NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Recensioni

Un Marzo in Laguna

 

La Primavera sta arrivando

A Marzo, Venissa celebra la primavera con una serie di eventi imperdibili
 
Marzo è il mese in cui la laguna si risveglia, le erbe spontanee usate nella cucina del Ristorante cominciano a crescere, le viti fioriscono e gli anziani di Burano cominciano a piantare gli orti. Abbiamo pensato per ogni weekend ad un evento speciale per celebrare la primavera.
 

La Cena delle Ostriche - 3 Marzo
 
Venissa è l’ambasciata italiana della Confraternita delle Ostriche di Bretagna; sono stati i veneti infatti a portare in Francia l’allevamento dell’Ostrica e tutt'ora nel vigneto di Venissa si possono trovare frammenti di guscio d’ostrica. Per questa serata speciale il nostro Chef Francesco Brutto ha pensato ad un menu tutto a base di Ostriche. La serata sarà anche un occasione per scoprire il mondo delle ostriche guidati da Gildo Carabelli, presidente della Confraternita italiana. Gli ospiti, con un supplemento, potranno anche richiedere di entrare a far parte della confraternita partecipando alla suggestiva cerimonia che si terrà durante la serata. In abbinamento alla cucina saranno serviti i vini metodo classico delle aziende Bisol e Maeli. Come per tutti gli eventi, per facilitare l'arrivo degli ospiti, è previsto il trasporto in barca da Cà Noghera (zona aeroporto) e da Venezia.
 
Cena €80 a persona - vini inclusi
PRENOTA ORA

 
Il verde della laguna
10 Marzo

I pensionati che coltivano gli orti di Venissa si incontrano per festeggiare la semina. Un'occasione unica per vivere l'atmosfera allegra di Burano con un bicchiere di vino e i piatti dell'Osteria Contemporanea di Venissa.

Pranzo €60 a persona - vini inclusi
 
Pre-Apertura 2018
18 Marzo

A una settimana dall’apertura del ristorante Matteo Bisol e lo Chef Francesco Brutto si ritrovano per assaggiare in anteprima i piatti. Quest’anno questo rituale è aperto agli ospiti che vogliono vivere l’atmosfera del dietro alle quinte di una grande cucina.


Pranzo €150 a persona - vini inclusi
 
Festa di Primavera
23 Marzo
Venissa festeggia l’arrivo della primavera e l’apertura del Ristorante stellato. In questo clima di festa i pescatori di Burano prepareranno la loro famosa frittura e i pasticceri di Carmelina Palmisano vi mostreranno come preparare i bussolai. Durante la serata sarà possibile assaggiare alcuni piatti del ristorante Venissa e degustare i nuovi prodotti Venusa, come la birra locale fermentata con l’erba Santonico e il vino rosso prodotto dalle vigne coltivate in laguna.


Cena €80 a persona - vini inclusi

 

Per tutti gli eventi, fino ad esaurimento posti, è disponibile il servizio e trasporto in barca da Venezia a Cà Noghera (zona Aeroporto con parcheggio). 
Scopri i pacchetti weekend che abbiamo pensato per voi contattando la reception

Info e prenotazioni
tel  0415272281
email  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
prenotazione online  venissaosteria.dinesuperb.com

A Siena una serata gourmet dedicata al Riso

 

 

 

Venerdì 2 marzo il Ristorante Particolare di Siena ospita la cena ‘stellata’ con gli chef Daniel Calosci, Katia Maccari, Augusto Valzelli, Emanuele Donalisio e Giancarlo Maistrello.  Le proposte creative rendono omaggio al Riso Acquerello invecchiato 7 anni in abbinamento ai vini di Barone Ricasoli

 

SIENA. Una cena stellata per 'gustare' tutte le sfumature del riso. È il nuovo appuntamento del ciclo ‘Sogni del Particolare. Cinque sfumature di Acquerello’, in programma venerdì 2 marzo al Ristorante Particolare di SienaLa serata gourmet renderà omaggio a una delle eccellenze del Made in Italy, il Riso Acquerello, attraverso le creazioni inedite proposte dallo chef del ristorante Particolare di Siena Daniel Calosci, dagli chef stellati Katia Maccari e Augusto Valzelli e da Emanuele Donalisio, gota dei giovani ristoratori d’Europa. Ad accompagnare i piatti anche le proposte creative di grissini e cialde curate da Giancarlo Maistrello, Premio PanettoneDay 2017 e i vini dell’azienda vitivinicola Barone Ricasoli. Ospite speciale della serata sarà Piero Rondolino, patron di Riso Acquerello, eccellenza italiana che si caratterizza per i chicchi nati nelle risaie della Tenuta Colombara a Livorno Ferraris, nel cuore della provincia di Vercelli, in Piemonte.

 

 

 

 

I piatti della serata. Il menù inedito è stato pensato per restituire a tavola il gusto unico della Riserva Acquerello invecchiata 7 anni. Dalla cialda di riso al nero di seppia di Emanuele Donalisio, chef ventimigliese che è uno delle sole 4 “new entry” italiane accolte nell’esclusiva associazione Jeunes Restaurateur d’Europe; al risotto proposto da Augusto Valzelli, classe 1991, diventato nel novembre del 2015 a soli 23 anni il più giovane chef stellato d’Europa, passando per il coniglio karkadè e radici dello chef del Ristorante Particolare di Siena, Daniel Calosci. Per chiudere in dolcezza la serata Katia Maccari, chef stellato e volto noto della ‘Prova del cuoco’ di Rai Uno, porterà in scena la sua torta di riso con gelato al frutto della passione e cioccolato al latte con crema al rhum. Un menù gourmet che sposa i sapori del territorio anche attraverso gli abbinamenti appositamente selezionati tra i calici della storica e prestigiosa cantina Barone Ricasoli, che metterà a disposizione dei commensali le migliori etichette dell’azienda vinicola più antica d’Italia.

 

Per info e prenotazioni. La serata ‘Sogni del Particolare. Cinque sfumature di Acquerello’, è organizzata dal Ristorante Particolare di Siena in collaborazione con Nieva Zanco, autrice de 'La Consiglieria. Guida gastronomica non convenzionale', Riso Acquerello e cantina Barone Ricasoli. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.particolaredisiena.com, telefonare al numero 0577/1793209, scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e seguire la Pagina Facebook Particolare di Siena.

Marilena Zinna

FILZ
SPIEDINI&COCKTAILS

 

Aprirà il prossimo 21 febbraio il locale “a tutto spiedino” di Milano. L’intera offerta gastronomica è “spiedinata” e infilzata, con proposte di carne, pesce e vegetariane. Una proposta food per tutti i gusti, a metà strada fra il fast quality food e la bottega all'italiana, irriverente, divertente, che non si prende mai troppo sul serio.

L’idea nasce da tre soci, una famiglia di viaggiatori, con un forte bagaglio di esperienze lavorative oltreoceano, anche nel settore della ristorazione. Dopo anni trascorsi tra Asia e Africa, decidono di tornare alle origini: inevitabilmente cambiati dall incontro con culture culinarie diverse dalle nostre, pensano di dar forma a qualcosa di nuovo che possa esprimere nell’offerta gastronomica

la forza delle proprie radici, arricchita di toni e colori assorbiti altrove. Nasce così una formula di cibo “di strada” tipico dei paesi asiatici, comfort come la cucina di casa, e di qualità nella ricerca della materia prima: Made in Italy con sfumature internazionali.

Le proposte:

Un’offerta si compone di circa 30 proposte soggette a stagionalità degli ingredienti, da ordinare singolarmente alla carta o in combinazione. Tra gli spiedini più particolari troviamo la rana pescatrice abbinata al fungo cardoncello, il cuore e il friggitello che incontra la salsa di miso, lo gnocco di riso orientale con pera, zola e barbabietola, per finire in simpatia col “tiramiskewer” (il tiramisù allo spiedo). Il mood? Tanti spiedi per tanti palati e stili di vita.

12 cocktails in carta proposti e rivisitati da Franco Tucci Ponti, con dei signature studiati solo per Filz .

 

Il locale:

Un locale ispirato ai soda shop degli anni ’50: stile pop italiano, mood accogliente, chic e divertente. Elegante senza essere classico, vintage senza essere retrò, il bancone amaranto è realizzato con piastrelle artigianali fatte a mano e profilato in ottone con 23 sgabelli imbottiti. Ottone e amaranto sono i colori di Filz: tra i marmi del locale emerge una divertente parete cipria a pois amaranto firmata Le Corbusier. Divertenti oggetti da scoprire si specchiano nell’ottone del locale, solo un esempio: un distributore vintage di palline recuperato da un club per soli uomini.

Orari:

Lun 12:00-15:00 e 18:00-22:00

Mar-Gio 12:00-15:00 e 18:00-23:00

Ven 12:00-15:00 e 18:00-00:00

Sab 18:00-00:00

Dom Chiuso

Contatti:

FILZ- Largo della Crocetta 1

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.filzmilano.com

Camilla Rocca

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

392. 0531233

SAN VALENTINO AL RISTORANTE PIU'ALTO D'ITALIA


Ci si trova, dopo una velocissima ascesa nell’ascensore a vetri, al XX piano della WJC Tower, nuova costruzione del quartiere Portello, a poca distanza dal futuristico City Life. E’ il ristorante più alto d’Italia e appena si entra lo sguardo spazia sull’intero skyline di Milano, per un panorama a 360 gradi sulla città meneghina, con il sole allo zenit per il pranzo e un romantico tramonto per la cena.

Per la cena più romantica dell’anno lo chef Fabrizio Ferrari propone un menu a 95 euro a 5 portate con si concludono con il sensuale dessert del pastry chef Beppe Allegretta, “Fix You”:

Il menu:

Aperitivo con bollicine di benvenuto prosecco Biancavigna

Olivette di vitello alle spezie con finto mojito al frutto della passione

Tataki di spada con crema di friarielli e peperoncino di Soverano

Risotto mantecato al pomodoro confettato e rosmarino con spuma di burrata

Morbido di vitella rosolato alle erbe e gambero rosso servito crudo con la sua bisque, crema di patate viola

Predessert

“Fix You”- fragolina di bosco, litchies, rosa canina e lampone

Caffè accompagnato da piccola pasticceria

Lo chef Fabrizio Ferrari:

Da aprile 2016 Fabrizio Ferrari è l’executive chef del ristorante Unico e propone una cucina legata al territorio e “al cibo perduto, ai sapori radicati nella nostra memoria più profonda e trasformati in piatti dal carattere deciso e contemporaneo” racconta lo chef. Stella Michelin dal 2010 al 2013 al ristorante Roof Garden di Bergamo, poi diverse esperienze in Francia, che lo formano ulteriormente e l’esperienza alla guida della Terrazza Triennale Osteria con Vista come executive chef. 

“Amo andare alla ricerca dei prodotti ancora poco utilizzati della mia terra, il pavese, scegliendo materie prime da piccoli produttori locali di alta qualità. Ingredienti considerati poveri ma che offrono grandi emozioni, dalla forte personalità”.  E dove coglie spunto per la sua cucina? “Ogni viaggio, ogni memoria ha creato un bagaglio di esperienze, profumi, colori e sapori che voglio proporre nella mia cucina, un fil rouge che dalle radici della più povera tradizione lombarda approdano ai sapori lontani d’oriente”.  Fabrizio Ferrari propone piatti di sostanza, con slanci di leggerezza in grado di rendere accattivanti gli accostamenti - anche inusuali - di aromi, sapori e consistenze. Piatti strutturalmente complessi, ma semplici da comprendere, che all’assaggio risvegliano ricordi ed emozioni sopiti.

Lo chef è stato consulente per lo sviluppo dei macchinari per il sottovuoto e Chef Advaisor per Valko; è testimonial del progetto “Taglio Sartoriale” del Consorzio Grana Padano e “A scuola di cucina con il Grana Padano”; è brand ambassador del riso Riserva San Massimo e dell’olio Tenuta Zuppini, materie prime di altissima qualità.

Orari:

Pranzo

da Lunedì a Venerdì

dalle 12.30 alle 14.30

Brunch 

Domenica

dalle 12.00 alle 14.00 1°turno

dalle 14.00 alle 16.00 2° turno

Cena Gourmet

da Lunedì a Domenica

dalle 19.30 alle 23.00 

Contatti:

Viale Achille Papa 30,

20149, Milano (MI)

Tel.+39 02 39214847

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Camilla Rocca

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

392. 0531233

NEI 200 ANNI DALL’INVENZIONE DEL PRIMO CHAMPAGNE ROSE’ LA STORICA MAISON FRANCESE VEUVE CLICQUOT OSPITE DELLA CHEF “GRANDE DAME” KATIA MACCARI

 

L’incontro tra qualità ed eccellenza di una delle più importanti case produttrici al mondo di champagne e passione e stile in cucina.

Venerdì 23 febbraio ore 20 l’evento al Ristorante stellato I Salotti del Patriarca a Chiusi (SI)

Nel 1818 Madame Clicquot inventò il primo Champagne Rosé per assemblaggio della storia. A distanza di 200 anni la storica Maison francese sceglie la Toscana - venerdì 23 febbraio (ore 20) il Ristorante I Salotti del Patriarca a Chiusi (SI) - ospite della Chef Katia Maccari, 1 stella Michelin per un evento unico in cui qualità ed eccellenza di una delle più importanti case produttrici al mondo di champagne incontrano passione e stile in cucina.

Per omaggiare la storica Maison francese la Chef Maccari preparerà abbinamenti ‘speciali’ con alcune tra le più pregiate bottiglie di champagne: aperitivo prosciutto di Cinta alla morsa

Bacoli “Maistrello”, Ostriche Belon con perle di lampone, Bignè al parmigiano con salmone e avocado Cappasanta con fondo di vitello e spuma alla rapa rossa Cannolo di pasta fillo con mousse di foie gras e polvere di pistacchio Crema di funghi con spugna di pane Veuve Clicquot Saint-Pétersbourg; a tavola ravioli di patate con fondente di parmigiano reggiano, yuzu e gambero rosso La Grande Dame Blanc 2006; consistenze di agnello con insalatina di erbe spontanee La Grande Dame Rosé 2006, come dolci La colomba di Giancarlo Maistrello e Piccola pasticceria Veuve Clicquot Demi-Sec  

La storia della maison Veuve Clicquot, con sede a Reims nella regione Champagne-Ardenne, è antica e originale. Fondata dal 1772 da Philippe Clicquot, passò nelle mani del figlio Philippe nel 1798. Alla sua prematura morte nel 1805, lasciò l'azienda in mano alla giovane moglie, Barbe-Nicole Ponsardin, che a soli 27 anni prese le redini della Maison, divenendo la prima donna imprenditrice in Champagne e riuscendo a trasformare la modesta Maison de Champagne da lei ereditata in un’azienda di fama mondiale. Il temperamento di Madame Clicquot è riassumibile in due parole: audace e intelligente. In grado di cogliere con rapidità ogni occasione pur sapendone soppesare i rischi, spedisce le sue bottiglie ai quattro angoli del pianeta. Intransigente quando si parla di qualità dei vini, Madame Clicquot perfeziona nuove tecniche di produzione. Inventa la “table de remuage” per purificare lo Champagne dai sedimenti e crea la prima vera miscela di Champagne Rosé. In pochi anni, il suo nome diventa un marchio di eccellenza famoso, ancora oggi, in tutto il mondo. Anche all'epoca gli altri operatori del settore vinicolo si inchinano alla sua fama e le attribuiscono l'appellativo di "La Grande Dame de la Champagne".

SAN VALENTINO ALLA BRINCA

 

Gentilissimi,

ritorniamo per raccontarVi i prossimi importanti eventi alla Brinca di Ne.

Su http://www.labrinca.it/index.php?ID=231 trovate il menù completo della cena di San Valentino (pochissimi posti ancora disponibili), e su www.labrinca.it/index.php?ID=232 il menù del pranzo di Pasqua (anche qui pochi posti ancora disponibili).

Ed ecco il prossimo grande evento!

Lunedì sera 26 febbraio prossimo, sei rinomate Trattorie capitanate dal nostro grande Amico Avgustin Devetak, con i loro produttori di grandi vini, formaggi e altre delizie, verranno alla Brinca per farci conoscere l’enogastronomia e la cultura del Carso. L’Unione regionale economica Slovena (URES) è un’associazione intercategoriale che dal 1946 raggruppa e rappresenta gli imprenditori Sloveni in Italia. L’URES è impegnata nello sviluppo dell’economia del Friuli – Venezia Giulia e nella salvaguardia degli interessi degli associati appartenenti alle varie categorie economiche, organizzando anche manifestazioni ed eventi di grande livello.

Per saperne di più http://www.okusikrasa.net/chi-siamo/

Per la prima volta in Liguria, hanno scelto La Brinca per un grande momento di conoscenza e convivialità!

Prezzo della serata € 50,00 a persona

Prenotazioni urgenti!

Lunedì 26 febbraio 2018 ore 20.00 

Nell’attesa

Sardoni “panai” – (Ošterija Ferluga, Trieste) e piccoli assaggi della Brinca

Antipasto – Bacalà (Trattoria Lampara, Santa Croce di Trieste) -

doc Carso Kras Vitovska  2014 Grad rubije Castello di Rubbia

Antipasto – Sardoni in savor (Ošterija Ferluga, Trieste)

Malvasia IGT 2015 Kmetija Škerk

Primo 1 – “Šelinka” tipica minestra a base di sedano

(ricetta di San Michele) ( Lokanda Devetak, San Michele del Carso, Savogna d’Isonzo)

Carso doc Malvasia  2013 Grad Rubije Castello di Rubbia

Primo 2 – “Bleki” di grano saraceno con verza e salsiccia (Ristorante Križman, Repen di Monrupino)Ograde  IGT 2015  uve Vitovska, Malvasia, Sauvignon, Pinot grigio kmetija Škerk

Secondo – Cinghiale arrosto in crosta di prosciutto del Carso e patate in “tecia”(Trattoria Guštin, Sgonico di Trieste) - Teran IGT 2015 Kmetija Skerk

Formaggio Jamar -kmetija Zidaric e miele di tiglio del Carso- kmetija Sara DevetaK

Dolce Struccoli in “straza” kuhani  štruklji (Trattoria Veto, Opicina di Trieste)

Cadenza d'inganno 2011 vino passito demisec Grad Rubije Castello di Rubbia

Pane e dolcetti finali - (Panificio Čok)

Pelinkovec  ( amaro tipico a base di assenzio) o brinjevec ( distillato di ginepro)

Caffè

------------------

Saremo chiusi da martedì 27 febbraio e riapriremo venerdì sera 22 marzo.

Ad aprile, maggio e giugno organizzeremo diverse serate di "Scuola: alla Brinca si Studia" con grandissimi interpreti del Vino Italiano: per tempo Vi invieremo date e menù.

Seguiteci sempre in tempo reale su https://www.facebook.com/La-Brinca-264267027029287/  e su https://www.facebook.com/premiatetrattorieitaliane/ , mentre su www.labrinca.it trovate sempre aggiornati i nostri menù di tutti i giorni, alla Carta, i Degustazione e la Carta dei Dolci.

Grazie sempre per il grande affetto che ci dimostrete e a presto!

Sergio e tutta la Famiglia della Brinca di Ne

SAN VALENTINO “GIOVANE” AL RISTORANTE TRE CRISTI

San Valentino è particolarmente dolce al ristorante Tre Cristi dove quattro giovani gestiscono il ristorante del quartiere futurista di Porta Nuova Varesine a Milano, età media 25 anni: in cucina lo chef Dario Pisani, 25 anni, e il sous chef Simone Rocca, 24 anni; in sala  la maître di Sala Federica Russo, 26 anni, e la sommelier Monica Angeli, 25 anni.

Per un San Valentino speciale hanno pensato a un menu da 5 portate a 80€ o a 115€ con abbinamento vini.

 Il Menu:

Canapè di benvenuto

Polpo alla plancia con cime di rapa e salsa al latte di bufala

Etna bianco 2016, Murgo

 Pluma iberica arrostita con salsa alla paprika e broccolo fiolaro

Chianti Colli Fiorentini Riserva “Badia a Corte” 2013, Torre a Cona

Risotto alla barbabietola e gorgonzola

Chardonnay “Sorjs” 2015, Pierpaolo Pecorari

Controfiletto di rubia gallega cotto al forno con cavolo nero e senape in grani

Nero di troia “Il sale della terra” 2011, Antica Enotria

Gianduia, cioccolato e nocciola

Vermouth Amaro “Dopo Teatro”, Cocchi

Piccola Pasticceria

 

Tre Cristi Milano: la scommessa sui giovani, lo chef Dario Pisani

Il Tre Cristi scommette sui giovani:a partire da Dario Pisani, lo chef napoletano che ora è a capo della brigata. Tre anni da Enrico Crippa al Piazza Duomo di Alba, che gli ha trasmesso l'importanza del valore estetico dei piatti, Carlo Cracco a Milano, dove ha appreso il rigore e il rispetto del lavoro di squadra, e forse uno degli ultimi allievi di Gualtiero Marchesi, presso l'omonimo ristorante sotto i portici del Teatro alla Scala, da cui ha interiorizzato il culto per la materia prima e la raffinata sintesi dei piatti; poi ha preso il volo, senza rinnegare le origini partenopee, la sua vena creativa si rispecchia in uno stile essenziale ed elegante. Al ristorante si privilegia l’interazione, il rapporto diretto con gli ospiti e la sorpresa; un piatto cult, il cannolo scomposto, dalla cialda più leggera del tradizionale, può trasformarsi da uno a sette cannoli con diverse granelle, creme e delicatezze. Eleganza e privacy sono protagonisti dei 35 coperti scelti del Tre Cristi: un leggero restyling che ha recentemente rinnovato gli spazi mantenendo la classicità.

Dario Pisani ha vinto il premio di Miglior Chef Emergente agli Chef Award 2017, il primo evento food dedicato alla premiazione dei talenti culinari di tutta Italia, basato su un nuovo concetto di votazione: la voce del web. 

Attraverso un semplice sistema di calcolo statistico, sono stati selezionati i migliori 600 ristoranti in base ai punteggi presenti sui portali, utilizzando la media ottenuta fra il numero massimo di recensioni e il numero di voti più alti. Solo i migliori 100 sono saliti sul palco di Chef Awards e fra questi 10, tra cui Dario Pisani e il ristorante Tre Cristi, è stato premiato per la categoria Under 30 dai “The Best Chef Awards”. 

Il ristorante è presente nella guida L’Espresso e Gambero Rosso con lusinghiere valutazioni.

Per informazioni e prenotazioni presso il ristorante

Federica Russo

Via Galileo Galilei, 5

angolo via Marco Polo

20124 Milano

tel. 02 29062923

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

trecristimilano.com

 

Camilla Rocca

SAN VALENTINO… CON IL BRUNELLO ALLA FATTORIA DEL COLLE

Massaggi, cene a lume di candela e degustazioni esclusive per la festa degli innamorati alla corte di Donatella Cinelli Colombini

Romanticismo, buon cibo e un vino sublime da sorseggiare guardandosi negli occhi. Si preannuncia magica l’atmosfera che a San Valentino avvolgerà la Fattoria del Colle di Donatella Cinelli Colombini a Trequanda, nella più autentica campagna toscana. Una esperienza romantica e divertente a contatto con la natura, in un luogo di grande fascino dove si potranno degustare il miglior Brunello e altri grandi vini rossi toscani, assaporare pietanze afrodisiache e rilassarsi nell’esclusiva area benessere affacciata sulle Crete Senesi con sauna, bagno turco doccia emozionale, Jacuzzi con cromoterapia e sala per i massaggi con una vasca di ginepro per bagni di coppia nel vino. Per la notte a cavallo del 14 e 15 febbraio oppure per il weekend successivo, quello del 17-18 febbraio, la proposta della Fattoria del Colle comprende un trattamento da 50 minuti nel centro benessere a scelta tra un massaggio con pietre di corallo per allentare la tensione muscolare, un rigenerante impacco al vino nel bagno turco con massaggio all’olio di vinaccioli o un massaggio rilassante all’olio caldo di vinaccioli che rilassa e armonizza mente e corpo. Dopodiché spazio per il romanticismo con la cena a lume di candela davanti al camino a base di piatti tipici senesi. I brindisi potranno poi continuare in camera, dove gli ospiti troveranno calici e una bottiglia di Metodo Classico Brut Blanc de Blanc.

Per la mattina del 15 febbraio – o la domenica 18 – la magia prosegue con una visita guidata della villa cinquecentesca che ospita la Fattoria del Colle, con le sue storiche sale degli stemmi, del camino, del biliardo, la camera del Granduca Pietro Leopoldo d’Asburgo ma soprattutto la Cantina, dove nascono il Chianti Superiore e il Cenerentola Orcia, dove sarà possibile effettuare una degustazione itinerante di quattro vini della produzione di Donatella Cinelli Colombini tra cui il Brunello di Montalcino.

Prima di ripartire tuttavia, non può mancare lo scambio di una promessa d’amore davanti all’albero d’oro di Lucignano, il più grande reliquiario del mondo, alto 2.60 metri che si trova nel Palazzo Comunale di Lucignano: iniziato nel 1350 e terminato nel 1479, è costituito da un albero di rame con 12 rami ornati di smalti, cristalli di rocca, coralli, teche con reliquie e miniature. Alla Fattoria del Colle verrà consegnato a chi lo vorrà, il cartiglio con la formula da leggere e firmare davanti all’albero d’oro.

Il programma dettagliato delle singole giornate con i costi è disponibile al sito www.cinellicolombini.it 

Per informazioni e prenotazioni

Fattoria del Colle, Località Colle 53020 Trequanda (SI)

0577662108 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Addetta stampa 

Marzia Morganti Tempestini Tel 335 6130800

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica