NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Eventi culturali

I BORSISTI DELL'ACCADEMIA DI FRANCIA A ROMA – VILLA MEDICI LANCIANO ECCO RIVISTA ONLINE SPERIMENTALE E MULTIFORMEECCO-REVUE.COM

 

ECCO è una rivista online immaginata dai sedici borsisti dell'Accademia di Francia a Roma – Villa Medici che da settembre 2020 ad agosto 2021 vivono una residenza annuale di creazione, sperimentazione e ricerca. Questa iniziativa è nata dalla volontà di creare un legame fra le pratiche artistiche dei borsisti, progetto amplificato da un contesto di crisi sanitaria segnato dalla chiusura dei luoghi di cultura e dalla sospensione dei progetti; un antidoto creativo alla rassegnazione immaginato in forma libera e sperimentale.

Questo oggetto digitale ibrido si presenta come una rivista mensile: da gennaio a luglio 2021, sette uscite faranno vedere, ascoltare, leggere i contributi di autori e autrici, poeti, artisti, musicisti e musiciste, ricercatori e ricercatrici in residenza o di passaggio alla Villa, ma anche di invitati con percorsi ed orizzonti vari, tra cui alcuni ex residenti di Villa Medici. Ciascuno risponde come crede, solo o a più mani, a un termine che evoca un suono e/o una forma come pretesto per una riflessione. Buco, Colpo, Piano, Picco, Bordo, Blocco, Crepa: sette parole per sette numeri che giocano con i doppi sensi e risuonano in una pluralità di linguaggi artistici dai confini in movimento. Video, testi, creazioni sonore, fotografie, disegni...ogni contributo si appropria della parola e analizza gli scenari che essa racchiude. 

La rivista dei borsisti è una maniera di far conoscere al pubblico il lavoro in residenza, di rappresentare in forma digitale il laboratorio di idee di cui Villa Medici è scenario. I lettori e coloro che offrono il proprio contributo ai contenuti di ECCO si ritrovano in questa stessa curiosità per le parole e le forme contemporanee, attraverso un’iniziativa che lascia spazio all’imprevisto e prefigura altri incontri con il pubblico, tra i quali la mostra collettiva dei borsisti prevista questa estate a Villa Medici.

 

ECCO

ecco-revue.com 

Progetto grafico: Robert Milne e Laura Pappa.

In uscita il 15 di ogni mese.

I numeri 1 & 2 della rivista sono già disponibili online.

Le pubblicazioni sono accessibili in francese, italiano ed inglese a seconda dei contenuti.

Scarica le immagini QUI

 

Le pubblicazioni:

Gennaio    I     BUCO – TROU – HOLE

Febbraio   II    COLPO – PAN – BANG 

Marzo       III   PIANO – PLAT – FLAT

Aprile        IV   PICCO – PIC – PEAK

Maggio     V    BORDO – BORD – EDGE

Giugno     VI    BLOCCO – BLOC – BLOCK

Luglio       VII   CREPA – FAILLE – RIFT

Il comitato di redazione è composto dai 16 borsisti attualmente in residenza all’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici: 

Noriko Baba, compositrice, Parigi

Coralie Barbe, restauratrice, Parigi

Adila Bennedjaï-Zou, documentarista, Parigi

Simon Boudvin, artista, Bagnolet

Gaylord Brouhot, storico dell’arte, Parigi

Anne-James Chaton, autore, Parigi

Mathilde Denize, artista, Parigi

Alice Dusapin, editrice, Lisbona

Fernando Garnero, compositore, Parigi

Alice Grégoire, architetto, Rotterdam

Félix Jousserand, scrittore, Montpellier

Jacques Julien, scultore, Parigi

Estefanía Peñafiel Loaiza, artista, Parigi

Clément Périssé, architetta, Rotterdam

Georges Senga, fotografo, Lubumbashi/Maastricht

Apolonia Sokol, artista, Parigi

 

I partecipanti ai numeri I e II di ECCO:

Numero I - BUCO

Nathalie Du Pasquier, residente

Giovanni Mastrocesare, contributore 

Alexis Moreano Banda, contributore

Noëlle Pujol, residente

Saverio Verini, invitato

 

Numero II - COLPO

Pierre Alferi, contributore

Eloise Baille, invitata

Hippolyte Hentgen, contributore

Seulgi Lee, contributrice 

Federico Martelli, contributore

PAL, residenti

Josselin Panchout, contributore

 

 

Iscrivetevi alla newsletter di Villa Medici per restare informati sulle prossime pubblicazioni di ECCO!

 

A proposito dell’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici

Fondata nel 1666 da Luigi XIV, l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici è un’istituzione culturale francese avente sede dal 1803 a Villa Medici, villa del XVI secolo circondata da un parco di sette ettari e situata sulla collina del Pincio, nel cuore di Roma.

Ente pubblico dipendente dal ministero della Cultura francese, l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici svolge tre missioni complementari: ospitare artisti e artiste, creatori e creatrici, storici e storiche dell’arte di alto livello in residenza annuale o per soggiorni più brevi; realizzare un programma culturale ed artistico che interessa tutti i campi dell’arte e della creazione e che si rivolge ad un vasto pubblico; conservare, restaurare, studiare e far conoscere al pubblico il proprio patrimonio architettonico e paesaggistico e le proprie collezioni.

L’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici è diretta da Sam Stourdzé.

L’Accademia di Francia a Rome – Villa Medici ringrazia i suoi sponsor per il loro sostegno alla sua missione di residenza artistica

 

Elisabetta Castiglioni

BIENNALE INTERNAZIONALE DELL'ANTIQUARIATO DI FIRENZE: DAL 2 AL 10 OTTOBRE 2021

 

 

Sarà in programma dal 2 al 10 ottobre 2021 la 32ma edizione della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze a Palazzo Corsini. La mostra più importante al mondo dell’Arte Italiana e anche la più longeva, slitta di una settimana rispetto alle date consuete andando a coincidere con un altro importante appuntamento come la grande mostra di Jeff Koons a Palazzo Strozzi .

Nonostante alcune fiere internazionali abbiano deciso di spostarsi all’autunno, sono certo che la Biennale rimarrà un punto fermo e fondamentale del mercato dell’arte, come sempre lo è stata.

La Biennale opera in maniera trasparente e altruista nei confronti degli espositori, molti dei quali hanno già manifestato solidarietà e lealtà per questa storica manifestazione, cosa che mi riempie di gioia e motiva a lavorare sodo per una “edizione della rinascita” - dichiara Fabrizio Moretti, Segretario Generale della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze.

 

È sottinteso che tutti i progetti per questa edizione andranno avanti, solo ed esclusivamente, se la situazione sanitaria lo consentirà come di fatto appare ad oggi. Non dovessero verificarsi le condizioni indispensabili di sicurezza la BIAF ha già previsto di annullare l’edizione in lavorazione e posticiparla a settembre 2022.

 

Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze

Informazioni e application: www.biaf.it

Edizione n.32 

2 - 10 ottobre 2021 

Palazzo Corsini, Lungarno Corsini

Preview stampa: venerdì 1° ottobre 

 

Ufficio stampa per la Toscana

Studio Ester Di Leo

Tel. +39 055 223907 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.studioesterdileo.it

 

Ufficio stampa nazionale

Studio ESSECI – Sergio Campagnolo

Tel. + 39 049 663499

Roberta Barbaro

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

FESTIVAL DELL’ECCELLENZA AL FEMMINILE FATTORE D

 

AMEDEO MODIGLIANI FRA DISEGNO E PITTURA FEMME AU COL BLANC E ALTRI RITRATTI DAL MUSÉE DE GRENOBLE

Amedeo Modigliani, Femme au col blanc, 1917, olio su tela (particolare)

 

Sono da poco passati cent’anni dalla scomparsa di Amedeo Modigliani che, appena trentacinquenne, si spegneva a Parigi con la mente in preda al delirio, dopo una vita breve ma bruciante e artisticamente compiuta.

L’esposizione, grazie alla collaborazione col Musée de Grenoble, di sei opere di Modigliani, consente di analizzare il rapporto fra disegno e pittura e di cogliere i principali riferimenti culturali nel suo lavoro di ritrattista. 

Dal 27 marzo al 4 luglio 2021 presso la Fondazione Magnani-Rocca di Mamiano di Traversetolo, presso Parma, vengono infatti esposti il dipinto Femme au col blanc, olio su tela del 1917, raffigurante Lunia Czechowska, moglie dell'amico d’infanzia di Léopold Zborowski, mercante d'arte e mecenate di Modigliani, e cinque ritratti a matita di personaggi della capitale francese degli anni Dieci, dove egli fu al centro della scena artistica, al tempo all’avanguardia internazionale.

 

Nella poetica pittorica di Modigliani (Livorno 1884 – Parigi 1920) il ritratto rappresenta l’unico veicolo d’espressione possibile del furore creativo dell’artista e il vitale strumento di esternazione dell’ansia, profondamente umana, d’intrecciare uno scambio relazionale con altri esseri. Partendo da una profonda fascinazione per l’essenzialità stilistica della tradizione trecentesca e quattrocentesca senese, per le qualità plastiche della scultura e per la stilizzazione del tratto grafico, Modigliani elabora una concezione assolutamente originale del ritratto, tenendo conto anche dell’insegnamento di Paul Cézanne e delle maschere africane. Per sottolineare queste influenze, importanti esempi della pittura senese e cezanniana vengono accostati in mostra ai lavori di Modigliani, come anche una maschera africana.

I capolavori dell’arte francese del periodo in cui egli visse e operò, appartenenti alle raccolte della Fondazione Magnani-Rocca (oltre a Cézanne, anche Renoir, Monet, Matisse e Braque; ma anche l’italiano Severini, che in quegli anni viveva a Parigi), offrono al pubblico una visione ampia della scena artistica del tempo.

 

Inquieto, sempre in bilico tra genio e sregolatezza, un dandy moderno e un raffinato artefice del proprio tragico destino, perfetto stereotipo dell’artista maledetto, Modigliani, oltre che grande pittore, fu eccellente disegnatore, riuscendo, con un tratto volumetrico e allo stesso tempo bidimensionale, a catturare la sensibilità e la psicologia degli effigiati; coloro che gli fecero da modello ebbero a dire che farsi ritrarre da lui era come “farsi spogliare l’anima”. Il tratto più caratteristico e affascinante dell’opera di Modigliani risiede proprio nel suo talento introspettivo, che gli permetteva di portare a espressione le qualità più intime della persona, trasformando ogni singolo ritratto in una sorta di specchio interiore.

Di gran lunga più celebri di quelli maschili, i ritratti femminili sono i maggiori esempi della sensibilità artistica di Modigliani; i tratti delicati, i colli affusolati ed eleganti, sono divenuti identificativi dell’arte stessa del pittore e la Femme au col blanc ne è uno splendido esempio. Pur utilizzando un linguaggio prettamente moderno, egli non dimentica mai la tradizione italiana; l'ideale femminile con il collo lungo era stato infatti vagheggiato e dipinto da altri grandi artisti del passato, uno fra tutti, il Parmigianino, con la sua Madonna dal collo lungo dipinta proprio a Parma fra il 1534 e il 1540. 

 

Modigliani. Opere dal Musée de Grenoble

Fondazione Magnani-Rocca, via Fondazione Magnani-Rocca 4, Mamiano di Traversetolo (Parma). 

Dal 27 marzo al 4 luglio 2021. Orario: mercoledì, giovedì e venerdì continuato 10-18 (la biglietteria chiude alle 17) – sabato, domenica e festivi continuato 10-19 (la biglietteria chiude alle 18). Aperto anche Pasqua, Lunedì di Pasqua, 25 aprile, 1° maggio, 2 giugno. Lunedì e martedì chiuso (aperto Lunedì di Pasqua).

Ingresso: € 12,00 valido anche per le raccolte permanenti e il parco - € 10,00 per gruppi di almeno quindici persone - € 5,00 per le scuole. 

Il sabato, la domenica e i festivi, il biglietto comprende anche la visita libera agli Armadi segreti della Villa.

Informazioni e prenotazioni gruppi: 

tel. 0521 848327 / 848148  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  www.magnanirocca.it   

Il sabato ore 16.30 e la domenica e festivi ore 11.30, 16, 17, visita alla mostra focus ‘Modigliani’ e alle raccolte permanenti della Fondazione con guida specializzata; è possibile prenotare a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , oppure presentarsi all’ingresso del museo fino a esaurimento posti; costo € 17,00 (ingresso e guida). 

Ristorante tel. 0521 1627397 whatsapp 393 7685543 email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Consultare il sito www.magnanirocca.it per le modalità di visita in sicurezza.

Mostra e Catalogo (Silvana Editoriale) a cura di Stefano Roffi con la collaborazione di Alice Ensabella,

saggi e testi in catalogo di Sophie Bernard, Alice Ensabella, Stefano Roffi, Aldo Santini, Guy Tosatto.

Ufficio Stampa: Studio ESSECI, Simone Raddi  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  tel. 049 663499. Cartella stampa e immagini: www.studioesseci.net

 

La mostra è realizzata grazie al contributo di: 

FONDAZIONE CARIPARMA, CRÉDIT AGRICOLE ITALIA.

Media partner: Gazzetta di Parma. 

Con la collaborazione di: AXA XL e Aon - Angeli Cornici, Cavazzoni Associati, Fattorie Canossa, Società per la Mobilità e il Trasporto Pubblico

 

LA RASSEGNA POESIE D’AMORE 2021 - LE 20 POESIE D’AMORE SELEZIONATE

 

 

SAN VALENTINO … INNAMORATI A CAMOGLI 

E' un’iniziativa promossa da Associazione Commercianti ed Operatori Turistici di Camogli e Comune di Camogli con il patrocinio Regione Liguria, Agenzia In Liguria e Camera di Commercio di Genova in collaborazione con Pro Loco di Camogli.

 

Da sabato 6 per tutto il mese di febbraio 2021

(se la situazione epidemiologia non ne consentisse lo svolgimento, si rimanderà a data da destinarsi).  Iniziativa d’immagine e di promozione turistica, SAN VALENTINO … INNAMORATI A CAMOGLI è promossa dall’Associazione Commercianti ed Operatori turistici e Comune di Camogli, organizzata fin dal suo inizio da Dimensione Riviera promozioni.

Evento che annualmente la Città di Camogli dedica alla festa degli innamorati, coinvolge i vari comparti economici, commerciali e turistici della città, dando vita a molteplici iniziative d’intrattenimento. Notevoli anche gli eventi culturali che attirano l’attenzione di migliaia di visitatori, artisti, poeti, letterati, scrittori, pittori, fotografi, appassionati del bello, dell’amore, innamorati di Camogli. Fra questi, saliti alla ribalta nazionale, il PIATTO RICORDO di SAN VALENTINO A CAMOGLI, ogni anno dalla diversa immagine con un successo tale da aver innescato nel corso del tempo una vera mania da collezionismo, la RASSEGNA POESIE d’AMORE che da anni vede arrivare a Camogli, da tutta Italia e dall’estero, centinaia e centinaia di opere, il CONCORSO FOTOGRAFICO I Love Camogli. E ancora i CUORI E NODI D’AMORE sulla rete, tessuta in fibra naturale dai pescatori dove gli innamorati annodano i cuori ROSSO FUOCO, la RASSEGNA Poesie d’amore, il PERCORSO DEGLI INNAMORATI, la PIOGGIA DI CUORI al gazebo artistico … Rispetto alle passate edizioni sono stati previsti necessari adeguamenti per garantirne la realizzazione seguendo le normative anti COVID e rivisti anche alcuni appuntamenti collaterali che al momento attuale non potrebbero essere svolti con la necessaria sicurezza, rimandando al prossimo febbraio gli aggiornamenti del caso.

 

Le 20 poesie d’amore selezionate

Particolarmente seguita fra gli eventi culturali è la “Rassegna Poesie d’Amore”, che quest’anno ha visto arrivare oltre 700 composizione dai più diversi luoghi. Fra tutte le pervenute, la giuria (composta da Mario Peccerini, Federica Lamera e Giulia Pirchi, coadiuvati da Luciana Sirolla presidente ASCOT con il supporto Daniela Bernini ufficio stampa e comunicazione), ha scelto le 20 poesie che riceveranno l’attestato di “Opera selezionata” e che da sabato 6 febbraio 2021 saranno stampate in artistici poster esposti sul molo del porticciolo di Camogli, nelle frazioni di Ruta e San Rocco ed in via Repubblica, location che garantiscono la migliore visibilità alla rassegna. Il “Premio Speciale” della giuria quest’anno è stato assegnato alla poesia L’AMORE DELLE PICCOLE COSE firmata da BRUZZONE ALESSIO di Genova. L’autore riceve l’importante realizzazione artistica raffigurante un veliero in cristallo sospeso tra terra, mare e cielo simbolo della Città di Camogli, borgo marinaro noto proprio come “Città dei mille bianchi velieri”. La giornata delle premiazioni, prevista domenica 14 febbraio, è stata posticipata a data da convenire.

Le 20 poesie selezionate

14 FEBBRAIO (Sonia Vatteroni - La Spezia)

DEDICA (Adriano Gasperi - Las Palmas di Gran Canaria - Spagna)

CHE GIOIA ESSERE ATTESA (Mariagrazia Carraroli - Campi Bisenzio – Firenze)

IMMAGINE D’AMORE (Maria Elisabetta Vuillermoz - QUART – Aosta)

L'AMORE DELLE PICCOLE COSE (Alessio Bruzzone  – Genova) 

PREMIO SPECIALE DELLA CRITICA

AMORI IMPOSSIBILI (Mattia Negri - Sossano - Vicenza)

MISCUGLI e MISCELE (Alessandro Graziani – Forlì)

AEROPLANINI (Antonio Ivor Boatti - Brusimpiano - Varese)

FEDE (Clara Pitocchi – Calvi Risorta - Caserta)

EPPURE (Francesca Canu – Genova)

FARFALLE A CATINELLE (Roberto Marzano - Lavagna – Genova)

ESTEMPORANEITA’ (Michele Della Porta - Nocera Inferiore - Salerno)

STAGIONI D’AMORE (Stefania Di Vita – Paesana - Cuneo)

HAIKU (Emanuel Fatello – Torino)

CARAMELLO FONDENTE (Ilaria Gatti - Albese con Cassano - Como)

MA NON MUTO (Rita Anders - Argenta - Ferrara)

IL SENSO GIUSTO (Marco Fusi - Nova Milanese – Monza e della Brianza)

A-MO-RE (Giacomo Candoni - Vicenza)

RICORDO (Albini Domenico - Manciano - Grosseto)

RIMPIANTO (Marco Oreste Marelli - Nebbiuno - Novara)

 

 “Premio Speciale”

 

L'AMORE DELLE PICCOLE COSE

Nel tuo darmi la mano in auto

Nel tuo solito "scusa il ritardo"

In quel tuo rubare coperte

Nelle tue lacrime incerte

Nel tuo "scrivi quando arrivi"

In tutti i tuoi sorrisi

Nel tuo "no grazie non ho fame"

Per poi "me lo fai assaggiare?"

In quel tuo cantare a bassa voce

Nel "mi porti al mare anche se piove?"

In tutta questa ordinarietà

Trovo amore, felicità

(Alessio Bruzzone  – Genova)

 

www.sanvalentinoinnamoratiacamogli.it

 

Foto Volpe 

 

Ufficio stampa e comunicazione • Daniela Bernini • Cell. 335 72 74 514

2021 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica