Approvo

Libri

SUBITO BARBECUE!

 

 

Si accende la Primavera

SUBITO BARBECUE!
Il manuale dell'abc per far amare il barbecue. A tutti

 

Con l’arrivo della bella stagione torna anche la voglia di grigliare. Per questo è stato pensato “Subito Barbecue”, il terzo volume della collana “I Libri de ilGolosario”, realizzata in coedizione Cairo - Comunica e diretta da Paolo Massobrio. Firmato da Marco Agostini, tra i pionieri del BBQ in Italia, questo manuale introduce il lettore al mondo del barbecue, partendo dalle domande classiche di chi per la prima volta si approccia a questa tecnica di cottura. 

I primi capitoli sono una guida all’acquisto dei dispositivi di cottura, esaminando tutti gli aspetti utili per valutare le diverse tipologie di grill in base alle proprie esigenze: dalla scelta del genere di alimentazione del grill al combustibile, dagli accessori indispensabili per iniziare a cucinare a come si preparano le braci e si dispone il cibo.

 

Nella seconda parte del volume sono illustrate nel dettaglio alcune “ricette” di base, funzionali a far apprendere alcuni principi della cottura a brace viva. Più nel dettaglio, nel quarto capitolo vengono affrontate tecniche di cottura maggiormente complesse e specifiche. Il libro si chiude con un nutrito ricettario diviso per portate, dall’antipasto al dessert, con la proposta di alcuni menu a tema.

 

In 255 pagine Subito Barbecue ha l’ambizione di condensare non solo tecniche base, ma anche trucchi del mestiere, suggerimenti gastronomici e nozioni indispensabili, in uno stile scorrevole e con comodi highlights che segnano i passaggi fondamentali del testo.

 

E’ arrivato il momento di dire - scrive Paolo Massobrio nella prefazione - che è possibile non solo barbecue subito, senza tergiversare dopo l’acquisto di uno strumento, ma anche affrontare una specificità italiana di questa pratica, abbinandola con le mille e più cose buone d’Italia. E’ partita finalmente l’era del barbecue all’Italiana"

 

Subito Barbecue è disponibile in tutte le librerie

 

L’AUTORE 

Marco Agostini, nasce a Somma Lombardo nel 1973. Sviluppa le proprie iniziali competenze da autodidatta una volta acquistato in modo del tutto inconsapevole il suo primo kettle, come semplice passione affiancata alla propria attività di consulente. Sommelier diplomato AIS, assaggiatore ONAF e homebrewer per passione, nel 2009 inizia una collaborazione con BBQ4All, la community di riferimento in Italia per la cottura su fuoco. Nel 2015 decide di proseguire il proprio percorso in autonomia e fonda la BBQ Hangout, un’azienda specializzata nel catering barbecue e nella consulenza professionale legata al settore e crea il marchio The Barktenders. E’ responsabile e docente della Grill Academy di Milano.

 

 

Federica Borasio 

DAL MERLUZZO ... ALLO STOCCAFISSO!

 

stoccafisso.jpg

 

 

Martedì 17 Aprile 2018 alle ore 16,30,

 

presso la sede dell'Università Popolare Sestrese incontro con proiezione 

su:

Dal merluzzo ...  allo stoccafisso!

 

Il prof. Francesco Surdich (già docente di Storia delle esplorazioni e scoperte geografiche presso la Facoltà di lettere dell'Università di Genova) :

Parlerà del viaggio del  mercante veneziano, Pietro Querini che, partito  con 68 uomini di diversa nazionalità dall'isola di Creta nel 1431, dove si era recato a caricare merci (in particolare vino di Malvasia) da portare nelle Fiandre.

 

Dopo aver doppiato il temibile capo Finisterre, la nave fu  gettata da un forte vento di scirocco verso le isole inglesi Scilly. Spinta al largo fece naufragio e dopo una serie di vicissitudini,, dopo essere giunti a nord tra le Shetland e le Faroer,, i 16 superstiti sbarcarono il 6 gennaio 1432 nelle Lofoten (Norvegia) e furono tratti in salvo da alcuni pescatori che li trasportarono nell'isola di Rustenne (Rost), dove sarebbero rimasti per tre mesi e undici giorni.

 

Al suo ritorno in patria scrisse un'interessante relazione, nella quale per la prima volta si parla dello stoccafisso e si illustrano gli usi alimentari di quelle popolazioni. Saranno letti e commentati i passi più importanti dedicati dalla relazione a questo argomento. 

 

Il fotografo Marco TOMASSINI proietterà e commenterà le foto da lui fatte nelle Isole Lofoten sulla lavorazione del merluzzo.

 

La sezione Cucina UPS presieduta da Pier Ugo Tammaro, farà una panoramica sullo stoccafisso nella cucina ligure.  Ingresso: Libero. 

 

MISTER AMARONE

È TEMPO DI LIBRI ANTICHI: LIBRI SENZA TEMPO

 

 

Qui è possibile scaricare le foto dello spazio Tempo di Libri Antichi

11 marzo 2018. A Tempo di Libri c’è uno spazio speciale, una porta diretta che si apre su altre epoche: che siate bibliofili più o meno esperti, collezionisti o anche semplici curiosi amanti del bello, ecco lo spazio Tempo di Libri Antichi (pad. 4) a cura dell’ALAI – Associazione Librai Antiquari d’Italia, in collaborazione con Abebooks.it e Maremagnum.com. Ogni anno l’ALAI organizza la Mostra del Libro Antico ma nel 2018 ha accettato l’invito di Tempo di Libri a portare la mostra qui in Fiera, per avvicinare il pubblico più giovane alla magia, al fascino dei libri antichi. Non solo e non necessariamente oggetti da collezione e dai prezzi inaccessibili anzi, bel al contrario, testi fruibili quotidianamente e spesso fonte di un’esperienza sensoriale unica, capace di riportare indietro nel tempo fino al momento in cui quell’opera è stata divulgata per la prima volta, senza la stratificazione di secoli o decenni di edizioni, censure, errori, riscritture.

Mario Giupponi, Presidente dell’ALAI, spiega: “Abbiamo scelto di portare libri capaci di incuriosire un pubblico non avvezzo al libro antico, per avvicinarlo e mostrare che anche in libri percepiti come molto lontani si possono scoprire elementi di grande attualità, interesse e fascino”. E sulla propria associazione racconta: “Dipendiamo dall’ILAB –  International League of Antiquarian Booksellers, che ha centinaia e centinaia di affiliati, e l’Italia è fra gli Stati con il maggior numero di associati. Fra i nostri ambiti di attività vi è la tutela del commercio del libro antico specie in un periodo, come quello attuale, in cui le limitazioni ai commerci internazionali stanno avendo impennate fortissime”. E spiega: “Bruxelles sta decidendo di imporre l’obbligo di un permesso di importazione verso la Comunità Europea di tutti i beni antichi, compresi i libri, di età superiore ai 250 anni, per limitare il commercio degli stessi ed evitare di finanziare il terrorismo con la compravendita di beni antichi rubati. Questo divieto potrebbe entrare in vigore entro la fine dell’anno e se pensiamo che, inoltre, in Italia il concetto di ‘antico’ legato all’esportabilità di un bene corrisponde a 70 anni, si comprende perché l’ALAI cerchi di tutelare i librai antiquari”.

L’ALAI redige inoltre la Rivista di cultura del libro, con articoli di carattere accademico a firma dei librai e nati spesso da volumi sconosciuti e scoperti per caso, oppure ritrovati dopo tanto tempo sul mercato come anche studiati per la prima volta. Ma cosa vi aspetta allora nello spazio Tempo di Libri Antichi? Sedici espositori, provenienti da tutta la Penisola, hanno portato circa tremila opere rappresentative di un periodo che va dall’inizio della stampa, 1450 circa, fino alle prime edizioni del Novecento. In mostra e in vendita trovate preziosi esemplari di libri antichi e dagli appassionati e preparatissimi librai potete ascoltare storie e dettagli avvincenti. E così, mentre passeggiate tra volumi, carte e mappe che profumano di passato, fra teche, vetrine e scaffali carichi di piccoli e grandi tesori, può capitarvi di assistere a trattative e osservare chi con estrema delicatezza ma anche trepidazione sfoglia le pagine di libri che custodiscono chissà quali segreti. Come un manoscritto di politica di fine Cinquecento sul benessere e la forza della Serenissima Repubblica di Venezia, molto vicino ad una proposta politica programmatica dei giorni nostri, o un diario che narra le disavventure patite da un viaggiatore, unico sopravvissuto della sua comitiva, costretto a uccidere un suo servo per nutrirsi!

Storie che in un incontro venerdì hanno catturato l’attenzione dei ragazzi, come ricorda Gabriele Maspero, membro del Consiglio direttivo dell’ALAI, il quale aggiunge: “Sono solo alcuni esempi della ricchezza cui si può attingere grazie ai libri antichi. È importante che le generazioni più giovani imparino a conoscerli e a considerarli parte della propria quotidianità, e non come oggetti che incutono timore o si associano a qualcosa di chiuso nel passato. Proprio al contrario, sono come una porta nel tempo, che riporta indietro fino alla rivoluzione tipografica che ha dato inizio alla storia moderna, moltiplicando le possibilità di diffusione di culture, messaggi, idee.”.

  

UFFICIO STAMPA

Daniela Poli – Ufficio Stampa Associazione Italiana Editori
Tel. 02 89280823 – 335 1242614
Ex Libris ComunicazioneTel. 02 45475230, Carmen Novella 335 6792295; Elisa Carlone 334 6533015
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

CENTRO DEL LIBRO E LETTURA ALLA FIERA DEL LIBRO PER RAGAZZI DI BOLOGNA

 

Il Centro per il libro e la lettura alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna
Educare alla Literacy.  Un bambino che legge sarà un adulto che pensa.
 Anonimo

Accrescere le capacità riflessive, migliorare la gestione delle emozioni, sviluppare fantasia e creatività: sono molti i benefici che derivano dall'abitudine alla lettura. Incoraggiarla e conservarla, soprattutto tra i giovani, è fondamentale ed è con questa consapevolezza che il Centro per il libro e la lettura, istituto autonomo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, partecipa alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna con due appuntamenti – che si svolgono mercoledì 28 marzo – realizzati in collaborazione con Bologna Children’s Book Fair e legati al progetto Educare alla Literacy, rivolto a docenti e educatori di ogni grado scolastico interessati ad approfondire le proprie competenze nell’ambito della pedagogia della literacy e nella formazione dei lettori.

Alle 10.30 in Sala Notturno, Gianfranco Noferi (vicedirettore RAI Cultura), Romano Montroni (presidente Centro per il libro e la lettura) e Tiziana Mascia (autrice del programma) saranno impegnati in Invito alla lettura: Formare lettori indipendenti, presentazione del programma “Invito alla lettura”. Al centro della nuova serie, i temi di base e le attività internazionali di promozione della lettura, sviluppate con l’obiettivo di sostenere e incoraggiare i ragazzi a crescere come lettori indipendenti. Organizzato da RAI Cultura e dal Centro per il libro e la lettura, il programma ha il valore di un corso di formazione a distanza destinato a insegnanti, educatori e genitori interessati.

A seguire, alle ore 11.30 sempre in Sala Notturno, si terrà la Conferenza Internazionale La Reading Literacy: le buone pratiche di lettura internazionali, dialogo tra Flavia Cristiano (direttrice del Centro per il libro e la lettura), Renate Valtin (Humboldt University Berlin), Christine Garbe (University of Cologne) e Tiziana Mascia (Libera Università di Bolzano). Esperte di educazione alla literacy, membri e coordinatrici di progetti europei – EU High Level Group of Experts on Literacy, Network europeo per la lettura ELINET – le partecipanti analizzeranno le migliori pratiche di lettura su base internazionale, offrendo anche un excursus sull’evoluzione della lettura in Europa e introducendo le linee guida di promozione della lettura per i diversi target di età. Al termine degli appuntamenti, verrà rilasciato ai partecipanti che ne faranno richiesta un attestato con l’indicazione delle ore di frequenza, valido ai fini della formazione del personale docente della scuola.

La partecipazione alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna si inserisce dunque nel complesso e vasto quadro di attività che il Centro per il libro e la lettura persegue con l’obiettivo di promuovere la lettura nelle scuole, far conoscere la rete delle biblioteche di pubblica lettura, valorizzare le opere di autori contemporanei, realizzare campagne informative per la promozione della lettura attraverso i media e sostenere la diffusione del libro, della cultura e degli autori italiani all'estero. Un impegno continuo e costante che il Centro per il libro conduce anche a livello internazionale, stringendo nuove collaborazioni e rafforzando quelle già avviate, nel segno di una condivisione di intenti che la presenza di Renate Valtin e Christine Garbe – ospiti della Conferenza Internazionale – evidenzia e testimonia.

 

Ex Libris Comunicazione
Tel. +39 02 45475230 Fax +39 02 89690608
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Carmen Novella: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; 335 6792295

A COMPAGNA

VENERDI’ 23 MARZO 2018 ALLE ORE 17.00 NELL’AULA SAN SALVATORE IN PIAZZA SARZANO A COMPAGNA ORGANIZZA LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO COÆ DE MANGI” CHE CONTIENE 165 RICETTE DI CUCINA PROPOSTE DA 104 SOCI DE A COMPAGNA. INGRESSO LIBERO.

 

Venerdì 23 marzo 2018 alle ore 17.00 nell’Aula San Salvatore in piazza Sarzano, dall’uscita della metropolitana, A Compagna organizza la presentazione del libro: Coæ de mangiâ” cui hanno contribuito 104 soci de A Compagna con una o più ricette di cucina scritte in genovese con testo italiano a fronte per un totale di 165 ricette.

 

INGRESSO LIBERO

 

Il mangiare è così importante che certamente ognuno di noi ha un piatto preferito, frequentemente legato a un episodio della vita, a un ricordo particolare. E allora perché, visto che i soci della Compagna hanno “Coæ de contase” (il titolo del primo libro fatto da loro), stavolta non domandiamo loro di raccontare una ricetta? Così è nato il secondo libro dei soci della Compagna: “Coæ de mangiâ”, un libro in cui 104 soci ci raccontano 165 ricette di cucina, quelle che ogni socio ha voluto raccontare: ci sono gli ingredienti, la preparazione e, spesse volte, qualche commento sulla bontà del piatto o qualche consiglio sul vino da accostare. Ma forse la cosa più interessante è il ricordo che accompagna la ricetta e dove viene spiegato perché l’autore ha ritenuto di raccontare quella ricetta e non un’altra.

Un libro divertente, bello, interessante e importante per far conoscere al mondo cosa è Genova, cosa sono i genovesi e per aprire la cassaforte nella quale gente un po’ rude conserva un tesoro qui rivelato con le parole del cuore.

 

Franco Bampi, Presidente de A Compagna

 

Per le rassegne fotografiche segui il link:
http://www.acompagna.org/rf/index.htm

 

La conferenza si tiene nell’Aula San Salvatore della Scuola Politecnica dell’Università di Genova in Sarzano (350 posti a sedere). Si tratta della chiesa sconsacrata che è sulla piazza ed è raggiungibile, oltre che con la metropolitana, da piazza Carignano percorrendo il ponte di Carignano (via Ravasco) oppure lungo la direttrice piazza Dante, Porta Soprana, via Ravecca, Sarzano.

 

 

Il libro sarà presentato in anteprima

sabato 17 marzo 2018 alle ore 11

al Salone alimentare Ligure

che si terrà a Finalborgo nel Complesso monumentale di Santa Caterina, Sala Liguria

 

CUCINA UPS

CUCINA UPS  

Martedì 20 Marzo 2018  -  ore 16,30

PRESENTAZIONE LIBRO

 

PERLE DI CUCINA DELLE CINQUE TERRE

Di Giovanna Benetti 

 

“la cucina delle 5 Terre, pur essendo una cucina povera, è piena di fantasia, ma soprattutto è sana, quindi da prendere ad esempio; è inoltre una cucina erede di una tradizione millenaria legata molto alla storia del territorio”.

Il libro della giornalista enogastronomica G. Benetti . “Perle di cucina delle 5 Terre”, Luna Editore, è un libro di ricette-aneddoti raccontati dagli stessi protagonisti intervistati dall’autrice.

Non mancherà degustazione di prodotti tipici del Levante!.

Come sempre l'evento si svolgerà nella sede dell'Uni. Pop. Sestrese (nell'omonima piazzetta alle spalle del Teatro Verdi di Piazza Oriani Ge/Sestri P.).

L'ingresso è libero!

 

Piero Tammaro

 

cell.3930633559

 

BARCHE D'EPOCA E CLASSICHE IMBARCAZIONI IN LEGNO, IL RESTAURO CONSAPEVOLE

Imbarcazioni in legno, il restauro consapevole. Progettare e realizzare un intervento efficace.” Questo il titolo del libro di Leonardo Bortolami, edito da Il Frangente, che tratta il tema del restauro delle imbarcazioni storiche e classiche in legno con un approccio scientifico ed innovativo. L’autore analizza le tematiche da una prospettiva sia pratica sia teorica spaziando da consigli pratici sul come identificare e risolvere le problematiche, ad interessanti spunti di riflessione sui dilemmi del restauro del patrimonio marittimo.

Secondo l’autore “un’imbarcazione storica testimonia qualcosa in più di un pregevole manufatto: è lo specchio di una tradizione costruttiva e di utilizzo tramandata da generazioni, espressione della cultura e degli stili di vita delle comunità. Restaurare un’imbarcazione, consolidarne le strutture e trattarne le superfici contro il degrado è molto più che una sequenza di operazioni sulle componenti del bene: è un gesto che crea continuità tra il passato e le generazioni future. Pertanto i criteri e i metodi di intervento non dovrebbero essere dettati dall’improvvisazione o esclusivamente da esigenze economiche.” L’autore ha stabilito un punto di contatto tra gli aspetti teorici-accademici con quello pratici-cantieristici: il suo libro segna il punto di incontro dei due mondi nell’ambito del restauro nautico. Il pragmatismo che l’attività professionale gli impone, assieme alla passata formazione universitaria, gli hanno consentito di lavorare ad una pubblicazione che si rivolge agli addetti al settore, studenti, amatori ed armatori desiderosi di approcciarsi ad un intervento di restauro con consapevolezza. 

In ogni intervento, sia esso una manutenzione ordinaria o un restauro, il messaggio di testimonianza storica che un’imbarcazione porta con sé viene messo a rischio. L’abilità del progettista e la perizia del cantiere esecutore dell’intervento possono garantire la buona riuscita dell’operazione. Tuttavia ciò non è sempre sufficiente. Ci viene in aiuto la disciplina del restauro nella sua accezione più generale, che l’autore analizza attraverso un excursus dei principi fondanti applicati all’ambito nautico. In questo ambito teorico il libro fornisce indispensabili indicazioni sul come controllare e calibrare l’impatto delle lavorazioni sullo stato di fatto della barca. Il libro inoltre raccoglie fotografie, disegni costruttivi d’epoca e schematizzazioni delle tecniche d’intervento, oltre che sezioni nelle quali sono riportate delle tabelle informative strutturate per rendere la vasta quantità di informazioni facilmente consultabile all’occorrenza.  Le componenti delle imbarcazioni, le loro criticità e le possibili soluzioni trovano ampia trattazione garantendo risposte anche a coloro che amano eseguire i lavori in autonomia e che utilizzeranno questo libro come un manuale vero e proprio. Una sezione dedicata ai legnami, vernici, pitture, stucchi e materiali per il calafataggio, sia tradizionali sia moderni fornisce preziose indicazioni sulla formulazione delle “ricette” del passato e l’impatto delle nuove tecnologie sulle strutture di una barca storica.  

 

Leonardo Bortolami si laurea in Design navale e nautico frequentando il corso interateneo tra Università di Genova e Politecnico di Milano. L’esecuzione personale di lavori di restauro e di manutenzione gli consentono di approfondire la conoscenza delle problematiche e dei fenomeni degradativi tipici dei materiali costruttivi tradizionali, anche sperimentando soluzioni innovative. Prosegue la formazione con il dottorato in Tecnologia dell’Architettura presso l’Università di Ferrara, svolgendo una ricerca sull’identificazione di linee guida per il restauro di imbarcazioni con struttura in legno e composita legno-metallo, applicando personalmente le proprie conoscenze al caso studio Acanto, Dragone in legno del 1966. Il restauro di Acanto riceve diversi riconoscimenti tra cui il premio internazionale come miglior restauro sotto i 40 piedi dalla rivista britannica Classic Boat.

 

2018 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica