NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

terza “Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio”

GIORNATA NAZIONALE AIS DELLA CULTURA

DEL VINO, LA TOSCANA SCEGLIE LUCCA

 

Conto alla rovescia in vista della terza “Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio”, momento di divulgazione della conoscenza del mondo del vino e dell’olio, promosso da AIS Nazionale che coinvolge in contemporanea tutte le sezioni regionali AIS d'Italia - e che per l’edizione 2013 in Toscana si fermerà sabato 18 maggio a Lucca nella Sala Assemblea di Palazzo Bernardini, sede dell’Associazione Industriali.

 

Questo genere di iniziative – spiega il Presidente di Ais Toscana Osvaldo Baroncelli – è importante perché sono sempre di più le persone che hanno voglia di conoscere più a fondo quello che hanno nel bicchiere. Il vino rappresenta per l’Italia un inestimabile patrimonio culturale e per questo è importante creare nel consumatore o nel semplice appassionato una cultura del vino che gli fornisca gli strumenti per valutarne la qualità. AIS da sempre si impegna a diffondere la conoscenza del vino anche tra chi non frequenta i corsi in associazione ma ha voglia semplicemente di farsi una cultura enologica.  Per questo sono importanti i momenti divulgativi come la Giornata nazionale della cultura del vino e dell’olio, in cui il messaggio da far passare è l'importanza del bere consapevole”.

Insignito fin dalla prima edizione della medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a sottolineare l'importanza del tema e la sensibilità della massima carica dello Stato per il mondo del vino di qualità e della sua cultura, l'evento si articolerà in più momenti nell'arco della giornata.

Si parte alle ore 10 con il saluto e l’introduzione degli ospiti da parte del Presidente di AIS Toscana Osvaldo Baroncelli, seguito dalla Presidente dell’Associazione Industriali di Lucca Cristina Galeotti in veste di “padrona di casa” e dalle autorità istituzionali della città. Grande lustro nella scelta dei relatori: da Giampaolo Aldrich- Presidente del corso di laurea in Viticoltura ed Enologia al Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università di Pisa – a Fausto Borella sommelier e Maestro d’Olio, da Gino Carmignani Presidente del Consorzio DOC Montecarlo ad Antonello Maietta Presidente nazionale Associazione Italiana Sommelier, per finire con Remo Santini giornalista e caposervizio della redazione lucchese del quotidiano La Nazione e Alessandro Tambellini, Sindaco di Lucca. Moderatore dell’incontro il delegato provinciale di Lucca di AIS Toscana, Leonardo Taddei.

Il filo conduttore degli interventi della giornata sarà improntato sullo straordinario valore culturale che il frutto della vite rappresenta per il nostro paese sotto tutti i punti di vista e sul rapporto tra cultura, vino e olio.

Al termine del convegno, sotto le logge di Palazzo Bernardini sarà allestito un banco d’assaggio con i vini dei soci del Consorzio Vini DOC Montecarlo Lucca e del Consorzio Vini Colline Lucchesi, oltre a una nutrita selezione di oli. Le aziende presenti al banco d’assaggio saranno sedici mentre i vini in degustazione saranno circa 50.


Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti & C.
2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica