NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Eventi culturali

TEORIA MASCHILE, PRATICA FEMMINILE: DONNE A TAVOLA E IN CUCINA

 

 

Appuntamento con la storia di Venezia

 

 TEORIA MASCHILE, PRATICA FEMMINILE:

DONNE A TAVOLA E IN CUCINA 

Presentazione a cura di Laura Giannetti

Martedì  17 Dicembre 2019 – Ore 17.00 

 INGRESSO LIBERO

Secondo dottori, religiosi e moralisti del Cinquecento, le donne dovevano mangiare e cucinare seguendo determinate regole di moderazione, astinenza e disprezzo del piacere del cibo. La mancanza di autrici di trattati di cucina o di libri di medicina e salute, e la grande diffusione della letteratura prescrittiva, ha fatto pensare che dette regole di comportamento fossero generalmente acquisite e rispettate nella vita quotidiana. Ma in realtà non era così. Guardando ben oltre la letteratura prescrittiva, l’autrice si avvale di tre fonti composte da donne del tempo in cui si rivelano le loro idee riguardo al cibo e al concetto di “gusto” nel mangiare: le lettere della Marchesa di Mantova Isabella d’Este (1474-1539) il dialogo Il merito delle donne di Moderata Fonte (1555-1592) e le lettere scritte da Suor Maria Celeste (1600-1634) figlia di Galileo Galilei, dal convento di Arcetri in cui era rinchiusa. La presentazione mostrerà la differenza tra la prospettiva maschile di religiosi e dottori del tempo, e le idee e la pratica femminile.

Presentazione a cura di Laura Giannetti

Bistrot de Venise

San Marco 4685, Calle dei Fabbri

VENEZIA Italy 30124

P:+39 041 523 66 51 / F:+39 041 520 22 44

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

LA SFIDA DI NATALE NEL BOSCO DEL PARCO CINQUE SENSI

 

Uno spettacolo teatrale attivo per tutta la famiglia

La Compagnia di Teatro nel Bosco animerà, al Parco Cinque Sensi di Vitorchiano, tre spettacoli allestiti all'aria aperta in cui i protagonisti saranno gli attori e gli ospiti, che verranno coinvolti in un'esibizione dallo spirito natalizio inaspettato. Domenica 15 e 22 dicembre, bizzarri e fiabeschi protagonisti del Natale accompagneranno gli ospiti lungo i sentieri del bosco. Creature del gelo, simpatiche vecchiette, dispettosi folletti racconteranno la loro storia e le più antiche leggende natalizie europee. Alla fine, sarai tu il protagonista... scegliendo da che parte stare! Team Grinch o Team Spirito Natalizio?

 

Tutti i partecipanti prenderanno parte attiva allo spettacolo. Adatto a bambini e adulti.

Inizio ore 12:00 - termine ore 13:00

 

Per  tutti coloro che vogliono godere del bosco qualche ora in più, si va oltre lo spettacolo, con succulenta grigliata, vin brulé e tisane calde, laboratori per bambini e adulti nella  fabbrica del Natale, con le immancabili bombe di semi da modellare aromatizzate alle spezie.

Durata spettacolo "La sfida di Natale nel Bosco": un'ora - Costo spettacolo: 10 euro a persona.

 

Spettacolo comprensivo di grigliata nel bosco e laboratori nella fabbrica del Natale: 25 euro a persona (adulti e bambini).

Inizio ore 12:00 - termine ore 15:30 

  

Enrica Muretti - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - +39 373 72 68 749

MOSTRA DI BETTEGA, TROTTER E ZURLO

Appuntamento con la pittura

MOSTRA DI

GIANCO BETTEGA, JIMI TROTTER
& NICOLA ZURLO

Martedì 3 Dicembre 2019 – Ore 17.30 
INGRESSO LIBERO

 
Arrivano santi antichi, portatori del messaggio del Cristo tra boschi e montagne, santi d’ogni grado, sesso e provenienza ai quali affidarsi, chiedendo sostegno, aiuto, comprensione, misericordia.  E’ una mostra-laboratorio tutta montana fatta di solido legno quella che propongono tre artisti della valle di Primiero che hanno messo mani e talenti per rivivere e rinnovare un percorso di devozione popolare. Jimi Trotter: pennelli, spatole, stencil, foglia d’oro, polvere di stelle, classe 1956, disegna, dipinge e suona dagli anni Settanta. Nicola Zurlo, scalpelli e coltelli, classe 1989, scolpisce da qualche anno seguendo le orme dei suoi antenati “madonnari”. Gianco Bettega, matite e parole in libertà, classe 1955, si interessa di storia del territorio e del sacro. “Lavori nati e cresciuti in Primiero – scrive Paolo Meneguz – ma coltivati guardando il mondo. Dentro Primiero, perché senza remore in tutti i legni c’è un riferimento ai luoghi e alle storie della nostra valle. Fuori, perché Jimi con le sue pennellate/citazioni che spaziano dall’iperrealismo alla pittura zen, ci mostra in quale campo siano state coltivate…”                                                                                

Rassegna a cura di Emanuele Horodniceanu .
Le opere rimarranno esposte fino a Sabato 14 Dicembre


 
Programma completo degli eventi
Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Instagram
Instagram
Website
Website
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bistrot de Venise

San Marco 4685, Calle dei Fabbri

VENEZIA Italy 30124

P:+39 041 523 66 51 / F:+39 041 520 22 44

PARMA CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA

MOSTRA DI IVAN PALAIA

 Appuntamento con la PITTURA
 "MOSTRA PERSONALE DI IVAN PALAIA"

Martedì 19 Novembre 2019 – ore 17:30 –
INGRESSO LIBERO

Il paesaggio come territorio da percorrere in libertà e da “sabotare” con il dinamismo del colore, del segno, del graffio. Come luogo d’incontro tra il visibile ed il nascosto, tra figurazione ed astrazione, come luogo aperto, indefinito, quasi sfuggente. Ivan Palaia è nato a Torino. Laureato in Architettura al Politecnico, si trasferisce a Barcellona dove lavora come architetto e partecipa a corsi di illustrazione. Tornato in Italia lavora nel campo della comunicazione sui New Media operando per associazioni, scrittori, personaggi pubblici e collaborando con siti di design. Da qualche tempo ha ripreso la vecchia passione per la pittura andando ad esporre le sue opere in Italia e all’ estero.  Il suoi paesaggi sono all’ insegna del “sovvertimento”, di una visione “sregolata” della realtà. “Nulla deve essere troppo palese – scrive Palaia – nulla deve essere troppo irreale; la tela è il luogo dove si incontrano razionalità e inconscio e dove il risultato è la fine di un percorso mai finito…” Ivan Palaia vive ed opera a Torino.                    

Rassegna a cura di Emanuele Horodniceanu .
Le opere rimarranno esposte fino a Lunedì 02 Dicembre.

                                                                     

Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Instagram
Instagram
Website
Website
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Bistrot de Venise

San Marco 4685, Calle dei Fabbri

VENEZIA Italy 30124

P:+39 041 523 66 51 / F:+39 041 520 22 44

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

https://www.bistrotdevenise.com

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica