NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Eventi culturali gastronomici

AREZZO CITTÀ DEL NATALE: SI RINNOVA LA MAGIA

 

 

Dai mercatini al villaggio tirolese al Christmas Village, tante le attrazioni per grandi e piccini nel cuore di una delle città più belle d’Italia.

Un’intera città si mobilita per vivere in grande stile uno dei periodi più belli dell’anno: torna Arezzo Città del Natale il calendario di eventi voluto dalla Fondazione Arezzo Intour e realizzato con il Comune di Arezzo che, dal 20 novembre 2021 al 9 gennaio 2022, ogni fine settimana, vestirà a festa il meraviglioso centro storico della città toscana.

 

Tantissime le attrazioni che scandiranno l’attesa del Natale e accompagneranno l’inizio del nuovo anno, a partire dall’originale percorso di istallazioni luminose che offrirà una lettura insolita e spettacolare di architetture e palazzi storici accompagnando il visitatore in un itinerario spettacolare e magico. Al “Prato”, grande area verde che domina la città, torna il “Christmas Village” con il “Mercato delle Meraviglie” ricco di prodotti gastronomici e tantissime curiosità, la grande area dedicata ai Christmas Brick e l’attesissima ruota panoramica.

 

In Piazza Grande (fino al 26 dicembre) si rinnova l’appuntamento con i Mercatini di Natale organizzati da Confcommercio Arezzo e si respirano le atmosfere uniche del Villaggio Tirolese, il più grande in Italia fuori dai confini del Tirolo, mentre all’interno del Palazzo della Fraternita dei Laici la Casa di Babbo Natale offrirà ai bambini e la possibilità di scattarsi una foto con Santa Claus. Presepi originali saranno allestiti in Piazza San Francesco e Piazza della Badia mentre piazza San Jacopo e piazza Risorgimento ospiteranno un mercatino tradizionale organizzato da Confesercenti Arezzo caratterizzato da piccole casette in legno che offriranno l’atmosfera tipica del villaggio natalizio. Piazza Guido Monaco ospiterà invece il mercatino delle opere dell’ingegno. 

 

E poi saranno tanti gli eventi speciali e le iniziative collaterali che regaleranno atmosfere uniche e imperdibili fondendosi a meraviglia con il patrimonio artistico e culturale che la città offre. Arezzo Città del Natale è un progetto ideato e voluto dal Comune di Arezzo e oggi organizzato dalla Fondazione Arezzo Intour, con la collaborazione di molte associazioni culturali e di categoria, aziende locali e artisti.

 

Tutte le informazioni sulle attività e gli orari del calendario Arezzo Città del Natale saranno presto disponibili su www.arezzocittadelnatale.it.

Facebook e Instagram: Arezzo Città del Natale

Facebook e Instagram:  Mercatini di Natale Arezzo

 

Sonia Corsi

DA GIOVEDI' 23 SETTEMBRE EL PORTEÑO PROHIBIDO DI MILANO RIPRENDE LA PROGRAMMAZIONE DEGLI EVENTI

 

Ogni settimana sul palcoscenico di via Melloni 9 a Milano due spettacoli per quattro serate dal forte impatto emozionale. Dalla seduzione del tango argentino firmato Miguel Angel Zotto alle performance ed acrobazie del visual show Malabares

 

Nella stagione del rilancio della cultura e dello spettacolo in tutta Italia, El Porteño Prohibido di via Macedonio Melloni 9 a Milano, la prima “Casa de Tango” in Europa inaugurata ad ottobre del 2019 dagli imprenditori Fabio Acampora e i fratelli argentini Alejandro e Sebastian Bernardez, riprende la programmazione degli eventi con quattro serate settimanali di spettacolo dal grande fascino, tra le sonorità e le seducenti movenze del tango argentino di “Chau no va mas” diretto da Miguel Angel Zotto e le performance musicali e le evoluzioni acrobatiche del nuovo show “Malabares”.

Da giovedì 23 settembre, ogni settimana dal giovedì alla domenica, nel totale rispetto delle norme anti Covid-19, la clientela de El Porteño Prohibido, potrà riprendere l’incredibile viaggio a 360° tra i sapori della tradizione enogastronomica argentina accompagnati da show dal grande impatto emotivo.

 

Il giovedì e venerdì in scena la magia seduttiva del tango argentino con spettacoli firmati da Miguel Angel Zotto, il coreografo e ballerino più noto e riconosciuto in ambito tanguero, che porta in scena con artisti internazionali il meglio del Tango, espressioni tra le più indecifrabili, poetiche e ammalianti dei balli di coppia.

Un sospiro ad alta voce, quasi una sfida alla ricerca di quell’integrità dell’anima che da sempre trova nell’abbraccio del tango, anche per chi non l’ha mai ballato, la propria pienezza e autenticità.

Dopo quasi un anno e mezzo di sospensione, dunque, ecco che il tango argentino torna in scena a Milano prepotentemente a mostrare il proprio lato segreto per essere messaggero di speranza e fiducia per il

futuro, e lo fa affidandosi alle geniali proposte coreografiche di Miguel Angel Zotto, con melodie tanto struggenti quanto inebrianti tra tradizione e contemporaneità, per far provare al pubblico emozioni più istintive e primordiali che solo il tango sa far riscoprire.

 

 

Nelle serate di sabato e domenica, El Porteño Prohibido mostrerà ancora una volta la sua identità di location esclusiva, capace di contaminare la propria identità culturale di “Casa de Tango” con soluzioni innovative come il visual dinner show “Malabares”, novità assoluta della nuova stagione eventi autunnale 202i. Sul palcoscenico eccellenze della scena artistica nazionale ed internazionale mondiale si distingueranno per la capacità di trasportare lo spettatore in una dimensione di creatività, arte, visionarietà e stupore.

Grazie alla selezione artistica di livello internazionale e ad un approccio caratterizzato dalla continua ricerca e attenzione ai nuovi linguaggi, gli appuntamenti con Malabares, ogni volta diversi, assicurano un forte impatto emotivo.

Oltre ad essere un ristorante che offre la possibilità di cenare dal giovedì alla domenica assistendo a spettacoli e performance di altissimo livello, El Porteño Prohibido continua a mostrarsi anche nella sua veste di location raffinata e al contempo easy per momenti di aggregazione in un’atmosfera unica, proponendo dal martedì alla domenica dalle 18.00 alle 20.30 cocktail da abbinare a materie prime di grande qualità per degustazioni e aperitivi nel dehor esterno con musica e animazione.

 

L’OFFERTA GASTRONOMICA

 

Tra i piatti che vanno a comporre un’offerta gastronomica ricca e variegata ci sono alcuni classici come empanadas dai vari ripieni, la lengua a la vinagreta e le mollejas salteadas (animelle saltate).

Diversi i tagli di carne teneri e saporiti cucinati con cura e lentamente alla parrilla (alla brace): dal tenerissimo Vacio (bavetta o taglio laterale del sottopancia) all’Asado de Tira (costine di vitello), dal Bife de Chorizo (controfiletto di manzo) all’Entraña (muscolo del diaframma sopra le costole, taglio estremamente saporito e morbido), dal Gran Lomo (filetto di manzo) sino al galletto intero alla griglia alle immancabili salamelle di maiale (chorizo).

Tra le proposte di maggior successo, alcune rivisitazioni, come le tartare che in Argentina non sono tra i piatti tipici: il Sashimi Porteño (filetto di Fassona marinato con soia, arancia e senape di Dijon in grani), il Sashimi Gazpacho (filetto di Fassona, gazpacho, mousse al coriandolo, taccole, ravanelli, semi di sesamo neri e cristalli di sale Maldon), la Tartare Especial con filetto di fassona, uova di quaglia, tartufo nero e spezie.

Molte le variazioni vegetariane tra cui le empanadas di verdure, la Boleadora verde, crespelle di asparagi o Arco Iris, piatto a base di spinaci, barbabietola e ricotta salata in varie consistenze.

Protagonista assoluto dei dessert è Il dulce de leche. Nel laboratorio El Porteño vengono realizzate anche torte, panqueques e le mousse.

La cantina vanta alcuni tra i vini argentini tra i più raffinati: il Malbec e il Torrontes, prestigiosi rossi e bianchi e selezionati spumanti e champagne.

 

LA PROGRAMMAZIONE

Ogni GIOVEDI’ e VENERDI’ dal 23 settembre 2021 

CHAU, NO VA MAS

regia, coreografia e direzione di Miguel Angel Zotto

 

Lo spettacolo è ispirato all’omonimo tango scritto e composto dai fratelli argentini Homero Aldo e Virgilio Hugo Expósito, tra gli autori più rappresentativi degli anni Quaranta. Loro i brani "Trenzas", "Percal", "Naranjo en flor" e "Yuyo Verde".

Chau, no va mas, è un vero e proprio inno alla vitalità, alla forza e alla capacità di superare ogni ostacolo.

 

Prevede un’intensa selezione di tanghi cantati, a partire da alcuni dei più noti e popolari brani di Astor Piazzolla, come “Libertango” presente nello show sia come inno alla libertà con il meraviglioso testo del poeta Horacio Ferrer, liricista d’elezione di Piazzolla, sia nella rivisitazione magnetica in chiave electro/reggae/weird di Grace Jones, “I've Seen That Face Before (Libertango)”.

Tra i tanghi tradizionali in scaletta ritroviamo il capolavoro “Tanguera” di Mariano Mores versione dei Sexteto Mayor Orquesta, il romantico tango-vals “Desde el Alma”, la milonga “Bien criolla e bien porteña” con testo di Omero Exposito, “Tiempo cumplido di Nestor Marconi, oltre alla versione originale di “Don't cry for me Argentina”.

 

Ogni SABATO e DOMENICA dal 25 settembre 2021

 

Malabares una novità assoluta per la night life milanese, grazie a performer selezionati dalla scena mondiale e all’attenzione costante verso i nuovi linguaggi, il VISUAL DINNER SHOW fonde danza, acrobazia, musica, giochi di luce mapping ed effetti multimediali per creare esperienze sensoriali e memorabili, stimolare curiosità, stupore e coinvolgimento emotivo. La musica nello show è indissolubilmente legata all’immagine attraverso la video art, proiezioni visual 3D e light design ad altissima definizione. I costumi, parte integrante della performance creeranno uno storytelling che regalerà allo spettatore un’esperienza unica.

 

INFORMAZIONI PER IL PUBBLICO

 

El Porteño Prohibido – via Macedonio Melloni 9, Milano  

elporteno.it/eventi/ | www.facebook.com/El-Porteno-Prohibido | www.instagram.com/el_porteno_prohibido/

Prenotazione OBBLIGATORIA - per prenotare e infoline tel: 02 25062491

Apertura ristorante dal martedì alla domenica dalle 19.30 alle 2.00 - Aperitivo dalle 18 alle 20.30

Inizio spettacolo 21.30

15€ costo servizio + costo della cena

 

UFFICIO STAMPA DORREGO COMPANY - El Porteño Prohibido

Claudia Zambianchi - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | 339 4675964

Stefano De Angelis - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

“VIRGINIA DAY”: L’EVENTO DEDICATO ALLA CONTESSA DI CASTIGLIONE

Dopo l’interruzione dello scorso anno, a poco a poco riprendono i tradizionali appuntamenti dell’estate castiglionese. Ecco quindi una nuova edizione del Virginia Day, la “Festa alla Corte della Contessa di Castiglione che celebra il personaggio storico del paese, ma anche grande figura dal carattere immortale.

Sabato 24 luglio in piazza XX Settembre si svolgerà un’anteprima dell’evento: dalle ore 19 “Aspettando la contessa”: proporrà Aperitivo con Dj set e cocktail con barman acrobatico del consorzio dell’Asti e del Moscato d’Asti Docg.

Domenica 25 luglio si svolgerà una manifestazione consolidata che avrà un nuovo format dai ricchi contenuti, un appuntamento che assumerà anche i caratteri della rievocazione, con animazioni e personaggi in costume. Fin dalle ore 10 sarà possibile visitare la mostra fotografica “La contessa di Castiglione, una sensuale traccia femminile verso l’unità d’Italia”, esposta nella antica chiesa parrocchiale. Intanto la piazza XX Settembre si “vestirà” dell’abito di un altro tempo, quello del diciannovesimo secolo, ospitando un mercatino storico con bancarelle d’antan, di prodotti tipici e attività ludiche, ed anche lo spettacolo degli sbandieratori e musici del Borgo San Lorenzo di Alba, che si esibiranno alle ore 12, alle 14.30 e alle 15.30.

Non mancherà l’offerta enogastronomica: saranno proposti i piatti del “Pranzo con la Contessa”, dalle ore 12 alle ore 14 (menu a 15 euro, info e prenotazione su WhatsApp ai numeri 340.1910930 - 335.7104587), che potranno essere gustati seduti ai tavoli in piazza XX Settembre, naturalmente accompagnati dai vini delle cantine castiglionesi, proposti dalla Bottega del Vino Moscato.

Il gran finale sarà dedicato alla musica: alle ore 21 è in programma il grande concerto “Mozart. Il Requiem”: la Messa di requiem in re minore K626 nella trascrizione per pianoforte a quattro mani di Carl Czerny, con il coro sinfonico Reine Stimme, il soprano Sung Hee Park, il mezzosoprano Alessandra Fratelli, il tenore Andrea Semeraro, il basso Emidio Guidotti e Giannandrea Agnoletto e Luca Brancaleon al pianoforte, diretti da Sonia Franzese. Il concerto, che rientra nel cartellone di “Suoni dalle colline di Langhe e Roero”,  si terrà all’aperto, sul sagrato della chiesa parrocchiale e sarà ad ingresso libero fino ad esaurimento dei posti, con prenotazione on line sul sito www.albamusicfestival.com, o telefonando al numero 0173.362408.

 

 

 

 

 

TURISMO, ECCO L'ITINERARIO ENOGASTRONOMICO NEL PISANO PROPOSTO DA ARTEX 

E' presentato da Franco Cardini, pubblicato su Artour Toscana

 

Ci sono le “cèe” (le “ceche”), anguille poco più che neonate celebrate anche nelle poesie in vernacolo nel 1872 da Renato Fucini. E poi lo “stoccafisso” cucinato con patate, cipolle, pomodoro e basilico oppure il “baccalà” ammollato, il “bordatino”, una variante della farinata, la trippa in umido o il “mucco”, che poi sarebbe una bistecca grigliata.

E' un viaggio scandito dai sapori dei piatti tipici della tradizione quello proposto da La Cucina di Pisa, uno degli 8 percorsi enogastronomici proposti da Artour Toscana, progetto di Artex che offrire ai viaggiatori (e ai toscani) spunti per conoscere la regione attraverso percorsi fuori dei circuiti di massa e promuovere un turismo culturale lento, consapevole, sostenibile. A fare da guida in questo tour tra paesaggi, patrimonio artistico e ricette è lo storico Franco Cardini.

“In questa cucina pisana “di terra e di mare”, il pesce prevale. Eppure, a sottolineare il carattere anfibio della tradizione gastronomica pisana, il suo piatto “d’acqua” più caratteristico (acqua di mare, del Tirreno; ma anche di fiume, sia l’Arno sia i vari canali navigabili) consiste in una preparazione in cui – come accade talora nei piatti “alla marinara” o “alla pescatora” – di pesce non c’è traccia, mentre abbondano magari le erbe profumate, i condimenti piccanti, l’aglio. E’ il caso del “bordatino”, una pietanza che prende il nome dalla parola “bordo” in quanto la si preparava sulle navi o sulle barche: in realtà, una variante della farinata dal momento che veniva cucinato a bordo delle imbarcazioni che trasportavano il granturco”, racconta Cardini.

L'itinerario percorre 65 chilometri, da Pisa a Sasso Pisano, passando per Buti, San Giuliano Terme, San Miniato, Lari, Capannoli, con soste golose in aziende e laboratori dove artigiani del gusto producono eccellenze enogastronomiche.

Lungo il tragitto troviamo la torrefazione artigiana di caffè Trinci, l'Azienda agricola Sapori Mediterranei specializzata in apicoltura e produzione di miele (di acacia, di castagno, millefiori e il Miele di Spiaggia, che viene prodotto solo in questo territorio), l'Azienda Agricola Croco e Smilace, che ha “salvato” l'antica coltivazione dello zafferano, il pastificio Famiglia Martelli, dove si produce pasta con metodi tradizionali, l'allevamento di chiocciole Arcenni Tuscany e infine Vapori di birra, primo birrificio al mondo che produce birra artigianale utilizzando come fonte primaria di energia il vapore geotermico.

Sul sito Artour Toscana (http://toscana.artour.it) l'itinerario è illustrato attraverso una presentazione, l'elenco e le schede delle aziende aziende e le attività in cui gustare i prodotti tipici, e una mappa geolocalizzata che indica il tracciato e i luoghi di interesse.

 

Lisa Baracchi

AROMATICA: 10, 11 E 12 A SETTEMBRE A DIANO MARINA

 

Evento di qualità che ha lo scopo di valorizzare i prodotti tipici e promuovere il territorio

 

A causa dell’emergenza sanitaria, l’edizione 2021 di Aromatica, la numero 8 della fortunata manifestazione dedicata ai profumi e ai sapori della Riviera ligure, avrà luogo nelle giornate di venerdì 10, sabato 11 e domenica 12 settembre, a Diano Marina, nel Golfo dianese (Riviera ligure di ponente), compatibilmente con le disposizioni ministeriali e regionali connesse all'emergenza epidemiologica da Covid-19.

Aromatica – un aggettivo che nel Golfo dianese è diventato un sostantivo - è un evento di qualità che ha lo scopo di valorizzare i prodotti tipici e promuovere il territorio. Tornata in auge dopo un lungo periodo, dal 2018 Aromatica si tiene regolarmente ogni anno. Il format prevede di accogliere chef ed esperti di grande prestigio nel centro pedonale di Diano Marina, oltre a stand di produttori (prevalentemente liguri), cooking show, conferenze, presentazioni di libri, truck che propongono street food di qualità. I ristoranti presentano menù a tema, i barman aperitivi e cocktail dedicati, le attività commerciali vetrine specifiche, e tanto altro ancora, comprese le ormai famose cene a quattro mani.

Numerose sono le iniziative collaterali che ogni anno vengono programmate e che coinvolgono tutto il Golfo Dianese: visite guidate alla scoperta dei borghi più caratteristici e dell’entroterra, escursioni, passeggiate, degustazioni nei frantoi e nelle cantine.

“Aromatica – spiega Barbara Feltrin, Assessore al commercio del Comune di Diano Marina - è anche un’occasione per assaggi e acquisti particolari e stuzzicanti, in una cornice ospitale e multicolore, che offre ai visitatori originalità e divertimento. Anche quest’anno come nel 2020 siamo stati costretti a posticiparla, e speriamo veramente che dal 2022 possa ritornare nella sua collocazione temporale originaria, cioè tra aprile e maggio. Grazie ad Aromatica promuoviamo non solo le produzioni agricole di eccellenza, ma anche l’enogastronomia, il commercio, il prodotto turismo in generale”.

 

Organizzazione: Comune di Diano Marina e Gestioni Municipali Spa, con il coinvolgimento degli altri Comuni del Golfo Dianese (Cervo, Diano Arentino, Diano Castello, Diano San Pietro, San Bartolomeo al Mare, Villa Faraldi).

 

Patrocinio (in via di concessione): Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Regione Liguria, Provincia di Imperia, Prefettura di Imperia, Camera di Commercio Riviere di Liguria Imperia La Spezia Savona.

 

Patrocinio tecnico (in via di concessione): Associazione Nazionale Città dell'Olio, Istituto Regionale per la Floricoltura, Consorzio per la tutela dell'Olio Extra vergine di oliva D.O.P. Riviera Ligure, Distretto Florovivaistico della Liguria.

 

Segreteria e Coordinamento Organizzativo:

Agenzia Immedia

Via Diano San Pietro, 105 – 18013 Diano Castello

Tel. +39 335 838 6433

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Federico Crespi & Associati

2021 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica