NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Attività AIS

IL CALENDARIO DEI NUOVI CORSI E UNA DEGUSTAZIONE IN LINGUA INGLESE APRONO IL 2023 DI AIS TOSCANA 

 

Alcuni corsi hanno già preso il via, altri sono in partenza nelle prossime settimane. A marzo riparte anche la Scuola Concorsi, che fino ad oggi ha formato con successo molti campioni, sia regionali che nazionali  

 

Formazione, degustazioni, anteprime. Si apre con un calendario fitto di appuntamenti il 2023 di AIS Toscana. Nelle scorse settimane molti corsi per sommelier di vario livello sono già partiti nelle diverse delegazioni e molti altri sono in partenza nelle prossime. Ma il calendario della didattica non è l’unica novità in arrivo. Il prossimo 12 febbraio infatti, nella sede operativa di AIS Toscana a Sesto Fiorentino si terrà una degustazione speciale, che ha come particolarità quella di tenersi totalmente in lingua inglese. “English Destination – Speaking of wine” è il titolo dell’evento che si pone come obiettivo quello di introdurre al wine speaking attraverso le tecniche di degustazione AIS che prevedono un'analisi visiva, olfattiva e gustativa. L’evento è riservato agli iscritti AIS in regola con il pagamento della quota annuale e ha come orario 9.30 – 12.30   

Oltre all’approfondimento tenutosi nella sede di Sesto Fiorentino per relatori e degustatori preparato assieme al Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano ed avente ad oggetto il medesimo vino, nelle scorse settimane è già partita in alcune delegazioni la prima tranche dei corsi del nuovo anno, mentre in altre si stanno preparando a partire ulteriori opportunità didattiche. Il più vicino in ordine temporale è il corso di secondo livello della delegazione di Pistoia che inizierà il 13 febbraio a Montecatini Terme, a cui seguono un primo livello a Lucca e un terzo livello ad Arezzo, entrambi con partenza il 20 febbraio. Il 27 febbraio tocca al primo livello nella delegazione di Pistoia, il 15 marzo al terzo livello nella delegazione di Arezzo a Badia Prataglia, il 22 marzo ad un primo livello a Siena e il 27 marzo ad un primo livello a Firenze.   

 

A questi si affiancano poi altri corsi collaterali, come il corso per sommelier dell’olio che prenderà il via il 7 marzo nella sede di Sesto Fiorentino. Nella medesima sede è fissato poi per lunedì 13 marzo l’avvio della Scuola Concorsi, un approfondimento didattico per i Sommelier AIS che intendono cimentarsi nel mondo delle competizioni, dai concorsi regionali e monotematici con i quali si candidano a diventare ambasciatori e comunicatori di territori in sinergia con i Consorzi, fino all’appuntamento più ambito, quello con il Miglior Sommelier d’Italia.  “La Scuola Concorsi – spiega il Presidente Cristiano Cini – non serve soltanto a preparare ad una competizione ma rappresenta una formazione per tradurre il corso AIS in una comunicazione contemporanea del vino. Attualmente guidata dai Migliori Sommelier d’Italia 2018 e 2019 Simone Loguercio e Valentino Tesi, la Scuola Concorsi ha dimostrato fino ad oggi con chi l’ha preceduto la sua capacità di creare valore, formando sommelier che hanno avuto interessanti opportunità lavorative nel mondo del vino, oltre a diventare autorevoli figure per il mondo del vino sia nazionale che internazionale”.   

Il programma della Scuola Concorsi, che si profila anche come naturale prosieguo del post Corso Sommelier, prevede 6 lezioni con qualificati docenti di livello nazionale, la degustazione di 15 vini nazionali ed esteri, oltre a birre e distillati.  

Febbraio, come da tradizione, sarà anche il mese delle grandi anteprime dei vini di Toscana, organizzati sui territori dai Consorzi di Tutela e che vedranno protagonisti dunque anche i sommelier di AIS Toscana. Il primo appuntamento è per domenica 12 febbraio a Firenze con “Chianti Lovers & Rosso Morellino” organizzato dal Consorzio vino Chianti e ConsorzioMorellino di Scansano, poi a seguire il 13 e 14 febbraio – sempre a Firenze – la “Chianti Classico Collection” a cura del Consorzio Vino Chianti Classico, il 15 febbraio “Anteprima Nobile” a cura del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano e il 16 febbraio “Anteprima della Vernaccia di San Gimignano”, a cura dell’omonimo Consorzio.  

 

 

Marte Comunicazione snc di Morganti e Tempestini

MERCOLEDÌ 15 FEBBRAIO 2023 A GENOVA OPEN DAY DEL CORSO PER DIVENTARE SOMMELIER DI AIS LIGURIA

 

A seguito della presentazione a ingresso gratuito sarà possibile iscriversi al Corso di Qualificazione Professionale per Sommelier di primo livello in partenza il 27 febbraio 2023

 

Mercoledì 15 febbraio 2023, alle ore 16, all’Hotel NH Genova Centro (Via Martin Piaggio 11) è in programma un open day per presentare al pubblico il Corso di Qualificazione Professionale per Sommelier di primo livello dell’Associazione Italiana Sommelier della Liguria della delegazione di Genova. La partecipazione all’open day è libera e gratuita, sono consigliate le prenotazioni contattando il delegato Marco Quaini al numero 347 2248133.

 

Il corso, in partenza nel capoluogo ligure lunedì 27 febbraio 2023, approfondisce in 16 lezioni temi come viticoltura, enologia, tecnica della degustazione, che rappresentano le basi della professionalità del sommelier. Nel corso sono comprese degustazioni guidate, esami gusto-olfattivi e una visita a un’azienda vitivinicola del territorio.

 

«I corsi per sommelier sono il cuore delle attività dell’associazione – sottolinea Marco Rezzano, presidente di Ais Liguria – Per noi la formazione e l’aggiornamento sono essenziali. Negli ultimi anni abbiamo registrato un numero di appassionati sempre più ampio e trasversale, con una crescita di giovani e donne, e speriamo di proseguire in questa direzione». «Il corso è anche un approfondimento culturale e di conoscenza dei diversi territori per tutti coloro che desiderano arricchire il proprio bagaglio enogastronomico» – aggiunge il direttore del corso e delegato di Genova Marco Quaini.

 

Per informazioni sul corso, calendario completo delle lezioni e iscrizioni: https://www.aisliguria.it/corsi/83-diventa-sommelier-1-livello-genova-2023-pomeridiano.html

AL VIA MARTEDÌ 24 GENNAIO 2023 A CHIAVARI IL CORSO PER DIVENTARE SOMMELIER DI AIS LIGURIA DELEGAZIONE TIGULLIO

 

Tra i temi affrontati nel corso di primo livello il ruolo del sommelier, viticoltura, enologia e tecnica di degustazione

 

Con l’inizio dell’anno nuovo tornano anche le attività formative dell’Associazione Italiana Sommelier della Liguria. Martedì 24 gennaio 2023, alle ore 16 all’Hotel Stella del Mare di Chiavari (Viale E. Millo 115) prende il via il corso pomeridiano di qualificazione professionale per sommelier della Delegazione del Tigullio e promontorio di Portofino.   

 

Il corso di primo livello approfondisce gli argomenti di viticoltura, enologia, tecnica della degustazione e del servizio, che rappresentano le basi della professionalità del sommelier, a partire dalla corretta temperatura di servizio dei vini fino all'organizzazione e alla gestione della cantina. La prima lezione approfondirà la figura del sommelier, con relatore il sommelier, nonché ex presidente di Ais, Antonello Maietta.

 

«I corsi per sommelier sono il cuore delle attività dell’associazione – sottolinea Marco Rezzano, presidente di Ais Liguria – Per noi la formazione e l’aggiornamento sono essenziali. Negli ultimi anni pre-pandemia abbiamo registrato un numero di appassionati sempre più ampio e trasversale, con una crescita di giovani e donne, e speriamo di proseguire in questa direzione». «Il corso è anche un approfondimento culturale e di conoscenza dei diversi territori per tutti coloro che desiderano arricchire il proprio bagaglio enogastronomico» – aggiunge il delegato Nicola Garibotto.

 

Per info e iscrizioni: https://www.aisliguria.it/corsi/81-diventa-sommelier-1-livello-tigullio-2023-pomeridiano.html 

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA GUIDA VITAE 2023: SONO 10 LE ECCELLENZE DEL VINO LIGURI PREMIATE DA AIS LIGURIA

 

Si è svolta ieri sera, lunedì 19 dicembre 2022 alle ore 20.30 all’Excelsior Palace Hotel di Rapallo, la cerimonia di presentazione della Guida Vitae 2023 dell’Associazione Italiana Sommelier e la relativa consegna del premio Quattro Viti ai 10 migliori produttori liguri inseriti nella guida.

Giunta alla nona edizione, dopo il successo delle precedenti, la Guida Vitae di Ais valorizza da quasi un decennio le straordinarie competenze interne dell’Associazione stessa, facendo narrare ai soci i territori vitivinicoli della Penisola. Sono circa 4mila i produttori in tutta Italia che hanno accettato di mettersi in discussione e più di 30mila i vini degustati rigorosamente alla cieca da un migliaio di sommelier. Tra questi, sono 2.276 le aziende accolte nel volume e 1.011 i vini premiati con il massimo riconoscimento: le Quattro Viti. 

Il momento più importante della serata di ieri a Rapallo è stato proprio la consegna degli attestati delle Quattro Viti, assegnati a 10 produttori liguri. Le aziende liguri premiate sono: Cinque Terre Sciacchetrà Riserva 2018 - Terra di Bargòn 596, Colli di Luni Vermentino Superiore Solarancio 2021 - La Pietra del Focolare 590, Duezerosette Brut Rosè non dosato - Tenuta Maffone 595, Harmoge 2019 - Walter De Battè 584, Riviera Ligure di Ponente Pigato Bon In Da Bon 2021 - Azienda Biologica Bio Vio 578, Riviera Ligure di Ponente Pigato U Baccan 2020 - Bruna 579, Riviera Ligure di Ponente Vermentino Gold Label 2021 - Luca Calvini 579, Rossese di Dolceacqua Luvaira 2019 - Gajaudo 586, Rossese di Dolceacqua Superiore Barbadirame 2020 - Maixei Azienda Agricola 592 e Trexenda 2018 – Viarzo.

Il prestigioso riconoscimento Tastevin, il premio che Ais conferisce a chi ha contribuito a imprimere una svolta produttiva al territorio di origine, destinato a una sola cantina per Regione, quest'anno è stato assegnato all'azienda ligure La Pietra del Focolare, per il suo Colli di Luni Vermentino Superiore Solarancio 2021. Nelle Gemme del 2023 la Liguria è presente col delizioso Cinque Terre Sciacchetrà Riserva 2018 - Terra di Bargòn.

 

La premiazione è avvenuta alla presenza del presidente di Associazione Italiana Sommelier della Liguria Marco Rezzano, del vicepresidente di Regione Liguria con delega all'Agricoltura Alessandro Piana e del membro della Giunta Nazionale Confcommercio Imprese per l’Italia Alessandro Cavo. «Appuntamento irrinunciabile di Ais Liguria a Rapallo con il presidente Marco Rezzano – ha dichiarato il vicepresidente di Regione Liguria con delega all'Agricoltura Alessandro Piana – per scorrere le selezionatissime pagine di Guida Vitae 2023 dell'Associazione Italiana Sommelier, che ha premiato in Liguria 10 vini con il massimo riconoscimento delle Quattro Viti. Sfogliarle significa calarsi nei colori della biodiversità, nel mondo della vitivinicoltura costruito costa ed entroterra nel nome della cultura enologica. Questi premi denotano l'amore per il proprio territorio e la continua ricerca per perfezionare sempre più la qualità dei prodotti. Un modo per promuovere ulteriormente a livello turistico e di marketing territoriale le fatiche di una viticoltura eroica, allo stesso tempo di sapienza secolare e moderna, che Regione Liguria supporta e promuove convintamente».

«Un grande orgoglio poter rappresentare per quanto riguarda la Liguria un’associazione che sta contribuendo a dare una spinta propulsiva alla visibilità del vino in tutta Italia e non solo – afferma il presidente di Ais Liguria Marco Rezzano – La Guida Vitae ne rappresenta uno dei tasselli importanti oltre che una testimonianza. Quest’anno, abbiamo deciso di premiare le 10 aziende che si sono distinte per la qualità dei loro vini in un contesto molto prestigioso. Dietro questi vini c’è tutto un movimento ligure che mai come in questi anni si sta dimostrando vivo e recettivo, consapevole del fatto che la Liguria è un territorio che, come pochi altri, riesce a tracciare profili dei propri vini che sono indiscutibilmente legati a un territorio articolato e unico. Sono vini che rispecchiano molto il carattere del territorio, sono vini di mare, di pietra, di montagna, di vento e di sole. Siamo lieti di poter celebrare questo momento importantissimo per tutta la Liguria».

 

La Guida Vitae 2023 si può acquistare su https://store.aisitalia.it/ e sotto forma di app su Google Play Store e App Store. 

Per ulteriori informazioni: www.aisliguria.it.

ALBANO CARRISI HA PRESENTATO A GENOVA IL VINO CANAANEO

 Marco Quaini, Albano Carrisi e Marco Rezzano 

Genova. Si è tenuto ieri, mercoledì 23 novembre 2022, all’AC Hotel di Genova Corso Europa l’evento esclusivo di Ais Liguria in cui Albano Carrisi ha presentato il Canaaneo e ha degustato, per la prima volta a Genova, i suoi vini insieme ai sommelier dell’Associazione Italiana Sommelier della Liguria. L’artista ha spiegato al pubblico presente come è nato il suo interesse alla produzione di questo particolare vino ricco di storia e la sua filosofia di produttore.

 

«L’energia di Al Bano ci ha contagiati e ci ha portato alla scoperta di una Puglia antica, contadina, umana, piena di sogni e di visioni – racconta Marco Rezzano, presidente di Ais Liguria – Ci ha portato alla scoperta in prima mondiale del Canaaneo, vino frutto di studio, ricerca, scienza e conoscenza. Un vino ambasciatore della cultura dell’uomo che trova le sue radici nell’essenza ancestrale del vino stesso evocando le nozze di Cana». Il Canaaneo, oltre a essere un vino, è un evento antropologico quasi magico. Una ricostruzione di usi, sapori, abitudini alimentari, in contatto con un passato lontanissimo: la Galilea di ben duemila anni fa. Il suo ideatore, il dottor Francesco Carluccio, ha ricostruito con cura e l’attenzione del ricercatore il gusto di un’epoca. Sono stati necessari trent’anni di studi approfonditi, ricerche di manoscritti e documenti scavi archeologici e strumentazioni sofisticate di chimica oltre ad una forte esperienza nel campo della coltivazione della vite e della vinificazione, per produrre un vino oggi unico al mondo.

 

Dopo la produzione iniziale di poche unità di bottiglie, arriva l’interesse dell’artista produttore Albano Carrisi ed è amore al primo sorso, ne diventa Mecenate selezionando una parcella di vigna da destinare alla produzione di questo vino, con l’uscita di 3330 bottiglie da 50 cl. Nettare destinato prevalentemente ai mercati esteri, presentato in degustazione per la prima volta a Genova. All’evento, aperto al pubblico su iscrizione, ha partecipato anche il delegato Ais di Genova Marco Quaini.

 

Ais Liguria

2023 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica