Approvo

Oli

FRANTOIO TURRI PROTAGONISTA A OLIO OFFICINA FESTIVAL 2018

 

Dall'1 al 3 febbraio 2018 torna l'evento dedicato all'olio a Palazzo delle Stelline (Milano). L'olio Turri in abbinamento alla carne di qualità verificata di Bruno Bassetto

Anche quest'anno Frantoio Turri sarà tra i principali protagonisti e partner di Olio Officina Festival. La kermesse nazionale sull'olio da olive ideata da Luigi Caricato, giunta quest'anno alla settima edizione, sarà ospitata nelle sale del Palazzo delle Stelline a Milano. Sabato 3 febbraio alle 12, in Sala Saggi Assaggi ChagallLaura Turri del Frantoio Fratelli Turri di Cavaion Veronese (Verona) accompagnerà Bruno Bassetto, maestro macellaio, nello show cooking Guida agli abbinamenti. L’olio Dop Garda e la carne.

 L'olio extra vergine di oliva Garda DOP Turri sarà presentato in abbinamento alla battuta di carne sorana veneta di qualità verificata tagliata al coltello. Un'unione che mette al centro dell'attenzione il valore delle materie prime, la qualità e il territorio. 
"La produzione di olio di qualità – afferma Laura Turri, co-titolare insieme ai fratelli Mario, Luisa e Giovanni del Frantoio Turri- è da sempre il nostro primo obiettivo. Alla base c'è un lungo lavoro di studio e ricerca di sistemi di produzione innovativi, uniti ad un’attenta selezione della materia prima e all'amore per gli olivi e per la nostra terra". 


Una scelta che si trova d'accordo con le tematiche di Olio Officina Festival. “Io sono un albero” sarà infatti il tema portante della manifestazione che svilupperà intorno al tema dell'olivo e degli alberi tutti i principali appuntamenti in programma. A dare il via all'evento sarà l'ideatore Luigi Caricato giovedì 1 febbraio alle 16 in Sala Leonardo. La giornata inaugurale, unica ad ingresso gratuito, proseguirà fino alle 20.30 attraverso mostre d'arte, proiezioni, dibattiti sull'olio, una conferenza spettacolo e l'assegnazione dei Premi Olio. 


Officina – Cultura dell'olio. Venerdì 2 e sabato 3 febbraio invece, la manifestazione aprirà dalle 9.30 alle 20.30. Grande spazio sarà dato alle degustazioni guidate con laboratori di assaggio nelle diverse sale del palazzo. Ingresso al prezzo di 15 euro. Maggiori informazioni e programma completo al sito: 
www.olioofficina.com


Info in breve | Olio Officina Festival 2018


Quando: 1, 2 e 3 febbraio 2018
Dove: Palazzo delle Stelline a Milano (Corso Magenta 61)
Orari: giovedì 1 febbraio dalle 16 alle 20.30, venerdì 2 e sabato 3 febbraio dalle 9.30 alle 20.30
Modalità di partecipazione: la giornata iniziale è a ingresso libero, con accesso consentito fino ad esaurimento posti. Il prezzo del biglietto giornaliero per venerdì e sabato è di 15 euro.



Giada Azzolin



QUINTA LUNA PRIMO OLIO ITALIANO A BATTERE LA SPAGNA NEL RAPPORTO QUANTITA'/QUALITA'

 

Avevamo già annunciato che Quinta Luna era entrato nuovamente nella Top 20 della Guida Flos Olei, ma dopo la premiazione avvenuta sabato 9 dicembre a Roma ci pare significativo sottolineare le motivazioni che lo stesso Marco Oreggia ha espresso nel consegnare il premio ad Andrea e a Stefano Gaudenzi.

Quinta Luna infatti è il primo olio italiano a rubare alla Spagna il podio nella categoria migliore extra vergine di oliva quantità/qualità, a dimostrazione che la famiglia Gaudenzi è ampiamente capace di produrre un grande olio anche in grandi quantitativi.

Quinta Luna, come è noto, rappresenta oltre la metà della produzione del frantoio, e dunque ha un peso specifico importante. A Quinta Luna si affiancano le altre 4 selezioni del frantoio che quest’anno risultano tutte particolarmente aromatiche e fruttate.

Certo che Quinta Luna è il più amato e il più ricercato, quello che anno dopo anno ai primi di ottobre scatena la “febbre dell’olio”, come la chiama Francesco Gaudenzi.

E adesso questo extra vergine, che nei suoi 11 anni di vita ha raccolto moltissimi premi in Italia e all’estero, ha ottenuto forse il riconoscimento più importante, e ha portato al nostro Paese un traguardo che ancora non era riuscito a ottenere.

E’ un bel riconoscimento anche per l’intero territorio di Trevi e dell’Umbria, cuore d’Italia e da oggi anche cuore dell’extra vergine italiano.

 

Patrizia Cantini

OLIO RIVIERA LIGURE DOP & BASILICO GENOVESE DOP

 

 

la campagna promozionale dell'Olio extravergine di oliva Riviera Ligure DOP e del Basilico Genovese DOP cofinanziata dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali

È in corso la campagna promozionale Olio&Basilico, promossa dai Consorzi di Tutela dell’Olio Riviera Ligure DOP e del Basilico Genovese DOP, cofinanziata dal Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali con il contributo D.M.58678 del 26 luglio 2016.

Infatti, a partire da dicembre 2017, e nel corso di gennaio 2018, le emittenti regionali liguri, lombarde e piemontesi sensibili alle tematiche enogastronomiche, culturali e turistiche sono state coinvolte nell’azione di informazione al largo pubblico sugli intenti della campagna, mediante la programmazione nei propri palinsesti di uno spot audiovisivo promozionale di 20 secondi. Le televisioni coinvolte sono quelle di Telelombardia, Antenna 3, Telecupole, Videogruppo, Telegenova, Telecity Liguria, Telenord e Imperia TV, anche con le loro piattaforme digitali.

Una campagna congiunta vuol dire volontà di collaborazione allo scopo di rafforzare la visibilità dei prodotti. Si sviluppa una stretta strategia già in essere dal 2012 la quale risiede nel fatto che Olio Riviera Ligure e Basilico Genovese sono le uniche denominazioni di origine protetta della Liguria del settore food. Insieme danno vita alla più famosa salsa al mortaio, il pesto. Si uniscono le forze per raggiungere gli stessi obiettivi nel Nord Ovest italiano:

• migliorare la conoscenza delle due DOP liguri, l’olio Riviera Ligure e il Basilico Genovese, divulgandone le principali caratteristiche

• sostenere il turismo enogastronomico e culturale nella regione Liguria

Assaggia la Liguria… quella vera

Il concept della campagna di comunicazione ha un impatto immediato e intende promuovere la qualità dei prodotti DOP liguri, legati al territorio che li genera e a produttori tenaci e depositari di un sapere secolare. Lo stile rapido ed incisivo dello spot audiovisivo intende sottolineare le peculiarità uniche dell’Olio extravergine di oliva DOP Riviera Ligure e Basilico Genovese DOP come prodotto legato al territorio per raggiungere il grande pubblico dei consumatori in ambito regionale - Liguria, Piemonte, Lombardia -, gli operatori del settore gastronomico e della ristorazione, il turista enogastronomico, il turista culturale, il settore del benessere.

Carlo Siffredi, Presidente del Consorzio di Tutela dell'Olio Riviera Ligure DOP ne è convinto: "Con questa campagna promozionale intendiamo far capire l'importanza del marchio comunitario della Denominazione di Origine Protetta anche nel settore degli oli di oliva. E il DOP Riviera Ligure è sicuro e buono con la doppia garanzia di tracciabilità e qualità. Ed è anche sinonimo di paesaggio, di uomini, di cultura, di tradizioni, di ambiente. È presente nella Grande Distribuzione, ma chiedetelo nei ristoranti e, nei negozi di gastronomia. Le bottiglie sono immediatamente riconoscibili dal collarino giallo numerato del Consorzio”. 

Sullo stesso piano si pone anche Mario Anfossi, Presidente del Consorzio di Tutela, del Basilico Genovese DOP, da lui visto come “emblema gastronomico della Regione, richiamo culturale, riflesso di una immagine agricola costiera che sa di sole e di mare, particolare, eccellente, in una parola unico. Insieme all’olio Riviera Ligure DOP coinvolgiamo tutti gli operatori della filiera, gli addetti ai lavori della gastronomia e ovviamente il pubblico. Tutti possono comprendere le caratteristiche proprie del Basilico Genovese DOP e la sua intima origine produttiva legata al territorio, il suo profumo, il suo sapore, celebri nel mondo”.

Non resta che degustare la qualità, il valore, la tradizione, l’identità, il lavoro rappresentati dai due marchi DOP dell'Olio Riviera Ligure e del Basilico Genovese. 

Consorzio Tutela Olio Extra Vergine DOP Riviera Ligure

OLIO EXTRA VERGINE D'OLIVA BIOLOGICO (2015-2016-2017)

 

Di Virgilio Pronzati

 

Azienda Agricola Biologica San Martino di Dalpiaz e Bartellone - Via Armanna Superiore 43 - 18100 Imperia (IM) -Tel. 0183660305 -  iQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  

 

 

Olio Extra Vergine d’Oliva Biologico (2015-2016 e 2017)

Cultivar: Taggiasca

Metodo di raccolta: Manuale e con agevolatori meccanici

Molitura-estrazione: Tradizionale e continuo. Le olive sono frante entro 24 ore dalla raccolta

Bottiglie prodotte: Rimanenza di 400

Confezionamento: Bottiglia da 75 c.

Data scadenza: 6/2018 

Esame organolettico ed altre considerazioni

Aspetto: limpido. Colore: giallo vivo. Odore: fruttato leggero, appena fresco e persistente, con sentori di pasta d’olive, cardo, erbe di campo un po’ appassite e pinoli maturi. Sapore: sapido, poco piccante, tendente al dolce, di media struttura, persistenza e armonia. Al retrogusto: mandorla, cardo e pinolo.

Impiego gastronomico: a crudo su pesce spada marinato, salse da mortaio, insalata di funghi, ravioli di boraggine con salvia, tortino di acciughe, occhiata al vapore. In cottura con zuppa di acciughe, colombine al verde, bandacujun, frittura di pesci, agnello al forno con carciofi. Per acquistarlo: direttamente in azienda (e spedito a casa.) al prezzo di € 18,00 la bottiglia.

Note: Alberto e Giulia Dalpiaz sensibili all’agricoltura naturale che tutela la salute dell’uomo e dell’ambiente, nel 2012 con l’acquisto dell’Azienda Agricola San Martino hanno realizzato il loro sogno.  Coltivatori in biologico per scelta, i Dalpiaz nella loro azienda comprendente circa due ettari di oliveto, con più di 200 piante di Taggiasca, e spazi seminativi per ortaggi, non usano nessun prodotto chimico, essendo 'in conversione' con AGEA per certificare il loro olio come Biologico. Altri prodotti venduti: olive taggiasche, basilico, ortaggi, erbe aromatiche, patè di oliva e pesto.

 

Punteggio totale: 45/60

 

 

GUIDA FLOS OLEI 2018: 99/100 ALL'IGP TOSCANO FRANCI

 

Se la perfezione forse non esiste, l’eccellenza è un dato di fatto, e al Frantoio Franci questa eccellenza è stata riconosciuta dalla Guida Flos Olei 2018 di Marco Oreggia, che gli ha assegnato un punteggio di 99 centesimi, a un passo dunque dalla perfezione. Fino all’edizione 2017 della guida, nessun frantoio era arrivato a un punteggio complessivo così elevato, ma da quest’anno i 99 centesimi sono stati assegnati a 8 frantoio, 6 dei quali italiani e 2 spagnoli.

Il percorso compiuto dalla famiglia Franci a partire dalla metà degli anni Novanta è stato tutto concentrato su questa ricerca dell’eccellenza, ed è stato un percorso costellato da oltre 450 premi e da una sola forte convinzione: produrre grandi extra vergine capaci di raccontare al mondo il territorio di provenienza, ossia quelle splendide colline olivate che si ergono tra il monte Amiata e la valle del fiume Orcia.

Se Montenero d’Orcia oggi è conosciuto nel mondo, molto lo si deve all’operato della famiglia Franci, che ha saputo raccontare il proprio territorio in Italia e all’estero attraverso le parole e le immagini, rendendo evidente e tangibili il profondo legame tra extra vergine e zona di produzione.

Non è un caso che sempre la Guida Flos Olei 2018 assegni all’Igp Toscano di Franci anche il premio come miglior olio extra vergine al mondo a indicazione geografica. Montenero d’Orcia diventa così uno dei luoghi deputati al mondo per la produzione di extra vergine di qualità, e la famiglia Franci ne è il suo miglior interprete.  

Giorgio Franci e la sua famiglia infatti sono perfettamente consapevoli che il mestiere del frantoiano consiste in primo luogo proprio nel saper valutare e interpretare anno dopo anno le olive che arrivano in frantoio, sempre diverse a seconda dell’andamento stagionale. E gli ultimi anni sono stati un banco di prova importante per gli olivicoltori, con stagioni anomale come quella che abbiamo vissuto quest’anno, caratterizzata da forte siccità.

Eppure, grazie al controllo dell’intera filiera - dalla gestione delle piante fino alla produzione dell’olio - i Franci anche quest’anno possono guardare con soddisfazione alla campagna che si è da poco conclusa. La minore produzione di olive è stata in qualche modo bilanciata dalle rese abbondanti e dalla sanità dei frutti arrivati in frantoio.

Una produzione quantitativamente minore alle medie del frantoio, ma una qualità alta e variegata a seconda delle cultivar e dei singoli oliveti.

Giorgio Franci racconta che ogni anno “ci troviamo di fronte a olive nuove, che non saranno mai uguali a nessun’altra oliva che è entrata o che entrerà nella tramoggia”. L’esperienza, la professionalità e il grande amore per questo mestiere permettono dunque di interpretare al meglio queste “olive nuove”, e i Franci, con i loro 99 centesimi, hanno ampiamente dimostrato di saperlo fare.

 

 

 Patrizia Cantini

OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA DELL'AZIENDA OILALA'

 

Di Virgilio Pronzati

 

Azienda Oilalà s.r.l. - Via Callano 119 -  76121 Barletta (BT) - Tel 39.0883.1984369 -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.oilala.com

   

 

 

 

 

Olio Extra Vergine di Oliva Oilalà 2016-2017

 

Cultivar: Coratina. Metodo di raccolta: scuotitore meccanico su reti. Molitura-estrazione: ciclo continuo a freddo. Le olive sono frante entro 6 ore dalla raccolta. Bottiglie prodotte: 30.000 in due formati. Confezionamento: bottiglie da 25 e 50 cl. Data scadenza: 30/06/2019 - Lotto: S17 (25 cl).

 

Esame organolettico

 

Aspetto: limpido. Colore: giallo intenso con lievissimi riflessi verdolini. Odore: fruttato medio-intenso e fresco, molto persistente, con netti sentori vegetali di erbe di campo un po’ appassite, cicoria selvatica, fiori di basilico secchi, brattee di carciofo e lieve di mela cotogna.  Sapore: sapido, piccante, con netta ma gradevole percezione amara non astringente, pieno e molto persistente, di buona armonia.  Al retrogusto: brattea di carciofo, mandorla e note erbacee.

Impiego gastronomico: a crudo su bruschette, sformato di cavolfiore, risotto e tortelli di zucca, nasello al vapore, costine d’agnello alla griglia.  In cottura con fave stufate, zuppa di seppie con ceci, spezzatino di pollo e di castrato.

Per acquistarlo: In azienda al prezzo di € 9,90 per la bottiglietta da 25 cl, e di € 11,90 per quella da 50 cl.  Inoltre è venduto su Amazon e, da novembre, sul proprio sito web www.oilala.com.

Note: L’azienda Oilalà fondata nel 2010, comprende dieci ettari di uliveto dell’età di 15 anni, coltivato a sistema biologico. Sebbene ancor giovane, quest’azienda condotta in maniera professionale dinamica, ha già all’attivo numerosi e prestigiosi premi ricevuti in vari concorsi nazionali e internazionali.  Oltre agli extravergini di oliva, sono venduti vini, miele, olive da tavola, erbe fresche aromatiche, olive e ortaggi sott’olio, conserve di pomodoro.


Punteggio totale: 54/60

 

 

NATALE 2017 TI "CONDISCO" PER LE FESTE  ECCO L'OLIO MONTEVERRO

 

 

 

 

Perfetto per l’amico che ama la buona cucina, per la mamma o la suocera. E' l’extra vergine di oliva Monteverro da uliveti nuovi e ultracentenari: olive raccolte a mano, sedimentazione naturale in contenitori di acciaio inossidabile e imbottigliato in inverno. Il risultato? Un olio dal colore verde brillante con riflessi gialli, aroma delicato ma corposo. Perfetto come condimento per i piatti della tradizione mediterranea, ma anche da solo su una bruschetta.

 

PREZZO OLIO

0,5 l 18,00 €/bt.

 

Ufficio Stampa ZED_COMM

Michela Mezzolo

Corso San Gottardo 19 - 20136 Milano

 

L’ALTO PATROCINIO DEL PARLAMENTO EUROPEO ALLA PRIMA GIORNATA NAZIONALE DELLA CAMMINATA TRA GLI OLIVI

 

 

 

 L’iniziativa delle Città dell’Olio domenica 29 ottobre in oltre 110 città e 18 Regioni

Il presidente Lupi: “Un riconoscimento all’impegno per la valorizzazione della produzione olivicola di qualità, del patrimonio culturale e del turismo sostenibile”

 

 

Sarà una Camminata tra gli Olivi sotto l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo quella promossa dalle Città dell’Olio per domenica 29 ottobre. Il lusinghiero riconoscimento premia il ruolo fondamentale che la produzione di olio d’oliva riveste nell’economia mediterranea, ma soprattutto riconosce all’iniziativa delle Città dell’Olio il valore di strumento di sensibilizzazione del pubblico per rafforzare lo sviluppo delle zone di coltivazione di quello che può essere considerato il prodotto simbolo dell’area mediterranea.

“Siamo orgogliosi del ruolo che il Parlamento Europeo ci conferma con l’adesione alla prima giornata nazionale della Camminata tra gli Olivi - spiega il presidente dell'Associazione Nazionale di Città dell'Olio Enrico Lupi – Il costante impegno per la valorizzazione della produzione olivicola di qualità e per la presenza dei prodotti regionali nel mercato europeo, l’azione di presidio al patrimonio culturale e ambientale legato alla millenaria tradizione dell’olio e l’attenzione allo sviluppo di un turismo sostenibile e responsabile che concretizza l’idea della destinazione intelligente sono le carte vincenti che ci hanno assicurato l’onore di avere il Parlamento Europeo al nostro fianco in questa iniziativa”.

 

L’annuncio dell’Alto Patrocinio, giunto nei giorni scorsi al presidente Lupi attraverso una lettera del presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, assegna di diritto alla Camminata tra gli olivi una dimensione di respiro europeo con la giornata nazionale che coinvolge oltre 110 città appartenenti a 18 Regioni. Dal Trentino alla Sicilia centinaia di itinerari in un’unica data per una passeggiata (dai 2 ai 5 chilometri) dedicata a famiglie e appassionati alla scoperta del patrimonio olivicolo italiano attraverso paesaggi legati alla storia ed alla cultura dell’oro verde. 

Nell’anno, il 2017, che l'ONU ha dichiarato Anno Internazionale del Turismo Sostenibile, in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Sardegna, Sicilia, Puglia, Toscana, Trentino, Umbria e Veneto si potrà andare alla scoperta delle cultivar locali, della cultura olivicola e della storia a cui è indissolubilmente legata in ogni territorio.

 

L’Associazione Nazionale Città dell’Olio, con i suoi 332 soci tutti enti pubblici (Comuni, Province, CCIAA, Parchi e GAL) è da sempre impegnata nella tutela del territorio olivicolo e nella programmazione territoriale. Da tempo si batte per la valorizzazione dei paesaggi olivicoli e per l’inserimento di aree territoriali olivicole delle Città dell’Olio nel prestigioso Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici del Ministero delle Politiche Agricole.

 

Ufficio Stampa

Marte Comunicazione

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ph. 3556130800

 

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ph. 3398655400

 

 

2018 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica