NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Notizie

Seleziona una categoria tra quelle elencate qua di seguito, poi seleziona un articolo da leggere.

HARLEY DAVIDSON ROMBA A VARAZZE

 

 

 

3rd Run to the Beach - con il raduno delle Harley Davidson romba a Varazze il grande mito americano

 

Con la primavera, riparte la stagione dei grandi raduni. Dopo il successo delle due grandi edizioni precedenti, gli Hells Angels MC di Savona hanno nuovamente scelto Varazze per la terza edizione di RUN TO THE BEACH. 

 

Cresce, infatti,  l’attesa, per il raduno, che sabato e domenica 26  Maggio porterà a Varazze appassionati di Harley da tutta la Liguria e da tutto il nord Italia. 

Il raduno offrirà ai visitatori un ricco programma di eventi paralleli a partire dalle 14:00 del sabato, fino alle 20:00 del giorno dopo! 


Un vero e proprio Harley Village che ospiterà musica dal vivo, dj set, stand gastronomici, merchandising in perfetto stile Harley, evolution sui quad  e che farà da corollario alle bellissime motociclette che saranno in bella mostra sul Molo del Surf, su Piazzale De Gasperi e in Viale Nazioni Unite, quest'ultimo chiuso al traffico tutto il giorno di Domenica 27 Maggio.

 

Bettina Bolla

VARAZZE COME LE CINQUE TERRE

 

 

 

Varazze al via il piano colore: “Varazze come le Cinque Terre”.

Un progetto ambizioso che sarà presentato il 29 Maggio alle ore 15:00 al Teatro Don Bosco 

 

“Le facciate colorate delle cinque terre – scrive Emilio Casalini, giornalista di Report in “Rifondata sulla Bellezza” – se private delle loro sfumature di gialli e rossi, sembrerebbero delle costruzioni abusive che rovinano la bellezza della scogliera. I colori creano un’Immagine che tolgono il fiato. La stessa che i turisti fotografano e condividono sui social, stimolando la curiosità di milioni di potenziali visitatori”.

 “L’architettura deve rispettare il luogo, integrarsi con esso, ascoltare cioè il suo “genius loci”, scrive l’architetto norvegese Christian Norberg-Shulz. E Quale strumento migliore del colore per raccontare l’anima dei nostri luoghi?

 

Il Progetto del Piano Colore, che sarà presentato ufficialmente Martedì 29 Maggio alle ore 15:00 presso il Teatro Don Bosco parte proprio da questo presupposto: raccontare i luoghi e renderli identitari proprio attraverso l’uso del colore. 

All’evento, organizzato dall’Assessorato all’Urbanistica ed Edilizia privata del Comune di Varazze, che vede l’Assessore Massimo Baccino come promotore e coordinatore, parteciperanno come relatori gli architetti Simonetta Barozzi, Marta Scapolan e Chiara Tiscornia. 

A Moderarlo saranno l’Assessore Massimo Baccino, l’architetto Giovanna Berrino, responsabile ufficio edilizia e urbanistica del Comune di Varazze e l’architetto Michela Biggi, Presidente della Consulta Urbanistica e Territorio. 

 

 

 

 

“Il Piano del Colore – afferma l’Assessore Baccino - ha come obiettivo principale la riqualificazione dell’immagine della Città, la conservazione e la tutela del patrimonio edilizio e la conseguente valorizzazione del paesaggio urbano. Svolge, inoltre, una funzione di indirizzo e controllo. Infatti, gli antichi colori rivivranno e i nuovi colori non litigheranno con i vecchi. Il progetto, tutto firmato al femminile,  Simonetta Barozzi, Marta Scapolan e Chiara Tiscornia. con il coordinamento di Giovanna Berrino, responsabile del settore urbanistica del Comune di Varazze, ha previsto una serie di analisi, rilievi e schedature per salvaguardare il patrimonio cromatico di Varazze e che hanno portato, seguendo tre fasi finalizzate a sopralluoghi, rilievi e schedature, alla messa a punto della tavolozza dei colori. 

Durante l’incontro, - afferma l’Assessore all’urbanistica Massimo Baccino, invitando gli addetti ai lavori e tutta la Cittadinanza a partecipare, sarà spiegato l’obiettivo del progetto. Il recupero delle facciate degli edifici del centro storico cittadino e dei nuclei storici frazionali, la formulazione di un quadro delle cromie esistenti, l’individuazione delle tecniche e materiali impiegati nella realizzazione degli intonaci e l’identificazione delle tipologie e dei prodotti idonei per gli interventi di recupero.”.

“Il “progetto colore” – conclude Baccino – sarà  accompagnato da una serie di misure economiche. L’Amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Alessandro Bozzano, intende proporre infatti un’importante serie di agevolazioni economiche per recuperare il patrimonio edilizio ed in particolare l’esenzione totale dal pagamento dell’imposta sul suolo pubblico  per i primi 120 giorni a favore dei proprietari di immobili, che intendono procedere al ripristino ed al rifacimento delle facciate, del centro storico cittadino e dei nuclei storici frazionali, presi in esame dal Piano Colore.

 

 

Bettina Bolla 

 

EBT - EXCLUSIVE BRANDS TORINO

 

 

 

EBT - EXCLUSIVE BRANDS TORINO, la rete di imprese che opera nell’ “alto di gamma” e che oggi vanta la presenza di 17 prestigiose aziende appartenenti a settori di punta del Made in Italy, mette in mostra le sue eccellenze a Milano.

 

Un evento unico, che si inserisce nella cornice internazionale della settimana del Salone Internazionale del Mobile di Milano. L’appuntamento, inserito nel contesto del Fuorisalone, si è svolto oggi pomeriggio presso una sede d’eccezione: l’Unicredit Tower in piazza Gae Aulenti.

 

Una location prestigiosa, in cui le aziende della rete hanno dato vita, in un’area di oltre 300 metri quadrati, a una suggestiva exhibition, con esperienze interattive e sensoriali che spaziano dal gusto sino alle percezioni stimolate dai prodotti di design in originali abbinamenti. I performer Project-TO hanno presentato un live set di musica elettronica e visual che, sotto forma di installazione cross mediale, ha pervaso gli spazi verticali della Tree House, alternando performance live con proiezioni immersive durante tutta la giornata.

 

Le eccellenze di EBT raccolgono il meglio di diversi settori: dall’oreficeria all’alimentare, al vitivinicolo, alla moda e al design, all’aerospazio, al tessile, all’editoria, fino alle essenze e profumi. Prodotti di charme e qualità, che puntano molto sulla clientela internazionale: proprio da quest’esigenza nasce l’idea di sfruttare la rampa di lancio del capoluogo lombardo per raggiungere il pubblico del Salone del Mobile, uno dei più qualificati ed internazionali, una vera vetrina sul mercato globale sensibile al bello italiano.

 

Siamo molto orgogliosi – spiega Paolo Pininfarina, Presidente di EBT – di questo evento, che mostra, una volta di più, come l’unione faccia la forza. Questa rete è un caso raro: le nostre aziende non appartengono alla stessa filiera, ma riescono a sviluppare sinergie, mettere insieme i punti di forza comuni e valorizzare le reciproche eccellenze. Uno splendido esempio ne è la composizione living di furniture design che abbiamo presentato oggi, nata in collaborazione tra Pininfarina Extra e L’Opificio, altro partner della rete. Nessun’altra città, se non Torino, può permettersi di andare a Milano e dirsi all’avanguardia in tanti settori. Questo patrimonio di competenze e di risorse è prezioso e va esibito al pubblico internazionale”.

 

EBT, infatti, promossa dall’Unione Industriale di Torino, con il contributo della Camera di commercio e il sostegno del Ceipiemonte, fornisce un supporto mirato per lo sviluppo e l’internazionalizzazione dei prodotti e dei marchi delle aziende partecipanti sui mercati esteri, con particolare attenzione a quelli più sensibili alla qualità del prodotto italiano e a quelli più dinamici.

 

“Per UniCredit essere partner di EBT - ha dichiarato il regional manager Nord Ovest Stefano Gallo - conferma il nostro interesse sia per l’attività di EBT a supporto dello sviluppo delle aziende aderenti, sia più in generale per lo sviluppo delle eccellenze del nostro territorio nel mondo. Come partner collaboreremo con la rete proprio per creare  sinergie sul territorio italiano e all’estero. Per noi è importante sostenere e valorizzare i punti di forza del Made in Italy, perché riteniamo che il valore aggiunto che una banca può dare al Paese oggi passi anche nella capacità di fare crescere le aziende nei territori in cui opera”

 

La rete EBT si avvale di 6 partner ufficiali e, nel corso di questi anni, ha sviluppato una diffusa presenza in oltre 60 Paesi del mondo, ove è presente con almeno una sede o una filiale di una delle aziende. Europa e Asia sono i continenti in cui la presenza è maggiormente sviluppata.

 

Ma le performance della rete non si limitano alla diffusione geografica: dal 2011 tutti gli indicatori economici fanno registrare significativi progressi. I dipendenti sono cresciuti dagli iniziali 306 a 652 unità nel 2017, mentre l’export, che rappresenta il 51% del fatturato totale della rete, dalla nascita nel 2011 risulta più che raddoppiato, passando da 38 milioni a 81,7 nel 2017. Un andamento che va di pari passo con quello del fatturato, il cui valore iniziale, pari a 75 milioni, è cresciuto a 86 nel 2015, ed esploso nel 2017, raggiungendo quota 159,5, con un incremento dell’85%, grazie anche all’ingresso in rete di 3 nuove aziende nel corso dell’ultimo anno.

 

La prossima tappa di EBT, in settembre, sarà Londra, per continuare a dare una sempre maggiore visibilità internazionale alla rete e alle aziende che ne fanno parte, con i loro prodotti e i loro prestigiosi marchi di eccellenza italiana. 

 

UNA CASA PER I VINI ROCK: APRE A LONIGO L’ENOTECA DEI COLLI BERICI

Appuntamento venerdì 23 marzo 2018 alle ore 12.00 al Palazzo Pisani di Lonigo (Vicenza). Padrino dell’evento il Sommelier Alessandro Scorsone

I vini dei Colli Berici hanno una nuova dimora. Venerdì 23 marzo 2018 il Consorzio Vini Colli Berici e Vicenza apre al pubblico L'Enoteca dei Colli Berici, un nuovo spazio dedicato alla promozione dei vini della denominazione allestito all’interno del cinquecentesco Palazzo Pisani di Lonigo (Vicenza). L’inaugurazione è prevista alle ore 12.00 e padrino dell’evento sarà Alessandro Scorsone, Sommelier e Maestro Cerimoniere della Presidenza del Consiglio dei Ministri. La sala di Palazzo Pisani, sede del Consorzio, ospiterà anche l’ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica del Comune di Lonigo, che gestirà tutta l’area berica.

“L’enoteca – spiega Silvio Dani, Presidente del Consorzio Vini Colli Berici e Vicenza – è un progetto fortemente voluto da tutto il Consorzio, una dimora per i vini prodotti all’interno della DOC Colli Berici. Nasce come luogo di incontro e scambio per i nostri produttori e per rafforzare ancora di più il senso di identità e di appartenenza al territorio, perfettamente espresso al suo interno con l’esposizione dei vini delle aziende del Consorzio. Siamo felici che la sede di Palazzo Pisani ospiti anche la sede dello I.A.T., dato che condividiamo con loro molti valori. Uno su tutti, la volontà di valorizzare al meglio il nostro territorio, ancora poco conosciuto, ma che ha moltissimo da dare sia dal punto di vista turistico che enogastronomico”.

Lo spazio dell’enoteca potrà accogliere fino ad un massimo di 50 persone e ospiterà degustazioni, incontri e corsi di formazione che avranno come punto cardine i vini dei Colli Berici, chiamati #bericirock dal legame con la pietra che caratterizza questo territorio e il loro carattere. La sala sarà aperta dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.00, mentre sarà disponibile su prenotazione per le serate e nei giorni festivi.

La nuova enoteca sarà presentata poche ore prima dell’apertura della 532^ Fiera di Lonigo e, in occasione del ricco weekend, la sala ospiterà quattro degustazioni guidate da Giovanni Ponchia, Direttore del Consorzio, dedicate ai vini della DOC. Alle 16.00 di sabato 24 marzo Tutti i colori dei Colli Berici, con due bianchi e due rossi del Consorzio, e alle 18.00 Le vigne del Palladio, con i prodotti di quattro vigneti coltivati attorno ad altrettante ville palladiane. La giornata di domenica 25 marzo sarà invece tutta dedicata ai rossi del Consorzio, con le degustazioni Cabernet vs Merlot alle 16.00 e Tai Rosso e Carménère alle 18.00.

Il costo di ciascuna degustazione è di 5€. Il biglietto sarà acquistabile solamente in loco poco prima dell’inizio del tasting, è però possibile riservare un posto contattando il Consorzio Vini Colli Berici e Vicenza all’email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o al numero 0444896598. Per informazioni visitare il sito consorzio.bevidoc.it.

 

Michele Bertuzzo

347 9698760 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

IL SACCHETTO PER L’ORGANICO INDOSSA LE BRETELLE: VIROSAC LANCIA PROXSAC BIO

IL SACCHETTO PER L’ORGANICO INDOSSA LE BRETELLE: VIROSAC LANCIA PROXSAC BIO

L’innovazione in casa Virosac non termina la sua corsa. L’azienda trevigiana apre il 2018 inaugurando PROXSAC BIO, il nuovo sacco biodegradabile e compostabile, dotato di pratiche bretelle per agevolare la chiusura e il trasporto dei rifiuti organici.

Quando il gioco si fa Bio, Virosac continua a giocare: nasce PROXSAC BIO, il sacco per la raccolta dei rifiuti organici che, grazie alla pratica forma a shopper, garantisce funzionalità e comodità per chiusura e trasporto della spazzatura.

La grande famiglia Virosac amplia una linea che aveva già conquistato i consumatori, con le recentissime confezioni dotate di profumazioni, per offrire un rimedio alla sensazione maleodorante data dai rifiuti. Ora PROXSAC è anche BIO, ed intende assecondare le esigenze di un mercato sempre più sofisticato ed attento alla salvaguardia dell’ecosistema.

A fare la differenza sono le bretelle, che permettono una facile chiusura dei sacchetti. Inoltre, la saldatura a stella antigoccia assicura la massima tenuta del materiale, evitando gli strappi derivati dalla concentrazione del peso sul fondo del sacco. Grazie alle pratiche bretelle, il trasporto sarà ancora più agevolato.

Dal 1991 l’azienda si caratterizza per lo studio e la produzione di sacchetti ecosostenibili, promuovendo un’ampia gamma riconosciuta dalle Certificazioni CIC e OK COMPOST, secondo la normativa “UNI EN 13432”, che attesta l’osservanza di tutte le normative europee per la biodegradabilità e la compostabilità.

Il prodotto e la confezione, che riportano l’indicazione della data di produzione, sono infatti completamente biodegradabili e compostabili: in soli 90 giorni, il sacco si trasforma in compost e consente di ricavare concime fertilizzante, per rispettare pienamente l’equilibrio ambientale.

PROXSAC BIO è frutto di numerosi investimenti attuati recentemente dall’azienda trevigiana, in termini di innovazione, ricerca, strutture organizzative e tecnologia. Un prodotto 100% green ma che non tralascia robustezza e resistenza, per contribuire alla qualità della vita delle famiglie italiane e continuare a guidare il mercato.

***

Da oltre 40 anni Virosac è leader nella produzione di sacchi per rifiuti e di prodotti per la gestione della casa, grazie ai considerevoli investimenti in tecnologia, innovazione e strutture organizzative, applicati negli anni.

Il potenziamento degli aspetti distintivi e dell’innovazione qualitativa hanno apportato un importante valore aggiunto per l’azienda, che ha visto incrementare considerevolmente la solidità economica e finanziaria, rafforzando la leadership del Made in Italy nel segmento Bio. Virosac è infatti in prima linea nel sostenere l’utilizzo di materiali ecologici e riciclabili, in un quadro di eticità e continua ricerca: ad avvalorare la filosofia del marchio, le recenti certificazioni di sistema Internazionali su sicurezza, qualità e ambiente, oltre al “Bollino Etico Sociale”, hanno elevato l’azienda di Pederobba (TV) a realtà di primo livello nazionale.

www.virosac.it

Press Contact Virosac
Studio Monika Carbonari - Tel 049/775020
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. www.studiomonikacarbonari.it

FESTIVAL DELLE GEOGRAFIE 2018 A LAVAGNA

Sabato 24 marzo 2018, alle 11, alla Scuola Alberghiera di Lavagna, in piazza Guglielmo Bianchi,1, conferenza stampa di presentazione della seconda edizione del “Festival   delle Geografie 2018”, in programma da venerdì 6 a domenica 8 aprile.

Il Festival delle Geografie, l’unica manifestazione in Italia dedicata alle geografie e intitolata alla figura di Matteo Vinzoni, illustre cartografo nato e vissuto tra Bonassola e Levanto nel XVIII secolo, è anche la  geografia che non sta mai ferma,  che si muove nei territori, a piedi, in bicicletta, in barca, a tavola. Il Festival è organizzato con il patrocinio della Regione Liguria , dalla cooperativa Officina del Levante, in collaborazione  con i  comuni di Framura, Bonassola, Moneglia e Levanto, Baie del Levante, con il Club per l’Unesco di  Levanto e Cinque Terre, la  Fondazione Palazzo Ducale Genova, il Fai – Fondo Ambiente Italiano e altri partner.

La tre-giorni di Festival  delle Geografie ospiterà  laboratori di scuola-lavoro , escursioni , concerti musicali, mostre,  conferenze- spettacolo  e tanti ospiti.

Al termine della conferenza stampa,  che avrà una  scenografia   fatta con i mappamondi  prodotti da  un’azienda  di San Colombano Certenoli, in Val Fontanabuona ed esportati  in oltre settanta  Paesi e  distribuiti  in cinque Continenti , saranno di scena le Geografie del Cibo, con le eccellenze agrolimentari del territorio.

 

RIVETTO DAL 1902 - NOTIZIE DAL CAMPO

L'ora del Cornoletame

I preparati biodinamici apportano un sostegno qualitativo all’organismo agricolo, non quantitativo. La vite tesse l’energia che le occorre dal Sole, mentre la materia le proviene dal suolo. La forza vitale e gli equilibri dinamici che ci proiettano dalla vigna alla cantina, e infine nel bicchiere, sono potenti e tuttavia fragili...
LEGGI TUTTO QUI
 

RIEDEL CONTINUA LA SUA COLLABORAZIONE CON LA ELTON JOHN AIDS FOUNDATION

La collaborazione iniziò nel 2017 con un decanter speciale appositamente creato e nel 2018 continua con “AYAM Rainbow”. In molte culture i colori dell’arcobaleno rappresentano tolleranza, accettazione, diversità e speranza, e questi valori oggi sono più importanti che mai. Riedel torna quindi ad utilizzare questo elemento stilistico, aggiungendo questa volta anche la linea color argento.

“Sir Elton John fondò la Elton John AIDS Foundation 25 anni fa. Per questo abbiamo aggiunto a questa serie limitata il colore argento, proprio per rendere omaggio e celebrare il venticinquesimo anniversario della Fondazione”, dichiara Maximilian J. Riedel, undicesima generazione e CEO della rinomata azienda di famiglia austriaca.

Inoltre, tutti gli AYAM Rainbow della collezione presentano la firma originale di Sir Elton John, particolare che renderà a tutti gli effetti ognuno dei 75 decanter - realizzati a mano in fine cristallo nella vetreria di Kufstein - un vero e proprio pezzo unico, un capolavoro ricercato ed esclusivo. 

“Solitamente le nostre limited edition prevedono un massimo di 50 unità. In questo caso abbiamo aggiunto 25 decanter in onore dell'importante anniversario della Fondazione”. 

Maximilian J. Riedel

Riedel donerà 25,000.00 euro del ricavato alla Elton John AIDS Foundation.

Il design straordinario del decanter Ayam – realizzato da Maximilian Riedel – è stato presentato nel 2016. Si tratta di uno strumento per la degustazione del vino che consente la doppia decantazione, ovvero permette al vino di aprirsi nel momento stesso in cui viene versato nel e dal decanter. Infatti, quando il liquido viene versato o agitato all'interno di Ayam è possibile udire un gorgoglio, segno che il vino si sta rapidamente ossigenando.

L’edizione speciale Ayam Rainbow ha un volume maggiore rispetto alle misure standard degli altri decanter di casa Riedel. Inoltre, è soffiato con effetto ottico, dettaglio che aggiunge lucentezza nel momento in cui cambia l’incidenza della luce. La sua lavorazione è estremamente complessa: solo un soffiatore esperto della vetreria Riedel a Kufstein possiede le capacità necessarie per produrlo e, per questo motivo, il nome del maestro vetraio è specificato sul certificato di ogni pezzo, documento che riporta anche il numero seriale della limited edition.

Per maggiori informazioni e per scoprire l’intera gamma di prodotti Riedel, visitare il sito www.riedel.com

Valentina Fraccascia

Corso San Gottardo 19 - 20136 Milano

Cell: +39.348 3633000

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

2018 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica