale.

10a lezione martedì 14 novembre: L’olio in cucina. Tecniche di cottura. L’olio giusto per ogni piatto. L’abbinamento con il vino. Prova pratica di abbinamento ai cibi.

11a lezione martedì 21 novembre: L’olio nel ristorante. Carta degli oli. Carrello degli oli. Conservazione. Servizio.

12a lezione martedì 28 novembre: Olio e salute: i consigli del medico.

13a e 14a lezione martedì 5 dicembre: Cena didattica di abbinamento cibo-olio. Test scritto di verifica di apprendimento. 

15a lezione venerdì 15 dicembre: Consegna dei Diplomi e dei distintivi di Sommelier dell’Olio e festa chiusura corso.

Costo dell’intero corso: € 600.  Per partecipare è necessaria l’iscrizione alla Fondazione Italiana Sommelier. 

Per informazioni e iscrizione: Tel. 348/3909914 oppure:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..  Prenotazione:  con versamento di € 200.  Il pagamento può essere effettuato: in contanti o assegni presso il nostro desk disponibile in occasioni di corsi ed eventi. In contanti presso il Bistrot Chably in via Siria 1 Genova (angolo Piazza Savonarola). Con bonifico  bancario presso Banca Carige, IBAN IT 71M06175014210000004147680, causale: Nome e cognome – 1° Corso Olio Genova.

 

 

La presenza del Consorzio per la Tutela dell’olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure a Slow Fish di Genova

Consorzio Tutela Olio DOP Riviera Ligure



Momenti di conoscenza e coinvolgimento tra eccellenze liguri a Slow Fish a Genova. L’evento si svolge dal 18 al 21 maggio e il Consorzio per la Tutela dell’olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure c’è. E si presenta nel sistema di coordinamento regionale. Il monumentale padiglione della Regione Liguria è centrale rispetto all’area del Porto Antico prescelta per la manifestazione. Ci si trova proprio a ridosso del palazzo di San Giorgio. Qui è ricreata una Liguria fatta di spiaggia e panorami mozzafiato con la presentazione delle sue eccellenze. E dunque anche quelle agroalimentari. Fra i molti appuntamenti previsti, già in data giovedì 18 maggio, dalle 19 alle 20, l’olio DOP Riviera Ligure si presenta assieme al Basilico Genovese DOP. Il momento è particolarmente gradito nell’affiancamento di due eccellenze liguri e nella possibilità di approfondirne la conoscenza. Tanto per il basilico quanto per l’olio, con possibilità di degustazione guidata. Ovvio il finale: la preparazione sul posto e in diretta, del pesto al mortaio. Dove Basilico Genovese DOP e Olio Extravergine di Oliva DOP Riviera Ligure sono protagonisti. Una salsa nota in tutto il mondo, ma che a Genova ha patria nella sua composizione originale. Durante l’intera manifestazione genovese non mancheranno altri momenti in cui si parlerà di eccellenze liguri e nello stand regionale stazionerà la vetrina illustrativa dell’olio DOP Riviera Ligure.

Alessandro Giacobbe

PREMIATI I MIGLIORI OLI GARDA DOP

Il concorso ha visto confrontarsi gli oli Garda DOP esaminati da una giuria tecnica. 

Primo premio per la categoria fruttato leggero nella zona orientale, tra i fruttati medi primeggia un trentino

Sono Turri Fratelli Srl di Cavaion Veronese (Vr), per la categoria fruttato leggero, e l'Agraria Riva del Garda di Riva del Garda (Tn), per la categoria fruttato medio, i migliori Olio Garda DOP dell’ultima campagna olivicola.È questo il risultato della Premiazione della 5° Edizione del Concorso Unico L’Oro del Garda, la cui serata di premiazione si è tenuta giovedì 11 maggio 2017 alle 18:30 a Palazzo Ex Monte di Pietà di San Felice del Benaco (Brescia).
Gli extravergine Garda DOP della campagna olearia 2016 sono stati esaminati da una giuria di assaggiatori professionisti del Laboratorio Dogane di Verona. Nella categoria fruttato leggero prima classificata è stata la Turri Fratelli Srl di Cavaion Veronese con la Selezione Villa (Garda DOP Orientale); seconda l’Azienda Agricola L’Ulif di Silvano Delai di Picedo di Polpenazze del Garda, Brescia (Garda Bresciano DOP da agricoltura Biodinamica e Biologica) e terza ancora la Turri Fratelli Srl (Garda DOP Orientale). 
Nella categoria fruttato medio, prima classificata l’Agraria Riva del Garda di Riva del Garda (Trento) con l’olio Uliva (Garda Trentino DOP). Seconda la società agricola Madonna delle Vittorie di Arco, Trento (Garda Trentino DOP) e terzi a pari merito l’azienda Olivicoltura Bio Ferdinando Ferri di Monzambano, Mantova (Garda Orientale DOP da agricoltura biologica) e la Società Agricola Il Cavaliere di Salò, Brescia (Garda DOP).
Durante la serata di premiazione a San Felice del Benaco (Brescia) ospiti Mauro Parolini, Assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia, e Elena Viani con Carlos McAdden per parlare del progetto East Lombardy, progetto di promozione gastronomica della Lombardia Orientale, di cui l’Olio Garda DOP è ambasciatore.

press info:
Michele Bertuzzo 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
347 9698760 

2019 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica