NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
image1 image2 image3 image3

Golosaria

GOLOSARIA WINE RADDOPPIA CON LA SECONDA GIORNATA DEDICATA AI VINI DELL’EMILIA-ROMAGNA

Appuntamento sabato 23 aprile all’hotel Melià di Milano con un’iniziativa  

inserita nel contesto del progetto europeo Mediterranean Cheese and Wines  

  

L’occasione è ancora ghiotta, perché  Sabato 23 aprile, le sale del  Melià Hotel di Milano  (via  Masaccio, 19 - mm1 e mm5 Lotto) tornano ad animarsi con il secondo appuntamento di  Golosaria Wine,  dedicato questa volta ai  vini DOP e IGP dell’Emilia-Romagna  e organizzato in collaborazione con l’Enoteca Regionale Emilia-Romagna nell’ambito della campagna di promozione europea  Mediterranean Cheese and Wines 

  

Aperta dalle 10.00 alle 21.00, la rassegna si articolerà in  due momenti di incontro: dalle 10,00 alle 15,00 con gli  operatori di settore  (enoteche, botteghe alimentari, ristoranti e locali di tendenza); dalle 15,00 e fino alla chiusura anche con il  pubblico di consumatori e appassionati gourmet, che potranno accedere ai circa 40  banchi d’assaggio  dei produttori vitivinicoli aderenti al  Consorzio Tutela Lambrusco, al  Consorzio Vini di Romagna  e al  Consorzio Vini Colli Bolognesi; quindi alla sala dove sarà allestita l’area Enoteca, un banco di assaggio collettivo che metterà in mescita le etichette Top Hundred premiate dai giornalisti  Paolo Massobrio e Marco Gatti  in questi ultimi vent’anni.  Presente anche il  Lounge Bar  dove per l’intera giornata si potranno consumare i piatti ispirati alla tradizione della cucina regionale interpretati dal resident chef del ristorante Mamì del Melià.

 

 

Dalle eccellenze dell’Emilia Romagna, il viaggio proseguirà fino in Grecia, grazie al progetto europeo  Mediterranean Cheese and Wines,  nato  dalla volontà di valorizzare vini e formaggi DOP e IGP

Il progetto intende valorizzare l’autenticità dei prodotti nell’intento di accrescere la competitività di specifici prodotti quali vini e formaggi DOP e IGP, aumentando il riconoscimento dei loghi DOP e IGP e migliorando la percezione e la conoscenza dei consumatori sui regimi di qualità dell’Unione Europea in generale. A  Golosaria Wine  si potranno infatti conoscere anche le storie di  Eas Naxos, fondata nel 1926 da un piccolo gruppo di allevatori di capre, pecore e bovini da latte e da carne, ed  Eos Samos, realtà fondata nel 1934 unendo 26 cooperative formate da piccoli produttori di vino dell’isola. Naxos, Samos e l’Emilia-Romagna sono infatti territori fortemente radicati alla propria tradizione e a un’agricoltura etica e sostenibile.  

Altra grande attrattiva sarà infine il programma delle  Masterclass (saranno 5) dedicate ai vini dell’Emilia-Romagna, studiate in collaborazione con l’Enoteca Regionale Emilia-Romagna  e condotte da  Paolo Massobrio e Marco Gatti.  

 

Tutti i dettagli per partecipare all’evento, previa prenotazione o acquisto ticket online, su  www.golosaria.it

  

Maggiori informazioni

Federica Borasio  •  federica.borasio@comunicaedizioni.i

L'EMILIA ROMAGNA A MILANO CON GOLOSARIA WINE

 

Appuntamento sabato 23 aprile all’hotel Melià di Milano con un’iniziativa 

inserita nel contesto del progetto europeo Mediterranean Cheese and Wines. 

 

L’occasione è ancora ghiotta, perché Sabato 23 aprile, le sale del Melià Hotel di Milano (via Masaccio, 19 - mm1 e mm5 Lotto) tornano ad animarsi con il secondo appuntamento di Golosaria Wine, dedicato questa volta ai vini DOP e IGP dell’Emilia Romagna e organizzato in collaborazione con l’Enoteca Regionale Emilia-Romagna nell’ambito della campagna di promozione europea Mediterranean Cheese and Wines

 

Aperta dalle 10.00 alle 21.00, la rassegna si articolerà in due momenti di incontro: dalle 10,00 alle 15,00 con gli operatori di settore (enoteche, botteghe alimentari, ristoranti e locali di tendenza); dalle 15,00 e fino alla chiusura anche con il pubblico di consumatori e appassionati gourmet, che potranno accedere ai circa 40 banchi d’assaggio dei produttori vitivinicoli aderenti al Consorzio Tutela Lambrusco, al Consorzio Vini di Romagna e al Consorzio Vini Colli Bolognesi; quindi alla sala dove sarà allestita l’area Enoteca, un banco di assaggio collettivo che metterà in mescita le etichette Top Hundred premiate dai giornalisti Paolo Massobrio e Marco Gatti in questi ultimi vent’anni. Presenti anche un parterre di espositori food dell’Emilia-Romagna selezionati dalla guida ilGolosario 2022 e il Lounge Bar dove per l’intera giornata si potranno consumare i piatti ispirati alla tradizione della cucina regionale interpretati dal resident chef del ristorante Mamì del Melià.

 

Dalle eccellenze dell’Emilia Romagna, il viaggio proseguirà fino in Grecia, grazie al progetto europeo Mediterranean Cheese and Wines, nato dalla volontà di valorizzare vini e formaggi DOP e IGP

Il progetto intende valorizzare l’autenticità dei prodotti nell’intento di accrescere la competitività di specifici prodotti quali vini e formaggi DOP e IGP, aumentando il riconoscimento dei loghi DOP e IGP e migliorando la percezione e la conoscenza dei consumatori sui regimi di qualità dell’Unione Europea in generale. A Golosaria Wine si potranno infatti conoscere anche le storie di Eas Naxos, fondata nel 1926 da un piccolo gruppo di allevatori di capre, pecore e bovini da latte e da carne, ed Eos Samos, realtà fondata nel 1934 unendo 26 cooperative formate da piccoli produttori di vino dell’isola. Naxos, Samos e l’Emilia-Romagna sono infatti territori fortemente radicati alla propria tradizione e a un’agricoltura etica e sostenibile. 

 

Altra grande attrattiva sarà infine il programma delle Masterclass (saranno 5) dedicate ai vini dell’Emilia-Romagna, studiate in collaborazione con l’Enoteca Regionale Emilia-Romagna e condotte da Paolo Massobrio e Marco Gatti. Tutti i dettagli per partecipare all’evento, previa prenotazione o acquisto ticket online, su www.golosaria.it.

 

Federica Borasio

GOLOSARIA WINE: BUONA LA PRIMA

Image
Image

Nella foto: i patron di Golosaria Marco Gatti e Paolo Massobrio con Giovanna Prandini di Ascovilo 

ed Edoardo Peduto di Grana Padano.

GOLOSARIA WINE: BUONA LA PRIMA
Oltre mille persone, tra operatori e appassionati winelovers, 
alla prima Giornata del Vino di Golosaria tenutasi lo scorso sabato all’Hotel Melià di Milano 
 


E’ stata una giornata segnata dal successo la prima di Golosaria Wine, che lo scorso sabato all’Hotel Melià di Milano ha acceso le luci sull’incontro tra le diverse stagionature del Grana Padano e i vini della Lombardia. Lo è stata per le masterclass, andate sold out per l’intera giornata, ma anche per l’attenzione verso i 30 produttori di vino lombardi che hanno incontrato il pubblico di operatori e appassionati. Anche l’Enoteca allestita da Ascovilo (Associazione Consorzi Vini Lombardi) è stata salutata da un interesse inaspettato e persino i sei produttori del food, a fine giornata, sono rimasti senza prodotto, segno che Golosaria è qualcosa che garantisce sulla qualità.  
 
A interessare l’appuntamento anche la premiazione, sabato mattina, di 50 nuovi locali già inseriti nell’App IlGolosario ristoranti e provati dopo l’uscita della guida nell’ottobre scorso. "Una grande soddisfazione - dicono Paolo Massobrio e Marco Gatti -  con una risposta di pubblico che è stata generosa, con oltre mille persone che si sono avvicendate nelle sale del Melià in totale sicurezza”. 

Image

Paolo Massobrio e Marco Gatti al termine della premiazione dei 50 nuovi locali inseriti nella guida ilGolosario Ristoranti

L’appuntamento ora è con la seconda Giornata del Vino di Golosaria, in programma sempre all’Hotel Melià sabato 23 aprile - dalle 10 alle 21 - con i vini dell’Emilia Romagna, fra Lambrusco e Sangiovese, la presenza di 40 produttori e l’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna dedicata ai vini Top Hundred, oltre a  5 masterclass dedicate. 
 
Tuttavia, spente le luci sulla Giornata del Vino di Golosaria, l’attenzione torna sulle Settimane del Gusto che fino al 14 maggio porteranno in altri 11 ristoranti della Lombardia il progetto “Nati per stare insieme”, ovvero l’incontro tra il formaggio Dop più consumato al mondo, il Grana Padano, e le migliori espressioni enoiche del territorio lombardo. Il secondo atto dell’iniziativa, fino al 27 marzo, interesserà due locali delle province di Varese e Brescia.  
 
Si parte a inizio settimana con il ristorante Al 16 di Samarate (VA), corona radiosa della guida IlGolosario ristoranti, che giovedì 24 marzo ospiterà la cena con Marco Gatti e che dal 21 al 26 marzo proporrà in carta un menu ideato appositamente per l’occasione dallo chef Stefano Portogallo, composto da: patate, Grana Padano Dop, capesante marinate e uova di aringa; tortellini al Grana Padano Dop, cardamomo e foie gras; coniglio ripieno, Grana Padano Dop, spinacino e cumino e cheese-cake, Grana Padano Dop e frutti rossi. In abbinamento ai piatti un Garda Doc Spumante Extra Dry del Consorzio Garda Doc; un Chiaretto Valtènesi Riviera del Garda Classico Doc del Consorzio Valtènesi e un Valtellina Superiore Docg del Consorzio Valtellina (prenotazioni al 3894413857).  

L’altro appuntamento sarà invece al ristorante Finil del Pret di Comezzano-Cizzago (BS), nei corona radiosa per le categoria Trattorie di lusso della guida IlGolosario ristoranti, che domenica 27 marzo ospiterà il pranzo con Marco Gatti e dove, dal 21 al 27 marzo, la chef Silvia Loda presenterà agli ospiti una proposta base di: flan di Grana Padano Dop, il suo biscotto e la pappa al pomodoro; risotto al Grana Padano Dop con lumache trifolate; guancetta di maialino cotta a bassa temperatura, la sua riduzione e spuma al Grana Padano Dop e pera cotta; caramello e gelato al Grana Padano Dop. In abbinamento il Garda Doc Riesling del Consorzio Garda Doc; il Lugana Doc del Consorzio per la tutela del Lugana e il Valtellina Superiore Grumello del Consorzio Valtellina (prenotazioni al 030972300) 
 
Sul sito www.golosaria.it tutte le informazioni e le modalità per partecipare, previa prenotazione.

 

DEBUTTANO LE SETTIMANE DEL GUSTO CON GLI OCCHI PUNTATI SU GOLOSARIA WINE

 

Si è svolta a inizio settimana, al ristorante Piazza Repubblica di Milano, la serata inaugurale delle Settimane del Gusto Lombardo, iniziativa collegata alle Giornate del Vino di Golosaria che fino al 14 maggio porterà in 13 ristoranti lombardi il progetto “Nati per stare insieme”, unendo due eccellenze lombarde quali il Grana Padano Dop nelle tre stagionature e i vini lombardi dei Consorzi aderenti ad Ascovilo.

 

In occasione della serata, tenuta a battesimo dal patron di Golosaria Paolo Massobrio, lo chef Matteo Scibilia ha codificato un menu composto da strudel di pere e noci con Grana Padano Dop; tortelli ripieni con brasato di vitello sanato piemontese “allevato a nocciole” con fonduta di Grana Padano Dop; mondeghili milanesi con Grana Padano Dop e, a chiudere, il gelato di Grana Padano Dop Riserva con perle di aceto balsamico e lamponi. E queste prime ricette, fanno parte di una collezione di 52, create da altri 12 chef secondo il programma pubblicato su IlGolosario.it. Ad accompagnare i piatti, il Garda Spumante Brut, il Lugana e il Valtellina Superiore Sassella.

 

Il prossimo appuntamento ora sarà all’hotel Melià di Milano, dove sabato 19 marzo è in programma la prima Giornata del Vino di Golosaria, format nato in seno alla fiera milanese di inizio novembre che per tutta la giornata aprirà le porte a operatori e appassionati winelovers con la presenza di produttori vitivinicoli lombardi e l’Enoteca realizzata da Ascovilo (Associazione Consorzi Vini Lombardi) per conoscere le sfaccettature delle varie zone del vino della regione. A completare il quadro, un programma di ben 8 masterclass, condotte da Paolo Massobrio e Marco Gatti, oltre a un parterre di produttori food lombardi selezionati da ilGolosario, espressione dell’eccellenza regionale.

 

Per l’occasione, il ristorante Mamì dell’hotel Melià ospiterà la seconda cena della Settimana del Gusto, presenti Paolo Massobrio e Marco Gatti, con un menu degustazione composto da coni di pasta croccante con tartare di manzo e spuma di Grana Padano Dop; bottoni di semola di grano duro ripieni porchetta fatta in casa, crema al Grana Padano Dop e favette verdi; mignon di manzo cotto a bassa temperatura con millefoglie di melanzana croccante e mousse di Grana Padano Dop; la nostra sbrisolona con gelato al Grana Padano Dop. In abbinamento ai piatti il Garda Chardonnay, il Lugana e il Valtellina Superiore Valgella.

 

Federica Borasio

LE GIORNATE DEL VINO DI GOLOSARIA PRENDONO IL VIA CON LA SETTIMANA DEL GUSTO LOMBARDO

Il 19 marzo al Melià di Milano un giorno dedicato ai vini della Lombardia con
Ascovilo - Associazione Consorzi Tutela Vini Lombardi a Docg, Doc e Igt - e Grana Padano

 

Golosaria accende i riflettori sui vini della Lombardia sotto il segno di “Nati per stare insieme” ovvero i bicchieri del vino lombardo e le diverse stagionature del Grana Padano, protagonisti di un evento all’hotel Melià di via Masaccio (sede storica di Golosaria) e delle settimane dedicate, con 13 ristoranti che hanno codificato 52 ricette con il formaggio Dop più consumato al mondo abbinato ai vini dei Consorzi (sono 13 anch’essi) che aderiscono ad Ascovilo.
 
Ad anticipare la Giornata del Vino in programma sabato 19 marzo, sarà dunque la prima Settimana del Gusto Lombardo, che dal 14 al 19 marzo vedrà interessati due ristoranti di Milano. Ad aprire le danze sarà Matteo Scibilia, chef del ristorante Piazza Repubblica, che lunedì 14 maggio ospiterà la cena con Paolo Massobrio e che per tutta la settimana codificherà un menu degustazione (60 €) composto da strudel di pere e noci con Grana Padano Dop (15€); tortelli ripieni con brasato di vitello sanato piemontese “allevato a nocciole” con fonduta di Grana Padano Dop (18€); mondeghili milanesi con Grana Padano Dop (23€) e, a chiudere, il gelato di Grana Padano Dop Riserva con perle di aceto balsamico e lamponi (10€). Ad accompagnare i piatti il Garda Spumante Brut della Cantina Colli Morenici; il Lugana “Le Creete” della cantina Ottella e il Valtellina Superiore Sassella “Incanto” della Tenuta Scerscé.

Il secondo appuntamento della settimana sarà invece al ristorante Mamì dell’hotel Melià, che sabato 19 marzo, alle ore 20, ospiterà la cena con Paolo Massobrio e Marco Gatti e che per tutta la settimana metterà in carta un menu degustazione (59€) composto da coni di pasta croccante con tartare di manzo e spuma di Grana Padano Dop (16 €); bottoni di semola di grano duro ripieni porchetta fatta in casa, crema al Grana Padano Dop e favette verdi (16€); mignon di manzo cotto a bassa temperatura con millefoglie di melanzana croccante e mousse di Grana Padano Dop (28€); la nostra sbrisolona con gelato al Grana Padano Dop (8€). In abbinamento ai piatti il Garda Chardonnay “Cassaga” della Cantina Pietta; il Lugana “Le Creete” dell’azienda Ottella e il Valtellina Superiore Valgella “Pizaméi” dell’azienda Balgera.

Paolo Massobrio e Marco Gatti, il 19 marzo guideranno ben 8 masterclass e presenzieranno a 13 cene a partire dal 14 marzo fino al 14 maggio. Ma le sorprese non finiscono qui perché durante la prima Giornata del Vino, riceveranno i riconoscimenti della guida IlGolosario 50 nuovi locali già inseriti nell’App IlGolosario ristoranti e provati dopo l’uscita della guida nell’ottobre scorso.
Ad animare la Giornata del vino ci saranno i produttori vitivinicoli lombardi, con una buona partecipazione di quelli dell’Oltrepo’ Pavese, ma anche l’Enoteca realizzata da Ascovilo per conoscere le varie sfaccettature delle varie zone del vino della regione, e una rappresentanza di produttori food lombardi selezionati da ilGolosario, espressione dell’eccellenza regionale in tema di salumi, prodotti da forno, sfiziosità dolci e salate.
Sul sito www.golosaria.it tutte le informazioni e le modalità per partecipare, previa prenotazione.

 

Federica Borasio

2024 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica