NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

FEDERICO FRANCESCO FERRERO AL NEGOZIO BIRAGHI DI TORINO

 

Il Presidente del neonato Comitato Torino Piemonte World Food Capital ha visitato il negozio di piazza San Carlo e illustrato il progetto per sostenere il Piemonte come Capitale Mondiale del Food 

ederico Francesco Ferrero, medico nutrizionista e Presidente del neonato Comitato Torino-Piemonte World Food Capital, ha fatto visita al negozio Biraghi di piazza San Carlo a Torino. Accompagnato da Claudio Testa, Direttore Marketing e Strategie Commerciali di Biraghi, che ha illustrato il progetto di ristrutturazione del negozio curato in collaborazione con la Soprintendenza delle Belle Arti di Torino, Ferrero ha avuto la possibilità di visitare i locali dell'ex F.lli Paissa riaperto dall'azienda di Cavallermaggiore nel 2019. Con le sue 11 vetrine che si affacciano sul salotto cittadino e gli oltre 600 prodotti in vendita - tra i quali spiccano più di 150 etichette di vini piemontesi, 160 liquori del territorio e un assortimento di birre regionali che a breve supererà le 150 referenze - il negozio Biraghi di piazza San Carlo raccoglie in un unico luogo le eccellenze enogastronomiche di tutto il Piemonte, vicine per filosofia e vocazione all’azienda. 

 

Federico Francesco Ferrero, nominato nelle ultime settimane Presidente di Torino-Piemonte World Food Capital, il progetto che intende trasformare il Piemonte in una Food Valley, valorizzando tutte le potenzialità del territorio piemontese connesse al cibo, dalla ricerca scientifica all’agricoltura, ha avuto modo di illustrare a Biraghi la sua visione a lungo termine per contribuire all’economia della regione. «Con Torino-Piemonte World Food Capital intendiamo garantire un nuovo sviluppo al Piemonte e assicurare alle generazioni future nuovi stimoli, benessere e prospettive – spiega Ferrero –. Il nostro intento è quello di far sedere al medesimo tavolo l’industria alimentare insieme al piccolo artigiano, al contadino, all’agricoltore, al ricercatore universitario, con l’intento di aumentare le conoscenze e promuovere in maniera compatta le eccellenze del Piemonte. Quello che ho visto nel negozio Biraghi è come piccole realtà e grandi aziende possano convivere in un’unica grande vetrina e raccontare il territorio attraverso eccellenze enogastronomiche 100% piemontesi, innescando uno scambio che può essere virtuoso per tutti gli attori della filiera. Questa vetrina di eccellenze, su scala ancora maggiore, è quella che ci prefiggiamo di promuovere nel mondo col marchio World Food Capital».

 

 

«Siamo felici di aver avuto l’occasione di mostrare a Federico Francesco Ferrero il nostro negozio e di raccontargli il lavoro di ricerca sul territorio piemontese che stiamo portando avanti ormai da diversi anni – dichiara Claudio Testa, Direttore Marketing e Strategie Commerciali della Biraghi SpA –. Condividiamo con il progetto Torino-Piemonte World Food Capital l’interesse verso i piccoli produttori, ma anche verso le grandi aziende 100% piemontesi che utilizzano solo materie prime del territorio. Anche noi siamo convinti che il Piemonte possa esprimere una enorme ricchezza in termini di varietà di prodotti di alta qualità e di eccellenza assoluta, ed è proprio con questo spirito che abbiamo selezionato i produttori che sono presenti nel nostro negozio. Non possiamo che guardare con favore a iniziative che si pongano l’obiettivo di promuovere in Italia e all’estero un simile patrimonio».

2021 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica