NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Degustazioni vini

RADDA NEL BICCHIERE: UNA GRANDE FESTA NEL CHIANTI  

 

 

Lo storico evento vedrà degustazioni guidate con i produttori del Gallo Nero e incontri di approfondimento guidati da Fabio Pracchia, redattore per la Guida Slow Wine, e Davide Bonucci di Enoclub Siena

 

Ospiti dell’edizione 2018, i vignaioli di Pinot Nero dell’Appennino toscano

 

C’è gran fermento per la prossima edizione di Radda nel Bicchiere, l’immancabile appuntamento con i vini del Gallo Nero nel suggestivo borgo di Radda in Chianti, giunto quest’anno alla 23ma edizione.

 

Sabato 26 e domenica 27 maggio 2018, il piccolo comune nel cuore del Chianti Classico vedrà le vie affollate da centinaia di visitatori appassionati che potranno godersi un paesaggio mozzafiato, accompagnati da un calice di ottimo vino. Parteciperanno circa trenta aziende per un totale di quasi cento etichette sparse nelle bellissime e suggestive vie del centro storico, per una grande festa dedicata al prodotto principe del territorio famoso in tutto il mondo: il Chianti Classico.

 

Ospiti d’onore di questa edizione saranno i vini, base Pinot Nero, dell’Appennino toscano, protagonisti anche di una degustazione a numero chiuso, guidata da Fabio Pracchia redattore della Guida Slow Wine. Davide Bonucci di Enoclub Siena accompagnerà invece i partecipanti a esplorare le varie sfaccettature del Vin Santo di Radda in Chianti.

 

Per due giorni, degustazioni nel bicchiere griffato guidate direttamente dai produttori, vini a prezzo di cantina e “assaggi alla cieca” con premiazione finale, il tutto nella cornice del delizioso borgo del Chianti senese.

 

Per info e prenotazioni ai seminari a numero chiuso è possibile telefonare alla ProLoco allo 0577/738494.

www.raddanelbicchiere.netwww.facebook.it/raddanelbicchiere  

 

La manifestazione aperta al pubblico sarà anticipata, nella giornata di venerdì 25 maggio, da un evento esclusivo per la stampa e opinion leader del vino, organizzato con la collaborazione del Consorzio Vino Chianti Classico.

 

L'evento che si svolgerà a Casa Chianti Classico, quartier generale della storica denominazione, prevede, oltre al consueto programma di assaggi, anche un seminario dal titolo “La California in Chianti”, condotto dalla dott.ssa Valentina Canuti (Università degli Studi di Firenze).

 

 

Ufficio Stampa

Consorzio Vino Chianti Classico

Silvia Fiorentini

Tel. 055 8228522/58

 

 

BAROLO, BARBARESCO. ROERO & I NEBBIOLI DEL NORD A ROMA

MARTEDÌ 22 MAGGIO 2018

Hotel Savoy **** Via Ludovisi, 15 – Roma

Barolo, Barbaresco, Roero & i Nebbioli del Nord”

I volti del Nebbioli in Piemonte

Il prossimo appuntamento di Go Wine a Roma promuove una degustazione tutta dedicata al vitigno Nebbiolo.
L’intento è di proporre un banco d’assaggio che comunichi le peculiarità di uno dei più importanti vitigni italiani, nelle diverse denominazioni e territori sulle colline attorno ad Alba e con alcune escursioni in Piemonte. 
Con la possibilità di una degustazione tematica di livello, sia a favore dei professionisti del settore, sia a favore del pubblico degli enoappassionati.
Un parterre selezionato di aziende incontrerà il pubblico al banco d’assaggio; altri vini saranno presentati in speciali Enoteche.

Le aziende protagoniste del banco d’assaggio:
Batasiolo – La Morra (Cn); Bel Colle – Verduno (Cn); 
Borgogno Serio e Battista – Barolo (Cn); Bolmida Silvano – Monforte d’Alba (Cn); 
Bric Castelvej – Canale (Cn); Bric Cenciurio – Barolo (Cn); 
Cantina dei Produttori di Nebbiolo di Carema – Carema (To); 
Cascina Alberta – Treiso (Cn); DonnaLia - Salussola (Bi); Francone - Neive (Cn); 
L’Astemia Pentita – Barolo; La Rachilana – Monforte d’Alba (Cn); 
Lano Gianluigi – Alba (Cn); Manzone Gian Paolo - Serralunga d'Alba (Cn);
Marsaglia - Castellinaldo (Cn); Massucco F.lli – Castagnito (Cn);
Monchiero F.lli - Castiglione Falletto (Cn); Montalbera - Castagnole Monferrato (At); 
Morra Diego – Verduno (Cn); Palladino – Serralunga d’Alba (Cn); 
Piazzo Comm. Armando – Alba (Cn); Ponchione Maurizio – Govone (Cn); 
Rinaldi Francesco e Figli – Alba (Cn); Sarotto Roberto – Neviglie (Cn);
Sordo Giovanni – Castiglione Falletto (Cn); Tenuta Carretta – Piobesi d’Alba (Cn).

 

Programma e orari:
Ore 16.30 – 18.30: anteprima riservata ad operatori professionali titolari di Ristoranti, Enoteche e Wine Bar;
Ore 18.30: apertura banco d’assaggio al pubblico alla presenza delle aziende.
Nel corso della serata una breve conferenza di presentazione.
Ore 22.00: chiusura banco d’assaggio.

Il costo della degustazione per il pubblico è di € 18,00. 
Riduzioni: € 12,00 Soci Go Wine - € 15,00 Soci di altre associazioni di settore. 
L’ingresso sarà gratuito per coloro che decideranno di associarsi a Go Wine direttamente al banco accredito della serata.  
L’iscrizione sarà valevole fino al 31 dicembre 2018 (benefit non valevole per i soci familiari).

ATTENZIONE: Per una migliore accoglienza è consigliabile confermare la presenza alla serata ed il numero di eventuali accompagnatori a Go Wine, telefonando al n°0173/364631 oppure inviando un’e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro le ore 12.00 di martedì 22/05 p.v..

 

I VINI DI TENUTA DI PETROLO A “VINO E ARTE CHE PASSIONE” – TERZA EDIZIONE


Casino dell’Aurora Pallavicini Rospigliosi di Roma 

Domenica 20 maggio 2018 – dalle ore 12.30 alle ore 20.30 

In degustazione: 

Galatrona Val d’Arno di Sopra Merlot Vigna Galatrona DOC 2015 Torrione Val d’Arno di Sopra Pietraviva Rosso DOC 2015
Bòggina C Val d’Arno di Sopra Sangiovese Vigna Bòggina DOC 2015 Bòggina A Val d’Arno di Sopra Sangiovese Vigna Bòggina DOC 2016 Biologico 

Domenica 20 maggio 2018 alle ore 18.00 

Seminario dedicato a Tenuta di Petrolo con una degustazione guidata di tre annate di Bòggina C: 2009, 2012, 2015 

Casino dell’Aurora Pallavicini Rospigliosi – Via XXIV Maggio, 43 – Roma 

Tenuta di Petrolo, storica azienda vitivinicola sulle ultime propaggini a Sud-Est dei monti del Chianti, guidata da Luca Sanjust dopo la conduzione pionieristica della madre Lucia, partecipa alla terza edizione di “Vino e Arte che passione!”, in programma domenica 20 maggio 2018 nella splendida cornice del Casino dell’Aurora Pallavicini Rospigliosi di Roma. 

Il Casino, fiore all’occhiello del barocco romano, è parte di Palazzo Pallavicini Rospigliosi, collocato di fronte al Palazzo del Quirinale e un tempo sede delle grandiose Terme di Costantino. Il complesso monumentale conserva oggi una serie di opere artistiche di inestimabile valore, che il pubblico potrà scoprire grazie a una visita guidata nelle stanze del palazzo. 

Per l’occasione, Tenuta di Petrolo, selezionata tra le 50 aziende vitivinicole partecipanti alla kermesse, offrirà in degustazione i seguenti vini: Galatrona 2015, Torrione 2015, Bòggina C 2015 e il Bòggina A 2016. 

Inoltre, per le ore 18.00, è in programma un seminario con posti limitati dedicato a Tenuta di Petrolo, con una degustazione guidata di 3 annate di Bòggina C (2009, 2012 e 2015). 

 

Alessandro Gammaldi

RIVIERA LIGURE DI PONENTE PIGATO DOC 2016 - ENRICO DARIO

 

Di Virgilio Pronzati

Azienda Vitivinicola Enrico Dario- Via Massari 8 - 17030 Bastia d’Albenga (SV) Fax 0182/20548 - Cell. 320/5510946  - www.enricodario.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Riviera Ligure di Ponente Pigato DOC 2016

 

 

Categoria: Bianco secco. Vitigno: Pigato. Bottiglia: 75 cl. Alcol: 12,5%. Lotto: P1/2016. Bottiglie prodotte: 20.000. Prezzo medio in enoteca € 10,30.  Conservazione: nella cantina, in posizione coricata su ripiani adibiti ai vini bianchi di leggero affinamento, a una temperatura di 12-14°C.  Evoluzione: quasi pronto.  Tempo di consumo: ancora 2-3 anni.  Servizio: mescere a 12°C in ampi  calici con stelo alto. Abbinamento: Insalata di ovoli e porcini, lasagne e gnocchi col pesto, Zucca di cipolle, gamberi alla griglia con salsa di scalogno, orata con salvia al forno.

 

Caratteristiche organolettiche 

 

Limpidezza: cristallino.Colore: paglierino scarico con lievi riflessi verdolini.  Profumo: intenso e persistente, ampio, composito, fine, con netti sentori vegetali e fruttati di foglie di salvia e melissa, pesca di vigna e cedro, erbe aromatiche selvatiche leggermente appassite. Sapore: secco, fresco e sapido, un po’ minerale, delicatamente caldo, di buona struttura e persistenza. Retrogusto: vena sapida e minerale, con note fruttate e balsamiche. 

 

Considerazioni: Buono.

 

Ottenuto con scelte uve di un vecchio vigneto della vocata località Marixe. Il mosto ricavato ha fermentato per circa due settimane in botti d’acciaio inox. Dopo svinatura e travasi, il vino matura alcuni mesi sulle fecce fini. Seguono l’imbottigliamento e alcuni mesi di affinamento in bottiglia. 

 

Punteggio totale:53/60 

 

ASPETTO -  Limpidezza 5.  Colore:  5.   PROFUMO  - Intensità  4.   Persistenza  5.   Finezza  4.   Armonia  4.   SAPORE:  Persistenza 5.   Pienezza  4. Sapidità  5.  

Acidità/morbidezza 4.  Armonia   4.  GRADIMENTO:  Ottimo 4

 

Riviera Ligure di Ponente Vermentino DOC 2016

 

 

Categoria: Bianco secco.  Vitigno: Vermentino. Bottiglia: 75 cl. Alcol: 12,5%.  Lotto: V1/2016. Bottiglie prodotte: 10.000. Prezzo medio in enoteca € 10,30.  Conservazione: nella cantina, in posizione coricata su ripiani adibiti ai vini bianchi di leggero affinamento, a una temperatura di 12-14°C.  Evoluzione: giovane ma quasi equilibrato.  Tempo di consumo: ancora 2 anni.  Servizio: mescere a 12°C in ampi calici con stelo alto. Abbinamento: Antipasto di pesce e molluschi, corzetti con salsa di pinoli, pansoti con salsa di noci, torta pasqualina, occhiata al vapore con extravergine ed erba cipollina. 

Caratteristiche organolettiche 

 

Limpidezza: cristallino.Colore: paglierino scarico con lievi riflessi verdolini.  Profumo: intenso e persistente, composito, fine, con netti sentori vegetali-floreali e fruttati di fiori di basilico un po’ appassiti, mela verde e agrumi non maturi (limone e cedro), erbe aromatiche e umori boschivi. Sapore: secco, molto fresco e sapido, un po’ minerale, delicatamente caldo, pieno ma snello, persistente. Retrogusto: vena sapida e fresca e minerale, con note floreali, fruttate e vegetali-balsamiche. 

 

Considerazioni: Buono.

 

Ottenuto con scelte uve di un vecchio vigneto della vocata località Marixe. Il mosto ricavato ha fermentato per circa due settimane in botti d’acciaio inox. Dopo svinatura e travasi, il vino matura alcuni mesi sulle fecce fini. Seguono l’imbottigliamento e alcuni mesi di affinamento in bottiglia. 

 

Considerazioni: Buono.

 

Punteggio totale:52/60 

 

ASPETTO -  Limpidezza 5.  Colore:  5.   PROFUMO  - Intensità  4.   Persistenza  5.   Finezza  4.   Armonia  4.   SAPORE:  Persistenza 4   Pienezza  4. Sapidità  5.  

Acidità/morbidezza 4.  Armonia   4.  GRADIMENTO:  Ottimo 4

 

 

DEGUSTAZIONI

VINI

                                             

Di Virgilio Pronzati

 

Azienda Agricola Biologica Pian del Pino di Giovanni Batacchi- Località Campogialli 85 - 52028 Terranuova Bracciolini (AR).  Cell. +39 -348.7152424 www.piandelpino.org -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

Pian del Pino 2007 Toscana IGT

 

 

 

 

Categoria: Rosso secco.  Vitigni: Sangiovese, Merlot e Colorino del Valdarno.  Bottiglia: 75 cl. Alcol: 13,5%. Lotto: LMG 28812. Bottiglie prodotte: 6.000. Prezzo medio in enoteca € 34,00.  Conservazione: nella cantina, in posizione coricata su ripiani adibiti ai vini rossi di medio-lungo affinamento, a una temperatura di 12-14°C.  Evoluzione: pronto.  Tempo di consumo: ancora 2-3anni.  Servizio: mescere a 17°C in ampi e panciuti calici con stelo medio. Abbinamento: pappardelle con ragù di fagiano, vitella con funghi, faraona in umido, Pecorino di Pienza stagionato.

 

Caratteristiche organolettiche  

Limpidezza: limpido.Colore: granato scarico con orlo aranciato. Profumo: intenso, persistente, ampio, fine, con netti sentori speziati, fruttati e balsamici di noce e mandorla secca, tabacco, piccoli frutti rossi selvatici essiccati, lieve di castagna e boisè.  Sapore: secco, leggermente sapido, caldo, appena tannico, di buona struttura ma snello, discretamente persistente. Retrogusto: leggera vena sapida e tannica, note mature speziate, fruttata e balsamiche. 

 

Considerazioni: Buono.

 

Ottenuto con scelte uve di un vigneto di quaranta anni composto di Sangiovese, Merlot e Colorino del Valdarno pigiadiraspate e fatte fermentare e macerare per circa venti giorni in botti di cemento.  Dopo svinatura e travasi, il vino matura per circa un anno in tonneaux sulle fecce fini. Seguono altri due anni di permanenza in botti di cemento, e un affinamento in bottiglia di sei mesi prima dell’immissione in commercio. 

 

Punteggio totale:53/60 

 

ASPETTO -  Limpidezza 5.  Colore:  4.   PROFUMO  - Intensità  4.   Persistenza  5.   Finezza  5.   Armonia 4.   SAPORE:  Persistenza 5.   Pienezza  4. Sapidità  5.  

Acidità/morbidezza 4.  Armonia   4.  GRADIMENTO:  Ottimo 4

 

 

Toscana  IGT Pianalti 2015 Biologico

 

 

 

 

Categoria: Rosso secco.  Vitigni: Sangiovese in prevalenza, Merlot, Colorino del Valdarno e 3-4% di antichi vitigni autoctoni. Bottiglia: 75 cl. Alcol: 14%.  Lotto: LMG 28821. Bottiglie prodotte: 3.000. Prezzo medio in enoteca € 22,00.  Conservazione: nella cantina, in posizione coricata su ripiani adibiti ai vini rossi di medio-lungo affinamento, a una temperatura di 12-14°C.  Evoluzione: giovane ma già discretamente equilibrato.  Tempo di consumo: ancora 4-5 anni.  Servizio: mescere a 18°C in ampi e panciuti calici con stelo medio. Abbinamento: Pici con sugo di coniglio, lampredotto,

arista, fiorentina e Pecorino toscano di 2 anni.

 

Caratteristiche organolettiche

 

Limpidezza: limpido.  Colore: rubino tendente al granato. Profumo: intenso e molto persistente, fine, composito, con netti sentori di mora e melograno, corbezzolo un po’ essiccato, essenze boschive, fieno e erbe aromatiche di montagna, pepe nero, cannella e piacevole boisé.  Sapore: secco ma leggermente morbido, sapido e fresco, giustamente tannico, pieno ma snello, di buona persistenza.  Retrogusto: fresco, con note fruttate e speziate. 

 

Considerazioni: Molto buono.

 

Ottenuto da selezionate uve di un vigneto unico di otre quaranta anni composto di Sangiovese, Merlot e Colorino del Valdarno ed altre autoctone pigiadiraspate e fatte fermentare e macerare per circa 15 giorni in botti di cemento.  Dopo svinatura e travasi, il vino matura per circa 8 mesi  in tonneaux sulle fecce fini. Seguono una permanenza in botti di cemento, ultimo travaso in botte inox e un affinamento in bottiglia di almeno tre mesi.  

 

Punteggio totale: 55/60

 

ASPETTO -  Limpidezza 5.  Colore:  5.   PROFUMO  -  Intensità  5.   Persistenza  5.   Finezza  4.   Armonia  4.    SAPORE  -   Persistenza  5.   Pienezza   5.   Sapidità  5.   Acidità/morbidezza  4.  Armonia   4.  GRADIMENTO:  Ottimo 4

 

Toscana IGT Jubilus 2012 Biologico

 

Categoria: Rosso secco.  Vitigno: Sangiovese in vari cloni di un vigneto unico.  Bottiglia: 75 cl. Alcol: 14%.  Lotto: LMG 28814. Bottiglie: 8.000. Prezzo medio in enoteca € 34,00.  Conservazione: nella cantina, in posizione coricata su ripiani adibiti ai vini rossi di medio-lungo affinamento, a una temperatura di 12-14°C.  Evoluzione: giovane ma già discretamente equilibrato.  Tempo di consumo: ancora 3-4 anni.  Servizio: mescere a 18°C in ampi e panciuti calici con stelo medio. Abbinamento: Ravioli col sugo d’arrosto, piccione in casseruola, beccaccia in terrina, Fontina d’alpeggio stagionato.  

Caratteristiche organolettiche 

 

Limpidezza: limpido.  Colore: granato, più scarico all’unghia. Profumo: molto intenso e persistente, fine, complesso, con netti sentori di piccoli frutti rossi già maturi e un po’ essiccati, iris appassito, fieno di montagna con erbe balsamiche, cacao amaro, pepe bianco, liquirizia e tabacco.  Sapore: secco, sapido e fresco, con piacevole e giusta tannicità, di buona struttura e persistenza.  Retrogusto: fresco, con note floreali, fruttate, vegetali-balsamiche e speziate. 

 

Considerazioni: Ottimo.

 

Ottenuto da selezionate uve di un vigneto unico di quasi dieci anni composto di vari cloni di Sangiovese, pigiadiraspate e fatte fermentare e macerare per circa venticinque giorni in botti di cemento.  Dopo svinatura e travasi, il vino matura per circa 18 mesi in tonneaux sulle fecce fini. Seguono una permanenza in botti di cemento, ultimo travaso in botte inox e un affinamento in bottiglia di almeno sei mesi.  

 

Punteggio totale: 57/60

 

ASPETTO -  Limpidezza 5.  Colore:  4.   PROFUMO  -  Intensità  5.   Persistenza  5.   Finezza  5.   Armonia  4.    SAPORE  -   Persistenza  5.   Pienezza   5.   Sapidità  5.   Acidità/morbidezza  5.  Armonia   4.  GRADIMENTO:  Eccellente 5

 

 

2018 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica