NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Cantine

SCOPRIRE LA TERRADEIFORTI: L'ENOTURISMO SECONDO ROENO

L’azienda di Brentino Belluno apre la stagione con un programma ricco di eventi in cui vino, paesaggio e gastronomia si incontrano- 

Un ricco calendario di eventi enoturistici per celebrare la bella stagione: ogni fine settimana Roeno, azienda vitivinicola della Terradeiforti, propone appuntamenti dove il vino incontra il paesaggio e la gastronomia. Degustazioni alla scoperta del territorio, passeggiate immersi nella natura con il proprio amico a quattro zampe, cene tra i filari e aperitivi in cantina sono solo alcuni degli eventi organizzati per la primavera-estate 2024 dalla realtà di Brentino Belluno (Verona).

 

Per iniziare Roeno presenta Primavera in Cantina, quattro incontri programmati nelle giornate di sabato 4, 11, 18 e 25 maggio per scoprire i vitigni aromatici, i PIWI e le eccellenze come l’Enantio, il Riesling Renano della Terradeiforti e il Trento Doc in abbinamento a prodotti locali, affettati e mostarde a chilometro zero.

 

Roeno prevede una ricca programmazione anche per i mesi di giugno e luglio. Domenica 9 giugno e domenica 7 luglio i visitatori potranno partecipare a Riesling & Crudité on the Boat, una mini crociera alla scoperta dell'isola del Garda e di Punta San Vigilio, accompagnata dall'assaggio dei due Riesling dell'azienda abbinati a deliziose crudité di pesce. Giovedì 20 giugno gli ospiti saranno accolti per una cena tra i filari delle vigne secolari di Enantio, mentre domenica 23 giugno potranno partecipare al Dog Walking in Vigna, una passeggiata con i propri amici a quattro zampe lungo le sponde del fiume Adige, con degustazione di vini e finger food. Venerdì 19 luglio l’Aperitivo Fish and Wine abbina le referenze enoiche di Roeno a specialità di pesce, immersi nei suggestivi vigneti dell'azienda. Infine, domenica 28 luglio, il Pic Nic in Vigna permetterà ai partecipanti di godersi un cestino di prodotti tipici a chilometro zero e due vini selezionati a contatto con la natura della Terradeiforti.

 

Nei mesi di giugno e luglio, durante gli After Hour Tasting i wine lovers potranno anche assaggiare “fuori orario” un buon vino firmato Roeno: dal martedì al venerdì, dalle ore 18:30, gli appuntamenti prevedono la visita al vigneto con un calice di Trento Doc 48 mesi e l'assaggio di quattro vini bianchi.

 

Alla proposta enoturistica stagionale Roeno aggiunge tutto l’anno i classici percorsi di degustazione: Le Firme, Le Selezioni, Passione Riesling, La Terradeiforti e Von Blumen & Flowers, quest’ultimo per avvicinarsi al progetto enologico altoatesino dell’azienda. Sono inoltre disponibili blind tasting e visite su misura, con possibilità di organizzare attività di team building in cantina.

 

Per informazioni, approfondimenti e prenotazioni consultare il sito www.cantinaroeno.com o scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 
Sara Stocco | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | 328 6424760

LA SCOLCA: 105 ANNI DI BRINDISI ALL'ECCELLENZA ITALIANA E A UNO STILE SENZA TEMPO

IL BUON VINO - AZIENDA AGRARIA FIORINI

di Virgilio Pronzati

 

Azienda Agraria Fiorini  - Via Giardino Campioli 5- Località Barchi - 61038  Terre Roveresche  (PU) - Tel. & Fax: 0721.97151 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  www.fioriniwines.it

 

Bianchello del Metauro Doc Superiore Tenuta Campioli 2022

 

 

Categoria: Bianco secco.  Vitigno: Biancame o Bianchello. Bottiglia: 75 cl.  Alcol: 13%. Lotto: 23117. Bottiglie prodotte: 70.000.  Prezzo medio in enoteca: €  12,20. 

Conservazione: in cantina, in posizione coricata sui ripiani adibiti ai vini bianchi secchi, a una temperatura tra i 12 e i 14°C.  Tempo di consumo: ancora 2-3 anni. Servizio: mescere a 12°C in calici con stelo alto. Abbinamento: linguine  con sugo di triglia, ombrina al sale, stoccafisso  in umido e in bianco.

 

Caratteristiche organolettiche 

 

Alla vista è limpido, di colore giallo paglierino deciso. . Al naso è intenso e persistente, varietale, abbastanza fine ed ampio, con sentori floreali e fruttati di fiore di acacia e mandorlo, pompelmo  e lievi di erbe aromatiche e mineralità. 

In bocca è secco, fresco e sapido, minerale, caldo, pieno e di sensibile  persistenza. Retrogusto: vena sapida e minerale, e note floreali, fruttate e umori boschivi. 

 

Considerazioni: Molto buono.  Ottenuto da scelte uve Bianchello di vitigni di trent’anni del vigneto Tenuta Campioli a sistema biologico, tramite una macerazione pellicolare di 12 ore seguita da decantazione statica a freddo e fermentazione a bassa temperatura. Dopo di ché il vino riposa per 30/40 giorni  sulle fecce fini, sino all’assemblaggio. Seguono la maturazione di cinque mesi in serbatoi in acciaio inox e l’imbottigliamento.

 

Punteggio:  55/60

 

ASPETTO: Limpidezza    5.    Colore 4.    PROFUMO:    Intensità 5. Persistenza 5.    Finezza 4.    Armonia 4.    SAPORE:    Persistenza 5.    Pienezza 5.    Sapidità 5.    Acidità/morbidezza 4.    Armonia 4.    GRADIMENTO: 5.  

 

 

Vino Rosso Bio Roy 

 

 

Categoria: Rosso secco.  Vitigno: Canaiolo Nero. Bottiglia: 75 cl.  Alcol: 13,50%. Lotto: 22081. Bottiglie prodotte:  3.000.  Prezzo medio in enoteca: €  15,90. 

Conservazione: in cantina, in posizione coricata sui ripiani adibiti ai vini rossi secchi, a una temperatura tra i 12 e i 14°C.  Tempo di consumo: ancora 3-4 anni. Servizio: mescere a 16°C in calici con stelo medio. Abbinamento: pappardelle con sugo di coniglio, costine d’agnello alla griglia, casciotta di Urbino ,

 

Caratteristiche organolettiche 

Alla vista è limpido, di colore rosso rubino vivo. . Al naso è abbastanza intenso e persistente, discretamente fine con sentori floreali e fruttati di violetta selvatica, mirtillo e corbezzolo e lievi di erbe balsamiche 

In bocca è secco ma morbido, sapido, appena tannico, caldo, pieno e persistente. Retrogusto: vena sapida e tannica e note floreali, fruttate e balsamiche. 

Considerazioni: Molto buono. Ottenuto da scelte uve di Canaiolo Nero di vitigni di vent’anni a sistema biologico, pigiate con graspo e fatte  fermentare e macerare a lungo. Dopo la svinatura e i necessari travasi il vino matura 10 mesi in tonneaux, e affina ulteriori sei mesi in bottiglia. 

 

Punteggio:  52/60

 

ASPETTO: Limpidezza    5.    Colore 4.    PROFUMO:    Intensità 4. Persistenza 4.    Finezza 4.    Armonia 4.    SAPORE:    Persistenza 5.    Pienezza 5.    Sapidità 4.    Acidità/morbidezza 4.    Armonia 4.    GRADIMENTO: 5.  

 

 

Luigi Fiorini Colli Pesaresi Sangiovese Doc Riserva 2019

 

 

Categoria: Rosso secco. Vitigno: Sangiovese grosso. Bottiglia: 75 cl.  Alcol: 14,50%. Lotto: 23021. Bottiglie prodotte:  4.000.  Prezzo medio in enoteca: €  26,90. 

Conservazione: in cantina, in posizione coricata sui ripiani adibiti ai vini rossi secchi di medio-lungo affinamento, a una temperatura tra i 12 e i 14°C.  Tempo di consumo: ancora 5-6 anni. Servizio: mescere a 18°C in ampi calici con stelo medio. Abbinamento: vincisgrassi, coniglio in porchetta, stufato di cinghiale.

 

Caratteristiche organolettiche 

 

Alla vista è limpido, di colore rosso granato. .Al naso è molto intenso e persistente, varietale, composito, ampio, con sentori floreali, fruttati e speziati di violetta appassita, prugna nera e mora di rovo molto mature, pepe nero e ginepro, e lievi boisè, cuoio e radice di liquirizia. .In bocca è secco e sapido, caldo, pieno ma snello, giustamente tannico, di lunga persistenza.     Retrogusto: vena sapida e tannica, e note floreali, fruttate e speziate. 

Considerazioni: Ottimo. Ottenuto da scelte uve di Sangiovese grosso  di vitigni di quarant’anni a sistema biologico, pigiadiraspate e fatte fermentare e macerare a lungo. Dopo la svinatura e i necessari travasi il vino matura per circa tre anni in botti di rovere francese di 25 ettolitri , e affina  per altri 12 mesi in bottiglia. 

 

Punteggio:  57/60

 

ASPETTO: Limpidezza    5.    Colore 5.    PROFUMO:    Intensità 5. Persistenza 5.    Finezza 4.    Armonia 4.    SAPORE:    Persistenza 5.    Pienezza 5.    Sapidità 5.    Acidità/morbidezza 5.    Armonia 5.    GRADIMENTO: 4.  

 

VINCHIO & VAGLIO: ASSOCIAZIONE DI VITICOLTORI. UNA TERRA PROTETTA, LA PROMESSA DI UN VINO

Te la ricordi la canzone di Giorgio Gaber "Barbera e Champagne"? Con poche parole il cantautore delineava al contempo la storia sociale italiana e quella vitivinicola. Erano altri anni e oggi la migliore Barbera oggi è un vino elegante in grado di regalare grandi emozioni.
 

Le nostre selezioni di Barbera

Vigne Vecchie 50°, Laudana, Vigne Vecchie e Sei Vigne Insynthesis sono il frutto di severe selezioni in vigneto e di cure maniacali in cantina con sapienti affinamenti in legno e, un po' provocatoriamente, anche in acciaio. Sono vini che hanno una grande longevità e complessità, capaci di raccontare le eccellenze di un territorio mantenendo la tipicità della Barbera.

Qui ti raccontiamo come nascono le migliori Barbera

 

I riconoscimenti di eccellenza:

Le nostre selezioni di Barbera ricevono ogni anno i riconoscimenti più prestigiosi del mondo del vino. 

Qui puoi vedere tutti i riconoscimenti

 

Vuoi assaggiare le nostre Barbera migliori?  

Nel mese di marzo puoi venire a conoscere i nostri vini qui: 

 

⯑ Salone del vino Torino

⯑ 2-4 marzo, Torino @ OGR Torino & Museo del Risorgimento 
 

Prowein 

10-12 marzo, Düsseldorf
Hall 15 stand A41 desk 50


⯑Monferrato Identity
18-19 marzo, Amsterdam & Anversa
⯑ Grand Tasting con le nostre selezioni di Barbera 
 

⯑Gambero Rosso Tre Bicchieri WorldTour 

21 marzo, Londra Royal Horticultural Halls

Per chi non se la ricordasse ⯑
Cordiali saluti
Tessa Donnadieu
Export Manager
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FLETRY AU VENT 2022 DI GROSJEAN: UNA DOLCE DICHIARAZIONE D’AMORE NEL BICCHIERE

 

 

Un vino dalle mille sfumature per brindare a San Valentino

 

 

Il Flétry au Vent, dopo alcuni anni, torna nelle Cantine di Grosjean presentandosi come una proposta a tutto tondo e completa, capace di rappresentare la territorialità, la freschezza, la finezza e la mineralità del territorio della Valle d’Aosta. 

14 Febbraio 2024 - Fletry Au Vent 2022, già la musicalità del nome francese rende romantico questo vino capace di creare un’atmosfera intima per accompagnare una cena o per un aperitivo, nel giorno più dolce dell’anno. Dal colore caldo e ambrato, inebriante al naso e seducente al palato, questo Passito è una nuova proposta dell’azienda, estremamente poliedrico nelle sue rappresentazioni e molto versatile, ideale per accompagnare moltissimi piatti, dal salato al dessert o, per essere molto up to date, per un aperitivo un po’ “diverso” e sfizioso.

È ideale, infatti, per iniziare i festeggiamenti – non sempre la solita bollicina! -  da abbinare al fois gras, ma anche formaggi stagionati ed erborinati locali capaci di esaltarne la struttura e l’aromaticità e ovviamente, per finire in dolcezza, è perfetto da degustare con dessert a base di frutta o con pasticceria secca e naturalmente, con il cioccolato. 

Il Flétry au Vent 2022 è un vino caratterizzato da uve stramature, che dopo diversi anni di improduttività torna in un’altra veste. Il blend, composto da Gewurtztraminer, Moscato Bianco, Pinot Gris, Petite Arvine, Amigne e Prie Blanc, non segue una proporzione precisa e presenta caratteristiche molto diverse tra loro, rappresentando il territorio montuoso nella sua interezza.

 

A differenza degli altri passiti della Valle d'Aosta, il Flétry au Vent si distingue per la sua bassa alcolicità, che ne aumenta la bevibilità. Dopo una selezione accurata in vigneto, le uve riposano in casse di plastica nell'ambiente del solaio per diversi mesi, raggiungendo la concentrazione ideale per esprimere al meglio la loro qualità. Il mosto fermenta e si affina in botti di legno per circa dieci mesi, prima di essere imbottigliato in piccole Renane da 375 ml. Il vino che ne deriva esprime appieno la territorialità, la freschezza, la finezza e la mineralità. Il suo residuo zuccherino esalta il frutto maturo in perfetto equilibrio con l'acidità naturale del blend.

Niente dubbi quindi quest’anno su come trascorrere San Valentino e, soprattutto, su quale “cibo degli dèi” scegliere per una serata ad alto tasso di seduzione!

 

GROSJEAN

La cantina valdostana è una storica realtà enoica che da sempre coniuga storia e tradizione, creatività e innovazione.  Prende vita agli inizi degli anni '60 sotto la guida di nonno Dauphin che decide di investire nell'attività vinicola e imbottiglia il proprio Ciliegiolo presentato con successo all’”Exposition des Vins du Val d’Aoste” nel 1968. Negli anni '80 ha inizio un processo di valorizzazione dei vari vigneti di proprietà. Nel 2000 viene inaugurata la nuova cantina e nel 2011 inizia la conversione al biologico. Grosjean Vins è la prima azienda in Valle d'Aosta a compiere questo passo, quasi dieci anni in anticipo sulle altre realtà locali. Il "fattore umano", l’amore per il proprio lavoro e per la propria terra rappresentano gli elementi fondamentali sui cui negli anni si è consolidata l’identità aziendale. Oggi a guidarla è la terza generazione, i giovani Hervé, Didier, Simon e Marco.

 

Lucia Boarini

2024 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica