Approvo

Recensioni

A SETTEMBRE TORNA IL MEMORIAL GIANCARLO TURRI:  “4 PASSI TRA OLIVI E VIGNE DEL GARDA”

Sabato 16 settembre a Cavaion Veronese la quarta edizione della gara podistica organizzata dal Frantoio Turri. 
Due percorsi nell’entroterra gardesano, iscrizioni aperte

Una gara podistica non competitiva tra gli olivi e le vigne delle colline del Garda. A Cavaion Veronese (Verona) sabato 16 settembre 2017 torna “4 passi tra gli olivi e le vigne del Garda”, la quarta edizione della manifestazione sportiva organizzata dal Frantoio dei Fratelli Turri, in collaborazione con Fiasp e Verona Garda Bike, con il patrocinio del comune di Cavaion Veronese. 
Un evento dedicato a Giancarlo Turri, fondatore dell’azienda, che oltre ad essere un imprenditore innovativo - tra i primi ad introdurre in frantoio la molitura a ciclo continuo – è stato un eccellente sportivo. “Mio padre Giancarlo – dice Laura Turri, co-titolare dell’azienda insieme ai fratelli Mario, Luisa e Giovanni – nel mondo dell’olio ha portato innovazione. Nella vita privata aveva uno spirito sportivo forte, credeva molto in una vita sana, nel movimento e nella corretta alimentazione. Così nasce un Memorial per tutti gli amanti della corsa e del nostro territorio, come lui”.
Gli atleti iscritti al Memorial hanno a disposizione due tracciati, rispettivamente di 6 e 12 chilometri. Il primo prevalentemente pianeggiante, tra vigneti, oliveti e aziende agricole. Il secondo pensato per i più sportivi, con un tracciato in collina che conduce i partecipanti fino al monte San Michele, dove domina l'abitato storico di Cavaion. Entrambi i tracciati sono pensati per scoprire l’entroterra gardesano dal punto di vista paesaggistico e culturale, attraverso il centro storico, gli introi e gli oliveti di Cavaion Veronese. Per tutti la partenza è alle 16.30, dal frantoio della famiglia Turri. Ai primi 1000 iscritti sarà consegnato un pacco gara con una bottiglia di olio extra vergine di oliva Turri 100% italiano, una bottiglia di vino Lamberti e una tovaglietta ricordo della corsa. Informazioni per le iscrizioni: per i partecipanti di lingua tedesca Gianluigi 338 2663474; per partecipanti di lingua italiana Marcellino 335 7542254 per partecipanti di lingua inglese Nicola 349 4942911. Sito e mail: www.fiaspverona.org - info@fi aspverona.org.

Info in breve
Quando: sabato 16 settembre 2017
Dove: Cavaion Veronese (Verona)
Orari: partenza alle 16.30 dall’azienda Fratelli Turri (Strada Villa n.9)
Modalità di partecipazione
Informazioni per iscrizioni: per partecipanti tedeschi Gianluigi 338 2663474; per partecipanti italiani Marcellino 335 7542254 per partecipanti di lingua inglese Nicola 349 4942911. Manifestazione ludico motoria Omologata dal Comitato Provinciale FIASP di Verona (n. di omologa 027/2017 del 16/03/2017) e valida per concorsi I.V.V., Piede Alato FIASP e Podismo Rosa Provinciale. - 

www.fiaspverona.org - info@fi aspverona.org
Press info:
Claudia Zigliotto

“Varazze è moda sotto le stelle”: moda, cabaret, spettacolo per bambini e musica coinvolgente...tutto in una sera

 

 Varazze - Venerdì 28 Luglio alle ore 21:00, in piazza Sant’Ambrogio, nel cuore di Varazze, prenderà il via una serata entusiasmante, dove risate, moda, magia e musica si fondono.

Nato dalla collaborazione tra Il Borgo e la Croce Rossa Italiana Comitato di Varazze lo spettacolo di beneficenza “Varazze è moda sotto le stelle”, dopo aver registrato nella scorsa edizione il tutto esaurito, si appresta a ripetere il grande successo del 2016.
 
Gli organizzatori, infatti, hanno voluto mantenere lo stesso format, aggiungendo alcune novità: la sfilata di  moda e gioielli di alcuni negozi presenti nel borgo si alternerà con lo spettacolo dell’eclettico attore e cabarettista Maurizio Lastrico, noto per la sua partecipazione al programma Zelig di Canale 5 e a quello dei Vegetti, Beppe e Gino, all’anagrafe Gianni D’Aliesio e Alfredo Valle, del Teatro Don Bosco, protagonisti dell’omonima sitcom on line girata nei posti più caratteristici della Liguria, dove il classico “mugugno” ligure rimane il filone principale. 
Quest'anno si è pensato anche ai bambini con il beniamino dei più piccoli: il Mago Gentile, il divertentissimo illusionista prestigiatore protagonista di alcuni dei programmi più amati dai ragazzi da Disney Club a Gulp Magic, dallo Zecchino d'Oro alla Posta di YoYo, da Cartoon Magic alla Melevisione.
Ospite musicale della serata, presentata da Donatella Casari, sarà Nicole Magolie, vocalità straordinaria e grande presenza scenica sono le sue caratteristiche. Il suo vastissimo repertorio dalle sonorità pop lounge/soul/r'n'b' spazia dagli anni '70 a oggi. Come cantante e ballerina si è esibita in tutto il mondo prendendo parte a numerose produzioni internazionali.
Durante la manifestazione saranno raccolti fondi per la Croce Rossa di Varazze; si potrà infatti assistere alla serata, comodamente seduti con posto assegnato, con una oblazione a partire da 15 euro. La prevendita dei biglietti e si possono prenotare i biglietti telefonando al numero 019/930679. 
 
Prima e dopo la manifestazione nel Borgo ritorna la seconda edizione di Musica e sapori del Borgo un percorso eno-gastronomico a zonzo per il centro storico e per i suoi splendidi locali, dove il dress code sarà il bianco.

Bettina Bolla 

I-STYLE SU L’ALTRAITALIA.IT

Nasce la rubrica dedicata alle tendenze di stile nei settori dell’enogastronomia, ma anche moda, motori e lifestyle in generale

 

Nasce I-Style, la nuova rubrica di L’Altraitalia.it, il primo giornale online di buone notizie dall’Italia. E’ ideata e curata da Lorenzo Palma con forte passione per il giornalismo, con il quale è cresciuto perché figlio d'arte (Marco Palma è lo storico giornalista Mediaset), lo ha fatto scrivere in un settore particolare ma di grande interesse: l'enogastronomia. Diplomato alla FIS - Fondazione Italiana Sommelier - ha coronato un sogno nato fin da bambino tra le cantine Antinori.

I-Style parte con una indagine raffinata intitolata La guerra dei tappi in cui “sigillare” è la parola d’ordine forte e chiara che viene dal Nuovo Mondo del vino, dove il tappo a vite sarebbe una garanzia per produttori e consumatori. Interessante intervista a Roberto Anselmi che parla della nuova annata, dei suoi vini e di un sogno del cassetto…

Lorenzo Palma è nato a Roma nel 1992, gli studi liceali e universitari a indirizzo economico lo hanno portato ad esprimere il suo interesse e la sua capacità nel mondo societario, intraprendendo la carriera come Brand manager di Imagina Srl, con ragione sociale nella capitale ma operativa su tutto il territorio nazionale.  "Fresco" di un'esperienza americana nata da un progetto: quello di far parte di  Wine-Bar Ombra, all’interno del ristorante Amici, nel cuore di Hollywood, nella californiana Los Angeles; con la diretta responsabilità di importazione dei vini, messi poi in carta, non solo Made in Italy ma anche di provenienza internazionale. Un locale di assoluta eccellenza frequentato quotidianamente da star del cinema internazionale, da politici e manager del mondo dell’imprenditoria americana. Il suo studio sempre aggiornato nell'enologia globale, e l'ampio portfolio di contatti con le aziende, danno vita a numerose collaborazioni nel settore della carta stampata. Ne consegue la competenza enogastronomica accresciuta nel tempo.

*L’ALTRAITALIA è online dal 20 novembre 2014 ed è il primo giornale online di buone notizie dall’Italia. E’ una vetrina di eventi e attualità che descrive, senza condizionamenti, il bello e le risorse del nostro Paese. Le rubriche dedicano spazio al turismo con itinerari di viaggio da nord a sud dell’Italia, al mondo dei vini e dei sapori, allo stile e i piaceri della vita, agli avvenimenti di cultura e intrattenimento e alla cura e benessere del corpo e dell’anima.

Non mancano i pareri esperti su temi di ogni genere attraverso la realizzazione di interviste e inchieste. Tra le rubriche una fissa di Oscar Farinetti intitolata "Le Cose Buone da “Oscar” dove l’imprenditore e scrittore racconta ai lettori di L’ALTRAITALIA le cose positive che vede in giro e “Il Meglio del Sud” dedicata alle persone e alle piccole realtà imprenditoriali che fanno la differenza nel Mezzogiorno e curata dalla food blogger pugliese Adele Rizzi. 

L’ALTRAITALIA | Registrazione Stampa n.3 del 20 novembre 2014 presso il Tribunale di Belluno Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Direttore Responsabile – Stefania Mafalda, Logo Concept – D-Istinct, Restyling e Ottimizzazione SEO – Nodopiano.

 

Cocco...Wine 2017! 2 e 3 settembre a Cocconato d'Asti

 

SABATO 2 SETTEMBRE e
DOMENICA 3 SETTEMBRE 
2017

Cocconato si trasformerà in una virtuale strada del vino, in cui si alterneranno gli assaggi dei vini ai prodotti tipici del territorio. Tutto il centro storico del paese sarà animato, ospitando le aziende vinicole di Cocconato e del Monferrato.
In particolare le aziende vinicole di Cocconato formeranno un esclusivo “Salotto di Cocco…Wine”. 
Due “Isole del Vino” completeranno l’offerta della degustazione: il tema ed i protagonisti in questa edizione saranno “I Nebbioli del Nord Piemonte” e  “Il Lambrusco”.  

Ecco le aziende vinicole del Comune di Cocconato protagoniste dell’evento:
 - BAVA 
 - BENEFIZIO DI COCCONITO
 - GIULIO COCCHI SPUMANTI
 - DEZZANI
 - MACIOT
 - MAROVÈ
 - NICOLA FEDERICO
 - POGGIO RIDENTE 


Ed inoltre saranno presenti lungo Via Roma: 
CANTINA SOCIALE DI CASTAGNOLE MONFERRATO (At)
CASCINA BRICCO OTTAVIO 
- Buttigliera (At)
CASCINA GILLI 
– Castelnuovo Don Bosco (At)
PRODUTTORI DI GOVONE 
– Govone (Cn) 
e altri ancora….


Ed i prodotti tipici:

AGRICASEIFICIO CASCINA ARIS – Monale (At)
VALVI –
 Castagnole Monferrato (At) 
Formaggi di capra e gelatine di vino 
BEEO 
– Cocconato (At)
Produzione di Miele
CASA COSTA 
– Murisengo (Al)
Formaggi a latte crudo di capra, yogurt, gelato e salumi
LATTERIA DI COCCONATO
 - Cocconato (At) 
Robiola di Cocconato - presente solo sabato 2 settembre
MACELLERIA BERRUTI 
- Cocconato (At) 
Le migliori carni di razza piemontese, di bovini allevati nella sua azienda
MARCO & ELENA PANETTERIA 
- Cocconato (At)
Pasticceria secca
SALUMIFICIO FERRERO 
- Cocconato (At) 
Produzione di salumi cotti e crudi ed il rinomato prosciutto crudo del Piemonte
SELEZIONE DAMIANI MARCO 
– Frabosa (Cn)
Formaggi tipici cuneese, tomini 
SESTO SENSO…IL CIOCCOLATO 
– Fubine (Al)
Gelato artigianale, pasticceria 
VOGLIAZZO PANETTERIA
 - Cocconato (At) 
Pane, pasticceria secca
 

ed inoltre sarà possibile assaggiare 
LE PRELIBATEZZE DELLA PRO LOCO DI COCCONATO E DEI BORGHI DEL PAESE...

PER UN SOGGIORNO A COCCONATO E NON SOLO...
DOVE MANGIARE
AGRITURISMO BONVINO Strada Vai, 7 - Tel. 0141 907626 
CAFÉ ROMA Piazza Cavour, 18 - Tel. 0141 907028 
CAFFÉ GELATERIA COCCOGEL Via Alfieri, 108 - Tel. 0141 907027 
CAFFÉ DELLA PIAZZA Piazza Cavour, 9 - Tel. 0141 907098 
CAFFÉ CAVOUR Piazza Cavour, 20 - Tel. 0141 907655 
CANTINA DEL PONTE Piazza Cavour, 20 - Tel. 0141 907003 
NICOLA FEDERICO Strada degli Alberoni, 10 - Tel. 333 3906436 
TRENO PIZZA Strada Stazione, 9 - Tel. 0141 600028 

DOVE DORMIRE
AFFITTACAMERE SCANDIUZZI PAOLO Strada Roletto Rocca, 4 - Tel. 0141 994000 
B&B AL RICCIO Strada Roletto Rocca, 4 - Tel. 333 6888609 
B&B L’ATTO SECONDO Via Cesare Fasoglio, 35 - Tel. 0141 907086 
B&B LA CA’ DU CIAROTT Strada A. Bottino, 11 - Tel. 0141 907741 
B&B SOTTO LA LUNA BRUNA Strada Cocconito, 18 - Tel. 011 595590 
B&B IL GHIRO DORMIGLIONE Strada Cantone, 5 - Tel. 349 7877416 
CASA BRINA SUITES Via Piave n. 33 - Tel. 0141 907083 
CASA VACANZA ARC EN CIEL Strada Mondo, 2 - Tel. 0141 907018 - 320 7496875 
LOCANDA MARTELLETTI Piazza Statuto, 10 - Tel. 0141 907686 

DOVE MANGIARE E DORMIRE 
AL VECCHIO CASTAGNO Strada Cocconito, 1 - Tel. 0141 907794 
CANNON D’ORO Piazza Cavour, 21 - Tel. 0141 907794 
CASCINA ROSENGANA Via Liprandi, 50 - Tel. 0141 907857 
OSTERIA DELLA POMPA Strada Maroero, 47 - Tel. 0141 600075

Il programma

 

SABATO 2 SETTEMBRE: COCCONATO - PIAZZA CAVOUR /VIA ROMA

Dalle ore 17 alle ore 24:
Apertura Banco d’Assaggio di “Cocco Wine” con protagoniste:
• Le aziende di Cocconato e del Monferrato presenti direttamente.
• Le Isole del Vino: l’enoteca dei vini dei Nebbioli del Nord Piemonte e del Lambrusco
• Stands gastronomici di prodotti tipici a cura della Pro Loco e dei Borghi del paese di Cocconato.
• “Salotto di Cocco…Wine”: incontro con le aziende vinicole di Cocconato e i loro vini  
Cortile del Collegio: degustazione dei piatti della Pro Loco di Cocconato. 


DOMENICA 3 SETTEMBRE: COCCONATO - PIAZZA CAVOUR /VIA ROMA

Dalle ore 16 alle ore 20:
Apertura Banco d’Assaggio di “Cocco Wine” con protagoniste:
• Le aziende di Cocconato e del Monferrato presenti direttamente.
• Le Isole del Vino: l’enoteca dei vini dei Nebbioli del Nord Piemonte e del Lambrusco
• Stands gastronomici di prodotti tipici a cura della Pro  Loco e dei Borghi del paese di Cocconato.

Come degustare 

 

Orari di Apertura Casse:
Sabato dalle ore 17 alle ore 24.00 (chiusura delle casse ore 22.00) 
Domenica dalle ore 16 alle ore 20
Degustazione Vini € 12,00 - € 8,00 Riduzione Soci Go Wine, Associazioni di Settore).
I visitatori pagando € 12,00 riceveranno, oltre al calice di vetro ed alla taschina, 8 buoni degustazione di cui 2 riservati alle Isole del vino. Ogni buono darà diritto alla degustazione di vino e dovrà essere consegnato al responsabile del tavolo di degustazione. Qualora si volessero degustare altri vini (della medesima azienda) si potrà acquistare un altro carnet di degustazione al costo promozionale di € 6,00 cad.
Degustazione di prodotti tipici presso singoli espositori a partire da € 3,50 (a porzione)

Seguiteci su 


Per informazioni

Via Vida, 6 - Alba (Cn) Tel. 0173 364631 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  www.gowinet.it

 

 

UNA PANCHINA GIGANTE TRA LE VIGNE DI FREISA DI TENUTA TAMBURNIN

È STATA INAUGURATA NELL’AZIENDA VITIVINICOLA DI CASTELNUOVO DON BOSCO

RIENTRA IN UN PIÙ AMPIO PROGETTO DI ACCOGLIENZA NELLA «TERRA DEI SANTI»

Una Panchina gigante color verderame dominerà le vigne di Freisa del Nord Astigiano: è stata inaugurata domenica nell’azienda vitivinicola Tenuta Tamburnin di Castelnuovo Don Bosco. È alta quasi 2 metri e lunga 3,5, e fa parte del Big Bench Community Project del designer americano Chris Bangle. Un progetto artistico originale nato per sostenere il turismo nelle piccole comunità locali: l’invito è di fermarsi qualche istante e gioire della bellezza del paesaggio del Monferrato. «Di fronte agli spettacoli che la natura ci offre non possiamo che sentirci piccoli» scrive la famiglia Gaidano, vignaioli di Tenuta Tamburnin, sulla targa affissa sulla Big Bench.

«Seduti sulla Panchina gigante ci sente di nuovo bambini e si può tornare a stupirsi e a godere del bello che questa terra ci offre ogni giorno» dicono papà Piergiorgio Gaidano e le tre sorelle Claudia, Valeria ed Elena. Insieme alla famiglia, al taglio del nastro c’erano l’assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte Giorgio Ferrero, il sindaco di Castelnuovo Don Bosco Giorgio Musso e il consigliere regionale piemontese Angela Motta.

Quella di Castelnuovo Don Bosco, la prima nel Nord Astigiano e la più vicina a Torino (circa 30 km), è la 38ª Big Bench installata tra la Langa e il Monferrato. È già stata ribattezzata la Panchina “dei Santi” in quanto si trova in un crocevia di paesi che diedero i natali a grandi santi: san Giovanni Bosco, san Giuseppe Cafasso, san Domenico Savio e il beato Giuseppe Allamano. L’hashtag per chi si fotografa è #tamburgreen.

«La Panchina gigante rientra in un più ampio progetto di accoglienza nel Nord Astigiano – dicono Valeria e Claudia Gaidano che si occupano della cantina e del wine relais – avremo a disposizione degli ospiti anche sei biciclette elettriche con pedalata assistita e proponiamo alcuni percorsi ciclabili enogastronomici che coinvolgono altre aziende vitivinicole, agriturismi, distillerie, negozi e artigiani».

A breve sul sito di Tenuta Tamburnin (www.tamburnin.it), sarà dedicata un’area al turismo ciclabile con mappe scaricabili, lunghezza del percorso, difficoltà e tappe enogastronomiche.

Importante il contributo di molti artigiani della zona per la sua realizzazione: Cafasso Falegnameria, ‘L Fré Fabbro di Leonardo Fumi, L’Angolo del Colore, Impresa edile Marzano Marino, Marzullo Decorazioni Arignano. Hanno collaborato anche: I Soffioni agricoltura naturale, Il Forno di Mondonio, Azienda Agricola Capre e Cavoli, Salumificio Ferrero.

TENUTA TAMBURNIN: LA STORIA

Storica tenuta ai confini tra l’Astigiano e il Torinese, fu acquistata nel luglio 2004 da papà Piergiorgio Gaidano, che ha avviato la ristrutturazione della villa e dell’azienda. Oggi sono circa 20 ettari di cui 8,5 ettari vitati a Barbera, Freisa, Nebbiolo, Bonarda, Chardonnay, Merlot e Sauvignon; 3 ettari di noccioleto; il resto sono prati e boschi. Piergiorgio continua a occuparsi delle vigne, mentre le sue figlie Valeria, 39 anni, e Claudia, 30, gestiscono l’accoglienza in cantina e le altre attività: la storica villa che apparteneva a un ufficiale dell’esercito dei Savoia, è anche una prestigiosa location per matrimoni e una locanda con camere. Da anni, la famiglia Gaidano pratica una viticoltura sostenibile attenta anche al risparmio idrico ed energetico. Da quest’anno si sono avviate le pratiche per la riconversione biologica di tutti i vigneti della Tenuta. Una scelta condivisa insieme al giovane enologo Gianpiero Gerbi. Oltre alla Freisa, la «regina» del Nord Astigiano, alla Barbera e allo Chardonnay, Tenuta Tamburnin produce Albugnano, piccola doc che porta il nome di un paese dell’Astigiano a 549 metri sul livello del mare, dove storicamente si coltiva e si vinifica il nebbiolo. L’Albugnano è prodotto con 100% nebbiolo. La prima vendemmia, il 2014, è uscita da pochi mesi. Sono solo 2300 bottiglie. Quest’anno la doc Albugnano festeggia i 20 anni: nata nel 1997, conta circa 30 ettari di vigna, 15 produttori e circa 50 mila bottiglie con un potenziale di 100 mila. Si può coltivare il nebbiolo atto ad Albugnano doc solo in 4 comuni: oltre ad Albugnano, Castelnuovo Don Bosco, Pino d’Asti e Passerano Marmorito.

MATRIMONI TRA LE VIGNE DEL MONFERRATO

Altra novità del 2017 è la possibilità di dirsi sì tra i vigneti di Tenuta Tamburnin. Grazie a una convenzione firmata con il Comune di Castelnuovo Don Bosco, la Tenuta ha la possibilità di celebrare i matrimoni civili. Una novità che va ad arricchire l’offerta a chi sta per compiere il grande passo ed è alla ricerca di una bella location nel Monferrato.

Credits foto: Luigi Boccia Studio Creativo

Fiammetta Mussio

 

Inaugurazione con il taglio del nastro

La famiglia Gaidano sulla panchina gigante

 

CUCINA E CULTURA: UN CONNUBIO PERFETTO

 

 

 

Il Levante ligure, oltre ad essere una destinazione turistica allettante con una gustosissima offerta enogastronomica, nel menu a settembre propone anche cibo per la mente. Ben due i festival culturali in calendario: il Festival della Mente a Sarzana e il Festival della Comunicazione a Camogli.  

Sarzana ospita dall’al 3 settembre la XIV edizione del Festival della Mente (www.festivaldellamente.it). Tra i moltissimi ospiti lo scrittore Matteo Nucci che, in tre serate, parlerà de “La rete di Eros” dalla seduzione, al tradimento, alla riconquista attraverso il racconto di alcune vicende mitologiche. 

Sulla scia della seduzione, fatevi tentare da uno dei ristorantini tipici del centro storico che offrono leccornie di ogni tipo come i ravioli sarzanesi, piatto delle feste con ripieno di borragine, conditi con sugo di carne. 

 

Oltre alle conferenze, il festival propone spettacoli serali: quale migliore occasione prima dell’inizio del concerto “Tandem” dei musicisti e amici Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello per assaggiare una fetta di farinata di ceci con un buon bicchiere di vino Vermentino

La farinata è un caposaldo di questa cucina e nonostante abbia pochi e semplici ingredienti – farina di ceci, acqua, sale e olio – richiede una preparazione a regola d’arte. Il festival ha tanti appuntamenti anche per i più piccoli. Tra un’esplorazione entomologia alla scoperta degli insetti, un laboratorio musica e uno di illustrazione, suggeriamo una pausa-merenda con la spungata. Dal latino spongia, ovvero spugna, è un dolce risalente al periodo romano, il cui guscio croccante racchiude un ripieno di frutta secca e miele.

 

La settimana successiva a Camogli si svolge il Festival della Comunicazione (7-10 settembre www.festivalcomunicazione.itcon più di 100 iniziative per tutte le età e ad ogni ora del giorno, persino a colazione! Potrete incontrare la scrittrice Alessia Gazzola al tavolino di un bar nel porto davanti a un cappuccino e a un croissant, oppure prendere “un caffè” con il giornalista Massimo Gramellini. Per colazione sono da provare i camogliesi

dolcetti inventati dal pasticcere Giacomo Revello, in origine farciti di crema al rhum, e oggi disponibili in molte varianti: al caffè, al gianduia, all’amaretto e mandorlati. Dopo aver approfondito “Le connessioni in cucina” con lo storico Massimo Montanari o aver partecipato alla consegna del Premio Comunicazione a Piero Angela, concedetevi un pasto da re con il cappon magro

A dispetto del nome, questo piatto a base di pesce e verdura in principio consumato dai pescatori, è oggi considerato molto ricercato. 

Alle conferenze, il festival affianca spettacoli, laboratori, escursioni e mostre. Nelle viuzze del centro si snoda la mostra “Fotografando il Festival”, 

una raccolta di scatti dello scrittore Roberto Cotroneo che immortalano personaggi e atmosfere del festival. Vi proponiamo di godervi la passeggiata con i cucullipiccole frittelle di farina di ceci o di patate lesse di origine araba, il cui nome richiama i bozzoli del baco da seta: una delizia per le vostre papille gustative. 

____________________

Delos
di Annalisa Fattori e Paola Nobile
via San Simpliciano 6, 20121 Milano
Tel 02.8052151 - Fax 02.8052386
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - www.delosrp.it

SIMEI. SEMINARI E WORKSHOP: KNOWLEDGE AND INNOVATION PROGRAM

Gli incontri si terranno dal 12 al 14 settembre a SIMEI@drinktek

Tutti gli eventi formativi della 27° edizione del Salone Internazionale Macchine per Enologia e Imbottigliamento

Innovazione e sostenibilità: questi i temi centrali del ricco calendario di eventi che si terranno durante la 27° edizione di SIMEI, fiera biennale leader mondiale delle tecnologie per enologia e imbottigliamento organizzata da Unione Italiana Vini dal 1963, in programma dall'11 al 15 Settembre 2017 per la prima volta a Monaco di Baviera, in partnership strategica con Drinktec, la prima fiera al mondo per il liquid food e il beverage.

Da oltre 50 anni, infatti, SIMEI non solo rappresenta la più importante vetrina internazionale di macchinari, attrezzature, prodotti e soluzioni per la produzione, l’imbottigliamento e il confezionamento nel settore vitivinicolo, ma anche un appuntamento fondamentale di aggiornamento, informazione e formazione.

Gli eventi in programma, sono il frutto di un confronto internazionale tra imprese, fornitori e istituti di ricerca sulla produzione sostenibile nel settore enologico e dell’imbottigliamento. Scopo di questi importanti momenti formativi è, infatti, quello di approfondire il ruolo determinante dell’innovazione tecnologica a sostegno delle garanzie produttive e  della sostenibilità ambientale sociale ed economica.

Temi. Le sessioni previste si svilupperanno nell’ambito di tre macro-temi.
1. "
 Come misurare la sostenibilità apportata dall’innovazione tecnologica nell’ambito del packaging primario", dove il tema della sostenibilità viene declinato sui processi di progettazione dell’intero ciclo di vita dell’imballo e della chiusura.  
2. “Innovazione e sostenibilità in materia di etichettatura, a tutela del produttore e del consumatore” che vuole analizzare il campo delle etichette, principale strumento di marketing dei produttori per interagire 
con i consumatori e unico supporto di comunicazione valida delle autorità per fornire tutte le informazioni di cui i consumatori necessitano
per fare una scelta consapevole. 
3. “La sostenibilità di sistema, esperienza di cluster territoriali e dell’Unione Europea” che affronterà l'impatto della 
sostenibilità ambientale sociale ed economica sui territori portando a esempio progetti promossi da realtà nazionali e internazionali che hanno fatto della sostenibilità il loro motore.

Per ogni tema sono previsti dibattiti e workshop tecnici che vedono quali protagonisti importanti realtà nazionali e internazionali, tra cui il CEEV (Comité Européen des Entreprises Vins), il CERVIM (Centro di Ricerche, Studi, Salvaguardia, Coordinamento e Valorizzazione della Viticoltura Montana), la Stazione Sperimentale del Vetro, la Confederazione Europea del Sughero e la Spirits Valley.

Format.  Unione Italiana Vini propone un format innovativo e  interattivo coinvolgendo un numero molto ampio di attori della comunità scientifica ed esperti di settore e della tecnica impegnati nello sviluppo del mondo vitivinicolo. Personalità autorevoli a livello internazionale, rappresentanti dell’accademia, delle aziende vitivinicole (i “buyer”), dei “fornitori di tecnologie” (gli espositori) si alterneranno sul palco affrontando in modo costruttivo, critico e proattivo le tematiche in oggetto.  

Come partecipare. I Seminari, tutti in lingua inglese, si svolgeranno dal 12 al 14 settembre, in sessioni di 1 o 2 ore. I visitatori potranno accedere alle aree gratuitamente ed usufruire dei servizi connessi ai vari Workshop. Al termine di ogni sessione sarà possibile approfondire i temi con i relatori sia negli spazi adiacenti le aule sia direttamente presso gli stand.

Dove. Tutti gli eventi saranno ospitati all’interno di due Conference Room posizionate nei padiglioni C2 e C3. Le aree utilizzano supporto OST (Open Space Technology), quindi dotate di impianto audio-video, videoproiettore, assistenza tecnica.

Iscrizione. Ogni sala ha un numero limitato di 100 posti seduti. E' possibile iscriversi a www.simei.it/eventi 

 

Durante SIMEI si terrà inoltre la cerimonia di premiazione dei vincitori del concorso “Innovation Challenge”, istituito da Unione Italiana Vini per offrire un riconoscimento alle innovazioni nel comparto enologico e dell’imbottigliamento (Cerimonia di premiazione in programma per martedì 12 settembre alle ore 17 nel padiglione C2).

NB. A QUESTO LINK: IL CS CON IL PROGRAMMA COMPLETO E ALCUNE IMMAGINI DELLE PASSATE EDIZIONI https://www.dropbox.com/sh/d6ce89tavrqulbu/AAByZ3xYijL7fNW0ea6Q6oa4a?dl=0

 

SIMEI Press Office
WISE - Alessia Marsigalia
Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. 030 3752925
Cell. +39 3332268845

 

 

DAL GIAPPONE ALLA VALTELLINA IN FAVORE DI SBREBRENICA

Il gruppo di soprani della Compagnia Musicale Nadeshiko si esibirà a Premadio (Valdidentro - SO) il 28 luglio in favore della Transumanza della pace per le popolazioni di Srebrenica. La replica ad Asiago domenica 30.


Giovedì 27 e Venerdì 28 luglio nella splendida cornice dell’Alta Valtellina, un’iniziativa dalla montagna per la montagna. Musica, gusto e cultura si incontrano nella serie di eventi organizzati anche quest’anno dal Club di Papillon di Paolo Massobrio, e altri partner, in favore della Transumanza della Pace di Gianni Rigoni Stern. 

Si inizia giovedì 27 alle ore 18,30 con un incontro alla Ferriera Corneliani di Premadio (frazione di Valdidentro - So) per conoscere i protagonisti degli eventi: la Compagnia Musicale Nadeshiko, gruppo di giovani musiciste professioniste nato nel 2010 per iniziativa del soprano Akiko Tamura insegnante di canto presso la Musashino Academia Musicae di Tokyo (che farà due sole esibizioni in Italia per il 2017); il giornalista enogastronomico Paolo Massobrio, presidente del Club di Papillon, e Gianni Rigoni Stern ideatore della Transumanza della Pace. A seguire alle 20,30, tutti insieme a cena al Ristorante Filò di Bormio per gustare i piatti migliori della tradizione valtellinese. 

 

Venerdì 28 alle 20,45, l’appuntamento più emozionante alla chiesa parrocchiale di Premadio per ascoltare, nell’atmosfera magica della montagna, l’entusiasmo di oltre 20 artiste amanti della lirica e arrivate dal Giappone  in Italia per donare, gratuitamente e a scopo benefico, la bellezza dell’ensemble delle loro voci. Il repertorio del concerto, molto vario, spazierà dalla canzone tradizionale della transumanza giapponese, ai pezzi classici tratti dalla tradizione operistica europea come Il Flauto Magico di Mozart o la Madame Butterfly di Puccini, fino alle arie fischiate della Carmen, all'Ave Maria di Giulio Caccini e all’omaggio a grandi cantautori italiani come Bruno Lauzi.

 

L’iniziativa è organizzata dalla Città di Valdidentro e dal Club Papillon, un’associazione nazionale che ha come finalità la riscoperta dell’originalità di una cultura popolare attraverso il gusto, e il ricavato sarà devoluto in beneficenza al progetto dellaTransumanza della Pace, che il Club di Papillon sostiene ormai da 4 anni. Questo progetto, ideato nel 2009 dall'agronomo Gianni Rigoni Stern, ha promosso negli anni l’allevamento bovino tra le comunità contadine dei territori montuosi intorno a Sbrebrenica (Bosnia-Erzegovina), duramente colpiti dalla guerra della ex-Jugoslavia, portando 137 manze di razza Rendena in quei territori e facendo anche nascere un piccolo caseificio. 


Chi fosse interessato a partecipare agli appuntamenti può contattare l’Ufficio Turistico Valdidentro (tel. 0342985331 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

La replica, organizzata direttamente da Gianni Rigoni Stern con la partecipazione anche della Città di Asiago, il Consorzio dell'Asiago Dop e l'Azienda Rigoni di Asiago si terrà domenica 30 luglio alle 21,00 al Teatro Millepini di Asiago.

 
Image

 

Silvia Benzi
Ufficio Stampa Club Papillon

tel. 0131261670 (int. 0214)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

2017 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica