NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Eventi Vino

SIMPLY ITALIAN GREAT WINES LONDON 2021

 

London, 21 ottobre 2021

 

Simply Italian Great Wines torna nel Regno Unito. L’evento ideato da IEM – International Exhibition Management - per promuovere l’enologia italiana nel mondo, farà tappa a Londra il 21 ottobre.

Il Regno Unito è da sempre uno dei più importanti mercati di esportazione per il vino italiano (il suo terzo mercato) ed alcuni fattori contingenti come la Brexit e il COVID hanno certamente cambiato non solo lo stile di vita degli inglesi ma anche le abitudini di consumo e di acquisto dei consumatori.

“Oggi più che mai crediamo che sia cruciale tornare a Londra. Simply Italian Great Wines è un'esperienza commerciale unica creata per offrire ai produttori di vino italiani l'opportunità di introdurre e promuovere i loro prodotti sui mercati internazionali, dai nuovi a quelli più consolidati” ha detto Marina Nedic, titolare di IEM insieme a Giancarlo Voglino.

Questa nuova edizione londinese vuole essere un viaggio attraverso i vini d'Italia che si realizzerà grazie a degustazioni didattiche e all'opportunità di un confronto diretto con i produttori. L'evento porrà l’attenzione su una serie di masterclass formative (chiave per comprendere la diversità del vino italiano) affidate ai relatori Walter Speller e Emily O’Hare, tra i maggiori e più riconosciuti esperti locali del vino italiano.

 Il programma si aprirà quindi giovedì 21 ottobre a Londra presso la prestigiosa Church House di Westminster con una scaletta di ben otto masterclass volte ad illustrare la ricchezza e la bellezza vitivinicola del Bel Paese e in particolare il focus riguarderà  i vini di prestigiosi Consorzi quali: il Consorzio Tutela Vini D.O.C. delle Venezie, l’ Istituto Marchigiano di Tutela Vini, il Consorzio Tutela Vino Custoza D.O.C., il Consorzio Tutela Vini Collio D.O.C., il Consorzio Garda D.O.C., il Consorzio di Tutela Vini d’Abruzzo, il Consorzio per la Tutela dell’Asti D.O.C.G. e il Consorzio Vino Chianti D.O.C.G.

Non mancherà inoltre la presenza di una grande varietà di produttori di vino, regioni e denominazioni note, accanto a quelle più recenti (oltre 70 aziende) che, a partire dalle ore 10:00, avranno l’opportunità di incontrare i principali key leaders del settore e della stampa attraverso il walk-around tasting.I protagonisti: 

Masciarelli 

Consorzio di Tutela Vini d’Abruzzo 

Agriverde Azienda Tilli Castorani Ciavolich
De Antoniis Adele Di Sipio 

Ettore Galasso Inverso Vini La Quercia Mastrangelo Nic Tartaglia 

Abruzzo 

Rapino Talamonti Tenuta Secolo IX Terzini

Istituto Marchigiano di Tutela Vini 

Tenuta del Buonamico Menicucci 1689 Castello Monterinaldi 

Consorzio Vino Chianti 

Azienda Agricola Malenchini Azienda Agricola Il Palazzo Marzocchi Vini Toscani Camperchi 

Cantina Gentili
Casa Vinicola Dreolino
Colli Adimari
Fattoria di Piazzano Fattoria La Leccia
Fattoria Montecchio Fattoria Montellori
Fattoria Montereggi Fattoria Pietrafitta
Fattoria San Michele a Torri Fattoria Uccelliera
Il Cavalierino
L'Arco
Lanciola 

Piandaccoli
Tenuta di Artimino
Tenute Cantagallo e Le Farnete Tenuta San Vito
Tenute di Fraternita
Usiglian del Vescovo
Val di Botte
Valvirginio
Vignano
Villa Travignoli 

Prediomagno
Matteo Soria
Beppe Bocchino
Vinchio Vaglio
Marco Bonfante
Matteo Colla - Wines from Piedmont 

Consorzio per la Tutela dell’Asti DOCG 

Marina Danieli Kurtin
Ca' Tullio 

Consorzio Tutela Vini Collio DOC 

La Source
Jako Wine
Azienda Agricola Nardello Daniele 

Consorzio Tutela Vino Custoza DOC 

Azienda Agricola Gorgo
Menegotti
Cantine di Verona
Cantine Vitevis - Cantina di Castelnuovo del Garda 

Consorzio Garda DOC 

Agriment ITC Wine 

Consorzio Tutela Vini DOC delle Venezie 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
+39 045 8303264 www.simplyitaliangreatwines.com 

I.E.M. International Exhibition Management s.r.l. 

MILANO WINE WEEK 2021: GLI APPUNTAMENTI WINE & FOOD DELL’ULTIMO WEEKEND

 

 

 

8/10 ottobre 202

 

Si sta per concludere la 4° edizione della Milano Wine Week che ha animato da sabato 2 ottobre tutta la città con centinaia di eventi, incontri, forum dedicati al mondo del vino e non solo! E in programma ancora numerosi ed interessanti appuntamenti aperti al pubblico per tutto il weekend, per avvicinarsi e conoscere sempre di più questo affascinante mondo, scoprendo le eccellenze del territorio italiano.Per chi desidera trascorrere qualche ora all’aria aperta:

WINE TOUR

Percorsi e attività, rivolti al pubblico, alla scoperta della ricchezza di territori del vino a massimo due ore di distanza dal capoluogo lombardo con transfer in partenza dalla città. Sarà quindi possibile visitare una selezione di territori:

  • Cà Maiol – del Gruppo Santa Margherita Gruppo Vinicolo– con sede a Desenzano del Garda (BS), azienda di primo piano con oltre cinquant'anni di storia nella terra del Lugana, elegante bianco ottenuto da uve Turbiana, particolarmente interessante versatile e immediato, oggetto di una recente riscoperta e valorizzazione – domenica 10 ottobre.
  • Altra destinazione le affascinanti cantine sotterranee della Guido Berlucchi a Borgonato di Corte Franca (BS) in cui ha sede la storica azienda che proprio quest’anno festeggia i 60 anni di storia – da venerdì 8 a domenica 10 ottobre.

COSTO: 60 €

PRENOTAZIONI:

Cà Maiol

https://www.camaiol.it/it/smart-tasting/?experience=5a55836e-0d7a-499d-8b24-85408aff272e

Berlucchi 
https://www.berlucchi.it/visite-cantina/eventi/milano-wine-week/

 

WINE BOAT

La Chianti Lovers Boat, il battello che naviga sulle acque del Naviglio Grande di Milano, attende i winelover proponendo degustazioni, abbinamenti gastronomici e seminari a tema Chianti. L’imbarcazione, immatricolata con il numero 0002, naviga nel nome della sostenibilità grazie al motore elettrico. Gli itinerari partono dal molo sul Naviglio Grande e sono in programma dieci corse per tutto il weekend, per un numero massimo di 25/30 persone e una durata approssimativa di 55 minuti per costo di 35 euroa persona con Prenotazione on line

COSTO: 35 €

PRENOTAZIONI: https://www.zaniviaggi.com/it/tour/wine-boat-by-chianti/

 

 

Per chi desidera andare alla scoperta del mondo del vino e conoscere le eccellenze di numerose regioni italiane, basta girovagare per la città:

 

WINE DISTRICT

Wine District, attivati tra alcuni dei quartieri più interessanti della città quest’anno sono ben 10: il Franciacorta in zona Brera/Garibaldi/Solferino; il Consorzio dell’Asti e del Moscato d’Asti DOCG in Sempione/Arco della Pace; il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG a Porta Nuova/Gae Aulenti; il Consorzio Tutela Lugana DOC a Porta Romana; il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese in zona Eustachi/Plinio. E ancora le new entry 2021: il Brunello in Galleria – Brunello di Montalcino in Galleria Vittorio Emanuele; il Consorzio per la Tutela dei Vini Valpolicella a Marghera/Sanzio; il Consorzio Vino Chianti ai Navigli; il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo a Porta Venezia e InLiguria in zona Isola. Numerosi gli eventi organizzati nei vari ristoranti e locali di somministrazione.

 

Un’altra iniziativa di questa edizione sono gli Infopoint, uno per ogni Wine District, per dare la possibilità al pubblico di comprendere meglio tutte le attività presenti nel quartiere e vivere le attività di engagement organizzate in collaborazione con Haier, il leader mondiale nel mercato dei grandi elettrodomestici, sponsor della manifestazione. Nei gazebi degli Infopoint, nei weekend in orario pomeridiano 14:30-18:30, i visitatori potranno seguire dei percorsi di avvicinamento al vino gratuiti. A guidarli un enologo che farà degustare i vini di un territorio del vino, in base al Wine District in cui si troverà.

 

Numerosi ed esclusivi anche gli eventi dedicati al food, organizzati da Francesca Romana Barberini, tra i quali la prima edizione di “Segreti in tavola”, una serie di sei incontri con cuochi, pasticceri e panettieri pensati per incuriosire tutti, tra appassionati e neofiti.

Tutti gli incontri di Segreti in tavola si svolgono all’interno dell’Officina Design Cafè presso il Museo ADI Compasso D'oro, in Via Ceresio 7, location gestita dall’Associazione Chic – Charming Italina Chef.

  • Venerdì 8 Ottobre alle 18 protagonista lo Chef Andrea Aprea in abbinamento con il Consorzio di Tutela dei vini dell’Oltrepò.
  • Sabato 9 Ottobre alle 18 ci sarà la Chef Viviana Varese del Ristorante Viva di Milano in abbinamento con il Prosecco DOC.
  • Domenica 10 Ottobre alle 18 lo Chef Franco Favaretto del Ristorante BaccalàDivino di Mestre in abbinamento con il Prosecco DOC.

 

CHARITY DINNER - Brunello in Galleria

Venerdì 8 alle 20.30 sarà la volta di una serata davvero speciale, infatti al Ristorante Savini 1867, in via Ugo Foscolo, 5 si terrà una charity dinner a sostegno del progetto HiPPO di Fondazione Humanitas per la Ricerca, dedicato alla valorizzazione dei giovani ricercatori che scelgono l'Italia per lavorare al progresso della scienza. Gli ospiti potranno degustare una selezione di vini del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, le etichette che verranno abbinate ai piatti sono prodotte dalle aziende: Azienda Agr. Poggiarellino di Ginotti Lodovico, Camigliano, Campogiovanni, Carpineto, Casisano, Col di Lamo, Cortonesi, Elia Palazzesi Collelceto, Fattoria dei Barbi, La Magia, La Rasina, San Guglielmo di Martini Ilaria, San Polo, SassodiSole, Sesta di Sopra, Tassi di Tassi Franca, Tenuta Fanti, Val di Suga.

PER PRENOTAZIONE https://www.clappit.com/biglietti/acquista-biglietti-cena-con-il-consorzio-del-vino-brunello-di-montalcino-in-favore-del-progetto-hippo.html 

 

WINE GENERATION FORUM

Venerdì 8 dalle ore 14.30 alle ore 19.00 a Palazzo Castiglioni il Wine Generation Forum metterà in luce idee, obiettivi e valori dei nuovi protagonisti del mondo del vino: giovani imprenditori, produttori e operatori della generazione dei Millennials e Gen Z. Focus sui temi caldi come sostenibilità e evoluzione del concetto di business e marketing
esperienziale, attraverso un confronto con le eccellenze che hanno plasmato il settore.

Link di prenotazionehttps://form.123formbuilder.com/6001275/forum-milano-wine-week

 

 

Milano Wine Week non è solo food&wine, ma anche cultura e arte:

 

MOSTRA BERLUCCHI

Berlucchi, tra le cantine simbolo dell'eccellenza della Franciacorta nel mondo, durante la Milano Wine Week celebra il suo 60esimo anniversario ripercorrendo la storia dell’azienda attraverso una mostra che anima il centralissimo Corso Vittorio Emanuele. Contestualmente sono promosse alcune attivazioni presso i locali che permetteranno al pubblico di vivere un’esperienza legata alle etichette più importanti della cantina.

 

INSTALLAZIONE PASQUA

Pasqua Vigneti e Cantine ha aperto la settimana del vino milanese con una gigantesca opera immersiva site–specific che celebra temi cari alla cantina veronese come la creatività, il talento e il vino italiano. Con la direzione creativa del collettivo artistico NONE e realizzata in collaborazione con BASE Milano, l’opera dal titolo “Falling Dreams” offre un’esperienza sospesa tra sogno e realtà. L’installazione è aperta gratuitamente al pubblico dal 6 al 9 ottobre, dalle ore 18.00 alle ore 22.00.

 

PRESENTAZIONE DEL LIBRO #IOSIAMO di Tiziana Di Masi e Andrea Guolo

La presentazione di #IOSIAMO (libro scritto da Tiziana Di Masi, attrice di teatro sociale, e Andrea Guolo, giornalista specializzato nel wine, edito da San Paolo) diventa l'occasione per raccontare la pandemia nei territori di produzione, gli aiuti offerti da aziende e consorzi di tutela, l'impegno dei volontari a favore dei bisognosi. Con la partecipazione di Gruppo Italiano Vini e di Filippo Mobrici, presidente del Consorzio di Tutela Barbera d'Asti e vini del Monferrato. L’appuntamento è venerdì 8 Ottobre, 19:00 - 20:15

Modalità accesso: Ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

 

Per approfondimenti sulle attività della manifestazione e per scaricare le presentazioni

di Milano Wine Week 2021 www.milanowineweek.com 

 

UFFICIO STAMPA MILANO WINE WEEK

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Michela                     +39 342 1571292

Elena                        +39 340 7552578

AUTOCHTONA RIAPRE LE PORTE E RACCONTA LA BIODIVERSITÀ DEL VIGNETO ITALIA

 

È tutto pronto per la rinnovata edizione di Autochtona: il 18 e 19 ottobre l’Italia dei vini autoctoni andrà in scena a Bolzano con un grande banco d’assaggio e masterclass di approfondimento, proponendo uno spaccato di quella che è la biodiversità vitivinicola del nostro Paese

 

Dai vitigni più noti e diffusi lungo lo stivale, portabandiera di denominazioni conosciute a livello internazionale, a quelli legati solo a piccoli areali, spesso salvati dall’estinzione grazie alla dedizione e all’impegno di appassionati vigneron. Il 18 e 19 ottobre presso Fiera Bolzano, durante la 18ª edizione di Autochtona, il più ricco e articolato banco di assaggio dedicato ai vitigni autoctoni accoglierà wine lovers e professionisti provenienti da tutta Italia.

Sarà un’occasione unica per il pubblico che potrà percorrere un vero e proprio “Giro d’Italia” con il bicchiere in mano, grazie ai tanti vini ottenuti attraverso i numerosi vitigni autoctoni coltivati da nord a sud a dimostrazione dell’incredibile biodiversità presente lungo lo stivale. 

Delle oltre 600 varietà registrate nel Catalogo Nazionale della Vite, la quasi totalità può essere considerata autoctona e in molti casi appartenente non solo a determinate regioni, quanto a specifici areali o microzone all’interno delle quali hanno trovato le condizioni ideali per donare tratti unici nei profumi e nei sapori.

Anche quest’anno Fiera Bolzano sarà la piazza ideale per chi avrà voglia di conoscere e assaggiare vini che non sempre è facile trovare in enoteca o al ristorante, se non recandosi direttamente nelle zone di produzione.

 

Qualche esempio? La Recantina, antico vitigno autoctono a bacca rossa della provincia trevigiana, che rischiò l’estinzione con l’arrivo della fillossera tra fine ‘800 e inizio ‘900 ed è stato recuperato grazie al lavoro di alcuni viticoltori soprattutto della zona dei Colli Asolani e di Montello in particolare. La Spergola, confusa in passato con il Sauvignon, è invece uno storico vitigno a bacca bianca che ha trovato dimora sulle colline di Reggio Emilia nel XV secolo e che è stato riscoperto con ottimi risultati soprattutto nella versione spumante, sia Charmat che Metodo Classico. 

In Piemonte da vitigni autoctoni come Nebbiolo, Barbera, Dolcetto e Grignolino, nascono vini dalla storia antica e dal presente radioso, famosi non solo in Italia ma ormai in quasi tutto il mondo. Ci sono però anche varietà legate a piccolissimi territori di questa regione: è il caso della Malvasia di Schierano, una malvasia nera aromatica che dà origine all’omonimo vino a Castelnuovo Don Bosco, oppure del Timorasso e della Nascetta, autoctoni a bacca bianca coltivati esclusivamente nel tortonese o a Novello nelle Langhe.

In Toscana il principe indiscusso è naturalmente il Sangiovese, presente ad Autochtona con campioni che arrivano da molte delle principali denominazioni, ma ad accompagnarlo ci sono molti vitigni minori che sono stati, con il passare degli anni, riscoperti e vinificati anche in purezza. È il caso del Ciliegiolo e del Canaiolo, ma anche di varietà che sino a qualche anno fa si pensavano ormai perse, come ad esempio la Barsaglina e il Vermentino Nero, coltivati solo sulla fascia costiera nella provincia di Massa Carrara in particolare.

 

Proseguendo nel viaggio e rimanendo in Centro Italia, al Salone sarà possibile assaggiare vini ottenuti da Bellone e Olivella Nera: sono due vitigni particolarmente legati al territorio laziale, il primo ha antichissime origini e numerosi sinonimi, tra i quali i curiosi Cacchione e Arciprete, mentre il secondo è stato spesso accostato allo Sciascinoso campano, sebbene la parentela non sia così certa.

A proposito di Campania, oltre ad Aglianico, Greco, Fiano e Falanghina, storiche varietà ormai molto conosciute, sarà possibile degustare anche vini ottenuti da una serie di vitigni meno noti, ma di grande valore, come gli ischitani Biancolella e Forastera o i rari Ripoli, Fenile e Ginestra della Costiera Amalfitana. Rimanendo nel sud Italia, scrigno di innumerevoli uve che danno origine a vini di grande carattere, dalla Calabria ci saranno Mantonico, Magliocco e Greco Nero, mentre dalla Sicilia, oltre al famoso Nero d’Avola, non mancheranno Carricante e i due Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio, alfieri di una viticoltura, quella etnea, che dona risultati di grande fascino ai piedi del vulcano attivo più alto d’Europa. 

Durante la due giorni, oltre al banco di assaggio è previsto un ricco programma di masterclass che completerà l’offerta di Autochtona, con l’obiettivo di fornire al pubblico spunti di riflessione e di approfondimento su un tema, quello dei vitigni autoctoni, costantemente in fermento e sempre ricco di novità. “Tutte le sfumature del rosa: il rosé una moda che non tramonta”, “Gli autoctoni in spumante: c'è vita oltre lo chardonnay e il pinot nero”, “Calabria: un patrimonio di vitigni autoctoni da scoprire” sono alcuni dei titoli di un calendario di incontri che si sta completando proprio in questi giorni e che verranno condotti da esperti professionisti e giornalisti del mondo del vino (questo il link per acquistare il ticket e partecipare alle masterclass).

 Il banco di assaggio, gestito dai sommelier dell’Associazione Italiana Sommelier – sezione Alto Adige, sarà aperto agli operatori del settore dalle ore 10.00 alle 16.00 e al pubblico di appassionati dalle ore 16.00 alle 18.00. Per accedervi è necessario acquistare esclusivamente online il ticket, al fine di evitare assembramenti alle casse (link per acquistare il biglietto di ingresso alla manifestazione).

Per accedere alla fiera, così come allo spazio espositivo dedicato ad Autochtona, oltre al biglietto di ingresso sarà necessario essere in possesso del Green Pass, in forma digitale o cartacea.

Autochtona è organizzata da Fiera Bolzano e si svolgerà in concomitanza con Hotel, fiera internazionale dedicata alla ristorazione e all’hôtellerie in programma fino al 21 ottobre.

 

 

Jessica Busoli

DA MONTALCINO A MILANO PER LA WINE WEEK, IL BRUNELLO CONQUISTA IL SALOTTO DELLA DOLCE VITA MILANESE

 

PRESENTATO OGGI CARTELLONE EVENTI E MASTERCLASS DEL CONSORZIO DEL VINO BRUNELLO DI MONTALCINO BINDOCCI (PRES): MILANO È PIAZZA EUROPEA STRATEGICA PER IL BRUNELLO

 

Da Montalcino a Milano, dai vigneti di Sangiovese ai calici dei ristoranti della Galleria Vittorio Emanuele II e di cinque Paesi esteri, per un giro del mondo in 9 giorni. È la sintesi del cartellone degli eventi b2c e b2b del Consorzio del vino Brunello di Montalcino per la Milano Wine Week (MWW, 2-10 ottobre), annunciato oggi nel corso della conferenza stampa della manifestazione a Palazzo Castiglioni, nel capoluogo lombardo.

Per il presidente del Consorzio del vino Brunello di Montalcino, Fabrizio Bindocci: “Milano è storicamente tra le piazze europee più strategiche per il Brunello. Per questo riteniamo importante essere presenti con un programma che guarda contemporaneamente al posizionamento nell’alta ristorazione, e che coinvolgerà appassionati gourmet e winelover, e al mercato. E non poteva esserci migliore collocazione del salotto della dolce vita milanese per il Brunello District. Un binomio perfetto per promuovere la nostra denominazione, simbolo del miglior made in Italy enologico nel mondo, e Montalcino”.

Sono 21 le cantine montalcinesi del distretto del Brunello in Galleria. Per tutta la durata della MWW, il Brunello e gli altri vini rappresentati dal Consorzio saranno i protagonisti degli speciali abbinamenti e menù firmati dalle griffe gastronomiche di sette ristoranti del celebre passage: Savini 1867, Il Salotto, Ristorante Cracco, Ristorante la Galleria, La Locanda del Gatto Rosso e Terrazza Duomo 21.

Dal cuore di Milano al mondo, con otto masterclass online che collegheranno 26 aziende dalla città metropolitana a Miami, Toronto, Hong Kong, Londra e New York per un totale di otto tasting guidati principalmente da Filippo Bartolotta, giornalista e tra i più autorevoli storyteller del vino a livello internazionale e Cristina Mercuri, wine educator e diplomata Wset (Wine & Spirit Education Trust). In primo piano nelle degustazioni, che potranno essere seguite anche in presenza a Palazzo Bovara, la combo delle annate memorabili 2015 e 2016, una doppietta enologica unica osannata dalla critica mondiale. Si parte il 5 di ottobre con il primo focus sul Brunello di Montalcino Riserva 2015 per il collegamento Milano - Miami e Toronto e che tornerà in scena anche il 7 ottobre per Hong Kong, Londra e New York. Mentre sono tre le masterclass dei ‘Versanti’ del Brunello 2016 (7 e 8 ottobre, Hong Kong, New York e Londra). Spazio anche al Rosso di Montalcino 2019, destinato a conquistare gli operatori di Hong Kong (10 ottobre).

 

A seguire elenco aziende Brunello District e calendario Masterclass MWW.

 

Ufficio stampa Consorzio del Brunello di Montalcino – Ispropress: Benny Lonardi, 393.4555590 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Simone Velasco, 327.9131676 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

Aziende partecipanti al Brunello District della MWW (Galleria Vittorio Emanuele II, 2-10 ottobre).

Azienda Agricola Sesta di Sopra; Azienda Agricola Poggiarellino; Camigliano; Campogiovanni; Carpineto; Casisano; Col di Lamo; Cortonesi; Elia Palazzesi Collelceto; Fattoria Dei Barbi; La Magia; La Rasina; Rossi Alessandro; San Guglielmo di Martini Ilaria; San Polo; Sassodisole; Società Agricola Centolani; Tassi di Franci Franca; Tenuta Fanti; Tenute Donna Olga; Val Di Suga.

 

Aziende e calendario Masterclass della MWW (in presenza anche da Palazzo Bovara, Milano).

1) MILANO+MIAMI+TORONTO: 2015- LE RISERVE (5 ottobre ore 18.15- 19.30; Cristina Mercuri)

1. Terre Nere: Terre Nere Brunello di Montalcino Riserva 2015

2. Camigliano: Camigliano Brunello di Montalcino Riserva 2015 Gualto

3. Talenti: Talenti Brunello di Montalcino Riserva 2015 Pian di Conte

4. Col di Lamo: Col di Lamo Brunello di Montalcino Riserva 2015

5. Fanti: Fanti Brunello di Montalcino Riserva 2015 Vigna le Macchiarelle

6. Fattoria dei Barbi: Fattoria dei Barbi Brunello di Montalcino Riserva 2015

7. Sassodisole: Sassodisole Brunello di Montalcino Riserva 2015

8. Caparzo: Caparzo Brunello di Montalcino Riserva 2015

 

2) MILANO+HONG KONG: 2015- LE RISERVE (7 ottobre ore 10.00-11.15; Filippo Bartolotta)

1. Camigliano: Camigliano Brunello di Montalcino Riserva 2015 Gualto

2. Fanti: Fanti Brunello di Montalcino Riserva 2015 Vigna le Macchiarelle

3. Talenti: Talenti Brunello di Montalcino Riserva 2015 Pian di Conte

4. Sassodisole: Sassodisole Brunello di Montalcino Riserva 2015

5. Palazzo: Palazzo Brunello di Montalcino Riserva 2015

6. Argiano: Argiano Brunello di Montalcino Riserva 2015

7. Col D’Orcia: Col d’Orcia Brunello di Montalcino Riserva 2015

 

3) MILANO+HONG KONG: 2016- I VERSANTI (7 ottobre ore 11.45-13.00; Filippo Bartolotta)

1. Lambardi: Lambardi Brunello di Montalcino 2016

2. San Guglielmo: San Guglielmo Brunello di Montalcino 2016

3. Pinino: Pinino Brunello di Montalcino 2016

4. Fanti: Fanti Brunello di Montalcino 2016 Vallocchio

5. Casisano: Casisano Brunello di Montalcino 2016

6. Roberto Cipresso: Roberto Cipresso Brunello di Montalcino 2016

7. Fossacolle: Fossacolle Brunello di Montalcino 2016

8. Sassodisole: Sassodisole Brunello di Montalcino 2016

 

4) MILANO+LONDRA: 2015- LE RISERVE (7 ottobre ore 16.30-17.45; Filippo Bartolotta)

1.Il Poggione: Il Poggione Brunello di Montalcino Riserva 2015 Vigna Paganelli

2. Camigliano: Camigliano Brunello di Montalcino Riserva 2015 2015

3. Talenti: Talenti Brunello di Montalcino Riserva 2015 Pian di Conte

4. Fanti: Fanti Brunello di Montalcino Riserva 2015 Vigna le Macchiarelle

5. La Magia: La Magia Brunello di Montalcino Riserva 2015

6. Sassodisole: Sassodisole Brunello di Montalcino Riserva 2015

 

5) MILANO+NEW YORK: 2015- LE RISERVE (7 ottobre ore 18.15-19.30; Filippo Bartolotta)

1. Camigliano: Camigliano Brunello di Montalcino Riserva 2015 Gualto

2. Fanti: Fanti Brunello di Montalcino Riserva 2015 Vigna le Macchiarelle

3. Poggio Landi: Poggio Landi Brunello di Montalcino Riserva 2015

4. Carpineto: Carpineto Brunello di Montalcino Riserva 2015

5. Roberto Cipresso: Roberto Cipresso Brunello di Montalcino Riserva 2015

6. Fattoria dei Barbi: Fattoria dei Barbi Brunello di Montalcino Riserva 2015

7. Sassodisole: Sassodisole Brunello di Montalcino Riserva 2015

 

6) MILANO+NEW YORK: 2016- I VERSANTI (7 ottobre ore 20.00-21.45; Filippo Bartolotta)

1. Il Poggione: Il Poggione Brunello di Montalcino 2016

2. Carpineto: Carpineto Brunello di Montalcino 2016

3. Talenti: Talenti Brunello di Montalcino 2016

4. Pinino: Pinino Brunello di Montalcino 2016

5. Podere Brizio: Podere Brizio Brunello di Montalcino 2016

6. Beatesca: Beatesca Brunello di Montalcino 2016

7. Fattoria dei Barbi: Fattoria dei Barbi Brunello di Montalcino 2016

8. La Magia: La Magia Brunello di Montalcino 2016

 

7) MILANO+LONDRA: 2016- I VERSANTI (8 ottobre ore 17.15-18.30; Filippo Bartolotta)

1. Lambardi: Lambardi Brunello di Montalcino 2016

2. Col D’Orcia: Col d’Orcia Brunello di Montalcino 2016

3. Col di Lamo: Col di Lamo Brunello di Montalcino 2016 A Diletta

4. Val Di Suga: Val di Suga Brunello di Montalcino 2016 Vigna Spuntali

5. Casisano: Casisano Brunello di Montalcino 2016

6. Terre Nere: Brunello di Montalcino 2016 Terre Nere Campigli Vallone

7. La Magia: La Magia Brunello di Montalcino 2016

8. Camigliano: Camigliano Brunello di Montalcino 2016 Paesaggio Inatteso

 

8) MILANO+HONG KONG: 2019- I ROSSI (10 ottobre ore 11.45-13.00; Cristina Mercuri)

1. Il Poggione: Il Poggione Rosso di Montalcino 2019

2. Terre Nere: Rosso di Montalcino 2019Terre Nere Campigli Vallone

3. Camigliano: Camigliano Rosso di Montalcino 2019

4. Talenti: Talenti Rosso di Montalcino 2019 Siena

5. San Guglielmo: San Guglielmo Rosso di Montalcino 2019

6. Fanti: Fanti Rosso di Montalcino 2019

7. Roberto Cipresso: Roberto Cipresso Rosso di Montalcino 2019

8. Pinino: Pinino Rosso di Montalcino 2019

9. Bottega S.P.A: Bottega Rosso di Montalcino 2019

 

Benny Lonardi 

  

“ALLA SCOPERTA DEL TEROLDEGO” COMPIE 30 ANNI

Dal 17 al 19 settembre a Palazzo Martini di Mezzocorona

Masterclass, momenti di approfondimento e abbinamenti gastronomici a cura dei ristoratori del territorio, accompagnati da una variegata proposta musicale e dalla opportunità di visitare una mostra di arte e le sale di Palazzo Martini, per la tre giorni dedicata al principe dei vini rossi trentini, che quest’anno festeggia i 50 anni di DOC. Dopo i primi quattro weekend molto partecipati che dal 20 agosto in poi hanno animato la corte di Palazzo Martini a Mezzocorona, in cui diverse associazioni del territorio hanno offerto la possibilità di degustare una selezione di etichette di Teroldego Rotaliano in abbinamento alle proposte food, si avvicina l’ultimo fine settimana di Aspettando Settembre Rotaliano, tutto dedicato alla mostra Alla scoperta del Teroldego, che compie 30 anni, in concomitanza con il 50° anniversario della DOC Teroldego Rotaliano.Ad organizzarlo, come sempre, la Pro Loco di Mezzocorona con il supporto di Trentino Marketing e il coordinamento della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino nell'ambito della promozione delle manifestazioni enologiche provinciali denominate #trentinowinefest.L’inaugurazione, ha spiegato il neopresidente Pro Loco Daniele Postal durante la conferenza stampa di presentazione della kermesse, è in programma alle 18.00 di venerdì 17 settembre, presso la corte del Palazzo, dove si svolgerà l’intero programma del weekend, che si svolgerà anche in caso di pioggia. Contestualmente sarà anche aperto il wine bar gestito da sommelier AIS con 36 etichette di Teroldego, tra versioni classiche, rosati, riserve e selezioni, e, a partire dalle 19.00, il cocktail bar a cura del noto bartender Leonardo Veronesi, che darà vita a insoliti cocktail a base di grappa artigianale trentina. Il distillato sarà inoltre protagonista di Personal Tasting curati dalla sezione regionale dell’ANAG – Associazione Nazionale Assaggiatori Grappa e Acquavi Dalle 19.00 vi sarà la possibilità di degustare la proposta food, affidata allo chef Paolo Bonetti del Ristorante La Cacciatora, mentre alle 20.30 sarà il turno della Masterclass ONAV – Sezione di Trento “Teroldego Rotaliano: un grande vino dai tanti volti”*: un appuntamento su prenotazione (costo 30 euro, 20 euro per i soci ONAV). Nel corso della serata, l’intrattenimento sarà affidato ai Sonic Trio.Sabato 18 settembre l’apertura della corte è anticipata alle ore 16.30Dalle 18.00 in poi, oltre al wine bar, si potrà partecipare alle degustazioni con i produttori locali di Teroldego Rotaliano, che saranno a disposizione per illustrare ai partecipanti le caratteristiche dei vini in lista e “raccontare” le proprie realtà. Presenti Azienda Agricola Andrea Martinelli, Azienda Agricola Betta Luigino, Azienda Agricola De Vescovi Ulzbach, Azienda Agricola Donati Marco, Azienda Agricola Endrizzi Elio e F.lli, Azienda Agricola Zeni Roberto, Cantina Endrizzi, Cantine Mezzacorona, Devigili, Dorigati e 435 HT.La proposta food sarà invece affidata questa volta allo chef Andrea Rossi di Locanda Camorz, e si esibiranno i Soul Generation XZ. In tema di appuntamenti speciali, alle 17.00 è in programma la masterclass a cura della Pro Loco “Confronti d’annata”**, dedicata all’invecchiamento del Teroldego, condotta da Eros Teboni, miglior sommelier del mondo WSA 2018, che guiderà i partecipanti alla scoperta di un’annata storica e una nuova di cinque aziende, per un totale di dieci vini (costo 30 ). Alle 20.30 la Biblioteca di Mezzocorona presenterà la biografia romanzata dell’artista Maurizio Boscheri “Le parole non servono – Il mondo incantato di Maurizio Boscheri”, protagonista della mostra Beauty of the beasts, sviluppata in collaborazione con l’artista locale Daniele Calovi e visitabile ogni giorno.  Domenica 19 settembre la corte sarà aperta sin dalle ore 10.00, con winebar. Alle ore 10.30, in particolare, è in programma un aperitivo di Teroldego Rosato, mentre dalle 12.00. Alle 16.30 il noto sommelier AISRoberto Anesi, coinvolto dai TeRoldeGO Evolution, proporrà la Masterclass “Terreni alluvionali a confronto”, mentre alle 19.00 l’approfondimento sarà a cura della Fondazione E. Mach – Istituto Agrario San Michele all’Adige, che proporrà l’incontro “Un autoctono di successo valorizzato da un territorio vocato”, condotto da Luciano Groff (entrambe le masterclass hanno un costo di 20 euro). Alle 17.00 ritorna il cocktail bar di Leonardo Veronesi e il Personal Tasting con ANAG Trentino Alto Adige, mentre l’intrattenimento musicale sarà affidato al Real Folk Blues Duo. Per chi lo vorrà, inoltre, dalle 14.00 alle 18.00, si potrà partecipare alle visite guidate di Palazzo Martini, alla scoperta di pitture ad olio, affreschi, arredi, boiserie e stufe in maiolica presenti nelle sale. La partecipazione alle varie iniziative ed attività è consentita solo ai possessori di Green Pass e la prenotazione è fortemente consigliata. Ad eccezione dell’appuntamento ONAV, prenotabile scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., le altre masterclass sono prenotabili contattando il Consorzio Turistico Piana Rotaliana Königsberg al numero 0461 1752525 o scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. La manifestazione è preceduta e accompagnata anche dalla rassegna A tutto Teroldego (tastetrentino.it/atuttoteroldego ), in programma dal 16 al 26 settembre: un ricco calendario di degustazioni, menù a tema, visite in cantine e nei vigneti in programma su tutto il territorio della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino, tra Piana Rotaliana, Altopiano della Paganella, Vallagarina, Lago di Garda, Altopiano di Pinè, Valsugana e città di Trento. * La degustazione ONAV prevede l'assaggio delle seguenti etichette: Teroldego Rotaliano DOC Rosato 2019 di Azienda Agricola Donati Marco, Teroldego Rotaliano DOC Vigilius 2018 di Azienda Agricola de Vescovi Ulzbach, Teroldego Rotaliano DOC 2017 di Azienda Agricola Zeni Ai Pini, Teroldego Rotaliano DOC Teroldico 2019 di Azienda Agricola Fedrizzi Cipriano, Teroldego Rotaliano DOC Dannato 2018 di Azienda Agricola Redondel, Teroldego Rotaliano DOC Gran Masetto 2015 di Cantina Endrizzi Teroldego Rotaliano DOC Clesurae 2013 di Cantina Rotaliana di Mezzolombardo, Teroldego Rotaliano NOS DOC 2016 di Cantine Mezzacorona, Teroldego Rotaliano DOC 2019 di Dorigati, Teroldego Rotaliano DOC Riserva Gaierhof 2018 di Gaierhof. **La degustazione di Eros Teboni prevede l'assaggio delle seguenti etichette: Teroldego Rotaliano DOC 2018 e 1990 di Endrizzi Elio e F.lli; Teroldego Rotaliano DOC Vigilius 2018 e 2015 di De Vescovi Ulzbach; Teroldego Rotaliano DOC Diedri 2018 e 1996 di Dorigati; Teroldego Rotaliano DOC Ai pini 2017 e 2009 Zeni Roberto; Riserva NOS 2016 e 2003 di Cantine Mezzocorona.L'evento, organizzato dalla Pro Loco di Mezzocorona con il supporto di Trentino Marketing e il coordinamento della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino nell'ambito della promozione delle manifestazioni enologiche provinciali denominate #trentinowinefest, vede il supporto logistico di Consorzio Turistico Piana Rotaliana Königsberg e il sostegno di istituzioni e sponsor del territorio.Profilo Teroldego RotalianoIl Teroldego Rotaliano è un vino autoctono che cresce nel cuore della Piana Rotaliana, fazzoletto di terra a nord di Trento che si estende per 450 ettari tra Mezzocorona, Mezzolombardo e San Michele all'Adige. Si tratta di un vino importante e dalla classe inconfondibile, definito da sempre il "principe dei vini trentini". Dal colore rosso rubino intenso con riflessi granati, d'intensità diversa a seconda della maturazione del vino, presenta un profumo molto fruttato che richiama frutti di bosco molto maturi come la mora, il mirtillo e il lampone. Il gusto è fine quanto possente, leggermente tannico, minerale e vivace, il sapore è asciutto, sapido e con un perfetto equilibrio tra piacevolezza e concentrazione.

Stefania Casagranda

 

2021 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica