NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Formaggi

PARMIGIANO REGGIANO: IL CONSORZIO VOLA A DUBAI PER GULFOOD

PARMIGIANO REGGIANO: IL CONSORZIO VOLA A DUBAI PER GULFOOD, LA GRANDE FIERA INTERNAZIONALE DEDICATA AL SETTORE ALIMENTARE

Per la prima volta, il Consorzio parteciperà con uno stand autonomo situato nello spazio B1-34 della Hall 1 

 

Dal 16 al 20 febbraio il Consorzio del Parmigiano Reggiano vola a Dubai per Gulfood, la grande fiera internazionale dedicata al settore alimentare che ogni anno raduna più di 5mila espositori e 100mila visitatori da oltre 200 paesi del mondo. Per la prima volta, il Consorzio parteciperà con il proprio stand autonomo (nelle precedenti edizioni era in quota Afidop), situato nello spazio B1-34 della Hall 1 del Dubai World Trade Center.

L’area del Golfo rappresenta uno snodo strategico per l’agroalimentare italiano, in parte come porta d’accesso ai mercati mediorientali ma soprattutto poiché include essa stessa alcuni dei paesi con i redditi pro capite più alti del mondo. Mercati destinati ad avere un peso specifico ancora maggiore grazie a Expo Dubai 2020 – inaugurazione il 20 ottobre 2020 - per la quale si attende un flusso di 25 milioni di visitatori.

La partecipazione a Gulfood si inquadra in un progetto triennale avviato dal Consorzio per sviluppare le potenzialità di mercato nell’area del Golfo, partendo dalle 105 tonnellate di prodotto esportate qui nel 2018. Una ricerca Hirux/Nielsen commissionata ad hoc dal Consorzio ha evidenziato come i consumatori confondano il Parmigiano Reggiano con il generico parmesan. Tanto che, se si considera il giro d’affari dei formaggi a pasta dura nei tre Paesi target (Emirati Arabi Uniti, Arabia Saudita e Kuwait), solo il 30% del mercato appartiene al Parmigiano Reggiano mentre il restante 70% al parmesan.

La strategia del Consorzio – afferma il presidente Nicola Bertinelli - punta a educare i consumatori arabi alle specificità del Parmigiano Reggiano, un formaggio che si distingue per la selezione degli ingredienti migliori e 100% naturali e il rispetto della stessa ricetta da mille anni”.

Il primo passo del progetto menzionato da Bertinelli è coinciso con il lancio di una campagna pubblicitaria su larga scala in Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Kuwait: il primo spot è andato in onda sui canali Pan Arab e Pan Asia negli ultimi mesi del 2019 mentre il prossimo sarà on air a fine 2020. In parallelo è stata avviata una campagna web su YouTube, Facebook e Instagram per intercettare quanti più consumatori possibili, inclusi i numerosissimi expat che a Dubai costituiscono oltre il 70% della popolazione.

 

Fabrizio Raimondi

Professione Casaro

Professione Casaro: nasce a Reggio Emilia il corso pratico (e gratuito) di tecnologia casearia per la produzione di Parmigiano Reggiano

 

Nasce a Reggio Emilia il primo corso per diventare casaro del Parmigiano Reggiano. Lo annuncia il Consorzio di tutela che, proprio in questi giorni, ha dato vita ad un percorso destinato a valorizzare un patrimonio fatto di antichi gesti che si tramandano di generazione in generazione.

 

Da sempre attento alla formazione e all’aggiornamento professionale, il Consorzio del Parmigiano Reggiano ha voluto organizzare il corso a titolo gratuito per ribadire l’impegno nella tutela delle tradizioni e per salvaguardare il mestiere del casaro che è di importanza cruciale per tutto il comparto.

 

Un comparto che raggruppa 330 caseifici, 2.600 allevamenti e che produce circa 10 mila forme ogni giorno, per un giro d’affari al consumo che supera i 2,4 miliardi di euro.

 

Il corso - rivolto a giovani casari, aiuto casari, garzoni già̀ coinvolti nelle attività̀ di caseificio - intende fornire le competenze di tecnologia casearia utili alla trasformazione del latte in Parmigiano Reggiano.

 

Un formaggio unico, che si produce oggi come nove secoli fa: con gli stessi ingredienti (latte, sale e caglio), con la stessa cura artigianale e con una tecnica di produzione che ha subito pochi cambiamenti nei secoli, grazie alla scelta di conservare una produzione del tutto naturale, senza l’uso di additivi.

 

Un lavoro duro, che non ammette scorciatoie, che comincia alle quattro del mattino e per il quale si lavora 365 giorni l’anno, senza interruzioni di sorta.

 

Il corso – della durata di quattro mesi, da febbraio a maggio – prevede dieci uscite presso altrettanti caseifici per permettere ai diciotto partecipanti di svolgere esercitazioni pratiche. A queste si sommano sessanta ore di lezioni teoriche serali volte ad approfondire la conoscenza in merito alla materia prima, alle lavorazioni in caseificio, al Disciplinare di Produzione, alle normative vigenti e ad altri aspetti gestionali e di valorizzazione del prodotto trasformato. Le lezioni e le esercitazioni pratiche saranno condotte principalmente da personale del Consorzio con la preziosa collaborazione di casari esperti e docenti esterni, cultori di tematiche specifiche. Si terrà a Reggio Emilia, presso la sede di Dinamica a Mancasale. Nei prossimi anni sarà riproposto, con le stesse modalità, anche nelle altre provincie di produzione della DOP (Parma, Modena, Bologna e Mantova) al fine di permettere un più ampio coinvolgimento dei caseifici.

 

Il casaro, con le sue abili mani, riesce a mettere in pratica i segreti imparati e tramandati da generazioni. Si tratta di un lavoro duro, fatto di fatica e dedizione che è importante preservare e valorizzare. Siamo felici della buona risposta di adesione a questo primo corso a Reggio Emilia. Nei prossimi anni il Consorzio dedicherà attenzione e risorse specifiche per sostenere tali iniziative in maniera diffusa in tutta zona di origine della DOP. Assicurare la conservazione delle competenze necessarie ai caseifici è un pilastro imprescindibile per salvaguardare la qualità del formaggio DOP più importante al mondo” commenta Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio.

 

Info e iscrizioni: Segreteria organizzativa di Dinamica 0522 920437 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Fabrizio Raimondi 

Ufficio Stampa e Relazioni Esterne

Consorzio Parmigiano Reggiano

 

mobile +39 335 389848   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FORMAGGI & SORRISI, CHEESE & FRIENDS FESTIVAL

 ALLA SECONDA EDIZIONE GRAZIE AL GRANDE SUCCESSO DELLO SCORSO ANNO “FORMAGGI & SORRISI, CHEESE & FRIENDS FESTIVAL” TORNA A CREMONA DAL 17 AL 19 APRILE

  

Formaggi & Sorrisi”, evento pensato per valorizzare i prodotti caseari italiani e tutti i derivati del latte ritorna a Cremona dal 17 al 19 aprile 2020 con grandi novità. Da quest’anno non solo formaggi ma verranno proposti anche prodotti per speciali abbinamenti come composte, marmellate, mostarde, aceti e mieli e tutte le eccellenze gastronomiche che esaltano il connubio al palato con i formaggi.

Sarà un appuntamento imperdibile per appassionati e addetti ai lavori, per degustare, acquistare e conoscere meglio uno tra i prodotti Made in Italy più apprezzati e imitati al mondo. 

Un ricco calendario di appuntamenti dedicati al grande pubblico di tutte le età, con spettacoli di animazione ed intrattenimento, showcooking, degustazioni guidate, laboratori esperienziali e disfide, sculture di formaggio, affiancati a momenti informativi e culturali, tra i quali mostre, itinerari turistici, tavole rotonde, convegni, dimostrazioni dei metodi di arte casearia e didattica per grandi e piccini.

Formagggi & Sorrisi sarà davvero una festa per tutti, un’opportunità di incontro, divertimento e apprendimento nella splendida cornice del centro storico di Cremona, la “Città delle tre T”, situata nel cuore del distretto lombardo dei formaggi e da sempre in grado di richiamare un vastissimo pubblico attratto sia dalle numerose offerte culturali che dall'enogastronomia locale.

La manifestazione, ad ingresso libero, è promossa dal Consorzio Tutela Grana Padano e dal Consorzio Tutela Provolone Valpadana, è patrocinata dal Comune di Cremona e organizzata da SGP Events.

 

www.formaggiesorrisi.it

https://www.facebook.com/formaggiesorrisi/

 

Video racconto Formaggi & Sorrisi 2019

 

Alessia Testori

MONTASIO DOP IN VERSIONE REGALO

 Un nuovo cofanetto di formaggi  tutto da gustare

 Un nuovo formato con spicchi di diversa stagionatura e grammatura

 

 

E’ tempo di regali e se sono gustosi sono ancora più graditi. E a stuzzicare i palati degli amanti del buon formaggio ci ha pensato il Consorzio del Montasio Dop con il suoi nuovi cofanetti regalo di pura bontà e genuinità. Una proposta articolata in più formati per soddisfare chiunque, con diverse grammature e più stagionature.  

“Un’idea che piace molto - afferma il Presidente del Consorzio, Valentino Pivetta – che ha entusiasmato i nostri soci e soddisfa la richiesta di chi ha il piacere di fare un omaggio di qualità, riconosciuta. Il Montasio è un formaggio genuino, controllato e veramente adatto a tutti, anche per chi soffre di intolleranze perché è naturalmente privo di lattosio. La marcatura apposta alla produzione dal nostro Consorzio di Tutela a 60 giorni,  ne garantisce l’identità, l’origine e il rispetto delle caratteristiche dei  disciplinari”.

Da Fresco, Mezzano, Stagionato e Stravecchio, con il formaggio Montasio Dop si può spaziare dal gusto più morbido a quello più deciso  e gli spicchi partono dal chilogrammo in su. E’ solo una questione di gusti!

 

www.montasio.com

Marzia Zanchin

Parmigiano Reggiano Dop & Whole Foods Markets

CONSORZIO PARMIGIANO REGGIANO E WHOLE FOODS: SIGLATO STORICO ACCORDO TRA LA DOP ITALIANA E LA CATENA AMERICANA SPECIALIZZATA IN PRODOTTI SANI E NATURALI

L’accordo siglato dal Consorzio prevede azioni concrete che incrementeranno le vendite di Parmigiano Reggiano: eventi, materiali informativi nei punti vendita e attività di marketing diretto sui clienti di Whole Foods,  player di primo piano nel settore dei supermercati con oltre 500 punti vendita tra USA, Canada e Regno Unito. 

 

Il Consorzio Parmigiano Reggiano ha firmato uno storico accordo con Whole Food Markets (WFM) per aumentare i volumi della DOP in oltre 500 punti vendita tra Stati Uniti, Canada e Regno Unito. 

La catena americana si impegna a dare un’adeguata presentazione del prodotto all’interno dei supermercati per aiutare il consumatore a distinguere il Parmigiano Reggiano dai prodotti similari.

L’accordo rappresenta un concreto passo avanti nello sviluppo dei mercati esteri: Whole Foods Markets, fondato nel 1980 a Austin (Texas) e acquistato nel 2017 da Amazon per 13,7 miliardi di dollari, è un player di primo piano nel settore dei supermercati e può contare su una rete distributiva di 487 negozi negli Stati Uniti, 14 in Canada e 7 nel Regno Unito. Tre paesi che a loro volta rientrano nella Top 5 dei maggiori importatori di Parmigiano Reggiano al mondo: gli Stati Uniti (10.439 tonnellate) rappresentano il secondo mercato export dopo la Francia, il Regno Unito (6.940 tonnellate) è il quarto mercato export, il Canada (3.030 tonnellate) è il quinto mercato export.

L’accordo non è una semplice dichiarazione di intenti ma punta a sviluppare tre azioni concrete che saranno intraprese dal colosso di Austin per incrementare le vendite e, allo stesso tempo, offrire un posizionamento adeguato al Parmigiano Reggiano. In primis, WFM organizzerà due eventi all’anno per aumentare la visibilità e la partecipazione del pubblico alla cerimonia di apertura della forma di Parmigiano Reggiano: un vero e proprio show che attira Foodies e curiosi all’interno dei punti vendita. Tali eventi avranno le forme di Parmigiano Reggiano al centro, e in ogni punto vendita l’apertura a mano della forma sarà il momento clou da cui partire per fornire informazioni al consumatore sulla qualità del prodotto e per promuoverne l’acquisto.

Il secondo punto dell’accordo prevede uno scambio di informazioni e di dati di marketing raccolti tramite la rete e i social media. Whole Foods Markets si impegna inoltre, terzo punto, a collocare materiali informativi del Consorzio in ogni supermercato. L’obiettivo è informare il consumatore circa le caratteristiche del Parmigiano Reggiano e le differenze rispetto ai prodotti similari.

Tutto questo assume un significato strategico sia per il posizionamento di WFM rispetto ai propri consumatori, sia per il vasto programma di nuove aperture che prevede quasi 50 nuovi punti vendita nel solo mercato US.

Questa collaborazione rappresenta, di fatto, la prima dimostrazione concreta del nuovo approccio promosso dal Consorzio del Formaggio Parmigiano Reggiano per consolidare e sviluppare la domanda del Re dei formaggi nei mercati internazionali.

“L’accordo con Whole Foods – afferma il presidente del Consorzio, Nicola Bertinelli – non ha precedenti nella storia dei prodotti DOP europei. Questa azione, in concerto con la lotta alla contraffazione e all’Italian Sounding, ci consentirà di fare cultura di prodotto nei mercati che ci stanno più a cuore ed è il frutto di una strategia che vuole il Consorzio sempre più presente nei mercati internazionali”.

“L’accordo ha anche una portata più ampia: nello scenario attuale, sul quale pesano i dazi di Trump, una delle più note catene americane sceglie di stare dalla parte del Parmigiano Reggiano per assicurare la massima qualità e informazione su un prodotto che ancora una volta si conferma unico e inimitabile”, conclude Nicola Bertinelli.

 

Fabrizio Raimondi 

PARMIGIANO REGGIANO: IL CONSORZIO LANCIA IL PROGETTO PREMIUM “40 MESI”

 

 

 

Lo scopo primario del Progetto, presentato al Museo Ferrari di Maranello (MO) il 28 novembre, è promuovere lo sviluppo di un nuovo segmento di mercato sempre più richiesto dal consumatore: la lunga stagionatura “40 mesi”. Sono già 56 i caseifici aderenti, per oltre 31 mila forme destinate a diventare Parmigiano Reggiano “40 mesi”

 

Il suo profumo deciso e speziato, il sapore sapido e intenso rendono il Parmigiano Reggiano 40 mesi un prodotto dalle caratteristiche inconfondibili e sempre più richiesto sulle tavole dei consumatori. È per questo motivo che il Consorzio Parmigiano Reggiano ha lanciato il Progetto Premium “40 mesi” nel corso di un evento dedicato che si è tenuto giovedì 28 novembre al Museo Ferrari di Maranello (MO).

 

Ricordiamo che la stagionatura minima per il Parmigiano Reggiano è di 12 mesi (il più lungo periodo di stagionatura minima di tutti i formaggio DOP), mentre non esiste una stagionatura massima imposta dal Disciplinare di produzione.

 

Friabile, estremamente solubile e dalla forte personalità, il Parmigiano Reggiano 40 mesi è apprezzato e utilizzato dai cuochi di tutto il mondo come ingrediente per dare un tocco di umami ai piatti. Solo la degustazione in purezza, tuttavia, riesce a trasferire al naso e al palato tutta la complessità e le caratteristiche organolettiche di questo formaggio: dalle note speziate, in particolare noce moscata e pepe, a quelle di frutta secca, fino al brodo di carne. 

 

“Lo scopo del Progetto Premium ’40 mesi’ – ha affermato Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano –  è promuovere lo sviluppo di un nuovo segmento di mercato a lunga stagionatura. Il Consorzio punta a raggiungere l’obiettivo introducendo una specifica selezione di qualità a garanzia del consumatore e agevolando, anche economicamente, i caseifici che decideranno di aderire all’iniziativa. Di fatto, il Consorzio vuole operare da ‘acceleratore’ di un trend che è anche un’opportunità per i produttori”. 

 

“Il Progetto – ha aggiunto Bertinelli – parte dal lato dell’offerta offrendo un incentivo ai caseifici per trattenere sulle loro scalere 30 mila forme che oggi hanno 24 mesi e 70 mila forme delle produzioni 2018. Il tutto affinché questo prodotto non finisca sul mercato prima del dovuto. Lavorando in comunicazione, di concerto con la gdo, puntiamo a portare sugli scaffali uno stagionato 40 mesi per Natale 2020. L’importanza del nuovo Progetto si può facilmente intuire dai numeri: al momento del lancio sono già 56 i caseifici aderenti, per un totale provvisorio di oltre 31 mila forme”.

 

Il Progetto “40 mesi” agirà in concerto con le altre politiche del Consorzio – dalla nuova campagna pubblicitaria alle iniziative di trade marketing – per sviluppare le vendite dirette dei caseifici e per contenere l’offerta di prodotto, in modo da mantenere le condizioni di equilibrio di mercato. 

 

 

L’evento di presentazione del Progetto Premium “40 mesi” è stata anche l’occasione per premiare i caseifici della Nazionale del Parmigiano Reggiano, reduci da un World Cheese Awards da record. Nel corso dell’ultima edizione che si è tenuta lo scorso ottobre a Bergamo, la Nazionale - composta da 86 caseifici provenienti da tutte le province del comprensorio – ha vinto 110 medaglie tra cui 4 Super Gold. Il Parmigiano Reggiano (25 mesi) della Latteria Santo Stefano di Parma è riuscito ad aggiudicarsi il secondo posto assoluto tra 3.804 formaggi provenienti da 42 paesi. 

 

Andrea Robuschi

“FORMAGGI & SORRISI, CHEESE & FRIENDS FESTIVAL”

ALLA SECONDA EDIZIONE GRAZIE AL GRANDE SUCCESSO DELLO SCORSO ANNO TORNA A CREMONA DAL 17 AL 19 APRILE


 

“Formaggi & Sorrisi”, evento pensato per valorizzare i prodotti caseari italiani e tutti i derivati del latte ritorna a Cremona dal 17 al 19 aprile 2020 con grandi novità. Da quest’anno non solo formaggi ma verranno proposti anche prodotti per speciali abbinamenti come composte, marmellate, mostarde, aceti e mieli e tutte le eccellenze gastronomiche che esaltano il connubio al palato con i formaggi.

Sarà un appuntamento imperdibile per appassionati e addetti ai lavori, per degustare, acquistare e conoscere meglio uno tra i prodotti Made in Italy più apprezzati e imitati al mondo. 

Un ricco calendario di appuntamenti dedicati al grande pubblico di tutte le età, con spettacoli di animazione ed intrattenimento, showcooking, degustazioni guidate, laboratori esperienziali e disfide, sculture di formaggio, affiancati a momenti informativi e culturali, tra i quali mostre, itinerari turistici, tavole rotonde, convegni, dimostrazioni dei metodi di arte casearia e didattica per grandi e piccini.

 

Formagggi & Sorrisi sarà davvero una festa per tutti, un’opportunità di incontro, divertimento e apprendimento nella splendida cornice del centro storico di Cremona, la “Città delle tre T”, situata nel cuore del distretto lombardo dei formaggi e da sempre in grado di richiamare un vastissimo pubblico attratto sia dalle numerose offerte culturali che dall'enogastronomia locale.

La manifestazione, ad ingresso libero, è promossa dal Consorzio Tutela Grana Padano e dal Consorzio Tutela Provolone Valpadana, è patrocinata dal Comune di Cremona e organizzata da SGP Events.

 

www.formaggiesorrisi.it

https://www.facebook.com/formaggiesorrisi/

Video racconto Formaggi & Sorrisi 2019

 

 

Alessia Testori 

FORMAGGIO PIAVE DOP

 

SIGLATA LA PARTNERSHIP CON CONAD, AL VIA LE DEGUSTAZIONI IN 14 PUNTI VENDITA DELLA LOMBARDIA

 

A partire dal 29 novembre e per un mese, la Campagna Nice to Eat-EU promossa dal Consorzio di Tutela del formaggio Piave DOP si prepara ad incontrare i consumatori della Lombardia

 

Dal 27 novembre al 1° dicembre 2019 in mostra anche a Food&Life (Halle C3/343), la fiera di Monaco di Baviera dedicata alla gastronomia di qualità

 

Milano, Bergamo, Cremona, Brescia, Monza e Brianza: sono cinque le province lombarde che, dal 29 novembre al 21 dicembre 2019, vedranno il formaggio Piave DOP protagonista di numerose giornate promozionali e di degustazione in quattordici punti vendita Conad.  Grazie al Consorzio di Tutela e nell’ambito della campagna Nice to Eat-EU promossa e co-finanziata dall’UE, il pregiato formaggio delle valli bellunesi arriva sui banchi d’assaggio della rinomata società cooperativa attiva nella grande distribuzione organizzata.

 

Attraverso espositori dedicati, assaggi e distribuzione di materiale informativo, il formaggio Piave DOP entra in contatto con gli esigenti consumatori lombardi, non solo portando nei loro supermercati tutta la tradizione e l’antico “saper fare” dei casari delle Dolomiti di Belluno, ma coinvolgendoli anche nelle diverse attività educative proposte dalla campagna Nice to Eat-EU, con un occhio di riguardo verso i più piccoli

 

Qui, infatti, bambini e genitori avranno la possibilità di conoscere Captain Piave – il supereroe protagonista di un cartone animato Full 3D CGI dedicato e di un videogame di recente lancio (Fake Hunters, disponibile gratuitamente su dispositivi pc, tablet e smartphone semplicemente registrandosi al sito https://fakehunters.nicetoeat.eu/it) –, di interagire con il personale addetto,  rispondendo a simpatici questionari sul livello di conoscenza e consapevolezza in tema di sicurezza alimentare, e di ricevere simpatici gadget.

 

Di seguito i punti vendita coinvolti nell’iniziativa:

 

Conad di Forty SRL di Via del Macello, Crema (CR) – 29/30 novembre 2019

Conad di Forty SRL di Via Manifattura, Darfo Boario Terme (BS) – 29/30 novembre 2019

Conad di Forty di Viale Italia, Gussago (BS) – 29/30 novembre 2019

Conad Si.Ro di Via Dionisio Berizzi, Cologno al Serio (BG) – 30 novembre 2019

Conad di Cernuscostore SRL di Via Giuseppe Lazzati, Cernusco sul Naviglio (MI) – 6/7 dicembre 2019

Conad di Le Quadre SRL di Via Vecchia per Castelcovati, Chiari (BS) – 6/7 dicembre 2019

Conad di Margò SRL di Via Roma, Bernareggio (MB) – 6/7 dicembre 2019

Conad di Otto Mani SRL di Via Maestri del Lavoro, Bagnolo Mella (BS) – 6/7 dicembre 2019

Conad di Store House SRL di Via per Sarnico, Capriolo (BS) – 6/7 dicembre 2019

Conad di Corso Lodi, Milano (MI) – 20/21 dicembre 2019

Conad di Via Padova, Milano (MI) – 20/21 dicembre 2019

Conad di Via Venini, Milano (MI) – 20/21 dicembre 2019

Conad di Corso S. Gottardo (MI) – 20/21 dicembre 2019

Conad di Via Michelangelo Buonarroti (MI) – 20/21 dicembre 2019

 

L’Italia rappresenta da sempre la prima consumatrice in assoluto di Piave DOP ed è proprio la Lombardia – subito dopo il Veneto, ancora sul primo gradino del podio – a costituire la quota prevalente di vendite. Quale modo migliore, dunque, per fidelizzare il consumatore finale se non attraverso attività studiate ad hoc, che lo coinvolgano informandolo sulla qualità, sui pregi, sulla provenienza e sulla peculiarità dei prodotti a marchio DOP e IGP che trovano sui banchi del supermercato. Non a caso il formaggio Piave DOP è stato inserito nella linea Sapori&Dintorni Conad, che raccoglie una selezione di prodotti unici, fatti con materie prime locali e con metodi tradizionali di trasformazione e preparazione, con grande prevalenza di made in Italy a marchio di tutela.

 

Non solo Italia! Da oggi 27 novembre al 1° dicembre 2019, Nice to Eat-EU e il Consorzio per la Tutela Formaggio Piave DOP saranno anche in mostra a Food&Life (Halle C3/343), l’immancabile appuntamento fieristico di Monaco di Baviera, Germania, che ogni anno riunisce esperti ed appassionati del food&beverage di qualità. Una meta molto ambita per il Piave DOP, che dalle Dolomiti si prepara ad incontrare il grande pubblico internazionale di consumatori, professionisti e media in una città notoriamente molto legata all’agroalimentare a marchio di tutela, nonché uno dei principali collettori per le eccellenze enogastronomiche del Belpaese.

 

Il formaggio Piave - vero e proprio ambasciatore del suo territorio d’origine, le Dolomiti bellunesi - è un prodotto a Denominazione d’Origine Protetta, ovvero tutelato dai regimi imposti dall’UE sul piano della sicurezza degli alimenti, della tracciabilità, dell’autenticità, degli aspetti nutrizionali e sanitari. Viene prodotto solo con materie prime controllate e di qualità; è nutriente e facilmente digeribile, ottimo per l’alimentazione di tutti, grandi e piccini: in tutte le sue tipologie a partire dal Mezzano – escluso quindi il Piave Fresco - è naturalmente privo di lattosio, che scompare con la stagionatura.

 

Scopri i punti vendita coinvolti nell’iniziativa al sito https://www.nicetoeat.eu/giornate-di-degustazione-nella-grande-distribuzione

 

“Nice to Eat-EU” è la Campagna triennale promossa dal Consorzio per la Tutela Formaggio Piave DOP (Busche di Cesiomaggiore, BL) – impegnato dal 2010 nella salvaguardia della DOP da abusi, contraffazioni e concorrenza sleale e nella sua valorizzazione internazionale – e co-finanziata dall’Unione Europea nel contesto dei programmi n. 1144/2014, rivolti ad azioni di informazione e di promozione dei prodotti agricoli dell’UE realizzate nel mercato interno e nei paesi terzi. 

 

Scopo del progetto informativo e promozionale, che vede protagonista il Formaggio Piave DOP, è quello di rafforzare nei paesi individuati – Italia, Germania e Austria – la consapevolezza e il riconoscimento, e di conseguenza aumentare la competitività e il consumo, delle produzioni e dei marchi di qualità europei di cui il formaggio bellunese si fa veicolo, sul piano della sicurezza degli alimenti, della tracciabilità, della tradizione, dell’autenticità, degli aspetti nutrizionali e sanitari.  

 

In calendario a partire da maggio 2018 un ricco programma di iniziative studiato a tavolino per enfatizzare e promuovere a 360 gradi l’immagine del formaggio bellunese e della campagna stessa. Ognuna delle tre annualità sarà caratterizzata da un “mood” strategico e specifico: “Glamour & Eccellenza” (2019), “Natura & Territorio” (2020) e “Qualità & Gusto” (2021).

 

 

Valentina Fraccascia

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica