NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Archivio Recensioni Esperti

Montecucco Sangiovese Docg. L’altro Sangiovese

 

Dalla vendemmia 2011 il vino prodotto alle pendici del monte Amiata può fregiarsi della denominazione di origine controllata e garantita. E’ cambiato anche il sistema delle Doc che oltre al Montecucco Rosso, Montecucco Bianco e Montecucco Vermentino oggi comprende nuovi gioielli enologici: il Montecucco Rosato, il Montecucco Vin Santo e il Montecucco Vin Santo Occhio di Pernice.

 

Leggi tutto: Montecucco Sangiovese Docg. L’altro Sangiovese

Montecucco Sangiovese Docg. L’altro Sangiovese

Dalla vendemmia 2011 il vino prodotto alle pendici del monte Amiata può fregiarsi della denominazione di origine controllata e garantita. E’ cambiato anche il sistema delle Doc che oltre al Montecucco Rosso, Montecucco Bianco e Montecucco Vermentino oggi comprende nuovi gioielli enologici: il Montecucco Rosato, il Montecucco Vin Santo e il Montecucco Vin Santo Occhio di Pernice.

E’ il Sangiovese dell’Amiata: la nuova promessa del vino toscano. Nasce dalle uve coltivate con amore e cura nei 7 comuni della denominazione di origine controllata e garantita, la Docg in vigore da settembre 2011; e in particolare nei comuni di Arcidosso, Campagnatico, Castel del Piano, Cinigiano, Civitella Paganico, Roccalbegna e Seggiano.

Leggi tutto: Montecucco Sangiovese Docg. L’altro Sangiovese

3a Edizione di Anteprima Chianti Rùfina

 

3a Edizione di Anteprima Chianti Rùfina

 

Di Virgilio Pronzati

 

Rùfina: osmosi territorio-vino

 

Giovanni Busi presenta la manifestazione

A conferma della civiltà del vino in Toscana, la nascita della prima “denominazione dei vini” planetaria, fatta in Toscana nel lontano 1716. Nel famoso Bando del 24 settembre 1716, emanato da Cosimo III de’ Medici, sono già tracciate le zone di produzione di 4 vini, di cui la maggiore era è resta quella del Chianti. In tempi più recenti, un Decreto Ministeriale del 31/7/1932 che ne tutela la storica zona, riconosciuta poi Doc col DPR del 9/8/1967 ed infine, Docg col DPR del 2/7/1984. Una delle più grandi aree vitivinicole italiane più conosciute all’estero, dove c’è un naturale connubio tra territorio e vino. La vasta area di produzione comprende ben sei delle dieci province, suddivisa in sette sottozone: Colli Aretini, Colli Fiorentini, Colline Senesi, Colline Pisane, Montalbano, Montespertoli e Rufina.

 

Leggi tutto: 3a Edizione di Anteprima Chianti Rùfina

Importante riconoscimento per i vini di Langa

 

 

 

 

La rivista Statunitense “Wine Spectator” ha inserito nella classifica dei “Top 100” ben 5 vini provenienti dal nostro territorio.

I vini interessati dall’importante riconoscimento sono:  il Barolo Docg 2006 Ciabot Mentin Ginestra di Domenico Clerico (8° posto ); il Barolo Docg 2006 Serralunga di Rivetto ( 16° posto); il Barbaresco Docg 2007 Bric Balin di Moccagatta (44° posto); il Barolo Docg 2006 dei Fratelli Revello (57° posto); la Barbera d’Alba Doc 2007 dei Fratelli Oddero ( 73° posto).

Leggi tutto: Importante riconoscimento per i vini di Langa

Divin Orcia 2010

Divin Orcia 2010

Logo consorzio

Di Virgilio Pronzati

 

Una piccola Doc con vini di qualità

 

 

Nota sin dall’antichità per l’esclusivo paesaggio, tutelata dall’Unesco e meta crescente di turisti nostrani e non, la Val d’Orcia produce ottimi vini, pregiati extravergini ed altre ghiottonerie come i preziosi tartufo bianco e zafferano, nonché irrinunciabili salumi e formaggi. Parlando dei vini, la zona di produzione dell’Orcia Doc comprende 13 suggestivi comuni di cui totalmente Buonconvento, Castiglione d’Orcia, Pienza, Radicofani, San Giovanni d’Asso, San Quirico d’Orcia, Trequanda e, in parte, Abbadia San Salvatore, Chianciano Terme, Montalcino, San Casciano dei Bagni, Sarteano e Torrita di Siena in provincia di Siena.

 

Tre i vini Orcia Doc: Bianco, Rosso e Vin Santo. A discrezione del produttore, è previsto anche l’Orcia Novello. Il Bianco è prodotto con trebbiano toscano per almeno il 50%, e da vitigni raccomandati/autorizzati a bacca bianca non aromatici per l’altra metà. Mentre per l’Orcia Rosso le uve che lo compongono sono il sangiovese per almeno il 60% e da altre uve non aromatiche raccomandate/autorizzate dalla Regione per il 40%, di cui massimo il 10% bianche. Senz’altro seria e concreta la resa d’uve per ettaro voluta ad 80 quintali. La stessa resa dei più grandi vini italiani. Il Vin Santo è prodotto con trebbiano toscano e da vitigni raccomandati/autorizzati a bacca bianca non aromatici per l’altra metà. Le uve devono essere sottoposte ad appassimento naturale ed ammostate tra il 1° dicembre ed il 31 marzo dell’anno successivo, e il vino deve essere invecchiato almeno 3 anni nei tradizionali caratelli.

 

Nella proposta di modifica del disciplinare, la Doc Orcia comprenderebbe oltre le già presenti, le seguenti tipologie: Orcia Rosato, Orcia rosso “Riserva”, Orcia Sangiovese, Orcia Sangiovese “Riserva”. Per i primi due: sangiovese minimo 60% ed il restante 40% di uve rosse non aromatiche. Per l’Orcia Sangiovese: sangiovese minimo 90% e il 10% di uve canaiolo nero, colorino, ciliegiolo, foglia tonda e malvasia nera. Mentre la qualifica Riserva è riservata ai seguenti vini: Orcia Rosso sottoposto ad un invecchiamento non inferiore a 18 mesi, di cui almeno 12 in botti di legno di rovere. Orcia Sangiovese sottoposto ad un invecchiamento non inferiore a 30 mesi, di cui almeno 24 in botti di legno di rovere.

 

Speriamo che ciò avvenga nel più breve tempo possibile. In futuro ci potrebbe essere una maggiore caratterizzazione del vino, tenendo conto delle diverse caratteristiche pedoclimatiche della zona. Non a caso alcuni produttori facendo già l’Orcia Rosso con solo sangiovese, hanno trovato ampi consensi sia in Italia che all’estero.

Pochi ma validi tipi di vino che, sebbene originati da vitigni diversi, sono caratterizzati da fattori pedoclimatici particolari (terreni ricchi di sostanze minerali ed escursioni termiche tra il giorno e la notte), che conferiscono profumi fruttati e freschezza al Bianco, intensità di colore, bouquet e struttura al Rosso, e velluto e sapidità al Vin Santo. Oltre che ideali in cucina, gli Orcia Doc si abbinano al meglio sia con i piatti tipici del territorio che con altri similari della cucina nazionale.

 

L’Orcia in cifre

 

Ora la superficie dei vigneti iscritti all’Albo della Doc Orcia e di 400 ettari, di cui 90 dei viticoltori associati al Consorzio. Mentre i produttori sono 39 di cui 28 imbottigliatori. Alcuni dati: Uve prodotte dagli associati al Consorzio nel 2009: 3.800 quintali. Il 10% in meno rispetto al 2008. Circa uguale il numero delle bottiglie prodotte nel 2009: circa 160.000.

 

Valorizzazione dell’Orcia DocAl microfono Donella Vannetti Presidente del Consorzio Orcia Doc, tra il professor Gianfranco Molteni e Valentina Niccolai P.R. e Stampa

 

A Donella Vannetti l’onore e l’onere di portare la bandiera dell’Orcia Doc. Dinamica imprenditrice agricola e presidente del Consorzio Orcia Doc, la Vannetti ha le idee chiare su cosa è necessario fare. Basti pensare che se la Doc Orcia ha compiuto solo 10 anni il 14 febbraio di quest’anno, i vini Orcia hanno già conquistato un loro mercato. Dopo soli pochi anni, Donella Vannetti realizza un evento importante per l’Orcia Doc, chiamandolo “Divin Orcia”. Manifestazione itinerante tra tutti i comuni della zona di produzione, di cui la prima edizione risale al 2005. La sede fu Monticchiello, e assieme al vino Orcia il famoso cacio di Pienza. Seconda edizione nel 2006 a Buonconvento in Val d’Arbia col binomio Orcia Doc con la succulenta chianina (fiorentina). La terza, nel 2007 a San Giovanni d’Asso con Orcia rosso e il tartufo bianco delle Crete senesi. La quarta, nel 2008 a San Quirico d’Orcia con l’Orcia e l’olio extravergine. Quinta, nel 2009 con l’Orcia rosso e il tartufo bianco di San Giovanni d’Asso e 2010, con l’Orcia e l’anno del Mezzadro a Buonconvento.

La presidente del Consorzio Orcia Doc Donella Vannetti.


Divin Orcia 2010

Manifesto

Dopo San Giovanni d’Asso, Divin Orcia raggiunge Buonconvento. Una bella cittadina cintata da alte mura, dal cuore medievale, ricca di fascino, ospitale ed industre. Tra le molte testimonianze storiche, il grande – e forse unico – Museo della Mezzadria. Un antico edificio dove sono raccolti attrezzi ed indumenti di vita contadina di vari secoli. Nelle varie sale, inserite in più piani, spiccano antichi interni di case coloniche complete di arredi e suppellettili. Non solo: vi si trova il più antico contratto di mezzadria, risalente al lontano 1200.

L’attuale edizione, superando il successo delle precedenti, si è svolta dal 24 al 26 settembre scorso. Teatro dell’iniziativa, il Museo della Mezzadria Senese di Buonconvento dove, al piano terreno, i banchi d’assaggio dei vari produttori aderenti al Consorzio, sono stati presi d’assalto dai numerosi visitatori. All’interno, il seguitissimo convegno sulla mezzadria tenuto dal direttore del Museo professor Gianfranco Molteni.

 

Nella stessa sede, in una raccolta saletta gremita di enoappassionati e produttori, due education sul vino dai rispettivi temi: “In un calice di vino l’anima di un territorio” condotto da chi ha scritto, e “L’anima forte del Sangiovese Orcia” mirabilmente svolto dal giornalista degustatore Lorenzo Colombo.

 

Quattro le annate in degustazione di Orcia Doc Rosso: 2009 con cinque campioni, 2008 con dodici campioni, 2007 con otto campioni e 2006 con sette campioni.

Mentre il pubblico era impegnato nella degustazione dei numerosi vini, nell’apposita saletta predisposta per l’occasione, un gruppo di giornalisti della stampa specializzata era impegnato nella valutazione di 32 campioni di vino di 17 aziende. Le annate a confronto sono state 2008 e 2007; inoltre l’assaggio di 2009 e 2006.

Dai miei personali giudizi, sono emerse le seguenti considerazioni. Per i vini riferiti ai campioni del 2008, il giudizio è senz’altro positivo. Anche se giovani, hanno espresso ottimo colore, buon corredo olfattivo e gustativo, di discreta armonia. L’annata 2007 è stata sicuramente buona con vini già abbastanza equilibrati, dal bouquet fruttato e speziato, dal corpo pieno ma giustamente tannici e quasi pronti. Per le restanti annate, alcune considerazioni. Quelli del 2009, sono stati per la maggior parte abbastanza piacevoli, con sentori spiccatamente fruttati, e al sapore piacevolmente sapidi e tannici. Mentre la restante parte, sono risultati un po’ disarmonici per astringenza e gioventù. I sette 2006: due di buon’armonia, tre ancora astringenti e due poco armonici per poca morbidezza e persistenza.

In sintesi, il livello qualitativo in generale spaziava dal discreto al buono, anche se diversi presentavano decise note boisé, per eccesso di permanenza in barriques o tonneaux.

 

 

Visita all’Azienda Trequanda

 

Il terzo e conclusivo giorno, visita all’azienda Agricola Trequanda, fiore all’occhiello di proprietà della Cariplo (Fondo Pensioni). A fare gli onori di casa l’enologo Carlo Pilenga responsabile della cantina. L’azienda- dice Carlo Pilenga - è un’azienda modello, fondata nel 1925. La sua superficie è di 1.200 ettari, di cui circa 21 coltivati ad oliveto (in gran parte di 20-23 anni) e altri 55 ettari coltivati a vigna nelle zone Doc Chianti ed Orcia, da cui provengono circa 300.000 bottiglie. Le case coloniche sono state ripristinate con cura, e la moderna cantina è stata completata nel 2001. La proprietà oltre il vino e l’olio, produce pregiata carne bovina di varietà chianina (da 350 animali allevati allo stadio brado) venduta nella propria macelleria di Trequanda e una piccola produzione di miele. Prima di entrare in cantina, l’interessante visita all’allevamento di mucche di varietà chianina, dove 350 capi pascolavano brucando l’erba della vasta tenuta. Subito dopo, l’enologo conduce il gruppo di giornalisti nella modernissima cantina, illustrandone le capacità tecniche e produttive, seguita dalla degustazione di vari vini pregiati. Poi tutti a tavola, a deliziarsi con irrinunciabili golosità come carne chianina cruda e tritata condita con l’extravergine nuovo, salumi misti, pici con sugo di chianina, pappa col pomodoro, bolliti di carne chianina, formaggi assortiti, crostate di marmellata. Il tutto sposato con gli ottimi vini aziendali.

 

L’Ospitalità

 

Come il solito ottimale. Nel nostro caso, l’accogliente e comodo Albergo Ghibellino,

situato a due passi dal centro storico di Buonconvento e dalla sede della degustazione.

Ancor più la cena di benvenuto all’Azienda Agricola La Canonica di San Giovanni d’Asso. Dopo i saluti di Donella Vannetti e Valentina Niccolai, è seguita una sequenza di piatti tipici di San Giovanni d’Asso, realizzati per l’occasione da Donella e Serenella Vannetti, magistralmente sposati con gli ottimi vini della propria azienda.

Un’altra grande serata all’insegna dell’ospitalità, la cena nel festante centro storico, con piatti della vera cucina locale, siglata dai canti e musiche di coinvolgenti menestrelli. Un doveroso grazie alla “regista” dell’iniziativa, la dinamica e simpaticissima D.ssa Valentina Niccolai, PR e addetto stampa del Consorzio Vino Orcia.

 

Vini & Produttori

 

Orcia Rosso 2009 Fosso dell’Az. Agr. La Casella - Castiglione d’Orcia

Orcia Rosso 2009 Vencaia dell’Az. Agr. La Casella - Castiglione d’Orcia

Orcia Rosso 2009 Salvarella Colleoni dell’Az. Agr. Santa Maria - Montalcino

Orcia Rosso 2009 dell’Az. Agr. Il Pero - Radicofani

Orcia Rosso 2008 Martin del Nero dell’Az. Agr. La Canonica - S. Giovanni d’Asso

Orcia Rosso 2008 dell’Az. Agr. Sampieri-Del Fà - San Quirico d’Orcia

Orcia Rosso 2008 La Grancia dell’Az. Agr. Sampieri-Del Fà - San Quirico d’Orcia

Orcia Rosso 2008 Terre dell’Asso dell’Az. Agr. La Canonica - S. Giovanni d’Asso

Orcia Rosso 2008 Petruccino del Podere Forte - Castiglione d’Orcia

Orcia Rosso 2008 Mezzodì dell’Az. Agr. Campotondo - Castiglione d’Orcia

Orcia Rosso 2008 Scorbutico dell’Az. Agr. Poggio Grande - Castiglione d’Orcia

Orcia Rosso 2008 dell’Az. Agr. SassodiSole - Montalcino

Orcia Rosso 2007 Atrium dell’Az. Agr. Mencarelli Sonia - San Giovanni d’Asso

Orcia Rosso 2007 Petruccino del Podere Forte - Castiglione d’Orcia

Orcia Rosso 2007 Petrucci del Podere Forte - Castiglione d’Orcia

Orcia Rosso 2007 dell’Az. Agr. Poggio al Vento - Castiglione d’Orcia

Orcia Rosso 2007 Arcere dell’Az. Agr. Poggio al Vento - Castiglione d’Orcia

Orcia Rosso 2007 Il Tocco dell’Az. Agr. Campotondo - Castiglione d’Orcia

Orcia Rosso 2007 Banditone dell’Az. Agr. Campotondo - Castiglione d’Orcia

Orcia Rosso 2007 dell’Az. Agr. Poggio Grande - Castiglione d’Orcia

Orcia Rosso 2007 Capitoni dell’Az. Agr. Capitoni Marco - Pienza

Orcia Rosso 2007 Dongiovanni dell’Az. Agr. La Canonica - San Giovanni d’Asso

Orcia Rosso 2007 Trecalici Trequanda - Trequanda

Orcia Rosso 2007 Invidia dell’Azienda Agricola Trequanda - Trequanda.

Orcia Rosso 2007 Tenuta Belsedere dell’Az. Agr. Belsedere - Trequanda

Orcia Rosso 2006 Adone dell’Az. Agr. Sante Marie di Vignoni - S. Quirico d’Orcia

Orcia Rosso 2006 Curzio dell’Az. Agr. Sante Marie di Vignoni - S. Quirico d’Orcia

Orcia Rosso 2006 Dongiovanni dell’Az. Agr. La Canonica - San Giovanni d’Asso

Orcia Rosso 2006 Atrium dell’Az. Agr. Mencarelli Sonia - San Giovanni d’Asso

Orcia Rosso 2006 Cinabro dell’Az. Agr. Berni Valentino - Monteroni d’Arbia

Orcia Rosso 2006 Petrucci del Podere Forte - Castiglione d’Orcia

Orcia Rosso 2006 Frasi dell’Az. Agraria Capitoni Marco - Pienza

Il Brunello di Montalcino 2006 di Campogiovanni ha ottenuto il 4° posto nella “Top 100”

BRUNELLO DI MONTALCINO: IL MIGLIOR VINO ITALIANO NELLA TOP 100 DI “WINE SPECTATOR”

Con il 4° posto assoluto del Brunello di Montalcino 2006 di Campogiovanni si colloca alla guida della “formazione” italiana ed è anche la denominazione più presente

tra i top 100 con 4 etichette.

Montalcino, 22 novembre 2011 – Non conosce battute d’arresto l’ascesa del Brunello 2006 nell’olimpo delle migliori annate di sempre. Il Brunello di Montalcino 2006 di Campogiovanni ha ottenuto infatti il 4° posto nella “Top 100”, la classifica mondiale stilata dalla prestigiosa rivista americana Wine Spectator.

 

La tenuta sul versante sud-ovest del colle di Montalcino fu acquistata dall’Agricola San Felice nei primi anni ‘80. Attualmente sono 14 gli ettari destinati alla produzione di Brunello di Montalcino e il vigneto più antico fu piantato a metà degli anni ‘60. La tenuta può contare sull’esperienza dell’enologo Leonardo Bellaccini.

Leggi tutto: Il Brunello di Montalcino 2006 di Campogiovanni ha ottenuto il 4° posto nella “Top 100”

Alessandria Top Wine 2010

Alessandria Top Wine 2010

 

Maurizio Fava e Nadia Biancato si sono superati. Per l’ennesima volta hanno compiuto la non facile l’impresa di organizzare e condurre Alessandria Top Wine, giunta quest’anno alla decima edizione.

La manifestazione, ideata nel 1999 da Maurizio Fava e Nadia Biancato, e organizzata in collaborazione con la Provincia d’Alessandria e la Città di Novi Ligure, ha richiamato il pubblico delle grandi occasioni. L’evento, articolato in due giorni, si è tenuto nello spazio espositivo del Museo dei Campionissimi di Novi Ligure.

Visita console

Tra i vari motivi d’interesse, spiccava il Banco d’assaggio dei migliori 150 vini della provincia d’Alessandria. Veri e propri Top Wine, cioè i vini delle aziende vitivinicole premiate dalle principali Guide di settore: Vini d’Italia del Gambero Rosso, Vini d’Italia de L’Espresso, Duemilavini dell’Associazione Italiana Sommelier, Guida Vini Veronelli, Vini Buoni d’Italia del Touring Club, Top Hundred di Papillon e Slowine. Vini che hanno trovato sia il consenso degli operatori del settore, ristoratori ed enotecari, che degli enoappassionati.

 

Girando tra i banchi d’assaggio, era evidente l’interesse e la soddisfazione dei visitatori. Per chi non lo ricorda, la provincia d’Alessandria possiede ben sette vini Docg. Un ventaglio enologico di prestigio in grado di competere con le più vocate province del nostro Paese. Ad apprezzarli, anche un ospite di rilievo come Evgheny Boykov, Console Generale di Russia.

 

E come contorno, il Tortonese, zona vitivinicola dove la qualità dei vini sta crescendo sensibilmente. Basta degustare i Colli Tortonesi Timorasso e Barbera. Da parte nostra, il giudizio sulla qualità dei vini presenti era sicuramente alto. Da rimarcare la presenza di vini prodotti da agricoltura biologica. Sistema di conduzione agricola che ogni anno è scelto da un numero sempre maggiore d’aziende agricole.

 

A completare il quadro delle risorse del territorio, golosità alimentari come formaggi, farinata, conserve, miele, cioccolato, dolci, e grappe, tutte in degustazione e vendita. Mentre per il piacere di tutti, il divertente spettacolo offerto dal critico enogastronomico Leonardo Romanelli che, da par suo, ha fatto vedere “Come diventare sommelier in 50 minuti”.

 

Alla riuscita dell’iniziativa hanno contribuito il Consorzio Tutela del Gavi, sponsor dello spettacolo che ha chiuso la prima giornata, le Organizzazioni Agricole, Alexala e l’AIS. Mentre per diffondere i valori sociali, le offerte raccolte con la vendita dei bicchieri da degustazione, devolute all’Associazione Massimo Accornero onlus a favore dei bambini in difficoltà, all’AIDO e all’Unione Italiana Cechi.

 

Infine, cosa non certo frequente, l’ingresso e le degustazioni dei vini erano gratuite. Non solo. Come per le precedenti edizioni, Alessandria Top Wine®, sostenendo la sicurezza e il bere consapevole, ha predisposto un servizio d’etilometri professionali a disposizione dei visitatori in uscita. ONLUS

 

_________________________________________----------______--------

Produttori presenti

 

ACCORNERO - Cà Cima 1 - Vignale Monferrato

Bricco Battista Barbera del Monferrato 2007

Giulin Barbera del Monferrato 2008

Bricco del Bosco Grignolino del Monferrato Casalese 2008

 

DAVIDE BECCARIA – Cascina Mossa - Via Giovanni Bianco, 3 - Ozzano M. To

Grignò Grignolino del Monferrato Casalese 2009

Evoè Barbera del Monferrato 2009

Convivium Barbera del Monferrato Superiore 2006

 

AZ. AGR. BERGAGLIO NICOLA - loc. Pedaggera 59 - Gavi

Minaia Gavi docg del comune di Gavi 2009

Gavi docg del comune di Gavi 2009 etichetta bianca

 

AZ. AGR. BERGAGLIO PIER CARLO - Cascina Barcanello 15 - Capriata d’Orba

Riva del Parroco Gavi docg 2009

Bric di Fra Dolcetto d’Ovada doc 2006

Sassaia Monferrato Rosso doc 2007

 

Az. AGR. BONDI - Strada Cappellette 73 - Ovada

D’Uien Dolcetto d’Ovada Superiore 2007

Banaiotta Barbera del Monferrato 2007

Nani Dolcetto d’Ovada 2007

 

LUIGI BOVERI- Via XX Settembre 6 - Montale Celli di Costa Vescovato

Filari di Timorasso Colli Tortonesi Timorasso 2007

Vignalunga Colli Tortonesi Barbera 2008

Poggio delle Amarene Colli Tortonesi Barbera 2009

 

RENATO BOVERI VIGNAIOLO - Strada Costa del Ronco 2 - Monleale

Santambrogio Colli Tortonesi Barbera 2008

Costa Colli Tortonesi Croatina 2008

Albarola Colli Tortonesi Timorasso 2008

 

CA’ DEI MANDORLI - Via IV Novembre 15 - Castelrocchero

Spumante Brut rosato (NV)

La Bellalda Barbera d’Asti 2009 docg

Le donne dei boschi Brachetto d’Acqui 2009 docg

 

CANTINE VALPANE - Cascina Valpane 10/1 - Ozzano Monferrato

Rosso Pietro Barbera del Monferrato doc 2009

Canone Inverso Monferrato Freisa doc 2005

Perlydia Barbera del Monferrato doc Superiore 2001

 

AZIENDA AGRICOLA CASALONE PAOLO - Via Marconi 100 Lu M. To

Rus Monferrato Rosso doc 2007

Morlantino Barbera del Monferrato Superiore 2007

MonemvasiaVino bianco 2009

 

CASCINA I CARPINI - S.P. 105, 1- Pozzol Groppo

Chiaror Sul Masso vino bianco spumante brut 2008

Bruma d’Autunno Colli Tortonesi Barbera Superiore 2005

Brezza d’Estate Colli Tortonesi Timorasso 2009

 

CASCINA LA MADDALENA - Loc. Piani del Padrone 257 - Roccagrimalda

Bricco del Bagatto Dolcetto d’Ovada doc 2007

Migulle Ovada docg 2008

Bricco del Padrone Monferrato Rosso doc 2008

 

CASCINA DEGLI ULIVI - Strada Mazzola 14 - Novi Ligure

Filagnotti Gavi docg 2006

Nibiô Monferrato Dolcetto doc 2006

Mounbè Piemonte Barbera doc 2005

 

CASCINA LA MONTAGNOLA - Strada Montagnola 1 - Viguzzolo

Rodeo Colli Tortonesi Barbera 2005

Marasso Colli Tortonesi Timorasso 2008

Dunin Colli Tortonesi Cortese 2009

 

CASTELLO DI UVIGLIE - Via Castello d’Uviglie 73 - Rosignano Monferrato

Le Cave Barbera del Monferrato doc Superiore 2008

Pico Gonzaga Barbera del Monferrato doc Superiore 2007

San Bastiano Grignolino del Monferrato Casalese doc 2009

 

COLLE MANORA – Strada Bozzola 5 - Quargnento

Mimosa Monferrato Bianco doc 2009

Pais Monferrato Rosso doc 2009

Ray Monferrato Rosso doc 2009

 

COSTA DEI PLATANI - Strada della Maggiora 89 - Acqui Terme

Maggiora Barbera del Monferrato doc 2006

Madrigale Monferrato Rosso doc 2005

Faetta Albarossa Monferrato Rosso doc 2006

 

AZ. AGR. GIOVANNI DAGLIO - Via Montale Celli 10 - Costa Vescovato

Cantico Colli Tortonesi doc Timorasso 2007

Basinas Colli Tortonesi doc Barbera 2006

Nibiö Colli Tortonesi doc Dolcetto 2008

 

FORTI DEL VENTO - Strada Voltri 47 B - Ovada

Ottotori Ovada docg 2008

Podej Barbera del Monferrato Superiore docg 2008

An Piota Monferrato Bianco dop 2009

 

GAUDIO AZ. AGRICOLA BRICCO MONDALINO - Vignale Monferrato

Bricco Mondalino Grignolino del Monferrato Casalese doc 2009

Barbera del Monferrato Superiore docg 2008

Zerolegno Barbera del Monferrato doc 2009

 

AZ. AGR. GHIO ROBERTO - Via Circonvallazione 3 - Bosio

L’Arciprete Dolcetto d’Ovada doc Superiore 2003

La Vecchia Dolcetto d’Ovada doc 2009

Pian Lazzarino Gavi docg del Comune di Bosio 2009

 

CANTINA IULI - CA.VI.MON Soc. Coop. - Via Centrale 27 - Cerrina M. To

Barabba Barbera del Monferrato Superiore doc 2006

Umberta Barbera del Monferrato doc 2008

Malidea Monferrato Rosso doc 2007

 

LA CAPLANA di GUIDO NATALINO sas - Via Circonvallazione 4 - Bosio

Vignavecchia Gavi docg 2009

La Caplana Gavi docg del Comune di Gavi 2009

Narciso Dolcetto d’Ovada doc 2008

 

AZ. AGR. LA COLOMBERA - Strada Comunale per Vho 7 - Tortona

Il Montino Colli Tortonesi doc Timorasso 2007

Archè Colli Tortonesi doc Croatina 2007

Elisa Colli Tortonesi doc Rosso 2007

 

LA GHIBELLINA – Frazione. Monterotondo 61 - Gavi

Mainìn Gavi docg del Comune di Gavi 2009

Altius Gavi docg del Comune di Gavi 2010

Nero del Montone Monferrato doc Rosso 2006

 

AZ, AGR. LAGOBAVA - Cà Bergantino 5 - Vignale Monferrato

L’Ago Monferrato Rosso doc 2008

Lagobava Monferrato Rosso doc 2006

EMOTIONAL TRAVELS 3

LA GUARDIA - Podere La Guardia 4 - Morsasco

Doppio Rosso vino rosso 2007

Villa Delfini Piemonte doc Chardonnay 2009

Ornovo Barbera del Monferrato 2007

 

LA RAIA Soc. Agricola s.s. - Strada Monterotondo 79 - Novi Ligure

La Raia Gavi docg 2009

Pisé La Raia Gavi docg 2008

La Raia Piemonte Barbera doc 2009

 

LA SCAMUZZA – Cascina Pomina 18 - Vignale Monferrato

Vigneto della Amorosa Barbera del Monferrato Superiore doc 2007

Bricco San Tomaso Monferrato Rosso doc 2007

Tumas Grignolino del Monferrato Casalese doc 2008

 

LA SMILLA - Via Garibaldi 7 - Bosio

Gavi docg 2009

Bergi Gavi docg 2007

Dolcetto di Ovada doc 2009

 

MARENCO SRL - Piazza V. Emanuele 10 - Strevi

Passrì di Scrapona Strevi doc 2006

Albarossa Monferrato Rosso doc 2007

Pineto Brachetto d’Acqui docg 2009

 

CLAUDIO MARIOTTO - Strada Provinciale per Sarezzano 29 - Tortona

Derthona Colli Tortonesi doc Timorasso 2008

Vho Colli Tortonesi doc Rosso 2007

Montemirano Colli Tortonesi doc Rosso 2007

 

CASA VINICOLA MONTOBBIO - Via Lavagello 29A - Castelletto d’Orba

Dolcetto d’Ovada doc 2009

Barbera del Monferratodoc2009

Gavi docg 2009

 

PIZZORNI PAOLO AZIENDA AGRICOLA - Reg. Rocche 17 - Ricaldone

La Severina Barbera d’Asti docg 2009

San Sebastiano Barbera d’Asti docg Superiore 2008

Sogno Rosso Brachetto d’Acqui docg 2009

 

PAOLO POGGIO GIUSEPPE AZ. AGR. - Via Roma 67 - Brignano Frascata

Prosone Colli Tortonesi Rosso doc 2008

Derio Colli Tortonesi Barbera doc 2007

Campo la Bà Colli Tortonesi Barbera doc 2008

 

POMODOLCE AZIENDA AGRICOLA - Via IV Novembre 7 - Montemarzino

Diletto Colli Tortonesi doc Timorasso 2008

Fontanino Colli Tortonesi doc Croatina 2007

Marsen Colli Tortonesi doc Barbera 2007

 

CARLO DANIELE RICCI - Via Montale Celli 9 - Costa Vescovato

Terre del timorasso Colli Tortonesi Timorasso doc 2008

San Leto Colli Tortonesi timorasso doc 2007

San Martino 2007

 

RINALDI VINI - Via Roma, 31 - Ricaldone

Bricco Cardogno Moscato d’Asti docg 2009

Bricco Rioglio Brachetto d’Acqui docg 2009

La Bricca Barbera d’Asti doc 2008

 

TACCHINO – Via Martiri della Benedicta 26 - Castelletto d’Orba

Du Riva Dolcetto d’Ovada doc 2007

Barbera del Monferrato doc 2009

Di Fatto Monferrato doc Rosso 2007

 

TENUTA GRILLO - Strada Maranchetti 6 - Gamalero

Igiea Barbera d’Asti doc 2004

Pecoranera Monferrato Rosso 2003

Pratoasciutto Monferrato Dolcetto 2004

 

TENUTA LA GIUSTINIANA - Frazione Rovereto 5 - GAVI

Lugarara Gavi docg del Comune di Gavi 2009

Montessora Gavi docg del Comune di Gavi 2009

Il Nostro Gavi Gavi docg del Comune di Gavi 2008

 

TENUTA SAN PIETRO in TASSAROLO - Località San Pietro 2 - Tassarolo

San Pietro Gavi docg 2009

Il Mandorlo Gavi docg 2009

Gorrina Gavi docg 2008

 

TENUTA SAN SEBASTIANO DE ALESSI - Cascina San Sebastiano - Lu L.To

Mepari Barbera del Monferrato doc 2006

Dalera Monferrato Rosso doc 2006

LV Vino passito bianco

 

AZ. AGR. ViCaRa - Cascina Madonna delle Grazie 5 - Rosignano Monferrato

Cantico della Crosia Barbera del Monferrato doc Superiore vendemmia 2007

G Grignolino del Monferrato Casalese doc vendemmia 2009

L’Uccelletta Monferrato doc vendemmia 2007

 

VIGNE MARINA COPPI -Via Sant’Andrea 5 - Castellania

Sant’Andrea Colli Tortonesi doc Barbera 2008

Castellania Colli Tortonesi doc Barbera 2008

I Grop Colli Tortonesi doc Barbera 2007

 

VIGNETI MASSA - Piazza Capsoni 2 - Monleale

Sterpi Colli Tortonesi doc Timorasso 2008

Monleale Colli Tortonesi doc Barbera 2006

Pertichetta Colli Tortonesi doc Rosso 2006

 

_____________________________________________________________________________

 

ANTICA DISTILLERIA DI ALTAVILLA - Altavilla Monferrato

LA CASERA SRL - Verbania

NUOVO LABORATORIO ARTIGIANALE - Alessandria

BODRATO CIOCCOLATO SRL - Capriata d’Orba

LE RAMATE AZ. AGR. BIOLOGICA - Malvicino

VALLENOSTRA - Mongiardino Ligure

MACELLERIA A. FITTABILE - Fabbrica Curone

Top Wine

 

 

 

 

 

 

 

 

Nella foto: La notevole affluenza di visitatori all’Alessandria Top Wine 2010

Alessandria Top Wine 2010

 

Maurizio Fava e Nadia Biancato si sono superati. Per l’ennesima volta hanno compiuto la non facile l’impresa di organizzare e condurre Alessandria Top Wine, giunta quest’anno alla decima edizione.

La manifestazione, ideata nel 1999 da Maurizio Fava e Nadia Biancato, e organizzata in collaborazione con la Provincia d’Alessandria e la Città di Novi Ligure, ha richiamato il pubblico delle grandi occasioni. L’evento, articolato in due giorni, si è tenuto nello spazio espositivo del Museo dei Campionissimi di Novi Ligure.

 

Tra i vari motivi d’interesse, spiccava il Banco d’assaggio dei migliori 150 vini della provincia d’Alessandria. Veri e propri Top Wine, cioè i vini delle aziende vitivinicole premiate dalle principali Guide di settore: Vini d’Italia del Gambero Rosso, Vini d’Italia de L’Espresso, Duemilavini dell’Associazione Italiana Sommelier, Guida Vini Veronelli, Vini Buoni d’Italia del Touring Club, Top Hundred di Papillon e Slowine. Vini che hanno trovato sia il consenso degli operatori del settore, ristoratori ed enotecari, che degli enoappassionati.

 

Girando tra i banchi d’assaggio, era evidente l’interesse e la soddisfazione dei visitatori. Per chi non lo ricorda, la provincia d’Alessandria possiede ben sette vini Docg. Un ventaglio enologico di prestigio in grado di competere con le più vocate province del nostro Paese. Ad apprezzarli, anche un ospite di rilievo come Evgheny Boykov, Console Generale di Russia.

 

E come contorno, il Tortonese, zona vitivinicola dove la qualità dei vini sta crescendo sensibilmente. Basta degustare i Colli Tortonesi Timorasso e Barbera. Da parte nostra, il giudizio sulla qualità dei vini presenti era sicuramente alto. Da rimarcare la presenza di vini prodotti da agricoltura biologica. Sistema di conduzione agricola che ogni anno è scelto da un numero sempre maggiore d’aziende agricole.

 

A completare il quadro delle risorse del territorio, golosità alimentari come formaggi, farinata, conserve, miele, cioccolato, dolci, e grappe, tutte in degustazione e vendita. Mentre per il piacere di tutti, il divertente spettacolo offerto dal critico enogastronomico Leonardo Romanelli che, da par suo, ha fatto vedere “Come diventare sommelier in 50 minuti”.

 

Alla riuscita dell’iniziativa hanno contribuito il Consorzio Tutela del Gavi, sponsor dello spettacolo che ha chiuso la prima giornata, le Organizzazioni Agricole, Alexala e l’AIS. Mentre per diffondere i valori sociali, le offerte raccolte con la vendita dei bicchieri da degustazione, devolute all’Associazione Massimo Accornero onlus a favore dei bambini in difficoltà, all’AIDO e all’Unione Italiana Cechi.

 

Infine, cosa non certo frequente, l’ingresso e le degustazioni dei vini erano gratuite. Non solo. Come per le precedenti edizioni, Alessandria Top Wine®, sostenendo la sicurezza e il bere consapevole, ha predisposto un servizio d’etilometri professionali a disposizione dei visitatori in uscita. ONLUS

 

_________________________________________----------______--------

Produttori presenti

 

ACCORNERO - Cà Cima 1 - Vignale Monferrato

Bricco Battista Barbera del Monferrato 2007

Giulin Barbera del Monferrato 2008

Bricco del Bosco Grignolino del Monferrato Casalese 2008

 

DAVIDE BECCARIA – Cascina Mossa - Via Giovanni Bianco, 3 - Ozzano M. To

Grignò Grignolino del Monferrato Casalese 2009

Evoè Barbera del Monferrato 2009

Convivium Barbera del Monferrato Superiore 2006

 

AZ. AGR. BERGAGLIO NICOLA - loc. Pedaggera 59 - Gavi

Minaia Gavi docg del comune di Gavi 2009

Gavi docg del comune di Gavi 2009 etichetta bianca

 

AZ. AGR. BERGAGLIO PIER CARLO - Cascina Barcanello 15 - Capriata d’Orba

Riva del Parroco Gavi docg 2009

Bric di Fra Dolcetto d’Ovada doc 2006

Sassaia Monferrato Rosso doc 2007

 

Az. AGR. BONDI - Strada Cappellette 73 - Ovada

D’Uien Dolcetto d’Ovada Superiore 2007

Banaiotta Barbera del Monferrato 2007

Nani Dolcetto d’Ovada 2007

 

LUIGI BOVERI- Via XX Settembre 6 - Montale Celli di Costa Vescovato

Filari di Timorasso Colli Tortonesi Timorasso 2007

Vignalunga Colli Tortonesi Barbera 2008

Poggio delle Amarene Colli Tortonesi Barbera 2009

 

RENATO BOVERI VIGNAIOLO - Strada Costa del Ronco 2 - Monleale

Santambrogio Colli Tortonesi Barbera 2008

Costa Colli Tortonesi Croatina 2008

Albarola Colli Tortonesi Timorasso 2008

 

CA’ DEI MANDORLI - Via IV Novembre 15 - Castelrocchero

Spumante Brut rosato (NV)

La Bellalda Barbera d’Asti 2009 docg

Le donne dei boschi Brachetto d’Acqui 2009 docg

 

CANTINE VALPANE - Cascina Valpane 10/1 - Ozzano Monferrato

Rosso Pietro Barbera del Monferrato doc 2009

Canone Inverso Monferrato Freisa doc 2005

Perlydia Barbera del Monferrato doc Superiore 2001

 

AZIENDA AGRICOLA CASALONE PAOLO - Via Marconi 100 Lu M. To

Rus Monferrato Rosso doc 2007

Morlantino Barbera del Monferrato Superiore 2007

MonemvasiaVino bianco 2009

 

CASCINA I CARPINI - S.P. 105, 1- Pozzol Groppo

Chiaror Sul Masso vino bianco spumante brut 2008

Bruma d’Autunno Colli Tortonesi Barbera Superiore 2005

Brezza d’Estate Colli Tortonesi Timorasso 2009

 

CASCINA LA MADDALENA - Loc. Piani del Padrone 257 - Roccagrimalda

Bricco del Bagatto Dolcetto d’Ovada doc 2007

Migulle Ovada docg 2008

Bricco del Padrone Monferrato Rosso doc 2008

 

CASCINA DEGLI ULIVI - Strada Mazzola 14 - Novi Ligure

Filagnotti Gavi docg 2006

Nibiô Monferrato Dolcetto doc 2006

Mounbè Piemonte Barbera doc 2005

 

CASCINA LA MONTAGNOLA - Strada Montagnola 1 - Viguzzolo

Rodeo Colli Tortonesi Barbera 2005

Marasso Colli Tortonesi Timorasso 2008

Dunin Colli Tortonesi Cortese 2009

 

CASTELLO DI UVIGLIE - Via Castello d’Uviglie 73 - Rosignano Monferrato

Le Cave Barbera del Monferrato doc Superiore 2008

Pico Gonzaga Barbera del Monferrato doc Superiore 2007

San Bastiano Grignolino del Monferrato Casalese doc 2009

 

COLLE MANORA – Strada Bozzola 5 - Quargnento

Mimosa Monferrato Bianco doc 2009

Pais Monferrato Rosso doc 2009

Ray Monferrato Rosso doc 2009

 

COSTA DEI PLATANI - Strada della Maggiora 89 - Acqui Terme

Maggiora Barbera del Monferrato doc 2006

Madrigale Monferrato Rosso doc 2005

Faetta Albarossa Monferrato Rosso doc 2006

 

AZ. AGR. GIOVANNI DAGLIO - Via Montale Celli 10 - Costa Vescovato

Cantico Colli Tortonesi doc Timorasso 2007

Basinas Colli Tortonesi doc Barbera 2006

Nibiö Colli Tortonesi doc Dolcetto 2008

 

FORTI DEL VENTO - Strada Voltri 47 B - Ovada

Ottotori Ovada docg 2008

Podej Barbera del Monferrato Superiore docg 2008

An Piota Monferrato Bianco dop 2009

 

GAUDIO AZ. AGRICOLA BRICCO MONDALINO - Vignale Monferrato

Bricco Mondalino Grignolino del Monferrato Casalese doc 2009

Barbera del Monferrato Superiore docg 2008

Zerolegno Barbera del Monferrato doc 2009

 

AZ. AGR. GHIO ROBERTO - Via Circonvallazione 3 - Bosio

L’Arciprete Dolcetto d’Ovada doc Superiore 2003

La Vecchia Dolcetto d’Ovada doc 2009

Pian Lazzarino Gavi docg del Comune di Bosio 2009

 

CANTINA IULI - CA.VI.MON Soc. Coop. - Via Centrale 27 - Cerrina M. To

Barabba Barbera del Monferrato Superiore doc 2006

Umberta Barbera del Monferrato doc 2008

Malidea Monferrato Rosso doc 2007

 

LA CAPLANA di GUIDO NATALINO sas - Via Circonvallazione 4 - Bosio

Vignavecchia Gavi docg 2009

La Caplana Gavi docg del Comune di Gavi 2009

Narciso Dolcetto d’Ovada doc 2008

 

AZ. AGR. LA COLOMBERA - Strada Comunale per Vho 7 - Tortona

Il Montino Colli Tortonesi doc Timorasso 2007

Archè Colli Tortonesi doc Croatina 2007

Elisa Colli Tortonesi doc Rosso 2007

 

LA GHIBELLINA – Frazione. Monterotondo 61 - Gavi

Mainìn Gavi docg del Comune di Gavi 2009

Altius Gavi docg del Comune di Gavi 2010

Nero del Montone Monferrato doc Rosso 2006

 

AZ, AGR. LAGOBAVA - Cà Bergantino 5 - Vignale Monferrato

L’Ago Monferrato Rosso doc 2008

Lagobava Monferrato Rosso doc 2006

EMOTIONAL TRAVELS 3

LA GUARDIA - Podere La Guardia 4 - Morsasco

Doppio Rosso vino rosso 2007

Villa Delfini Piemonte doc Chardonnay 2009

Ornovo Barbera del Monferrato 2007

 

LA RAIA Soc. Agricola s.s. - Strada Monterotondo 79 - Novi Ligure

La Raia Gavi docg 2009

Pisé La Raia Gavi docg 2008

La Raia Piemonte Barbera doc 2009

 

LA SCAMUZZA – Cascina Pomina 18 - Vignale Monferrato

Vigneto della Amorosa Barbera del Monferrato Superiore doc 2007

Bricco San Tomaso Monferrato Rosso doc 2007

Tumas Grignolino del Monferrato Casalese doc 2008

 

LA SMILLA - Via Garibaldi 7 - Bosio

Gavi docg 2009

Bergi Gavi docg 2007

Dolcetto di Ovada doc 2009

 

MARENCO SRL - Piazza V. Emanuele 10 - Strevi

Passrì di Scrapona Strevi doc 2006

Albarossa Monferrato Rosso doc 2007

Pineto Brachetto d’Acqui docg 2009

 

CLAUDIO MARIOTTO - Strada Provinciale per Sarezzano 29 - Tortona

Derthona Colli Tortonesi doc Timorasso 2008

Vho Colli Tortonesi doc Rosso 2007

Montemirano Colli Tortonesi doc Rosso 2007

 

CASA VINICOLA MONTOBBIO - Via Lavagello 29A - Castelletto d’Orba

Dolcetto d’Ovada doc 2009

Barbera del Monferratodoc2009

Gavi docg 2009

 

PIZZORNI PAOLO AZIENDA AGRICOLA - Reg. Rocche 17 - Ricaldone

La Severina Barbera d’Asti docg 2009

San Sebastiano Barbera d’Asti docg Superiore 2008

Sogno Rosso Brachetto d’Acqui docg 2009

 

PAOLO POGGIO GIUSEPPE AZ. AGR. - Via Roma 67 - Brignano Frascata

Prosone Colli Tortonesi Rosso doc 2008

Derio Colli Tortonesi Barbera doc 2007

Campo la Bà Colli Tortonesi Barbera doc 2008

 

POMODOLCE AZIENDA AGRICOLA - Via IV Novembre 7 - Montemarzino

Diletto Colli Tortonesi doc Timorasso 2008

Fontanino Colli Tortonesi doc Croatina 2007

Marsen Colli Tortonesi doc Barbera 2007

 

CARLO DANIELE RICCI - Via Montale Celli 9 - Costa Vescovato

Terre del timorasso Colli Tortonesi Timorasso doc 2008

San Leto Colli Tortonesi timorasso doc 2007

San Martino 2007

 

RINALDI VINI - Via Roma, 31 - Ricaldone

Bricco Cardogno Moscato d’Asti docg 2009

Bricco Rioglio Brachetto d’Acqui docg 2009

La Bricca Barbera d’Asti doc 2008

 

TACCHINO – Via Martiri della Benedicta 26 - Castelletto d’Orba

Du Riva Dolcetto d’Ovada doc 2007

Barbera del Monferrato doc 2009

Di Fatto Monferrato doc Rosso 2007

 

TENUTA GRILLO - Strada Maranchetti 6 - Gamalero

Igiea Barbera d’Asti doc 2004

Pecoranera Monferrato Rosso 2003

Pratoasciutto Monferrato Dolcetto 2004

 

TENUTA LA GIUSTINIANA - Frazione Rovereto 5 - GAVI

Lugarara Gavi docg del Comune di Gavi 2009

Montessora Gavi docg del Comune di Gavi 2009

Il Nostro Gavi Gavi docg del Comune di Gavi 2008

 

TENUTA SAN PIETRO in TASSAROLO - Località San Pietro 2 - Tassarolo

San Pietro Gavi docg 2009

Il Mandorlo Gavi docg 2009

Gorrina Gavi docg 2008

 

TENUTA SAN SEBASTIANO DE ALESSI - Cascina San Sebastiano - Lu L.To

Mepari Barbera del Monferrato doc 2006

Dalera Monferrato Rosso doc 2006

LV Vino passito bianco

 

AZ. AGR. ViCaRa - Cascina Madonna delle Grazie 5 - Rosignano Monferrato

Cantico della Crosia Barbera del Monferrato doc Superiore vendemmia 2007

G Grignolino del Monferrato Casalese doc vendemmia 2009

L’Uccelletta Monferrato doc vendemmia 2007

 

VIGNE MARINA COPPI -Via Sant’Andrea 5 - Castellania

Sant’Andrea Colli Tortonesi doc Barbera 2008

Castellania Colli Tortonesi doc Barbera 2008

I Grop Colli Tortonesi doc Barbera 2007

 

VIGNETI MASSA - Piazza Capsoni 2 - Monleale

Sterpi Colli Tortonesi doc Timorasso 2008

Monleale Colli Tortonesi doc Barbera 2006

Pertichetta Colli Tortonesi doc Rosso 2006

 

_____________________________________________________________________________

 

ANTICA DISTILLERIA DI ALTAVILLA - Altavilla Monferrato

LA CASERA SRL - Verbania

NUOVO LABORATORIO ARTIGIANALE - Alessandria

BODRATO CIOCCOLATO SRL - Capriata d’Orba

LE RAMATE AZ. AGR. BIOLOGICA - Malvicino

VALLENOSTRA - Mongiardino Ligure

MACELLERIA A. FITTABILE - Fabbrica Curone

 

Nella foto: La notevole affluenza di visitatori all’Alessandria Top Wine 2010

RADICI WINES E QOCO SI INCONTRANO

PER SOMMARE ENERGIE E TALENTO NELLA PROMOZIONE DELLE RISPETTIVE ECCELLENZE PRODUTTIVE

L’appuntamento del 20 ottobre a Andria con esperti del settore unirà momenti di approfondimento ad occasioni conviviali

Portando con se differenti produzioni di Nero di Troia, vitigno coltivato prevalentemente in quella zona, e numerose altre etichette che hanno partecipato all’ultimo festival, Radici del Sud si incontrerà con il comune di Andria e con il Gal le città di Castel del Monte nell’ambito di una kermesse di preludio alla prossima XIII edizione di Qoco, l’importante evento elaiogastronomico di promozione e marketing territoriale a sostegno dell’Olio Extravergine d’Oliva Cultivar Coratina. La felice intuizione di coniugare le attività olivicole con quelle enologiche in un progetto parallelo di divulgazione delle eccellenti produzioni di entrambe i comparti si concretizza così in un interessante momento di studio ed approfondimento legato alle tematiche che stanno a cuore al mondo dei produttori che con competenza, professionalità e abnegazione lavorano con estrema cognizione di causa e crescente successo. Vediamo nei dettagli il programma dell’evento a nome “Aspettando Qoco con i vini di Radici del Sud”. Alle ore 16,30 presso il Chiostro di San Francesco avrà luogo la conferenza stampa regionale a cui interverranno il sindaco di Andria, Avv. Nicola Giorgino, l’assessore all’agricoltura dott. Benedetto Miscioscia, il dott. Francesco De Leonardis direttore tecnico GAL città Castel del Monte, l'organizzatore di Qoco il giornalista Francesco Di Chio, Nicola Campanile, presidente di Radici Wines e il giornalista de “Il Mattino” Luciano Pignataro. L’ ingresso è libero anche al pubblico di appassionati.

Alle ore 18,30 seguirà “Il nero di Troia tra asprezze e dolcezze”, una degustazione guidata di sei diverse etichette di Nero di Troia selezionate tra gli areali di Castel del Monte, del Tavoliere e della Daunia, dove la leggenda narra che Diomede fosse sbarcato portando dei tralci di vite che proprio là avessero trovato un habitat favorevole al loro ottimale sviluppo. Nicola Campanile con i giornalisti Luciano Pignataro, Giuseppe Barretta e Antonio Gelormini introdurrà l’assaggio dei vini evidenziando le loro peculiarità e quelle del vitigno da cui provengono come fondamentali per la comprensione e valorizzazione del Nero di Troia. Saranno proposte riflessioni sui temi inerenti lo strategico momento che in Italia e all’estero sta vivendo il Nero di Troia in virtù delle sue caratteristiche che tanto lo differenziano dagli altri a bacca rossa pugliesi più conosciuti (vedi Primitivo e Negroamaro), su quanto facilmente riesca a abbinarsi alla cucina tradizionale che osserviamo tendere verso un certo alleggerimento ed anche sulle molteplici e variegate espressioni proposte dai numerosi produttori nei vari areali d'origine. Parteciperanno al dibattito con preziosi contributi di fattiva esperienza Leonardo Palumbo (Presidente Assoenologi), Antonella Briglia (Enologa), Cristoforo Pastore (Enologo), Antonio Gargano (Presidente Consorzio di tutela Doc Tavoliere), Giuseppe Marmo (produttore Tenuta Cocevola) e Gianfelice D'Alfonso del Sordo (produttore). L’accesso alla degustazione è limitato alla partecipazione di sole 30 persone, per accreditarsi è necessario rivolgersi al numero 349.7821053. Il programma della manifestazione prevede infine con inizio alle ore 19 e ingresso libero, l’apertura dei banchi d'assaggio dei vini da vitigno autoctono presenti a Radici del Sud 2012 che si potranno sposare  a un ricco e prelibato buffet di piatti tipici locali offerto da Masseria Barbera di Minervino Murge. Il costo del Kit di degustazione è di € 5.  info&prenotazioni 349.7821053.


Radici del Sud

2020 © Enocibario P.I. 01074300094    Yandex.Metrica