NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

ANDREA BRUZZONE E LA NUOVA CANTINA

di Alessandra  Pocaterra

Andrea Bruzzone ha inaugurato in questi giorni una bellissima “cantina”  in pieno centro a Genova:  “Janua”  che è anche il nome del suo primo metodo classico- nonché primo spumante a Genova - da uve vermentino e bianchetta. 

Ci sono voluti due anni di lavoro e di burocrazia, aggiungo io, per realizzare un luogo magico dove si respirano la passione e l’amore che Andrea ha  per questo mestiere.  Una cantina piena di oggetti che riportano indietro nel tempo come le gerle che, piene  di uva, si caricavano sul dorso degli asini da soma, oppure il vecchio torchio,  fulcro centrale di questa suggestiva cantina e  ancora tanti attrezzi usati nel passato come le vecchie botti che contenevano i primi vini prodotti dalla Cantina. 

Ma non parlerò dei vini di Andrea che bene conosciamo noi bevitori di Liguria e  che Vi invito ad andare ad acquistare in Via San Donato da martedi 13 Ottobre, parlerò invece del suo: 

”Opificio Clandestino degli In-fusi”.

Ebbene si non solo vino quindi ma,anche distillati per Andrea vulcanico e coraggioso produttore nella difficile zona della Valpolcevera. 

Incominciamo con le  grappe ottenute distillando le vinacce dei vini doc della Valle. 

La grappa di ciliegiolo delicata e fruttata;  quella di bianchetta secca e delicata con un bel profumo di vinacce;  la grappa di bianchetta aromatizzata al miele biologico  e, la mia preferita “la Superba”  grappa di vermentino:  invecchiata in legno con il metodo solera * eccellente! 

E poi ancora, i “primi infusi” con nomi tipicamente e inequivocabilmente genovesi:

Lalla Luisa con foglie di erba luisa e la Morona con ciliegie, entrambe provenienti da Sant'Olcese

U Baxeico devo scriverlo? Ma si !!! Da  basilico genovese Dop 

U Pernanbucco con l'arancio di Finale Ligure

Il Ronchese infuso di caffè tostato a legna

Zena in un petalo piacevole infuso ai petali di rose di Genova

Levantello Liquore di nocciole Chiavaresi

L'autunno infuso di castagne della Val d'Aveto

U reganissu da bacche di liquirizia 

E poteva mancare U chinottu di Savonn-a? 

Concludiamo la bella e buona selezione di infusi con due eccellenti amari:  l'amaro Soarè un ottimo digestivo e l'amaretto di Santa Marta liquore di mandorle fatto con una antica ricetta. 

Una piccola parentesi sul vino:  le etichette dei vini di Andrea sono bellissime come le etichette dei liquori raffiguranti la mitica Fiat 600 multipla furgonata del 58, raffigurate da un artista contemporaneo genovese: Francesco Musante, il suo sito : www.officinadellafantasia.com vi trasporterà in un mondo magico.

L'etichetta di Equinozio, (colline del Genovesato bianco igp),  ne è una testimonianza.

Una curiosità:  il vino si chiama così perchè la vendemmia di queste uve per la prima volta è stata fatta proprio durante l'equinozio. 

Un grazie ad Adriana Ghersi per avermi accompagnata alla scoperta della cantina e ancora un grazie ad Andrea per l'invito con un augurio a tutti di poterci presto ritrovare a brindare in questo bellissimo “fundegu da vin” !  

* Il metodo solera consiste nel disporre delle botti di rovere a mo’ di piramide, riempite per il 70% di prodotto;  successivamente si iniziano a svuotare parzialmente le barriques della prima linea, del fondo (dette Solera) e,  si riempiono con il liquido contenuto nelle barrique del piano di sopra Queste, rimaste parzialmente scolme, vengono ricolmate con liquido dell’ultima barrique, una lavorazione lunga un anno e più a seconda dei prodotti.

 

2022 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica