NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Ristoranti

DA SUSAN SARANDON A WHOOPY GOLDBERG, LE STAR PREFERISCONO LO STILE ITALIANO

 

 

 

Filippo Sinisgalli e la brigata de Il Palato Italiano sono in viaggio negli Stati Uniti per portare oltre confine il meglio della cucina italiana, attraverso eventi tailor made di rara suggestione 

 

Il Made in Italy nel mondo 

Lo stile italiano è apprezzato in tutto il mondo per la capacità di innovazione e la grande creatività che lo contraddistinguono in ogni settore, dalla moda al design, alla gastronomia. Del resto, la stessa Madonna citava gli italiani con uno slogan che poi in epoca virale sarebbe diventato un tormentone: “Italians do it better” (“gli italiani lo fanno meglio”). Prendendo in prestito la celebre frase della cantante americana di origini italiane, si può tranquillamente dire che il Made in Italy è da sempre vincente, in particolare per quanto riguarda l’universo culinario, che ha reso il Bel Paese una delle mete preferite da chi ama il buon cibo. Allo stesso tempo, però, valorizzare la cucina italiana, la sua arte e la sua tradizione, significa anche essere pronti a condividere il proprio patrimonio eno-gastronomico andando oltre confine. Da questo presupposto nascono gli eventi tailor made de Il Palato Italiano e del suo chef Filippo Sinisgalli. 

 

Un percorso esperienziale su misura 

All'interno del progetto de Il Palato Italiano, la creatività dello chef Filippo Sinisgalli e della sua brigata si concretizza in realizzazioni sartoriali di piatti unici e menù studiati appositamente per serate irripetibili e in grado di soddisfare le richieste dei clienti internazionali. L’obiettivo è esportare la tradizione gastronomica italiana fra le mura domestiche dei grandi appassionati di cibo di tutto il mondo. Un'occasione unica per testare la cucina dello chef Sinisgalli e immergersi in un universo di nuovi sapori che non lascerà indifferenti. 

In tour da New York a Los Angeles 

 

Ogni anno, Filippo e la sua brigata sono invitati negli Usa da star della East (New York) e della West Coast (Los Angeles), da Susan Sarandon a Whoopy Goldberg, fino a Briana Evigan e a Neil Patrick Harris, per organizzare nelle loro dimore da mille e una notte una serata in vero stile italiano: riservati Chef@Home in grado di portare in ogni casa l’autentica passione italiana per la cucina, evidente a partire dalla scelta dei prodotti e dei vini, fino alla mise en place. Creativi, organizzatori, produttori, chef e sommelier si muovono all’unisono, portando ciascuno la propria professionalità e le proprie intuizioni, per fare di un appuntamento un grande evento. Un percorso esclusivo che guida gli ospiti alla scoperta degli autentici sapori italiani e che non si limita a stimolare solo il palato, ma anche il cuore e la mente. Gli ospiti, infatti, vengono accompagnati in questo viaggio culinario dalle accurate narrazioni dello chef e dei sommelier, così da essere pienamente consapevoli dei procedimenti, della scelta degli accostamenti e delle materie prime di ogni preparazione e di ogni calice servito in tavola. 

 

 

 

Il Palato Italiano nasce come food hunter e coach di brigate di cucina professionali. Sotto l’egida di due ambassador in grado di valorizzare i prodotti e i giovani talenti, l’Executive Chef Filippo Sinisgalli e il Maestro di Cerimonie e Sommelier Tiziana Sinisgalli, crea food experience su misura dall’impronta rigorosamente tailor made sono più richiesti; destinazioni raggiunte grazie a un preciso calendario di appuntamenti su prenotazione, che vedono la brigata impegnata in una tournée, proprio come un artista in concerto. Il Palato Italiano, infatti, nel suo headquarter bolzanino, riesce a “offrire del tempo di qualità”a quei clienti che decidono di farsi coccolare nei 1000 m2 a disposizione (lezioni one to one, teambuilding, weekend customizzati), oltre a firmare il percorso educativo e sensoriale di coloro che porteranno la bandiera italiana anche oltreoceano. 

 

IL PALATO ITALIANO ONLINE 

www.ilpalatoitaliano.it www.facebook.com/ilpalatoitaliano www.instagram.com/ilpalatoitaliano Hashtag 

#IlPalatoItaliano #chefFilippo #FilippoSinisgalli #ItalyOutOfItaly 

 

Leilha Tartari - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

OSTERIE D'ITALIA 2019 SLOW FOOD LA PRESENTAZIONE IN LIGURIA VENERDI'' 16 NOVEMBRE 2018

Non vedi correttamente questa mail? Clicca qui per vederla nel tuo browser.

 

Cari Amici,

autunno caldo alla Brinca di Ne! Ecco tutte le notizie nell’ordine.

Venerdì 16 Novembre grande evento per la presentazione regionale della Guida Osterie d’Italia 2019 di Slow Food, con tante novità e anteprime:

Osterie d’Italia 2019 Slow Food

 La presentazione in Liguria!

Venerdì 16 Novembre 2018

E’ con grandissimo piacere che annunciamo la prossima serata di degustazione alla Brinca.

Da un’idea del mentore Maurizio Stagnitto, Venerdì 16 Novembre prossimo ci sarà la presentazione regionale della Guida Osterie d’Italia 2019 di Slow Food alla presenza di uno dei due curatori Eugenio Signoroni. Una serata tutta Ligure, dove i piatti della Brinca saranno accompagnati da tre piatti di altrettante Osterie della Provincia di Genova appena entrate in Guida:                                                                                  Vegia Òstàja Da-O Pöulo di Genova Sestri Ponente,                                    Doî Taggiæn di Genova Serra Riccò,  Il Castagneto di Castiglione Chiavarese

E i vini in abbinamento sono di tre cantine Liguri da sempre premiate dalla Guida SlowWine:

Vis Amoris di Imperia, La Ricolla di Ne, La Felce di Ortonovo

Dalle ore 20,00

nell’attesa, torta di riso e pan Martin col pesto di mortaio della Brinca

con Visss 2018 (pigato rifermentato in bottiglia) – Vis Amoris, Imperia (anteprima!)

Ore 20,30

Tortino di patate, verza, sablé salata alle olive, con baccalà al vapore, olio nuovo, olive e santoreggia –               Il Castagneto, Castiglione Chiavarese

con

Pigato Riviera Ligure di Ponente superiore d.o.c. Sogno 2016 – Vis Amoris, Imperia

 

Corzetti alla Polceverasca - Doî Taggiæn, Genova Serra Riccò

con

Liguria di Levante In Origine (vermentino+trebbiano+malvasia+albarola) 2017 (anteprima!) –               La Felce, Ortonovo

 

Ravioli al tocco - Vegia Òstàja Da-O Pöulo, Genova Sestri Ponente

con

Colline del Genovesato Rosso Tòseò (ciliegiolo + sangiovese) 2017 – La Ricolla, Ne (anteprima!)

 

Le tre Cime: vitello, coniglio, faraona – La Brinca, Ne

con

Liguria di Levante Rosso In Origine (canaiolo+massaretta+alicante+sangiovese) 2017 – (anteprima!)

La Felce, Ortonovo

 

Ciài (Torta di Chiavari) – La Brinca, Ne (novità!)

con

Sarvegu Passito Bianco Portofino d.o.c. 2017 (vermentino) – La Ricolla, Ne (anteprima!)

 

In omaggio ogni 2 persone una copia della Guida Osterie d’Italia 2019

€ 50,00 a persona

Una piccola quota della serata sarà devoluta all’emergenza abitativa dovuta al crollo del ponte di Genova.

----------------------------------

Lunedì 12 novembre saremo in “trasferta” a Trieste per una grande cena insieme agli Amici delle Premiate Trattorie Italiane Amerigo e La Crepa, ospiti di Devetak e del gruppo carsolino Okusi Krasa, con le più alte autorità Italo-Slovene. Il programma lo pubblicheremo a breve su facebook La Brinca.

-----------------------------------------

Saremo chiusi per i lavori di decorazione natalizia da LUNEDI’ 19 NOVEMBRE e riapriremo GIOVEDI’ 6 DICEMBRE, giusto per l’altro grandissimo evento di degustazione che potete già vedere su http://www.labrinca.it/index.php?ID=239 , e del quale Vi invieremo a novembre il menù nel dettaglio.

-------------------------------------------

Su http://www.labrinca.it/index.php?ID=237

trovate i menù del grande pranzo di Natale (attenzione, pochissimi posti ancora disponibili...),                                       il Cenone del 31 dicembre, il pranzo di Capodanno 1 gennaio 2019.

--------------------------------------------

Per tutte le notizie, anche dell’ultimo minuto, seguteci su https://www.facebook.com/labrinca/ , su https://www.facebook.com/premiatetrattorieitaliane/ e su instagram la_brinca 

------------------------------------------

La “solita” vanagloria:

la conferma di Chiocciola/Bottiglie/Formaggio su Osterie d’Italia 2019 di Slow Food (dal 1998!),                                  

                                     per la prima volta 1 Cappello sulla Guida dell’Espresso 2019,                                                           Menzione Speciale su la Guida Liguria 2019 di Repubblica,                                    conferma della Corona Radiosa (massimo riconoscimento dal 2006!) e premio Miglior Sosta assoluta del Levante Ligure per la Guida GATTIMASSOBRIO 2019, e nelle prossime settimane arriveranno altri importanti riconoscimenti...                                                         

La critica gastronomica nazionale ed estera premia sempre il nostro impegno, ma dobbiamo ringraziare soprattutto Voi per il grande affetto che ci dimostrate tutti i giorni venendo qui, per le parole che ci dedicate e per quello che scrivete di noi. E’ davvero emozionante sapere che tanta gente apprezza il tuo lavoro e la tua volontà di dare valore al territorio. Grazie di cuore, sinceramente.

Un abbraccio da tutta la Famiglia della Brinca!    

FISH, WINE & MORE: AROMA, UN’ESPERIENZA GASTRONOMICA NEL CUORE DI BRESCIA

 

 

 

 

Nasce Aroma: un angolo esclusivo nel cuore della città di Brescia, in Via Trieste 56B. Una location che mancava alla clientela cittadina: è Roberto Giannoni, il giovane chef-patron che, grazie ad esperienze con rinomati chef del territorio e non, ha saputo darle vita. Un progetto che unisce il know-how enogastronomico non indifferente, coltivato negli anni di sapiente gestione del rinomato ristorante Vita Nova (il ristorante esclusivo del Golf Club di Via Stretta, fino a dicembre 2017), e l’amore per una cucina di qualità, capace di sfruttare materie prime eccellenti trasformandoli in creazioni d’autore. Infine, uno staff giovane e competente che ama sorprendere senza strafare. L’obiettivo? Regalare esperienze indimenticabilial cliente, offrendo quel qualcosa in più secondo la filosofia Fish, Wine & More

 

Perché il cliente è al centro di tutto: da Aroma, si vive in una dimensione del tutto nuova e, perché no, unica a cominciare dalla location: in via Trieste 56Bci si immerge in un ambiente avvolgente ed elegante, sito in un palazzo originale del Cinquecento. Arredamento di design, texture diverse, luci soffuse e una mise-en-place sofisticata: un’atmosfera intima di assoluto relax fa da cornice alla visita, lontana dalla frenesia. 

 

Gli spazi di Aroma sono progettati ad hoc per soddisfare le diverse esigenze: il piano terraè dedicato all’aperitivo. Il primo piano pensato per chi vuole gustare le prelibatezze firmate Aroma con lentezza, dimenticando dell’orologio: la disposizione è tale da dare riservatezza a ogni ospite; vi è inoltre la possibilità di consumare le portate sotto il portico discreto, godendosi gli scorci del centro storico. Gli eventi privati, poi, avranno un trattamento ancor più speciale: una saletta interna su prenotazione darà il giusto allure all’occasione riservata. 

 

Le preziose conoscenze dello chef-patron, apprese durante le collaborazioni con chef come Vittorio Fusari, Philippe Leveillé e Beppe Maffioli, trovano uno spazio d’espressione nel menù. Aggiornato stagionalmente, è frutto della volontà del giovane e frizzante team di offrire una selezione di piatti che sappia appagare il commensalecon le proposte uniche a partire dalle materie prime di qualità elevata, puntando soprattutto sulle speciali crudité di pesce, il punto forte della cuisine Aroma. Parole d’ordine: una brezza fusionabbinata alla corposa e saporita tradizione del territorio

 

L’aperitivo,senza eguali nella zona per la sua raffinatezza, prediligevini e champagne eccellenti, locali e non solo, e proposte delicate di pesce e carne che sappiano accendere l’appetito ed ingolosire il palato. Per cena, piatti per chi vuole godersi appieno il pasto. I curatissimi dessertconcludono l’avventura in bellezza. La raffinatezzaestetica delle portate e i tocchi magici dello chefsapranno stupire anche i più esigenti, adattando le proposte in base alle richieste, coccolando il cliente. Il menù di Aroma, infatti, tiene conto delle esigenze individuali, come allergiee/o intolleranze, elaborando proposte ad hoc. Infine Aroma, con la sua location in pieno centro, terrà conto delle particolari necessità, sempre in cerca di soluzioni e format ottimali, mettendo il cliente al primo posto. 

 

La selezione di vini - fiore all’occhiello di Aroma - completerà l’esperienza. Da ottobre, si parte con una novità: il Club dello Champagneche, selezionando il meglio, organizza degustazioniper gli amanti di vini ricercati e offre privilegi per i soci del club. All’interno dell’enoteca di Aroma, l’attenzione è posta sui classici di sempre, ma senza dimenticare produttori emergenti e vini biologici e biodinamici, puntando alla massima qualità. 

 

Mettersi in gioco per offrire un'esperienza enogastronomica fuori dal comune, completando il pezzetto mancante nel puzzle dell’offerta della ristorazione a Brescia, Aroma è il risultato di una continua ricerca di ispirazioni in giro per il mondo, senza fermarsi mai, nel nome della perfezione. La cucina, giovane e irriverente proprio come il team, si eleva a opera d’arteprediligendo il cliente: non un semplice pasto, ma una storia da raccontare

 

Scoprite il nuovo menù, le infinite proposte e il mondo firmato Aroma https://www.aromabrescia.it/it

 

 

 

ROMEO FOOD EXPERIENCE:  A IL COMANDANTE TORNA  LA CENA D’AUTORE “A QUATTRO MANI”

 

 

 

 

MARTEDÌ 2 OTTOBRE LA CUCINA PLURISTILISTICA NATA ALL’INSEGNA DELLA LEGGEREZZA DI STEFANO BAIOCCO – DUE STELLE MICHELIN – SARÀ IN DIALOGO CON LO SPERIMENTALISMO PARTENOPEO IN CHIAVE CONTEMPORANEA DI SALVATORE BIANCO –
UNA STELLA MICHELIN

 

Una cena d’autore a quattro mani: è quanto avverrà il prossimo martedì 2 ottobre quando, nella cucina de Il Comandante, ristorante gourmet sito al decimo piano del Romeo hotel di Napoli, due celebri chef collaboreranno per offrire una serata di altissima gastronomia.

 

Il “padrone di casa” Salvatore Bianco, executive chef de Il Comandante, e Stefano Baiocco, chef di Villa Feltrinelli di Gargnano, sulla riva del lago di Garda, saranno pronti a creare un percorso suggestivo tra gusti e sapori: un itinerario che segue il filo della leggerezza, della qualità delle materie prime e, soprattutto, di uno sperimentalismo che non rinuncia mai alla tradizione. 

 

Un appuntamento che torna, dopo il successo delle scorse stagioni, e che nasce dall’idea di portare a Napoli, nell’unico ristorante stellato all’interno di un hotel in città, la cucina stellata di tutta Italia facendone un punto di riferimento per coloro che desiderano vivere un’esperienza gastronomica a tutto tondo.La serata avrà inizio alle 20.30 e conterà 8 differenti portate- oltre all’aperitivo e al petit four comune, gli chef firmeranno un duplice menu fatto di antipasti, primi e secondi - tutte capaci di costruire un viaggio intorno al gusto che stupisce per la sintesi equilibrata di sensazioni, per la forza di ogni sapore distinto e per l’effetto conclusivo superbo e indimenticabile.

 

Dopo il classico aperitivo de Il Comandante, la cena di Stefano Baiocco comincerà con un’insalata di trota salmonata, foie gras, avocado e mela verde, proseguirà con i mezzi paccheri glassati al burro, carpaccio di wagyu e foglie di shiso e culminerà nel salmerino leggermente fiammeggiato accompagnato da jus di erbe e consommé di agrumi. Salvatore Bianco darà inizio alle danze con un antipasto di animella e cavolo cinese, seguito da un risotto con midollo di tonno affumicato, cozze e alghe di mare e culminerà nel celebre piccione alla brace con pastinache, barbabietola e arachidi salate. Gran finale in dolcezza con il predessert di Bianco, l’evergreen con sedano, cetriolo e mela verde preludio del budino al caffè con capperi e maggiorana firmato Baiocco.

 

Romeo hotel è il cinque stelle lusso più innovativo di Napoli, in cui convivono in perfetta armonia arte e architettura contemporanea, design e preziosi oggetti di antiquariato. L’hotel, nato dal recupero e restauro del celebre Palazzo Lauro, su progetto dello Studio Kenzo Tange e Associati di Tokyo, si affaccia sul suggestivo golfo di Napoli e ospita spazi esclusivi, quali il centro benessere “Romeo Wellness – Dogana del Sale”, il Beluga Lounge Bar & Terrace, il Bar 9850, il ristorante gourmet “Il Comandante” (1 Stella Michelin) e tre sale meeting.

 

ddl studio

INCONTRO DI PASSIONI: CENA CON DODICI PORTATE AL RISTORANTE ACQUA E FARINA

 

 

 

Sei mani dodici portate il 18 ottobre

 

Non solo una coincidenza matematica, ma gli ingredienti fondamentali di una cena esclusiva che si svolgerà presso il ristorante Acqua e Farina ad Agrate Brianza. In collaborazione con prestigiose aziende produttive e cantine vinicole, Acqua e Farina inaugura una nuova serie di eventi per vivere un’esperienza gastronomica di altissimo livello.Una cena ideata a sei mani dai nostri Chef: Massimo Rovagnati, Executive Chef di Gruppo Ethos, Alessandro Rosini, Chef dei ristoranti milanesi Grani&Braci, Karné e Ambrosia, e Dario Caccavo, Chef di Officine Italia Venezia e Roma. 

 

Il menù

• Crema di sedano rapa con olio al tartufo bianco, castagne e pepe Szechuan 

• Crostone con petalo di carne salada di bufala, crema di fave e aneto 

• Formaggio “La Valle” con latte di bufala mantovana affinato nella nostra cantina con foglie di betulla, pera in mostarda casereccia e cracker al grano saraceno 

Abbinamento: Brut Bio La Santissima Franciacorta DOCG - Castello di Gussago Primi 

 

• Risotto Carnaroli alla zucca con mozzarella biologica con latte di bufala mantovana, lime e ristretto al vin brulè 

• Caserecce ai semi di lino al pesto di nocciole con guanciale di bufala croccante

• Riso rosso integrale Ermes al brodo profumato di pungente dolcezza con stracciatella biologica con latte di bufala mantovana e crostini di pane fritto

Abbinamento: Extra Brut Rosé Millesimato La Santissima Franciacorta DOCG - Castello di Gussago 

 

• Guanciale di bufala brasata al rosso di Franciacorta con polenta di mais bianco integrale 

• Maialino nero dell’Irpinia di razza italiana certificata cotto a bassa temperatura con cipollotto caramellato e salsa verde 

• Flank Fillet® di manzo Black Angus GRASS FED in crosta di miele e rosmarino, con caldarroste e verdure croccanti probiotiche 

Abbinamento: Curtefranca Bio San Rocco DOC - Castello di GussagoDessert• Pasticcino crudo all’amaranto con crema di gianduia e ribes fresco• Panna cotta soffice con mandorle e finocchietto selvatico su fonduta di cioccolato bianco • Gelato di nostra produzione al miele e polline con olio essenziale al rosmarino officinale Acqua • Caffè biologico tostato a fuoco diretto Torrefazione Libera®

Selezione di distillati e liquori Distilleria Libera® 

 

Al termine della cena i partecipanti verranno omaggiati con prodotti enogastronomici: specialità al tartufo, chicchi di riso gourmet, pasta da grani antichi, alta cioccolateria, Birra Libera® e altro ancora. 

CLUB Gourmand di Gruppo Ethos 

La partecipazione alla cena include l’iscrizione al CLUB Gourmand di Gruppo Ethos. I tesserati avranno la possibilità di partecipare ad eventi e serate dedicate, usufruire di sconti e promozioni, e scoprire in anteprima le proposte gastronomiche dei nostri ristoranti. 

 

Gruppo Ethos è una solida azienda ristorativa con una presenza trentennale sul mercato. Ad oggi è proprietario di 10 punti vendita dislocati a Milano, in Brianza a Venezia e Roma. Una molteplicità di format ristorativi, accomunati però dalla medesima passione per il cibo e dai medesimi valori: il rispetto per l’ambiente, la cultura del cibo, la difesa della salute e l’impegno nel campo delle risorse umane. 

Accanto al core business della ristorazione, Gruppo Ethos ha saputo, negli anni, espandersi per estendere la propria offerta tramite nuove unità dedicate a produzione, eventi e consulenza. 

 

Tramite il brand Libera®, Gruppo Ethos produce e commercializza una linea di prodotti che si distingue per materie prime biologiche e processi di lavorazione artigianali. 

Nel settore Eventi&Incentive, Gruppo Ethos ha attivato una propria business unit dedicata all’organizzazione e gestione di eventi per le proprie location e a supporto di location terze non dotate dell’adeguata organizzazione o con una necessità di espandere i propri servizi. 

 

L’esperienza accumulata nel corso dei 30 anni di attività ristorativa, ha permesso la nascita di quella che ad oggi è la quarta business unit del gruppo. Gruppo Ethos F&B Consulting, offre il proprio know-how e la propria partnership industriale a imprenditori, gestori di spazi commerciali o strutture del settore turistico per avviare o migliorare attività ristorative, siano esse indipendenti o integrate all’interno di business già esistenti. 

 

Per ulteriori informazioni: 

GRUPPO ETHOSUfficio Stampa+39 039 9711064Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. • acquaefarina.net 

 

Sara Gallina 

OFFICINE DEL CIBO AL VERTICE

 

 

 

 

Sarzana si fa festa per lo storico riconoscimento che premia il locale di Giacomo Devoto  

Per la prima volta una pizzeria ligure ottiene i Tre Spicchi della “Guida delle Pizzerie” del Gambero Rosso

 

A Battifollo di Sarzana si fa festa: sotto l’insegna del locale di Giacomo Devoto infatti è appesa la targa che attribuisce al locale il massimo riconoscimento della celebre Guida delle Pizzerie Gambero Rosso. Una pubblicazione prestigiosa che prende in considerazione la pizza in tutte le sue sfumature, e vede le Officine risalire la classifica fino ai vertici con lo stratosferico punteggio di 91 centesimi, nel gotha della pizza napoletana.

 

Non è solo la prima volta di una pizzeria “napoletana” ligure premiata tra quelle che portano alto il vessillo della tradizione partenopea e campana, ma è pure la prima volta in assoluto che viene riconosciuto il valore di una accoppiata che si può dire a ragione “vincente”.

 

“Siamo molto felici di aver raggiunto questo traguardo – afferma il cuoco-patron Giacomo Devoto – perché la formula in cui abbiamo creduto ha funzionato”.

La pizza delle Officine infatti è a trazione integrale: da un lato la maestria di Giuseppe Messina, partenopeo vero, con la sua colossale esperienza e la formidabile sensibilità sugli impasti “alla napoletana”, dall’altro lo stesso Devoto, a fianco del pizzaiolo al forno e ai fuochi, a creare assemblaggi importanti nel gusto e nella sostanza.

 

In effetti la combinazione è inedita: il tandem pizzaiolo-cuoco in prima linea ha dimostrato in questo caso la propria validità.A

“Giuseppe – prosegue Devoto – ha apportato la fondamentale conoscenza dei processi di lavorazione e lievitazione degli impasti, insegnandoci la pazienza, l’attenzione e la vigoria dell’azione.”

A questo si unisce l’attenzione al dettaglio e la forsennata ricerca di ingredienti di valore del cuoco sarzanese.

 

Il segreto di questo successo risiede dunque nell’affiatamento di Giacomo e Giuseppe che perfezionano il connubio Campania e Liguria: con la pizza napoletana da un lato, anche nelle sue forme classiche, e la Liguria dall’altra, con pizze e focacce “alla ligure” e tocchi di cucina innamorata della terra che la ospita. Muscoli, corzetti e pesto, oltre ad una ragionata carta delle birre e del vino, con un occhio di riguardo per i prodotti artigianali e naturali.

 

Officine del Cibo dal 2016

Pizzeria Napoletana, Focacceria Ligure, Piccola Cucina

Via Brigata Partigiana Ugo Muccini 181

Battifollo di Sarzana

t.3939584694

web: www.officinedelcibosarzana.com

 

Cartella Stampa e Immagini

https://www.dropbox.com/sh/ me474zkg1mvomae/ AABPTycUBkYrc56zvFRfdr-2a?dl=0

 

Contatti Stampa:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

IL SOAVE NEI BACARI A VENEZIA

Il Soave nei Bàcari a Venezia 
Degustazione del Soave Cantina del Castello al Bistrot De Venise

Lunedì 8 Ottobre 2018 ore 11.00 

 
 

Per il Progetto “ Il SOAVE nei Bàcari a Venezia | 15-9 al 15-10 2018 ” siamo lieti di annunciare l’incontro con il produttore Arturo Stocchetti dell’Azienda Cantina del Castello associata al Consorzio Il Soave, presso il nostro Bistrot De Venise che si terrà lunedì 8 Ottobre
alle ore 11.00.
Sarà un’occasione unica per degustare i suoi vini ascoltando l’affascinante storia della sua cantina.
In degustazione:
- Soave Doc Classico Castello 2017
- Soave Doc Classico Pressoni 2016
- Soave Doc Classico Carniga 2015

*Ogni calice di Soave verrà abbinato ad un cichetto.
**Ogni degustazione di un calice di Soave e un cichetto avrà un costo di € 5.00
***Per informazioni e prenotazioni chiamare: Bistrot De Venise Tel. +39 041 523 6651

 
 
Scopri il programma completo degli eventi
2018 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica