NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Go Wine presenta a Genova

i vini della Lombardia

Testo e foto di Pietro Bellantone

L’Associazione Go Wine, dopo aver avviato l’inizio delle manifestazioni del 2014, presso lo Starhotel Majestic **** di Corso Vittorio Emanuele a Torino con “Bere il Territorio”, dedicando uno spazio ad Concorso Letterario Nazionale ed alla consegna del premio speciale “Vino d’Autore” (a Enrico Remmert e Luca Ragagnin), ha scelto Genova come seconda tappa per questo bel viaggio enologico.

 

Martedì 18 febbraio, infatti, ha presentato un evento presso lo Starhotel President****, in collaborazione con AS.CO.VI.LO (Associazione Consorzi Vini Lombardi), riservato alle molteplici produzioni vinicole della Lombardia, di diverse denominazioni di origine e IGT, selezionate dallo staff tecnico.

Il programma e gli orari sono stati i seguenti:

Ore 16.30 – 19.00: Anteprima: degustazione in anteprima riservata ad operatori professionali (titolari di Ristoranti, Enoteche e Wine Bar)

Ore 19.00: Apertura banco d’assaggio al pubblico alla presenza delle aziende. Nel corso della serata breve conferenza di presentazione.

Ore 22.00: Chiusura banco d’assaggio

 

 

Foto di gruppo di alcuni produttori partecipanti allo Starhotel President di Genova

 

 

 

 

Il banco d’assaggio:


Oltrepò: Bosco Longhino; Calatroni; Castello di Luzzano; Giorgi Wines; Montelio; Manuelina; Percivalle; Travaglino

Gada Classico e Valtenesi: La Guarda; Avanzi

Valcalepio: Brugherata; Locatelli Caffi

Valtellina: Caven; Pietro Nera; Rivetti & Lauro

San Colombano: Pietrasanta; Nettare dei Santi; Panizzari

Colli Mantovani: Bertagna; Ricchi

 

Il Presidente di Go Wine, Massimo Corrado coadiuvato con maestria da Silvia Pezzuto, dell’Ufficio Eventi, ha ancora una volta promosso una degustazione di vini (lombardi) di alta qualità; non a caso , i giornalisti del settore e gli appassionati che sono intervenuti hanno dimostrato, ancora una volta, molto apprezzamento per l’iniziativa.

 

 

Azienda Agricola Travaglino – 27045 Calvignano (PV) – www.travaglino.it – Tel 0383/872.222

 

Azienda Agricola Rivetti & Lauro–23037 Tirano (SO) – www.rivettielauro.it – Tel +39.342.016685

 

Aziende Agricole M. e G. Fugazza–27040 Rovescala (PV)–www.castelloluzzano.it–Tel. 0523/863277

 

 

 

 

Azienda Agricola Locatelli Caffi–24060 Chiuduno (BG)– www.locatellicaffi.it – Tel +39.035838308

 

 

 

 

 

Azienda Agricola Pietrasanta 20078 San Colombano al Lambro (MI) – tel. +393467219996 (primo piano)

Azienda agricola Montelio - 27050 Codevilla (PV) - tel. 0383373090 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

 

Per coloro che ritengono che il vino “valga” un viaggio... (dal sito di Go Wine http://www.gowinet.it/)

 

L’Associazione “Go Wine”, costituitasi ad Alba nella primavera del 2001, nasce da un’idea semplice, che prende ispirazione da come è cambiata, e velocemente, l’immagine del vino in questi ultimi 10 anni. Il vino non solo inteso come prodotto di qualità ed espressione della cultura agro-alimentare di un paese, ma il vino come prodotto che “mobilita” , che fa viaggiare, che “muove”. Go Wine guarda al consumatore di qualità che ama viaggiare per il vino, per conoscere i luoghi della produzione e si propone di costruire un progetto che gradualmente possa coinvolgerlo e stimolarlo.

Il Socio Go Wine promuove e pratica il turismo del vino ed è consapevole del particolare rapporto che lega ogni vino al suo territorio, con quei caratteri di tipicità ed unicità che sono alla base delle motivazioni del turismo del vino.Attraverso distinte iniziative “Go Wine” cerca di dare voce a questo enoturista e di dare risalto a quei temi che più contano per Lui: paesaggio, cultura, accoglienza, vitigni autoctoni, vigneti storici.

 

 

 

 

 

 

 

La filosofia di Go Wine è ben spiegata nel Manifesto dell’Associazione:

 

 

 

 

Il socio Go Wine riconosce il vino come prodotto legato alla cultura di un territorio e come espressione della civiltà rurale. Il vino va pertanto valorizzato e difeso come prodotto agricolo, contro le tentazioni che in un mondo sempre più globalizzato possono trasformarlo in un prodotto industriale, privo di quei connotati di tipicità che ne costituiscono invece il tratto distintivo. L'incontro fra mondi e culture diverse deve semmai essere per il consumatore occasione per conoscere la cultura di tanti e diversi territori, riconoscendo a ciascuno dignità e rispettando il patrimonio che portano con sé.


Il consumatore-turista del vino non è solo un viaggiatore alla scoperta di nuovi vini; egli pratica l'enoturismo consapevole dello sviluppo qualificato dei territori del vino e quindi sostiene i valori che stanno alla base di questa forma qualificata di turismo. Il vino che mobilita, che fa viaggiare le persone, secondo lo stile Go Wine, è un vino di qualità che deve affermarsi in un territorio di qualità dove il paesaggio è tutelato come bene culturale e ambientale. Gli uomini del vino sono l'espressione di questa filosofia: legati alla loro terra, al vino che nasce dalla terra, al paesaggio che li circonda, alle cantine che si aprono ai turisti per comunicare il territorio e la cultura del vino.

La visita in cantina rappresenta per il socio Go Wine un punto di riferimento del suo essere turista, cantina che deve poter essere visitabile come un museo o un'opera d'arte, in giorni ed orari che corrispondono alle esigenze del turista. Il consumatore-turista del vino ama il vino consapevole che ogni vendemmia porta con sé alterne fortune: il vino va capito e consumato non come un prodotto sempre uguale, perché differenti possono essere le influenze del clima sul lavoro dell'uomo.

L'idea Go Wine si rivolge soprattutto ai vini da vitigno autoctono perché espressione di quel legame fra vite-territorio-vino che caratterizza la tipicità ed unicità del prodotto e, pur rispettando gusti e scelte diverse, opera affinché venga valorizzato e protetto il lavoro di molti viticoltori a favore dei vitigni autoctoni e ancor più di quelli rari e meno conosciuti.

La degustazione di un calice di vino deve sempre avvenire rispettando il prodotto, attribuendo il giusto prezzo, ma al contempo attenti agli sfruttamenti di carattere commerciale che possono allontanare i consumatori. Un equilibrato rapporto fra qualità-prezzo tutela il consumatore e rispetta il lavoro dell'agricoltore, sia contro i prodotti industriali venduti a prezzo massificato, sia contro le tentazioni di speculare sul successo di una vendemmia.

 

 

 

 

 

 

INFORMAZIONI SU AS.CO.VI.LO ( Associazione Consorzi Vini Lombardi - http://www.ascovilo.it/)

AS.CO.VI.LO. si costituì il 28 luglio 1977, associazione di II° senza fini di lucro; consorzi fondatori: Oltrepò Pavese e dal Consorzio Volontario per la difesa dei vini tipici di Brescia, con sede presso l’Assessorato Regionale dell’Agricoltura della Regione Lombardia, all’epoca situata in Viale Premuda, 27. Successivamente, si associarono i Consorzi Vini Mantovani, Valcalepio, Valtellina e San Colombano. La registrazione del primo statuto avvenne il 21 febbraio 1979.

SCOPI

Promuovere e valorizzare il territorio, all’epoca senza unicità, pertanto con la costituzione, i consorzi di tutela sarebbero stati rappresentati da un unico interlocutore nelle varie questioni istituzionali e di tutela e fin dalla sua attività di promozione, ha coniato il proprio slogan “Vini di Lombardia”.  Questo ha portato a imparare e lavorare insieme, amalgamando i diversi interessi e   le diverse esigenze, mettere insieme gli obiettivi ed identificare i problemi per migliorare il lavoro di tutti e fare conoscere appieno l’importanza di privilegiare i prodotti della propria regione di appartenenza.

Da allora ad oggi, AS.CO.VI.LO ha condiviso con i Consorzi e Regione Lombardia tutti i passaggi di assistenza e promozione delle produzione tipiche lombarde.

 

 

 

Soci di AS.CO.VI.LO

 

 

 

 

 

Aziende produttrici e vini presenti

 

Azienda Pietro Nera

  1. Valtellina Superiore DOCG Inferno “Efesto” 2010 – 13%

  2. Valtellina Superiore DOCG Inferno Sassella “Alisio” 2009 – 13%

  3. Valtellina Superiore DOCG Inferno Sassella Riserva 2006 – 13%

  4. Sforzato di Valtellina DOCG 2008 – 15%

 

Azienda La Brugherata

Valcalepio Rosso Vescovado 2009 – 13%

 

Azienda Giovanni Avanzi

Chiaretto Garda Classico 2012 – 12,5%

Azienda La Guarda

  1. Riesling (Renano) 2011 – 12,5%

  2. Valtènesi Chiaretto DOC 2013 – 13%

  3. Valtènesi Chiaretto DOC 2011 – 13%

  4. Groppello DOC Garda Classico

 

Azienda Rivetti & Lauro

  1. Calis IGT Terrazze Retiche di Sondrio 2012 – 13,1%

  2. Cormelò IGT Terrazze Retiche di Sondrio 2011 – 13,2%

  3. Sotamà IGT Terrazze Retiche di Sondrio 2011 – 12,9 %

  4. Uì DOCG Valtellina Superiore 2010 – 14,1%

  5. Sforzato dell’orco DOCG Sforzato di Valtellina 2010 – 15,6%

 

Aziende Agricole M. e G. Fugazza di Giovanna Fugazza

27040 Rovescala (PV) – tel. 0523863277

www.castelloluzzano.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  1. Romito Anno 1° fuga in campagna – Colli Piacentini DOC Chardonnay frizzante 2012

  2. Gutturnio Due Strade DOC Frizzante rosso 2012

  3. Ficcanaso – Colli Piacentini frizzante secco 2012

  4. Sommossa – Bonarda frizzante DOC dell’Oltrepò Pavese 2013

  5. Carlino – Bonarda DOC dell’Oltrepò Pavese

  6. Seta – Malvasia Colli Piacentini (bianco) 2013

  7. Sfacciata – Colli Piacentini frizzante dolce

  8. Romeo – Gutturnio DOC classico riserva

  9. Vena Rossa – Gutturnio DOC classico riserva

 

Azienda agricola Pietrasanta

20078 San Colombano al Lambro (MI) – tel. +393467219996

www.cantinepietrasanta.itQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  1. Ambroeus IGT 2012 Vivace - Rosso

  2. Telchi IGT Fermo 2012 - Rosso

  3. San Colombano DOC 2007 Riserva - Rosso

  4. Pietra Santa 2011

Azienda agricola Montelio di C. e G. Brazzola (Tenuta Montelio)

Alezeia Frizzante D.O.P. 11,5% Oltrepò Pavese

Muller Thurgau IGP 11,5%

Rosato Frizzante D.O.P. 12%

Costarsa Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese 12,5%

Oltrepo pavese Doc Bonarda unico

 

Azienda agricola Bertagna

Bertagna Alto Mincio IGP Monte Volpe bianco 2012 – 13,5%

Rosso Del Chino 13,50%

Oltrepò Pavese Unico Bonarda

Pinot Nero Rosè CRUASE’ metodo classico Calatroni

 

 

 

 

Locatelli Caffi

Glaudun Pinot Chardonnay Brut V.S.Q – 12,5%

Ducale Terre del Colleoni Bianco DOC Incrocio Manzoni

Valcalepio DOC Bianco – 12,5-13%

Valcalepio DOC Rosso I Pilendrì – 13,5%

Valcalepio DOC Rosso Riserva – 13,5-14%

Rosè Rosato della Bergamasca IGP – 13%

Moscato di Scanzo DOC

 

TRAVAGLINO

Pernero Pinot Nero Oltrepò Pavese – 12,5%

Montécéresino Cruasé Brut 2010 Oltrepò Pavese – 12-12,50%

Cuvée 59 Brut Selezione – DOCG Metodo classico Oltrepò Pavese – 12,50%

Pajss Pinot Nero Frizzante vinificato Bianco DOC Oltrepò Pavese – 11,50%

Moranda Bonarda Frizzante Oltrepò Pavese DOC – 12,50%

2019 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica