NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

ANTEPRIMA AMARONE – L’Annata 2012 si presenta a Verona sabato 30 e domenica 31 gennaio  

 

L’appassimento delle uve per l'Amarone

 

 

E’ un appuntamento, che chi ama il vino non può lasciarsi scappare, quello a cui ci accingiamo a partecipare il  prossimo fine settimana.

 

Torna infatti a Verona al Palazzo della Gran Guardia, sabato 30 e domenica 31 gennaio, l’Anteprima dedicata ad uno dei vini di maggior richiamo in Italia e all’estero, l’AMARONE.

 

Il focus sarà sull’annata 2012 e siamo davvero curiosi di verificare se sarà al pari della 2011, giudicata strepitosa o, comunque, di vedere quali caratteristiche ci offrirà.

 

I dati sulle vendite di questo vino, ottenuto con la tecnica di appassimento delle uve e con la loro successiva completa fermentazione, sono di certo confortanti. Il fatturato del 2015 ha avuto una crescita in valore del 6% con particolare apprezzamento da parte del mercato estero, dove sono dirette 6 bottiglie su 10.

All’imminente 13esima edizione dell’Anteprima Wine Monitor di Nomisma presenterà le statistiche sull’Amarone dell’Osservatorio Vini della Valpolicella e si parlerà dei mercati di riferimento, dei loro trend di crescita ed anche dei paesi emergenti su cui puntare. Un particolare focus sarà dedicato ad un panel di consumatori di uno dei paesi, che da anni apprezza l’Amarone, il Canada.

All’Anteprima incontreremo ed assaggeremo i vini dell’annata 2012 ma anche una selezione di annate storiche  presentate da 74 cantine. Scopriremo così le potenzialità dell’Amarone confrontando le caratteristiche dei vini delle diverse vallate e le peculiarità date dal territorio. Degusteremo sia i vini che si rifanno alla tecnica tradizionale che quelli in chiave più moderna, conoscendo i diversi stili e le diverse filosofie aziendali.

 

E’ interessante ricordare che vini come l’Amarone della Valpolicella, per via del loro elevato contenuto di resveratrolo, un polifenolo che offre effetti benefici sulla salute, contenuto nelle uve, da cui si ricava il vino (in primis, per l’Amarone, Corvina, Corvinone, Rondinella) e che si accresce durante il loro appassimento, sono considerati dei toccasana per l’uomo. Un loro moderato ed equilibrato consumo riduce il rischio di malattie cardiovascolari e aiuta a mantenerci giovani. Lo confermano studi scientifici accreditati. Quindi ben venga al brindisi con un calice di Amarone, che al piacere edonistico unisce indubbie virtù salutiste.

 

E, se l’attesa per l’imminente Anteprima, si fa trepidante, annotiamoci in calendario un altro importante appuntamento, che il Consorzio Vini Valpolicella ha in serbo per il prossimo autunno. I  vigneti dell’Amarone e la loro storia saranno protagonisti del terzo incontro mondiale dell' International Terraced Landscapes,  dedicato quest'anno all'Italia. Un gruppo selezionato di esperti provenienti dai cinque continenti, visiterà la  Valpolicella, approfondendo storia, cultura e tecniche di costruzione rurale, che hanno contribuito alla grandezza dell’Amarone. Un evento mondiale  che conferma l’inossidabile binomio che lega il vino al suo territorio di origine ed il fatto che l’Amarone può essere degnamente essere annoverato come brand internazionale.

 

Ne frattempo ci attende l’Anteprima Amarone, organizzata dal Consorzio Tutela Vini Valpolicella in collaborazione con la Regione Veneto, la Banca Popolare di Verona e la Camera di Commercio di Verona, che avrà luogo sabato 30 e domenica 31 gennaio 2016 al Palazzo della Gran Guardia a Verona. L’ingresso al pubblico è previsto dalle ore 16.00 alle ore 19.00 di sabato 30 gennaio e dalle ore 10.00 alle 18.00 di domenica 31 gennaio. I biglietti sono disponibili in prevendita sul sitowww.anteprimaamarone.it (prezzo del biglietto € 30). All’evento, che diventa sempre più social, è anche dedicata una sua  pagina Facebook.

 

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica