NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Eventi Go Wine

BERE IL TERRITORIO 2024

Go Wine promuove in tutta Italia 

la ventitreesima edizione del
Concorso Letterario Nazionale 

 

“BERE IL TERRITORIO”
Raccontare il vino attraverso un viaggio

Racconto, ricerca, sostenibilità

L’associazione Go Wine lancia la ventitreesima edizione del Concorso letterario nazionale Bere il Territorio.

 

E’ un progetto culturale che ha sempre accompagnato la vita dell’associazione fin dalla sua costituzione e che giunge nel 2024 ad un traguardo importante.

Riportiamo a seguire il Bando di Concorso che illustra le modalità di partecipazione e le informazioni legate alla sezione generale ed alle sezioni speciali.

Il Bando viene divulgato più avanti rispetto ai tempi abituali delle scorse edizioni, la scadenza è fissata al prossimo 30 giugno. 

 

Vi invitiamo a partecipare e a diffondere l’iniziativa.

 

Il Concorso conferma gli obiettivi di sempre che si rinnovano ogni anno e si misurano sempre con nuovi protagonisti: far crescere la cultura del consumo dei vini di qualità e contribuire, mediante il tema della narrazione, a valorizzare storia, tradizioni, paesaggio, vicende socio-culturali dei territori del vino.

I temi dell’ambiente e della sostenibilità caratterizzano la sezione generale ed uno dei premi speciali del Concorso, in un linguaggio rinnovato che tiene conto delle nuove sfide a cui guardare.

 

IL BANDO DI CONCORSO

 

“Bere il territorio”

Raccontare il vino attraverso un viaggio 

 CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE

 

 

1. La XXIII edizione del concorso letterario “Bere il Territorio” è promossa dalla Associazione Go Wine.

I partecipanti dovranno redigere un testo-racconto in forma libera che abbia per tema un viaggio in un territorio del vino italiano, dal quale emerga il ruolo che la viticoltura ha svolto o potrebbe svolgere nella conservazione dell'ambiente, del paesaggio rurale, della cultura e delle tradizioni locali.

 

Sono previste due categorie, in base a distinte fasce di età:

   a. giovani dai 16 ai 24 anni;

   b. per tutti i soggetti di età superiore ai 24 anni.

 

2. Ogni concorrente o gruppo potrà partecipare con un solo elaborato inedito, in lingua italiana, della lunghezza minima di due cartelle (3600 battute) e massima di 5 cartelle (9000 battute)..

 

3. E’ inoltre istituita, a latere del concorso generale, una sezione speciale riservata agli studenti dei corsi universitari di Laurea in Enologia e Viticoltura in Italia.

Verranno selezionati elaborati e/o tesi di laurea che, attraverso un lavoro di ricerca, trattino e approfondiscano temi riguardanti i vitigni autoctoni.

La partecipazione al Concorso è consentita a singoli studenti oppure a piccoli gruppi non superiori a 5 persone. Gli elaborati dovranno avere la medesima lunghezza di cui all’art. 2, salvo eccezioni dettate dal lavoro di ricerca a cui sono chiamati.

 

4. Ogni testo dovrà contenere, in calce, le generalità del concorrente: nome, cognome, data di nascita, indirizzo, numero di telefono ed il riferimento dell'Istituto agrario o dell’Università di appartenenza (per la sezione speciale dell’art. 3).

 

5 .Gli elaborati dovranno pervenire tramite file in formato pdf entro il 30 giugno 2024, tramite invio telematico a mezzo posta elettronica certificata al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

In alternativa potranno essere inviati in tre copie dattiloscritte e su supporto magnetico via posta, al seguente indirizzo:

   Concorso “Bere il territorio” - Go Wine

   Via Vida, 6 - 12051 Alba (Cn).

 

6. Gli elaborati saranno sottoposti al vaglio della giuria composta da Gianluigi Beccaria e Valter Boggione (Università di Torino), Margherita Oggero (scrittrice), Bruno Quaranta (La Repubblica), Massimo Corrado (Associazione Go Wine).

 

7. Saranno selezionati dalla sezione generale I DUE MIGLIORI TESTI, uno per ciascuna categoria: i vincitori riceveranno ciascuno un premio di euro 500,00.

 

7a). Saranno selezionati dalla sezione speciale riservata agli studenti degli Istituti agrari e dei corsi di Laurea in Viticoltura ed Enologia I DUE MIGLIORI LAVORI DI RICERCA: i vincitori (o il gruppo) della sezione speciale riceveranno ciascuno un premio di euro 500,00.

 

8. E’ istituito un premio speciale rivolto a realtà del comparto vitivinicolo che si siano distinte per aver salvaguardato il patrimonio territoriale in un’ottica di valorizzazione del paesaggio, con la fruizione dell’ambiente naturale, volto a stimolare lo sviluppo culturale, turistico, sociale ed economico. Il tutto in un’ottica di sostenibilità nel rispetto di modelli di sviluppo equi e “green”.

 

9. È inoltre istituito un premio speciale a favore di un libro edito durante gli anni 2023-2024 che abbia come tema il vino o che, comunque, riservi al vino una speciale attenzione.

L’autore riceverà un premio in denaro di euro 500,00.

 

10. I testi rimarranno a disposizione dell'organizzazione del concorso e non verranno restituiti. I concorrenti, accettando senza condizione il presente regolamento, concedono, sin d'ora e senza nulla pretendere, i diritti di pubblicazione a Go Wine.

 

11. I vincitori, che saranno avvertiti tramite raccomandata, saranno premiati durante la cerimonia che si terrà al Castello di Grinzane Cavour sabato 28 settembre 2024.

 

12. I giudizi della giuria, che selezionerà le opere, sono insindacabili.

 

13. Per quanto non previsto dal presente regolamento, le decisioni spettano autonomamente alla segreteria del concorso.

 

L’iniziativa si svolge con il sostegno della

 
 

e delle cantine italiane che, socie di Go Wine, sostengono i progetti culturali di Go Wine

 

 

 

1Info: Associazione Go Wine – Tel. 0173 364631 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FESTA DEL VINO - I VITIGNI AUTOCTONI DEL PIEMONTE

 

Domenica 26 maggio nel centro storico di Alba 

L’evento di degustazione di Go Wine celebra i vitigni autoctoni del Piemonte raccontati dai produttori

Biodiversità e cultura del vino al centro

 

Go Wine presenta la sesta edizione della Festa del Vino dedicata ai Vitigni Autoctoni del Piemonte; si svolgerà domenica 26 maggio è l’appuntamento di degustazione dedicato alla valorizzazione del grande patrimonio di vitigni autoctoni della regione, alla presenza diretta dei loro produttori.

Un evento unico nel suo genere e di grande interesse per saper rappresentare tutti insieme, oltre 40 differenti vitigni piemontesi, rappresentati dai viticoltori. Nel contesto del centro storico di Alba, in Piazza del Duomo.

 

Un evento nel segno della biodiversità e della cultura del vino: consente al pubblico di enoappassionati di apprezzare la ricchezza del vigneto piemontese, fra i più importanti d’Italia: i molti vitigni e vini rappresentati tutti insieme promuovono diversi angoli della regione, affiancando varietà di grande diffusione (come il nebbiolo, per esempio) a varietà rare, oggetto di recupero nel corso degli ultimi anni (come il Baratuciat, il Bian Ver o l’Uvalino per indicarne alcuni).

Un omaggio al Piemonte, regione che, nel panorama italiano, è forse fra quelle con il più importante numero di vitigni autoctoni coltivati e rappresentati, con risultati di eccellenza.

 

Il panorama di vini in assaggio sarà di conseguenza importante: di molti vitigni saranno presentate in degustazione anche più etichette. I vitigni più rari, spesso legati al lavoro di ricerca e valorizzazione di una o due cantine, saranno radunati in una speciale enoteca.

La manifestazione si arricchirà come in ogni edizione di alcuni eventi collaterali.

Degustazioni guidate di approfondimento, un importante vitigno ospite e poi un incontro a parte con la viticoltura del cosiddetto “Nuovo Mondo”, rappresentata dal Sudafrica con una selezioni di vini tutta da scoprire!

Per aggiungere qualche riferimento, ecco dunque (in rigoroso ordine alfabetico) un primo elenco dei vitigni protagonisti di questo speciale evento Go Wine: 

Albarossa, Arneis, Avanà, Baratuciat, Barbera, Becuet, Bian Ver, Bonarda, 

 

Bussanello, Cari, Caricalasino, Cortese, Croatina, Dolcetto, Erbaluce, Favorita, Freisa, Furmentin, Gamba di pernice, Grignolino, Malvasia, Malvasia di Schierano, Malvasia moscata, Montanera, Moscato, Nascetta, Nebbiolo, Nebbiolo di Dronero, Neretto di San Giorgio, Nibiò, Pelaverga, Pelaverga Piccolo, Quagliano, Rossese bianco, Ruchè, Timorasso, Uva rara, Uvalino, Vespolina.

Un’occasione straordinaria per conoscere nuovi e diversi prodotti, per assaporare il fascino delle tipicità che firmano la viticoltura piemontese e che convergeranno, per un giorno, nel centro storico di Alba.

 

“La manifestazione – dicono dall’associazione Go Wine – giunge alla sesta edizione; si inserisce tra le iniziative che Go Wine svolge ormai da molti anni in Italia a favore dei vitigni autoctoni: è nata in Piemonte per raccontare la particolare ricchezza del vigneto della regione e rafforza un tema caro all’associazione. Go Wine infatti ogni anno promuove un tour dedicato agli autoctoni in sei grandi città italiane e promuove i vini di territorio come strumento per rafforzare l’enoturismo in Italia; l’evento di Alba rafforza questo impegno dell’associazione sempre nel segno di generale occasioni che promuovono cultura del vino e conoscenza”. 

Come in ogni edizione l’associazione Go Wine promuove un’iniziativa a favore della ricerca in campo vitivinicol

La città di Alba è sede dell’evento e il riferimento non è casuale; per il ruolo che Alba ha nel mondo del vino, per le istituzioni presenti come la Scuola Enologica e l’Università, come riferimento di un vasto territorio di vini di eccellenza.

La Festa dei Vini Autoctoni del Piemonte si svolge con il patrocinio della Città di Alba e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

 

Per ulteriori informazioni: 

Ufficio Stampa & Comunicazione, tel. 0173 364631 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ANTEPRIMA GRIGNOLINO & CO.

 

La seconda edizione dell’evento

del Consorzio di tutela vini Colline del Monferrato Casalese 
in collaborazione con Go Wine

“Anteprima Grignolino & Co.”

Dal 18 al 20 maggio 2024 
Castello di Casale Monferrato

Una tre giorni di gusto, cultura e musica al Castello di Casale Monferrato

 

 

 

Presentiamo la seconda edizione dell’evento che nasce dall’iniziativa del Consorzio di tutela vini Colline del Monferrato Casalese: “Anteprima Grignolino & Co.”, il tributo al vino autoctono più identificativo del Monferrato casalese, ricco di storia, virtù e potenziali che, dal 18 al 20 maggio prossimo, tornerà a palesarsi nelle sue diverse sfumature e peculiarità, tra le mura dell’antico Castello paleologo a Casale Monferrato.

Una tre giorni per ripercorrerne la storia, apprezzarne le qualità ritrovate e/o rivisitate, ma anche per analizzarlo, conoscerlo e comprenderlo attraverso un tempo lento da consumarsi all’interno di una cornice storica, che trasuda di un grande e importante passato. La manifestazione si inserisce tra le date del calendario Alto Piemonte – Gran Monferrato Città Europea del Vino 2024.

 

Per il suo “debutto in società”, i campioni della vendemmia 2023 verranno accompagnati da padrini e madrine d’eccezione quali sono: lo stesso Grignolino (che quest’anno celebrai i suoi primi 50 anni di doc), nelle diverse tipologie e annate, la Barbera del Monferrato Casalese docg, il Rubino di Cantavenna doc e il Gabiano doc.

 

Tra le novità di questa nuova edizione, l’angolo dedicato ai “Vini Ospite”, che quest’anno saranno il Timorasso e il Monferace. Poi, l’inserimento di una nuova giornata dedicata all’Ho.re.ca. e ai giornalisti/blogger di settore.

 

L’evento sarà arricchito, domenica 19 maggio, da un focus tecnico-scientifico per approfondire i temi della salute della vite (Progetto Pilota su 204 vigneti alessandrini condotti dal Consorzio di Difesa Alessandria sulla Flavescenza Dorata) e per affrontare le nuove disposizioni di legge legate all’etichettatura (la soluzione digitale per gestire la lista ingredienti e i valori nutrizionali nelle etichette).

IL PROGRAMMA

 

 

Sabato 18 maggio

Gran apertura con la serata giovane di eno-food in musica con Dj Set Vinly Set by Frsnts&Friends, per un programma rock classic, popo, disco, funky e house.

Durante la serata, Banco d’Assaggio curato da Ais e produttori nella corte del Castello del Monferrato con food a cura dell’Enoteca Regionale del Monferrato.

 

Domenica 19 maggio (in orario 11-19)

A tu per tu con i produttori con Banchi d’Assaggio nella corte e nella Manica Lunga del Castello, food dell’Enoteca Regionale del Monferrato e visite al Centro Nazionale delle DOC Andrea Desana. 

Alle ore 10,30 Convegno tecnico-scientifico nella Sala Marescalchi del Castello. Ingresso libero.

 

Lunedì 20 maggio (in orario 10,30-13,30)

Masterclass guidata dal Presidente di Ais Piemonte Mauro Carosso e dall’enologo Mario Ronco sui vini tutelati dal Consorzio e sui campioni della vendemmia 2023 riferiti ai diversi areali di produzione, per scoprire il vino che verrà. Al termine, Banco d’Assaggio curato da Ais e buffet. Partecipazione riservata a Ho.re.ca. e giornalisti/blogger di settore.

 

Con questa prima newsletter intendiamo annunciare la data affinchè vogliate inserirla in agenda; a seguire le prime notizie sul programma dell’evento, che trae ulteriore interesse dallo svolgersi a Casale Monferrato, città storica del Piemonte, con riferimenti importanti legati alla cultura del vino.

 

 

Evento organizzato dal Consorzio di tutela vini Colline del Monferrato Casalese con la regia di Go-Wine e in collaborazione con Ais Casale Monferrato ed Enoteca Regionale del Piemonte nell’ambito delle iniziative Gran Monferrato e Alto Piemonte Città Europea del Vino 2024 e col patrocinio della Città di Casale Monferrato. Azione rientrante nel Psr 2014-2020 Bando B 2023 Misura 3.2.1.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a contattare i nostri uffici ai seguenti recapiti:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. tel. 0173 364631

 

Associazione Go Wine

Via Vida, 6 - 12051 Alba (Cn) - Tel 0173 364631 - Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

“BERE IL TERRITORIO” 23A EDIZIONE

Ventitreesima edizione per il Concorso Letterario Nazionale di Go Wine

 “BERE IL TERRITORIO”

Raccontare il vino attraverso un viaggio

Racconto, ricerca, sostenibilità

 

Il bando di concorso scade il 30 giugno 2024

 

In occasione del Vinitaly 2024, l’associazione Go Wine promuove la ventitreesima edizione del Concorso Letterario Nazionale “Bere il Territorio”, lanciando il Bando di Concorso.

 

E’ un progetto culturale che ha sempre accompagnato la vita dell’associazione fin dalla sua costituzione, caratterizzandosi come un’iniziativa qualificante per Go Wine e sempre molto partecipata.

 

Un messaggio che Go Wine lancia a favore della cultura del vino e che si lega ad un Paese come l’Italia, custode di civiltà e tradizioni rurali.

Per sottolineare come il tema culturale sia alla base della valorizzazione di uno straordinario prodotto della terra, in grado di legare radici e futuro, e di essere oggi uno degli ambasciatori più apprezzati del made in Italy.

 

Il Bando viene divulgato qualche mese in avanti rispetto ai tempi abituali di tutte le precedenti edizioni, con scadenza per la consegna degli elaborati al prossimo 30 giugno 2024.

La cerimonia di premiazione è fissata per sabato 28 settembre al Castello di Grinzane Cavour.

 

Racconto, ricerca, sostenibilità: sono le parole d’ordine che caratterizzano questa edizione. Rinnovando in parte il profilo di un’iniziativa che raggiunge il traguardo significativo della 23° edizione, segno anche questo di un costante impegno da parte dell’associazione.

 

Il Concorso rimane infatti fedele all’idea che l’ha originato e risponde alla volontà di contribuire in modo concreto ad accrescere e diffondere una visione positiva a favore del vino e di un consumo consapevole di un prodotto strettamente connesso con il suo territorio.

“Bere il Territorio” per attribuire un valore aggiunto a ciascun vino di qualità ed apprezzare, attraverso il calice, non solo il prodotto in sé, ma anche la cultura e l’ambiente che esso racchiude.

Il tema del concorso si lega da alcuni anni in modo più diretto all’idea che ha ispirato fin dalla costituzione l’associazione Go Wine: ovvero guardare ad una figura qualificata di consumatore che non ama solo conoscere e degustare i vini, ma avverte il desiderio di farsi viaggiatore per scoprire i luoghi dove ciascun vino si afferma e dove uomini e donne del vino operano.

Si mantiene peraltro inalterato lo spirito di fondo che anima l’iniziativa culturale: storia, tradizioni, paesaggio e vicende culturali sono diversi i fattori che distinguono il vino da una qualsiasi bevanda e che si esaltano nel percorrere un territorio del vino.

 

I temi della ricerca e sostenibilità si affiancano con due premi speciali alla sezione generale del concorso.

Il tema della ricerca si rivolge agli studenti di differenti fasce di età, guardando ai corsi di laurea in Enologia e Viticoltura.

L’attenzione va a favore della ricerca sul tema dei vitigni autoctoni: argomento caro a Go Wine e divulgato in varie iniziative. Il Concorso andrà a premiare i due migliori lavori di ricerca valorizzando le competenze che emergeranno.

 

Un secondo premio speciale viene riproposto dopo l’esordio della scorsa edizione: si rivolge a realtà del comparto vitivinicolo e alle cantine in particolare; dedica un’attenzione specifica alle azioni svolte per salvaguardare il tema del paesaggio e dell’ambiente, favorendo modelli di sviluppo equi e green, come recita l’art. 8 del Bando.

 

Il tema del racconto ispira la sezione generale del Concorso: il Bando si lega a uno dei temi connessi all’identità dell’Associazione Go Wine e invita i partecipanti a farsi idealmente viaggiatori, narrando un percorso in un territorio del vino italiano, raccontando un’esperienza, dalla quale emerga il ruolo che la viticoltura ha svolto o potrebbe svolgere nella conservazione dell'ambiente, del paesaggio rurale, della cultura e delle tradizioni locali.

 

La sezione generale del Concorso Nazionale “Bere il Territorio” si divide in due categorie– una riservata agli over 24 anni senza distinzioni e una riservata a giovani dai 16 ai 24 anni – con la finalità di stabilire un ideale confronto fra generazioni.

 

Gli elaborati saranno sottoposti al vaglio della giuria composta da Gianluigi Beccaria e Valter Boggione (Università di Torino), Margherita Oggero (scrittrice), Bruno Quaranta (La Repubblica), Massimo Corrado (Associazione Go Wine).

Saranno quindi selezionati dalla sezione generale i due migliori testi, uno per ciascuna categoria: i vincitori riceveranno ciascuno un premio di euro 500,00.

Saranno selezionati dalla sezione speciale riservata ai corsi di Laurea in Enologia e Viticoltura i due migliori lavori di ricerca: i vincitori (o i gruppi) della sezione speciale riceveranno ciascuno un premio di euro 500,00.

Oltre ai premi riservati agli aspiranti scrittori ed al tema dell’ambiente e della sostenibilità, Bere il territorio conferma altri due Premi: ovvero il riconoscimento a “Il Maestro” e il Premio Speciale a favore di un libro, edito durante gli anni anno 2023-2024, che abbia come tema il vino o che, comunque, riservi al vino una speciale attenzione.

 

Il Concorso letterario Bere il territorio è sostenuto da un parterre di aziende vinicole italiane che, socie dell’associazione, sostengono i progetti culturali di Go Wine.

Per ulteriori informazioni: 
Elisa Nota - tel. 0173 364631 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Image

Associazione Go Wine

Via Vida, 6 - 12051 Alba (Cn)
Tel 0173 364631

Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I GRANDI TERROIR DEL BAROLO: MONFORTE 23-24 MARZO 2024

I Grandi Terroir del Barolo

Le Masterclass e il Master sul Barolo

 

Continua la vendita online delle degustazioni

 

 

Tornano “I grandi terroir del Barolo”, iniziativa ideata da Go Wine, giunta alla quindicesima edizione e in programma sabato 23 e domenica 24 marzo a Monforte d'Alba, in uno dei centri più importanti della Langa del Barolo.

Sede dell’evento le eleganti sale del Moda Venue (Via Cavour, 10), nel centro storico del paese. Il programma prevede banchi d'assaggio d’incontro con le cantine, esclusive masterclass e visite in cantina: una formula che consentirà in un week-end di approfondire "sul campo" la conoscenza della nuova annata di uno dei più grandi vini del mondo.

 

 

Il Consorzio Vino Chianti Classico ospite speciale dell’evento

 

Il Consorzio Vino Chianti Classico sarà presente all’evento per raccontare terroir e vini, con uno speciale focus Unità Geografiche Aggiuntive, nel corso delle Masterclass e nello spazio allestito nel banco d’assaggio di Palazzo Martinengo.

 

L’evento si svolge su due turni giornalieri di prenotazione, per organizzare meglio l’afflusso del pubblico e comunque con la previsione di una fascia oraria ampia che consenta di degustare al meglio. Le modalità sono indicate al fondo della mail.

 

La prenotazione è consigliata, sia per beneficiare di una riduzione, sia per avere la certezza dell’ingresso all’evento. Biglietti in vendita sul sito www.gowinet.it al seguente link.

 
 

ECCO UN PRIMO ELENCO DELLE CANTINE 

PROTAGONISTE DELL’EVENTO

(aggiornamenti nei prossimi giorni)

 

ANNA MARIA ABBONA – Farigliano
BOASSO 
– Serralunga d’Alba

SILVANO BOLMIDA – Monforte d’Alba
BRICCO MAIOLICA 
– Diano d’Alba
CASCINA CHICCO 
- Canale
DOSIO 
– La Morra
FORTEMASSO 
– Monforte d’Alba
MANZONE GIAN PAOLO 
– Serralunga d’Alba
MANZONE GIOVANNI 
– Monforte d’Alba
PIAZZO COMM. ARMANDO 
– Alba
REVA 
– Monforte d’Alba

REVERDITO – La Morra

SAN BIAGIO – La Morra

 

DOVE

 

SALA GRIFONI di Palazzo Martinengo - Moda Venue

MONFORTE D'ALBA, Via Cavour, 10

 

QUANDO

 

SABATO 23 marzo 2024

Banco d’assaggio dalle 11 alle 19, articolato su 2 turni

Sono previste due una masterclass: alle ore 12,00 e ore 15 (doppio turno) e alle ore 17

 

DOMENICA 24 marzo 2024

Banco d’assaggio dalle 11 alle 19, articolato su 2 turni

Sono previste due masterclass: alle ore 11.00 e 14,30 (doppio turno) e alle ore 14.30 e 16.00

 

 

COME PARTECIPARE

 

BANCO D'ASSAGGIO

 

La degustazione al banco d’assaggio si articolerà su turni, con prenotazione obbligatoria.

 

Sabato 23 marzo:

-primo turno: ore 11.00-15.00

-secondo turno: ore 15.00-19.00

 

Domenica 24 marzo:

-primo turno: ore 11.00-15.00

-secondo turno: ore 15.00-19.00

 

BIGLIETTI E COSTI 

 

Il costo della degustazione è di euro 28 (riduzioni euro 25 per Soci Associazioni di settore e euro 21 per i soci Go Wine). Comprende la degustazione in forma libera dei Barolo al banco d’assaggio e un assaggio presso l’area del Chianti Classico, ospite dell’edizione 2024.

 

E’ aperta la prevendita online del biglietto!

Chi prenota online avrà una riduzione sul costo a:

€ 25,00 per il pubblico,

€ 22,00 rid. soci associazioni di settore,

€ 18,00 rid. soci Go Wine.

 

 
 

La degustazione al banco d'assaggio sarà omaggio per coloro che decideranno di associarsi a Go Wine (benefit non valido per i soci familiari). 

Maggiori dettagli sulla campagna associativa a fondo mail!

 

DEGUSTAZIONI GUIDATE

 

Durante le due giornate sono previste alcune degustazioni guidate condotte il sabato dal giornalista Gianni Fabrizio, curatore della guida ai Vini d’Italia del Gambero Rosso e la domenica dal giornalist e critico enogastronomico Antonio Boco (Gambero Rosso).

Si tratta di percorsi d'assaggio di approfondimento sul Barolo e momenti di confronto con le Unità Geografiche Aggiuntive del Chianti Classico. 

Sabato 23 marzo

ore 12.00 e ore 15.00 (su due turni):

Terroir a confronto: il Barolo e Chianti Classico, menzioni geografiche e unità geografiche aggiuntive”

ore 17.00

Barolo 2020 e Barolo 2019 - Annate e terroir a confronto, attraverso le m.g.a.


Domenica 24 marzo
ore 11.00 e ore 14.30 (su due turni):

Terroir a confronto: il Barolo e Chianti Classico, menzioni geografiche e territorio”

ore 16 

Barolo Riserva: terroir a confronto, attraverso le m.g.a.” 


Le masterclass si svolgono su prenotazione: costo della degustazione euro 25 - riduzioni euro 20 per i soli soci Go Wine.

 

Le degustazioni di confronto tra Barolo e Chianti Classico si svolgeranno grazie alla collaborazione del Consorzio Vino Chianti Classico presente nel corso delle Masterclass per raccontare terroir e vini.

 

 
 

IL MASTER SUL BAROLO

 

Sabato 23 marzo è in programma il Master sul Barolo: una giornata in cui si potrà approfondire sul campo la conoscenza di questo vino fra lezioni, percorsi nel territorio di produzione e degustazioni.

 

 
 

L'evento si svolge con il contributo di

 

 

Vuoi passare un week-end in Langa in occasione de 

"I Grandi Terrori del Barolo"?

 

Contattaci per avere informazioni sulle strutture ricettive ed i ristoranti!

 

CAMPAGNA ASSOCIATIVA GO WINE

La degustazione al banco d'assaggio sarà gratuita per coloro che 

si assoceranno a Go Wine (benefit non valido per i soci familiari)

 

Entra anche tu a far parte della Community di Go Wine!

In omaggio:

la Guida Cantine d'Italia 2024 e

l'abbonamento al bimestrale Go Wine.

 

Parteciperai poi a tutti i nostri eventi beneficiando dello sconto riservato ai soci e avrai accesso alle selezioni di "Buono... non lo conoscevo!", lo shop esclusivo dei soci Go Wine!

 

Sfoglia il depliant a lato per maggiori informazioni 

Scarica qui la scheda per associarti!

Info a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Associazione Go Wine

Via Vida, 6 - 12051 Alba (Cn) - Tel 0173 364631 - Mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

2024 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica