NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Eventi culturali

PREMIO IPAZIA 2020

 

PRESENTATO IL BANDO PREMIO IPAZIA PERFORMING ARTS – PRIMA EDIZIONE CORPO E INVIOLABILITÀ


Venerdì 20 marzo è stato presentato online il nuovo Bando Premio Ipazia Performng Arts. Si tratta del primo Premio a Genova per l'Arte Contemporanea e le Performing Arts.
Il Bando di concorso PREMIO IPAZIA PERFORMING ARTS affronterà nella Prima Edizione pilota, il tema del CORPO E INVIOLABILITÀ. Il premio è dedicato alla memoria dell’artista Pippa Bacca. L’obiettivo del bando è definire un nuovo territorio di incontro tra Arti Performative e Arte Contemporanea, favorendo progetti ibridi di contaminazione tra i due settori, stimolando una ricerca basata  sulla presenza del corpo umano nella realizzazione scenica.
Cogliamo l’occasione per condividere il Bando in allegato e il video di presentazione che può visualizzare al seguente link sul canale YouTube del Festival dell’Eccellenza al Femminile: https://www.youtube.com/watch?v=AQFFmedoTY4 dove intervengono i membri della Commissione del Premio, spiegando le modalità e linee guida del bando, insieme alla partecipazione esclusiva di Elena Manzoni di Chiosca, madre di Pippa Bacca, e Simone Manetti, regista del film documentario “Sono innamorato di Pippa Bacca”.
La Commissione di questa nuova sezione del Premio è composta, in ordine alfabetico, da Consuelo Barilari, Dir. Festival dell’Eccellenza al Femminile, Stefano Bigazzi, giornalista, Bettina Bush, giornalista La RepubblicaAlessandra Gagliano Candela, Vice Direttore Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova, Gian Maria Cervo, direttore artistico del Festival Internazionale di Teatro “Quartieri dell’Arte”, Linda Kaiser, critico d’arte Artribune, Virginia Monteverde, gallerista, Eugenio Pallestrini, presidente Museo Biblioteca dell’Attore Genova, Chico Schoen, gallerista, Francesca Serrati, direttrice Museo GAM e Museo di Villa Croce.
Il Premio è realizzato in collaborazione con Museo Biblioteca dell’Attore GenovaAccademia Ligustica di Belle Arti di GenovaArt Commission EventsGalleria Guidi & Schoen.

PREMIO IPAZIA ALLA NUOVA

 

DRAMMATURGIA

 

FATTORE D/ IL VALORE DELLE DONNE

per gli autori di teatro

 

Vista l’emergenza COVID19, l’VIII edizione del Bando PREMIO IPAZIA ALLA NUOVA DRAMMATURGIA verrà presentato online il 27 marzo alle ore 17:00 con un video che sarà pubblicato sui canali del Festival dell’Eccellenza al Femminile:

 

 

ARGOMENTO 2020
Per l’anno 2020 l’argomento del Bando sarà, in conformità con il FESTIVAL DELL’ECCELLENZA AL FEMMINILE 2020 XVI edizione, FATTORE D/ Il Valore delle Donne.
Il gender gap è un problema non solo morale e culturale, ma anche storico, politico, economico: il divario tra uomo e donna nei redditi, nell’accesso all’istruzione, ai servizi sociosanitari e alla vita politica è un problema che non è mai ritenuto di fondamentale importanza e viene affrontato solo in materia di Diritti e Pari Opportunità. 
Crediamo invece che questo sia un grave errore e comporti una limitazione per le speranze di ripresa e crescita globale. Lo confermano numerosi studi scientifici e le esperienze degli Stati più virtuosi. In che modo la presenza e le competenze femminili incidono sul miglioramento delle performance culturali, sociali, politiche, economiche ed aziendali e quindi contribuiscono allo sviluppo di un paese e più in generale del mondo?
FATTORE D è un modo nuovo di considerare il lavoro e la partecipazione delle donne alla vita culturale, politica ed economica; una visione secondo la quale la partecipazione attiva delle donne in tutti i settori e livelli economici non deve essere favorita solo per “rispetto” della parità di genere ma per ragioni di “convenienza culturale, sociale, politica ed economica”. 
La proposta dell’argomento FATTORE D per il nuovo Bando è finalizzata a cercare, indagare e valorizzare anche attraverso il Teatro e la scrittura creativa, le figure di donne che hanno partecipato e contribuito, declinando il loro intrinseco e specifico Valore D, allo sviluppo e alla crescita della Cultura, della Politica, della Scienza e dell’Economia nel mondo. Il fine ultimo è quello di contribuire a diffondere tra i giovani, le donne, il pubblico teatrale, nelle scuole, e a livello culturale in tutto il Paese, una coscienza diffusa e condivisa del Valore delle Donne nella prospettiva di crescita futura.

page1image3882400 page1image3888672 page1image3872320page1image7085168page1image3902112

dedicato allartista PIPPA BACCA Bando di concorso

PREMIO IPAZIA

PERFORMING ARTS – 1° edizione CORPO E INVIOLABILITÀ

Il Festival dell’Eccellenza al Femminile, in collaborazione con Museo Biblioteca dell’Attore Genova, Accademia Ligustica di Belle Arti di GenovaArt Commission EventsGalleria Guidi & SchoenWanted Cinema, presenta il nuovo Bando Premio Ipazia Performing Arts IL CORPO E L'INVIOLABILITÀ - In memoria di Pippa Bacca, dedicato alle nuove tendenze del Teatro.

L’obiettivo del bando è definire un nuovo territorio di incontro tra Arti Performative e Arte Contemporanea, favorendo progetti ibridi di contaminazione tra i due settori. Requisito fondamentale è la presenza del corpo umano nella realizzazione scenica.

La Commissione di questa nuova sezione del Premio è composta, in ordine alfabetico, da Consuelo Barilari, Dir. Festival dell’Eccellenza al Femminile, Stefano Bigazzi, giornalista, Bettina Bush, giornalista La RepubblicaAlessandra Gagliano Candela, Vice Direttore Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova, Gian Maria Cervo, direttore artistico del Festival Internazionale di Teatro “Quartieri dell’Arte”Linda Kaisercritico d’arte ArtribuneVirginia Monteverde, curatrice e direttore artistico "Art Commission", Eugenio Pallestrini, presidente Museo Biblioteca dell’Attore Genova, Chico Schoen, gallerista, Francesca Serrati, direttrice Museo GAM e Museo di Villa Croce.

informazioni:
ASSOCIAZIONE CULTURALE SCHEGGE DI MEDITERRANEO
via al Ponte Calvi n° 6/1d 
– 16124 Genova Tel. 010.6048277 // 010.8540845 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.eccellenzalfemminile.it

REGOLAMENTO
 
1 Per partecipare è necessario sottoscrivere la TESSERA/CARD del Festival dell’Eccellenza al Femminile al costo di euro 30,00 da acquistare tramite bonifico bancario: Conto n.1000/00141746 Banca San Paolo Intesa, intestato a ASSOCIAZIONE CULTURALE SCHEGGE DI MEDITERRANEO. IBAN: IT49 Q030 6909 6061 0000 0141 746.
 
2 Il Festival invierà via mail ai partecipanti una copia digitale della tessera/card del Festival,a conferma dell’avvenuta iscrizione.

3 Il Premio è aperto a tutti gli artisti, senza limiti di età, sesso, nazionalità. È prevista la partecipazione anche di collettivi di artisti, associazioni, compagnie teatrali e gruppi. Ogni artista singolo o gruppo di artisti può partecipare con una sola opera, inedita e certificata come tale dall’autore.

4. Requisiti del progetto. L’espressione artistica deve essere veicolata soprattutto dall’uso del corpo. Il progetto deve prevedere la rappresentazione scenica, che conservi un concetto di teatralità e di drammaturgia, includendo la possibilità di ripetizione. Il progetto può realizzarsi sia in forma visiva che multimediale, in cui sia presente anche la componente tecnologica del supporto (arte multimediale, arte virtuale, video arte, installazioni).

Verrà premiata in particolare la capacità del progetto di includere nell’ambito dell’arte performativa i temi e i linguaggi dell’arte contemporanea, a partire dall’utilizzo delle tecnologie multimediali e tutte le altre forme di arte visiva.

5. I progetti dovranno pervenire entro e non oltre il 19/06/2020alle ore 12:00 esclusivamente tramite posta elettronica all’indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con i seguenti allegati:

• Un documento con la presentazione del progetto senza dati personali o riferimenti agli autori dell’opera. Il progetto deve essere presentato nelle seguenti modalità:

- scheda artistica da inviare in formato pdf, compresa di scheda tecnica per la realizzazione dell’opera;

ad esplicazione del progetto potrà essere allegato:
- video di presentazione della durata massima di 3 minuti in formato mp4 tramite 
wetransfer

o altre modalità di condivisione;
- materiale fotografico ad alta definizione, per un massimo di 5 immagini.

  • Un documento con i dati e curriculum dell’autrice/autore o del soggetto proponente

  • Copia di un documento d’identità in corso di validità, dell’autore del progetto o del rappresentante legale dell’associazione o gruppo che presenta il progetto.
    • Copia di ricevuta di avvenuto bonifico per la sottoscrizione della tessera/card del Festival.

    6. Il nome del vincitore verrà comunicato allo stesso per mezzo mail e telefono entro la fine di Giugno 2020.

    Il Premio consiste in una Residenza d’Artista a Sestri Levante (GE) presso l’Ex Convento dell’Annunziata, o altro luogo da definire nell’area della Città Metropolitana di Genova. La residenza avrà una durata massima di due settimane, nel periodo tra luglio e settembre 2020. Il progetto avrà la possibilità di debuttare a settembre nel programma del Festival Quartieri dell’Arte a Viterbo e a ottobre nel programma del Festival dell’Eccellenza al Femminile a Genova.

    Oltre la residenza d’artista è prevista la pubblicazione del lavoro di ricerca relativo al progetto vincitore su riviste specializzate del settore.
    La premiazione avrà luogo a Genova in occasione delle iniziative del 
    Festival dell’Eccellenza al Femminile XVI edizione, previsto a ottobre 2020

 

Schegge di Mediterraneo

Via al Ponte Calvi 6/1d

16124 Genova

www.eccellenzalfemminile.it

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

SIBELIUS FESTIVAL - Golfo del Tigullio e Riviera 2020

 

MOSTRA DI OTTONE ROSAI

 

Mostra a cura di Giovanni Faccenda

Vernice stampa: 2 aprile ore 11.30

Inaugurazione ufficiale: 5 aprile alle ore 18.30

 

Ottone Rosai (Firenze 1895 – Ivrea 1957), uomo dalle travolgenti passioni, fu artista che scelse di leggere le novità del suo tempo alla luce della grande arte del Tre-Quattrocento toscano.

Nel centenario (1920) della prima personale fiorentina di Rosai, che lo impose all’attenzione del mondo dell’arte, la città di Montevarchi, nell’aretino, ha deciso di proporre un’ampia e del tutto originale retrospettiva dedicata al maestro toscano.

A curarla è il professor Giovanni Faccenda, massimo esperto di Rosai e curatore del catalogo generale delle sue opere.

La mostra riunisce, nella storica sede di Palazzo del Podestà, cinquanta opere di Rosai, per metà disegni e altrettanti oli. Tutti riferiti ad un momento preciso dell’artista: gli anni tra il 1919 e il 1932, il ventennio tra le due Grandi Guerre.

Le opere provengono tutte da collezioni private, e il pubblico potrà ammirare tele notissime ma anche – e questa è una delle peculiarità di questa mostra - opere del tutto inedite, emerse dalle ricerche che il prof. Faccenda continua a compiere nelle collezioni private e nelle case di chi, in Toscana ma non solo, ebbe rapporti con Rosai o con i suoi galleristi ed eredi.

«Una delle maggiori peculiarità di questa esposizione pubblica – anticipa il professor Faccenda - deriva dalla riscoperta di una decina di capolavori assoluti di Rosai degli anni Venti e Trenta, tutti provenienti da una raccolta privata romana, presenti alla mostra di Palazzo Ferroni, a Firenze, nel 1932, e documentati nel primo volume del Catalogo Generale Ragionato delle Opere di Ottone Rosai (Editoriale Giorgio Mondadori, Milano, 2018), da me curato. Accanto ad essi, le eccellenze più note di un periodo – quello fra le due guerre (1918-1939) – che rappresenta l’aristocrazia della pittura e del disegno di Rosai.Vi si aggiunga la volontà di superare una lettura esegetica ormai antiquata e limitata dell’opera di questo Maestro fra i maggiori del Novecento, sovente priva dei necessari riferimenti culturali che vi si debbono cogliere (Dostoevskij, Campana e Palazzeschi, fra gli altri) e di una riflessione filosofica che tenga conto delle affinità con il pensiero di Schopenhauer e il pessimismo cosmico di Leopardi.»

“Quando il Prof. Faccenda ci ha proposto di realizzare la mostra, e introdotto nella storia complessa e particolare di questo maestro dell’arte del ‘900 – spiega Silvia Chiassai Martini Sindaco di Montevarchi - siamo rimasti catturati dalla delicatezza e dalla grande espressione di umanità che emerge dalle sue opere. Abbiamo pensato che ospitare una esposizione dei suoi capolavori nel nostro Palazzo del Podestà, in un luogo tornato alla sua antica bellezza, fosse un’opportunità culturale che dovevamo cogliere e accettare per offrire ai visitatori una mostra unica”. 

 

Informazioni utili

 

Apertura della mostra: dal giovedì alla domenica 

giovedì e venerdì ore 15 – 19

sabato, domenica e festivi ore 10 – 20

La mostra sarà aperta anche il giorno di Pasqua

 

Info: www.comune.montevarchi.ar.it tel. 055-91081

Facebook: Comune di Montevarchi

Twitter: @montevarchi

Instagram: incomunemontevarchi

Youtube: Video Montevarchi

 

Ufficio Cultura: 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tel. 055.9108230

 

Ufficio Stampa del Comune di Montevarchi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – tel. 055.9108245

 

In collaborazione con:

 

Studio ESSECI, Sergio Campagnolo tel. 049.663499 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (rif. Roberta Barbaro)

A COMPAGNA PRESENTA IL LIBRO A CURA DI FRANCESCO DE NICOLA

I “VENERDI A PÂXO”

DA COMPAGNA

 

VENERDI’  14  FEBBRAIO  2020  ALLE  ORE  17,00  A  PALAZZO  DUCALE SALA BORLANDI – SOCIETA' LIGURE DI STORIA PATRIA

(da piazza De Ferrari, atrio primo loggiato, seconda porta a sinistra piano terra 

 

A COMPAGNA PRESENTA IL LIBRO A CURA DI

 

Francesco De Nicola

 

Camillo Sbarbaro

Vedute di Genova

 

De Ferrari Editore

  

Testi in prosa e in versi

di un grande scrittore e poeta ligure

e foto d’epoca dedicati alla nostra città

com’era ai suoi tempi

 

La presentazione sarà tenuta dal Curatore con la collaborazione del gruppo de "I Venerdì da Compagna" coordinato da Francesco Pittaluga, con Eolo Allegri, Isabella Descalzo e Luigi Lanzone.

  

INGRESSO LIBERO

 

 

A COMPAGNA: LA LANTERNA DI GENOVA

A COMPAGNA

 

MARTEDI’ 4 FEBBRAIO 2020 ALLE ORE 17.00 NELL’AULA SAN SALVATORE IN PIAZZA SARZANO A COMPAGNA ORGANIZZA L’INCONTRO PUBBLICO SUL TEMA «LA LANTERNA DI GENOVA, SIMBOLO DI UNA CITTÀ» A CURA DI ANNAMARIA “LILLA” MARIOTTI

 

Martedì 4 febbraio 2020 alle ore 17.00 nell’Aula San Salvatore in piazza Sarzano, dall’uscita della metropolitana, A Compagna nell’ambito delle conferenze I Martedì de A Compagna, che l’antico sodalizio cura da oltre quarant’anni, promuove il XVII appuntamento del ciclo 2019-2020: Annamaria “Lilla” Mariotti: «La Lanterna di Genova, simbolo di una città».

 

INGRESSO LIBERO

 

Annamaria “Lilla” Mariotti è nata a Camogli dove vive e lavora. Scrive libri di storie di mare tutti basati su avvenimenti veri che documenta con accurate ricerche e soprattutto sui fari. Molte sue pubblicazioni hanno vinto il primo premio in varie manifestazioni. Ha tenuto e tiene conferenze in USA e in giro per l’Italia aventi come argomento principale i fari. Attualmente è Presidente dell’Associazione Culturale Il Mondo dei Fari. La Lanterna di Genova è uno dei suoi fari preferiti, ha avuto occasione di visitarla molte volte organizzando anche eventi letterari al suo interno e ci torna ogni volta che le capita l’occasione. Con la sua presentazione “La Lanterna di Genova, simbolo di una città” oggi ci guiderà in una visita completa della Lanterna, mostrando come si presenta al visitatore e raccontandocene la storia fin dalla sua costruzione e la sua evoluzione nei secoli.

 

Franco Bampi, Presidente de A Compagna

 

La conferenza si tiene nell’Aula San Salvatore della Scuola Politecnica dell’Università di Genova in Sarzano (350 posti a sedere). Si tratta della chiesa sconsacrata che è sulla piazza ed è raggiungibile, oltre che con la metropolitana, da piazza Carignano percorrendo il ponte di Carignano (via Ravasco) oppure lungo la direttrice piazza Dante, Porta Soprana, via Ravecca, Sarzano.

La biblioteca Ezio Baglini della Compagna ha oltre 7000 volumi a tema genovese e ligure ed è consultabile in sede telefonando ai numeri 338-101.7733 oppure 334-323.5411

Aregòrdi

Segnalazioni di appuntamenti, anche di altri, fino al prossimo martedì

 

Mercoledì 29 gennaio 2010 alle ore 17.00

Sede de A Compagna, Piazza della Posta Vecchia 3/5

I mercoledì musicali a cura del M° Josè Scanu

La canzone dal Rinascimento ad oggi

Concerto del duo voce e chitarra Elena Lanza, contralto, Paolo Romanello, chitarra

 

Venerdì 31 gennaio 2020 alle ore 17,00

I “Venerdì a Paxo” de A Compagna

Palazzo Ducale, Sala Borlandi della Società Ligure di Storia Patria

Presentazione del libro di Remo Viazzi

Genova e Bisanzio nel XII secolo – Affari, famiglie, crociate, intrighi

a cura del gruppo de “I Venerdì da Compagna”, coordinato da Francesco Pittaluga con Isabella Descalzo, Luigi Lanzone e Eolo Allegri

 

Venerdì 31 gennaio 2020 alle ore 21,00

La trasmissione di PrimoCanale Liguria Ancheu non andrà in onda

 

Martedì 4 febbraio 2020 ore 17.00

I Martedì de A Compagna

La Lanterna di Genova, simbolo di una città

a cura di Annamaria “Lilla” Mariotti

 

Info: Per programmi segui il link:
http://www.acompagna.org/rf/mar/index.ht

 

Per le rassegne fotografiche segui il link:
http://www.acompagna.org/rf/index.htm

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica