NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Libri

VIAGGIO NEI COSTUMI SESSUALI

ERGA EDIZIONI

COMUNICATO STAMPA

 

Esce nelle librerie e in tutti gli store online il nuovo libro di Pietro Tarallo

 

VIAGGIO NEI COSTUMI SESSUALI

86 PAESI tra diritti, divieti, trasgressioni e curiosità

Volume polisensoriale con Video e Fotogallery

Non cambia soltanto l'ambiente, la flora o la fauna, ma anche il modo di vivere il sesso. Leggi che vietano o danno libertà, che difendono o condannano i diritti delle minoranze sessuali e che si affiancano alla violenza ancestrale sul corpo delle donne.

Pietro Tarallo, in questo inusuale volume, in oltre 500 pagine, con video e oltre 1300 immagini, tenta di raccontare, attraverso 86 Paesi, come i costumi sessuali siano lo specchio delle società e dei cambiamenti. Questo viaggio incuriosisce e affascina, così come lo fanno i sapienti racconti dell'autore tra finzione e realtà. 

 

Si viaggia per conoscere, per fare nuove esperienze, per entrare in contatto con realtà diverse dalla propria anche dal punto di vista sessuale. Queste pagine descrivono il sesso come conoscenza e ricerca gioiosa e vitale del piacere. Senza ombra moralistica e ipocriti tabù. Un modo differente di raccontare posti vicini e lontani. Di andare oltre al solito racconto di viaggio, sovente ripetitivo e noioso. 

 

Il giro del mondo in 86 Paesi presenta i diritti delle donne e della comunità LGBTQIA+, la situazione sociale che vivono (femminicidi, violenze di genere e prostituzione compresi), la realtà delle donne, degli omosessuali e dei transgender e l’impegno sociale e civico delle Associazioni che li difendono. Per 47 di questi Paesi è presente una serie di racconti fra realtà e fantasia attinenti alla sessualità. 

 

Il libro polisensoriale è arricchito da oltre 1300 fotografie di Pietro Tarallo e di Massimo Bisceglie e video fruibili tramite la App Vesepia. In appendice le indicazioni bibliografiche, un elenco di siti utili ma anche un dizionario ragionato delle parole del sesso.

 

Chi è l’Autore

 

Pietro Tarallo (www.pietrotarallo.it), nomade per vocazione, sedentario per scelta. Un karma il suo che l’ha portato ancora oggi a fare la valigia (la più leggera ed essenziale possibile) e partire. Per conoscere, scrivere, parlare, ricordare, pensare, sognare e fotografare. Ha scritto oltre 80 libri fra guide turistiche, testi geografici e libri fotografici, dedicati all’Italia, all’Europa, all’America, all’Africa Australe, al Medio Oriente, all’India, al Sud-Est Asiatico, alla Cina, all’Australia, Monasteri del Mondo, dell’Europa e dell’Italia relativi alle varie religioni.

Organizza dal 2007 Il Salotto del Viaggiatore dove racconta i suoi viaggi e quelli dei suoi ospiti. Dal novembre 2016 al 2022 è stato Presidente della Neos – Fotografi, giornalisti e operatori culturali di viaggio associati, di cui dal 2023 è Presidente Onorario, e dal 2024 fa parte del direttivo.

 

Pietro Tarallo e Erga edizioni (casa editrice genovese fondata nel 1964) da molti anni hanno un proficuo rapporto di lavoro e di collaborazione che ha visto la pubblicazione di numerose ipermappe riguardanti itinerari religiosi in Liguria.

Pietro Tarallo, VIAGGIO NEI COSTUMI SESSUALI

VOLUME POLISENSORIALE CON VIDEO E FOTOGALLERY

Erga edizioni - Genova, 23,90 Euro, 16,5 x 23,5 cm, 540 pagine, ISBN: 978-88-3298-504-7

Tel. 010-8328441 – www.erga.it

 

TAVOLEDOC LIGURIA: UNA PRESENTAZIONE PER FESTEGGIARE UN GRANDE ANNIVERSARIO!

Un’occasione per far conoscere il meglio della ristorazione ligure e per celebrare la quinta edizione della guida 

C'è chi la conosce perché è un appassionato di enogastronomia, chi perché ne ha seguito lo sviluppo fin dagli inizi: tutti, però, la stavano aspettando. La quinta edizione di TavoleDOC è finalmente arrivata ed è stata presentata nella giornata di oggi nella Sala delle Grida del Palazzo della Borsa Valori di Genova. 

61 ristoranti e 34 produttori: chi è familiare con il format di TavoleDOC sa che ciascuna ricetta è arricchita da un’etichetta come abbinamento ideale. Per la prima volta, oltre ad aver toccato e superato il traguardo dei 60 ingressi, ciascun piatto selezionato dagli chef presenta il suo peculiare accostamento: un’operazione che rafforza la rete enogastronomica regionale da sempre cara a TavoleDOC. 

Il Presidente della Regione ad interim Alessandro Piana ha portato i suoi saluti istituzionali, ricordando che la presentazione è: “Un’occasione tutta da celebrare insieme ai ristoratori e ai produttori. Lo abbiamo fatto e continueremo a farlo con le tradizioni, i sapori, il forte legame col territorio. È la triade fondamentale per valorizzare tutta la filiera agroalimentare, che è il motore della ripresa economica e tessuto comunitario vivo dalla costa all’entroterra”. 

La tavola rotonda è stata aperta da Petra Cucci, CEO della casa editrice Multiverso, che ha dato voce alla storia del progetto, illustrandone le peculiarità e l’evoluzione di questi cinque anni, che hanno portato ad un “connubio tra liguri e milanesi che ha ribaltato tutti i nostri stereotipi e ci ha regalato un’avventura che vogliamo portare avanti il più a lungo possibile”. L’ideatore Mario Cucci ha ricordato che questa edizione ha dato “più valore ai ristoranti e più valore al logo di TavoleDOC, motivo per cui siamo orgogliosi di essere arrivati a quota 61. Credo che uno dei punti di forza del volume sia valutare e rivalutare un patrimonio unico che c’è in Italia, quello dell’enogastonomia”. 

Durante la presentazione sono stati annunciati i nuovi 13 ingressi, rappresentati da un intervento di Jacopo Chieppa di Equilibrio (Dolcedo, IM). Quest’anno sono entrati nel Tavolo delle Eccellenze Agricuoco (Sestri Levante, GE), Babette (Albenga, SV), Bino (Savona), Casa Buono (Ventimiglia, IM), Equilibrio (Dolcedo, IM), Fuori Rotta (Riomaggiore, SP), Il Pernambucco (Albenga, SV), Marixx (Ventimiglia, IM), Ö Magazín (Portofino, GE), Paolo & Barbara (Sanremo, IM), QB Osteria (Albisola Superiore, SV), QuintoGusto (Savona), Santa Teresa (Genova). 

MULTIVERSO di Petra Cucci, corso di Porta Vigentina 2| 20122 Milano | tel. +39 347 4848214 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.| multi-verso.it 

Barbara Banchero, CEO della CNA di Genova, ente che ha supportato la realizzazione della guida, ha esaltato questo “incontro di persone che ha permesso di intraprendere a CNA una direzione non tradizionale". Da qualche tempo abbiamo iniziato a muoverci nel mondo della ristorazione, piccole e medie imprese dal forte legame col territorio e con la valorizzazione dei prodotti. TavoleDOC ci permette di raccontare storie che nascono dal passato e dalla volontà di mantenere un’identità che guardi al futuro”. 

Al termine i numerosi ospiti hanno potuto assaggiare alcuni finger food portati ai ristoratori accompagnati dai prodotti di alcune aziende vitivinicole. Per i ristoratori si ringraziano: AL3 (Calice Ligure, SV), Babette (Albenga, SV), Bino (Savona), Equilibrio (Dolcedo, IM), Fuori Rotta (Riomaggiore, SP), La Brinca (Ne, GE), Manuelina (Recco, GE), Olimpo (Sestri Levante, GE), Orto by Jorg Giubbani (Moneglia, GE), QuintoGusto (Savona) e Roma (Montoggio, GE). Tra i produttori un grazie va a: Cantina Dell'Ara (Santo Stefano di Magra, SP), Casa del Diavolo (Castiglione Chiavarese, GE), I Cerri Val di Vara (Carro. SP), PEQ Agri (Andora, SV), Olio Roi (Badalucco, IM), Cantina Sancio (Spotorno, SV) e Villa Cambiaso (Serra Riccò, GE). 

Un sentito ringraziamento va anche a coloro che hanno supportato la realizzazione di TavoleDOC: Regione Liguria, CNA Genova, Riso Gallo, SGM, Goeldlin Collection, Comune di Leivi e Epay, Euronet Payment Services

FILIPPINE: IL NUOVO LIBRO DI PIETRO TARALLO

Esce nelle librerie e in tutti gli store online la nuova guida di viaggio Filippine, di Guide Moizzi scritta da Pietro Tarallo. Volume prezioso per tutti quelli che stanno progettando il viaggio, è uno strumento indispensabile per capire il Paese e per prepararsi a partire. Il territorio è stato considerato per intero dal punto di vista geografico, storico, culturale e naturalistico. La guida è arricchita dalle mappe illustrate di Mario Cicellyn Comneno e dalla carta geografica estraibile.

 

 

Filippine, dove la natura incontaminata è la protagonista assoluta.  Spiagge infinite, fondali corallini, formazioni rocciose labirintiche, cascate, risaie. Un titolo che mancava nel panorama editoriale delle guide d’autore scritte da un italiano, e che fornisce la chiave di lettura per assaporare un paradiso naturale formato da più di settemila isole, molte delle quali non ancora scoperte dal turismo internazionale. Un arcipelago i cui mari custodiscono meraviglie inimmaginabili e le popolazioni hanno conservato le loro culture ancestrali e le testimonianze di un passato coloniale che ha visto protagonisti i conquistatori spagnoli. Un Paese dove trascorrere vacanze indimenticabili e praticare sport outdoor a contatto diretto con la natura.

 

Pietro Tarallo e Guide Moizzi: insieme da 32 anni. “Un lungo rapporto di lavoro e di collaborazione editoriale che dura ancora oggi, iniziato nel 1992 con la pubblicazione della guida Messico, che ha visto più edizioni, e continuato con la pubblicazione di altre 25 guide, i cui contenuti hanno sempre privilegiato la qualità delle informazioni, la cultura, le tradizioni, l’ambiente e la storia del Paese descritto.” racconta Tarallo.

 

Pietro Tarallo (www.pietrotarllo.it), nomade per vocazione, sedentario per scelta. Un karma il suo che l’ha portato ancora oggi a fare la valigia (la più leggera ed essenziale possibile) e partire. Per conoscere, scrivere, parlare, ricordare, pensare, sognare e fotografare. Ha scritto oltre 80 libri fra guide turistiche, testi geografici e libri fotografici, dedicati all’Italia, all’Europa, all’America, all’Africa Australe, al Medio Oriente, all’India, al Sud-Est Asiatico, alla Cina, all’Australia, Monasteri del Mondo, dell’Europa e dell’Italia relativi alle varie religioni.

Organizza dal 2007 Il Salotto del Viaggiatore dove racconta i suoi viaggi e quelli dei suoi ospiti. Dal novembre 2016 al 2022 è stato Presidente della Neos – Fotografi, giornalisti e operatori culturali di viaggio associati, di cui dal 2023 è Presidente Onorario, e dal 2024 fa parte del direttivo.

 

Mario Cicellyn Comneno, autore delle carte geografiche illustrate della guida, ha una duplice formazione: come incisore presso l’Accademia di Brera e come fumettista presso la Scuola Internazionale di Comics. Oggi, integra la sua ricerca personale come disegnatore con la sua professione di grafico pubblicitario.

 

Guide Moizzi. Da 50 anni in movimento, collabora con le migliori firme italiane di Travel Journalism per creare testi nuovi, approfonditi e coinvolgenti, che sappiano rispondere alle esigenze specifiche del viaggiatore italiano. Tra gli altri, collaborano con Guide Moizzi: Anna Prouse, Pietro Tarallo, Carla Diamanti. Sviluppa costantemente i propri contenuti di viaggio perché siano sempre aggiornati e sempre più approfonditi. Il catalogo di Guide Moizzi copre più di 160 destinazioni in tutto il Mondo. Le guide cartacee, che non possono mai mancare nel kit del viaggiatore, si arricchiscono di nuovi contenuti multimediali, raggiungibili tramite un comodo QR-code presente nella guida. Vuole diventare il punto di riferimento per i viaggiatori.

CIBI ULTRAPROCESSATI

 

Come riconoscere ed evitare gli insospettabili nemici della nostra salute

 

ULTRAPROCESSATI. PERCHÉ MANGIAMO ROBA CHE NON È CIBO,E NON RIUSCIAMO A SMETTERE?

STABILIZZANTI, EMULSIONANTI, GOMME, LECITINA, GLUCOSIO, UNA QUANTITÀ DI OLI DIVERSI... 

VAN TULLEKEN CI SPIEGA COSA SI TROVA IN UN ALIMENTO ULTRAPROCESSATO E COME DISTRUGGE LA NOSTRA SALUTE

 

In libreria dal 21 maggio 

Pagine: 368 | Prezzo: 18,90 euro

 

 

«Un’indagine sull’industria alimentare che raggela e fa riflettere.» The Sunday Times

«Van Tulleken è un esperto che ci aiuta a capire quello che davvero mangiamo. Un testo attendibile e iconoclasta che non lancia tanto un allarme per una nuova minaccia quanto un nuovo allarme per un male antico.» 

The New York Times

«Una coraggiosa indagine su come siamo diventati schiavi del cibo ultraprocessato.»

Financial Times

 

IL LIBRO

 

Siamo entrati in una nuova era dell’alimentazione, in cui la maggior parte delle calorie che ingeriamo proviene da cibi ultraprocessati, cioè trasformati a livello industriale sostituendo gli ingredienti tradizionali con alternative più economiche e additivi – stabilizzanti, emulsionanti, gomme, lecitina, glucosio, oli di diverso tipo – che ne prolungano la durata di conservazione, facilitano la distribuzione centralizzata e creano dipendenza in chi li consuma. Le ultime ricerche mostrano quanto, anche in Italia, sempre più famiglie scelgano cibi ultraprocessati, veloci da preparare o già pronti, magari venduti come biologici e sani. Il risultato? Si mangia di più e, soprattutto, si consuma più cibo di scarsa qualità che causa problemi di salute come obesità, cardiopatie, sindrome metabolica, tumori, depressione. In questo libro già bestseller internazionale, il medico e scienziato inglese, nonché pluripremiato giornalista della BBC, Chris van Tulleken ci spiega perché il nostro corpo non è evolutivamente in grado di sostenere il cibo ultraprocessato e come questo implichi gravi rischi per la nostra salute (e per il mondo in cui viviamo). Un viaggio per conoscere, riconoscere ed evitare le trappole e le strategie dell’industria alimentare e difendere la nostra salute dal suo nemico numero uno. Questo è un libro per difendere 

non solo la nostra salute, ma anche i nostri diritti. Il diritto di sapere cosa mangiamo. Il diritto a un cibo veramente sano, buono ed economico.

 

L’AUTORE

 

 

CHRIS VAN TULLEKEN è un noto medico, divulgatore scientifico, docente e presentatore televisivo inglese. Lavora presso lo Hospital for Tropical Diseases di Londra. Ha studiato a Oxford e ha un dottorato in virologia molecolare dello

University College di Londra, dove insegna. Le sue ricerche analizzano gli effetti dei prodotti delle multinazionali sulla salute umana con speciale riguardo all’alimentazione infantile: a questo proposito collabora con l’UNICEF e l’Organizzazione Mondiale della sulla BBC. Vive a Londra con la moglie e i tre figli.. Ha vinto due

premi BAFTA per i suoi programmi scientifici  

 

Laura Gialdi

MULTIVERSO DEBUTTA A CALICIS CON LA PRESENTAZIONE DEI LIBRI CANTINEDOC E TAVOLEDOC LIGURIA

 

L’11, il 12 e il 13 maggio Mario Cucci presenterà con produttori ed esperti del settore due dei progetti simbolo di Multiverso e coordinerà il convegno “Cibo, Territorio e Vino

9 maggio 2023, Milano - Calicis: la prima fiera enogastronomica del Ponente sbarca a Sanremo nella bellissima Villa Ormond l’11, 12, e 13 maggio. Per l’occasione, Multiverso presenterà due tra i suoi prodotti editoriali più recenti: CantineDOC e TavoleDOC Liguria. L’impegno della casa editrice nella valorizzazione delle eccellenze del territorio rappresenta il fulcro della sua attività: la mission è di mostrare come vino e gastronomia sono espressione e veicolo di qualità e di cultura. Quale migliore occasione se non Calicis, tre giorni ricchissimi di appuntamenti che coinvolgeranno realtà dell’enogastronomia ligure da Levante a Ponente?CantineDOC sarà presentato domenica 12 maggio alle ore 15:00 dall’ideatore Mario Cucci con  l’Assessore al Turismo del Comune di Sanremo Giuseppe Faraldi e i produttori del territorio, tra cui Marco Miano di Cantina Müragni (Dolceacqua). Il volume rappresenta un viaggio attraverso tutte le cantine della Liguria e offre una prospettiva avvincente dei segreti della viticoltura locale. Con le storie dei produttori e un servizio fotografico ad hoc, i lettori hanno l'opportunità di immergersi nella ricca storia e nelle tradizioni vinicole che caratterizzano questa splendida regione.

 

Mario Cucci presenterà e modererà anche la tavola rotonda “Cibo, Territorio e Vino”, che si terrà domenica 12 alle 10:30 con esponenti delle Associazioni vitivinicole di produttori del territorio (FIVI, Rete di Imprese Agricole Terre di Moscatello, Consorzio per la tutela dei vini DOP e IGP Cinque Terre Colline di Levanto e Liguria di Levante), produttori vitivinicoli (PEQ Agri, Podere Donzella, Cantina Müragni), Associazioni della sommelierie (FIS, AIS, FISAR, ONAV) e Associazioni dei ristoratori (TavoleDOC, FIC, Euro Toques, Accademia della Cucina Italiana, JRE). Aprirà i lavori il Vicepresidente della Regione Liguria con delega all’Agricoltura e al Marketing Territoriale Alessandro Piana e parteciperà anche Maurizio Pescari, giornalista e scrittore, docente presso l’Università dei Sapori di Perugia

 

Il progetto di TavoleDOC Liguria, guida enogastronomica che il 27 maggio giungerà alla sua quinta edizione, sarà presentato da Mario Cucci lunedì 13 alle ore 11 con Emanuele Donalisio del ristorante Il Giardino del Gusto (Ventimiglia) e Nicola Girone di Locanda Nelli (Pietra Ligure), e i saluti istituzionali della Regione del Senatore Gianni Berrino. Non solo una guida, ma una vera e propria raccolta delle eccellenze della ristorazione regionale: assenti punteggi e classifiche, l’intento del libro è raccogliere i ristoranti di buona cucina ligure. I due chef, inoltre, cucineranno in due esclusivi showcooking immersi dalla splendida atmosfera della villa: chef Donalisio domenica 12 alle ore 16:30, mentre chef Girone lunedì 13, alle 16:00. 

 

Il team di Multiverso sarà presente a Calicis per incontrare gli amanti del vino e della cultura locale, con la possibilità di acquistare copie di entrambi i libri. Sarà un evento che rappresenta un'opportunità unica per esplorare l'incredibile diversità enogastronomica della Liguria e per scoprire il lavoro appassionato dei suoi produttori e ristoratori.

Multiverso Edizioni è editore di prestigiose pubblicazioni prevalentemente nell’area food & beverage. Creata da Petra Cucci assieme al padre Mario, eredita e fa suo il patrimonio di esperienze e relazioni che ormai da trent’anni padre e figlia sono riusciti a costruire e far fiorire nel settore. La specializzazione strategica nell’ambito enogastronomico ha permesso di perfezionare le competenze e di stringere importanti collaborazioni.

L’attività editoriale si concretizza in due categorie di progetti: le guide che raccolgono in maniera sistematica diverse realtà del settore a seconda del tema (ristoranti, cantine, ricette) tracciandone un quadro completo; i libri di grandi chef caratterizzati da una particolare attenzione all’aspetto grafico raccolgono le testimonianze, le ricette e i segreti del mestiere dei più affermati cuochi di cucina italiana, nel nostro Paese e nel mondo. In parallelo, Multiverso è agenzia di comunicazione e marketing con attività di ufficio stampa, organizzazione di eventi, digital PR e social media management.

 

Petra Cucci

CAVALLETTE A COLAZIONE. I CIBI DEL FUTURO TRA GUSTO E DISGUSTO DI GAIA COTTINO

 

In uscita il 21 maggio il nuovo libro della serie Dialoghi di Pistoia (UTET)

 

Il 21 maggio esce in libreria il nuovo titolo della serie dei libri Dialoghi di Pistoia, edita da UTET, Cavallette a colazione. I cibi del futuro tra gusto e disgusto, dell’antropologa culturale Gaia Cottino (pp.160; € 17).

 

Perché siamo tanto riluttanti all’idea di ingerire farina di grillo e non, invece, a quella di mangiare dei gamberoni alla piastra? Semplicemente perché abbiamo appreso gusti (e disgusti) in famiglia e in società. Oggi, tuttavia, l’emergenza climatica ci impone un rapido cambio di rotta per quanto riguarda le nostre abitudini alimentari, nella prospettiva di ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente e garantire una più equa distribuzione delle risorse.

Ecco, dunque, comparire sulle nostre tavole i cosiddetti novel food: insetti, cactus, meduse e alghe non saranno più solo ingredienti esotici di Paesi lontani, o di un audace menù stellato, ma presto potrebbero entrare nel novero dei cibi che consideriamo “buoni da mangiare” diventando parte della nostra dieta.

Ma è davvero possibile “imparare” nuovi gusti? L’uomo è un animale nomade, e questo suo continuo spostarsi rende ogni confine, anche culinario, valicabile. Rivalutando i nostri criteri di selezione dei (dis)gusti, come è successo in passato con mais, pomodoro e patate, potremmo in futuro assaporare con piacere piatti che dall’altra parte del mondo sono consumati normalmente

 

Con questo volume sale a 24 il numero di titoli pubblicati nella serie dei Dialoghi di Pistoia.

Con una tiratura complessiva, a oggi, di oltre 110.000 copie, la serie costituisce uno degli strumenti con i quali il festival offre originali spunti di riflessione e importanti occasioni di approfondimento culturale per un pubblico sempre più vasto di appassionati e curiosi

 

Gaia Cottino è dottore di ricerca in Antropologia culturale presso l’Università di Genova, specializzata sui temi del cibo e delle politiche locali e globali in materia di agricoltura, orticoltura e nutrizione. Tra le sue ultime pubblicazioni: Il peso del corpo. Un'indagine antropologica dell'obesità a Tonga (Unicopli, 2022) e Verso monte. Nuove mobilità e culture del cibo nelle Alpi Occidentali (Unicopli, 2023).

 

Cavallette a colazione. I cibi del futuro tra gusto e disgusto

Utet | serie Dialoghi di Pistoia

ISBN 9791221211955 | pp. 160 | € 17

Ebook compreso nel prezzo

Data di uscita: 21 maggio 2024 

 

La XV edizione dei Dialoghi di Pistoia, quest’anno, si svolgerà da venerdì 24 a domenica 26 maggio e avrà come tema Siamo ciò che mangiamo? Nutrire il corpo e la mente.

 

Ufficio stampa Delos

Annalisa Fattori e Paola Nobile

ELEMENTO INDIGENO PRESENTA “WINE IS”, IL NUOVO CATALOGO CHE GIOCA SUL TEMA DEL PREGIUDIZIO

 

Una selezione di vini e contaminazioni che parla la lingua di tutto il mondo e celebra le storie, le tradizioni, i sogni e le rivoluzioni dei produttori.

8 macrocategorie, 6 rubriche tematiche di approfondimento, 29 Paesi, 75 produttori e più di 550 referenze. È così che si presenta “WINE IS”, il nuovo catalogo di Elemento Indigeno con la direzione creativa di Gianluca Cannizzo @mypostersucks, che gioca sul tema del pregiudizio e raggruppa vini selvaggi, non convenzionali e celebra la diversità e le molteplici sfaccettature che arricchiscono il mondo del vino e delle sue contaminazioni. 

Nella creazione del nuovo catalogo, Elemento Indigeno si è liberato dal pregiudizio che spinge a scegliere basandosi su vitigni o denominazioni, spostando l'attenzione sulle storie e sui sogni di coloro che rendono possibile il vino nei calici dei consumatori. Nelle pagine, si parla di vini dallo spirito eclettico, dal forte senso del radicamento al territorio; vini innovatori, audaci; vini che giocano loro partite, fedeli custodi delle tradizioni, figli di viaggi avventurosi e vini buoni per essere condivisi.

 

LE MACROCATEGORIE E LE RUBRICHE TEMATICHE

All’interno del catalogo, produttori e referenze vengono suddivisi in 8 macrocategorie e 6 rubriche tematiche di approfondimento, facilitando così la lettura e l’orientamento tra le referenze.

Wine is...a rockstar, roots, contaminations, a rematch, a guardian, a backpacker, conviviality, finished. Attraverso le macrocategorie Elemento Indigeno sposta il focus dalle convenzioni associate a produttori e zone vinicole alle singole referenze, ognuna celebrata per i suoi tratti identitari.

 

Wine is a rockstar raggruppa i vignaioli autori a 360° dei loro progetti, sono i protagonisti indiscussi, astri nascenti che parlano un linguaggio rivoluzionario e danno vita ad etichette fuori dagli schemi.

Wine is roots racchiude i produttori di zone vitivinicole storicamente importanti, ricche di storie e tradizioni. È qui che troviamo aziende profondamente radicate nel territorio, attive da più generazioni che valorizzano vitigni autoctoni, viti centenarie e denominazioni di prestigio.

Wine is contaminations è un viaggio oltre i pregiudizi, un invito alla scoperta di nuovi sapori, alla ricerca di nuovi stimoli attraverso un mosaico di culture e tradizioni. Qui a interpretare il ruolo di protagonista nel processo fermentativo non è solo l’uva ma anche la mela.

Wine is a rematch riunisce i vigneron che nonostante le prime sconfitte, hanno scelto di non arrendersi. Sono produttori che hanno sfidato le convenzioni, spingendosi oltre i limiti imposti. Sono indipendenti e senza confini geografici; stimolano la loro creatività, la diversità culturale e arricchiscono le comunità con nuove prospettive ed esperienze.

Wine is a guardian raggruppa dodici produttori che lavorano instancabilmente per conservare le uve autoctone e donare loro nuova dignità, celebrando così il patrimonio vitivinicolo e conservando la memoria storica.

Wine is a backpacker combina storie di giovani produttori che, dopo aver girato il mondo e imparato dai migliori produttori, sono tornati a casa portando con loro un bagaglio culturale unico che ha permesso di dar vita a nuove creazioni.

Wine is conviviality è la categoria dedicata alle bottiglie ‘da sete’, quelle divertenti, dalla beva facile. Ogni produttore incluso in questa sezione concepisce il proprio vino come un ponte diretto con il consumatore, un conduttore di buone vibrazioni che sigilla legami invisibili tra le persone sedute intorno ad un tavolo.

Wine is finished mette insieme etichette in via di esaurimento, vini che non saranno più disponibili per l’acquisto in futuro e che saranno sostituiti da nuove selezioni.

 

Inframmezzano le macrocategorie, le sei rubriche tematiche che esplorano momenti, luoghi e situazioni di consumo per orientare al meglio la scelta. Dai “Pizza Wines”,

pensati per accompagnare il venerdì sera ai “Wines for breakfast”, le bottiglie fresche, caratterizzare dalla grande bevibilità. Dai vini da stappare durante un film a quelli perfetti per un pool party, da quelli da conservare per i tête-à-tête fino a quelli da bere da soli, godendo di ogni bicchiere.

 

‘WINE IS’ conferma l’anima di Elemento Indigeno: una selezione di vini liberi, divertenti, mutevoli, freschi, giovani, non convenzionali. Sono etichette off the beaten track, pensate per coinvolgere e farsi coinvolgere da nuovi orizzonti, sapori e dalla volontà di considerare il vino nella sua dimensione più umana e artigianale. Attraverso il tema del pregiudizio, presentato in “WINE IS” come una vera e propria ode alla diversità, Elemento Indigeno esplora e celebra le storie, le tradizioni, i sogni e le rivoluzioni dei produttori protagonisti.

 

 

Martina Romeo

2024 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica