NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

CONSORZI VINO

WORLD LAMBRUSCO DAY E BRINDISI CONDIVISI: DAL 20 AL 22 GIUGNO, LAMBRUSCO AL CENTRO

 

Nel giorno dedicato al Lambrusco, il 21 giugno, il Consorzio lancia un’iniziativa rivolta agli utenti per animare i social media con brindisi e contenuti dedicati alle bollicine rosse emiliane e fa tappa a Matera con il suo “World Lambrusco Day Italian Edition”: dopo un programma su invito il 20 e 21 giugno, l’evento proseguirà sabato 22 giugno con una masterclass e un banco di assaggio nel cuore dei Sassi, con sedici produttori presenti e oltre settanta etichette in mescita.

Si avvicina il solstizio d’estate e con esso la giornata internazionale dedicata ai vini Lambrusco, i rossi frizzanti più diffusi al mondo.  Il Consorzio Tutela Lambrusco si prepara a festeggiare questa ricorrenza con la prima edizione italiana del suo evento “World Lambrusco Day” che nel 2024 si svolgerà dal 20 al 22 giugno nella suggestiva città di Matera: una location dalla bellezza unica, che si contraddistingue per il connubio tra cultura, storia e identità. L’evento, che conta sul Patrocinio del Comune e della Provincia di Matera, della Regione Basilicata e di Enoteca Lucana, sarà costituito da diversi momenti, alcuni ad accesso libero ed altri su invito. Fil rouge dell’iniziativa sarà il connubio tra vini Lambrusco ed eccellenze locali, con opportunità di degustazione di vini della Basilicata e abbinamenti tra etichette emiliane e piatti tradizionali del territorio ospite.

A dare il via all’evento sarà l’inaugurazione in programma il 20 giugno in serata, con un momento di incontro alla presenza delle istituzioni locali. Dopo un programma su invito che occuperà tutta la giornata del 21 giugno affidato alla regia del primo Master of Wine italiano Gabriele Gorelli, il 22 giugno il “World Lambrusco Day – Italian Edition 2024” porterà nel cuore della città un banco di assaggio, aperto al pubblico previa registrazione, nello storico Palazzo Malvinni Malvezzi. A partire dalle 9:30 e fino alle 12:30 appassionati e operatori potranno degustare gli oltre 70 vini Lambrusco proposti in mescita e conoscere i sedici produttori di Modena e Reggio Emilia che parteciperanno in prima persona all’appuntamento. Dal più diffuso frizzante ai rifermentati in bottiglia, dagli spumanti Metodo Martinotti ai Metodo Classico, i presenti potranno avere una panoramica di tutte le interpretazioni che l’universo Lambrusco propone oggi sul mercato. A completare il palinsesto, non mancherà la possibilità di degustare il Parmigiano Reggiano, protagonista di primo piano dell’agroalimentare emiliano, proposto in diverse stagionature.
Durante il banco di assaggio è inoltre in programma la masterclass “I colori del Lambrusco”, a cura di Filippo Bartolotta – wine educator e firma di riviste di settore italiane e internazionali. Questo momento di degustazione a posti limitati sarà un’occasione unica per chi desidera approfondire la conoscenza delle sei denominazioni del Lambrusco e le loro espressioni nel calice attraverso la voce autorevole di un grande conoscitore del territorio, capace di trasmettere a parole la cultura, la tradizione e le prospettive dell’areale vitivinicolo modenese e reggiano in modo vivace e frizzante, così com’è anche l’anima dei Lambrusco.

“Il World Lambrusco Day” è un appuntamento importante per il nostro Consorzio, un’occasione che ci consentirà anno dopo anno di portare le nostre bollicine in giro per l’Italia e per il mondo – spiega Claudio Biondi, Presidente del Consorzio Tutela Lambrusco. “In attesa dell’edizione internazionale del 2026 abbiamo pensato di proporre le nostre bollicine emiliane lungo lo stivale, scegliendo come prima tappa per il 2024 una città unica nel suo genere: Matera. La due giorni richiamerà un pubblico variegato di appassionati, stampa e operatori del settore che, grazie a un programma ricco di approfondimenti, potrà scoprire le nostre denominazioni, conoscere i produttori presenti all’evento e degustare le diverse espressioni di Lambrusco comprendendone le caratteristiche”.“La scelta di portare i vini Lambrusco in tournée, anno dopo anno, nelle più belle città dell’Italia e del mondo non è casuale” aggiunge Giacomo Savorini, Direttore del Consorzio Tutela Lambrusco. “Il territorio resta un punto centrale nelle nostre strategie promozionali, ma riteniamo importante per un vino così diffuso come il Lambrusco uscire dai propri confini regionali e provinciali per andare ad incontrare il suo pubblico là dove questo pubblico vive, degusta e sceglie i vini da portare in tavola. Molte delle persone che fanno conoscenza dei nostri vini in questa modalità spesso programmano poi visite in Emilia per approfondire i temi e le cantine che maggiormente li hanno colpiti.”

A complemento del palinsesto del World Lambrusco Day a Matera, il Consorzio Tutela Lambrusco lancia un invito a tutti coloro che amano le bollicine rosse frizzanti dell’Emilia e che ogni giorno le scelgono per la propria tavola. Per tutta la giornata del 21 giugno e nei giorni immediatamente successivi, wine lover e appassionati di tutto il mondo potranno condividere i propri brindisi a base di vini Lambrusco attraverso i social media utilizzando l’hashtag #wld_lambrusco e menzionando il profilo ufficiale del Consorzio Tutela Lambrusco su instagram (@consorziolambrusco). Il Consorzio sarà felice di rilanciare i contenuti sul proprio canale, con il fine di animare i social media con l’allegria, l’energia e i colori del Lambrusco.

Le aziende presenti al banco di assaggio del 22 giugno durante il “World Lambrusco Day Italian Edition” a Matera sono le seguenti: Azienda Agricola Pezzuoli, Cantina della Volta, Cantina di Carpi e Sorbara, Cantina Puianello, Cantina Settecani, Cantina Sociale di Gualtieri, Cleto Chiarli, Fattoria Moretto, Francesco Bellei & C., Lombardini, Medici Ermete, Paltrinieri, Riunite & CIV, Ventiventi, Venturini Baldini, Zucchi.

Tutte le informazioni sulla modalità di registrazione e accesso al banco sono disponibili sul sito www.lambrusco.net.

 

Alice Camellini

DAL LAGO DI GARDA AI GRATTACIELI DI NEW YORK, DALLAS E MIAMI: ARRIVA DESTINATION LUGANA

 

Il tour organizzato dal Consorzio Tutela Vino Lugana attraverserà gli Stati Uniti per portare l’identità e la freschezza del vino bianco simbolo del Lago di Garda in quattro città americane.

 

Obiettivo: far conoscere sempre di più il Lugana in un mercato fondamentale per l’export e creare connessioni di valore con trade e stampa

 

Peschiera del Garda, Maggio 2024_ New York, Texas e Florida: non si ferma l’attività del Consorzio Tutela Vino Lugana, che torna anche quest’anno negli Stati Uniti con un programma di eventi che toccheranno tre Stati chiave e quattro città.

 

Destination Lugana nasce con l’obiettivo di mettere in contatto e creare connessioni di valore tra i produttori della denominazione lombardo-veneta e un selezionato parterre di operatori del trade statunitense e stampa.

Un viaggio nel mercato americano che, sebbene stia dando qualche segno di maturità dei consumi, vede nel contempo uno spostamento delle preferenze verso vini bianchi freschi e sapidi, soprattutto nei millennials, e un mantenimento dei valori stabile, segno di una preferenza verso la fascia premium. Per questo motivo il Consorzio ha deciso di puntare sul trade statunitense, aggiungendo alla storica tappa di New York, la Florida e il Texas, due Stati dove il vino bianco italiano di qualità è sempre più apprezzato.

 

“Torniamo negli Stati Uniti per rafforzare la nostra posizione nel primo mercato mondiale del vino e lo facciamo parlando a chi con il vino lavora tutti i giorni, i buyer, i ristoratori e i sommelier– spiega Edoardo Peduto, direttore del Consorzio – quest’anno abbiamo voluto ampliare la nostra attività per favorire maggiormente i nostri produttori,  sviluppando in particolar modo i contatti con il trade e con la stampa specializzata, strutturando un piano di attività volto a raccontare la qualità e la freschezza dei nostri vini agli operatori di settore.”

 

Si parte il 7 maggio a New York con l’evento di lancio di Destination Lugana, una degustazione guidata e interattiva condotta da Wanda Mann, East Coast Editor di Somm Journal, dedicata alla stampa e a influencer. Successivamente si vola in Texas con due appuntamenti, uno a Dallas il 9 maggio e uno a Houston il 10 maggio. Queste masterclass, dedicate agli operatori di settore, condotte da Tiffany Tobey, direttore generale di Thirty Eight and Vine, vedranno la presentazione approfondita del territorio e dei vini in degustazione, seguita da un momento di free tasting.

Il tour si concluderà in Florida, a Miami il 13 e il 14 maggio, prima con l’evento Lugana Breeze, un aperitivo presso il noto ristorante fronte oceano Casadonna, e il giorno successivo una masterclass condotta da Jacqueline Coleman, del Biscayne Times, dedicata a operatori e  stampa.

 

Chiara Maria Mattiello

ASTI SPUMANTE E MOSCATO D’ASTI NEI CALICI DEGLI INTERNAZIONALI BNL D’ITALIA

 

PER IL TERZO ANNO CONSECUTIVO L’ASTI DOCG È OFFICIAL SPARKLING WINE DELL’ATP MASTERS 1000 DI ROMA 

 

Triplo ace per il Consorzio Asti Docg che per il terzo anno consecutivo si conferma il partner enoico degli Internazionali BNL d’Italia, in calendario dal 6 al 19 maggio a Roma. L’Asti Spumante e il Moscato d’Asti - in veste di official sparkling wine del torneo presentato oggi in conferenza stampa – celebreranno le vittorie dei tennisti in campo e accompagneranno i momenti conviviali fuori le superfici in terra rossa del Foro Italico.

 

“È per noi un onore essere ancora una volta nei calici dell’élite mondiale del tennis, per di più in un momento storico in cui anche gli atleti azzurri si stanno distinguendo per le loro prestazioni vincenti – ha commentato il presidente del Consorzio Asti Docg, Lorenzo Barbero -. Continuiamo una collaborazione che si sta rivelando sempre più significativa - sia per la caratura globale degli eventi che per il target di appassionati in grado di raggiungere - che culminerà con le Nitto Atp Finals dove anche per i prossimi due anni saremo a Torino tra i silver partner dell’atto conclusivo della stagione tennistica in cui si sfidano i migliori otto giocatori al mondo”.

 

L’Atp Masters 1000 in programma nella capitale è uno degli appuntamenti più prestigiosi del circuito che si gioca sulla terra battuta. Per l’edizione numero 81 al momento sono previsti nel tabellone principale dodici italiani. A guidare il gruppo tricolore, Jannik Sinner, numero 2 della classifica Atp, seguito da Lorenzo Musetti, Matteo Arnaldi, l’ambassador del Consorzio Lorenzo Sonego, Flavio Cobolli, Luciano Darderi, Luca Nardi oltre alle wild card assegnate a Matteo Berrettini, Fabio Fognini, Matteo Gigante, Giulio Zeppieri e Andrea Vavassori. 

 

Consorzio Asti Docg. Il Consorzio dell’Asti Docg, che opera a tutela dell’area produttiva, è tra le realtà consortili più antiche d’Italia. Il vitigno Moscato Bianco che dà vita alla Docg piemontese, nelle tipologie Asti Spumante e Moscato d’Asti, è coltivato in 51 comuni della Provincia di Alessandria, Asti e Cuneo per un’estensione di circa 10mila ettari rientranti nel paesaggio vitivinicolo Patrimonio Mondiale dell’Umanità, il primo in Italia, riconosciuto dall’Unesco nel 2014 (“Paesaggi vitivinicoli delle Langhe-Roero e del Monferrato”).

 

Sara Faroni 

VINITALY, DEGUSTAZIONE FUORI FIERA CON I VINI CHIANTI E CARMIGNANO

 

Lunedì 15 aprile a Villa Brasavola de Massa una serata speciale, presenti oltre 60 etichette. Evento aperto a giornalisti, buyers e operatori del settore

Una cena e degustazione riservata a stampa, operatori di settore ed ospiti selezionati, organizzata con la collaborazione di Vinitaly e con la presenza di aziende e banconi istituzionali dedicati ai vini di qualità e produzione delle aziende del Consorzio Vino Chianti e del Consorzio del Carmignano Docg. 

 

L’evento è previsto per la serata di lunedì 15 aprile  nella prestigiosa Villa Brasavola de Massa, a pochi passi dall’Arena, in pieno centro di Verona, con inizio dopo la chiusura della fiera e più precisamente dalle 19 fino alle 23. La Villa si trova in piazza Cittadella, 3, in pieno centro a Verona. 

 

L’evento è realizzato dai Consorzi Vino Chianti Docg e Consorzio del Carmignano Docg in collaborazione con la Fiera di  Vinitaly, ed è un fuori fiera del Salone Internazionale del Vino, che si terrà a Verona dal 14 al 17 aprile 2024. Al fuori fiera  saranno presenti 25 aziende della filiera Chianti Docg, ognuna con un proprio desk aziendale che proporranno le loro due migliori etichette dei propri vini di qualità. Oltre a questi, ci saranno anche un banco istituzionale con le migliori etichette in rappresentanza delle aziende del Consorzio Vino Chianti, presenti nello stand consortile di Vinitaly, con un totale di oltre 60 etichette che saranno presentate nel corso della serata, e un banco istituzionale in rappresentanza delle aziende della Denominazione del vino Docg. Carmignano.  È previsto un menù leggero come  accompagnamento ai vini, che saranno in libera degustazione.

 

“La serata-evento del 15 aprile è una grande opportunità per addetti ai lavori e amanti del vino - commenta Giovanni Busi, presidente del Consorzio Vino Chianti - che potranno entrare in contatto con le etichette toscane in un contesto più informale rispetto alla fiera. Sarà anche un’occasione di confronto tra addetti ai lavori sulla fase che sta attraversando il mercato del vino”.

Siamo interessati ad incontrare un pubblico giovane e desideroso di fare nuove esperienze con denominazioni più piccole - dichiara Fabrizio Pratesi, presidente del Consorzio del Carmignano, il vino dei Medici -. Oltre ad incontrare i professionisti del settore, il Fuori Vinitaly ci consente di farci conoscere ad una fascia più ampia di appassionati invitandoli anche a venire sui luoghi di produzione per immergersi nella nostra storia".

Il Consorzio Vino Chianti a Vinitaly

Il Consorzio Vino Chianti è presente a Vinitaly come consuetudine nel padiglione 9, stand C11 e C12, con un’area espositiva grande come non mai ed allestimento completamente rinnovato. Gli stand del Consorzio ospiteranno più di 30 aziende e presenteranno nel banco istituzionale oltre 300 etichette prodotte da più di 100 aziende.

L'evento è dedicato a giornalisti, buyers,  operatori del settore e ospiti. Ingresso libero, prenotazione obbligatoria entro il 10 aprile scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

IL CONSORZIO DI TUTELA DEL VINO DI CARMIGNANO RICHIEDE IL RICONOSCIMENTO MINISTERIALE

 

 

Sedici produttori dei vini di Carmignano, praticamente la quasi totalità, si sono riuniti il 5 marzo presso lo studio notarile D’Ambrosi di Prato per gli adempimenti necessari alla costituzione del “Consorzio di Tutela dei Vini Carmignano” e al suo successivo riconoscimento  da parte del Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste come previsto ai sensi dell’Art.41, comma 1,2,3,4, della Legge 238/16. Si tratta di un passaggio fondamentale per fornire al Consorzio tutti gli strumenti necessari per una piena efficienza operativa all’interno della Comunità Europea nei compiti ai quali è delegato ovvero la tutela del prodotto, i controlli sul rispetto delle regole comunitarie sulla produzione, la valorizzazione del prodotto e la promozione del territorio. In particolare le attività di vigilanza, tutela e salvaguardia saranno svolte nel rispetto della normativa comunitaria e nazionale, in collaborazione e sotto il coordinamento dell’Ispettorato Centrale della Tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agro-alimentari ICQRF,  in raccordo con la Regione Toscana.

La struttura del Consorzio è complessa in quanto le sue competenze saranno relative a ben tre Denominazioni ovvero ai vini Carmignano DOCG, ai vini Barco Reale di Carmignano DOC (rosso e rosato) e al Vin Santo di Carmignano DOC e coinvolgeranno gli utilizzatori che esercitano una o più attività produttive: viticoltura e/o vinificazione e/o imbottigliamento.

Siamo molto soddisfatti” dichiara il Presidente Fabrizio Pratesi “per la ampia e convinta partecipazione dei produttori operativi nel comprensorio di Carmignano. Questa partecipazione dimostra la volontà degli imprenditori di collaborare in maniera sempre più stretta al fine di puntare a livelli qualitativi alti e uniformi per tutta la Denominazione. I risultati in termini di premi e di riconoscimenti ottenuti da Carmignano ci incoraggiano a lavorare sempre più convinti in questa direzione.” Una maggioranza qualificata di aderenti al Consorzio nei confronti della totalità dei produttori potrà comportare anche l’ottenimento della possibilità di esercitare le funzioni e le attività previste con regime “Erga Omnes”, ovvero nei confronti di tutti i soggetti inseriti nel sistema dei controlli della denominazione, anche se non aderenti al Consorzio.

Il riconoscimento ministeriale” dichiara la vicepresidente e assessora all’agroalimentare della Regione Toscana Stefania Saccardi “è fondamentale per consentire al Consorzio di ampliare i propri orizzonti operativi in ambito comunitario. In questo momento ci sono dei temi molto sensibili come la salute del consumatore e la sostenibilità del prodotto e su questi argomenti sarà di grande importanza la presenza qualificata di Carmignano che, ricordiamolo, è una delle denominazioni più antiche del mondo, grazie al Decreto di Cosimo III del 1716”.

È il caso di ricordare che Cosimo III nel 1716 regolamentò la zona di produzione del Carmignano, ma prima ancora aveva istituito una “Congregazione” ovvero un vero e proprio antesignano di quello che sarebbe diventato il futuro istituto dei Consorzi di Tutela. Grazie alla lungimiranza di Ugo Contini Bonacossi della Tenuta di Capezzana, il Carmignano rivendicò negli anni ’70 la sua indipendenza come denominazione e costituì l’associazione dei vini Carmignano, dapprima come Congregazione, poi come Associazione o Consorzio volontario nel 1975.

 

Per ulteriori informazioni:

Consorzio di Tutela dei Vini Carmignano

Piazza Vittorio Emanuele II, 2

59015 CARMIGNANO (PO)

Tel: (+39) 335 215070

 

Paolo Valdastri+39 328 4603832

2024 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica